Adenocarcinoma del colon moderatamente differenziato

Principale Gastrite

La nutrizione ha sempre occupato uno dei luoghi centrali della vita umana. L'interruzione del processo digestivo porta a una serie di problemi, sia fisicamente che psicologicamente. Non c'è da stupirsi che dicono che siamo ciò che mangiamo. A causa dell'influenza di vari fattori aggressivi dell'ambiente interno ed esterno, esiste una massa di malattie del tratto gastrointestinale: dalla carie dentale alle malattie infiammatorie ulcerative del tubo digerente. Una delle malattie più pericolose è l'adenocarcinoma intestinale. Maggiori dettagli su questa patologia saranno discussi di seguito..

Definizione

L'adenocarcinoma intestinale o il carcinoma ghiandolare è una neoplasia neoplastica maligna che colpisce qualsiasi parte dell'intestino e proviene dalle cellule epiteliali-ghiandolari della mucosa (interna). Un tale tumore è abbastanza pericoloso e comune. A causa del fatto che è caratterizzato da un lungo decorso asintomatico, spesso accade che la presenza della malattia sia rilevata già in una fase avanzata, quando il trattamento non ha senso.

Anatomia intestinale

L'intestino svolge molte funzioni che supportano la vita normale. Si occupa di tagliare il cibo, digerirlo, assorbire i nutrienti ed espellere i prodotti di scarto umani. Si compone di diverse sezioni: sottili e spesse.

Nella foto: anatomia dell'intestino

In generale, il tratto digestivo è lungo circa sette-otto metri nella persona media e circa 10-12 metri nei morti. Viene fornito di sangue attraverso le arterie mesenteriche - le arterie superiore e inferiore sono isolate. Il deflusso di sangue viene effettuato nelle vene con lo stesso nome, che poi sfociano nel sistema della vena porta, vengono filtrate dal fegato e ritornano al cuore.

La parete di qualsiasi parte dell'intestino ha tre strati: lo strato mucoso interno e la sottomucosa, lo strato muscolare che fornisce la peristalsi, lo strato sieroso esterno, che è rappresentato dal peritoneo viscerale.

L'intestino tenue comprende le seguenti sezioni:

  • Duodeno.
  • digiuno.
  • ileo.

L'intestino crasso è costituito da:

  • Il cieco con l'appendice.
  • I due punti ascendenti, trasversali e discendenti.
  • Colon sigmoideo.
  • Retto.

Intestino tenue

Molto spesso, la localizzazione del carcinoma dell'intestino tenue è l'inizio del duodeno o dell'ileo. Questo tumore si sviluppa a causa della degenerazione delle cellule dell'epitelio ghiandolare a causa dell'influenza di vari fattori provocatori. Con l'adenocarcinoma dell'intestino tenue, i sintomi non vengono rilevati per molto tempo, solo quando la dimensione del tumore raggiunge una dimensione significativa, è possibile una clinica di ostruzione intestinale. Con questa diagnosi, i pazienti vanno al tavolo operatorio, dopo di che viene rivelata la vera causa dei problemi con il movimento intestinale..

Anatomia dell'intestino tenue

Colon

L'adenocarcinoma nell'intestino crasso è della stessa natura: deriva dalle cellule epiteliali mucose che si trovano all'interno dell'intestino. Inoltre, con la crescita del tumore, si uniranno sintomi simili a un tumore dell'intestino tenue. Si sviluppano problemi digestivi, gonfiore frequente, costipazione è sostituita da diarrea, il passaggio del cibo fibroso grosso è difficile.

Allo stesso tempo, ha luoghi di localizzazione preferiti. Questi includono il sigmoide, il cieco e il retto..

Rappresentazione schematica dell'intestino crasso

Tumore del colon sigmoideo

La malattia dell'adenocarcinoma del tipo intestinale di questo dipartimento è più spesso influenzata da categorie di persone che hanno i seguenti fattori predisponenti:

  • Età avanzata.
  • Stile di vita sedentario.
  • Costipazione frequente, che danneggia la mucosa intestinale durante lo sforzo.
  • La presenza di polipi nel lume intestinale, ileite terminale, diverticoli.
  • Malattia da colite ulcerosa.

Lo sviluppo di questo tipo di malattia segue il seguente scenario. Vi è un'area traumatizzata cronicamente della mucosa da feci grossolane. Inoltre, a causa di un trauma costante, le cellule epiteliali rinascono e acquisiscono le caratteristiche della crescita di un tumore canceroso: iniziano a dividersi attivamente, perdono il contatto con le cellule circostanti, perdono la loro funzione e crescono attivamente nei tessuti circostanti. Finché il tumore ha un diametro inferiore a un centimetro e mezzo, le metastasi non si diffondono attraverso il flusso sanguigno.

Tumore del colon sigmoideo

Quando il tumore occupa metà del lume della provetta, compaiono singole metastasi nei linfonodi regionali, che agiscono da collettori e non permettono alle cellule tumorali di svilupparsi ulteriormente. Dopo la completa chiusura dell'intestino, le metastasi si diffondono in tutto il corpo e crescono attivamente nei tessuti circostanti.

Tumore di Cecum

Il meccanismo di insorgenza del tumore è approssimativamente lo stesso di quello sopra descritto. Tipicamente, l'adenocarcinoma del cieco si presenta in due categorie di pazienti: nei bambini o negli anziani. La crescita è preceduta dalla cosiddetta condizione "cancro in atto" o dalla crescita di polipi.

Nella foto: tumore del cieco mobilizzato durante l'operazione

Tumore rettale

L'adenocarcinoma localizzato nel retto - si verifica più spesso e di solito nelle persone anziane. Gli esperti associano l'emergere di questo tipo di malattia a fattori come un'alimentazione squilibrata, troppa fibra grezza negli alimenti, mancanza di fibre. Esiste anche la possibilità di ammalarsi attraverso il contatto cronico con agenti cancerogeni chimici, infezione da papillomavirus umano. La localizzazione del tumore può essere la seguente:

Cause dell'evento

Non vi è consenso sulla causa esatta dello sviluppo dell'adenocarcinoma intestinale. Ma i medici identificano i fattori che, a loro avviso, possono causare traumi con conseguente malignità delle cellule dello strato mucoso intestinale:

Mangiare cibi grassi spesso.

Assunzione insufficiente di fibra vegetale.

Assunzione eccessiva di prodotti a base di carne.

Una storia di colite e altre malattie infiammatorie intestinali.

Predisporre la storia familiare. Se la famiglia ha avuto casi di adenocarcinoma intestinale, il rischio di ammalarsi aumenta più volte.

Rischi professionali: lavorare con amianto, metalli pesanti.

Infezione con un ceppo oncogenico di papillomavirus umano.

Lesioni alla mucosa durante il sesso anale.

Malattie oncologiche

L'adenocarcinoma del colon è caratterizzato da diagnosi tardiva e gravi condizioni del paziente. Questa malattia ha un alto tasso di mortalità, quindi è così importante diagnosticare la malattia in una fase iniziale del suo sviluppo..

L'adenocarcinoma dell'intestino crasso è un tumore delle fibre ghiandolari epiteliali e costituisce la base della superficie della mucosa intestinale. La parte principale di tutte le malattie oncologiche è il cancro ghiandolare del colon che occupa l'80%, mentre la mucosa dell'intestino crasso è interessata. L'adenocarcinoma del colon negli uomini è al terzo posto, nelle donne al quarto posto, dopo il cancro ai polmoni, allo stomaco e al seno. Molto spesso le persone sono affette dalla malattia dopo 50 anni. L'adenocarcinoma della mucosa è piuttosto difficile da diagnosticare a causa del suo decorso asintomatico e non specifico, quindi la malattia ha un alto tasso di mortalità.

Il cancro del colon può comparire anche in una persona perfettamente sana, una tale oncologia prende la vita di una persona entro 12 mesi. Il carcinoma del colon-retto è pericoloso perché nella maggior parte dei casi si metastasi ai linfonodi vicini. Successivamente, il cancro intestinale diffonde metastasi all'utero, al fegato, alla vescica e può anche influenzare il tessuto osseo. Molto spesso, l'adenocarcinoma porta a una serie di complicazioni, quindi il trattamento tempestivo è molto importante in oncologia intestinale..

Cause di adenocarcinoma dell'intestino crasso

Dopo una serie di casi ed esami, è stato rivelato che l'insorgenza del carcinoma del colon solo in rari casi è associata a una mutazione genetica, le principali cause di adenocarcinoma del colon sono fattori ereditari ed esterni.

Le cause del cancro del colon-retto sono le seguenti:

  • fattore genetico. Il gruppo a rischio comprende persone i cui parenti di sangue hanno precedentemente sofferto di questa malattia;
  • in presenza di malattie croniche del colon: fistole, ragadi del retto, emorroidi, polipi dell'intestino crasso. Con il decorso della malattia per 5 anni, una persona è esposta allo sviluppo del cancro nel 5%, con un lungo decorso della malattia per oltre 15 anni, il rischio aumenta al 30%;
  • Morbo di Crohn;
  • oltre 50 anni;
  • essere costante in situazioni stressanti;
  • costipazione persistente;
  • prendendo alcuni farmaci;
  • papillomavirus umano (HPV).
  • nutrizione impropria. Il gruppo a rischio comprende persone che mangiano quotidianamente cibi grassi, cibi dolci e ricchi, mentre praticamente non ci sono verdure, frutta e fibre;
  • lavoro associato a contatto prolungato con sostanze nocive;
  • stile di vita passivo, sovrappeso;
  • abuso di alcol e fumo di tabacco.

La presenza di uno o più fattori può portare allo sviluppo del cancro del colon, quindi, prima di tutto, è necessario sradicare le cause alla radice.

Classificazione dell'adenocarcinoma del colon

La malattia ha una classificazione, i tipi di adenocarcinoma differiscono tra cellule cancerose e normali. Secondo l'esame istologico, le fibre tumorali, che sono state prelevate durante una biopsia, sono suddivise nei seguenti tipi:

  • tumore altamente differenziato;
  • adenocarcinoma moderatamente differenziato del colon;
  • adenocarcinoma di basso grado del colon;
  • mucinoso;
  • adenocarcinoma a cellule scure del colon;
  • di tabella.
  • Tutte queste specie differiscono per grado di progressione e tasso di sviluppo..

Adenocarcinoma del colon altamente differenziato

L'adenocarcinoma altamente differenziato è meno pericoloso rispetto ad altri tipi, poiché il numero di cellule tumorali è minimo. Le cellule tumorali differiscono da quelle sane per le dimensioni dei nuclei, che sono leggermente ingrandite. Ma poiché sono simili, continuano ancora a svolgere la loro funzione. L'adenocarcinoma di basso grado è caratterizzato da un risultato favorevole. Durante l'esame, non viene rilevato un aumento del loro numero e non vi sono metastasi negli organi vicini.

Adenocarcinoma del colon moderatamente differenziato

L'adenocarcinoma moderatamente differenziato si presenta in una forma più grave e si colloca al 4 ° posto tra le formazioni tumorali. Le cellule tumorali crescono in tutto l'intestino, causando ostruzione. Non è raro che le grandi dimensioni del tumore provochino la rottura della parete intestinale, che porta all'apertura di sanguinamento interno. Inoltre, il processo del cancro può influenzare la comparsa di fistole tra gli organi, che portano alla peritonite - questa circostanza aggrava il decorso della malattia e quindi un ulteriore recupero..
L'adenocarcinoma del colon moderatamente differenziato richiede un trattamento immediato, poiché questa forma ha un alto rischio di transizione verso una forma scarsamente differenziata, che a sua volta è la più aggressiva.

Adenocarcinoma del colon scarsamente differenziato

L'adenocarcinoma di basso grado viene diagnosticato in ogni quinto paziente ed è caratterizzato dal più alto grado di malignità. Le cellule tumorali di questa forma hanno una rapida crescita e si diffondono agli organi e ai tessuti vicini e la malattia può essere diagnosticata in una fase precoce. Un tumore di questo tipo non ha confini chiari e la metastasi si verifica 3 volte più velocemente e più spesso, in contrasto con un altro tipo di adenocarcinoma. Man mano che il tumore progredisce, può occupare vaste aree dell'intestino e diffondersi ad altri organi. Questo tipo nel 90% del trattamento non è suscettibile al trattamento e la prognosi in tali pazienti, purtroppo, è sfavorevole. Per alleviare i sintomi, i medici prescrivono solo la medicina sintomatica che aiuta a eliminare parzialmente il dolore.

Adenocarcinoma tubulare del colon

Un tumore tubulare potrebbe non essere diagnosticato a lungo. Ciò accade a causa di sintomi non luminosi o molto deboli, che si intensificano con l'ulteriore progressione della malattia. Nelle fasi successive, questo tipo di tumore può provocare emorragie. Fondamentalmente, la malattia viene scoperta per caso durante un esame radiografico. L'adenocarcinoma tubulare del colon presenta cellule tumorali sotto forma di cilindro o cubo. Questo tipo di cancro è difficile da curare e ha un esito negativo..

Adenocarcinoma mucinoso del colon

Un tumore mucinoso è un raro tipo di tumore endometriale. Il tumore contiene cellule cistiche che producono mucina (muco). Questo muco è il principale costituente del tumore e può formarsi in qualsiasi organo. È caratterizzato da metastasi ai linfonodi vicini. Questo tipo è pericoloso con ricadute frequenti.

Il quadro clinico della malattia

L'adenocarcinoma del colon nella fase iniziale dello sviluppo non ha manifestazioni cliniche, quindi i sintomi sono del tutto deboli o assenti. Molto spesso, il cancro è una conseguenza di una malattia cronica esistente dell'intestino crasso, pertanto la manifestazione di adenocarcinoma viene inizialmente percepita dal paziente come esacerbazione. I sintomi possono consistere in un complesso di manifestazioni, ognuna delle quali non è una prova diretta del cancro del colon.

I principali sintomi dell'adenocarcinoma del colon sono:

  • dolore addominale;
  • perdita di appetito;
  • nausea;
  • debolezza;
  • diarrea;
  • gonfiore;
  • la presenza di sangue nelle feci;
  • un forte calo di peso;
  • aumento della temperatura corporea.

Tutti questi sintomi non sono gravi. Ma man mano che il cancro cresce e si sviluppa, compaiono sintomi più pronunciati: forte dolore addominale, pesantezza, bruciore di stomaco, a volte vomito, scarico purulento nelle feci - tutti i sintomi di grave intossicazione del corpo.

Fasi della diffusione dell'adenocarcinoma del colon

Fasi di adenocarcinoma:

  1. Primo stadio. La mucosa intestinale e la sottomucosa sono colpite, a causa di sintomi deboli è difficile da diagnosticare.
  2. Seconda fase. Le cellule tumorali invadono il tessuto muscolare dell'intestino e sporgono all'interno. Le cellule tumorali non influenzano organi e linfonodi vicini. In questa fase, il paziente inizia a soffrire di costipazione, appaiono muco e sangue.
  3. Terza fase. Un tumore canceroso cresce attraverso la parete intestinale. Il tumore diffonde metastasi ai linfonodi vicini. In questa fase, il paziente soffre di forti dolori..
  4. Quarta fase. Il tumore è di dimensioni colossali, crescendo in organi e linfonodi vicini.

L'intervallo di tempo tra le fasi della malattia può essere di 12 mesi.

Diagnosi della malattia

Numerosi studi sono utilizzati per rilevare l'adenocarcinoma del colon:

  • colloquio con il paziente;
  • raccolta di anamnesi;
  • esame digitale: esame della sezione terminale del colon;
  • analisi generale delle urine;
  • analisi del sangue generale, sangue per marcatori tumorali;
  • analisi delle feci per sangue occulto;
  • colonscopia;
  • biopsia dei tessuti tumorali;
  • irrigoscopy;
  • sigmoidoscopia;
  • risonanza magnetica;
  • ultrasuono.

Se si sospetta il cancro del colon, il medico prima di tutto invia il paziente per i test, quindi esegue un'ecografia e una radiografia del contrasto e solo dopo aver completato tutte le procedure diagnostiche e di laboratorio, effettua una diagnosi finale..

Trattamento dell'adenocarcinoma del colon

La scelta dell'uno o dell'altro metodo di trattamento dell'adenocarcinoma del colon dipende dallo stadio di sviluppo della malattia.

Si distinguono i seguenti tipi di trattamento:

  1. Metodo chirurgico. L'operazione per l'adenocarcinoma del colon viene eseguita mediante la rimozione del tumore oncologico. Il tipo di intervento chirurgico dipende dalla posizione del tumore, dalle sue dimensioni e dallo stadio di diffusione. I piccoli tumori vengono rimossi per intero. La capacità funzionale dell'intestino non è compromessa. Per le grandi formazioni tumorali che penetrano nell'intestino, viene utilizzata la colectomia. Una colectomia è una rimozione significativa di parte del tratto digestivo. Dopo aver rimosso parte dell'intestino, i medici creano una colostomia - questo è uno sbocco a cui è collegata una sacca per colostomia. Laparoscopia - rimozione del tumore oncologico senza aprire la cavità addominale. Questo tipo di intervento chirurgico è il più sicuro. Grazie alla laparoscopia, il recupero dei pazienti è più rapido, poiché l'operazione viene eseguita utilizzando diverse forature nella cavità addominale. Oltre al tumore stesso, vengono rimossi i linfonodi vicini. Alcuni giorni prima dell'operazione, il paziente deve seguire una dieta priva di scorie, sono anche prescritti lassativi e clistere purificante. Durante l'operazione, il tessuto canceroso non viene toccato a causa del rischio di diffusione delle cellule tumorali. I vasi sanguigni vengono bloccati e quindi la parte interessata dell'intestino viene rimossa.
  2. Chemioterapia. La chemioterapia per l'adenocarcinoma del colon viene eseguita come lotta globale contro il cancro. È, per così dire, un metodo di trattamento ausiliario. Usano farmaci come: Leucovorin, Raltitrexid, Fluorouracil, Capecitabine, ecc. Gli agenti elencati possono essere usati in combinazione. I farmaci citostatici sono usati per combattere le cellule tumorali. La chemioterapia viene spesso eseguita insieme alla chirurgia. La chemioterapia prima dell'intervento può fermare la diffusione delle cellule tumorali e dopo l'intervento aiuta a evitare la ricorrenza.
  3. Radioterapia. Il trattamento dell'adenocarcinoma con radiazioni aiuta a ridurre la diffusione del cancro e a fermare le metastasi. Questo metodo viene usato raramente, perché il colon ogni volta cambia posizione quando il paziente si sposta. Kkishka è rigidamente fissato e l'area interessata è irradiata. Questo trattamento viene eseguito sia prima che dopo l'operazione. L'irradiazione viene eseguita anche con grandi dimensioni del tumore, quando non è pratico eseguire un intervento chirurgico. La chirurgia per adenocarcinoma non può sempre essere eseguita, poiché l'area e lo spessore della germinazione potrebbero non consentire. Il trattamento del cancro del colon deve essere effettuato con altri mezzi: prescrizione di farmaci e radiazioni. Le metastasi ai linfonodi e agli organi vicini aiuteranno a fermare l'esposizione alle radiazioni.

Trattamento con rimedi popolari per l'adenocarcinoma del colon

La terapia alternativa per il cancro intestinale viene utilizzata come terapia aggiuntiva. Prima di iniziare a utilizzare una terapia alternativa, è necessario consultare il proprio medico..

  1. 1 cucchiaio di radice di calamo, 3 cucchiai e mezzo di colore di patata, 1,5 cucchiai di fiori di calendula e 4 cucchiai di radice di assenzio - mescolare. Versa dell'acqua bollente sulla miscela e lascia per 5-6 ore. Filtrare l'infusione risultante e assumere 100 ml prima dei pasti..
  2. La pulizia è ampiamente usata per le lesioni tumorali. È necessario prendere acqua purificata e solfato di rame in un rapporto di 2 litri di acqua per 100 ml. vetriolo. Il trattamento non dovrebbe durare più di 14 giorni.
  3. 1 cucchiaio. versare un cucchiaio di celidonia con 1 bicchiere di acqua bollente. Insistere per 20-30 minuti. Filtrare il brodo e prendere 1 cucchiaio. cucchiaio 2-3 volte al giorno.

Metastasi dell'adenocarcinoma del colon

Le metastasi nell'adenocarcinoma del colon colpiscono altri organi e linfonodi. Le cellule tumorali si diffondono in diversi modi. Il primo è per via linfatica ed ematogena, che si osserva nel 10% dei pazienti, il secondo è quando il tumore cresce in tessuti e organi adiacenti, che costituisce il 60% di tutti i casi. Molto spesso le metastasi si trovano nelle persone nelle fasi 3 e 4 del cancro..

Ma vale la pena notare che il cancro è pericoloso non solo per le metastasi, ma anche per manifestazioni, sanguinamento e decadimento del cancro. Una lesione infettiva porta alla formazione di ascessi e all'ulteriore perforazione dell'area necrotica della neoplasia. Il 40% dei pazienti soffre di ostruzione parziale o completa, che influenza anche negativamente il sistema urinario.

Menu di esempio e dieta per il carcinoma ghiandolare del colon

Una corretta alimentazione e dieta per l'adenocarcinoma del colon è una delle condizioni più importanti per il recupero. I pazienti dovrebbero escludere un'enorme quantità di alimenti dalla loro dieta..

Prodotti utili per i tumori dell'apparato digerente: verdure e frutta (dovresti prestare attenzione alle colture di radici gialle, verdi e rosse), verdure, succo di carota e barbabietola, purè di zuppe, cereali, zucca, carne dietetica bollita, frittata di vapore, ricotta, pane (crusca), olio vegetale, tè verde.

Alimenti vietati per il cancro dell'apparato digerente: zucchero, tè forte, caffè, alcool, cibi fritti e grassi, carni affumicate, salse, condimenti, funghi, cibo in scatola, grasso animale.

Scrivi raccomandazioni per l'assunzione nel periodo postoperatorio:

  • piccoli pasti;
  • eliminazione di lunghe pause tra i pasti;
  • mangiare solo cibi frullati;
  • non bere o mangiare freddo, solo caldo;
  • i prodotti non possono essere fritti, solo bolliti o al vapore;
  • escludere completamente i prodotti di fermentazione.

La dieta dovrebbe includere cereali sull'acqua, escludere cibi piccanti e salati. La preferenza dovrebbe essere data alle zuppe magre, mangiare solo frutta e verdura fresca. Il menu del giorno dovrebbe essere ricco di fibre.

Menu di esempio nel periodo postoperatorio:

  • 1 colazione: acqua minerale naturale con succo di limone;
  • 2a colazione: verdure, frutta, noci, kefir - ½ tazza;
  • Pranzo: brodo di pollo, insalata di verdure fresche, pesce magro bollito o vitello magro o pollo;
  • Merenda pomeridiana: succo di frutta, pane integrale;
  • Cena: verdure al forno;
  • 2 cene: succo di frutta o verdura.

Prognosi e prevenzione della malattia

L'adenocarcinoma moderatamente differenziato, la prognosi nelle prime fasi della malattia, nonché con un trattamento adeguato e complesso in 1-2 fasi è fino al 40%, a 3 fasi - non più del 15%. La prognosi per questo tipo di adenocarcinoma dipende dalla diagnosi precoce della malattia..

Adenocarcinoma scarsamente differenziato, la prognosi negli anziani è del 50%. Dopo l'intervento chirurgico per rimuovere il tumore, esiste un alto rischio di recidiva e riformazione del carcinoma ghiandolare. Il tasso di sopravvivenza a cinque anni nei pazienti più giovani non supera il 40%.

Adenocarcinoma altamente differenziato, la prognosi è la più favorevole, oltre il 50% delle persone è riuscita a sconfiggere il cancro.

La prognosi dipende dallo stadio della malattia, ma in ogni caso sono necessari prevenzione dei farmaci e aderenza alla dieta.

Cos'è l'adenocarcinoma del colon e per quanto tempo vivrà una persona

Gli adenocarcinomi del colon sono tumori intestinali comuni originati dal tessuto epiteliale ghiandolare di questo organo. Questo tipo di neoplasia rappresenta l'ottanta percento di tutti i casi di patologie oncologiche che colpiscono la mucosa intestinale. Il gruppo di aumentato rischio di morbilità comprende persone dopo 50 anni, principalmente uomini. Meno comune è l'oncologia nei bambini e nelle donne. La malattia potrebbe non mostrare sintomi clinici per lungo tempo, il che complica in modo significativo la sua diagnosi e diventa la causa di un alto tasso di mortalità da questa malattia.

Sulla base di dati statistici, l'incidenza di questo tipo di tumore negli ultimi venti anni è aumentata più volte. La neoplasia può verificarsi anche in persone completamente sane e entro un anno la maggior parte dei pazienti muore. Man mano che il tumore si sviluppa, è caratterizzato da un'elevata aggressività ed è in grado di metastatizzare agli organi e ai linfonodi vicini. Al fine di identificare la malattia nel tempo, vale la pena familiarizzare in dettaglio con le sue possibili manifestazioni, nonché con i metodi di diagnosi e trattamento..

Le ragioni

L'adenocarcinoma del colon appartiene al gruppo del carcinoma del colon-retto, le cui ragioni esatte per la formazione non sono ancora state completamente comprese. Gli specialisti in questo campo della medicina identificano alcuni fattori che possono innescare lo sviluppo di questo tipo di cancro:

  • la presenza di malattie intestinali, poliposi e altre formazioni benigne di questo organo;
  • dieta impropria - consumo regolare di cibi troppo grassi, salati e piccanti che contengono una quantità insufficiente di fibre;
  • cattive abitudini, in particolare la dipendenza da bevande alcoliche e fumo;
  • sesso anale;
  • lavoro che implica l'interazione con sostanze tossiche e chimiche dannose;
  • predisposizione genetica ed ereditarietà;
  • costipazione e calcoli fecali;
  • stile di vita inattivo.

Nel caso di un tumore benigno, la sua trasformazione maligna provoca una mutazione nelle cellule intestinali. Ciò può comportare una compromissione della circolazione sanguigna, nonché qualsiasi altro fattore che causa disfunzione di questo reparto. La malignità può essere causata da malattie provocatorie, che includono:

  • colite ulcerosa;
  • diverticolite;
  • infiammazione del tratto gastrointestinale;
  • poliposi.

I fattori sopra descritti non portano in tutti i casi allo sviluppo di adenocarcinoma intestinale maligno, ma creano condizioni ottimali per la sua formazione e ulteriore progressione. I sintomi e il trattamento dei tumori dipendono in gran parte dal tipo e dallo stadio di sviluppo della formazione.

Classificazione

A seconda della struttura istologica delle cellule tumorali maligne, la classificazione degli adenocarcinomi intestinali contiene diversi tipi di questi tumori:

  • altamente differenziato;
  • moderatamente differenziato;
  • scarsamente differenziato;
  • adenocarcinomi a cellule scure del colon;
  • neoplasie tabulari;
  • tumori mucinosi.

Ognuno di questi tipi di formazioni differisce per la velocità e per il grado di progressione. Il trattamento e la prognosi dipendono principalmente dal tipo di sviluppo del tumore.

Altamente differenziato

Questo tipo è meno pericoloso rispetto alle formazioni di un altro tipo di adenocarcinoma, che è dovuto al numero minimo di cellule maligne. Allo stesso tempo, le cellule tumorali si differenziano da quelle sane per un aumento dei nuclei, svolgendo le stesse funzioni. Gli adenocarcinomi del colon altamente differenziati hanno un basso livello di malignità, a causa della quale la prognosi per i pazienti è più favorevole. Una caratteristica positiva di questa neoplasia è l'assenza di metastasi a organi e tessuti distanti del corpo..

Moderatamente differenziato

Il decorso degli adenocarcinomi moderatamente differenziati del colon è più difficile, mentre le cellule tumorali crescono in tutta la regione dell'intestino, causandone l'ostruzione. La neoplasia raggiunge dimensioni abbastanza grandi (2-5 cm) e ha un effetto significativo su di esse. Senza un trattamento adeguato, tali neoplasie possono trasformarsi in una forma scarsamente differenziata, che è considerata la più aggressiva..

Basso differenziato

Nel venti percento dei casi di adenocarcinomi che si sviluppano nell'intestino crasso, viene diagnosticata una forma scarsamente differenziata con un alto tasso di malignità. Le cellule di questo tipo di neoplasia sono soggette a rapida crescita e metastasi precoci ai tessuti e agli organi più vicini, il che consente di diagnosticare nelle fasi iniziali della malattia. Gli adenocarcinomi di basso grado del colon non hanno confini chiari, motivo per cui la loro metastasi procede molte volte più velocemente rispetto ad altri tipi di questa patologia.

La lesione può coinvolgere vaste aree dell'intestino e infiltrarsi in altri tessuti. Nel novanta percento dei casi, le neoplasie scarsamente differenziate non rispondono al trattamento e tutto ciò che resta per i medici è prescrivere una terapia per alleviare le manifestazioni dei sintomi clinici.

Cancro indifferenziato

La forma indifferenziata è caratterizzata dalla presenza di cellule atipiche per il cancro. Secondo la struttura istologica, non può essere attribuito ad altri tipi di tumori. La neoplasia è caratterizzata da crescita infiltrativa nella parete del peritoneo e metastasi piuttosto precoci al sistema regionale dei linfonodi. La prognosi per i pazienti con questa neoplasia è estremamente deludente..

Tubolare

Quando si verificano neoplasie tubulari, non causano manifestazioni cliniche per lungo tempo o i sintomi saranno molto deboli. Di conseguenza, la diagnosi di un tumore si verifica spesso in una fase successiva. A volte la presenza di patologia può essere rilevata in modo casuale durante la radiografia. Malattie oncologiche di questo tipo sono difficili da trattare, quindi la prognosi è scarsa.

mucinoso

Uno dei rari tipi è l'adenocarcinoma mucinoso. Il tumore è formato da cellule cistiche che producono muco, quindi la maggior parte della neoplasia è costituita da componenti mucose. Questo tipo di patologia può essere localizzato in qualsiasi organo del corpo umano, mentre spesso le cellule tumorali si diffondono ai linfonodi vicini. Inoltre, questo tumore è caratterizzato da frequenti casi di recidiva..

Sintomi

Nelle prime fasi della progressione, questo tipo di tumore non provoca sintomi o è troppo lieve. Nella stragrande maggioranza dei casi, la comparsa di una neoplasia è già una conseguenza di una malattia cronica dell'intestino crasso precedentemente verificatasi, ad esempio un'infiammazione della sezione rettosigmoide. In questo caso, i sintomi possono essere considerati dal paziente come esacerbazione del disturbo esistente. I possibili sintomi di questa patologia includono:

  • dolore all'addome;
  • nausea con raffiche di vomito;
  • debolezza generale e affaticamento;
  • perdita di appetito e diminuzione del peso corporeo totale;
  • il verificarsi di diarrea;
  • gonfiore;
  • aumento della temperatura corporea;
  • impurità di sangue e muco nelle feci.

Tutti questi segni sono aspecifici e man mano che il tumore si sviluppa, così come l'insorgenza di metastasi nel retto e negli organi distanti, le loro manifestazioni diventano più intense. I pazienti avvertono pesantezza all'addome e frequente bruciore di stomaco e nelle feci appare una scarica purulenta, che indica una significativa intossicazione.

Diagnostica

Quando vi sono sospetti sulla formazione di adenocarcinoma del colon, questa è un'indicazione diretta per la nomina della diagnostica in proctologia, mentre la radiografia gioca un ruolo guida. Numerosi altri studi di laboratorio e strumentali vengono anche condotti per effettuare una diagnosi più accurata. Prima di tutto, il medico dovrebbe familiarizzare con le lamentele del paziente, palpare la cavità addominale ed eseguire un esame fisico. La ricerca di laboratorio può essere la seguente:

  • analisi generale delle urine;
  • analisi biochimiche di sangue e urina;
  • analisi delle feci per sangue occulto;
  • test marker tumorale.

In caso di carcinoma del colon ghiandolare, nella fase iniziale della diagnosi, ai pazienti vengono prescritti esame endoscopico rettale e radiografia con l'introduzione di un mezzo di contrasto. Per determinare la posizione e le dimensioni esatte del tumore, vengono inoltre prescritti i seguenti metodi diagnostici:

  • esame ecografico (ultrasuoni);
  • tomografia computerizzata (CT);
  • risonanza magnetica (MRI).

Il metodo di trattamento può essere prescritto solo dopo aver ricevuto i risultati di tutti gli studi condotti..

Trattamento

Dopo aver stabilito una diagnosi accurata, la scelta del metodo di terapia dipende dallo stadio di sviluppo della neoplasia, dalle sue dimensioni, nonché dal tipo e dalla forma del tumore. Poiché gli adenocarcinomi mostrano una maggiore sensibilità alla radioterapia e agli effetti dei farmaci citostatici, viene spesso prescritto un trattamento complesso, costituito da procedure chirurgiche, terapia chimica e radiazioni.

Durante l'operazione, il tumore canceroso viene asportato, così come le parti interessate dell'intestino. Prima di eseguire le procedure chirurgiche, deve essere trascorso un periodo preparatorio fino a cinque giorni. In questo momento, i pazienti aderiscono a una dieta priva di scorie, assumono lassativi ed eseguono clisteri di pulizia. In alcuni casi, è possibile prescrivere un ulteriore lavaggio gastrointestinale usando preparazioni speciali. Se è iniziata la metastasi a distanza dell'adenocarcinoma del colon, per eliminare l'ostruzione, l'area interessata dell'intestino viene asportata e la colostomia viene rimossa.

La chemioterapia viene utilizzata in aggiunta alla chirurgia tradizionale. L'azione dei prodotti chimici ha lo scopo di fermare la proliferazione delle cellule tumorali maligne e la loro ulteriore eliminazione. L'uso della chemioterapia riduce significativamente la probabilità di recidiva del tumore. La radioterapia e la chemioterapia sono prescritte sia nel periodo preoperatorio che postoperatorio per ridurre le dimensioni della neoplasia e fermare la diffusione delle metastasi. Nei casi con carcinoma ghiandolare, questo tipo di terapia è raramente prescritto, poiché tutte le parti dell'intestino crasso sono estremamente mobili.

A volte, la radioterapia e la chemioterapia possono essere prescritte come trattamento principale per le neoplasie inoperabili. In questo caso, l'obiettivo principale del trattamento è quello di alleviare le condizioni del paziente ed eliminare le manifestazioni di intossicazione da cancro. Ma è impossibile curare completamente le malattie con questo approccio..

Metastasi

Nella maggior parte dei casi, gli adenocarcinomi nell'intestino crasso sono soggetti a metastasi sia alle strutture vicine che a organi e tessuti distanti. Le metastasi possono diffondersi in uno di tre modi:

  • Linfogeno (mediante flusso linfatico) - rilevato in oltre il 60% dei pazienti;
  • Ematogena (attraverso il flusso sanguigno) - possibile solo nel 10% dei casi;
  • Impianto: le cellule tumorali si diffondono attraverso danni diretti ai tessuti sani durante la crescita.

Se il tumore inizia a metastatizzare alle strutture vicine, potrebbero non verificarsi metastasi a distanza. Le metastasi colpiscono principalmente il fegato e i linfonodi regionali, sebbene sia possibile anche la diffusione primaria nel tessuto osseo pelvico e nei polmoni.

complicazioni

Nonostante il fatto che il tumore stesso sia una malattia grave, può anche causare altre complicazioni, tra cui:

  • l'ostruzione intestinale causata da un tumore che cresce nel lume di un organo viene diagnosticata nel 40% dei pazienti;
  • perforazione (rottura) delle pareti dell'organo - provoca un'emorragia interna abbondante;
  • la formazione di ulcerazioni sulla superficie del tumore canceroso;
  • la presenza di fistole interorganiche e lo sviluppo di peritonite;
  • intussuscezione: quando una parte dell'intestino viene introdotta in un'altra;
  • in caso di lesione del lato sinistro, è possibile un cambiamento nella forma delle feci (feci di pecora).

Le complicanze esistenti complicano significativamente il processo di trattamento e peggiorano le condizioni del paziente.

Dieta

La dieta corretta per l'adenocarcinoma è uno dei fattori che aumentano l'efficacia del trattamento. I pazienti con diagnosi di carcinoma ghiandolare dovrebbero mangiare alimenti freschi e facilmente digeribili che contengono molte vitamine, minerali e sostanze nutritive.

Tutti i cibi consumati dovrebbero essere "leggeri" in modo che non vi siano ritardi nello stomaco, poiché ciò può causare attacchi di nausea e aumento della formazione di gas. Va notato che la struttura di tutti gli alimenti consumati dovrebbe migliorare l'escrezione delle feci. Tutti i tipi di alimenti che possono causare fermentazione devono essere esclusi dalla dieta del paziente:

  • fagioli;
  • Latticini;
  • alcol;
  • pane di lievito.

Si consiglia di mangiare carni magre.

Previsione e prevenzione

Per i pazienti con diagnosi del primo stadio di un tumore ben differenziato nel colon, il tasso di sopravvivenza a cinque anni è del 90%. Se un tale tumore ha raggiunto il secondo stadio, questa cifra scende all'80%. Quando la proliferazione di cellule maligne ha già colpito i linfonodi, la sopravvivenza a cinque anni è possibile solo nel 48% dei pazienti. Se a una persona viene diagnosticato un adenocarcinoma scarsamente differenziato, una prognosi favorevole per la sopravvivenza a 5 anni non viene quasi mai osservata. La diffusione delle metastasi negli organi inizia già nelle prime fasi. La durata della vita del paziente dipende dal numero di focolai metastatici. Questo di solito è un periodo da 6 mesi a un anno..

Sulla base del fatto che le cause affidabili dello sviluppo del carcinoma del colon-retto non sono state completamente comprese, non sono previste misure preventive per l'incidenza. Ma con il rilevamento tempestivo della malattia, è ancora possibile salvare la vita del paziente. È possibile ridurre la probabilità di sviluppare lesioni oncologiche se si aderisce ad alcuni consigli di esperti:

  • se ci sono già stati casi di malattie oncologiche in famiglia, le persone dopo i 20 anni dovrebbero sottoporsi a una visita medica completa ogni anno;
  • terapia tempestiva per malattie intestinali e rimozione di polipi.
  • attenersi a una dieta sana.

I pazienti che hanno già subito un intervento chirurgico per eliminare l'adenocarcinoma devono essere regolarmente esaminati dal medico curante, almeno una volta ogni tre mesi. Pertanto, è possibile identificare tempestivamente la ricorrenza del tumore e prescrivere la terapia necessaria..

Articoli Su Epatite