Lunghezza intestinale in un adulto

Principale Pancreatite

L'intestino umano inizia con il duodeno - si trova immediatamente dietro lo stomaco e ha una dimensione relativamente piccola rispetto ad altre parti di questo organo (vedi foto sopra). Chiamato anche PDK in breve..

Perché è stato chiamato così: scienziati medievali - gli anatomisti non avevano moderni strumenti di misura e loro, avendo misurato la lunghezza di questo organo con le dita, hanno ricevuto un indicatore di 12 dita di diametro - 25-30 cm.

Funzioni duodenali

Il duodeno svolge un ruolo importante nell'intero processo digestivo. Poiché è il collegamento iniziale nell'intestino, i processi di assorbimento dei nutrienti dal cibo e dal liquido in entrata procedono attivamente qui. Porta l'indice acido-base del cibo a un livello che sarà ottimale per le successive fasi della digestione nell'intestino. È in questo organo che inizia la fase di digestione intestinale..

Un'altra fase integrale del lavoro di questa parte dell'intestino è la regolazione degli enzimi pancreatici secreti dal pancreas e della bile, a seconda dell'acidità del nodulo alimentare e della sua composizione chimica..

Il duodeno influisce sul corretto funzionamento della funzione secretoria gastrica, poiché esiste un'interazione inversa. Consiste nell'aprire e chiudere il piloro dello stomaco e nella secrezione umorale.

Evacuazione e funzioni motorie.

12 il duodeno svolge le funzioni di ulteriore avanzamento della pappa alimentare, trasformata con enzimi, nella seguente sezione dell'intestino tenue. Ciò è dovuto al massiccio strato muscolare della parete duodenale.

Caratteristiche della struttura dell'organo (forma, posizione, attaccamento)

La forma della maggior parte delle persone è diversa e anche per una persona totale, sia la forma che la posizione del duodeno possono cambiare durante la vita. Può essere a forma di V e assomiglia a un ferro di cavallo, un anello e altre forme. Nella vecchiaia, o dopo la perdita di peso, si abbassa rispetto a dove si trova il duodeno nelle persone giovani e di mezza età e in sovrappeso. Ma molto spesso ha origine a livello della settima vertebra toracica o lombare, situata da sinistra a destra. Quindi c'è una curva con una discesa alla terza vertebra lombare, un'altra curva con una salita parallela alla parte superiore e l'intestino termina nella regione della seconda vertebra lombare.

È attaccato collegando le fibre situate sulle pareti agli organi della cavità addominale. Il minimo di questi attacchi si trova nella parte superiore del duodeno, quindi è mobile: può spostarsi da un lato all'altro.

Struttura della parete duodenale:

  • lo strato esterno sieroso svolge funzioni di protezione meccanica.
  • lo strato muscolare è responsabile della peristalsi d'organo durante la digestione del cibo.
  • lo strato sottomucoso contiene nodi nervosi e vascolari.
  • lo strato interno è una mucosa, disseminata di un gran numero di villi, pieghe e depressioni.

Corpi adiacenti al KDP

Questa sezione dell'intestino è in contatto con altri organi della cavità addominale da tutti i lati:

Questa posizione anatomica dell'organo ha un enorme impatto sulle caratteristiche e sul decorso delle malattie che si verificano in esso..

Le malattie più comuni del duodeno.

  • La duodenite è il disturbo più comune del duodeno di tipo acuto o cronico, manifestato come infiammazione della mucosa.
  • Ulcera: si sviluppa a causa della duodenite cronica. Danno cronico al duodeno, in cui si formano ulcere nello strato mucoso.
  • Tumore tumorale - una neoplasia maligna localizzata in diversi strati della parete duodenale.

duodenite

Più del 90% dei pazienti sviluppa duodenite cronica. Può svilupparsi a causa di molti fattori, tra cui:

  • consumo di prodotti di bassa qualità;
  • abuso di alcool;
  • fumatori;
  • ingresso di corpi estranei e sostanze tossiche;
  • altri disturbi cronici intestinali.

Questa malattia si manifesta sotto forma di dolore nell'epigastrio di intensità moderata, debolezza, eruttazione, bruciore di stomaco, nausea, che si trasforma in vomito. I sintomi sono spesso accompagnati da febbre.

Una varietà di questo fenomeno infiammatorio è il bulbo, in cui il processo patologico si svolge solo nel bulbo del duodeno. Questa forma di duodenite non si presenta proprio così - è una conseguenza di altre patologie dell'intestino o dello stomaco. Bulbit può essere causato da:

Se la malattia è in una fase acuta, la persona avverte dolore e nausea e soffre di vomito ripetuto. Il bulbo acuto si sviluppa sullo sfondo di un uso prolungato di un grande gruppo di farmaci o di avvelenamento. Nella forma cronica, c'è anche una sindrome del dolore dolorante, a volte può essere accompagnata da nausea.

I pazienti hanno anche un'ostruzione duodenale cronica, che si verifica sullo sfondo dei processi tumorali, anomalie dello sviluppo e altri disturbi nel duodeno. È espresso in una violazione della funzione motoria ed evacuazione in questa parte dell'intestino ed è caratterizzato dai seguenti sintomi:

  • bruciore di stomaco;
  • diminuzione dell'appetito;
  • sensazione di pesantezza e disagio nella regione epigastrica;
  • stipsi;
  • gorgoglio e gorgoglio.

La manifestazione di questo disturbo è influenzata dalle ragioni che hanno causato l'ostruzione duodenale, lo stadio del decorso e da quanto tempo è sorta la malattia.

Ulcera peptica

Il motivo principale di questa pericolosa malattia è il reflusso di acido dal contenuto gastrico e il suo effetto distruttivo sulla mucosa di questa parte dell'intestino. Ma questo processo patologico si sviluppa solo quando gli strati superficiali dell'intestino non possono far fronte alle loro funzioni protettive. L'ulcera è localizzata nella parte iniziale del duodeno e nel bulbo, cioè nella zona dell'intestino che si trova a una distanza minima dallo stomaco.

Molti gastroenterologi parlano all'unanimità dell'effetto negativo dell'assunzione frequente di farmaci antinfiammatori, che abbassano la barriera protettiva dello strato mucoso del duodeno. Questi farmaci sono aspirina e forme di dosaggio basate su di esso, ibuprofene, diclofenac, ecc. Pertanto, se esiste tale opportunità, è necessario limitare l'assunzione di farmaci di questo gruppo il più possibile.

La duodenite scarsamente trattata o trascurata, l'abuso di alcol e l'uso di alimenti dannosi per il corpo possono anche causare lo sviluppo di ulcere duodenali.

Il batterio Helicobacter tende anche a infettare non solo lo stomaco, ma anche la mucosa dell'ulcera duodenale 12. È una causa abbastanza comune di patologia ulcerosa, che apre la strada all'acido negli strati mucosi dell'intestino. In 19 su 20 casi di sviluppo di un'ulcera di questo organo, è la colpa del batterio Helicobacter..

Sintomi:

Poiché questo disturbo è molto comune nella pratica gastroenterologica, dovresti sapere che tipo di quadro sintomatico si manifesta. Questa è una sindrome da dolore parossistico nell'addome superiore leggermente sotto lo sterno. Fa male all'epigastrio durante la fame o, al contrario, subito dopo aver mangiato. Dopo aver mangiato, sintomi come:

Le principali complicazioni pericolose di questa malattia del duodeno sono sanguinamento o perforazione, che richiedono assistenza chirurgica di emergenza. Il sanguinamento è irto di pericolose perdite di sangue e riempie la cavità addominale. La perforazione è quando il cibo con tutti gli enzimi e gli acidi entra nella cavità addominale attraverso l'ulcera formata nell'intestino.

Se l'assistenza medica non viene fornita in tempo, tali complicazioni possono portare alla morte del paziente. Ci sono casi nella pratica medica quando un'ulcera peptica si trasforma anche in uno stato canceroso..

Un'ulcera, come altre lesioni duodenali, viene diagnosticata mediante una procedura di endoscopia. Con questa procedura, un gastroenterologo può valutare visivamente lo stato di tutti gli organi dell'apparato digerente. Potrebbe essere necessario un esame del sangue, soprattutto quando si tratta di ulcera duodenale causata dai batteri Helicobacter. La diagnostica completa può includere la biopsia dell'area interessata dell'intestino: viene eseguita direttamente durante l'esame endoscopico (la procedura per prelevare un piccolo volume del tessuto interessato per l'esame di laboratorio).

Carcinoma duodenale

Sfortunatamente, a questo punto, nella pratica medica non ci sono dati precisi sulle cause del cancro nel corpo. Ma esiste una certa categoria di fattori di rischio che possono provocare un processo maligno nel corpo - e il duodeno non fa eccezione. Questa malattia può portare a:

  • predisposizione genetica al cancro;
  • dipendenze: fumo, uso di droghe, alcolismo;
  • diabete;
  • pancreatite cronica;
  • calcoli renali, vescica;
  • mangiare un sacco di cibo di origine animale.

Secondo una ricerca di scienziati, i componenti del caffè in combinazione con la nicotina possono anche influenzare lo sviluppo del cancro duodenale. Pertanto, i medici non raccomandano di lasciarsi trasportare dal caffè: dovresti limitarti facendo il massimo per un giorno 2-3 tazze. La costante ingestione di agenti cancerogeni e sostanze chimiche che hanno un effetto dannoso sull'intero tratto gastrointestinale nel corpo può anche causare il cancro duodenale. La sfavorevole situazione ecologica nella regione di residenza influenza senza dubbio lo sviluppo di molti gruppi di malattie, comprese quelle oncologiche. Uomini e donne sopra i 50 anni sono a rischio.

Questa malattia è considerata insidiosa, perché è difficile da diagnosticare nelle fasi iniziali dello sviluppo. I primi segni della malattia possono essere facilmente confusi con comuni disturbi gastrointestinali. Successivamente, i dolori si aggiungono a queste sensazioni con lo sviluppo dell'oncologia, specialmente quando una persona sente fame, pesantezza. Il paziente si sente debole, il suo appetito scompare e si osserva la sindrome depressiva. Questa sintomatologia è associata al processo di intossicazione..

Una persona con carcinoma duodenale ha molte più probabilità di avere un esito normale se il tumore si trova nelle fasi primarie di sviluppo. Per effettuare una diagnosi accurata, vengono eseguiti EGDS e una biopsia dell'area interessata dell'intestino, ad essi è anche collegato un complesso di studi di laboratorio (OAC, marker tumorale ca 125, ecc.). Successivamente, è necessario eseguire urgentemente un'operazione per rimuovere il tumore e i linfonodi più vicini.

Da quanto sopra, si può trarre una conclusione semplice e logica. Il duodeno è, come tutti gli organi, una parte molto importante del nostro corpo. Svolge funzioni complesse e importanti nel sistema digestivo, quindi ogni persona dovrebbe essere attenta alle proprie dipendenze alimentari - se possibile, escludere alimenti malsani dalla propria dieta e rinunciare a cattive abitudini. Dopotutto, è molto più facile prevenire le malattie che andare dai dottori e rimanere in ospedale, sperando di superarli..

Duodeno

la sezione iniziale dell'intestino tenue, situata tra lo stomaco e il digiuno.

D. davanti a. Copri lo stomaco, il lobo destro del fegato e il mesentere del colon trasverso, lei stessa copre la testa del pancreas. Nei neonati da D. a. Di solito ha una forma ad anello, negli adulti - A forma di V, a C, piegata o irregolare. La sua lunghezza in un adulto è di 27-30 cm, capacità - 150-250 ml.

Nel duodeno sono isolate 4 parti (Fig.). La parte superiore è la più corta; ha una forma arrotondata, lunga fino a 3-4 cm; inizia dallo stomaco e va a destra e indietro lungo la superficie destra della colonna vertebrale, passando nell'area della curva superiore nella parte discendente. La sezione iniziale della parte superiore di D. nella clinica è nota sotto il nome del bulbo. La parte discendente, lunga 9-12 cm, scende quasi verticalmente e termina nella curva inferiore. Nel lume di D. A. In questa parte si aprono il dotto biliare comune e il dotto pancreatico, che si formano sulla mucosa della grande papilla del duodeno (capezzolo del vaso). Sopra di esso, a volte c'è una piccola papilla duodenale, in cui si apre il dotto pancreatico accessorio. La parte orizzontale (inferiore), che ha una lunghezza da 1 a 9 cm, passa a livello delle vertebre lombari III e IV, sotto il mesentere del colon trasverso, in parte dietro la radice del mesentere dell'intestino tenue. La parte ascendente, lunga 6-13 cm, passa direttamente nel digiuno, formando una curva all'incrocio. Nella parte superiore di D. a. Su tre lati è coperto da un peritoneo. Le parti discendente e orizzontale si trovano retroperitonealmente, la parte ascendente ritorna gradualmente alla posizione intraperitoneale. Con il pancreas da D. a. È collegato da muscoli lisci, dotti escretori della ghiandola e vasi sanguigni comuni, con il fegato - legamento epato-duodenale.

L'afflusso di sangue di D. viene effettuato dall'estremità superiore e anteriore, nonché dalle arterie pancreatoduodenali inferiori: i rami delle arterie mesenteriche gastroduodenale e superiore, che, anastomandosi l'uno con l'altro, soddisferanno gli archi anteriore e posteriore. Il sangue venoso scorre nel sistema venoso portale. Il deflusso della linfa da D. a. Viene effettuato nei linfonodi pancreatoduodenali, mesenterici superiori, celiaci, lombari.

Fonti dell'innervazione di D. Sono i nervi vago (sistema nervoso parasimpatico), il celiaco (solare), il plesso mesenterico superiore, epatico e gastro-duodenale (sistema nervoso simpatico). Esistono due principali plessi nervosi nella parete intestinale: l'intermuscolare più sviluppato (Auerbach) e il sottomucoso (Meissner).

La parete di D. Costituita da membrane sierose, muscolari e mucose, nonché da una sottomucosa, separate dalla mucosa da una piastra muscolare. Sulla superficie interna di D. a. Vi sono villi intestinali coperti con un epitelio ad alto prisma, grazie al quale i microvilli aumentano di dieci volte la capacità di assorbimento della cellula. L'epitelio increspato è intervallato da enterociti di calice, che producono glicosaminoglicani e glicoproteine. Esistono anche cellule (cellule di Paneth ed endocrinociti intestinali) che sintetizzano vari ormoni gastrointestinali - secretina, gastrina, enteroglucagone, ecc. La lamina propria della mucosa viene moderatamente infiltrata in linfociti e plasmacellule e si trovano anche follicoli linfatici. Nella sottomucosa si trovano ghiandole duodenali mucose (Brunner), i cui dotti escretori si aprono alla base o sulle pareti laterali delle cripte intestinali - depressioni epiteliali tubulari nella lamina propria della mucosa. La membrana muscolare di D. È una continuazione della membrana muscolare dello stomaco; è formato da fasci di cellule muscolari lisce (non striate) disposte in due strati. Nello strato esterno, si trovano longitudinalmente, nello strato interno - in modo circolare. La membrana sierosa copre D. a. Solo parzialmente, le altre sezioni sono coperte di avventizia formata da tessuto connettivo fibroso allentato contenente un gran numero di vasi e nervi.

Il duodeno occupa uno dei posti principali nell'attuazione delle funzioni di secrezione, motoria ed evacuazione del tratto digestivo. Il segreto di D. È prodotto da enterociti di calice e ghiandole duodenali. Inoltre, il succo pancreatico e la bile entrano nella cavità di D. Entra nel succo del pancreas e della bile, fornendo un'ulteriore idrolisi dei nutrienti, che ha avuto inizio nello stomaco (vedi Digestione).

Il duodeno è caratterizzato da contrazioni toniche, peristaltiche, a pendolo e segmentazione ritmica. Questi ultimi svolgono un ruolo nella miscelazione e nella progressione del chimo e sono effettuati dalle contrazioni degli strati muscolari longitudinali e circolari. L'attività motoria di D. Dipende dalle proprietà fisiche e chimiche del cibo ed è regolata da meccanismi neuroumorali. La frequenza delle contrazioni intestinali diminuisce con perdita sistemica della bile, ipo o ipertiroidismo. L'inibizione dell'attività motoria dell'intestino si verifica sotto l'influenza di adrenalina, noradrenalina, irritazione dei nervi simpatici. Sotto l'azione dell'acetilcolina a dosi elevate, l'eccitazione dell'attività motoria viene sostituita dalla sua inibizione. La serotonina, la gastrina, la bradichinina, l'angiotensina, la colecistochinina e l'irritazione dei nervi parasimpatici stimolano l'attività contrattile di D. A vari effetti sono esercitati dalle prostaglandine.

I metodi di ricerca includono anamnesi, esame e palpazione. Chiarimento della natura dei dolori, tempo di insorgenza, durata, irradiazione, identificazione dei cambiamenti nella forma dell'addome, gonfiore, nonché dolore alla palpazione e aumento della sensibilità della pelle nell'area della proiezione di D. Rendere possibile la diagnosi di malattie come ulcera peptica, duodenite e altri esami a raggi X, che vengono effettuati in proiezioni dirette, oblique e laterali, sono di grande importanza: con una forte deformazione del bulbo di D. o la presenza di un'altra ragione che non consente di rivelare cambiamenti patologici nell'organo, viene mostrata la duodenografia di rilassamento. L'esame endoscopico è un prezioso metodo diagnostico (vedi Gastroscopia). Per chiarire la natura della lesione, viene integrata da una biopsia della mucosa di D. Seguita da studi istologici e istochimici sul materiale ottenuto. Il suono duodenale ha un importante valore diagnostico, in particolare per la rilevazione di patologie concomitanti (malattie del tratto biliare e del pancreas, malattie protozoarie, come la giardiasi)..

Patologia. Il sintomo più frequente nelle malattie di D. È il dolore, che è localizzato principalmente nella regione epigastrica e spesso si estende a tutta la regione epigastrica. I segni della malattia sono bruciore di stomaco, eruttazione, nausea, meno spesso amarezza o secchezza delle fauci, disturbi delle feci. A causa del fatto che le malattie di D. sono spesso accompagnate da cambiamenti patologici in altri organi della zona duodenoepatopancreatica, in alcuni pazienti i sintomi di malattie concomitanti, come gastrite, colecistite, colite, vengono alla ribalta.

Le malformazioni includono atresia, stenosi, raddoppio da D. a., Espansione congenita (megaduodeno primario) da D. a., E anche diverticoli. Atresia e stenosi si manifestano clinicamente principalmente da sintomi di ostruzione intestinale elevata (vomito ripetuto, eruttazione, singhiozzo) e possono portare all'espansione dell'intestino sopra il sito dell'ostruzione (megaduodeno secondario).

Il raddoppio di D. a., Che spesso si verifica nell'area della parte superiore e discendente dell'intestino, si presenta sotto forma di tre forme: cistica, diverticolare e tubulare. Si manifesta con sintomi di ostruzione intestinale parziale (rigurgito, vomito), perdita di peso e disidratazione. Quando viene spremuto il pancreas o il dotto biliare comune, possono comparire sintomi di pancreatite e ittero. Alla palpazione, raddoppiato D. a. Può assomigliare a una formazione tumorale della cavità addominale. Il sanguinamento gastrointestinale è comune nei bambini.

Espansione congenita di D. Si incontra molto raramente. Disturbi dell'innervazione di D. a. A vari livelli sono la pietra angolare di questo difetto. L'espansione è solitamente accompagnata da ipertrofia d'organo. Clinicamente, il difetto si manifesta con rigurgito, vomito (il vomito contiene una miscela di bile, "verde", una grande quantità di muco), perdita di peso, sintomi di disidratazione. I pazienti hanno gonfiore nella regione epigastrica, "rumore di schizzi" dovuto all'accumulo di contenuti nello stomaco e nel duodeno.

La diagnosi di malformazioni si basa sui risultati clinici. I principali metodi diagnostici sono esami radiografici ed endoscopici. Il trattamento è operativo - l'imposizione di un'anastomosi tra lo stomaco e il digiuno (con atresia, stenosi ed espansione di D. a.), La rimozione della duplicazione o l'imposizione di un'anastomosi tra la duplicazione e D. a. O digiuno (con raddoppio dell'organo). La previsione è favorevole.

Diverticoli congeniti di D. a. - sporgenze a forma di borsa della sua parete, che si alzano in luoghi di sottosviluppo congenito della membrana muscolare. D. diverticoli a. Possono insorgere a seguito di periduodenite, colecistite (diverticoli acquisiti). I diverticoli sono spesso asintomatici e si trovano incidentalmente alla radiografia. Di solito i sintomi sono causati dall'infiammazione del diverticolo - diverticolite derivante dal ristagno del contenuto intestinale in esso (vedi diverticolosi (diverticolosi)).

I corpi estranei sono più spesso trattenuti nell'area di transizione dalla parte discendente a quella orizzontale di D. a. Non esiste sintomatologia e corpi estranei, incl. affilato e largo, avvolto in masse alimentari, esce liberamente naturalmente. Quando un corpo estraneo viene fissato o la parete intestinale viene danneggiata, si verifica una sensazione di pesantezza, dolore e talvolta sanguinamento gastrointestinale. In caso di perforazione della parete di D. a. Può svilupparsi la peritonite.

In diagnostica, il ruolo principale appartiene alla radiografia e agli studi endoscopici. L'autoescrezione di un corpo estraneo è facilitata da alimenti ricchi di fibre e da cereali viscidi. L'indicazione per l'intervento è la fissazione di un corpo estraneo, la sua permanenza in D. per più di 3 giorni, aumento del dolore addominale, segni di ostruzione intestinale o peritonite. In un numero significativo di casi, i corpi estranei vengono rimossi utilizzando un endoscopio, a volte ricorrono alla laparotomia.

Le lesioni (aperte e chiuse) sono il risultato di ferite penetranti nell'addome (armi da fuoco o inflitte con armi fredde), traumi contusivi e sono spesso combinate con danni ad altri organi della cavità addominale. A danni intraperitoneali Il contenuto di D. viene versato nella cavità addominale, il che porta allo sviluppo di peritonite. La percussione nelle vittime è determinata dall'assenza di ottusità epatica, risultante dal rilascio di gas nella cavità addominale e dal suo accumulo nell'addome superiore, durante l'esame a raggi X - gas libero nella cavità addominale. A danni retroperitoneali Il contenuto di D. viene versato nel tessuto retroperitoneale, causando il suo flemmone e quindi la peritonite. Nelle prime fasi dopo l'infortunio, la vittima lamenta dolore nella regione lombare destra, aggravata dalla palpazione e dalla pressione (falso sintomo di Pasternatsky), che si irradia all'inguine destro e alla coscia destra, rigidità muscolare e gonfiore del tessuto sottocutaneo nella regione lombare. L'esame a raggi X del tratto gastrointestinale è di grande valore diagnostico, in cui è possibile rilevare la perdita di un mezzo di contrasto nello spazio retroperitoneale; su radiografie del torace e dell'addome normali, viene determinato l'enfisema dei tessuti.

Il trattamento è rapido. In caso di lesioni intraperitoneali rilevate senza difficoltà, i bordi del difetto di D. vengono asportati economicamente e vengono applicate suture a doppia fila, con lesioni retroperitoneali, la cui identificazione è difficile, viene sezionata la foglia posteriore del peritoneo parietale, la parete posteriore di D. viene mobilizzata. Dopo aver rivelato il difetto, i bordi della ferita vengono asportati. e suturato con suture a doppia fila. Alla completa rottura di D. a. I bordi dell'intestino vengono asportati e l'anastomosi viene applicata end-to-end o side-to-side. Una sonda sottile viene introdotta attraverso il naso in D. a., Con l'aiuto di ciò, entro 3-5 giorni. aspirazione dei contenuti intestinali. Il tessuto retroperitoneale è drenato. La prognosi per le lesioni di D. Grave, dipende dalla tempistica dell'intervento chirurgico.

Le fistole duodenali possono essere interne ed esterne. Le fistole interne sorgono a seguito di un processo patologico nella parete di D. Con la sua successiva diffusione in un altro organo o la transizione di un processo patologico da qualsiasi organo a D. a. Molto spesso la cavità di D. a. Comunica con la cavità della cistifellea o il dotto biliare comune, meno spesso con la cavità dell'intestino crasso o dell'intestino tenue. Le fistole interne si manifestano con dolore nella parte corrispondente dell'addome, sintomi di irritazione del peritoneo. Quando D. riferisce a. Con dotti biliari, possono verificarsi sintomi di colangite ascendente (aumento della temperatura corporea, brividi, ittero, leucocitosi, ecc.), Quando si comunica con altre parti dell'intestino, sintomi di colite.

Le fistole esterne si formano di solito dopo lesioni alla cavità addominale, interventi chirurgici. Il loro sviluppo è accompagnato dalla perdita di bile, enzimi pancreatici, contenuto duodenale con una miscela di masse alimentari, che porta a un rapido esaurimento del paziente, interruzione di tutti i tipi di metabolismo, anemia e causa lo sviluppo di gravi dermatiti.

La diagnosi viene stabilita sulla base dei risultati di un esame radiografico di D. a., Stomaco, intestino, tratto biliare. Con le fistole esterne, viene mostrata la fistulografia. Il trattamento è di solito rapido (vedere Fistole biliare (Fistole biliare), Fistole intestinali).

I disturbi funzionali (discinesie) sono spesso rappresentati dalla duodenostasi, che nella maggior parte dei casi accompagna altre malattie, come l'ulcera peptica, la pancreatite e la duodenite. C'è una sensazione di pesantezza e periodici dolori sordi nella regione epigastrica e nell'ipocondrio destro, che insorgono subito dopo aver mangiato, eruttazione, nausea, occasionalmente rigurgito e vomito, portando sollievo. L'esame a raggi X è della massima importanza per la diagnosi. Il ritardo di una massa contrastante in qualsiasi area di D. a. Più di 35-40 s è considerato una manifestazione di duodenostasi. Meno spesso, i disturbi del movimento funzionale si manifestano con un aumento della peristalsi e un'evacuazione accelerata del contenuto intestinale, che si manifesta con debolezza, sonnolenza, sudorazione, palpitazioni e altri segni di sindrome da dumping (vedi Sindromi post-gastro-resezione).

Malattie di D. a. Può avere un carattere infiammatorio e non infiammatorio. La malattia infiammatoria più comune è la duodenite; raramente si incontrano la tubercolosi di D. a., che rappresentano il 3-4% di tutti i casi di tubercolosi intestinale (vedi tubercolosi extrapolmonare (tubercolosi extrapolmonare), tubercolosi intestinale), nonché l'Actinomicosi, che di solito si verifica quando un processo specifico passa a D. a. da altri organi... Uno dei luoghi principali nella patologia di D. È occupato da un'ulcera peptica.

I tumori sono rari. Sono sia benigni che maligni. I tumori benigni (adenomi, fibroadenomi, fibromi, papillomi, lipomi, neurofibromi, schwannomi) possono essere singoli o multipli. Sono asintomatici a lungo, quando raggiungono grandi dimensioni, di solito si manifestano come ostruzione intestinale o (con il decadimento del tumore) sanguinamento intestinale. All'atto di localizzazione di un tumore nell'area della grande papilla di D. Uno dei primi sintomi può essere l'ittero. Un tumore di grandi dimensioni può essere palpabile. I principali metodi diagnostici sono la duodenografia a rilassamento e la duodenoscopia con biopsia mirata. Trattamento operativo - escissione di un tumore, resezione di D. o duodenectomia. Piccoli tumori polipoidi di D. a. Rimuovere a duodenoscopia. La prognosi è generalmente buona.

Dei tumori maligni, il cancro è il più comune e il sarcoma è estremamente raro. Cancro di D. a. Nella maggior parte dei casi è localizzato nella parte discendente dell'intestino. Macroscopicamente, di solito sembra un polipo o ricorda un cavolfiore; a volte c'è una forma infiltrante con una tendenza alla crescita circolare. Istologicamente, si tratta di un adenocarcinoma o di un tumore a cellule cilindriche, metastatizza relativamente tardi, principalmente nei linfonodi regionali, nella porta del fegato e nel pancreas; cresce nel pancreas, il colon trasverso. I pazienti hanno dolore nella regione epigastrica che si verifica 4-5 ore dopo un pasto, irradiandosi all'ipocondrio destro, nausea, vomito (a volte mescolato con sangue), portando sollievo, segni di sanguinamento intestinale (feci catramose, abbassamento della pressione sanguigna). Caratterizzato da progressiva perdita di peso, anemia, anoressia, malessere generale, debolezza, affaticamento, cosiddetto disagio allo stomaco. Con infiltrazione di una grande papilla D. a. Uno dei sintomi più tipici è l'ittero.

In diagnostica, la duodenografia di rilassamento (difetto di riempimento, restringimento circolare del lume ed espansione soprastenotica dell'intestino, con ulcerazione del tumore - deposito di bario) è della massima importanza. La diagnosi precoce di un tumore è possibile con duodenoscopia e biopsia mirata.In alcuni casi, viene eseguito un esame citologico del contenuto duodenale. La diagnosi differenziale viene fatta con il cancro della testa del pancreas. Il trattamento è rapido. Il volume dell'operazione dipende dalla localizzazione e dalla diffusione del tumore: resezione di D. a., Duodenectomia, operazioni palliative come gastroenterostomia con colecistoenterenteromia, ecc. La prognosi è scarsa.

Le operazioni su D. a. Vengono eseguite ai fini della sua revisione (ad esempio, con trauma addominale e fenomeni di peritonite), nonché con uno scopo terapeutico per vari processi patologici (ulcere, diverticolo, sanguinamento, corpi estranei, fistole duodenali, ostruzione, danno, difetti sviluppo, tumori).

Duodenotomia: apertura del lume di D. Viene utilizzata per ispezionare la superficie interna e la cavità intestinale ed è anche un componente di altre operazioni. Può essere effettuato in direzione trasversale (lungo la parete anteriore coperta da un peritoneo) e longitudinale. Inoltre, in entrambi i casi, la sutura dell'intestino viene eseguita nella direzione trasversale per impedire il restringimento del suo lume.

Papillectomia - escissione della grande papilla duodenale; Viene eseguito per tumori benigni (ad esempio papillomi), nonché nelle prime fasi di lesioni maligne in quest'area. Dopo la duodenotomia, lungo la circonferenza della grande papilla duodenale, la mucosa viene aperta e separata. La grande papilla con il dotto biliare comune e il dotto pancreatico che fluisce al suo interno viene rimossa attraverso l'apertura della duodenotomia, i dotti vengono isolati, incrociati e suturati alla mucosa duodenale.

Papillotomia - dissezione della bocca della grande papilla di D. a.; effettuato per rimuovere le pietre trattenute in esso. Dopo la duodenotomia, la mucosa viene tagliata longitudinalmente alla bocca della grande papilla duodenale, quindi la pietra trattenuta viene facilmente rimossa. I bordi della mucosa sezionata sono orlati alla parete di D. Nell'area della bocca.

Sfinterotomia - dissezione dello sfintere di Oddi, è indicata per i suoi cambiamenti cicatriziali, sclerosi del muscolo dello sfintere, intrappolamento delle pietre. Dopo la duodenotomia, una sezione della grande papilla del duodeno viene asportata sotto forma di un triangolo (la base alla bocca) e viene suturata la mucosa di D. Alla membrana mucosa del dotto biliare comune.

Duodenectomia - La rimozione di D. a., Di solito è uno degli stadi della pancreatoduodenectomia, che viene eseguita con il cancro, così come i tumori benigni a D. Nel corso dell'operazione, viene applicata un'anastomosi intestinale vescicolare-piccolo, il dotto pancreatico viene impiantato in un cappio dell'intestino tenue. La pervietà del tratto gastrointestinale viene ripristinata imponendo una gastroenteroanastomosi.

Molte operazioni sono associate all'imposizione di anastomosi tra D. e. E altri organi dell'apparato digerente. Questi includono gastroduodenostomia - anastomosi tra lo stomaco e D. a. (Usato, ad esempio, con ulcera peptica), epaticoduodenostomia - anastomosi tra il dotto epatico comune e D. a. (Eseguita con restringimento cicatriziale, danno o cancro del dotto biliare comune), epatoduodenostomia - anastomosi tra il dotto biliare intraepatico e D. a. (Usato se l'epaticoduodenostomia è impossibile), coledochoduodenostomia - anastomosi tra il dotto biliare comune e D. a. (Eseguita con ostruzione della parte distale del dotto biliare comune a causa di cambiamenti cicatriziali, calcoli, pietre, lesioni cancerose ), colecistoduodenostomia - anastomosi tra cistifellea e D. a. (viene utilizzata per l'ostruzione del dotto biliare comune, ad esempio a causa di traumi, neoplasie maligne, ecc.).

Tutte le operazioni su D. a. Vengono eseguite in anestesia generale. Una laparotomia della linea mediana superiore viene utilizzata come accesso..

Bibliografia: Antonovich V.B. Diagnostica a raggi X di malattie dell'esofago, dello stomaco, dell'intestino, p. 295, 298, M., 1987; Bairov G.A. Chirurgia d'urgenza per bambini, p. 137, L., 1983; Vasilenko V.Kh. e Grebenev A.L. Malattie dello stomaco e del duodeno, M., 1981; Grigoriev P. Ya. Diagnostica e trattamento dell'ulcera gastrica e dell'ulcera duodenale, M., 1986; Dorofeev G.I. e Uspensky V.M. Malattie gastroduodenali in giovane età, M., 1984; Isakov Yu.F., Stepanov E.A. e Krasovskaya T.V. Chirurgia addominale nei bambini, M., 1988; Oncologia clinica, ed. N.N. Blokhin e B.E. Peterson, vol.2, p. 282, M., 1979; Sokolov L.K. e altri Diagnostica clinica e strumentale delle malattie degli organi della zona epato-pancreatoduodenale, M., 1987; Toshovski V. Processi acuti nella cavità addominale nei bambini, trans. dalla Repubblica Ceca., Praga, 1987.

Rappresentazione schematica del duodeno e degli organi adiacenti: 1 - diaframma; 2 - stomaco; 3 - milza; 4 - pancreas; 5 - colon trasverso; 6 - digiuno; 7 - la parte ascendente del duodeno; 8 - parte orizzontale del duodeno; 9 - la curva inferiore del duodeno; 10 - grande papilla del duodeno (capezzolo di vater); 11 - piccola papilla del duodeno; 12 - la parte discendente del duodeno; 13 - cistifellea; 14 - la curva superiore del duodeno; 15 - la parte superiore del duodeno; 16 - dotto cistico; 17 - dotto epatico comune; 18 - tronco celiaco.

Articoli Su Epatite