Steatoepatite: sintomi e metodi di trattamento

Principale Pancreatite

Nel mondo moderno, le persone si trovano sempre più di fronte a malattie del fegato. Tutto accade a causa di una dieta malsana, il consumo di alcol e uno stile di vita sedentario. Una delle malattie più comuni è la steatoepatosi epatica. Steatoepatosi cos'è, come trattarlo, quali sintomi e segni accompagnano, quali pillole dovrebbero essere assunte per steatoepatosi? Qual è la differenza tra steatoepatosi analcolica e alcolica?

Cos'è questa malattia??

Quindi, che tipo di malattia è, se si disassembla la parola (steatoepatosi) in parti, l'epatosi è qualsiasi malattia o cambiamento nel fegato associato alla sua struttura. E la steatosi, o anche chiamata steatoepatite, è (grasso) o il suo accumulo nel fegato, che successivamente porta a cambiamenti diffusi nell'organo, quindi a interruzione del funzionamento e della distruzione delle cellule di questo organo. Tutto ciò alla fine porta a cirrosi o insufficienza epatica..

Esiste un unico documento normativo: la classificazione internazionale delle malattie (ICD-10), in cui ogni malattia ha un codice univoco. Codice di malattia epatica in mkb 10 da K-70-K-77. Secondo la classificazione internazionale delle malattie del fegato, la steatoepatosi ha un codice K76.0.

Esistono due tipi di steatoepatosi:

  1. Alcolico - come tutti sanno, il fegato è il filtro principale nel corpo. Con il suo aiuto, tutte le sostanze nocive che entrano nel corpo vengono filtrate. L'alcool attraversa determinate fasi dell'apparato digerente e vengono rilasciate sostanze tossiche che si accumulano nel fegato. Si verifica allergia e quindi le cellule sane vengono sostituite da cellule adipose, successivamente lo sviluppo di steatoepatosi epatica alcolica.
  2. Non alcolico: la principale differenza rispetto alla precedente è che la steatoepatosi non si sviluppa a causa del consumo di alcol. L'epatosi grassa e l'epatite cronica portano a questa malattia. Riducono gradualmente il normale funzionamento del fegato e cibi grassi, salati, affumicati e farmaci antibatterici accelerano lo sviluppo della malattia. Questa malattia è più comune nelle donne che sono in sovrappeso e hanno anche glicemia alta e colesterolo. La natura della steatoepatosi non alcolica non è stata compresa con precisione, si presume che ciò sia dovuto all'accumulo di acidi grassi liberi, che vengono trasformati in sostanze tossiche, che a loro volta portano all'accumulo di inclusioni grasse. La steatoepatosi non alcolica è generalmente favorevole, non si trasforma in cirrosi e i pazienti non sviluppano insufficienza epatica.

Cause della malattia

Le cause della steatosi analcolica sono enormi:

  1. Dieta impropria: il consumo eccessivo di cibi grassi, affumicati, piccanti, salati, dolci e cotti porta a un aumento di peso eccessivo e quindi a conseguenze così gravi.
  2. Uno stile di vita sedentario: se una persona mangia bene, ma ignora completamente lo sport, anche camminando, questo porta a un deposito di calorie che successivamente colpirà il fegato.
  3. Metabolismo lento e malattie precursori: obesità, diabete mellito, pancreatite e altri problemi che portano all'eccesso di peso.
    Perdita di peso impropria o lunga astinenza dal cibo: una forte perdita di chili in più mette il corpo in uno stato stressante, che porta a interrompere il lavoro di molti organi interni.
  4. Uso di droghe a lungo termine: molti farmaci, specialmente se assunti per lungo tempo, rilasciano sostanze tossiche che hanno un effetto dannoso sull'organo filtrante.
  5. Gli scienziati hanno dimostrato che l'alcolismo si verifica nel sesso più forte e quello non alcolico nel sesso più debole.

La manifestazione della malattia

Sfortunatamente, nelle fasi iniziali, la steatosi diffusa non ha alcun sintomo pronunciato o si manifesta nei sintomi che ci sono familiari:

  • debolezza;
  • vertigini;
  • pesantezza nella parte destra;
  • cambiamento delle feci (più spesso diarrea che costipazione);
  • meno spesso nausea, vomito;
  • mancanza di appetito;
  • perdita di peso;
  • eruzioni allergiche sul corpo;
  • carnagione gialla non sempre evidente.

Tutti questi sintomi sono caratteristici non solo per questa malattia, ma anche per molti altri. Per accertarti di ciò, devi andare immediatamente in ospedale..

Diagnostica

In modo che non sia troppo tardi, è necessario sottoporsi a una visita medica ogni anno e monitorare il tuo corpo.

Se vieni osservato in ospedale, è improbabile che ti venga diagnosticata una steatoepatosi non alcolica o alcolica dell'ultimo stadio. Se necessario, il terapista che stai vedendo prescriverà tutti i test e le procedure necessari. Di solito questo:

  • Ultrasuoni del fegato o di tutti gli organi digestivi;
  • imaging a risonanza magnetica e calcolata, che ti permetterà di visualizzare l'organo in modo più dettagliato (determinare lo stadio della malattia);
  • biopsia: questo metodo diagnostico aiuterà a studiare le cellule del fegato.

La forma non alcolica della malattia non appare rapidamente, tale steatoepatosi si sviluppa molto lentamente e successivamente sfocia in una forma cronica.

Procedure di guarigione

Il trattamento dovrebbe includere una serie di procedure volte a:

  • eliminazione di fonti, degenerazione grassa del fegato;
  • la lotta contro l'alcolismo, se necessario per il paziente;
  • rinnovo delle cellule d'organo;
  • ripristino del normale funzionamento;
  • eliminazione o almeno rallentamento dei processi distruttivi nell'organo;
  • normalizzazione di tutti gli organi del tratto digestivo;
  • miglioramento della salute.

A tutto quanto sopra, vengono aggiunti cibo dietetico e moderata attività fisica, nonché farmaci (steroidi anabolizzanti, vitamine B12, agenti antibatterici e altri) e, se necessario, misure di fisioterapia (viaggi in camere a pressione, ozono terapia ed esposizione a ultrasuoni).

La malattia è curabile nelle prime due fasi. Nell'ultima fase, la malattia è curabile solo se un fegato sano viene trapiantato nel paziente e attecchisce in modo sicuro. Prima inizia il trattamento, più velocemente la persona migliora..

Una corretta alimentazione per la degenerazione grassa

Se la malattia si sviluppa a causa dell'eccessivo consumo di alcol, quindi, è necessario escludere completamente le bevande alcoliche. Se a causa di una dieta scorretta, dovresti dimenticare il cibo spazzatura.

La dieta per la steatosi diffusa comporta la limitazione del consumo di alimenti che contengono una grande quantità di grassi e l'aumento dei prodotti lattiero-caseari e del latte fermentato. Ciò ridurrà il carico sul fegato e aiuterà a rimuovere le sostanze tossiche dal corpo. Il compito principale è che il fegato normalizzi le sue funzioni.

Devi mangiare porzioni frazionalmente piccole 4-5 volte al giorno.

Prodotti da dimenticare:

  • bevande alcoliche e gassate;
  • legumi;
  • funghi;
  • speziato (aglio, rafano, pepe);
  • caffè;
  • verdure e succhi aspri (pomodoro, mele);
  • dolci (gelati, torte, cialde, biscotti, dolci);
  • grassi animali, burro;
  • maionese, ketchup e altre salse;
  • pesce e carne fritti, affumicati, salati.

Alimenti da mangiare ogni giorno:

  • carne e pesce magri al vapore;
  • Latticini;
  • frutta e verdura;
  • miele;
  • pane integrale o integrale.

Durante tale dieta, il cibo deve essere cotto a vapore o cotto nel forno. Anche il consumo di sale dovrebbe essere ridotto al minimo..

Medicina alternativa

Il trattamento con i rimedi popolari è molto popolare, ma non dovresti lasciarti trasportare da questi metodi. Prima di utilizzare i fondi, è necessario consultare uno specialista. È impossibile auto-medicare, poiché ciò può portare a conseguenze avverse.

Diverse ricette per aiutarti a guarire da una malattia:

  1. Il decotto di rosa canina aiuta a purificare il fegato dal grasso. Due cucchiai di rosa canina vengono versati con due bicchieri di acqua bollita e infusi per 8-12 ore. Il prodotto risultante dovrebbe essere bevuto durante il giorno. Il corso del trattamento è di 3 giorni.
  2. Un decotto di fiori e foglie di erba di San Giovanni affronta bene le malattie del fegato.
  3. Tre grandi limoni vengono tritati attraverso un tritacarne o un frullatore e versati con mezzo litro di acqua bollita e infusi per 8-10 ore. Bevi il brodo filtrato per tutto il giorno. Non dovresti bere il brodo per più di 3 giorni, poiché il limone influenzerà negativamente la mucosa gastrica.

Al fine di prevenire lo sviluppo di steatoepatosi non alcolica, è necessario monitorare il peso corporeo, ciò che si mangia e si beve, condurre uno stile di vita sano, praticare sport, non abusare di alcol e farmaci e non dimenticare le visite ai medici. Guarda non solo la tua salute, ma anche la salute dei tuoi cari.

Malattia epatica alcolica e sue forme: epatosi grassa (steatoepatosi), epatite alcolica, fibrosi, cirrosi epatica

L'abuso cronico di alcol, soprattutto a dosi elevate, porta sempre a patologie di organi e soprattutto a malattie del fegato. Il tasso di sviluppo dei cambiamenti patologici negli organi interni e nel tessuto epatico dipende dalla dose di alcol assunto, dalla durata dell'alcolismo, dal metabolismo ereditario dell'etanolo.

Le malattie del fegato associate all'abuso cronico di etanolo sono note come malattie alcoliche del fegato (ABD).

Cosa include il concetto di "malattia epatica alcolica"?

L'ABD può avere molte manifestazioni: da forme più lievi di danno epatico a gravi malattie irreversibili. Il danno epatico iniziale (forme più lievi) nell'ALD progredisce fino a diventare grave con l'alcolismo continuato.

L'epatite alcolica acuta, come forma di ALD, causata da un'eccessiva assunzione di alcol, può diventare cronica. In altri casi, con abuso regolare di etanolo, si osserva un processo graduale di formazione di fibrosi nel fegato e la sua transizione allo stadio di cirrosi epatica.

In questo articolo parleremo della malattia epatica alcolica e inizieremo con le sue manifestazioni più lievi..

Epatosi grassa (degenerazione grassa del fegato)

L'epatosi grassa, o steatoepatosi, è un tipo di ABP, in cui parte degli epatociti (spesso di grandi dimensioni) contiene inclusioni grasse che occupano una parte significativa della cellula.

La degenerazione grassa nel tessuto epatico si sviluppa in più della metà delle persone che abusano regolarmente di alcol.

Se una persona che abusa di alcol rileva contemporaneamente virus dell'epatite parenterale (B o C) nel sangue o è obesa, la steatoepatosi può essere rilevata in oltre il 90% e fino al 100% dei casi..

Sintomi di steatoepatosi alcolica

La malattia epatica alcolica nella fase della steatoepatosi è caratterizzata da una clinica inespressa o addirittura dall'assenza di sintomi evidenti. Il paziente può essere disturbato dalla pesantezza nell'ipocondrio destro, dall'amarezza in bocca. Spesso l'ABP in questa fase del processo si manifesta con moderata intolleranza a grassi, fritti, debolezza, nausea periodica e diminuzione dell'appetito durante un'esacerbazione. Una sensazione di pesantezza nell'epigastrio, malessere, aumento della fatica - può anche essere rilevata in un paziente con questa forma di ABP.

Diagnostica della steatoepatosi

Consiste in uno studio sugli ultrasuoni (ultrasuoni) e una valutazione degli enzimi epatici (ALT e AST possono essere entro limiti normali o moderatamente aumentati). Spesso con questa forma di ABP, vengono registrati livelli elevati di GGT e bilirubina.

Con la cessazione dell'effetto dell'alcool, la steatoepatosi può subire uno sviluppo inverso e non si osservano ulteriori progressi di ABP. E viceversa, con la continua alcolizzazione cronica, l'ABP (fegato grasso) passa alla fase successiva.

Trattamento della steatoepatosi

Il trattamento della degenerazione grassa del fegato della genesi alcolica include necessariamente una raccomandazione per escludere l'assunzione di alcol. Una dieta importante nella terapia dell'ABD nella fase della steatoepatosi è una dieta che limita i grassi animali e gli alimenti ipercalorici. Anche l'esercizio ottimale è importante..

Il trattamento farmacologico del danno alcolico al fegato in questa fase consiste nell'uso di epatoprotettori, enzimi.

Epatite alcolica

La forma di malattia epatica alcolica, in cui si osservano cambiamenti infiammatori negli epatociti, è chiamata epatite. Con un eccesso alcolico acuto (assunzione di grandi quantità di alcol), si può formare epatite alcolica acuta. Inoltre, l'epatite acuta può svilupparsi sullo sfondo di una malattia alcolica cronica..

Con l'epatite alcolica, si osserva la distrofia a palloncino delle cellule del fegato. L'alcol aiuta a innescare i processi autoimmuni nel fegato.

Il prodotto metabolico dell'etanolo (acetaldeide) ha un effetto tossico sulle cellule del fegato, interrompe il metabolismo di molte proteine ​​ed enzimi coinvolti nel garantire le funzioni cellulari di base degli epatociti.

Epatite acuta: sintomi e manifestazioni

L'epatite acuta della genesi alcolica si manifesta con sintomi di intossicazione, aumento delle dimensioni del fegato e ingiallimento della pelle. Questa forma di ABP è accompagnata da sintomi come nausea, diminuzione dell'appetito, vomito, pesantezza nell'ipocondrio destro, febbre, debolezza grave, malessere.

L'epatite alcolica acuta è una condizione molto pericolosa che in alcuni casi può essere fatale.

Il decorso grave dell'epatite è accompagnato da un pronunciato aumento degli enzimi epatici, il livello di frazioni di bilirubina dirette e indirette, GGT. Con questa forma di ABP, albumina e fibrinogeno nel sangue diminuiscono, si osservano spesso complicanze emorragiche

L'ABP sotto forma di epatite cronica si presenta in varie forme.

Fibrosi epatica alcolica

La condizione del tessuto epatico nell'ABD, in cui si osserva la sostituzione del parenchima normale con il tessuto connettivo, è chiamata fibrosi. La fibrosi epatica in ABD si forma gradualmente, nel corso degli anni, a causa dell'infiammazione cronica degli epatociti e della loro successiva morte.

L'alcol è uno dei fattori causali nell'innescare i processi fibro-distrofici nel fegato, nell'aumentata formazione di fibrina e nell'accumulo di proteine ​​di collagene.

I sintomi che indicano la presenza e il progresso della fibrosi epatica nell'ABD, di regola, aumentano lentamente, per diversi anni e persino decenni (il tasso di progressione dei cambiamenti fibrotici è individuale, dipende da molti fattori: caratteristiche ereditarie del metabolismo dell'etanolo, presenza di patologia concomitante, durata del servizio e dose alcool consumato).

Con un rapido sviluppo, la fibrosi può formarsi fino a dieci anni.

I sintomi della fibrosi epatica nell'ABD comprendono debolezza progressivamente crescente, grave malessere, digestione alterata del cibo, in particolare cibi grassi, fritti, tendenza a perdere feci e gonfiore. Di norma, non si osserva dolore acuto nell'area del fegato. Un paziente con fibrosi epatica di natura alcolica può notare gravità nell'epigastrio, ipocondrio destro (non sempre).

Cirrosi epatica alcolica

L'assunzione regolare di alcol, specialmente nelle persone che soffrono di dipendenza da alcol, in oltre il 10-15% dei casi porta alla formazione di cirrosi epatica. La cirrosi epatica è uno stadio irreversibile della malattia epatica alcolica, in cui il normale parenchima epatico viene gradualmente sostituito dal tessuto connettivo con la formazione di nodi (cirrosi nodulare piccola e grande). Cirrosi epatica - una forma irreversibile di ABP.

Con la cirrosi alcolica, c'è un esaurimento del letto vascolare e una ristrutturazione prevalentemente micronodulare del fegato. Successivamente, con la progressione della cirrosi epatica, si formano nodi più grandi. I nodi e il tessuto fibroso non possono svolgere funzioni specifiche inerenti agli epatociti (cellule epatiche). Pertanto, con questa forma di malattia epatica alcolica, iniziano a manifestarsi gradualmente sintomi caratteristici..

La cirrosi epatica alcolica, oltre ai sintomi caratteristici di steatoepatosi ed epatite, si manifesta con insufficienza epatica, segni di ipertensione portale, compromissione della coagulazione e altri sistemi del corpo.

I sintomi di danno al fegato e altri organi con cirrosi epatica di natura alcolica possono aumentare lentamente, spesso i pazienti cercano aiuto medico già nella fase di ipertensione portale e gravi sintomi di intossicazione (stadio avanzato).

Segni di cirrosi

L'aspetto delle vene del ragno, più nell'area decollete e nella metà superiore del corpo, è caratterizzato da eritema palmare (arrossamento della pelle dei palmi), manifestazioni dermiche emorragiche. Le emorragie nella cirrosi sono associate a una violazione della sintesi dei fattori di coagulazione nel fegato e all'inibizione del lignaggio piastrinico (una diminuzione del numero di piastrine).

Lo stadio cirrotico di ABD è anche caratterizzato dai seguenti sintomi: un aumento del volume dell'addome dovuto all'ascite formata (accumulo di liquido nella cavità peritoneale), alla comparsa di edema agli arti inferiori, un pronunciato ispessimento dei vasi venosi della parete addominale anteriore.

Inoltre, i sintomi dell'ipertensione portale nell'ABD comprendono lo sviluppo del flusso sanguigno collaterale, che è caratterizzato dalla comparsa di vasi venosi emorroidali varicosi e inferiori..

La presenza di collaterali venosi dilatati porta alla possibilità di sanguinamento grave dai vasi emorroidali ed esofagei (sanguinamento gastrointestinale acuto).

Principi di diagnostica dell'UPS

La diagnostica dell'epatite cronica e della cirrosi epatica, accompagnata dalla ristrutturazione morfologica dei tessuti e dai cambiamenti nell'architettura delle cellule, la formazione di nodi (con cirrosi epatica), si basa sull'uso di tecniche invasive e non invasive.

I metodi non invasivi per la diagnosi di ABD comprendono ecografia ed elastometria (fibroscanning) del fegato. Queste tecniche consentono di diagnosticare la presenza e il grado di fibrosi nel fegato, un aumento delle sue dimensioni, la presenza di trasformazione nodulare, un cambiamento nel diametro delle formazioni vascolari e dei dotti biliari.

La biopsia epatica con puntura con ABP (metodo invasivo) viene eseguita in assenza di controindicazioni a questo tipo di studio per chiarire la diagnosi (diagnosi differenziale di epatite cronica e cirrosi, determinazione del tipo di trasformazione cirrotica del fegato).

Una biopsia viene eseguita attraverso una puntura, che viene esaminata al microscopio.

A complemento dello studio sulle malattie epatiche della genesi alcolica è la determinazione dei cosiddetti marker di fibrosi epatica nel siero del sangue. Esistono diversi test e metodi che consentono, in base a parametri biochimici, nonché età, sesso, peso corporeo, di valutare il grado e la probabilità di alterazioni fibrosclerotiche in un particolare paziente con malattia epatica alcolica.

Principi di trattamento per la malattia epatica alcolica

Il trattamento per ABD, come menzionato sopra, include necessariamente il rifiuto di qualsiasi dose di alcol. È stato dimostrato che il continuo alcolismo porta inevitabilmente alla progressione dei cambiamenti cronici nel fegato, alla cirrosi epatica..

Si raccomanda, se possibile, di evitare i farmaci epatotossici, che possono aggravare la patologia epatica esistente. Quando si prescrivono farmaci per altre malattie, come prescritto da un medico, è necessario tenere conto della loro possibile epatotossicità.

La dieta e la quantità ottimale di vitamine e minerali sono importanti. Le sostanze estrattive sono escluse dalla dieta, i grassi animali refrattari, le carni affumicate e gli alimenti fritti sono fortemente limitati. Assunzione di cibo frazionata consigliata, in piccole porzioni.

In caso di alterata digestione del cibo, tendenza alla diarrea, prescrivere preparati enzimatici durante i pasti.

Un aspetto importante nel trattamento della malattia epatica alcolica sono gli epatoprotettori di vari gruppi, che vengono utilizzati come prescritto da un medico. La durata e il dosaggio degli epatoprotettori sono prescritti dal medico.

Quando compaiono i sintomi dell'ipertensione portale, vengono utilizzati i diuretici, una dieta.

Il trattamento delle malattie del fegato di origine alcolica viene effettuato in regime ambulatoriale o in ospedale (epatite alcolica acuta, esacerbazione della cirrosi epatica e comparsa di complicanze).

Quando compaiono complicanze della cirrosi epatica (sanguinamento dalle vene varicose) o per la prevenzione delle complicanze, vengono utilizzati metodi chirurgici di trattamento.

Cambiamenti epatici diffusi in base al tipo di steatoepatosi: che cos'è?

La steatoepatosi è un disturbo caratterizzato dall'accumulo di lipidi nelle cellule del parenchima epatico.

Come risultato della progressione di questa patologia, c'è una graduale degenerazione degli epatociti nelle cellule adipose, che perdono la loro funzionalità. Le cellule rinate smettono di partecipare alla sintesi di colesterolo e proteine.

Lo sviluppo della malattia può provocare la comparsa di insufficienza epatica e cirrosi.

L'aspetto della malattia è dovuto a cambiamenti distrofici nel tessuto della ghiandola e interruzioni nei processi di metabolismo lipidico delle cellule del fegato.

Le ragioni per lo sviluppo della steatoepatosi, i suoi tipi

La steatoepatosi epatica si verifica più spesso per due motivi: l'abuso di bevande alcoliche da parte degli adulti e una violazione del metabolismo dei lipidi e dei carboidrati nel corpo del paziente.

Inoltre, ci sono molti fattori in grado di provocare il fegato grasso. Uno di questi motivi può essere l'uso a lungo termine di farmaci anti-tubercolosi e anti-cancro, nonché farmaci usati nel trattamento dei disturbi ormonali..

Questi farmaci possono avere un effetto significativo sullo stato del corpo, avvelenandolo con composti tossici.

Ulteriori motivi per lo sviluppo dell'obesità possono essere:

  • diete monotone;
  • fame;
  • eccesso di cibo.

Queste ragioni provocano l'interruzione del sistema enzimatico..

L'eccessivo accumulo di lipidi nel tessuto epatico è causato da:

  1. Cambiamenti ormonali.
  2. Condurre uno stile di vita sedentario e mangiare molti cibi grassi.
  3. La presenza di malattie croniche dei polmoni e del sistema cardiovascolare.
  4. Disturbi nel funzionamento del pancreas.
  5. Malattia della tiroide.

Il gruppo a rischio per lo sviluppo dell'obesità del parenchima epatico comprende persone che conducono uno stile di vita sedentario e trascurano le regole di una corretta alimentazione, oltre a consumare bevande alcoliche.

Inoltre, il gruppo a rischio comprende pazienti affetti da diabete mellito e altre patologie croniche..

Varietà della malattia e stadio del suo sviluppo

Esistono due tipi di malattia: steatoepatosi alcolica e non alcolica.

Un tipo di patologia alcolica si sviluppa a seguito di abusi regolari e frequenti di bevande alcoliche. Il fegato produce uno speciale enzima che assicura la lavorazione del 90% dell'alcool etilico consumato.

Durante la lavorazione, il composto chimico specificato viene trasformato in una sostanza tossica - acetaldeide, che ha la capacità di accumularsi nella ghiandola, il che porta ad un aumento del volume degli epatociti.

Questa situazione provoca lo sviluppo dell'epatomegalia. Gli epatociti ingranditi aumentano l'accumulo di grandi quantità di lipidi, il che porta allo sviluppo di steatoepatosi alcolica.

Il tipo di disturbo non alcolico si sviluppa per altri motivi che non sono associati al consumo di alcol. La malattia non appare all'improvviso, il suo sviluppo si verifica per un lungo periodo di tempo, trasformandosi gradualmente in una forma cronica.

Allo stesso tempo, non ci sono sintomi pronunciati, questo porta al fatto che un cambiamento diffuso nel fegato dal tipo di steatosi viene rilevato più spesso per caso durante l'esame del paziente per altre malattie.

Nel processo di progressione della malattia, i medici distinguono tre gradi:

Lo stadio focale dello sviluppo è caratterizzato dalla sconfitta di singole aree del parenchima epatico. Gli accumuli di grasso si trovano solo all'interno degli epatociti. I cambiamenti diffusi nel fegato dal tipo di steatoepatosi sono caratterizzati da danni all'intera ghiandola e dal suo aumento più volte. Lo stadio focale della progressione della patologia è caratterizzato dalla formazione di neoplasie benigne nel tessuto epatico..

I cambiamenti nel fegato e la morte graduale degli epatociti portano alla loro sostituzione con tessuto fibroso e allo sviluppo dell'epatofibrosi.

L'emergere di alterazioni epatiche diffuse del tipo di steatoepatosi è possibile sotto l'influenza di un fattore geneticamente determinato. Se uno dei genitori ha anomalie patologiche, nei loro figli può svilupparsi un disturbo simile..

Sintomi di steatoepatosi epatica

Nelle fasi iniziali dello sviluppo della forma non alcolica di steatoepatosi, di solito non ci sono segni caratteristici del processo patologico..

Con una progressione prolungata della malattia, i sintomi iniziano a manifestarsi sotto forma di attacchi di nausea e voglia di vomitare, si osserva una rottura, i cambiamenti di consistenza delle feci, l'appetito diminuisce, appare una sensazione di pesantezza nell'ipocondrio destro e viene registrata la formazione di vene del ragno sulla superficie della pelle. Inoltre, esiste un tale segno di steatoepatosi, come l'ittero..

I rischi di sviluppare una forma alcolica di patologia aumentano significativamente quando gli uomini consumano 80 g di alcol dagli uomini e 50 g dalle donne ogni giorno. Lo sviluppo di una varietà analcolica della malattia è più spesso osservato nella parte femminile della popolazione.

Quando si esegue la diagnostica iniziale, non si deve dimenticare che questi sintomi possono essere una conseguenza dello sviluppo di altre malattie e patologie nel corpo..

Per confermare la diagnosi, è necessario un esame speciale del corpo utilizzando metodi diagnostici di laboratorio e strumentali..

Metodi diagnostici

Se sospetti la presenza di steatoepatosi, dovresti consultare immediatamente un medico per l'esame e la nomina di un trattamento tempestivo e adeguato..

Prima dell'esame, il medico esamina e intervista il paziente. Al fine di determinare il suo stile di vita, la dieta e la frequenza del bere.

Durante l'esame, il medico esegue un esame mediante palpazione dell'area in cui si trovano il fegato e la milza. Allo stesso tempo, il medico rivela durante l'esame la presenza di segni di etilismo e sintomi dello sviluppo di ittero.

Il medico prescrive i test e gli studi necessari, che possono essere divisi in due gruppi: test di laboratorio e studi strumentali.

Il gruppo di test di laboratorio comprende un esame del sangue generale e biochimico, nonché un'analisi delle urine.

Sulla base dei risultati di un esame del sangue generale, viene determinata la presenza di anemia e un processo infiammatorio nel paziente.

Viene rivelata l'analisi biochimica in presenza di patologia:

  1. Aumentando l'attività degli enzimi epatici, che accelerano il corso delle reazioni biochimiche. Un aumento del numero di enzimi epatici indica la distruzione degli epatociti epatici.
  2. Violazione dei processi del metabolismo delle proteine.
  3. Violazione del metabolismo dei carboidrati.

Inoltre, un esame del sangue biochimico può rivelare la presenza di insufficienza epatocellulare e una diminuzione della funzionalità del parenchima epatico..

Applicazione di metodi strumentali

Ultrasuoni, TC, risonanza magnetica, biopsia ed elastografia sono usati come metodi strumentali per diagnosticare la steatoepatosi..

L'uso degli ultrasuoni consente di esaminare efficacemente tutti gli organi nella cavità addominale. La procedura prevede l'uso di uno speciale dispositivo ecoscandaglio che cattura gli ultrasuoni riflessi dagli organi interni.

Un'ecografia del paziente viene inviata nel caso in cui venga rilevato un aumento delle dimensioni del fegato durante la palpazione e quando si sondano il paziente avverte dolore, inoltre, sono necessari gli ultrasuoni quando si stabiliscono violazioni della composizione biochimica del sangue.

L'uso di un ecoscandaglio ad ultrasuoni consente di rilevare:

  • compattazione del parenchima;
  • un aumento delle dimensioni della ghiandola;
  • la presenza di infiltrazioni grasse;
  • ispessimento irregolare del tessuto epatico nel caso in cui il danno epatico non sia uniforme.

La tomografia computerizzata e la risonanza magnetica sono utilizzate come ulteriori metodi diagnostici e di ricerca. Queste tecniche vengono utilizzate quando sorgono dubbi sull'affidabilità dell'ecografia eseguita, nonché quando si sviluppano lesioni focali e vengono rilevate cisti e altre neoplasie patologiche. Questo metodo diagnostico è controindicato per l'uso in presenza di patologie mentali o comportamenti inappropriati del paziente..

La TC e la RM possono rivelare l'accumulo di grasso e l'ispessimento del sistema vascolare.

La biopsia viene utilizzata in situazioni estreme, a causa della dolorosità della procedura per l'assunzione di biomateriale per la ricerca. Quando si utilizza una biopsia, si dovrebbe tener conto della possibile presenza di controindicazioni nel paziente alla sua nomina..

L'elastografia è un'alternativa non invasiva alla biopsia sicura e indolore.

Metodi di terapia patologica

Come trattare la steatoepatosi è una domanda che preoccupa qualsiasi paziente a cui sia stata diagnosticata tale diagnosi.

Quando si eseguono interventi terapeutici, l'opzione migliore è utilizzare un approccio integrato. Nel processo di trattamento, insieme al trattamento farmacologico, dovrebbe essere utilizzata una dieta rigorosa e una medicina tradizionale relativamente economica ed efficace..

Questo approccio accelererà in modo significativo il processo di recupero e ripristino delle funzioni dell'organo danneggiato..

L'uso di droghe nel trattamento della steatoepatosi

Nel prescrivere il trattamento farmacologico, il medico deve innanzitutto garantire una protezione affidabile delle cellule del parenchima epatico dalla degenerazione degenerativa progressiva..

A tale scopo vengono utilizzati fosfolipidi essenziali, preparati contenenti acido ursodesossicolico, preparati contenenti aminoacidi trasformati e medicinali a base di erbe, che contribuiscono al ripristino del parenchima epatico e al deflusso della bile..

La maggior parte dei pazienti che hanno riscontrato questa patologia durante il trattamento lasciano un feedback positivo sull'applicazione di un approccio integrato allo svolgimento delle procedure mediche.

I medicinali più comuni contenenti fosfolipidi essenziali sono:

  1. Essentiale Forte.
  2. Livenziale.
  3. Essliver Forte.
  4. Phosphogliv.
  5. Rezalut pro.
  6. Antraliv.

Il gruppo di preparati a base di erbe che migliora il deflusso della bile e aiuta a ripristinare la funzionalità epatica includono:

Il gruppo di fondi contenenti acido ursodesossicolico comprende:

Le medicine contenenti aminoacidi trasformati sono:

Oltre a questi medicinali, i medici possono raccomandare di assumere integratori alimentari contenenti una grande quantità di componenti biologicamente attivi come terapia di mantenimento, i più popolari tra questi sono Ovesol e Gepagard attivi per la steatoepatosi..

Dopo aver normalizzato lo stato dell'organo e fornito protezione epatica da ulteriori distruzioni, i medici adottano misure per aumentare la sensibilità delle cellule all'insulina, il che consente di ridurre la quantità di zuccheri nel plasma sanguigno. Ridurre la quantità di zucchero nel sangue aiuta a ridurre il carico sulla ghiandola. A tale scopo vengono utilizzati farmaci ipoglicemizzanti: metformina e Siofor..

Nella stessa fase della terapia farmacologica, vengono prescritti farmaci che riducono la quantità di lipidi nel corpo. Questi farmaci sono statine - Atorvastatina e Rosuvastatina, fibrati - Emofibrato e Clofibrato.

Se è necessario ridurre il peso corporeo del paziente, utilizzare Orlistat e Sibutramina.

Per ridurre gli effetti negativi dei farmaci assunti, vengono prescritti farmaci antiipossici Carnitina, Trimetazidina, Ipossene e Actovegin.

Dieta per steatoepatosi

Con l'individuazione tempestiva di una tale patologia della steatoepatosi, può essere curata abbastanza facilmente.Molto spesso, per questo nelle prime fasi della progressione della malattia, sarà sufficiente cambiare radicalmente lo stile di vita e la dieta.

La dieta è un must nel trattamento completo.

L'alimentazione dietetica è la base per una lotta efficace contro questa patologia. Dopo essere passati a una dieta speciale e soggetti a una maggiore attività fisica, i miglioramenti nel paziente vengono rivelati una settimana dopo, dopo l'inizio delle misure terapeutiche.

L'uso di una dieta dietetica aiuta a normalizzare i processi metabolici, inoltre migliora il lavoro del tratto digestivo.

Quando si segue una dieta, è necessario ridurre l'assunzione di cibo e passare a una dieta frazionata. Dovresti mangiare 5-7 volte al giorno, ma la quantità di cibo consumata alla volta dovrebbe essere piccola.

Nella dieta, è necessario limitare il consumo di zucchero e sale; i cibi grassi e fritti devono essere esclusi dal menu. La base sul tavolo dovrebbe essere piatti bolliti e al forno.

Dovresti anche rinunciare a spezie piccanti, sottaceti e cibi in salamoia. Tali piatti portano all'irritazione della mucosa e provocano un aumento della secrezione biliare, che è indesiderabile in presenza di colecistite..

E il numero di prodotti consumati è importante per eliminare completamente l'alcol, così come il tè e il caffè. Il cacao e il cioccolato sono vietati.

In presenza di steatoepatosi, l'assunzione giornaliera di grassi non deve superare gli 80 g, mentre un terzo di questa quantità dovrebbe essere di origine vegetale, le proteine ​​nella dieta dovrebbero essere di 120 g e i carboidrati dovrebbero essere di 250-300 g.

Metodi alternativi per il trattamento della steatoepatosi

L'auto-trattamento con metodi popolari di questa patologia è severamente vietato, a causa dell'elevato grado di pericolo che la malattia rappresenta per il corpo.

L'assunzione di qualsiasi rimedio popolare è consentita solo con l'approvazione di un medico.

Molto spesso, durante la terapia, i farmaci vengono utilizzati a base di piante medicinali come cinorrodi, fiori di immortelle, cardo mariano, tè verde, radici di tarassaco, seta di mais, curcuma, noci, avena, radici di bardana e alcuni altri..

Decotti, infusi, succhi e gelatine sono preparati da questi componenti..

La prognosi per il trattamento della malattia è favorevole, soprattutto se viene rilevata in una fase precoce della progressione. Pertanto, la steatoepatosi non influisce in modo significativo sull'aspettativa di vita del paziente. Le sue prime fasi sono abbastanza facili da curare e, con un cambiamento nello stile di vita e nella dieta, non ricorda più se stesso.

steatoepatite

Tutto il contenuto di iLive viene esaminato da esperti medici per garantire che sia il più preciso e fattuale possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione di fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti cliccabili a tali studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

La steatoepatite è una fase di transizione della malattia dalla steatosi alla cirrosi. Questa patologia colpisce le cellule del tessuto epatico, espressa come processo infiammatorio che si sviluppa sulla base della degenerazione grassa. L'unica buona notizia è che questo processo è ancora reversibile (a differenza della cirrosi epatica).

Codice ICD-10

Poiché il codice ICD-10 (Classificazione internazionale delle malattie) non ha una singola designazione, oggi il codice più comune è K76.0 - degenerazione epatica grassa, non classificata altrove..

Codice ICD-10

Cause di steatoepatite

Per fermare efficacemente il problema, è necessario avere un'idea sia della malattia stessa che delle fonti che la generano..

Questa patologia è un'infiammazione nei tessuti del fegato che si verifica sullo sfondo della degenerazione delle cellule adipose del fegato. I medici sono divisi in diversi tipi, che causano varie patologie. Cause di steatoepatite.

  1. Genesi Alcolica. Quasi ogni terza persona che abusa di bevande alcoliche può osservare lo sviluppo di questa deviazione.
  2. Genesi metabolica - patologia basata su disturbi nei processi metabolici.
    1. Peso corporeo eccessivamente grande.
    2. Carenza di proteine.
    3. Carenza di insulina nel corpo, causando diabete.
    4. Rapida perdita di peso.
    5. Sciopero della fame.
    6. Fallimento del metabolismo lipidico (grasso) - dislipidemia.
    7. Sostituzione completa della nutrizione naturale del paziente con somministrazione parenterale di cibo (bypassando il sistema digestivo). Questa è principalmente la via endovenosa..
    8. Iniezione prolungata e ripetuta di glucosio in una vena.
  3. Impronta medicinale della malattia. Un certo numero di farmaci può causare avvelenamento con composti chimici (intossicazione) e infiltrazioni di grasso, dovuto all'aumento dell'accumulo di componenti lipidici nelle cellule del fegato. Tali conseguenze possono essere osservate dopo aver assunto alcuni farmaci:
    1. Citostatici che bloccano la capacità della cellula di dividersi.
    2. Glucocorticoidi, che influenzano direttamente lo sfondo ormonale umano.
    3. Un certo numero di farmaci antibiotici.
    4. Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) usati come antidolorifici, farmaci antinfiammatori e antipiretici.
  4. Anche l'intervento chirurgico eseguito sugli organi del tratto gastrointestinale è in grado di provocare questa deviazione, specialmente nel caso di una parziale rimozione dell'intestino tenue.
  5. La diverticolosi, una deviazione ottenuta dalla formazione di un aspetto sacculare della parete dell'intestino tenue, può anche diventare la causa della degenerazione. Allo stesso tempo, c'è un aumento della colonia di microrganismi patogeni nell'intestino..
  6. Patologia di Wilson-Konovalov associata a cambiamenti nel normale scambio di rame.
  7. E una serie di altri fattori. Tutte le fonti della medicina moderna non sono ancora conosciute per certo.

Sintomi di steatoepatite

I sintomi della steatoepatite alcolica o analcolica sono quasi identici. Sviluppandosi sullo sfondo di un consumo prolungato di alcol, che porta a interruzioni dei processi metabolici (compresi i lipidi), i cambiamenti in questione colpiscono principalmente il fegato. Dopotutto, sono le "abitudini" del corpo e l'alcool etilico ad entrare viene neutralizzato qui. Con un regolare attacco di alcol, l'organo smette di far fronte alla pulizia del corpo e le sue cellule iniziano a subire danni. Smettono di funzionare e il grasso inizia gradualmente ad accumularsi in superficie. A poco a poco, il processo di cummulazione porta al verificarsi di un processo infiammatorio e se non viene trattato, un'ulteriore progressione può portare a una malattia più grave: la cirrosi. Questo è già un processo irreversibile in cui il tessuto epatico parenchimale degenera con strutture connettive fibrose o lo stroma.

Lo sviluppo della forma analcolica è simile, con solo il catalizzatore del problema modificato..

I principali sintomi della steatoepatite:

  • Nella zona del fegato (sotto l'ipocondrio destro), inizia a sentire dolore doloroso.
  • Appare debolezza generale.
  • Nausea.
  • Si osserva perdita di peso.
  • Possono comparire segni di diarrea.
  • La pelle diventa giallastra.
  • Ma uno dei principali indicatori della patologia, sia con tracce alcoliche che non alcoliche della malattia, è un aumento dei parametri dimensionali del fegato, che è facilmente determinato anche dalla palpazione. Quando si preme su un organo malato, il paziente avverte un aumento dei sintomi del dolore.

Steatoepatite non alcolica

Il nome del tipo di patologia parla da solo: la steatoepatite non alcolica, cioè una fonte non associata alle bevande alcoliche è diventata il catalizzatore delle deviazioni dalla norma. Ha un altro termine: metabolico.

Questo tipo di malattia si trova più spesso nel gentil sesso, dotato di forme sinuose. È sovrappeso (obesità) che provoca il suo inizio e la sua progressione. E anche una predisposizione ereditaria è in grado di provocare una malattia.

Il motivo può essere organico: il paziente ha una storia di ipotiroidismo, alterato metabolismo proteico (può essere il risultato di una “seduta” impropria su varie diete o di una vera fame), diabete mellito. L'amore del paziente per i cibi grassi può anche essere una fonte..

L'essenza del meccanismo patologico è una violazione della risposta metabolica all'insulina endogena o esogena (insulino-resistenza). Questa malattia è irta del pericolo non solo di un alto rischio di sviluppare la cirrosi, ma anche di un aumento della probabilità di disturbi nel lavoro del sistema cardiovascolare, poiché un malfunzionamento del metabolismo lipidico provoca una progressione accelerata dell'aterosclerosi.

Per lo più una persona con malattia del fegato grasso di genesi non alcolica, con il suo decorso cronico, potrebbe non essere nemmeno a conoscenza del suo problema. In questo caso, il quadro clinico non è molto pronunciato e non causa molto disagio alla persona. In questa situazione, può essere riconosciuto solo durante un esame di routine..

La situazione è molto più complicata quando si diagnostica l'infiammazione delle strutture epatiche con piccole inclusioni lipidiche vescicolari. Questa patologia può causare bassa pressione sanguigna, vertigini e svenimenti, comparsa di sanguinamento interno o sviluppo di calcoli biliari..

Steatoepatite alcolica

Questo tipo di patologia viene di solito diagnosticato in ogni terza persona con una dipendenza speciale dal "serpente verde". Allo stesso tempo, fondamentalmente non beve bevande forti o birra a basso contenuto di alcol.

L'alcol etilico si scompone quasi completamente nel fegato. Ma se l'alcol è in eccesso, le cellule del fegato non sono in grado di elaborarlo qualitativamente. Si verifica un fallimento, la loro struttura cellulare inizia a collassare, compaiono i sintomi del dolore. Una persona sente perdita di peso, appare il giallo della pelle, eruttazione, liquefazione delle feci, bruciore di stomaco è meno comune.

Negli studi di laboratorio, la steatoepatite alcolica si manifesta con un aumento del numero di esami del fegato, una diminuzione del livello di emoglobina e lo sviluppo della leucocitosi.

Inizialmente, la terapia per questo tipo di malattia comporta il rifiuto dell'alcool, e quindi al paziente vengono offerti sia il trattamento farmacologico che il cibo dietetico.

Steatoepatite grassa

La patologia in esame, oltre a quanto sopra, ha una serie di altri nomi: fegato grasso o degenerazione del fegato grasso, causata dalla degenerazione o dalla degenerazione delle strutture cellulari. Dopo la comparsa della biopsia negli anni sessanta del secolo scorso, questa patologia è stata isolata come una malattia separata..

La principale caratteristica della patologia in esame è la comparsa di depositi lipidici nella zona cellulare o intercellulare. Il parametro morfologico è la presenza di trigliceridi nell'organo in esame, più di un decimo della massa secca. I medici dividono questa patologia in alcune fasi della progressione: 1.

Aumento del contenuto lipidico delle cellule del fegato. Allo stesso tempo, la struttura degli epatociti e il loro lavoro sono rimasti intatti, non è stata osservata la reazione mesenchimale (stromale - vascolare) delle cellule. 2.

Vi è un aumento del contenuto lipidico degli epatociti, compaiono i primi segni di necrosi cellulare e si verifica una reazione mesenchimale (stromale - vascolare) delle cellule. 3.

Stadio di sviluppo precirrotico. Si osserva un riarrangiamento irreversibile della struttura lobulare dell'organo.

Steatoepatite cronica

La natura cronica della steatoepatite si sviluppa sulla base della costante intossicazione da alcol nel corpo e colpisce dal 20 al 30% delle persone che soffrono di dipendenza da alcol.

Quasi completamente, mediante ossidazione con enzimi speciali, l'alcol etilico viene metabolizzato nei tessuti del fegato. Un eccessivo carico di alcol sul corpo provoca un malfunzionamento dell'organo, a seguito del quale inizia un lento processo infiammatorio, che porta a una deviazione dal normale funzionamento di una serie di funzioni epatiche.

Tale paziente inizia a lamentare dolore nell'ipocondrio destro, ingiallimento della pelle e disturbi dispeptici.

Se non viene effettuato un trattamento tempestivo, lo stadio cronico della malattia, prima o poi, può svilupparsi in manifestazioni cirrotiche, che non consentono più di ripristinare l'integrità e la funzionalità iniziale del fegato.

Steatoepatite di attività minima

Sullo sfondo dell'automazione generale, le persone moderne stanno iniziando sempre più a soffrire di ipodynamia, che si sviluppa sullo sfondo di uno stile di vita sedentario: da un piano all'altro con l'ascensore, andando al lavoro nei trasporti. Molti dei nostri connazionali immaginano la loro vacanza solo come un momento sdraiati sul divano davanti alla TV. Un simile approccio alla vita non può che influenzare lo stato di tutto l'organismo e il lavoro degli organi interni, in particolare.

Alimenti grassi e ipercalorici e uno stile di vita sedentario, tutto ciò si aggiunge alla comparsa di chili in più. Ma le cellule adipose iniziano a "stabilirsi" non solo nella regione sottocutanea, ma anche sugli organi stessi. Sono i depositi lipidici nella zona cellulare e intercellulare dei tessuti renali che danno slancio alla progressione della patologia in esame..

Steatoepatite moderata

Si osserva un lieve o moderato grado di sviluppo della malattia nel 10,6% dei casi, la patologia in esame si manifesta soprattutto sullo sfondo della steatosi progressiva, colpendo gli epatociti della zona perivenolare e subendo cambiamenti apoptotici.

La ricerca e il monitoraggio in corso di numerosi casi della malattia confermano le recenti assunzioni dei medici sulla steatoepatite come ponte dalla steatosi alle trasformazioni cirrotiche..

Con un determinato grado di malattia, non esiste praticamente alcuna sintomatologia patologica, che impedisce la diagnosi precoce. In questa fase, la malattia può essere rilevata solo per caso durante un esame di routine, quindi non dovrebbe essere ignorata.

Steatoepatite durante la gravidanza

Questa patologia in una donna che sta portando il suo bambino può essere di natura genetica (cioè una predisposizione ereditaria a questa malattia), o svilupparsi sullo sfondo di un'altra malattia del fegato, che la ragazza potrebbe aver avuto prima del momento del concepimento.

Anche l'assunzione di una serie di farmaci (complessi vitaminici e minerali) può provocare un problema. Un certo numero di multivitaminici per donne in gravidanza contengono tali composti chimici che il corpo femminile in uno stato di maggiore stress (che è la gravidanza) non è in grado di elaborare.

Ci sono casi frequenti in cui, a causa della sua incompetenza, il medico stesso prescrive dosi maggiori di farmaci per una donna incinta.

Non bisogna dimenticare che, a causa di molte credenze errate, alcune donne e i loro parenti credono ancora che una donna incinta debba mangiare per due durante questo periodo, il che non può influire sul peso totale della futura mamma. Quindi, i depositi patologici nei tessuti del fegato e, di conseguenza, lo sviluppo della malattia considerata in questo articolo in una donna incinta.

Dove ti fa male?

Diagnosi di steatoepatite

La difficoltà di diagnosticare la malattia in questione risiede nel fatto che, nella maggior parte dei casi, ha un tasso di sviluppo piuttosto basso e per il momento non ha un quadro clinico chiaro, che non si mostra in alcun modo.

Principalmente, l'unico segno può essere il dolore alla palpazione e per uno specialista è anche un aumento delle dimensioni del fegato, un ispessimento della sua struttura. Pertanto, è possibile rilevare la malattia nelle prime fasi solo durante una visita dal medico durante il successivo esame preventivo o nel caso del trattamento di una persona con un altro problema.

Se il paziente ha già motivo di preoccuparsi, non è necessario posticipare la visita a uno specialista..

La diagnosi comporta un approccio integrato al problema, poiché tali sintomi non sono inerenti a uno, ma a diverse malattie:

  1. Chiarimento dei reclami dei pazienti da parte di uno specialista:
    • Quali sono i sintomi del disagio.
    • Quanto tempo fa sono iniziati gli attacchi.
    • Quali eventi hanno preceduto il prossimo attacco.
  2. Esame dell'anamnesi.
  3. Quali malattie infettive hai avuto?.
  4. Quali farmaci sono stati usati.
  5. C'è una predisposizione ereditaria.
  6. Altro.
  7. Esame (fisico) esterno.
    • La presenza di una cornea ingiallita dell'occhio e della pelle. Intensità dell'ombra.
    • Le condizioni dell'epidermide sono valutate per i graffi.
    • Ottenere un indice del peso del paziente per valutare la presenza di obesità.
  8. Indagare la zona patologica per un ingrossamento del fegato e la manifestazione dei sintomi del dolore.
    • Toccando e sentendo l'addome per misurare le dimensioni della milza e del fegato.
    • Il grado di tocco doloroso.
  9. A causa del fatto che l'alcol può causare alterazioni epatiche, il medico può prescrivere uno studio speciale, il cui risultato dovrebbe essere una risposta alla domanda sulla presenza o l'assenza della dipendenza di una persona dalle bevande alcoliche..
  10. Esame ecografico del fegato. Qui vengono valutati i parametri dimensionali dell'organo, i cambiamenti morfologici e organici che interessano i suoi tessuti.
  11. Vengono eseguiti test di laboratorio per valutare i componenti quantitativi di immunoglobulina A, colesterolo, trigliceridi, fosfatasi alcalina, bilirubina e altri indicatori. In base al grado di deviazione dalla norma, possiamo parlare della presenza di infiammazione in quest'area..
    • Analisi del sangue generale.
    • Chimica del sangue.
    • Esame delle urine.
  12. Se necessario, viene eseguita una biopsia tissutale, che consente di valutare il livello dei cambiamenti patologici e, di conseguenza, la durata del processo infiammatorio.
  13. In determinate circostanze, può essere prescritta la tomografia computerizzata.
  14. Potrebbe essere necessaria una consulenza aggiuntiva da parte di specialisti più focalizzati. Ad esempio, epatologo, terapista, chirurgo, ecc..

Cosa deve essere esaminato?

Come esaminare?

Chi contattare?

Trattamento per steatoepatite

Innanzitutto, è necessario determinare l'origine delle modifiche. Se l'alcol è il catalizzatore del problema, la prima cosa da fare è smettere di bere bevande "cattive"..

Parallelamente, vale la pena eliminare l'effetto tossico sul corpo, aumentando la suscettibilità all'insulina, rafforzando le forze immunitarie, stabilizzando e portando al normale lipide e altri tipi di metabolismo, ripristinando le capacità epatoprotettive del corpo.

Il medico curante raccomanda al suo paziente un'attività fisica moderata costante: camminare, nuotare, ballare, fitness e così via. Se necessario, dovresti normalizzare il tuo peso.

Con questa patologia, il paziente deve necessariamente rivedere la sua dieta. Di solito il medico prescrive "Tabella 5" per tale paziente. La nutrizione dietetica dovrebbe ora diventare un'abitudine permanente. Quando ritorni alla "vecchia vita" (ad esempio, prendendo alcol o cibo illecito), la malattia tende a ritornare e si manifesta con rinnovato vigore.

Viene anche effettuata la terapia farmacologica. Per migliorare la sensibilità all'insulina, vengono prescritti biguanidi: metfogamma, bagomet, siofor, metformina - acri, glucofago, avandamet e altri.

La metformina - acri ipoglicemizzante viene prescritta esclusivamente individualmente per ciascun paziente, ma non più di 3 g al giorno, suddivisa in diverse dosi.

Controindicazioni del farmaco includono la presenza di anamnesi di chetoacidosi diabetica o antenato diabetico, coma, disfunzione del cuore, fegato, organi respiratori e reni, incidente cerebrovascolare acuto, nonché in caso di ipersensibilità ai componenti del farmaco.

Per ridurre l'attività delle aminotransferasi e proteggere dalla distruzione degli epatociti, il medico prescrive farmaci a base di acido ursocolico: ursofalk, ursochol, urdox, acido ursodesossicolico, ursosan. Le capsule di acido ursodesossicolico vengono assunte per via orale a una dose giornaliera, calcolata come 10-15 mg per chilogrammo di peso del paziente. Il farmaco viene ingerito al momento di coricarsi senza masticare, con una quantità sufficiente di acqua. Controindicazioni alla nomina del farmaco in questione includono calcoli biliari positivi ai raggi X, aumento dell'intolleranza da parte del corpo umano di uno o più componenti del farmaco, atrofia della funzione della cistifellea e infiammazione in esso e nei dotti biliari, pancreatite, nonché grave disfunzione epatica e / o renale.

Farmaci epatotropi, normalizza il contenuto di fosfolipidi: colenzima, allochol, tivortin, enerliv, atoxil, polysorb, phosphogliv, livolin forte, forte essenziale, sirina, ribavirina, hepatomax e altri.

Essentiale forte è prescritto in una dose iniziale per pazienti adulti e adolescenti di età superiore ai 12 anni, due capsule tre volte al giorno. Allo stesso tempo, la terapia di mantenimento prevede l'introduzione di una capsula tre volte al giorno. Il medicinale viene utilizzato direttamente durante i pasti, non masticare, insieme a una piccola quantità di acqua. La durata della terapia è di almeno tre mesi. Un farmaco non è prescritto se il corpo è ipersensibile ai suoi componenti.

I farmaci che controllano la quantità di colesterolo nell'aterosclerosi sono le statine. Questo può essere: pravastatina, cerivastatina, fluvastatina, atorvastatina, simvastatina, rosuvastatina, lovastatina e altri.

La fluvastatina è prescritta con una quantità iniziale di 20 mg una volta al giorno (la sera). Se necessario, o in caso di mancato raggiungimento dell'efficacia terapeutica, il medico può raddoppiare il dosaggio.

È controindicato somministrare il farmaco nella fase attiva della malattia epatica, ipersensibilità ai componenti del farmaco o un aumento persistente nell'accumulo di transaminasi sieriche di eziologia sconosciuta, nonché il periodo di lattazione e gravidanza.

La base della terapia è la dieta, ma se non porta a risultati significativi, il medico può introdurre farmaci lipotropici nel protocollo di trattamento, che consentono di normalizzare i processi metabolici e proteggere il fegato dai danni. Questo è silibinin, carsil, legalon, orgitox, legalon, selgon.

L'epatoprotettore Carsil viene prescritto prima dei pasti insieme a una quantità sufficiente di acqua. La durata della terapia è di circa tre mesi.

In caso di danno epatico lieve e moderato, il farmaco viene somministrato alla dose di una - due pillole tre volte durante il giorno, con un danno più grave - quattro pillole, che corrispondono a 420 mg del farmaco, tre volte al giorno.

Dose profilattica - 2-3 compresse al giorno.

Le controindicazioni includono una maggiore intolleranza ai componenti del farmaco e lo stadio acuto di avvelenamento di varie eziologie.

Se necessario, vengono prescritti antibiotici per fermare la riproduzione e l'ulteriore sviluppo della microflora intestinale patogena.

Si usano spesso citoprotettori, composti farmacologici che "proteggono" le cellule del corpo. Questi sono sucralfato, misoprostol, venter, sucrafil, cytotec, alsukral, sukrama.

Misoprostol viene somministrato per via orale alla dose di 0,2 g quattro volte al giorno, l'ultima dose appena prima di andare a letto. Se necessario, il dosaggio può essere modificato, ma questa decisione spetta al medico curante.

Le controindicazioni includono l'intolleranza individuale da parte del corpo umano a uno o più componenti del farmaco, comprese altre prostaglandine e i loro analoghi.

Standard di assistenza medica per la steatoepatite

Cosa si può dire delle misure che dovrebbero essere prese durante la diagnosi della malattia considerata in questo articolo. Prima di tutto, parenti e amici dovrebbero sostenere una persona sia moralmente che fisicamente..

La prima cosa che è necessaria è aderire alla dieta prescritta dal medico - "Tabella numero 5". Il fatto che tutta la famiglia sosterrà il malato in termini di nutrizione non sarà superfluo e neppure gradito..

Molto spesso, questo disturbo nel fegato è di natura benigna, procedendo piuttosto lentamente. Ma ci sono casi di degenerazione in cirrosi e insufficienza epatica. Questo non sarà consentito in nessun caso. E il primo stadio di questo percorso è quello di impedire al processo infiammatorio di progredire nel corpo..

In questo caso, è necessario non solo stabilire la fonte della patologia, ma anche accompagnare le malattie che possono influenzare il corso della terapia, che consiste in tre direzioni principali:

  • Terapia dietetica.
  • Trattamento farmacologico.
  • Attività fisica moderata - esercizi di fisioterapia.

Se possibile, parallelamente a questa patologia, dovrebbe anche essere fermata una malattia che può rallentare l'efficacia del corso del trattamento o diventare un catalizzatore per la sua ricaduta.

  • Cioè, lo standard delle cure mediche:
  • Esame del paziente.
  • Esaminando la sua anamnesi.
  • Diagnosi corretta e ragioni del suo verificarsi.
  • Terapia complessa che consente di arrestare sia il problema principale sia, se possibile, e la patologia concomitante.
  • Rispetto rigoroso delle raccomandazioni dietetiche.

Dieta con steatoepatite

È abbastanza difficile immaginare la medicina moderna senza l'uso di numerose diete sviluppate da specialisti per il sollievo di questa o quella malattia. La moderna terapia dietetica è una leva di influenza abbastanza tangibile su aree dolorose. Con l'aiuto dell'uso corretto e della combinazione di vari prodotti alimentari, diventa possibile migliorare significativamente le condizioni del corpo del paziente, nonché ridurre significativamente la durata del trattamento e della terapia riabilitativa.

Nel caso del nostro problema, il medico prescrive "Dieta n. 5", la cui caratteristica principale è l'esclusione dalla dieta di vari prodotti affumicati, fritti, piccanti e grassi. Al contrario, dovrebbe aumentare la quantità di alimenti ricchi di vitamine, minerali utili e oligoelementi..

Se il paziente è in sovrappeso, il suo menu giornaliero dovrebbe essere calcolato in modo tale che il corpo riceva una quantità sufficiente di sostanze necessarie, eliminando gradualmente i chili in più. È anche necessario assicurarsi che il peso non venga perso troppo rapidamente, anche questo non è accettabile..

La dieta viene selezionata individualmente, tenendo conto della gravità del quadro clinico, della storia gravata e delle caratteristiche individuali della persona. Pertanto, questo appuntamento è la prerogativa diretta di uno specialista qualificato..

La dieta quotidiana deve essere ipocalorica e calcolata come 25 mg per chilogrammo di peso del paziente.

Prodotti ammessi per l'introduzione nella dieta:

  • Prodotti da forno non ricchi: biscotti, pane con segale o farina di frumento.
  • Caffè non molto freddo (preferibilmente con l'aggiunta di latte) o tè.
  • Tè verde.
  • zucchero.
  • È consentito assumere una piccola quantità di burro (non più di 50 g al giorno).
  • Vari succhi di frutta e verdura, succhi di frutta freschi, composte, uncinetti, bevande di frutta.
  • Panna acida, formaggi a pasta dura e ricotta (a basso contenuto di grassi).
  • Brodi vegetali e sulla base di loro zuppe con verdure, puoi aggiungere pasta, cereali vari.
  • Confetture e marmellate.
  • Olio vegetale (non più di 50 g al giorno).
  • Cereali vari.
  • Riduzione del latte grasso e dei latticini.
  • Frutti e bacche dolci, frutta acida dovrebbero essere evitati.
  • Carni magre: coniglio, pollo, tacchino, manzo e così via. Il pollame dovrebbe essere cotto e consumato senza pelle.
  • Tisane e tinture.
  • Verdure fresche e cotte.
  • Miele naturale.
  • Varie verdure.
  • Uovo (preferibilmente una proteina) - non più di una al giorno.
  • Pesce di fiume.

I piatti devono essere cotti sulla base di prodotti bolliti, al vapore o al forno.

Alimenti vietati per l'inclusione nella dieta:

  • Limitare o rimuovere completamente i prodotti dall'impasto al burro. Questi sono pancake, torte, pancake, torte fritte e così via..
  • Brodi ripidi: carne, funghi, pesce.
  • Cioccolato, cacao e caffè.
  • Ortaggi a radice che sono pesanti sul sistema digestivo: ravanelli e ravanelli.
  • Pesce grasso.
  • Verdure in salamoia.
  • Grassi animali e da cucina.
  • Dalle verdure: spinaci, acetosa, cipolla verde.
  • Strutto e carne grassa.
  • Salse piccanti e condimenti.
  • Senape e rafano.
  • Varietà acide di frutti e bacche.
  • Carni affumicate.
  • Conserve di carne e pesce.
  • creme.
  • Tè forte.
  • Uova (in particolare tuorlo), sode o fritte (fritte).
  • Gelato, soprattutto a base di olio di palma.
  • Alcol e bevande gassate.
  • Cibo troppo freddo o troppo caldo.

Articoli Su Epatite