Adenocarcinoma del colon altamente differenziato

Principale Ulcera

Tutto il contenuto di iLive viene esaminato da esperti medici per garantire che sia il più preciso e fattuale possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione di fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti cliccabili a tali studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

L'adenocarcinoma del colon altamente differenziato si riferisce a una serie di malattie. Vale a dire - tumori del colon, cieco, sigmoideo e del retto, nonché un tumore del canale anale.

Il tumore si verifica nello strato ghiandolare del tessuto intestinale. Le cellule di un adenocarcinoma altamente differenziato nella loro struttura assomigliano al tessuto in cui si è sviluppato il tumore. Ciò consente di diagnosticare rapidamente il problema e, a causa della bassa aggressività dei tumori altamente differenziati, esiste l'opportunità e il tempo di scegliere il metodo di trattamento ottimale. Di norma, le cause dell'adenocarcinoma del colon altamente differenziato sono comuni a tutte le possibili posizioni del tumore nel toast. In primo luogo è la via della nutrizione: basso contenuto di fibre nella dieta, farina in eccesso, grassi e piccanti. Inoltre, costipazione frequente o prolungata, tutti i tipi di processi patologici nel colon, come colite, ulcere, polipi, svolgono un ruolo importante nella possibilità di adenocarcinoma del colon. I contatti a lungo termine con varie sostanze tossiche hanno un certo effetto, in particolare viene evidenziato l'effetto negativo dell'amianto. Come in altri casi, l'insorgenza della malattia può essere influenzata da stress nervoso, ereditarietà, danni meccanici, caratteristiche di età e infezioni virali..

Codice ICD-10

Dove ti fa male?

Adenocarcinoma altamente differenziato del cieco

Vari tumori dell'intestino crasso sono attualmente oggetto di una grande attenzione da parte degli scienziati di tutto il mondo. È l'intestino crasso che ora rappresenta la maggior parte dei tumori. La maggior parte dei sintomi e delle manifestazioni sono relativamente comuni a tutti i tumori del colon, ma in alcuni casi ci sono specificità associate alla posizione.

In particolare, un adenocarcinoma altamente differenziato è difficile in quanto non può essere rilevato da un esame preventivo standard. Essendo un tumore altamente differenziato, ha un basso grado di aggressività, il polimorfismo cellulare è scarsamente espresso, il tumore raramente metastasi.

Un certo pericolo è rappresentato dall'adenocarcinoma del cieco a causa del fatto che i linfonodi inguinali, il fegato si trovano nelle vicinanze.

C'è un adenocarcinoma altamente differenziato del cieco con frequenza approssimativamente uguale negli uomini e nelle donne, l'età di insorgenza varia nell'intervallo 50-60 anni. Sebbene vi sia una triste tendenza verso una diminuzione della soglia di età, questa malattia colpisce sempre più i giovani. I sintomi principali sono le stesse manifestazioni di quasi tutti gli altri tumori intestinali: debolezza, emoglobina bassa, improvvisa perdita di peso, secrezione fecale sospetta, sensazione spiacevole nell'addome inferiore, gonfiore, violazione del regime intestinale. Le cause dell'adenocarcinoma del cieco includono gli stessi fattori che, in generale, influenzano la possibilità che si verifichi non solo un tumore intestinale, ma qualsiasi altro tumore. Questi includono cattiva eredità, condizioni ambientali sfavorevoli, lavoro con sostanze cancerogene.

Fattori speciali includono due aspetti così importanti come il consumo di fibre naturali (fibra), nonché la possibilità di formazione di fenomeni non maligni come i polipi nella regione del cieco. Questi ultimi, a loro volta, hanno la capacità di trasformarsi abbastanza spesso in maligni. È abbastanza difficile parlare della prevenzione di tali malattie, quindi sarà più affidabile essere esaminato da un medico regolarmente ogni sei mesi o un anno. Dal momento che, con un rilevamento tempestivo, questo tumore è guarito con successo.

Adenocarcinoma del colon sigmoideo altamente differenziato

L'adenocraccinoma del colon sigmoideo appartiene a un gruppo di tumori chiamati tumori del colon. Il cancro al colon è il problema più urgente nell'oncologia moderna. Insieme allo sviluppo attivo di questa malattia, sta crescendo la possibilità della medicina nel suo studio e nello sviluppo di metodi per combatterla..

L'adenocarcinoma altamente differenziato del colon sigmoideo è un tumore a crescita piuttosto lenta che non tende a metastatizzare attivamente. Tuttavia, rappresenta un pericolo piuttosto grave. In particolare, il colon sigmoideo stesso ha delle curve, quindi un tumore che si sviluppa in esso può essere rilevato troppo tardi. Un ruolo importante è anche giocato dal fatto che nelle prime fasi dello sviluppo, l'adenocarcinoma del colon sigmoideo non dà sintomi che indicherebbero direttamente lo sviluppo di un processo patologico nell'intestino. All'inizio, il paziente avverte malessere generale, debolezza, nausea, affaticamento. Un po 'più tardi, possono verificarsi dolore e pesantezza nell'addome inferiore, distorsione delle abitudini alimentari, stanchezza e pallore della pelle. In fasi piuttosto tardive, quando il tumore ha raggiunto una dimensione tale da creare ostacoli meccanici, è difficile defecare, nelle feci appaiono macchie come sangue o pus.

Le ragioni principali per l'insorgenza di adenocarcinoma altamente differenziato del colon sigmoideo sono considerate una mancanza di fibre nella dieta, un eccesso di sostanze che irritano l'intestino e processi infiammatori a livello intestinale..

Adenocarcinoma rettale altamente differenziato

Oggi, il problema del cancro del retto è il più importante problema di cancro del ventunesimo secolo. Si verifica l'adenocarcinoma più comune del retto. Cioè, lo sviluppo di un tumore canceroso dall'epitelio ghiandolare del retto. A causa dell'immensa urgenza di questa malattia, viene prestata particolare attenzione non solo allo sviluppo dei moderni metodi progressivi del suo trattamento, ma anche allo studio delle possibili cause della sua insorgenza, nonché alla previsione più accurata dello sviluppo dell'adenocarcinoma rettale. Sebbene non vi siano state scoperte evidenti nei metodi di trattamento sullo sfondo dello sviluppo generale dell'oncologia, le cause del cancro del retto sono state identificate in modo più accurato. Come con molti altri tipi di tumori, lo sfondo generale svolge un ruolo importante, che comprende la genetica, la salute generale e l'ambiente. Ma nel caso dell'adenocarcinoma del retto, l'interazione della predisposizione genetica e dei fattori ambientali gioca un ruolo speciale, e solo in alcuni casi la causa sono direttamente mutazioni genetiche. Il principale gruppo di rischio per questa malattia è rappresentato dalle persone che hanno raggiunto i cinquant'anni. Il principale pericolo della malattia sta nel fatto che inizia a mostrare sintomi pronunciati in fasi piuttosto tarde, quando le previsioni anche del trattamento di maggior successo sono già piuttosto deludenti. I principali sintomi della malattia sono dolori addominali, comparsa di sangue, muco o persino pus nelle feci, un pallore pronunciato della pelle del paziente, perdita di peso attiva, gonfiore e difficoltà nella defecazione. Per quanto riguarda la prognosi, il periodo critico è considerato cinque anni dopo l'insorgenza della malattia. Se il paziente ha vissuto questo periodo, in futuro ha una probabilità abbastanza alta di vivere per molti altri anni. Ma la mortalità in questo periodo di cinque anni è piuttosto elevata. Pertanto, la migliore prevenzione dell'adenocarcinoma rettale è uno studio preventivo regolare. Tale studio può includere un'analisi delle feci per il sangue interno ed è anche raccomandato di condurre una colonscopia una volta all'anno per le persone oltre i cinquanta.

Diagnostica dell'adenocarcinoma del colon altamente differenziato

La corretta diagnosi di qualsiasi malattia determina in gran parte l'esito del suo trattamento. In casi complessi come i processi oncologici, vengono sempre effettuati studi che si duplicano a vicenda per determinare accuratamente tutti i possibili aspetti del problema..

In ogni caso, la diagnosi inizia con l'identificazione dei sintomi. È abbastanza raro che un tumore venga rilevato da un esame accidentale. Molto spesso, i pazienti presentano una o l'altra lamentela. Di solito, il medico esamina in modo indipendente il paziente. Se esiste anche il minimo motivo per dubitare dell'accuratezza della diagnosi, vengono prescritti ulteriori metodi di ricerca. Questi metodi includono spesso la diagnostica ecografica, esami del sangue per proteine ​​specifiche, alcuni metodi di sondaggio, selezione dei tessuti per analisi citologiche e istologiche..

In alcuni casi, viene presa la decisione di monitorare semplicemente lo sviluppo della malattia. Se stiamo parlando di un adenocarcinoma altamente differenziato, che cresce lentamente e metastatizza raramente, allora può essere prescritto un trattamento per frenare lo sviluppo della malattia. E osservare i risultati di tale trattamento può anche dire molto sulla malattia stessa. In ogni caso, solo un oncologo può concludere che si tratta di un adenocarcinoma altamente differenziato, dopo una serie di studi e osservazioni. Tuttavia, la principale fonte di informazioni per una diagnosi corretta sarà l'analisi istologica e citologica, che determinerà lo stato delle cellule, il loro grado di differenziazione e modifica rispetto alle cellule tissutali dell'organo che hanno formato il tumore..

Cosa deve essere esaminato?

Come esaminare?

Chi contattare?

Trattamento dell'adenocarcinoma del colon altamente differenziato

Un adenocarcinoma altamente differenziato è un tipo di tumore oncogenico che si forma dalle cellule dell'epitelio ghiandolare, ma dal punto di vista dell'analisi istologica, queste cellule non differiscono molto nella struttura e nella funzione da altre cellule del tessuto dell'organo in cui si è formato il tumore. La stragrande maggioranza dei tumori altamente differenziati cresce lentamente e non metastatizza. Tuttavia, il loro trattamento non può essere rinviato. In primo luogo, poiché la differenziazione delle cellule può cambiare (il livello di differenziazione delle cellule diminuirà), e in secondo luogo, poiché molti fattori influenzano il tasso e il rischio di sviluppo del tumore e non solo i risultati dell'analisi istologica.

Tra tutti i possibili trattamenti per l'adenocarcinoma altamente differenziato, il metodo più unificante e affidabile è l'intervento chirurgico. Raramente è l'unico. Ma molto spesso non c'è scampo da lui. Insieme a metodi chirurgici per il trattamento dell'adenocarcinoma altamente differenziato. Anche la radioterapia, la chemioterapia, la terapia ormonale (nel caso di tumori ormone-dipendenti) sono ampiamente utilizzati. Ma va notato che i metodi ausiliari in diversi casi hanno un diverso grado di efficacia (a seconda dell'organo di origine, dello stadio di sviluppo).

Poiché i metodi chirurgici sono lo strumento principale per affrontare vari disturbi, i metodi di chirurgia operativa sono notevolmente migliorati. Alcune operazioni nella cavità addominale vengono eseguite senza incisioni, utilizzando micromanipolatori, mini telecamere per il controllo visivo.

Prevenzione dell'adenocarcinoma del colon altamente differenziato

I tumori sono tra i più spaventosi e meno controllabili. Tuttavia, oggi sono già stati studiati molti fattori di influenza che hanno molte probabilità di causare alcuni tipi di cancro. L'adenocarcinoma altamente differenziato può verificarsi in qualsiasi organo che contiene epitelio ghiandolare. Pertanto, la prevenzione stessa può essere diversa per diversi organi. Ma ci sono fattori di rischio che sono completamente simili per tutti i casi. Questi includono tutte le cattive abitudini. Il fumo, ad esempio, influenza notevolmente non solo lo sviluppo del carcinoma polmonare, ma aggrava anche in modo significativo il quadro per il cancro cervicale, l'alcool aumenta la probabilità di sviluppare adenocarcinoma dello stomaco e della ghiandola prostatica. Anche un'alimentazione sana svolge un ruolo importante. Avere abbastanza fibre nella dieta riduce significativamente la probabilità di sviluppare tutti i tipi di cancro intestinale. Inoltre, è importante prestare attenzione alla qualità dei prodotti consumati. Un gran numero di componenti sintetici, sostanze cancerogene, esaltatori di sapidità aumentano significativamente il rischio di sviluppare un particolare problema di cancro. La predisposizione genetica gioca un ruolo importante. Pertanto, se è noto che ci sono stati alcuni casi di cancro in famiglia, allora è possibile effettuare un'analisi genetica per una tendenza all'uno o all'altro tipo di cancro e quindi studiare più da vicino la situazione. In ogni caso, è lo screening regolare di tutti i tipi che diventa la garanzia della salute. Esistono numerose condizioni precancerose, come polipi, iperplasia, displasia tissutale di alcuni organi. Con il loro rilevamento tempestivo, è possibile prevenire con successo lo sviluppo di un tumore canceroso. E anche se un adenocarcinoma altamente differenziato è stato rilevato con studi regolari, è caratterizzato da una crescita lenta ed è possibile selezionare il metodo di trattamento più appropriato per salvare il paziente da questo problema per sempre.

Prognosi per adenocarcinoma del colon altamente differenziato

La prognosi di qualsiasi tumore dipende da una serie di fattori. Nella maggior parte dei casi, le caratteristiche decisive del tumore sono le sue dimensioni, il livello istologico di differenziazione cellulare, lo stadio in cui il paziente ha cercato aiuto, nonché le condizioni generali del corpo e una serie di malattie concomitanti. Nel caso di un adenocarcinoma altamente differenziato, stiamo parlando di un alto livello di differenziazione cellulare, quindi un tumore di questo tipo ha spesso una buona prognosi, poiché la crescita di un tumore altamente differenziato è lenta e la metastasi inizia in fasi piuttosto tardive. Ma un aspetto importante è la corretta diagnosi tempestiva e la velocità di risoluzione di questo problema..

Sfortunatamente, i sintomi di un adenocarcinoma altamente differenziato non sono specifici, quindi i pazienti spesso consultano un medico nelle fasi piuttosto avanzate dello sviluppo. A volte tali malattie possono essere scoperte per caso - durante altri studi o interventi chirurgici. Naturalmente, gli adenocarcinomi di diversi organi hanno un'incidenza diversa, quindi alcuni di essi, come adenocarcinoma dell'intestino crasso, utero, prostata, ricevono un'attenzione speciale e uno screening più frequente, il che aumenta la probabilità di rilevare la malattia nelle prime fasi e migliora significativamente la prognosi per il trattamento.

Se il tumore è stato rimosso nelle prime fasi, quando la sua metastasi non è ancora iniziata, fino a quando altri organi e tessuti non sono stati danneggiati, la prognosi è straordinariamente positiva. Un indicatore importante è il cosiddetto tempo di sopravvivenza a cinque anni. Se il paziente è sopravvissuto con successo cinque anni dopo il rilevamento e l'eliminazione del tumore, in futuro possiamo dire che la probabilità di ricadute o conseguenze negative è molto bassa. Inoltre, si possono dire buone previsioni se non ci sono fattori aggravanti. Ad esempio, la presenza di papillomavirus umano o herpes nel corpo può provocare lo sviluppo di adenocarcinoma, il lavoro con sostanze cancerogene peggiora anche la situazione, la presenza di cattive abitudini influisce negativamente sul corpo nel suo complesso. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla predisposizione genetica a uno o un altro tipo di cancro. Se una persona è a rischio, questo peggiora senza dubbio la prognosi. Se durante o immediatamente dopo il periodo di trattamento il paziente continua a essere in contatto con fattori negativi, non ne limita l'impatto, ciò indubbiamente porta a prognosi negativa per il recupero. Poiché anche un adenocarcinoma altamente differenziato può svilupparsi rapidamente e la differenziazione cellulare può diminuire, il che rende il tumore aggressivo e può complicare significativamente la lotta contro le metastasi.

L'adenocarcinoma dell'intestino crasso è uno dei problemi più acuti dell'oncologia del nostro secolo. La frequenza della sua comparsa sta crescendo costantemente. Le principali presunte cause dell'evento includono la mancanza di fibre grossolane negli alimenti. Anche l'ereditarietà e l'ecologia svolgono un ruolo importante. Esistono molti metodi innovativi per il trattamento e la diagnosi dei tumori del colon, ma parlando di prognosi, va detto che l'atteggiamento del paziente gioca un ruolo importante. Lo stadio di sviluppo della malattia in cui il paziente ha consultato un medico è sempre stato di grande importanza. Spesso, durante gli esami di routine è possibile rilevare diverse neoplasie. Ma il proctologo è raramente incluso nell'elenco di quei medici che si rivolgono alla prevenzione. Spesso le persone cercano aiuto quando l'adenocarcinoma ha già raggiunto proporzioni serie. L'adenocarcinoma del colon altamente differenziato non ha sintomi specifici, è improbabile che la debolezza generale, la perdita di peso porti il ​​paziente non solo a un proctologo, ma a qualsiasi medico in generale. Adenocarcinoma altamente differenziato, anche se lentamente, ma in crescita. E nella fase in cui i pazienti trovano sangue o pus nelle feci, la prognosi generale della malattia non è molto buona. In genere vale la pena parlare di buone previsioni nei casi in cui il tumore è molto piccolo e non ha danneggiato i tessuti e gli organi. In questo caso, la sua rimozione è facilmente tollerata e la probabilità di recidiva è molto bassa, in altri casi la prognosi è peggiore, maggiore è il tumore. Poiché spesso una parte piuttosto grande dell'intestino deve essere resecata e al fine di rimuovere completamente tutte le cellule colpite al fine di evitare la ricaduta. È anche importante notare che, a differenza di altri tipi di adenocarcinomi, l'adenocarcinoma altamente differenziato dell'intestino crasso è piuttosto difficile da rispondere alla terapia chimica e radiologica, pertanto l'intervento chirurgico rimane il modo più efficace e razionale per combattere la malattia..

Adenocarcinoma intestinale: tipi, stadi, diagnosi, trattamento

La nutrizione ha sempre occupato uno dei luoghi centrali della vita umana. L'interruzione del processo digestivo porta a una serie di problemi, sia fisicamente che psicologicamente. Non c'è da stupirsi che dicono che siamo ciò che mangiamo. A causa dell'influenza di vari fattori aggressivi dell'ambiente interno ed esterno, esiste una massa di malattie del tratto gastrointestinale: dalla carie dentale alle malattie infiammatorie ulcerative del tubo digerente. Una delle malattie più pericolose è l'adenocarcinoma intestinale. Maggiori dettagli su questa patologia saranno discussi di seguito..

Definizione

L'adenocarcinoma intestinale o il carcinoma ghiandolare è una neoplasia neoplastica maligna che colpisce qualsiasi parte dell'intestino e proviene dalle cellule epiteliali-ghiandolari della mucosa (interna). Un tale tumore è abbastanza pericoloso e comune. A causa del fatto che è caratterizzato da un lungo decorso asintomatico, spesso accade che la presenza della malattia sia rilevata già in una fase avanzata, quando il trattamento non ha senso.

Anatomia intestinale

L'intestino svolge molte funzioni che supportano la vita normale. Si occupa di tagliare il cibo, digerirlo, assorbire i nutrienti ed espellere i prodotti di scarto umani. Si compone di diverse sezioni: sottili e spesse.

Nella foto: anatomia dell'intestino

In generale, il tratto digestivo è lungo circa sette-otto metri nella persona media e circa 10-12 metri nei morti. Viene fornito di sangue attraverso le arterie mesenteriche - le arterie superiore e inferiore sono isolate. Il deflusso di sangue viene effettuato nelle vene con lo stesso nome, che poi sfociano nel sistema della vena porta, vengono filtrate dal fegato e ritornano al cuore.

La parete di qualsiasi parte dell'intestino ha tre strati: lo strato mucoso interno e la sottomucosa, lo strato muscolare che fornisce la peristalsi, lo strato sieroso esterno, che è rappresentato dal peritoneo viscerale.

L'intestino tenue comprende le seguenti sezioni:

  • Duodeno.
  • digiuno.
  • ileo.

L'intestino crasso è costituito da:

  • Il cieco con l'appendice.
  • I due punti ascendenti, trasversali e discendenti.
  • Colon sigmoideo.
  • Retto.

Intestino tenue

Molto spesso, la localizzazione del carcinoma dell'intestino tenue è l'inizio del duodeno o dell'ileo. Questo tumore si sviluppa a causa della degenerazione delle cellule dell'epitelio ghiandolare a causa dell'influenza di vari fattori provocatori. Con l'adenocarcinoma dell'intestino tenue, i sintomi non vengono rilevati per molto tempo, solo quando la dimensione del tumore raggiunge una dimensione significativa, è possibile una clinica di ostruzione intestinale. Con questa diagnosi, i pazienti vanno al tavolo operatorio, dopo di che viene rivelata la vera causa dei problemi con il movimento intestinale..

Anatomia dell'intestino tenue

Colon

L'adenocarcinoma nell'intestino crasso è della stessa natura: deriva dalle cellule epiteliali mucose che si trovano all'interno dell'intestino. Inoltre, con la crescita del tumore, si uniranno sintomi simili a un tumore dell'intestino tenue. Si sviluppano problemi digestivi, gonfiore frequente, costipazione è sostituita da diarrea, il passaggio del cibo fibroso grosso è difficile.

Allo stesso tempo, ha luoghi di localizzazione preferiti. Questi includono il sigmoide, il cieco e il retto..

Rappresentazione schematica dell'intestino crasso

Tumore del colon sigmoideo

La malattia dell'adenocarcinoma del tipo intestinale di questo dipartimento è più spesso influenzata da categorie di persone che hanno i seguenti fattori predisponenti:

  • Età avanzata.
  • Stile di vita sedentario.
  • Costipazione frequente, che danneggia la mucosa intestinale durante lo sforzo.
  • La presenza di polipi nel lume intestinale, ileite terminale, diverticoli.
  • Malattia da colite ulcerosa.

Lo sviluppo di questo tipo di malattia segue il seguente scenario. Vi è un'area traumatizzata cronicamente della mucosa da feci grossolane. Inoltre, a causa di un trauma costante, le cellule epiteliali rinascono e acquisiscono le caratteristiche della crescita di un tumore canceroso: iniziano a dividersi attivamente, perdono il contatto con le cellule circostanti, perdono la loro funzione e crescono attivamente nei tessuti circostanti. Finché il tumore ha un diametro inferiore a un centimetro e mezzo, le metastasi non si diffondono attraverso il flusso sanguigno.

Tumore del colon sigmoideo

Quando il tumore occupa metà del lume della provetta, compaiono singole metastasi nei linfonodi regionali, che agiscono da collettori e non permettono alle cellule tumorali di svilupparsi ulteriormente. Dopo la completa chiusura dell'intestino, le metastasi si diffondono in tutto il corpo e crescono attivamente nei tessuti circostanti.

Tumore di Cecum

Il meccanismo di insorgenza del tumore è approssimativamente lo stesso di quello sopra descritto. Tipicamente, l'adenocarcinoma del cieco si presenta in due categorie di pazienti: nei bambini o negli anziani. La crescita è preceduta dalla cosiddetta condizione "cancro in atto" o dalla crescita di polipi.

Nella foto: tumore del cieco mobilizzato durante l'operazione

Tumore rettale

L'adenocarcinoma localizzato nel retto - si verifica più spesso e di solito nelle persone anziane. Gli esperti associano l'emergere di questo tipo di malattia a fattori come un'alimentazione squilibrata, troppa fibra grezza negli alimenti, mancanza di fibre. Esiste anche la possibilità di ammalarsi attraverso il contatto cronico con agenti cancerogeni chimici, infezione da papillomavirus umano. La localizzazione del tumore può essere la seguente:

Cause dell'evento

Non vi è consenso sulla causa esatta dello sviluppo dell'adenocarcinoma intestinale. Ma i medici identificano i fattori che, a loro avviso, possono causare traumi con conseguente malignità delle cellule dello strato mucoso intestinale:

Mangiare cibi grassi spesso.

Assunzione insufficiente di fibra vegetale.

Assunzione eccessiva di prodotti a base di carne.

Una storia di colite e altre malattie infiammatorie intestinali.

Predisporre la storia familiare. Se la famiglia ha avuto casi di adenocarcinoma intestinale, il rischio di ammalarsi aumenta più volte.

Rischi professionali: lavorare con amianto, metalli pesanti.

Infezione con un ceppo oncogenico di papillomavirus umano.

Lesioni alla mucosa durante il sesso anale.

I primi sintomi del carcinoma del cieco: caratteristiche del trattamento, chirurgia, prognosi di sopravvivenza

Il cieco si riferisce anatomicamente al colon, o meglio, all'inizio dell'intestino crasso, motivo per cui le statistiche oncologiche non distinguono la sua trasformazione maligna dal gruppo generale di carcinoma del colon-retto (CRC). La parte alterata del cieco - l'appendice è considerata una struttura anatomica separata con i suoi processi maligni, morfologicamente diversa dalle neoplasie intestinali.

  • Ragioni per la formazione del cancro
  • Tipi di tumore al cieco
  • Segni della malattia
  • Stadi e prognosi del cancro
  • Malattie con cui il cancro al cieco è confuso
  • Diagnosi del carcinoma del cieco
  • Metodi di trattamento

Le principali caratteristiche della malattia

Una neoplasia nel cieco cresce, praticamente senza mostrare sintomi, è difficile da diagnosticare e quindi viene rilevata già nelle fasi successive della formazione. Nelle fasi iniziali, il tumore viene diagnosticato raramente, principalmente negli studi di una malattia di terze parti. Sia gli uomini che le donne sono ugualmente a rischio di questa malattia dopo i 45 anni.

Nella classificazione delle malattie, al cancro al cieco viene assegnato il codice ICD-10 - C18.0.

Un tumore nel cieco è formato dalle cellule della mucosa. Tale oncologia è caratterizzata da: crescita lenta, bassa malignità, metastasi tardive ad organi distanti, intestino tenue.

Manifestazioni esterne e interne della malattia

La sintomatologia di una neoplasia è direttamente proporzionale al suo diametro e alle malattie croniche del tratto gastrointestinale del paziente..

Manifestazioni generalizzate di oncologia nel cieco:

  • tracce di coaguli di sangue e muco nelle feci - una conseguenza dell'emorragia interna;
  • vertigini sistematiche, debolezza muscolare;
  • bianchezza della pelle;
  • dolore, aumento graduale del dolore nella cavità addominale inferiore destra;
  • aumento della produzione di gas (flatulenza);
  • pesantezza allo stomaco;
  • diminuire fino a una completa mancanza di appetito;
  • nausea;
  • gonfiore;
  • nei casi avanzati, quando il tumore progredisce con metastasi al fegato, la pelle del paziente diventa gialla;
  • apatia;
  • instabilità;
  • magrezza dolorosa.

Il paziente non ha alcuna difficoltà con il movimento intestinale in questa fase. A causa del grande lume nel cieco, le feci al suo interno non si formano completamente.

I segni elencati potrebbero non apparire all'inizio, ma quando si verificano, i medici traggono conclusioni sulla rapida diffusione dell'oncologia.

Il cancro del cieco che ha raggiunto l'ultimo stadio porta a un completo disordine del funzionamento del tratto digestivo. Il tumore, che è cresciuto a grandi dimensioni, limita gli organi vicini, causando gonfiore e dolori acuti. Con un aumento della neoplasia e il suo danno da feci, aumenta il sanguinamento.

Lo scarico sistematico di sangue scarlatto durante l'atto di defecazione è una manifestazione tipica dei tumori del colon-retto, indipendentemente dalla loro posizione. Con lo sviluppo della malattia, compaiono i sintomi:

  • dolore acuto associato alla penetrazione della formazione nei tessuti degli organi vicini e pressione su di essi;
  • ostruzione intestinale parziale fino al blocco del lume intestinale;
  • insufficienza epatica, ittero, causato dalla penetrazione di metastasi negli organi epatici.

I primi sintomi del processo oncologico sono difficili da riconoscere a causa del fatto che una serie di manifestazioni del cancro del cieco sono simili ai segni di malattie di terze parti, ad esempio l'infiammazione dell'intestino.

La manifestazione dei sintomi può differire a seconda della posizione, del diametro della neoplasia. Parallelamente, può verificarsi una malattia di terze parti, aggravando la situazione.

fasi

Considerare nella tabella seguente le fasi di sviluppo dell'adenocarcinoma del cieco.

fasiDescrizione
0Atipizzazione delle cellule ghiandolari sane inizia sulla mucosa dell'organo, poiché un tale tumore non è ancora presente. Se viene individuato e rimosso un focus oncologico, gli esperti promettono un recupero del 100% del paziente.
ioLa neoplasia ha una dimensione massima di 2 cm, è mobile, ma chiaramente delimitata da cellule sane. Il processo patologico colpisce lo strato mucoso e sottomucoso dell'organo. Le metastasi sono assenti, tuttavia, così come i sintomi della malattia di base.
IIIl tumore raggiunge i 5 cm, ma cresce già in tutti i tessuti del cieco, raggiungendo la membrana sierosa, senza lasciarlo. Compaiono i primi segni clinici del processo oncologico. Nessuna metastasi.
IIIIl tumore cresce rapidamente, lascia i bordi dell'organo interessato e si diffonde ai tessuti e ai linfonodi adiacenti. La prognosi per l'adenocarcinoma in stadio 3 del cieco peggiora significativamente a causa dell'impianto e delle metastasi regionali.
IVLe dimensioni della neoplasia possono essere qualsiasi, in questa fase ci sono segni di danni al processo oncologico di organi distanti. La malattia è incurabile, di solito i pazienti in questa fase non vivono nemmeno sei mesi.

Cause dell'evento

Mutazioni cellulari, loro degenerazione, non rilevate tempestivamente e non distrutte dal sistema immunitario, che si dividono all'infinito con la progressione della malattia - la vera causa della comparsa di un tumore nel cieco.

Gli esperti dell'OMS suggeriscono i fattori che provocano lo sviluppo di tale oncologia:

  • carne rossa;
  • invecchiamento dei tessuti e peristalsi intestinale;
  • predisposizione genetica;
  • condizioni anormali e croniche del tratto gastrointestinale: infiammazione, ulcera, processo benigno;
  • situazione ecologica sfavorevole;
  • virus oncogenici nel sangue (HPV, virus dell'herpes);
  • fumatori;
  • abuso di alcool;
  • consumo illimitato di cibi grassi e ricchi di carboidrati;
  • età superiore ai 45 anni - la malattia viene diagnosticata negli adulti;
  • disturbi digestivi cronici;
  • diete eccessivamente rigide;
  • diabete;
  • lavorare nella produzione pericolosa;
  • attività fisica insufficiente (inattività fisica);
  • condizioni precancerose del retto (polipi adenomatosi e villi);
  • uso a lungo termine di medicinali;
  • situazioni stressanti sistematiche;
  • peso in eccesso;
  • costipazione cronica.

Le cause esatte dello sviluppo di un tumore nel cieco sono ancora sconosciute ai ricercatori.

Prevenzione

Le misure preventive per prevenire le malattie del tratto gastrointestinale, incluso il cieco, sono un'alimentazione sana, di alta qualità, regolare, senza cattive abitudini, uno stile di vita attivo sano, acqua di alta qualità, nessuno stress. La vita moderna con il suo ritmo raramente offre a una persona l'opportunità di seguire facilmente tali raccomandazioni. Pertanto, è molto importante non ignorare gli esami medici preventivi e, ai primi sintomi spiacevoli e malessere, contattare immediatamente uno specialista per non perdere tempo.

Raccomandiamo: caratteristiche di enterite cronica e metodi di trattamento efficaci

Tipi di oncologia del cieco

A seconda della struttura cellulare a livello istologico, il grado di progressione, l'oncologia nel cieco, sono suddivisi in tipi:

  • adenocarcinoma: la proliferazione delle cellule tumorali ha origine dalla mucosa dell'intestino crasso;
  • tipo squamoso ghiandolare;
  • carcinoma a cellule cricoidi: le cellule sono visivamente simili alle bolle;
  • squamoso: i tessuti squamosi dell'epitelio sono interessati;
  • indifferenziato - ha un'alta malignità, scarsa prognosi dopo l'intervento chirurgico, difficile da curare;
  • non classificato - costituito da cellule tattili e non appartenenti alle forme studiate di istologia.

In apparenza e confini, i tumori sono divisi in:

  • endofita: non ci sono contorni chiari, cresce in profondità nelle pareti del cieco;
  • esofitico - forma ellittica o rotonda, si sviluppa nel lume intestinale;
  • piattino - combina i segni dei due precedenti sotto forma di ulcera.

Diagnosi del carcinoma del cieco

Il principale metodo diagnostico è l'esame endoscopico o la colonscopia e sempre con una biopsia della patologia trovata.

Se l'endoscopia è impossibile, viene eseguito un esame radiografico riempiendo l'intestino con contrasto di bario - irrigoscopia, ma è meglio fare una colonscopia TC.

La TC o la risonanza magnetica della cavità addominale aiutano a identificare le metastasi e determinare il coinvolgimento degli organi adiacenti nel conglomerato tumorale. L'imaging ad alta tecnologia non è sempre in grado di rilevare il seeding metastatico del peritoneo, ma la carcinomatosi non si nasconderà dalla laparoscopia diagnostica.

Per selezionare la terapia farmacologica ottimale, sarà necessario determinare le mutazioni genetiche all'interno delle cellule tumorali e l'instabilità dei microsatelliti, che viene eseguita in parallelo con l'esame istologico di un pezzo di tumore ottenuto durante una biopsia o un intervento chirurgico.

I marker di cancro PEA e Ca 19.9 nel plasma sanguigno in futuro aiuteranno a controllare il corso del processo maligno e valutare i risultati del trattamento. Durante l'esame iniziale, la probabilità del loro rilevamento non è elevata, il che non esclude il loro aspetto durante la progressione della malattia.

Per pianificare un intervento chirurgico, saranno necessari ulteriori esami per identificare i limiti dell'anestesia generale..

Fasi di sviluppo, previsioni

I medici suddividono il processo di sviluppo maligno nel cieco nelle seguenti fasi:

  • 0 gradi - un tumore precanceroso, di piccolo diametro, che colpisce la parte superiore della mucosa intestinale. Il sistema linfatico non è interessato, non si verificano metastasi. Con una diagnosi tempestiva, il tasso di sopravvivenza è del 100%.
  • Stadio 1 - un tumore di 2 centimetri di diametro, cresce negli strati distanti dell'intestino. Dopo la resezione, la prognosi per la vita oltre i cinque anni è del 95%.
  • Fase 2: il diametro dell'oncologia aumenta, penetra nelle pareti esterne del cieco. Il sistema linfatico non è interessato, le metastasi non sono sviluppate. L'aspettativa di vita dopo l'intervento chirurgico dipende dal grado di danno d'organo; in media, l'85% dei pazienti rimane in vita dopo cinque anni.
  • Fase 3: il tumore colpisce il sistema linfatico, gli organi vicini, ma non metastatizza a sistemi distanti. A seconda della lesione dei linfonodi, il tasso di sopravvivenza a cinque anni dopo l'escissione chirurgica varia: 2-3 linfonodi - 65%, 4 o più - 45%.
  • Stadio 4: la neoplasia è grande, i sistemi vicini, il sistema linfatico è danneggiato, le metastasi crescono in organi distanti. Se i polmoni o il fegato sono colpiti, non c'è praticamente alcuna possibilità di sopravvivenza: vivono con una tale diagnosi per meno di cinque anni.

I prezzi per la terapia possono essere calcolati solo se ci sono dati completi sulla malattia di una determinata persona.

previsione

Se il trattamento è stato effettuato allo stadio zero e ha avuto successo, il tasso di sopravvivenza previsto dai medici è del 95%. A causa di sintomi lievi, la malattia non può essere diagnosticata immediatamente..

Quando il trattamento viene effettuato nella prima fase, la prognosi è del 91%. Ciò è dovuto al fatto che le cellule tumorali infettano il secondo e il terzo strato dell'intestino..

Se il trattamento è stato effettuato nella seconda fase, il tasso di sopravvivenza varia dal 70 all'82%. Dipende da quanto in profondità il tumore è cresciuto nei tessuti adiacenti.

Il trattamento nella terza fase garantisce la sopravvivenza del paziente solo nel 42-63%. Questi indicatori dipendono da quanto gravemente gli organi vicino al tumore sono danneggiati e se i linfonodi sono interessati.

La terapia nell'ultimo (quarto) stadio garantisce la sopravvivenza di solo il 6-10% per 6-7 anni dopo la terapia.

Le cifre fornite sono state ottenute durante lo studio.

Metodi diagnostici

La diagnostica di questo tipo di malattie viene eseguita in modo completo:

  • Studio della storia medica, assunzione di anamnesi, determinazione del periodo di manifestazione dei primi sintomi.
  • Esame fisico - palpazione della parete anteriore del peritoneo, determinazione della posizione della neoplasia.
  • Maschiatura: determinazione dell'ostruzione intestinale.
  • Manipolazioni delle dita per esaminare il retto per diagnosticare metastasi.

Inoltre, vengono eseguiti metodi di raccolta dati strumentali e di laboratorio:

  • Sigmoidoscopia: esame del retto per determinare con precisione la posizione del processo tumorale, il metodo più informativo.
  • Irrigoscopy.
  • Radiografia del colon con elemento di contrasto.
  • TC e risonanza magnetica degli organi addominali - per determinare il grado di metastasi ai tessuti distanti.
  • La colonscopia è una definizione specifica della localizzazione di una neoplasia maligna, le sue dimensioni. Viene effettuato uno studio sulla deformazione della cupola del cieco, nel processo è possibile condurre una biopsia - prendendo parte delle cellule tumorali per l'esame a livello istologico.
  • Ultrasuoni del peritoneo.
  • cistoscopia.
  • Biochimica e UAC.
  • Sigmoidoscopia: esame fino a 25 centimetri della parte distale dell'intestino crasso.
  • L'uso di un sigmoidoscopio e un colonscopio - per la diagnosi preoperatoria del carcinoma del cieco.
  • Radiografia con clistere di contrasto - aiuta a rilevare tumori di piccolo diametro: le formazioni corrispondenti sembrano la natura di restringimento, indurimento, visibile nella zona di contrasto. In caso di dubbio, viene eseguita un'ulteriore colonscopia.
  • La tomografia computerizzata a scansione con contrasto dell'aria è un metodo diffuso. È usato per fare una diagnosi definitiva e decidere se è necessaria l'asportazione chirurgica. Alcuni studi clinici suggeriscono una TAC mini-slice chiamata colonscopia virtuale.

Il carcinoma attraverso le cellule produce antigeni embrionali cancerosi - CEA, sono considerati marcatori tumorali di un cancro, ma le loro qualità specifiche non sono sufficienti per identificare in modo specifico la presenza di un processo maligno.

Gli antigeni embrionali del cancro possono manifestarsi nei processi infiammatori del tratto intestinale, pancreatite, nelle persone che abusano del fumo di tabacco e forti bevande alcoliche. Il test CEA viene utilizzato per i pazienti che hanno un livello inizialmente elevato di questo tipo di marker tumorale dopo l'asportazione chirurgica. Dopo una resezione riuscita, la sua concentrazione dovrebbe diminuire, un aumento durante il periodo di riabilitazione è il primo sintomo di un processo ricorrente.

Malattie con cui il cancro al cieco è confuso

Il primo punto nella diagnosi differenziale sono grandi polipi e lesioni specifiche locali della parete intestinale nella tubercolosi e nella sifilide, nonché rare forme di patologia fungina - actinomicosi.

Nella parete intestinale possono svilupparsi tumori benigni dell'adiposo e del tessuto muscolare, raggiungendo talvolta dimensioni impressionanti.

Per il cancro primario durante l'esame endoscopico, il tessuto connettivo ha incapsulato crescite attorno a corpi estranei - lische di pesce, semi e altri ingeriti accidentalmente.

Lesioni tumorali dell'appendice, complicanze infiammatorie a lungo termine dopo la rimozione dell'appendicite possono essere confuse con il carcinoma del cieco.

Nei processi maligni della cavità addominale, il colon può essere coinvolto nel conglomerato, specialmente nel carcinoma ovarico e del pancreas.

In tutte le situazioni, la diagnosi corretta può essere fatta solo esaminando un pezzo di tessuto patologico al microscopio, il trattamento si basa anche sui risultati dell'istologia.

Complesso terapeutico

Anche il trattamento del cancro viene effettuato utilizzando metodi complessi:

  • Intervento chirurgico;
  • chemioterapia;
  • radioterapia.

La gravità dell'asportazione chirurgica dipende dalla localizzazione del processo maligno, dal grado di progressione e dallo stadio di sviluppo. Sulla base di uno studio completo dei dati ottenuti, il chirurgo decide una resezione completa del tumore o solo la parte interessata del cieco.

In caso di escissione parziale, alla fine dell'operazione, vengono suturate parti separate dell'intestino crasso: viene applicata un'anastomosi, i bordi asportati sono collegati. Nel corso delle misure chirurgiche, i linfonodi e, se possibile, gli organi, con metastasi che sono cresciuti in essi, vengono eliminati insieme al tumore - questo si chiama linfoadenectomia.

Se una neoplasia oncologica non è soggetta a intervento chirurgico, viene applicata un'anastomosi artificiale per ripristinare la funzionalità dell'intestino, eliminare l'ostruzione intestinale nella parte interessata. Infatti, l'area con un processo tumorale viene eliminata dal processo di formazione di masse fecali, che salva una persona dalla creazione di una colostomia e dalla creazione di un ano artificiale.

Quando il tratto intestinale è perforato, viene creata una colostomia - questa necessità sembra evitare possibili complicazioni: peritonite, sanguinamento interno, mediastinite, coprostasi (ostruzione intestinale).

La radioterapia - una tecnica utilizzata prima dell'intervento chirurgico per ridurre il diametro del tumore e dopo di esso - per distruggere il resto delle cellule tumorali e prevenire il ripetersi della malattia.

La chemioterapia viene utilizzata con un singolo prodotto chimico - fluorouracile, fluoroafur o in combinazione con altri farmaci - ad esempio fluorouracile + calcio folinato. Le misure di chemioterapia vengono eseguite insieme alla radioterapia.

Quando la neoplasia è inoperabile o la malattia è accompagnata da una serie di processi concomitanti, la chemioterapia è l'unico metodo di trattamento possibile. Inoltre, in tali situazioni e con cattiva salute e debole immunità del paziente, i medici praticano metodi di terapia sintomatica, in altre parole, al paziente vengono prescritte pillole:

  • Analgesico non oppioide per dolore lieve - ibuprofene, paracetamolo, sodio metamizolo, Diclofenac.
  • Antidolorifici non potenti contenenti oppio per sensazioni di dolore moderate - Nalbuphin, Tramadol, Butorphanol, Codeine.
  • Con la sindrome del dolore severo, vengono prescritti farmaci forti che contengono componenti di oppio - Omnopon, Fentanil, morfina.

Periodo di riabilitazione

Dopo l'asportazione chirurgica del processo tumorale, vengono eseguite le seguenti misure e raccomandazioni di riabilitazione:

  • Medicazioni frequenti - in particolare, quando il paziente viene presentato a una fistola speciale, necessaria per ripristinare le funzioni della pervietà intestinale. La medicazione sterile deve essere fissata in modo tale che, in nessun caso, possa scivolare via, esponendo le cuciture. Dopo la pulizia naturale dell'intestino attraverso l'ano artificiale, un tovagliolo pulito imbevuto di vaselina viene applicato sulla parte sporgente dell'intestino, fissato in diversi strati con una benda di garza e uno strato di cotone idrofilo. Per il fissaggio vengono utilizzate bende sterili e bende speciali. L'intonaco non viene applicato per evitare lesioni alla pelle, punti.
  • L'area operata deve essere curata con cura con unguenti medici, pasta di acido lattico. Le aree infiammate sono lubrificate con una soluzione di tannino, soluzioni antibatteriche, polveri che stimolano la formazione di croste (talco, caolino, tannino secco).
  • In caso di movimento intestinale ritardato, al paziente viene somministrato un clistere con olio di vaselina nella composizione e viene anche utilizzata una sacca per colostomia.
  • La necessità di aderire a una dieta postoperatoria speciale.

Menu per un tumore del cieco

Dopo la resezione, la persona operata mostra di bere il più liquido possibile durante i primi sei giorni: sono ammessi brodi magri, succhi naturali, decotti di erbe, gelatina. A poco a poco, è permesso mangiare cereali liquidi e puree vegetali. Tutti i prodotti utilizzati per gli alimenti devono essere accuratamente puliti. Devi mangiare in piccole porzioni ogni 3-4 ore..

Una settimana dopo l'operazione, è consentito introdurre gradualmente cibi solidi nel menu: pesce e carne magri, frutta fresca, verdura. L'escissione nel campo dietetico dell'oncologia intestinale deve essere seguita dal paziente per tutta la vita.

Un elenco di esempio di alimenti indispensabili:

  • verdure, frutta, bacche - per ripristinare la peristalsi intestinale;
  • vitello giovane, pesce di specie marine - per migliorare la vitalità dei tessuti di tutti gli organi;
  • cereali, oli vegetali.

Un punto importante: il cancro del cieco è un processo pericoloso e insidioso, pertanto, sono rigorosamente esclusi dall'uso:

  • eventuali prodotti lattiero-caseari;
  • alcol;
  • cibo per animali crudo.

Spezie e condimenti dovrebbero essere limitati. Pesce, carne vengono cotti a vapore o bolliti, dopo di che vengono schiacciati.

Prodotti alimentari che contribuiscono alla disattivazione della diffusione delle cellule tumorali, alla prevenzione dei processi infiammatori, contenente selenio nella composizione:

  • cavolo: broccoli, cavolfiore, cavolo bianco;
  • frutti di mare: pesce, cozze, calamari;
  • fegato di manzo;
  • uova: pollo, quaglie;
  • verdure, arance, frutti rossi: i pomodori contengono licopene, che protegge gli organi dalla diffusione delle cellule tumorali;
  • frutta secca;
  • agrumi: mandarini, pompelmi, limoni;
  • Granato;
  • bacche con proprietà anticancro: fragole, fragoline di bosco, lamponi, more, mirtilli, mirtilli, ribes nero e rosso;
  • verdure: prezzemolo, aneto, sedano, coriandolo;
  • latte acido: yogurt pastorizzato, senza additivi, kefir;
  • cereali, cereali integrali, crusca;
  • semi di zucca, semi di girasole;
  • noci: mandorle, pistacchi, nocciole, pinoli;
  • tè verde;
  • condimenti che prevengono la nausea: curcuma, zenzero;
  • il peperoncino è consentito in piccole quantità - inibisce la crescita delle cellule tumorali;
  • Olio extra vergine di oliva: un cucchiaio al giorno;
  • legumi: soia, prodotti a base di soia;
  • per condire insalate: menta, maggiorana, timo, basilico, rosmarino;
  • funghi: funghi ostrica, porcini, finferli;
  • cioccolato fondente amaro: 20 g al giorno.

Circa un mese dopo l'operazione, fatta salva la dieta prescritta, il paziente può includere gradualmente nella dieta di alimenti regolari. Tuttavia, anche le porzioni dovrebbero essere mantenute piccole e dovresti mangiare spesso e poco a poco. Sono esclusi i piatti caldi e quelli freddi: il cibo deve essere a temperatura ambiente e cotto a vapore o cotto al momento.

Chemioterapia

Nelle fasi iniziali della malattia (stadio 0, carcinoma di stadio 2 altamente differenziato senza screening nei linfonodi), la chemioterapia non viene eseguita.

La chemioterapia adiuvante (postoperatoria) è prescritta a pazienti con 2-3 stadi di cancro nella rilevazione di metastasi nei linfonodi regionali, nell'invasione tumorale della membrana sierosa e in numerosi altri casi. La chemioterapia dovrebbe iniziare il prima possibile, entro un mese dall'intervento. Condotto da corsi secondo schemi standard, la durata totale è di almeno 6 mesi. I farmaci possono essere somministrati per infusione o somministrazione orale.

Previsioni mediche

L'aspettativa di vita del paziente dipende dai seguenti fattori: diagnosi precoce, stadio di sviluppo del tumore, terapia complessa appropriata. Una buona prognosi e vita per più di cinque anni attendono i pazienti che hanno iniziato il trattamento nelle fasi iniziali, fasi precancerose della malattia. Più tardi viene diagnosticato il cancro al cieco, più difficile è il trattamento e peggiore è la prognosi: una persona muore entro 1-5 anni.

Con un alto grado di differenziazione dell'adenocarcinoma, che si verifica più spesso nei tessuti mucosi del cieco, il tasso di sopravvivenza raggiunge il 90% se viene rilevato nelle fasi 1-2 dello sviluppo, 60% - con 3 gradi di progressione del tumore.

La prognosi generalizzata per la sopravvivenza a cinque anni è la seguente:

  • Fase 0 - 95-100%;
  • Stadio 1, senza influire sul sistema linfatico, procedendo senza metastasi - 96%;
  • Stadio 2, che è cresciuto attraverso tutti gli strati dell'intestino, ma non metastatico - 85%;
  • Stadio 3, senza germinazione nel sistema linfatico e negli organi vicini - 45-60%;
  • Stage 4, il finale e il più pericoloso - 15-40%.

Il trattamento di una malattia che inizia prima del quarto stadio non è sempre possibile. La terapia palliativa e sintomatica viene utilizzata principalmente per alleviare il dolore, stabilizzare le condizioni del paziente e prolungare la sua vita.

Caratteristiche del trattamento

Il trattamento del carcinoma del cieco viene effettuato solo mediante chirurgia: escissione della neoplasia maligna e di tutti i tessuti danneggiati dalle cellule tumorali. Prima e dopo l'operazione, al paziente deve essere mostrato un ciclo di radioterapia e chemioterapia.

operazione

Durante l'operazione, il chirurgo rimuove il tumore stesso e i tessuti danneggiati da esso. Il volume dell'intervento chirurgico è determinato dalla posizione del tumore e dal grado della sua diffusione ai linfonodi e agli organi vicini. Con una grande quantità di tessuto asportato, viene fatta un'anostomosi al paziente (collegare l'intestino tenue e crasso cucendoli per ripristinare le funzioni naturali dell'intestino).

Radioterapia

La radioterapia è un metodo di trattamento del cancro che utilizza radiazioni ionizzanti. Viene utilizzato prima dell'intervento chirurgico per ridurre le dimensioni della neoplasia e dopo l'intervento chirurgico al fine di ridurre il rischio di ricorrenza della patologia..

Chemioterapia

La chemioterapia è usata per trattare i tumori maligni. Il metodo si basa sull'uso di veleni e tossine che disattivano i processi attivi nelle cellule tumorali (eliminando la loro capacità di processi metabolici e divisione), nonché di prevenire l'emigrazione delle cellule tumorali secondarie verso organi e linfonodi vicini e distanti (la formazione di metastasi). Un ciclo di chemioterapia può essere prescritto prima e dopo l'intervento chirurgico..

In caso di tumore inoperabile o quando l'intervento chirurgico è impossibile a causa dell'età del paziente, gravi anomalie del sistema cardiovascolare, viene prescritto un ciclo di chemioterapia per alleviare le condizioni del paziente e massimizzare la sua durata. Ma un risultato favorevole è impossibile senza il trattamento chirurgico del cancro al cieco..

Quando si usano le radiazioni e la chemioterapia, il paziente deve essere preparato per gli effetti collaterali: nausea costante, vomito, debolezza, grave perdita di capelli, assottigliamento delle feci.

Articoli Su Epatite