Sintomi di colite dell'intestino nei neonati e nei bambini più grandi, trattamento della malattia

Principale Ulcera

La colite è una lesione infiammatoria dell'epitelio della mucosa dell'intestino crasso. La malattia è più comune nei bambini di età superiore ai 7 anni. Tuttavia, il rischio di colite nei bambini piccoli non è escluso. La malattia diventa spesso cronica. I genitori dovrebbero sapere quali fattori provocano l'insorgenza della colite, essere in grado di determinare i sintomi della malattia e adottare misure tempestive per curarla.

Che cos'è la colite

La malattia è un'infiammazione dell'intestino crasso, che alla fine porta alla distrofia dello strato mucoso. Ciò è pericoloso per lo sviluppo di una disfunzione d'organo completa. Secondo le statistiche, la colite viene più spesso diagnosticata nelle persone di età media e anziana, ma il rischio del suo sviluppo rimane elevato nei neonati e nei bambini in età prescolare. La malattia non ha sintomi specifici. Tutti i segni di colite possono essere osservati in altre malattie del tratto gastrointestinale. La base del quadro clinico è la violazione del movimento intestinale e del dolore addominale.

Sintomi

Più giovane è l'età del bambino, più è difficile determinare l'infiammazione intestinale. Spesso le manifestazioni della malattia sono prese dai genitori come un problema temporaneo. Ciò è particolarmente vero per i bambini: nel loro caso, i sintomi sono sfocati e possono assomigliare alla solita indigestione a causa di una lieve infezione intestinale o una violazione della dieta da parte di una madre che allatta. Questa immagine induce in errore non solo i genitori ma anche i pediatri.

Nei bambini di età superiore a un anno, è più facile identificare la malattia, poiché i sintomi diventano più pronunciati ed è più facile determinare cosa lo preoccupa esattamente del comportamento del bambino a questa età.

I sintomi comuni ai bambini di tutte le età includono:

  1. Movimenti intestinali turbati. I disturbi digestivi possono manifestarsi in modi diversi e si alternano: dalle frequenti feci acquose alla costipazione, che durano diversi giorni.
  2. Aumento della formazione di gas. A causa di una violazione della struttura della mucosa, soffre l'immunità intestinale, che provoca uno squilibrio della microflora. Nota la predominanza di microrganismi patogeni, il risultato della loro attività vitale è un aumento del volume di gas nell'intestino. L'addome del bambino diventa gonfio, la pelle diventa tesa, appare eruttazione, frequenti scariche di gas.
  3. Nausea e vomito si verificano nelle fasi in cui la colite del bambino è in fase di sviluppo: è così che il corpo segnala l'inizio del processo patologico nel tratto gastrointestinale (GIT). Inoltre, il vomito può essere un compagno di colite cronica durante i periodi delle sue esacerbazioni..
  4. Impurità nelle feci - pus, sangue, bile, muco. A volte il numero di inclusioni è così insignificante che la loro presenza può essere determinata solo con l'aiuto di analisi di laboratorio (coprogramma).
  5. La disidratazione si verifica con frequenti feci molli. In questo caso, insieme alle feci, una grande quantità di acqua lascia il corpo. La disidratazione può essere determinata da pelle secca e traballante, odore di acetone dalla bocca, pallore, letargia.
  6. Dolore addominale situato sotto l'ombelico.

Nota. La mucosa intestinale è di grande importanza funzionale: con il suo aiuto si verifica l'assorbimento dei nutrienti. Pertanto, i cambiamenti distrofici in questo organo sono carichi di carenza vitaminica, che si manifesta come un deterioramento delle condizioni della pelle, perdita di capelli e unghie fragili. Nei bambini in età prescolare e in età scolare, la mancanza di vitamine e sostanze nutritive influisce anche sull'attività mentale: diventano dimenticanti, disattenti, irrequieti.

Nei bambini di età inferiore a un anno, ai sintomi si aggiungono rigurgito frequente, ansia, pianto, rifiuto di mangiare, pressione delle gambe allo stomaco.

Le ragioni

Le fonti di infiammazione intestinale nei bambini sono molteplici. La colite acuta è più spesso provocata da agenti patogeni delle infezioni del tratto digestivo:

Inoltre, una forma acuta di colite si sviluppa a causa di gastrite di qualsiasi natura, enterite e gastroenterite. La cronica provoca dissenteria, ascariasi, giardiasi, disfunzione pancreatica e avvelenamento. Fattori di rischio per lo sviluppo di qualsiasi forma di colite:

  • uso a lungo termine di farmaci antinfiammatori, lassativi o antibatterici;
  • grave intossicazione alimentare;
  • nutrizione impropria;
  • introduzione precoce di alimenti complementari;
  • danno intestinale da parassiti (invasione elmintica);
  • allergie di varia natura;
  • stress frequente, sconvolgimento psico-emotivo prolungato;
  • Malattie autoimmuni;
  • eredità gravata;
  • uno stile di vita sedentario (durante l'adolescenza);
  • cattive abitudini della madre durante la gravidanza;
  • anomalie congenite nella struttura dell'intestino;
  • disfunzione dell'intestino di natura poco chiara (nei neonati).

Classificazione

La colite ha una classificazione complessa. Quando si effettua una diagnosi accurata, un gastroenterologo pediatrico considera fattori come il decorso della malattia, le cause della sua insorgenza e sviluppo, la posizione del sito affetta da distrofia. La corretta determinazione della forma di colite consente di prescrivere un trattamento efficace e alleviare rapidamente il bambino dalle manifestazioni dolorose.

Colite acuta

Nella forma acuta, il bambino soffre di un forte dolore da taglio all'addome, la temperatura corporea può salire a febbrile (38,5-39 ° C). La malattia è accompagnata da pronunciati sintomi intestinali: in essa si possono osservare frequenti feci (3-6 volte al giorno), liquidi, schiumosi, residui di cibo non digerito, nonché macchie di sangue e mucose. A volte il quadro clinico è complicato da nausea e vomito.

Questa condizione è tipica per la fase iniziale, nonché per i periodi in cui la forma cronica della malattia è esacerbata dall'influenza di fattori esterni e interni. La causa dell'apparenza è spesso l'infezione del tratto digestivo con il batterio patogeno Helicobacter pylori.

Le forme acute comprendono anche la colite spastica, una condizione in cui l'intestino ha maggiori probabilità di spasmo rispetto ad altri tipi di malattia. A questo proposito, la natura del dolore cambia: diventano parossistici. Tra i sintomi della malattia sono presenti anche le feci "ovine" - dure, con segmenti separati pronunciati.

Colite cronica

Anche con un trattamento tempestivo e adeguato, la forma acuta nella maggior parte dei casi sfocia in quella cronica. In questo caso, i sintomi diventano più sfocati: i dolori si attenuano, diventano doloranti, il vomito e la nausea si fermano. Dopo aver mangiato, appare l'eruttazione, nei bambini molto piccoli - rigurgito. Compaiono segni di aumento della produzione di gas: stomaco gonfio, sensazione di pienezza, gas periodico.

Se il paziente viene sistematicamente sottoposto a trattamento e segue una dieta sotto la supervisione dei genitori, la colite cronica può essere asintomatica, con rare esacerbazioni o senza di loro. In questo caso, la mucosa intestinale viene gradualmente ripristinata, sebbene sia impossibile una completa rigenerazione..

Colite ulcerosa non specifica

La forma più comune della malattia, le cui cause spesso rimangono poco chiare. Di solito la colite ulcerosa nei bambini si sviluppa a seguito di una combinazione di predisposizione genetica e malnutrizione. Spesso, il quadro è esacerbato da altre malattie del tratto gastrointestinale: gastrite, ulcere allo stomaco, duodenite, problemi al pancreas.

La malattia ha preso il nome dalla somiglianza del suo quadro clinico con ulcera gastrica e ulcera duodenale, vale a dire: distrofia della mucosa, sulla quale in alcuni punti le aree interessate vengono trasformate in ulcere. A volte queste aree coprono una vasta area dell'intestino, ma nella maggior parte dei casi si trovano in frammenti. La colite ulcerosa può essere cronica o acuta.

È caratterizzato da manifestazioni pronunciate della malattia: forte dolore all'addome sinistro, un aumento della temperatura corporea a livelli febbrili e subfebrilici. Durante i periodi di esacerbazione, le aree ulcerate si aprono e iniziano a sanguinare. Di conseguenza, l'analisi di laboratorio mostra la presenza di sangue nelle feci di un bambino malato e le sue condizioni generali peggiorano: debolezza, apatia appare, l'appetito peggiora, perdita di peso, si osserva dolore alle articolazioni.

  • Forma cronica

Tenendo conto dei segni morfologici, la colite è divisa in erosiva atrofica, catarrale e ulcerosa. Per natura del corso, è lieve, moderato, grave, di tipo - monotono, latente, progressivo e ricorrente. La classificazione più ampia divide la colite nei seguenti tipi:

  • primario;
  • farmaco;
  • non specifico;
  • parassita (pseudomembranoso);
  • nevrotico;
  • alimentare;
  • allergico;
  • tossico;
  • post-infettiva;
  • ray;
  • spastico.

La colite ulcerosa e spastica acuta, cronica, non specifica nei bambini viene diagnosticata più spesso che negli adulti. C'è un'altra classificazione di questa malattia. Poiché il colon è diviso in diverse sezioni, la colite può avere posizioni diverse. Tenendo conto di questo criterio, ci sono:

  • tifo (infiammazione del cieco);
  • trasversale (infiammazione del colon trasverso);
  • sigmoidite (colite del colon sigmoideo);
  • pancolite (processo infiammatorio generalizzato);
  • proctosigmoidite (colite del sigmoide e del retto);
  • angulite (infiammazione della transizione del colon trasverso al colon discendente);
  • proctite (infiammazione del retto);
  • tifocolite (processo infiammatorio nel cieco e nell'intestino ascendente).

previsione

Un esame tempestivo e una terapia correttamente prescritta per la colite acuta nei bambini portano a un completo recupero, che è confermato da test di laboratorio e indicatori clinici. Nella forma cronica della malattia, il rispetto di tutte le prescrizioni del medico consente di ottenere una remissione a lungo termine.

Con frequenti esacerbazioni di colite, si verificano disturbi dello sviluppo fisico dei bambini, problemi di adattamento psicosociale. Un bambino con malattia cronica intestinale deve essere monitorato regolarmente da un gastroenterologo e un pediatra. Le vaccinazioni profilattiche sono consentite durante i periodi di remissione stabile. Il rispetto della nutrizione dietetica, l'esecuzione di cicli di trattamento prescritti consente di evitare esacerbazioni della malattia.

Sintomi di colite intestinale in un bambino

La forma acuta di colite è accompagnata da sintomi di intossicazione generale: ipertermia, debolezza, brividi, vomito. A causa di spasmi intestinali, il bambino è disturbato dal tenesmo (falso impulso a defecare), dolore nella regione iliaca. La frequenza delle feci aumenta da 4-5 a 15 volte al giorno. Altri segni di colite acuta:

  • feci verdastre, acquose, schiumose;
  • impurità nelle feci di muco o striature di sangue;
  • prolasso del retto;
  • nausea;
  • diminuzione del turgore tissutale;
  • pelle secca;
  • affilatura dei lineamenti del viso.

Il disturbo delle feci si manifesta con costipazione, diarrea o loro alternanza. Quando passano le feci solide, il bambino può avere crepe nell'ano. Durante i movimenti intestinali, una piccola quantità di sangue scarlatto esce nelle feci. La colite cronica è caratterizzata da un decorso ondulato: i periodi di remissione sono sostituiti da esacerbazioni. Il dolore si fa sentire nell'ombelico, nella regione iliaca. Si presenta dopo aver mangiato e ha un carattere dolorante. Oltre a tale dolore, la colite cronica è indicata da:

  • diminuzione dell'appetito;
  • gonfiore;
  • rombo nell'intestino;
  • fatica;
  • irritabilità;
  • mal di testa;
  • disordini del sonno;
  • ritardo in aumento di peso e altezza.
  • Costipazione atonica - segni e tipi, trattamento con fisioterapia, medicine e rimedi popolari
  • Malattie intestinali: sintomi, manifestazioni, le malattie più comuni e la loro terapia
  • Segni e come trattare la disbiosi in un bambino

In un bambino

Un chiaro segno di colite nei neonati è cambiamenti significativi nelle feci. A volte è liquido, quindi solido, ad es. la diarrea si alterna a costipazione. Ci sono strisce di sangue nelle feci. Altri sintomi di colite nei neonati:

  • perdita di appetito;
  • povero sonno;
  • alta eccitabilità;
  • rigurgito frequente;
  • vomito;
  • secchezza e pallore della pelle;
  • aumento della temperatura corporea;
  • capricciosità;
  • rifiuto di mangiare;
  • pianto frequente.

Quali sono le malattie intestinali?

Enterite

L'enterite è una malattia in cui si infiamma l'intestino tenue di un bambino. Questa malattia è la più comune di tutte.

Questa malattia appare a causa dell'ingestione di varie infezioni nel corpo del bambino..

L'enterite può anche apparire a causa di epatite, pancreatite e altri disturbi di questo tipo..

Spesso il bambino sviluppa enterite cronica. Potrebbe apparire a causa del fatto che il bambino mangia in modo errato. Mangia spesso cracker, patatine e altri prodotti di questo tipo.

Colite

Nel corso di questa malattia, l'intestino crasso inizia a far male. Questo disturbo appare a causa di infezione e dissenteria. La colite può anche essere scatenata da intossicazione alimentare.

Alcune malattie del colon sono causate dalla gastrite. O a causa del fatto che il bambino mangia cibi malsani.

complicazioni

La colite allergica nei neonati porta a un ritardo nell'aumento dell'altezza o del peso corporeo. Lo stesso vale per altre forme di infiammazione intestinale in un bambino piccolo. I bambini più grandi possono sviluppare le seguenti complicanze:

  • ipovitaminosi;
  • anemia;
  • ragadi anali;
  • perforazione intestinale;
  • peritonite;
  • anemia;
  • perforazione dell'ulcera;
  • debolezza dello sfintere;
  • trombosi vascolare;
  • blocco intestinale;
  • paraproctitis;
  • ascessi intestinali.

Diagnostica

Un gastroenterologo pediatrico può rilevare la colite intestinale nei bambini. In primo luogo, conduce un esame esterno e la palpazione dell'addome. Ciò è necessario per rilevare segni visivi di malattia e dolore nella regione addominale. Inoltre, il medico prescrive studi di laboratorio e strumentali:

  • Colonscopia. In questo studio, un colonoscopio con una microcamera all'estremità viene inserito attraverso l'ano. Allo stesso tempo, l'aria viene fornita all'intestino per espandere le sue pareti. Tale procedura è necessaria per rilevare sanguinamento latente, diverticoli, infiammazione, tumori..
  • Sigmoscopy. Rispetto alla colonscopia, questa tecnica è più delicata. Durante la procedura, un lungo sigmoidoscopio flessibile collegato a una videocamera e un monitor viene inserito nell'ano. Questo aiuta lo specialista a valutare le condizioni della mucosa del colon..
  • Biopsia endoscopica. Durante la procedura, un endoscopio viene inserito nell'intestino attraverso il retto. Lo strumento è utilizzato per studiare lo stato del tratto gastrointestinale. Durante l'endoscopia, il materiale bioptico viene prelevato da un sito sospetto al fine di determinare la natura dei tessuti alterati e differenziare il tipo di colite.
  • Esame del sangue. Il test aiuta a rilevare anemia, riduzione dei livelli di elettroliti e ipoalbunemia. Questi segni confermano la presenza di processi infiammatori nel corpo..
  • Scatologia delle feci. Durante questa procedura, vengono studiati il ​​colore, l'odore, la consistenza e la quantità di movimenti intestinali. La coprologia rivela e diagnostica: la presenza di muco, leucociti nelle feci;
  • creatorrea (fibre muscolari non digerite);
  • steatorrea (grasso corporeo);
  • amilorrea (presenza di amido non digerito).
  • Irrigography. L'intestino crasso viene riempito con un mezzo di contrasto, dopo di che viene presa una radiografia. Con l'aiuto di questo tipo di radiografia, è possibile valutare i contorni, la posizione e le dimensioni dell'organo esaminato..
  • Rettoscopia. Questo è un esame del retto e della parte inferiore del sigmoide. Inserendo un tubo speciale nell'ano, il medico diagnostica i processi erosivi, neoplastici, infettivi o infiammatori.

    Diagnosi e classificazione della colite ulcerosa

    Se vengono rilevati i primi segni di malattia, è necessario consultare immediatamente un medico. La colite deve essere diagnosticata e trattata in modo tempestivo..
    La diagnostica può essere eseguita utilizzando i seguenti test di laboratorio:

    • Esame del sangue. Rileva l'anemia, può mostrare una diminuzione dei livelli di elettroliti;
    • Analisi delle feci. L'analisi scatologica aiuta a rilevare muco, amido, alti livelli di grasso o azoto, a seguito di un malfunzionamento del corpo. L'esame batteriologico aiuta a escludere o confermare la colite infettiva;
    • Esame endoscopico dell'intestino. Si possono prescrivere sigmoidoscopia, sigmoidoscopia o colonscopia. La procedura consente di valutare le condizioni della mucosa intestinale, identificare i polipi;
    • Irriography. La diagnosi viene effettuata utilizzando una macchina a raggi X e un mezzo di contrasto al bario. Ti permette di determinare lo stato funzionale dei due punti del bambino;
    • In alcuni casi, quando si diagnostica la colite non specifica, viene prescritta una biopsia.

    Un esame approfondito e completo ti consente di stabilire la diagnosi corretta, determinare il tipo di malattia e prescrivere il trattamento corretto.

    Colite ulcerosa, una malattia infiammatoria cronica intestinale caratterizzata da infiammazione della mucosa superficiale, sanguinamento rettale, diarrea e dolore addominale.

    A differenza della malattia di Crohn, la colite ulcerosa è di solito limitata al colon e l'infiammazione stessa è limitata alla mucosa..

    La malattia colpisce tutte le fasce d'età dai neonati agli anziani, con un'incidenza di picco tra i 15 ei 30 anni e tra i 50 e i 70 anni.

    Sebbene l'esatto meccanismo di insorgenza e sviluppo della malattia (etiopatogenesi) della colite ulcerosa non sia stato ancora stabilito con precisione, sono stati identificati diversi fattori immunologici, genetici e ambientali che contribuiscono alla malattia..

    Negli ultimi anni, l'obiettivo principale della ricerca si è spostato sull'interazione tra il microbiota intestinale e i meccanismi di difesa della barriera intestinale, dello strato mucoso e del sistema immunitario della mucosa..

    La colite ulcerosa può essere considerata come una malattia immuno-mediata che si sviluppa in soggetti geneticamente sensibili a causa delle risposte immunitarie disregolate contro gli antigeni intraluminali nell'intestino.

    La minore ereditabilità nei gemelli monozigoti, il 15% nella colite ulcerosa e il 30% nella malattia di Crohn, indica che il contributo genetico nella colite è significativamente più debole rispetto alla malattia di Crohn e che i fattori ambientali hanno un'influenza estremamente forte sulla malattia poiché l'aumento dell'incidenza della colite ulcerosa e la sua diffusione in tutto il mondo.

    È interessante notare che i bambini che sono emigrati con i loro genitori da aree con una bassa prevalenza di colite ulcerosa in aree con alti tassi, hanno sviluppato colite ulcerosa più spesso rispetto ai loro genitori.

    Una dieta ricca di grassi saturi, un evento comune nel cibo quotidiano di oggi, altera la composizione della flora intestinale, portando ad un aumento della colite.

    La diagnosi di colite ulcerosa si basa sull'anamnesi e sulla valutazione clinica e quindi confermata da reperti di laboratorio, radiologici, endoscopici, istologici e sierologici.

    Principali criteri diagnostici

    1. Sintomi clinici che devono essere presenti per almeno 4 settimane: - Diarrea - Sanguinamento rettale evidente o occulto (latente). Il sanguinamento occulto viene riconosciuto solo da un esame del sangue occulto: dolore addominale prima, dopo o durante un movimento intestinale

    • È necessario escludere le seguenti infezioni intestinali: Salmonella, Shigella, Yersinia, Campylobacter, E coli 0157: H7, Clostridium difficile.

    2. Indicatori di laboratorio della malattia

    - Anemia sideropenica - Trombocitosi - Ipoalbuminemia - Autoanticorpi: anticorpi citoplasmatici antineutrofili perinucleari ANCA, anticorpi a cellule del calice intestinale GAB - Aumento della calprotectina fecale

    3. Caratteristiche endoscopiche e criteri istologici

    I pazienti con colite ulcerosa sono classificati in base alla prevalenza e alla gravità della malattia, all'età, alla presentazione e ai marcatori genetici. Prima della diagnosi, devono essere escluse le cause infettive, ischemiche e altre cause di colite.

    Tuttavia, non esiste un catalogo generalmente accettato di criteri ben definiti o punteggi per la classificazione della colite ulcerosa. A questo proposito, nel 5-10% dei pazienti con malattie infiammatorie intestinali non c'è modo di fare una diagnosi accurata della colite ulcerosa o della malattia di Crohn.

    L'anamnesi del paziente deve includere i suddetti sintomi clinici coerenti con la malattia infiammatoria intestinale e una possibile storia familiare, poiché i parenti di primo grado nei pazienti con NUC hanno un rischio 10-15 volte maggiore di sviluppare la malattia.

    Clinicamente, la CU è caratterizzata da diarrea sanguinolenta e dolore addominale cronico, un'infiammazione non specifica della mucosa nell'ileo terminale si verifica nel 10-20% dei pazienti con colite ulcerosa.

    Il coinvolgimento delle IG superiori è controverso, specialmente nei bambini.

    Le artropatie infiammatorie e la colangite sclerosante primaria sono le manifestazioni extra-universali più comuni e importanti nella colite ulcerosa e vengono diagnosticate in circa il 2-10% dei pazienti..

    Altre manifestazioni non intestinali includono: pelle (eritema nodoso, pioderma gangrenoso), occhi (episclerite, uveite) e ossa (osteoporosi).

    Quando diagnosticati, i pazienti devono sottoporsi a valutazione endoscopica, ileocolonoscopia e gastroduodenoscopia. In base al grado di malattia, i pazienti sono classificati come affetti da proctite, colite sinistra o pancolite. A differenza degli adulti, la CU nei bambini ha maggiori probabilità di colpire l'intero colon (pancolite) e quindi è più spesso associata a colite acuta.

    Le caratteristiche di laboratorio non sono marcatori specifici per la colite ulcerosa. Rilevano il fatto stesso del processo infiammatorio o problemi di digestione: carenza di ferro, anemia e possono aiutare a valutare l'attività della malattia, nonché le possibili complicanze..

    I marker sierologici più comunemente studiati nella malattia infiammatoria intestinale sono gli anticorpi citoplasmatici antineutrofili (ANCA) e gli anticorpi anti-Saccharomyces cerevisiae (ASCA). ANCA perinucleari o atipici possono essere trovati nel 50-70% dei pazienti con colite ulcerosa e in meno del 10% dei pazienti con malattia di Crohn.

    Gli anticorpi ANCA positivi e negativi specifici per la malattia di Crohn contro Saccharomyces cerevisiae indicano che la NUC è più probabile della malattia di Crohn.

    Un altro marcatore sierologico specifico per UC è anticorpi contro le cellule caliciformi dell'intestino GAB, che si verificano nel 15-28% dei pazienti con colite ulcerosa..

    Se i target autoantigenici utilizzati per i test sono selezionati e preparati correttamente, i GAB sono altamente specifici per NNC.

    Per classificare e prevedere il trattamento della CU, esistono diversi indici di attività, sebbene per la pratica clinica sia sufficiente descrivere l'attività della malattia come lieve - feci con sangue fino a quattro volte al giorno, moderata - feci da quattro a sei volte al giorno e feci pesanti più di sei volte al giorno. temperatura, tachicardia.

    Quando si effettua una diagnosi, devono essere presi in considerazione i dati di anamnesi, esame fisico ed esami di laboratorio e strumentali.

    Per confermare la diagnosi, al bambino vengono assegnati esami del sangue generali e biochimici, analisi delle feci per disbiosi e coprogramma, nonché metodi di ricerca endoscopica, come la colono o la rettoscopia, nei casi gravi può essere richiesta l'irrigografia.

    Trattamento della colite nei bambini

    Gli obiettivi principali del trattamento sono eliminare la causa della malattia e normalizzare la funzione intestinale. Con una forma pseudomembranosa, è necessario il ritiro immediato del farmaco che ha causato l'infiammazione. Se è causato dall'invasione elmintica, al bambino vengono prescritti farmaci antiparassitari, ad esempio il metronidazolo. Per altre forme di colite, vengono utilizzati altri farmaci:

    • La forma ulcerosa non specifica dell'infiammazione intestinale viene trattata con antibiotici, immunomodulatori, farmaci antinfiammatori non steroidei.
    • Nel decorso acuto della malattia, viene utilizzato un regime di trattamento di intossicazione alimentare: prescrivere una bevanda calda e abbondante, riposare, assumere Festal, Almagel o carbone attivo.
    • La forma cronica di infiammazione intestinale viene eliminata con l'aiuto di antispasmodici (No-Shpa) in combinazione con adsorbenti (Phosphalugel). Inoltre, viene prescritta una dieta ad eccezione di cibi fritti, piccanti, grassi e in scatola.
    • La colite spastica nei bambini viene trattata con Trimedat, che migliora la motilità intestinale. Inoltre, viene prescritto l'appuntamento di Buscopan, che allevia il dolore. Loperamide aiuta a sbarazzarsi della diarrea.

    La terapia farmacologica per l'infiammazione intestinale consiste in diversi gruppi di farmaci contemporaneamente. Per eliminare i sintomi spiacevoli, vengono spesso utilizzati medicinali con un'azione astringente e avvolgente. Tali proprietà sono possedute da bismuto, camomilla o infusi di iperico. Con la natura allergica della malattia, vengono prescritti antistaminici:

    Gli antibiotici sono il pilastro del trattamento per la maggior parte dei bambini. Dovrebbero essere prescritti solo da un medico dopo aver ricevuto i risultati dell'analisi per identificare l'agente causale della malattia. Un ampio spettro di attività antibatterica è posseduto da:

    Il trattamento della malattia non si limita alla sola terapia antibiotica. Per alleviare la condizione, al bambino vengono prescritti una serie di farmaci:

    • Probiotici: Bificol, Intestopan, Bifidumbacterin. Sullo sfondo della terapia antibiotica, questi farmaci ripristinano la microflora intestinale disturbata.
    • Analgesici: novocaina, platifillino, metacina. Aiuta ad alleviare il bambino dalla sindrome del dolore severo.
    • Enzima: Mezim, Digestal, Abomin, Mexaza. Aiutano a migliorare la digestione.

    La fisioterapia è prescritta solo quando la malattia è in remissione. Un tampone caldo o asciutto viene applicato sulla regione epigastrica. Inoltre, il trattamento è supportato da ozokerite, terapia con paraffina, diatermia. La maggior parte dei pazienti giovani è aiutata dal regime terapeutico descritto. Se il trattamento conservativo fallisce, il medico consiglia un'operazione. Consiste nella resezione della parte problematica dell'intestino crasso, dopo di che il segmento dritto viene fuso con l'ileo.

    Trattamento della malattia

    Il trattamento di questa malattia di solito si verifica per un periodo abbastanza lungo, in questo caso è molto importante un approccio integrato che prevede l'aderenza a una dieta. Un piccolo paziente dovrebbe essere escluso dalla dieta di latticini, carne, pesce e uova.

    Inoltre, il medico prescrive, di regola, tali farmaci:

    1. Antibiotici (Enteroseptol). Gli antibiotici vengono generalmente assunti tre volte al giorno per una settimana..
    2. Enzimi (Mexaza). Gli enzimi vengono assunti entro due settimane..
    3. Probiotici (Bificol). L'assunzione di probiotici di solito coincide con il corso dell'assunzione di antibiotici.
    4. Analgesici (novocaina).
    5. Antistaminici (Zodak, Zyrtec, Suprastin).
    6. Complessi vitaminici.

    Inoltre, il corso dei farmaci può essere combinato con i metodi tradizionali di trattamento. Il medico può consigliare di prendere una tintura di semi di lino, di fare microclysters di notte con un decotto di rosa canina.

    Le procedure fisioterapiche aiutano bene con la colite, ad esempio calore secco, pad riscaldante, terapia con paraffina e ozokerite.

    Solo in casi estremi, quando la malattia ha portato a gravi complicazioni, il medico suggerirà un intervento chirurgico. In generale, la malattia viene trattata con successo, ma è necessario seguire tutte le prescrizioni del medico e non auto-medicare.

    Dieta

    L'aderenza a una dieta speciale è importante nel trattamento. Durante la terapia, ai bambini non dovrebbero essere dati cibi fritti, zuppe ricche. Il cibo deve essere cotto, bollito o cotto a vapore. Se il bambino è allattato al seno, si consiglia a sua madre di rifiutare cibi aggressivi che possono provocare allergie. Il cibo di una donna che allatta deve essere ben assorbito..

    Una dieta leggera per l'allattamento comprende purè di patate, zuppe magre, cereali grattugiati, brodi di pollo. Verdure e frutta fresche dovrebbero essere escluse. Regole dietetiche più specifiche sono determinate dal tipo di colite:

    Un tipoProdotti consentitiAlimenti proibitiAppunti
    Non specifico e ulcerativo
    • frutti di bosco;
    • carni magre;
    • uova sode;
    • porridge viscoso;
    • fegato;
    • formaggio.
    • carota;
    • carni affumicate;
    • legumi;
    • cioccolato;
    • frutta;
    • ravanello;
    • verde;
    • cavolo;
    • prodotti semi-finiti;
    • succhi di frutta.
    • mangiare cibo caldo;
    • alimenti a vapore o bolliti;
    • mangiare in piccole porzioni ogni 3 ore;
    • cenare entro e non oltre le 20.00.
    spastico
    • legumi;
    • pane di crusca;
    • frutta;
    • verdure;
    • pesce al vapore;
    • zuppe di purea;
    • gelatina.
    • carne grassa;
    • Latticini;
    • formaggi con un'alta percentuale di grassi;
    • olio.
    In assenza di dolore, puoi usare cereali o succhi diluiti con acqua. Durante un'esacerbazione, sono vietati..
    Il periodo di esacerbazione dell'infiammazione intestinale
    • fette biscottate di grano;
    • tè debole;
    • decotti di rosa canina;
    • zuppe a base di brodi deboli;
    • porridge viscoso;
    • gelatina;
    • formaggi a pasta dura non salata;
    • biscotti;
    • carni bianche e pesce.
    • dolci;
    • succhi di frutta;
    • zuppe di latte;
    • latte intero;
    • brodi ricchi;
    • cioccolato;
    • orzo perlato;
    • legumi;
    • miele;
    • prugne e albicocche.
    • masticare accuratamente il cibo;
    • rinunciare a cibi secchi e solidi;
    • non mangiare cibi troppo caldi e freddi;
    • mangia spesso e poco a poco.
    Il periodo di remissione della malattia
    • Latticini;
    • frutta al forno;
    • tè;
    • carne magra;
    • verdure in umido o al forno;
    • frittata di uova;
    • cereali e cereali, tranne l'orzo perlato e il miglio;
    • gelatina;
    • composte.
    • prodotti semi-finiti;
    • carni affumicate;
    • cibi in scatola;
    • dolci;
    • cibi grassi e fritti.
    • mangiare pasti caldi;
    • bere almeno 1,5-2 litri di liquido;
    • mangiare spesso in piccole porzioni;
    • non mangiare troppo.
    Per costipazione
    • pane grosso;
    • pasticcini scomodi;
    • cracker;
    • porridge friabile a base di miglio, grano saraceno, farina d'avena;
    • verdure fresche e insalate da loro, condite con olio vegetale;
    • frutti e bacche maturi;
    • formaggio dolce;
    • miele;
    • prugne.
    • pane fresco;
    • semolino;
    • condimenti caldi;
    • pasta;
    • carne grassa;
    • funghi;
    • zuppe ricche;
    • tè forte;
    • cioccolato.
    • mangiare cibi bolliti o al forno;
    • mangiare fino a 5-6 volte al giorno in piccole porzioni;
    • rifiutare piatti troppo freddi e caldi;
    • mangiare più frutta e verdura cruda e cotta.
    Con diarrea
    • pane bianco secco;
    • pasta;
    • mele mature al forno;
    • grano saraceno, riso, farina d'avena;
    • uovo di gallina bollito;
    • ricotta a basso contenuto di grassi;
    • tè verde;
    • gelatina;
    • zuppe di carne magre.
    • verdure e contorni da loro;
    • latte;
    • zucchero;
    • dolci;
    • legumi;
    • pane nero e grigio;
    • crema;
    • frutta e verdura acida;
    • Maiale.
    • mangiare almeno 5 volte al giorno;
    • utilizzare solo piatti al vapore o bolliti nel menu;
    • non mangiare cibo con una temperatura superiore a 30-35 gradi.

    Prevenzione

    La condizione principale per la prevenzione dell'infiammazione intestinale è la dieta. Il menu deve essere selezionato in base alla categoria di età del bambino. La colite nei neonati è associata a una cattiva alimentazione della madre, quindi si raccomanda alla donna di seguire la dieta prescritta dal medico. Oltre a normalizzare la dieta del bambino, è importante rispettare le seguenti regole:

    • visitare regolarmente un pediatra per rilevare le malattie in una fase precoce;
    • rinunciare a cattive abitudini (per adolescenti);
    • non somministrare antibiotici e altri farmaci ai bambini senza prescrizione medica;
    • trattare prontamente le invasioni elmintiche, la disbiosi e le infezioni intestinali.

    Misure diagnostiche

    Diversi metodi aiuteranno a diagnosticare la malattia e determinare la forma di colite in un bambino:

    1. Biochimica del sangue, in cui l'indicatore diminuisce con la colite La diagnostica include metodi di ricerca di laboratorio
      emoglobina, conta degli eritrociti, aumento della VES.
    2. Coprogramma che mostra un eccesso di leucociti, presenza di microrganismi patogeni. La diarrea di solito si manifesta come risposta all'intossicazione da candida, stafilococchi, proteas.
    3. Un esame endoscopico dell'intestino, che consente di esaminare l'intero intestino dall'interno con una sonda. Con lo sviluppo della colite catarrale, le pareti intestinali saranno edematose con molto muco e macchie di sangue, che è accompagnata da iperemia.
    4. Biopsia per escludere la possibilità di un tumore maligno e determinare con precisione la forma di colite.
    5. Raggi X usando il contrasto iniettato attraverso l'ano.

    Colite allergica

    La colite allergica è un'infiammazione dell'intestino che si verifica a seguito di una reazione allergica a un alimento o un prodotto chimico. La colite allergica si verifica anche a causa dell'ipersensibilità a determinati tipi di batteri nella flora intestinale, prodotti di decomposizione. Inoltre, già, in base al concetto di "colite allergica", la causa principale e la natura della malattia sono chiare. Le allergie sono la causa principale di questa malattia. Può essere chiamato in un altro modo ischemico, spastico, pseudomembranoso, ecc..

    I sintomi della colite allergica sono espressi in modo diverso in tutti, puoi solo restringere il cerchio al principale, il più comune. Sintomi di una malattia allergica:

    • Costante sensazione di intestino vuoto.
    • Le feci diventano di capra (piccole feci granulari).
    • La costipazione lascia il posto alla diarrea.
    • Anche il gusto amaro in bocca, la nausea, il vomito, l'eruttazione è amaro.
    • La disbatteriosi è caratterizzata da gonfiore.
    • Dolore dolorante dopo ogni pasto.
    • Diminuzione dell'appetito e, di conseguenza, peso.
    • Anemia.
    • Debolezza.
    • invalidità.

    La diagnostica per la colite allergica comprende esami di base, studi scatologici e di laboratorio.

    Durante l'esame, il medico esegue la palpazione, durante la quale, con infiammazione allergica dell'intestino, si trovano ingrandimenti spastici e aree contratte. Il sintomo principale di cui molti pazienti si lamentano è il dolore in tutto l'addome, chiuso nella regione ombelicale. Uno studio coprologico di questa malattia non mostra particolari cambiamenti. Nei casi più gravi della malattia, si osserva un forte gonfiore delle pareti intestinali. L'edema infiammatorio porta a un cambiamento nel sollievo dell'intestino. La peristalsi nell'infiammazione allergica può essere rallentata o accelerata e si osserva anche atonia della parete intestinale.

    Gli studi di laboratorio possono mostrare un aumento del contenuto di eosinofili, la presenza di elementi cristallini nelle feci, leucocitosi, un aumento dell'ESR. La febbre è anche abbastanza comune..

    Definizione

    La colite è caratterizzata dallo sviluppo di un processo infiammatorio nel colon. La sua natura allergica indica il verificarsi di una reazione di ipersensibilità in risposta a fattori antigenici. In assenza di trattamento tempestivo e attuazione di misure di regime, la malattia diventa cronica, che è accompagnata dalla deposizione di eosinofili nella lamina propria della mucosa intestinale. Successivamente, ciò minaccia la formazione di ascessi che potrebbero richiedere un intervento chirurgico. La persistenza a lungo termine dei sintomi porta a cambiamenti distrofici nelle cellule epiteliali intestinali in un bambino.

    A poco a poco, il tessuto diventa insostenibile, si rigenera male e non svolge le sue funzioni. La colite eosinofila si sviluppa di solito dopo un danno agli organi sovrastanti del tratto gastrointestinale: la mucosa dell'antro dello stomaco, dell'esofago e dell'intestino tenue.

    Eziologia

    Molto spesso, le manifestazioni di colite allergica possono essere osservate in età prescolare e nei bambini più grandi. La ragione principale di ciò è considerata una violazione del regime e / o della dieta. La malattia rappresenta il più grande pericolo per neonati e bambini, che è associato alle peculiarità del loro sviluppo e alla presenza di controindicazioni per la maggior parte dei farmaci..

    La colite allergica nei neonati può svilupparsi per i seguenti motivi:

    • Abbiamo soppesato l'ereditarietà. Ciò implica la presenza di atopia o malattie autoimmuni nei parenti;
    • Gravidanza grave, gestosi;
    • Nutrizione impropria della madre durante la gestazione, esposizione a fattori dannosi (fumo, alcol, abitudini di lavoro, stress);
    • Lesione alla nascita;
    • Errori durante l'alimentazione del bambino da parte della madre;
    • Transizione precoce all'alimentazione artificiale;
    • Introduzione prematura di alimenti complementari;
    • La presenza di persistente invasione elmintica (parassitosi) o infezione intestinale;
    • Violazione della microflora intestinale;
    • Sviluppo di altre condizioni allergiche in un bambino;
    • Assunzione di vari farmaci da parte della madre o del bambino, in particolare i farmaci antibatterici o ormonali.

    La comparsa di varie malattie combinate del tratto gastrointestinale dovrebbe anche essere prevista in presenza di malformazioni congenite, prematurità o altre condizioni patologiche che influenzano la resistenza e la reattività del corpo..

    Sintomi

    I sintomi della malattia nei bambini piccoli vengono spesso cancellati. Le manifestazioni non sono intense o di scarsa specificità, tuttavia è possibile sviluppare condizioni piuttosto gravi fino a mettere in pericolo la vita.

    Data l'età delicata, si consiglia ai genitori di contattare un'istituzione medica ai primi segni di danno all'apparato digerente per non perdere una malattia più pericolosa.

    Più il bambino diventa vecchio, più pronunciati sono i segni della natura allergica dell'infiammazione nell'intestino..

    Un neonato non ha l'opportunità di lamentarsi con la madre per qualcosa, quindi è importante notare i minimi cambiamenti nelle sue condizioni, a cominciare dal comportamento. Ansia, pianto e sonno scarso sono di solito i primi segni di dolore. L'allergia alimentare può manifestarsi come un disturbo delle feci, che è già instabile nei primi mesi di vita..

    La colite eosinofila si manifesta con i seguenti sintomi:

    • Debolezza generale, letargia;
    • Rigurgito, eruttazione frequente, nausea o vomito;
    • Costipazione / diarrea;
    • Cambiamenti nella natura delle feci, alternanza di feci dense con feci liquide contenenti particelle di cibo non digerito;
    • Gonfiore delle labbra, formazione di bolle all'interno della mucosa della cavità orale;
    • Scarso aumento di peso del bambino, spreco;
    • Mancanza di appetito, brontolio nello stomaco, gonfiore;
    • Asimmetria visibile dell'addome dovuta a flatulenza o crampi;
    • Tenesmo: un bisogno lancinante di avere un movimento intestinale accompagnato da forte tensione o dolore.

    Dovresti anche prestare attenzione alla connessione tra la comparsa di sintomi di danno intestinale con l'assunzione di alcuni prodotti alimentari, ad esempio latte di mucca, cereali, frutta. Molto spesso, una delle misure diagnostiche più accessibili nella prima infanzia è l'eliminazione di prova di potenziali allergeni dalla dieta, che sarà anche una procedura terapeutica..

    Chi è più spesso malato di colite allergica??

    La colite allergica non è solo ed esclusivamente il risultato del consumo di proteine ​​del latte vaccino. Preoccupazioni simili si applicano ai bambini allattati al seno o alimentati con soia.

    Mentre c'è ancora un malinteso sul fatto che il latte vaccino sia il fattore allergico più comune, le statistiche mostrano che il latte umano causa la maggior parte dei disturbi alimentari.

    I fan della teoria secondo cui tutte le allergie alimentari derivano dall'uso del latte vaccino sostengono che la colite allergica più frequente nei bambini allattati al seno sia semplicemente dovuta all'aumento del consumo di latte vaccino da parte della madre..

    L'eziologia di questo disturbo è ancora sconosciuta, vengono presi in considerazione fattori come almeno il sistema immunitario immaturo del tratto digestivo o una permeabilità troppo alta della mucosa..

    Diagnosi di problemi intestinali negli adulti e nei bambini

    La diagnosi del problema descritto è spesso difficile, poiché la natura della malattia è mista. L'infezione da virus o batteri può passare insieme a disturbi cronici degli organi digestivi. Pertanto, per una comprensione accurata, viene eseguita una vasta gamma di analisi e indagini sulle proprietà dell'hardware. È importante determinare, prima di tutto, il provocatore che ha portato alla distrofia della cavità intestinale.

    Per identificare la colite allergica, il medico di solito prescrive:

    • esame del sangue biochimico, che indicherà la presenza di colite con bassi livelli di emoglobina e globuli rossi;
    • analisi delle feci per la flora patogena esistente e gli stessi leucociti;
    • esame endoscopico dell'intestino e dell'intero tratto digestivo per una completa comprensione dell'entità del problema;
    • Radiografia della cavità addominale per chiarire il quadro completo della malattia e fino a che punto è andato il processo infiammatorio.

    Inoltre, nella diagnosi della forma della malattia del bambino, un esame dettagliato dei genitori del bambino sarà importante per uno specialista..

    Indicazioni di trattamento

    La natura e la portata del trattamento sono determinate esclusivamente dal pediatra dopo aver effettuato le misure diagnostiche. Il trattamento della colite da solo non è solo vietato, ma anche impossibile senza adeguate qualifiche, quindi non dovresti rischiare la vita del bambino.

    Le tattiche di trattamento sono selezionate in base ai seguenti obiettivi:

    1. Ripristina il normale funzionamento del tratto digestivo;
    2. Migliorare il benessere del bambino;
    3. Identificare allergeni causali;
    4. Per fermare le manifestazioni cliniche, inclusi i sintomi acuti di dispepsia;
    5. Monitorare le condizioni del bambino nel tempo e monitorare l'adeguatezza del trattamento.

    Non-droga

    Nei bambini piccoli, la base del trattamento è la rigorosa attuazione delle raccomandazioni del medico per modificare il regime e correggere la nutrizione (dieta ipoallergenica), che sono necessarie per l'eliminazione (escrezione) di antigeni causalmente significativi e dei loro metaboliti. Come ulteriori misure non farmacologiche, si distinguono:

    • UFO;
    • fototerapia;
    • Elettroforesi;
    • Massaggio, esercizi elementari di terapia fisica in base all'età del bambino;
    • Passeggiate quotidiane all'aria aperta;
    • Fornire adeguate condizioni di cura;
    • Creazione di un clima emotivo favorevole in famiglia;
    • trattamento Spa.

    La dieta si basa sull'esclusione di allergeni obbligatori e potenzialmente significativi dalla dieta di una madre che allatta e alimenti complementari per un bambino - uova di gallina, frutti di mare, carne grassa, latte di vacca, agrumi, cioccolato, ecc. Invece, la dieta è arricchita con cereali (grano saraceno, farina d'avena), frutta accettabile e verdure. Inoltre, il bambino dovrebbe ricevere una quantità sufficiente di liquido, oltre al latte materno (acqua minerale naturale, composte non zuccherate fatte in casa).

    Se viene alimentato artificialmente, devono essere acquistate miscele ipoallergeniche di alta qualità ("Nutrilon GA", "NAN GA", "Similak GA", "Agusha Gold" e altri).

    Come ulteriori misure di eliminazione, può essere eseguita la lavanda gastrica (per prevenire la penetrazione dell'allergene nel tratto gastrointestinale inferiore), un clistere purificante, prescrivere un'abbondante terapia bevente o infusionale.

    Farmaco

    L'uso di farmaci è l'ultimo stadio del trattamento, che viene utilizzato nello sviluppo di condizioni di emergenza (edema di Quincke, shock anafilattico, disidratazione) o mancanza di effetto dalla dieta di eliminazione.

    A seconda dei sintomi prevalenti e della gravità del processo patologico, il medico può prescrivere farmaci dei seguenti gruppi:

    1. Eu- e probiotici - "Hilak Forte", "Linex", "Smecta";
    2. Antibiotici - Enteroseptol;
    3. Preparati enzimatici - "Creon", "Mezim Forte";
    4. Antistaminici: "Fenistil" (gocce), "Suprastin", "Fenkarol", "Loratadin", "Cetirizin", "Erius";
    5. Stabilizzatori di membrana cellulare - "Ketotifen";
    6. In presenza di una risposta allergica generalizzata (con eruzione cutanea) - "Fenistil gel", "Elidel Cream" per uso esterno;
    7. Per desensibilizzazione - "Tiosolfato di sodio";
    8. Con un'infezione fungina combinata - antimycotics - "Fluconazole", "Nystatin";
    9. In una grave condizione del bambino - farmaci ormonali - "Prednisolone";
    10. Con sintomi intestinali pronunciati - regolatori motori - "Domperidone", "Metoclopramide";
    11. Terapia per infusione - soluzione isotonica di cloruro di sodio;
    12. Antiossidanti: palmitato di retinolo;
    13. Vitamine - E (alfa-tocoferolo), B6 ​​(piridossina);
    14. Farmaci che riducono i fenomeni di flatulenza - "Simeticone";
    15. Gastroprotettori - "Lansoprazole", "Omez".

    Un punto importante nel trattamento e nella prevenzione della colite allergica è il risanamento tempestivo dei focolai di infezione cronica (ascessi, carie, malattie di altri organi), esami regolari di ENT e dentista, oltre a evitare l'assunzione simultanea di un gran numero di farmaci.

    Tassi di successo

    Quando viene fatta una diagnosi, il bambino deve essere registrato con un dispensario, che può essere rimosso solo se c'è una remissione persistente per più di 2 anni. Il fenomeno dell'allergia alimentare non rimane sempre con un bambino per tutta la vita, molto spesso negli adulti scompare nel corso degli anni, soggetto a tutte le raccomandazioni del medico.

    Il trattamento può essere considerato efficace se sono presenti i seguenti indicatori:

    • Non ci sono segni di un disturbo intestinale (dispepsia);
    • La funzione del tratto gastrointestinale viene ripristinata;
    • Le feci sono normalizzate;
    • Non ci sono manifestazioni cutanee sotto forma di eruzione cutanea, eritema, edema;
    • Il sonno del bambino è normalizzato;
    • Raggiunta la remissione clinica e di laboratorio stabile;
    • Il bambino è attivo, si sviluppa in base all'età.

    Allergia al latte di mucca

    Il fattore più comune che causa reazioni allergiche locali o generali è la proteina del latte vaccino. Nel caso di ipersensibilità generale, vengono attivati ​​due meccanismi: il primo tipo e il tipo ritardato.

    Il primo tipo di sensibilità è qualsiasi reazione del corpo che appare entro la prima ora dopo aver mangiato. Il quadro clinico è costituito da:

    • angioedema,
    • eruzione cutanea simile all'orticaria,
    • respiro sibilante sui campi polmonari,
    • ansia,
    • diarrea e vomito.

    Il tipo lento appare almeno un'ora dopo aver mangiato. Di solito in questo caso, i sintomi sistemici dominano e raramente dal tratto gastrointestinale.

    Prevenzione delle allergie

    In assenza di una connessione con l'eredità, la protezione da essa è del tutto possibile.

    Le misure preventive per la patologia descritta sono considerate con successo:

    1. Diagnosi tempestiva di malattie acute e infettive del tratto gastrointestinale e loro supervisione sotto controllo medico. Dopotutto, sbarazzarsi del decorso acuto della forma di processi infiammatori è molto più facile rimanere con quello cronico. L'automedicazione inoltre non porta al bene, a volte guadagnano accidentalmente un'ulcera allo stomaco. Il trattamento tempestivo è la decisione giusta.
    2. Prevenzione della colite non solo da parte di un gastroenterologo ma anche da un dentista. In effetti, con i denti malati, la masticazione del cibo e l'assorbimento dei nutrienti saranno molto più bassi..
    3. Il cibo sano è la gioia principale per l'intestino. È importante seguire una dieta equilibrata e seguire le opzioni per l'acidità o la mancanza di acido gastrico. È ottimale cercare nuove deliziose ricette e soddisfare te stesso e i tuoi cari con piatti originali.
    4. Oltre al riempimento di alta qualità del cibo, la cultura del suo consumo. Si consiglia di osservare le ore approssimative dei pasti, di non lasciarsi trasportare dalle pause lunghe e di non mangiare troppo. È anche altamente indesiderabile mangiare molto rapidamente per masticare e deglutire, in modo da non ferire o bruciare la mucosa.
    5. Seguendo uno stile di vita sano. Dopotutto, le cattive abitudini, lo stress costante, la mancanza cronica di sonno non saranno utili. L'alcool e le sigarette irritano direttamente la mucosa intestinale, provocando colite, condizioni nervose e una routine quotidiana al di fuori delle regole danno un deterioramento della secrezione di acido gastrico, portando a spasmi più gravi. Quindi, è meglio non disturbare l'intestino con il fumo e il bere, interruzioni eccessive nei pasti e ansia inutile..

    Probabilmente non esiste una persona del genere che, almeno una volta nella vita, non abbia avuto problemi allo stomaco o allo stomaco a causa di stress, problemi nutrizionali e cattive abitudini, virus e batteri. Fortunatamente, la colite e la malattia intestinale sono generalmente ben comprese dalla scienza moderna. È importante determinare correttamente il tipo di disturbo e iniziare a prendere i farmaci appropriati e le procedure necessarie il prima possibile. L'autodiagnosi non porterà bene qui, quindi la soluzione migliore è quella di cercare prontamente un aiuto qualificato.

    Articoli Su Epatite