Analisi per disbiosi: decodifica

Principale Ulcera

Il problema con la microflora intestinale è ormai familiare a molti. Questa condizione non ha sempre sintomi pronunciati. L'analisi per la disbiosi consente di identificare le deviazioni già nella fase iniziale e selezionare la terapia necessaria. Il medico curante dovrebbe decifrare i risultati, tenendo conto delle caratteristiche di età e della storia del paziente.

Disbatteriosi: definizione

La disbatteriosi è uno stato patogeno della microflora intestinale, in cui diminuisce il numero di batteri benefici. Questa non è una malattia indipendente, ma piuttosto un segno di un disturbo in via di sviluppo. Una causa comune di disbiosi è l'assunzione incontrollata di antibiotici, dieta malsana, stress, malattie dell'apparato digerente (pancreatite, gastrite, colelitiasi).

I microrganismi dannosi sostituiscono gradualmente quelli utili, che influiscono sul processo di digestione degli alimenti. Se non trattata, la condizione peggiorerà, il paziente non aumenterà bene di peso. La disbatteriosi può essere identificata dai seguenti sintomi:

  • Flatulenza.
  • Disturbi digestivi frequenti.
  • Cambiamenti nella struttura e nell'odore delle feci.
  • La presenza di particelle di cibo non digerito nelle feci.
  • Perdita di appetito.
  • Anemia e carenza vitaminica.

Nella fase iniziale, la patologia non si manifesta sempre, ma con l'aggravamento dello stato, i sintomi diventano più pronunciati e diventa più difficile affrontare la condizione spiacevole. Pertanto, è importante cercare assistenza medica il più presto possibile ed essere testato per la disbiosi. Inoltre, il medico può prescrivere ulteriori studi..

Cosa mostrerà l'analisi?

Lo studio consente di scoprire la concentrazione di microrganismi che popolano l'intestino del paziente.

Esistono tre tipi di tali "abitanti":

  • Microrganismi normali (naturali) - lattobacilli, bifidobatteri, batteroidi (da 3 mesi).
  • Batteri condizionatamente patogeni: proteo, clostridi, stafilococchi, funghi, enterobatteri. Sono presenti nella normale microflora in quantità insignificanti e non influenzano la digestione fino a quando la loro concentrazione non inizia ad aumentare (in determinate condizioni). Ai primi segni di un disturbo intestinale, si consiglia di sottoporsi a un'analisi per la disbiosi.
  • Microrganismi patogeni (patogeni): salmonella e shigella. Batteri pericolosi per il corpo che provocano gravi malattie infettive.

Indicazioni per l'esame

L'analisi per la disbiosi intestinale è indicata per le persone con disfunzione intestinale prolungata. Molto spesso si manifesta sotto forma di costipazione, alternata a diarrea. Il paziente avverte disagio e dolore all'addome.

È stato dimostrato che la disbatteriosi porta ad un aumento della reazione allergica sotto forma di dermatite, asma bronchiale e intolleranza a determinati alimenti. Prima di iniziare la terapia, il medico prescrive uno studio di laboratorio sulle feci per determinare lo stato della microflora.

È obbligatorio sottoporsi a un esame per le persone che assumono ormoni o antibiotici da molto tempo.

In pediatria, l'analisi delle feci per la disbiosi nei neonati è prescritta per flatulenza e dolore addominale. Come sapete, quasi tutti i bambini durante il primo anno di vita soffrono di sintomi simili..

Disbatteriosi nei neonati

Alla nascita, l'intestino del bambino è sterile, né "abitanti" utili né dannosi lo abitano. Il processo di formazione della microflora inizia con il primo attacco del bambino al seno. I bambini allattati al seno tollerano questo periodo molto più facilmente. Il latte materno contiene bifidobatteri e lattobacilli necessari per un piccolo corpo, necessari per la digestione.

Durante il primo anno di vita, l'intestino del neonato presenta sia batteri benefici che opportunistici. Il compito principale della madre in questo momento è di mantenere l'allattamento al seno e l'introduzione corretta e graduale di alimenti complementari.

Ciò che influenza l'aspetto della disbiosi nei bambini?

La disbiosi nei bambini si sviluppa, prima di tutto, quando si passa alla nutrizione artificiale. Non tutte le miscele possono essere adatte a un determinato bambino, pertanto è necessario prima consultare un pediatra e trovare l'opzione migliore. Oltre a questo fattore, lo sviluppo della disbiosi in un bambino è influenzato da:

  • Nutrizione impropria di una madre che allatta.
  • Terapia antibiotica (nella madre o nel bambino).
  • Infezioni intestinali acute.
  • Presentazione di alimenti complementari troppo presto.
  • Prodotti selezionati in modo errato per la prima alimentazione.

Il disturbo delle feci è il primo segno di una violazione della microflora intestinale. Il bambino diventa irrequieto, c'è un brontolio nell'addome e una colica dolorosa immediatamente dopo l'alimentazione. In questo caso, la prima cosa che un pediatra prescrive è un'analisi per la disbiosi. In un bambino del primo anno di vita, altri sintomi della malattia possono apparire sotto forma di rigurgito frequente, comparsa di muco nelle feci, allergie ed eruzioni cutanee. Il trattamento è prescritto solo dopo l'esame.

Disbatteriosi: quali prove eseguire?

È impossibile diagnosticare la disbiosi intestinale basandosi solo sui sintomi. Un quadro completo dello stato della microflora può essere ottenuto superando un test di laboratorio. Molto spesso, gli specialisti prescrivono un coprogramma e una cultura delle feci.

Un'analisi generale delle feci (coprogramma) consente di identificare anomalie nella funzione digestiva dello stomaco. Gli indicatori principali sono le caratteristiche microscopiche (il numero di leucociti, eritrociti), chimiche (presenza di proteine, emoglobina) e fisiche (colore, olfatto, consistenza) delle feci.

L'analisi per la disbiosi (semina) consente di scoprire il rapporto tra microflora patogena e benefica e determina anche la sensibilità dei microrganismi ai farmaci. Nel processo di ricerca, vengono create condizioni favorevoli per la riproduzione di colonie batteriche e dopo un po 'viene calcolato il loro numero.

Metodo di ricerca biochimica

Un modo più moderno e accurato per studiare lo stato della microflora intestinale. L'analisi biochimica consente di determinare il livello di acidi grassi volatili (metaboliti) rilasciati da vari batteri durante la loro attività vitale. Un vantaggio significativo di questo metodo è la velocità della sua implementazione..

Oltre allo studio della microflora, utilizzando il metodo express, è possibile stabilire la presenza di patologie del tratto digestivo, che provocano un aumento del numero di agenti patogeni. L'analisi biochimica per la disbiosi è altamente sensibile, che consente di ottenere risultati più affidabili. Può essere preso anche un giorno dopo la raccolta del materiale - questo non influirà sul risultato.

Indicatori normali dell'analisi per la disbiosi in un bambino di età inferiore a un anno

A seconda dell'età del paziente, le norme dei test di laboratorio differiranno. Un'analisi delle feci per la disbiosi nei bambini aiuterà a determinare il numero di batteri e, se necessario, selezionare una terapia farmacologica specifica. Nei bambini sani di età inferiore a 1 anno, la microflora intestinale comprende:

  • Lactobacillus 10 6-107.
  • Bacteroids - fino a 10 8.
  • Bifidobatteri 10 10 -10 11.
  • Enterococchi - 10 5 -10 7.
  • Clostridia - fino a 10 3.
  • Eubatteri - 10 6-10 7.
  • Esherechia - 10 6-10 7.
  • Stafilococco saprofita - fino a 10 4.
  • Peptostreptococci - fino a 10 5.
  • Funghi del genere Candida - fino a 10 3.
  • E. coli (totale) - 300-400 (mln / g).
  • Enterobatteriacee patogene - 0.
  • Staphylococcus aureus - 0.

I valori variano a seconda della nutrizione del bambino - formule adattate artificialmente o alimentazione naturale. Per determinare il valore esatto, è necessario rispettare alcune regole per la preparazione e la raccolta delle feci per la ricerca..

Come interpretare il risultato dell'analisi?

Nei risultati dell'esame di laboratorio, viene generalmente utilizzata l'unità CFU. Visualizza il numero di unità formanti colonia di batteri in un grammo del materiale di prova (feci). È a questo valore che il medico curante attira l'attenzione. La decodifica dell'analisi delle feci per la disbiosi confermerà o negherà lo stato patologico della microflora intestinale.

I microrganismi più importanti nella microflora sono i latto- e i bifidobatteri. Il primo aiuta a mantenere l'acidità, attiva il processo di cattura e digestione degli agenti patogeni (fagocitosi) e abbatte lo zucchero del latte. I bifidobatteri sono i principali "abitanti" dell'intestino, proteggendoli dagli attacchi di microrganismi dannosi. Un adulto ne ha un po 'meno di un bambino del primo anno di vita. L'indicatore normale è 10 8-10 9.

Escherichia è essenziale per combattere le infezioni e rafforzare il sistema immunitario. Questo tipo di batteri si trova normalmente (10 7-10 8) nell'intestino di ogni persona. Una diminuzione del loro numero indica una possibile invasione elmintica, malnutrizione, infezione intestinale.

I batterioidi (che aiutano la digestione degli alimenti) non si trovano nei bambini di età inferiore ai 6 mesi. Per adulti e bambini di età superiore ai 7 mesi, il numero di questo tipo di batteri non deve superare 10 8. Le fluttuazioni di questo valore indicano malattie intestinali, un eccesso di grassi negli alimenti consumati. Inoltre, il valore cambia quando viene sottoposto a trattamento antibiotico.

L'analisi per la disbiosi aiuta a identificare il numero di batteri patogeni e opportunistici come stafilococco, enterobatteri lattosio-negativi, clostridi, proteo, clebsiella I patogeni non dovrebbero essere presenti nel sistema digestivo di una persona sana. Un aumento del numero di batteri opportunistici è osservato solo con una malattia infettiva o dopo il trattamento con agenti antibatterici.

Come prepararsi per il test per la disbiosi?

Per ottenere valori affidabili nel processo di studio delle feci per la disbiosi, è necessario preparare e raccogliere correttamente il materiale. Prima di tutto, il paziente deve interrompere l'assunzione di farmaci pochi giorni prima dell'esame. Se ciò non è possibile, è indispensabile informare il medico curante.

Raccogliere le feci dopo lo svuotamento automatico (senza l'uso di lassativi o clisteri) in uno speciale contenitore sterile, che può essere acquistato in farmacia. Per analizzare la disbiosi, è necessaria una piccola quantità di materiale (circa un cucchiaino). Le impurità sotto forma di sangue e muco vengono prese per la diagnosi a colpo sicuro!

Dopo aver riempito il contenitore, chiudere bene il coperchio per evitare l'ingresso di batteri e aria estranei.

È necessario consegnare materiale per ricerche di laboratorio entro 3 ore. L'analisi viene effettuata al mattino..

Come raccogliere le feci dai bambini?

La decodifica dell'analisi per la disbiosi dipende direttamente dalla corretta raccolta di materiale. Particolare attenzione deve essere prestata se lo studio viene condotto su un bambino. Per raccogliere le feci da un bambino, è necessario utilizzare le seguenti istruzioni:

  1. Metti il ​​bambino su un pannolino pulito o una tela cerata, rimuovi il pannolino.
  2. Fai un massaggio stimolante alla pancia. Per fare questo, devi mettere la mano sulla zona dell'ombelico ed eseguire leggeri movimenti circolari con una leggera pressione. Puoi alternare il massaggio piegando le gambe allo stomaco.
  3. L'introduzione di un tubo di uscita del gas nell'ano, la cui punta è lubrificata con vaselina o crema per bambini, può aiutare il bambino con il movimento intestinale..
  4. Le feci vengono raccolte da un pannolino (tela cerata) in un contenitore con una spatola speciale. Puoi conservare il materiale in frigorifero, ma non più di 6 ore.

Non utilizzare pannolini o feci per analisi!

Dove sottoporsi al test per la disbiosi?

È possibile ottenere un rinvio per la ricerca dal proprio medico curante (terapista, pediatra, specialista in malattie infettive, gastroenterologo) nella clinica. La diagnostica di laboratorio può essere eseguita sia in un istituto pubblico che in cliniche private.

Nel policlinico nel luogo di residenza, la ricerca (semina, coprogramma) viene svolta gratuitamente. In un laboratorio privato, è possibile sottoporsi a un'analisi biochimica per la disbiosi, il cui prezzo dipende dalla posizione e dall'attrezzatura. Un semplice studio batteriologico avrà un costo di 800-1100 rubli, e per un'analisi espressa dovrai pagare da 1300 rubli.

Prevenzione della disbiosi

Per evitare uno squilibrio della microflora intestinale, è necessario, prima di tutto, assumere correttamente i farmaci antibatterici e aderire al regime di trattamento prescritto dal medico. Durante il periodo di terapia antibiotica, i probiotici sono prescritti in parallelo.

È importante seguire una corretta alimentazione e consumare prodotti a base di latte fermentato. La principale misura per la prevenzione della disbiosi nei neonati è l'allattamento al seno e la corretta introduzione di alimenti complementari..

Disbiosi intestinale

Studio microbiologico, che consente di valutare la composizione della microflora intestinale - la concentrazione e il rapporto tra microrganismi "utili", opportunistici e patogeni nelle feci, per determinare l'attività specifica dei principali probiotici in relazione ai microrganismi identificati e la loro sensibilità ai batteriofagi e agli antibiotici. La normale microflora intestinale (batteri "benefici") comprende lattobacilli, bifidobatteri, enterococchi, Escherichia coli (tipico), flora anaerobica (batteroidi). La flora condizionale patogena è enterobatteri, batteri non fermentanti, stafilococchi, batteri anaerobici (clostridi), funghi. I microrganismi patogeni sono salmonella, shigella, patogeno Escherichia. Quando vengono rilevati microrganismi patogeni e / o opportunistici, verrà determinata la loro sensibilità ai farmaci antimicrobici (antibiotici e batteriofagi) e probiotici. Quando vengono rilevati microrganismi che compongono la normale microflora, la sensibilità agli antibiotici e ai batteriofagi non viene determinata, perché non ha valore diagnostico.

Disbiosi intestinale, determinazione degli antagonisti probiotici.

Sinonimi inglesi

Disbiosi intestinale, attività antagonistica dei probiotici e test di sensibilità ai batteriofagi, Disbatteriosi intestinale.

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi adeguatamente per lo studio?

  • Lo studio è raccomandato prima di iniziare gli antibiotici e altri farmaci chemioterapici antibatterici.
  • Elimina l'assunzione di lassativi, l'introduzione di supposte rettali, oli, limita (in accordo con il medico) l'assunzione di farmaci che influenzano la motilità intestinale (belladonna, pilocarpina, ecc.) E farmaci che influenzano il colore delle feci (ferro, bismuto, solfato di bario), entro 72 ore prima della raccolta delle feci.

Informazioni generali sullo studio

La disbatteriosi (disbiosi) dell'intestino è una violazione della composizione e del rapporto quantitativo dei microrganismi batterici e fungini del tratto gastrointestinale. Normalmente, la mucosa gastrointestinale è l'habitat dei cosiddetti microrganismi commensali, che forniscono una serie di funzioni protettive in cambio di micronutrienti utilizzati dall'uomo. La maggior parte dei commensali intestinali appartiene ai generi Lactobacillus, Bifidobacterium e Bacteroides (batteri obbligati), anche se la composizione e il numero di microrganismi varia notevolmente a seconda del tratto gastrointestinale. Quindi, lo stomaco è caratterizzato dalla più bassa densità di batteri, tra cui prevalgono Lactobacillus, Streptococcus ed Helicobacter pylori. Nell'intestino tenue si trovano fino a 10 3-10 6 CFU / ml di batteri, principalmente streptococco e lattobacillo. La più alta densità di microrganismi commensali si osserva nell'intestino crasso (10 8-10 9 CFU / ml), dove predominano Bacteroides, Clostridium, Fusobacterium e Bifidobacterium. I microrganismi commensali sono in interazione dinamica con l'epitelio intestinale e, quindi, rappresentano un ostacolo meccanico all'invasione di agenti patogeni. Inoltre, secernono un numero di composti antimicrobici (ad es. Defensine). I batteri commensali sono in grado di regolare la risposta immunitaria delle mucose intestinali e, in alcuni casi, di sopprimere le reazioni infiammatorie, comprese quelle allergiche. Uno squilibrio nel microbiota si verifica a seguito di un trattamento prolungato o incontrollato con farmaci antibatterici, in violazione della motilità gastrointestinale (periodo postoperatorio, assunzione di lassativi), malassorbimento (alcolismo cronico, pancreatite cronica) e in alcune altre condizioni. La disbatteriosi può portare allo sviluppo di malattie del tratto gastrointestinale e di altri organi. Quindi, al momento, sono stati ottenuti dati sul suo ruolo nella patogenesi della malattia di Crohn, della colite ulcerosa e della celiachia, nonché della sindrome da affaticamento cronico e della dermatite atopica..

Il metodo principale per diagnosticare la disbiosi è il metodo microbiologico, in cui viene eseguita una valutazione qualitativa e quantitativa dei microrganismi obbligati, opportunistici e patogeni nelle feci. Sulla base dei risultati dello studio, viene fatta una conclusione sulla carenza di microrganismi obbligati o sulla crescita eccessiva di batteri opportunistici o patogeni. L'esame microbiologico è uno dei metodi di ricerca più specifici e sensibili utilizzati nella diagnosi di disbiosi. Tuttavia, va ricordato che la composizione batteriologica delle feci (viene utilizzata come biomateriale) è leggermente diversa dalla composizione batteriologica della mucosa intestinale. Inoltre, molti altri fattori possono influenzare il risultato del test, come l'uso recente di farmaci antibatterici, cibi ricchi di probiotici o lassativi..

Data la crescente resistenza dei microrganismi opportunistici e patogeni ai farmaci antibatterici, i metodi alternativi di trattamento con i probiotici stanno assumendo un ruolo sempre più importante nel trattamento della disbiosi. I probiotici sono un gruppo di farmaci che contengono batteri commensali o lieviti. Si ritiene che proteggano il corpo dall'eccesso di microbiota opportunistico e patogeno. La totalità delle proprietà protettive dei probiotici contro qualsiasi microrganismo è chiamata attività antagonistica e può essere determinata mediante la ricerca microbiologica. L'analisi valuta l'attività antagonistica dei principali probiotici utilizzati nella pratica gastroenterologica. La determinazione dell'attività antagonistica dei probiotici viene eseguita prima di prescrivere questi farmaci per il trattamento della disbiosi. Può essere integrato da un'analisi della sensibilità dei microrganismi identificati agli antibiotici e ai batteriofagi.

Il risultato dell'analisi viene valutato tenendo conto di ulteriori dati di laboratorio e strumentali.

A cosa serve la ricerca?

  • Per la diagnosi e il trattamento della disbiosi intestinale, controllo del suo trattamento;
  • stabilire le cause dei disturbi intestinali;
  • per la selezione della terapia antibiotica razionale.

Quando è previsto lo studio?

  • Quando si esamina un paziente dopo un lungo ciclo di trattamento con farmaci antibatterici;
  • quando si esamina un paziente con l'indicazione di una storia di uso incontrollato di farmaci antibatterici e lassativi;
  • quando si identifica la resistenza dei microrganismi opportunistici e patogeni ai farmaci antibatterici;
  • quando si esamina un paziente con pancreatite cronica, alcolismo cronico e altre condizioni accompagnate da malassorbimento;
  • con diarrea cronica;
  • dopo un trattamento a lungo termine con antibiotici, glucocorticosteroidi, immunosoppressori, farmaci chemioterapici;
  • per le malattie allergiche che sono difficili da trattare (ad esempio dermatite atopica);
  • dopo esposizione a sostanze chimiche o radiazioni ionizzanti - se ci sono sintomi di disfunzione intestinale;
  • con un lungo periodo di recupero dopo infezioni intestinali acute.

Analisi delle feci per disbiosi

In uno stato normale, l'intestino umano contiene un gran numero di batteri che sono attivamente coinvolti nel trattamento e nell'ulteriore assimilazione dei nutrienti.

L'analisi delle feci per la disbiosi viene effettuata al fine di determinare il contenuto di batteri nell'ambiente intestinale. Nella maggior parte dei casi, è prescritto ai bambini in presenza di alcuni disturbi che portano a disturbi digestivi, diarrea, costipazione, flatulenza e dolore addominale. È consigliabile anche un'analisi in caso di uso prolungato di antibiotici. I preparati di questo gruppo distruggono non solo la microflora patogena, ma anche i batteri benefici che vivono nell'intestino.

I principali gruppi di batteri intestinali

I batteri presenti nell'intestino sono divisi in tre gruppi:

Questo gruppo è attivamente coinvolto nel lavoro dell'intestino.

2. Condizionalmente patogeno può essere trasformato in patogeno e portare allo sviluppo di malattie in presenza di determinate condizioni. Questi includono:

3. Patogeno, quando si entra nell'intestino, porta a gravi malattie infettive. I rappresentanti di questo gruppo sono:

Regole per la raccolta di feci per analisi

1. La dieta deve essere seguita tre giorni prima del campionamento. I prodotti che portano all'attivazione dei processi di fermentazione nell'ambiente intestinale dovrebbero essere esclusi dalla dieta:

  • piatti di pesce e carne;
  • barbabietole;
  • bevande alcoliche.

2. Inoltre, entro tre giorni prima del test, non è possibile utilizzare droghe:

  • antibiotici;
  • preparazioni batteriche.
  • medicine lassative;
  • supposte rettali;
  • vaselina o olio di ricino.

3. Prima di raccogliere il campione, lavare l'ano e il perineo.

4. Le feci destinate all'analisi sono prese dal materiale ottenuto per defecazione spontanea, senza l'uso di ausili per accelerare l'atto.

5. Raccogliere il campione in un contenitore completamente sterile con un coperchio aderente. Assicurarsi che l'urina non penetri nel contenitore..

6. Almeno 10 grammi di feci (circa 1 cucchiaino) devono essere presi nel contenitore.

7. Sulla copertina, indicare il nome completo, la data di nascita, l'ora specifica e la data di ricezione del campione di laboratorio.

Come conservare un campione prima della consegna al laboratorio?

Dovresti provare a inviare il materiale per l'analisi per l'analisi il più presto possibile, preferibilmente in 30-40 minuti. Il tempo massimo consentito è di 2 ore.

Meno tempo passa, più affidabili saranno le analisi..

La ragione di ciò è che la maggior parte dei batteri intestinali è anaerobica. In altre parole, possono vivere in un ambiente privo di ossigeno e morire al contatto con esso, il che influisce naturalmente sull'affidabilità dei risultati dell'analisi..

Contenuto di batteri

adultiBambini di età inferiore a 1 annoBambini più grandi
bifidobatteri10 8 - 10 1010 10 - 10 1110 9 - 10 10
Lactobacillus10 6 - 10 810 6 - 10 710 7 - 10 8
Esherichia10 6 - 10 810 6 - 10 710 7 - 10 8
bacteroids10 7 - 10 810 7 - 10 810 7 - 10 8
peptostreptococchi10 5 - 10 610 3 - 10 510 5 - 10 6
enterococchi10 5 - 10 810 5 - 10 710 5 - 10 8
Stafilococchi saprofiti≤10 4≤10 4≤10 4
Stafilococchi patogeni---
clostridi≤10 5≤10 3≤10 5
Candida≤10 4≤10 3≤10 4
Enterobatteri patogeni--

bifidobatteri

La stragrande maggioranza dei batteri intestinali (circa il 95%) sono bifidobatteri. Prendono parte alla sintesi delle vitamine del gruppo B e della vitamina K, favorendo l'assorbimento della vitamina D..

Inoltre, i bifidobatteri producono sostanze che distruggono i patogeni e rafforzano l'immunità..

Le ragioni principali della riduzione del loro numero sono:

1. Assunzione di farmaci:

  • antibiotici;
  • farmaci antinfiammatori non steroidei (come l'aspirina);
  • lassativi.

2. Nutrizione inappropriata:

  • con eccesso di proteine, grassi o carboidrati;
  • fame;
  • modalità errata;
  • alimentazione artificiale.

3. Infezioni intestinali:

  • salmonellosi;
  • dissenteria;
  • infezione virale.

4. Patologie croniche del tratto digestivo:

  • gastrite;
  • ulcera allo stomaco;
  • ulcera duodenale;
  • colecistite;
  • pancreatite.

5. Patologie immunitarie:

  • carenza di lattasi;
  • celiachia.

8. Modifica della zona climatica.

Lactobacillus

Questo gruppo di batteri occupa dal 4 al 6% della massa di batteri intestinali. Inoltre svolgono un ruolo importante nel corpo:

1. Mantenere il livello di pH;

2. Sintetizzare le sostanze che contribuiscono alla distruzione della microflora patogena:

  • acido lattico e acetico;
  • acidophilus;
  • lactocidin;
  • perossido di idrogeno.

3. Produrre lattasi.

I livelli di lattobacilli possono diminuire per i seguenti motivi:

1. A causa dell'uso di alcuni medicinali:

2. A seguito di malnutrizione, fame, alimentazione artificiale.

3. In presenza di infezioni intestinali.

4. Con patologie del tratto gastrointestinale con decorso cronico.

5. A causa dello stress.

Esherichia

Questo gruppo di microrganismi è presente nell'intestino dalla nascita e vi rimane per tutta la vita. Escherichia partecipa ai seguenti processi:

  • nella sintesi di vitamina K e vitamine del gruppo B;
  • nell'assimilazione degli zuccheri;
  • nella sintesi di sostanze simili agli antibiotici: le colicine, che distruggono la microflora patogena e rafforzano l'immunità.

La riduzione del numero di questi batteri si verifica per i seguenti motivi:

  • trattamento antibiotico;
  • elmintiasi;
  • dieta squilibrata;
  • infezioni intestinali.

bacteroids

I batterioidi partecipano attivamente ai processi di digestione e, più precisamente: alla lavorazione e all'assimilazione dei grassi. Va notato che, normalmente, nei bambini fino a 6 mesi, non vengono rilevati nelle analisi delle feci. I batterioidi compaiono nell'ambiente intestinale dall'ottavo o nono mese di vita.

La quantità di batterioidi può aumentare a causa dell'aumento del grasso nella dieta.

Una diminuzione del livello di batterioidi è una conseguenza di:

  • terapia antibiotica;
  • infezioni intestinali (salmonellosi, dissenteria, infezioni virali).

peptostreptococchi

Normalmente, questi batteri vivono nell'ambiente del colon. La loro penetrazione in altre aree e un aumento del numero di questi microrganismi portano allo sviluppo di malattie infiammatorie..

I pepptostreptococci svolgono le seguenti funzioni:

  • partecipare alla trasformazione e all'assimilazione di proteine ​​e carboidrati del latte;
  • produce idrogeno, che si trasforma in perossido di idrogeno nell'ambiente intestinale e controlla il livello di pH.

Un aumento del numero di peptostreptococchi può derivare da:

  • alto consumo di carboidrati;
  • la presenza di malattie croniche del tratto digestivo;
  • infezioni intestinali.

enterococchi

Questo gruppo di batteri prende parte a tre processi:

  • elaborazione e assimilazione di carboidrati;
  • sintesi di vitamine;
  • la formazione dell'immunità locale (nell'intestino).

Normalmente, il numero di questi batteri non dovrebbe essere superiore al numero di E. coli. Altrimenti, possono provocare lo sviluppo di una serie di patologie..

Un aumento del contenuto di enterococchi può essere una conseguenza di:

  • elmintiasi;
  • malattie immunitarie e altre condizioni che portano a un indebolimento del sistema immunitario;
  • allergie alimentari;
  • dieta squilibrata;
  • terapia antibiotica (con resistenza dell'enterococco in relazione all'antibiotico usato);
  • ridurre il numero di Escherichia coli (Escherichia).

stafilococchi

Questo gruppo comprende:

  • stafilococchi non patogeni;
  • stafilococchi patogeni.

Le specie non patogene sono:

  • stafilococco non emolitico;
  • epidermica.

Quelli patogeni includono:

  • d'oro (il più pericoloso);
  • emolitica;
  • plasma coagulanti.

Gli stafilococchi non appartengono alla normale microflora intestinale. Provengono dall'ambiente esterno con il cibo
L'ingestione di Staphylococcus aureus porta allo sviluppo di infezioni tossiche. Ciò è generalmente dovuto a scarsa igiene (ad es. Mani sporche), manipolazione del cibo o durante la permanenza in una struttura sanitaria.

clostridi

Questi batteri prendono parte al trattamento delle proteine, con conseguente indolo e skatole. Queste sono sostanze tossiche, ma a piccole dosi stimolano la peristalsi intestinale e accelerano l'evacuazione delle feci.

Un aumento del numero di clostridi nell'intestino porta alla sintesi di più skatole e indolo e può provocare lo sviluppo di dispepsia putrefattiva.

I livelli di clostridio possono aumentare a causa dell'elevato apporto proteico.

Candida

Un aumento del contenuto di candida nell'ambiente intestinale porta allo sviluppo della dispepsia della fermentazione e di vari tipi di candidosi.

Un aumento del numero di candidati può essere una conseguenza;

  • consumare cibi ricchi di carboidrati;
  • prendendo antibiotici senza l'uso simultaneo di agenti antifungini;
  • l'uso di contraccettivi ormonali;
  • diabete mellito;
  • fatica;
  • gravidanza.

Ciao! Sono una madre di tre figli, una casalinga e una moglie amorevole :) Lavoro come pediatra da oltre 5 anni. Scrivo articoli su questo sito nel mio tempo libero e cerco di portare il massimo beneficio al mondo! ATTENZIONE, non automedicare, per favore. Meglio contattare uno degli specialisti nel catalogo sul sito! Non farti del male. Tutti gli articoli sono scritti a solo scopo informativo. Salute!

Analisi delle feci per disbiosi: decodifica di cosa si tratta e come prenderla correttamente?

L'intestino umano è abitato

3 kg di batteri. Rappresentano la microflora necessaria per la normale digestione, ma con vari fallimenti, il numero di alcuni microrganismi può diminuire significativamente - si verificherà la disbiosi - uno squilibrio dei batteri.

Sebbene i medici non lo classifichino come una malattia indipendente, il danno da ciò non diminuisce. Se si sospetta la disbiosi intestinale, vengono prescritti speciali test delle feci per stabilire una diagnosi accurata.

Analisi delle feci per disbiosi, che cos'è?

I microrganismi che vivono nel tratto gastrointestinale sono di fondamentale importanza per la vita umana. Sintetizzano le vitamine, scompongono il cibo e proteggono dagli attacchi di ceppi patogeni.

In altre parole, umani e batteri sono in simbiosi. Ma se la composizione della microflora è disturbata, la comparsa di flatulenza, diarrea, nausea, per non parlare delle conseguenze dell'assunzione insufficiente di composti nutrienti nei tessuti.

Lo scopo dell'analisi delle feci è di determinare la composizione qualitativa e quantitativa dei batteri nell'intestino..

Per questo, in medicina vengono generalmente utilizzati 3 metodi:

  1. Coprogram.
  2. Analisi batteriologiche.
  3. Analisi biochimiche.

Coprogram

Il coprogramma è prescritto quando una persona lamenta un disturbo delle feci cronico o acuto, dolore addominale di natura sconosciuta, una forte perdita di peso senza motivo apparente.

I medici ricorrono anche a tale studio nel trattamento di malattie non correlate al tratto gastrointestinale. Ciò è particolarmente vero quando si trattano patologie con antibiotici in diverse parti del corpo (gola, articolazioni, ecc.).

Il coprogramma è un esame iniziale, che è solo un metodo ausiliario e fornisce una caratterizzazione fisica del contenuto dell'intestino.

L'analisi viene eseguita in 2 fasi:

1. Macroscopico:

  • colore delle feci;
  • il modulo;
  • quantità;
  • odore;
  • la presenza di parassiti;
  • la presenza di pus, sangue e muco;
  • cibo non digerito rimanente.

2. Microscopico:

  • frammenti di cellule e tessuti;
  • cibo digerito (fibre, grassi, sale, amido, ecc.).

Analisi batteriologiche delle feci

Se il coprogramma mostra deviazioni dalla norma, il medico ha una ragione per un'analisi più approfondita. In laboratorio, le feci vengono coltivate su un mezzo nutritivo.

Dopo 4-5 giorni, i batteri si moltiplicheranno, il che ti permetterà di esaminare le loro colonie al microscopio. Successivamente, lo specialista fa una conclusione sul numero di microbi in 1 g di feci (CFU / g).

Sulla base dei dati ottenuti, il medico effettua una diagnosi. I risultati dei test per adulti e bambini sono spesso diversi, quindi l'età del paziente deve essere presa in considerazione.

Ma un'attesa di 5 giorni per la crescita delle colonie non è sempre consentita, perché durante questo periodo le condizioni di una persona possono peggiorare in modo significativo.

Analisi biochimiche delle feci

L'analisi biochimica delle feci per dysbacteriosis dà il risultato il giorno del campionamento. L'essenza di tale studio è identificare i composti presenti nell'intestino.

Particolare attenzione è prestata allo spettro degli acidi grassi, perché sono sintetizzati dai batteri nel processo di attività vitale. Un'altra analisi biochimica si chiama diagnostica espressa..

Il metodo è molto informativo e semplice, non solo dimostra lo squilibrio della microflora, ma identifica anche la parte dell'intestino in cui si è verificato il malfunzionamento.

È molto più probabile che i medici preferiscano questo studio a causa dei suoi vantaggi significativi:

  • Velocità. I risultati saranno tra 1-2 ore.
  • Sensibilità. Il metodo determina in modo molto accurato la concentrazione di composti.
  • Poco impegnativo per assaggiare la freschezza. Anche le feci di ieri lo faranno.

Prepararsi all'analisi delle feci

L'affidabilità dei risultati della ricerca dipende direttamente dalla corretta preparazione. Il fatto è che molti alimenti contengono sostanze che daranno una reazione positiva.

Prima di tutto, è carne. È in esso che è presente l'emoglobina.

In secondo luogo, è ferro. Tutti gli alimenti rossi contengono questo elemento. Vale la pena astenersi dal mangiare tali piatti per 3 giorni prima dell'analisi, in modo che il laboratorio non ottenga accidentalmente un risultato falso positivo..

Le restrizioni si applicano anche a frutta e verdura crude: durante il periodo di preparazione, è necessario mangiare solo alimenti vegetali trattati termicamente.

Inoltre, il paziente deve interrompere l'assunzione di farmaci che influenzano direttamente la microflora intestinale:

  • antibiotici;
  • probiotici;
  • lassativi (ufficiali e folk);
  • supposte rettali.

Gli adulti eseguono la preparazione per l'analisi delle feci per la disbiosi in modo indipendente. L'esame del contenuto dell'intestino dei bambini non è diverso, tuttavia i genitori dovranno monitorare la conformità del bambino a tutte le raccomandazioni.

Come eseguire correttamente un test delle feci per la disbiosi?

La dieta e la sospensione del farmaco sono le condizioni primarie per la validità dei risultati del test. Inoltre, il paziente dovrà raccogliere le feci secondo le regole.

Consegniamo le feci - 6 regole:

  1. Prima di controllare la defecazione, lavare il perineo (esclude la possibilità di ingestione di vecchi campioni).
  2. È vietato utilizzare qualsiasi ausilio per accelerare il processo di defecazione (clistere, lassativo).
  3. Un contenitore speciale con un coperchio stretto viene preparato in anticipo (è necessario acquistarlo in farmacia).
  4. Il liquido non deve entrare nelle feci (urina, acqua, ecc.).
  5. Prendi 3 pezzi di feci (1 cucchiaino ciascuno da aree diverse).
  6. Se è presente sangue o muco, tali campioni devono essere prelevati a colpo sicuro.

I batteri intestinali sono per lo più anaerobici. Dopo 1 ora dalla defecazione, manterranno comunque la loro popolazione nella sua forma naturale, tuttavia, gradualmente i microrganismi inizieranno a morire.

Al fine di superare correttamente l'analisi delle feci per la disbiosi, è necessario consegnare campioni di escrementi al laboratorio almeno 2 ore dopo lo svuotamento.

L'urgenza non è così essenziale per la ricerca biochimica, che non studia le colonie di batteri, ma il risultato della loro attività vitale: gli acidi grassi. Questi composti quasi non si disintegrano spontaneamente e quindi rimangono invariati per lungo tempo..

I medici ti permettono persino di congelare le feci e portarle il giorno successivo. Nel caso dei neonati, questa è talvolta l'opzione preferita per i genitori..

Decifrare i risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi

L'intestino ospita 100 trilioni di batteri, che è 10 volte il numero di tutte le cellule del corpo. Se non ci sono microbi, la persona semplicemente morirà..

D'altra parte, spostare l'equilibrio su entrambi i lati porta alla malattia. Decodificare l'analisi delle feci per la disbiosi è determinare il numero e i tipi di microbi.

Tabella di decodifica dei risultati e norme di analisi

Bambini di età inferiore a 1 annoBambini più grandiadulti
bifidobatteri10 10 - 10 1110 9 - 10 1010 8 - 10 10
Lactobacillus10 6 - 10 710 7 - 10 810 6 - 10 8
Esherichia10 6 - 10 710 7 - 10 810 6 - 10 8
bacteroids10 7 - 10 810 7 - 10 810 7 - 10 8
peptostreptococchi10 3 - 10 510 5 - 10 610 5 - 10 6
enterococchi10 5 - 10 710 5 - 10 810 5 - 10 8
Stafilococchi saprofiti≤10 4≤10 4≤10 4
Stafilococchi patogeni---
clostridi≤10 3≤10 5≤10 5
Candida≤10 3≤10 4≤10 4
Enterobatteri patogeni---

Decodifica dettagliata:

  • 95% di tutti i batteri presenti nell'intestino;
  • sintetizzare le vitamine K e B;
  • promuovere l'assorbimento di vitamina D e calcio;
  • rafforzare l'immunità.
  • mantenere l'acidità;
  • sintetizza la lattasi e le sostanze protettive.
  • sintetizzare le vitamine K e B;
  • promuovere l'assorbimento degli zuccheri;
  • produce colicine - proteine ​​che uccidono i microbi.
  • abbattere i grassi;
  • svolgere una funzione protettiva.
  • abbattere i carboidrati;
  • svolgere una funzione protettiva;
  • presente in piccole quantità e non sempre.
  • partecipare alla sintesi di acidi grassi;
  • svolgere una funzione protettiva;
  • non sempre presente.
  • vivere nell'intestino crasso;
  • partecipare al metabolismo dei nitrati;
  • ci sono molti ceppi patogeni.
  • vivere nell'intestino crasso;
  • sintetizzare acidi e alcoli;
  • abbattere le proteine.
  • mantenere un ambiente acido;
  • opportunistico.

Un cambiamento nel numero di alcuni microrganismi è possibile quando i ceppi patogeni entrano nell'intestino.

Questo di solito accade quando non si osserva l'igiene personale (mani sporche, frutta e verdura non lavate). Il trattamento antibiotico è la seconda causa comune di disbiosi.

Per normalizzare la situazione nel tratto digestivo, i medici prescrivono anche probiotici - speciali additivi biologicamente attivi.

Inoltre, la disbiosi spesso indica un'insufficienza immunitaria. I leucociti controllano la popolazione microbica, il cui numero aumenta in modo significativo con una diminuzione della difesa naturale. E spesso non si moltiplicano i batteri benefici, ma patogeni.

Analisi delle feci nei bambini

I risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi nei bambini sono leggermente diversi rispetto agli adulti. Ciò è dovuto, prima di tutto, alla graduale colonizzazione dell'intestino da parte dei microrganismi.

Dopo la nascita, il bambino si nutre di latte materno, che contribuisce allo sviluppo della normale microflora. Ma negli ospedali è comune l'infezione da Staphylococcus aureus..

E se la madre non ha anticorpi contro questo microrganismo, il bambino svilupperà la disbiosi.

Inoltre, alcuni ceppi benefici compaiono solo entro 1 anno, come i batterioidi. A volte nell'intestino del bambino, i funghi del genere Candida si sviluppano eccessivamente, provocando la malattia corrispondente - candidosi.

La causa più comune di disbiosi nei bambini è la transizione precoce all'alimentazione artificiale. Tuttavia, il bambino ha bisogno di latte materno nel primo anno di vita.

Conclusione

L'analisi delle feci per la disbiosi è prescritta per eventuali disturbi digestivi. Inoltre, i medici monitorano lo stato della microflora del paziente durante la terapia antibiotica..

L'identificazione tempestiva della disbiosi e il chiarimento della natura del disturbo consentiranno di prendere le misure giuste e ridurre la probabilità di complicanze.

Dysbacteriosis. Studio della microbiocenosi intestinale con determinazione della sensibilità ai batteriofagi

Costo del servizio:RUB 1510 * Ordine
Periodo di esecuzione:3 - 7 k.d.Per ordinareIl periodo specificato non include il giorno di assunzione del biomateriale

Il campionamento viene effettuato prima dell'inizio della terapia antibiotica o non prima di 2 settimane dopo la sua fine.

Regole per l'assunzione di biomateriale

Le feci dopo la defecazione naturale vengono raccolte in un contenitore con un cucchiaio e un tappo a vite nella quantità di 1/3 del volume del contenitore (1-2 cucchiai).

Consegna al laboratorio il giorno dell'assunzione del biomateriale e entro e non oltre 12 ore dal momento della raccolta delle feci da parte del paziente.

Metodo di ricerca: microbiologico

L'intestino di persone sane può contenere più di 500 diversi tipi di microrganismi che compongono la microflora intestinale. La disbatteriosi è una violazione della normale microflora intestinale. Le principali manifestazioni cliniche della disbiosi intestinale: violazione delle condizioni generali (intossicazione, disidratazione); perdita di peso; sintomi di danno alle mucose del tratto gastrointestinale; disturbi digestivi in ​​varie parti del tratto gastrointestinale.

Lo studio consente di valutare la composizione qualitativa e quantitativa della microflora del biomateriale studiato e di valutare la sensibilità dei microrganismi ai batteriofagi. La microflora umana normale è una raccolta di microrganismi. Con lo sviluppo di processi patologici, la composizione dei microrganismi cambia verso un aumento opportunistico e / o la comparsa di agenti patogeni patogeni.

I microrganismi sono identificati su uno spettrometro di massa ad alta precisione Microflex (Bruker). Nella fase successiva della ricerca di laboratorio, viene determinata la sensibilità dell'agente patogeno ai batteriofagi, che consente al medico di prescrivere una terapia adeguata..

INDICAZIONI PER LO STUDIO:

  • Sospetto di una violazione della microflora intestinale;
  • Selezione di terapia antibatterica;
  • Valutazione dell'efficacia della terapia antibiotica.

INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI:

In uno studio microbiologico sulle feci per la disbatteriosi, viene emessa una valutazione quantitativa di tutti i microrganismi isolati in unità di CFU / grammo, indicando i valori di riferimento per ciascun microrganismo e i risultati della valutazione della sensibilità ai fagi.

Lo studio per la disbiosi intestinale con la determinazione della sensibilità ai batteriofagi comprende la determinazione dei seguenti microrganismi:

microrganismi
bifidobatteri
Lactobacillus
clostridi
Escherichia coli tipico
Escherichia coli lattosio-negativo
Escherichia coli emolitico
Enterobatteri condizionatamente patogeni:
Klebsiella spp.
Citrobacter spp.
Enterobacter spp.
Hafnia spp.
Serratia spp.
Proteus spp.
Morganella spp.
Providencia spp.
Raoultella spp.
Batteri non fermentanti:
Pseudomonas spp.
Acinetobacter spp.
Altri batteri non fermentanti
Microrganismi patogeni
enterococchi
Staphylococcus aureus
Staphylococcus saprophyticus, Staphylococcus epidermidis
Funghi simili a lieviti del genere Candida

L'interpretazione viene eseguita da un medico tenendo conto delle manifestazioni cliniche.

Attiriamo la vostra attenzione sul fatto che l'interpretazione dei risultati della ricerca, la diagnosi, nonché la nomina del trattamento, in conformità con la legge federale n. 323-FZ "Le basi della protezione della salute dei cittadini nella Federazione Russa", datata 21 novembre 2011, devono essere eseguite da un medico della specializzazione appropriata.

"[" serv_cost "] => string (4)" 1510 "[" cito_price "] => NULL [" parent "] => string (3)" 542 "[10] => string (1)" 1 "[ "limit"] => NULL ["bmats"] => array (1) < [0]=>array (3) < ["cito"]=>string (1) "N" ["own_bmat"] => string (2) "12" ["name"] => string (6) "Cal" >>>

Biomateriale e metodi disponibili di assunzione:
Un tipoIn ufficio
Feci
Preparazione alla ricerca:

Il campionamento viene effettuato prima dell'inizio della terapia antibiotica o non prima di 2 settimane dopo la sua fine.

Regole per l'assunzione di biomateriale

Le feci dopo la defecazione naturale vengono raccolte in un contenitore con un cucchiaio e un tappo a vite nella quantità di 1/3 del volume del contenitore (1-2 cucchiai).

Consegna al laboratorio il giorno dell'assunzione del biomateriale e entro e non oltre 12 ore dal momento della raccolta delle feci da parte del paziente.

Metodo di ricerca: microbiologico

L'intestino di persone sane può contenere più di 500 diversi tipi di microrganismi che compongono la microflora intestinale. La disbatteriosi è una violazione della normale microflora intestinale. Le principali manifestazioni cliniche della disbiosi intestinale: violazione delle condizioni generali (intossicazione, disidratazione); perdita di peso; sintomi di danno alle mucose del tratto gastrointestinale; disturbi digestivi in ​​varie parti del tratto gastrointestinale.

Lo studio consente di valutare la composizione qualitativa e quantitativa della microflora del biomateriale studiato e di valutare la sensibilità dei microrganismi ai batteriofagi. La microflora umana normale è una raccolta di microrganismi. Con lo sviluppo di processi patologici, la composizione dei microrganismi cambia verso un aumento opportunistico e / o la comparsa di agenti patogeni patogeni.

I microrganismi sono identificati su uno spettrometro di massa ad alta precisione Microflex (Bruker). Nella fase successiva della ricerca di laboratorio, viene determinata la sensibilità dell'agente patogeno ai batteriofagi, che consente al medico di prescrivere una terapia adeguata..

INDICAZIONI PER LO STUDIO:

  • Sospetto di una violazione della microflora intestinale;
  • Selezione di terapia antibatterica;
  • Valutazione dell'efficacia della terapia antibiotica.

INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI:

In uno studio microbiologico sulle feci per la disbatteriosi, viene emessa una valutazione quantitativa di tutti i microrganismi isolati in unità di CFU / grammo, indicando i valori di riferimento per ciascun microrganismo e i risultati della valutazione della sensibilità ai fagi.

Lo studio per la disbiosi intestinale con la determinazione della sensibilità ai batteriofagi comprende la determinazione dei seguenti microrganismi:

microrganismi
bifidobatteri
Lactobacillus
clostridi
Escherichia coli tipico
Escherichia coli lattosio-negativo
Escherichia coli emolitico
Enterobatteri condizionatamente patogeni:
Klebsiella spp.
Citrobacter spp.
Enterobacter spp.
Hafnia spp.
Serratia spp.
Proteus spp.
Morganella spp.
Providencia spp.
Raoultella spp.
Batteri non fermentanti:
Pseudomonas spp.
Acinetobacter spp.
Altri batteri non fermentanti
Microrganismi patogeni
enterococchi
Staphylococcus aureus
Staphylococcus saprophyticus, Staphylococcus epidermidis
Funghi simili a lieviti del genere Candida

L'interpretazione viene eseguita da un medico tenendo conto delle manifestazioni cliniche.

Attiriamo la vostra attenzione sul fatto che l'interpretazione dei risultati della ricerca, la diagnosi, nonché la nomina del trattamento, in conformità con la legge federale n. 323-FZ "Le basi della protezione della salute dei cittadini nella Federazione Russa", datata 21 novembre 2011, devono essere eseguite da un medico della specializzazione appropriata.

Continuando a utilizzare il nostro sito, acconsenti al trattamento dei cookie, dei dati dell'utente (informazioni sulla posizione; tipo e versione del sistema operativo; tipo e versione del browser; tipo di dispositivo e relativa risoluzione dello schermo; fonte da cui l'utente è venuto al sito; da quale sito o da quale pubblicità; lingua del sistema operativo e del browser; quali pagine vengono aperte dall'utente e quali pulsanti l'utente fa clic; indirizzo IP) per far funzionare il sito, condurre il retargeting e condurre ricerche e recensioni statistiche. Se non desideri che i tuoi dati vengano elaborati, lascia il sito.

Copyright FBSI Central Research Institute of Epidemiology of Rospotrebnadzor, 1998-2020

Ufficio centrale: 111123, Russia, Mosca, st. Novogireevskaya, 3a, metro "Shosse Entuziastov", "Perovo"
+7 (495) 788-000-1, [email protected]

! Continuando a utilizzare il nostro sito, acconsenti al trattamento dei cookie, dei dati dell'utente (informazioni sulla posizione; tipo e versione del sistema operativo; tipo e versione del browser; tipo di dispositivo e relativa risoluzione dello schermo; fonte da cui l'utente è venuto al sito; da quale sito o da quale pubblicità; lingua del sistema operativo e del browser; quali pagine vengono aperte dall'utente e quali pulsanti l'utente fa clic; indirizzo IP) per far funzionare il sito, condurre il retargeting e condurre ricerche e recensioni statistiche. Se non desideri che i tuoi dati vengano elaborati, lascia il sito.

Articoli Su Epatite