Come fare un'analisi per la disbiosi nei neonati: raccogliere le feci e decodificare i risultati

Principale Pancreatite

Se un bambino ha mal di stomaco e problemi con le feci, i genitori iniziano a cercare la causa di questi fenomeni. È particolarmente spiacevole quando la pancia disturba il bambino. I sintomi di solito si risolvono con un cambiamento nella dieta e nel regime. Tuttavia, a volte i disturbi intestinali tormentano il bambino per molto tempo. Un metodo per diagnosticare i problemi intestinali - analisi per la disbiosi.

Se il bambino soffre di problemi gastrointestinali, ha movimenti intestinali irregolari e spesso mal di pancia, il medico consiglia di sottoporsi al test per la disbiosi

Che cos'è la disbiosi?

Nell'uomo, vari microrganismi vivono nell'intestino e contribuiscono alla normale digestione. La disbatteriosi (disbiosi) è un cambiamento nell'equilibrio della microflora intestinale, che crea condizioni per la crescita di microrganismi patogeni o la riproduzione della flora opportunistica (UPF). Questa condizione si verifica con determinati fattori a qualsiasi età..

Molti esperti ritengono che la disbiosi nei bambini non sia una patologia. I neonati non hanno la loro microflora. I microrganismi colonizzano gradualmente l'intestino del bambino. Alcuni entrano nel corpo immediatamente dopo la nascita, altri - con baci, parenti toccanti, allattamento.

Nelle diverse fasi dello sviluppo di un bambino, alcuni batteri possono predominare nel suo corpo, il che non è tipico per i bambini più grandi. Tuttavia, a volte l'equilibrio dei microbatteri cambia drasticamente a causa di varie circostanze..

Ciò porta a disturbi nel processo digestivo del bambino. Poiché i bambini sono molto sensibili alle manifestazioni dell'ambiente esterno, non tutti i cambiamenti nel loro benessere parlano di disbiosi..

I seguenti fattori portano a gravi violazioni della microflora intestinale del bambino:

  • malattie della madre durante la gestazione;
  • malattie infettive;
  • problemi di parto;
  • Prematurità;
  • caratteristica fisiologica del tratto gastrointestinale;
  • allattamento al seno irregolare;
  • l'uso da parte di una madre che allatta di nuovi prodotti, medicine;
  • l'alimentazione con le formule di latte;
  • introduzione precoce di alimenti complementari;
  • introduzione di prodotti caseari nella dieta;
  • l'uso di droghe;
  • ambiente sfavorevole.

Cosa rivela l'analisi?

Se un bambino è sospettato di disbiosi, uno specialista prescrive un'analisi delle feci per UPF. Rileva la presenza e la concentrazione di microrganismi negativi e batteri benefici nell'intestino.

Indicazioni per l'esame nei bambini

Nei neonati, i cambiamenti nella nutrizione e varie malattie spesso portano alla disbiosi. A volte, con l'introduzione di nuovi prodotti nei bambini di età inferiore a un anno, la frequenza e la natura delle feci cambiano. Tuttavia, dopo pochi giorni tutto torna alla normalità. Vale la pena pensare allo sviluppo della disbiosi ed esaminare il bambino quando compaiono i seguenti segni:

  • alitosi;
  • forte salivazione;
  • diarrea per più di 3 giorni;
  • eruzioni cutanee allergiche;
  • intenso rigurgito e vomito;
  • aumento della temperatura corporea;
  • sottopeso;
  • stomatite;
  • mughetto della mucosa orale (consigliamo di leggere: come e come viene trattato il mughetto nei neonati?);
  • letargia;
  • capricciosità;
  • violazione dell'appetito;
  • gonfiore, flatulenza, coliche;
  • schiuma, impurità nel sangue, muco verde nelle feci.
I genitori noteranno segni di disbiosi da disturbo delle feci e cattiva salute generale del bambino

Nei bambini più grandi, i segni della disbiosi sono in molti modi simili alle manifestazioni nei bambini di età inferiore a un anno, solo loro, a differenza dei bambini, possono lamentarsi di disagio e dolore addominale. Malnutrizione, malattie infettive, intossicazione alimentare, scarsa ecologia, stress, invasioni elmintiche, cambiamenti ormonali negli adolescenti portano alla disbiosi..

Come raccogliere correttamente le feci per l'analisi?

Affinché l'analisi sia informativa, è necessario donare le feci entro e non oltre 2 ore dalla raccolta. Se non si riesce a passare i test al laboratorio, è possibile conservarli in frigorifero, ma non più di 5 ore. Per la corretta raccolta delle feci, è necessario osservare le seguenti regole:

  • il bambino non deve ricevere nuovi alimenti e medicinali per 72 ore prima dell'esame;
  • non dovresti clistere il bambino, mettere supposte rettali, dare un lassativo;
  • è necessario che il bambino svuoti la vescica prima della procedura;
  • è necessario lavare il bambino;
  • i contenitori per la raccolta e la raccolta delle feci devono essere sterili;
  • è necessario raccogliere materiale per la ricerca da tutte le parti delle feci;
  • è indesiderabile fare un'analisi per la disbiosi in un bambino usando il biomateriale da un pannolino usa e getta (è meglio mettere una tela cerata pulita sul bambino e attendere fino a quando non fa la cacca).

Metodi di ricerca sui materiali

L'esame per la disbiosi comporta lo studio del materiale con diversi metodi. Ognuno di essi mira a testare diverse funzioni del corpo. Solo uno studio completo delle analisi ti consentirà di avere un quadro completo dei possibili problemi intestinali. Metodi di ricerca delle feci per la disbiosi:

  • Il coprogramma prevede lo studio delle proprietà fisiche e chimiche delle feci e dei suoi componenti. Rileva parassiti, muco, sangue, la quantità di cibo digerito e non digerito.
  • La cultura batteriologica consente di determinare il grado di sviluppo della microflora patogena.
  • L'analisi biochimica per la disbiosi rivela il rapporto tra tutti i batteri benefici e dannosi. In grado di indicare la parte dell'intestino in cui è concentrato il problema.
La procedura per l'inoculazione batteriologica delle feci per la disbiosi

Indicatori normali nei bambini di età diverse

Quando studiano le feci, gli esperti determinano il contenuto di microrganismi in un grammo di feci. Una conclusione preliminare è data da un gastroenterologo. Quando si effettua una diagnosi, viene presa in considerazione l'età del bambino, poiché le norme degli indicatori nei bambini di età diverse differiscono. Le norme per la composizione della microflora intestinale per i bambini sono presentate nella tabella.

IndiceNorm, CFU / g
Fino a un annoOltre un anno
Il contenuto totale di E. coli300-400 milioni / anno400-1 miliardi / anno
E. coli con normale attività enzimatica107-108107-108
E. coli con deboli proprietà enzimatichemeno di 10%
Enterobatteri negativi al lattosiomeno del 5%
Enterobatteri patogeni00
Emolipizzazione Escherichia coli00
Forme coccolari nella quantità di microbimeno del 25%
enterococchi105-107105-108
Lactobacillus106-107107-108
bifidobatteri1010-1011109-1010
bacteroids107-108
eubatteri106-107
peptostreptococchimeno di 105
clostridimeno di 103meno di 105
Funghi di lievito Candidameno di 104
Stafilococco aureo patogeno (dorato)00
Stafilococco epidermicomeno di 104

Decodifica dei risultati

La descrizione degli indicatori e la loro decodifica approssimativa sono riportate di seguito:

  • E. coli interferisce con la diffusione di batteri nocivi, stimola la produzione di vitamine del gruppo B e aiuta l'assorbimento di calcio e ferro. La presenza di elminti nel corpo e la disbiosi portano a una riduzione di questo indicatore. Un aumento del numero di Escherichia coli con una funzione debole della formazione di enzimi con una diminuzione simultanea del coli attivo indica l'inizio della disbiosi. E. coli emolitico causano allergie a causa della loro capacità di produrre tossine.
  • Le enterobatteriacee negative al lattosio appartengono alla flora opportunistica. Con il loro aumento, il bambino sviluppa bruciore di stomaco, rigurgito, eruttazione e una sensazione di disagio nello stomaco.
  • Gli enterobatteri patogeni si manifestano nel corpo nelle malattie infettive.
  • Gli enterococchi sono normalmente sempre presenti nel corpo. Sono coinvolti nella scomposizione dei carboidrati, ma la loro crescita indica infezioni degli organi pelvici e del tratto urinario. Gli enterococchi influenzano negativamente il corpo nel suo insieme.
  • I lattobacilli abbattono il lattosio, mantengono l'acidità e promuovono la produzione di sostanze protettive. La loro diminuzione indica una diminuzione dell'immunità e lo sviluppo della disbiosi..
  • I bifidobatteri sono coinvolti nella produzione di vitamine K e B, promuovono l'assorbimento di calcio e vitamina D e la formazione dell'immunità.
  • I batterioidi sono coinvolti nel trattamento degli acidi grassi.
  • Gli eubatteri prendono anche parte all'assimilazione e alla digestione del cibo..
  • I peptostreptococchi favoriscono la sintesi di acidi grassi e lo sviluppo di funzioni protettive del corpo. Una diminuzione del loro numero è un segno dello sviluppo della disbiosi..
Sulla base dei risultati dell'analisi per la disbiosi, il medico prescrive il trattamento
  • I clostridi riciclano proteine, acidi e alcoli.
  • Gli stafilococchi entrano nel corpo di ogni bambino dall'ambiente. Lo Staphylococcus aureus è particolarmente pericoloso (per maggiori dettagli, vedi l'articolo: Staphylococcus aureus nella bocca di un bambino). Provoca lo sviluppo della malattia, che è accompagnata da diarrea, vomito, febbre e scarso assorbimento dei nutrienti.
  • I funghi candida simili a lieviti formano anche la flora opportunistica dell'organismo. Con la loro crescita, si sviluppa la candidosi..

Quando decifrano i test per la disbiosi, molte persone incontrano il termine proliferazione. Alcune persone lo prendono per una diagnosi. Tuttavia, questa definizione viene utilizzata nel caso in cui la quantità di batteri aumenti oltre la norma..

Prevenzione della disbiosi

La disbatteriosi è una delle condizioni del corpo che è abbastanza facile da evitare. Affinché il bambino non abbia vari problemi con l'intestino, è necessario seguire alcune regole. La prevenzione della disbiosi consiste in:

  • igiene personale;
  • mantenere pulita la casa;
  • nutrizione equilibrata secondo la fascia d'età;
  • rafforzare l'immunità;
  • l'uso di farmaci che ripristinano la microflora nel trattamento antibiotico.

Analisi per la disbiosi nei neonati

La disbatteriosi nei neonati è una diagnosi popolare tra i pediatri. Parlano di lui con pianto irragionevole, disturbi delle feci, eruzioni cutanee e sonno scarso. La disbatteriosi in sé non è una malattia, ma un sintomo, una conseguenza di alcune malattie, disturbi o imperfezione fisiologica del tratto gastrointestinale. In questo stato, la composizione della microflora intestinale cambia: i batteri opportunistici o patogeni iniziano a prevalere su quelli positivi. La disbatteriosi può davvero disturbare notevolmente il benessere di un bambino. E più piccolo è il bambino, maggiore è il rischio di sviluppare un tale disturbo. Dopotutto, l'immunità dei bambini non è molto resistente ai batteri aggressivi. Un'analisi speciale aiuterà a identificare possibili violazioni della flora intestinale nei neonati..

Immagine: Sakurra / Shutterstock.com

Funzioni della microflora intestinale

Le mucose del corpo sono abitate da una grande varietà di microrganismi. Una certa combinazione di tali batteri si chiama microflora. Ed è noto da tempo che un simile mondo dentro di noi è molto importante per il benessere, la normale funzione intestinale e l'immunità. La microflora intestinale sana fornisce:

  • la produzione di una serie di vitamine, acidi e aminoacidi;
  • normale rigenerazione delle cellule intestinali;
  • sintesi completa di enzimi;
  • adeguato lavoro di immunità, ecc..

Una microflora sana previene l'insorgenza di allergie, malattie ai reni e al fegato. Svolge un ruolo nel mantenimento di una digestione sana.

Come può manifestarsi la disbiosi in un bambino?

Nel caso dei bambini piccoli, è molto difficile determinare cosa li preoccupi esattamente. Il bambino non può lamentarsi della pancia o parlare del mal di testa. Alcuni disturbi del benessere ci permettono di sospettare che si tratti di disbiosi:

  • pianto isterico, serraggio e tensione delle gambe;
  • rigurgito regolare, eruttazione;
  • frequenti feci molli di colore, struttura e odore anomali (si possono osservare particelle non digerite nelle feci, è verdastra e ha un odore estremamente sgradevole);
  • feci rare (la costipazione può anche indicare disbiosi);
  • mughetto sulle mucose della bocca (placca cagliata su guance e lingua);
  • alitosi;
  • scarso appetito;
  • pelle secca, desquamazione;
  • aumento di peso insufficiente;
  • letargia, pianto;
  • sonno scarso, frequenti risvegli.

Molti di questi sintomi possono indicare altri problemi di benessere. E lo stesso raro sgabello per bambini può essere una variante della norma. Un pediatra può vedere il problema e fare la diagnosi corretta.

Perché i bambini possono avere la disbiosi?

I bambini nascono con un tratto digestivo sterile. Già nelle prime ore dopo la nascita, l'intestino inizia a essere popolato di microrganismi benefici, la prima porzione di cui i bambini ricevono dal colostro materno. La disbatteriosi può essere provocata da:

  • immaturità fisiologica del tratto gastrointestinale (osservata nei neonati prematuri e nei bambini indeboliti);
  • la presenza di alcune malattie nella madre (vaginosi batterica, mastite);
  • attaccamento tardivo al seno;
  • alimentazione con miscele;
  • cibo non adatto all'età (miscela inadatta, introduzione precoce di succo, ecc.);
  • svezzamento precoce;
  • l'uso di diverse medicine.

La migliore prevenzione dei disturbi della microflora nei neonati è l'allattamento al seno senza alimentazione supplementare con una miscela per almeno i primi 3-6 mesi. I pediatri raccomandano di allattare al seno il bambino per almeno 12 mesi e di introdurre cibi complementari all'età di non meno di 6 mesi. Se ciò non è possibile, vale la pena scegliere una miscela di alta qualità adatta al bambino..

Quale analisi viene utilizzata nella diagnosi?

Il metodo specifico più informativo per diagnosticare i disturbi della microflora nei bambini è l'analisi microbiologica (coltura batterica). In questo studio, il biomateriale viene inserito in un mezzo nutritivo appositamente preparato, che stimola la crescita dei batteri. Vari media naturali, ad esempio l'agar o il brodo di mesopatamia, possono diventare alimenti per i componenti della microflora. L'analisi deve essere eseguita in condizioni sterili..

Di norma, le colonie di organismi viventi possono essere valutate dopo 5-7 giorni. Al termine del processo di "crescita" dei batteri, l'assistente di laboratorio conterà i rappresentanti di tutti i ceppi.

Analisi per la disbiosi: regole di ricerca

Perché una tale analisi delle feci per la composizione della flora intestinale in un bambino sia informativa, è necessario:

  • smettere di usare qualsiasi lassativo 3 giorni prima dello studio;
  • non usare creme e oli per lubrificare l'ano (anche in 3-4 giorni);
  • rinviare il cambio di miscele;
  • raccogliere le feci dopo movimenti intestinali naturali in un contenitore sterile;
  • usa almeno 5 g di feci (circa mezzo cucchiaino);
  • consegnare il materiale al laboratorio entro un massimo di 3 ore;
  • conservare le feci in un luogo fresco fino alla consegna.

Naturalmente, dovresti andare in laboratorio solo dopo la nomina di un pediatra. L'analisi può essere effettuata in un normale laboratorio presso un policlinico o in un istituto retribuito.

Come raccogliere correttamente materiale per la ricerca?

I medici raccomandano di non raccogliere le feci da un pannolino usa e getta. Se il bambino fa la cacca al mattino a una certa ora, posiziona una tela cerata pulita sotto di essa, quindi raccogli attentamente le feci in una provetta sterile.

Foto: Yevhen Prozhyrko / Shutterstock.com

Se il bambino ha difficoltà a svuotare l'intestino, è necessario aiutarlo: piegare le gambe del bambino alla pancia, accarezzare la pancia in senso orario.

Sul contenitore con le feci per lo studio, devono essere indicati i dati del bambino (cognome, nome ed età), nonché il tempo di raccolta del materiale per la disbiosi.

Decodifica dell'analisi

I risultati del laboratorio sembrano un lungo elenco con un numero di numeri. I medici possono usarlo per determinare la composizione della microflora, trarre conclusioni su possibili problemi e le ragioni del loro verificarsi. Nei bambini di età diverse, gli indicatori normali sono leggermente diversi, nei bambini sono influenzati dalla forma di alimentazione e da altri fattori. L'auto-decodifica potrebbe non essere corretta.

Norme nei bambini di età inferiore a 12 mesi:

Tipo di batteriLivello normale
bifidobatteriEntro 10 9-10 11
LactobacillusEntro 10 6-10 7
bacteroidsEntro 10 7-10 8
enterococchiEntro 10 5-10 7
peptostreptococchiFino a 10 5
clostridiPrima o uguale a 10 3
E. coli lattosio-negativoFino a 10 5
E. coli emoliticoAssente
Staphylococcus aureusÈ assente
Staphylococcus saprofitico epidermicoPrima o uguale a 10 4
Funghi di lievito CandidaFino a 10 2

È difficile per una persona che è lontana dalla medicina capire cosa mostra il risultato dello studio. Per una decrittazione approssimativa, è necessario conoscere quanto segue:

  • I bifidobatteri sono il componente principale della microflora intestinale sana nei bambini. Sono importanti per sopprimere l'attività dei batteri opportunisti e patogeni, nonché per la digestione degli alimenti. Con una diminuzione del livello di bifidobatteri, si sviluppa la disbiosi.
  • I lattobacilli sono essenziali per la conversione di lattosio e altri carboidrati in acido lattico. Sono anche molto importanti per mantenere l'equilibrio della microflora..
  • Gli enterococchi in piccoli numeri possono essere una variante normale. Se il loro livello aumenta, si verificano infezioni..
  • I peptostreptococchi fanno parte della microflora naturale, si trovano non solo nel tratto digestivo, ma anche nella cavità orale e nel tratto respiratorio. Ma un aumento del loro numero può avvertire di infezione o tumore..
  • I clostridi sono coinvolti nella digestione degli elementi proteici che entrano nelle parti distanti del tratto gastrointestinale. Tuttavia, se sono adiacenti ad altri microrganismi patogeni, possono essere pericolosi.
  • Lo Staphylococcus aureus o l'E. Coli emolitico non devono essere presenti nei bambini nelle feci. Tali agenti patogeni causano vari problemi di salute..

Un'analisi per la disbiosi nei neonati, con corretta decodifica, aiuta a valutare lo stato della flora intestinale e, se necessario, ad adottare misure per correggerne la composizione.

Foto: scienza foto / Shutterstock.com

Trattamento della disbiosi nei neonati

Il regime di trattamento per la disbiosi nei bambini può essere diverso. Viene prelevata dal pediatra presente. La correzione della microflora intestinale risolve diversi problemi contemporaneamente:

  • distrugge i batteri patogeni e riduce il numero di agenti patogeni opportunistici;
  • popola il tratto digestivo con microrganismi benefici;
  • migliora la funzione motoria intestinale;
  • fornisce una completa digestione del cibo;
  • promuove una corretta alimentazione.

Molto spesso, puoi sconfiggere il problema della disbiosi nei bambini con l'aiuto di due gruppi di farmaci:

  • Assorbenti. Tali farmaci aiutano a legare e rimuovere varie tossine, allergeni, ecc..
  • Probiotici. Questi farmaci colonizzano l'intestino con batteri benefici e assicurano anche la loro piena riproduzione.
Immagine: Lightspring / Shutterstock.com

Il trattamento dei disturbi della microflora può essere integrato dall'uso di altri farmaci. Il medico può prescrivere l'assunzione di batteriofagi in grado di sopprimere la crescita di microrganismi opportunistici, antibiotici ed enzimi digestivi. Ma tali medicinali vengono utilizzati solo in caso di gravi problemi di salute..

Se un bambino ha disbiosi, deve mangiare in modo corretto ed equilibrato. Gli artificiali non devono assolutamente essere sovralimentati. Quando si introducono alimenti complementari, è necessario prestare particolare attenzione e coordinare la nutrizione del bambino con un medico. La conoscenza precoce del bambino con cibo per adulti è controindicata.

Analisi delle feci per disbiosi nei bambini

Con l'aiuto di un'analisi per la disbiosi, viene determinato lo stato della microflora intestinale in un bambino. Perché un medico può ordinare un tale studio e cosa i genitori dovrebbero sapere al riguardo?

indicazioni

Questa analisi è prescritta per:

  • Diarrea o costipazione prolungate e ricorrenti nei neonati, nonché la loro alternanza.
  • Malattie dell'apparato digerente: duodenite, pancreatite, gastrite e altri.
  • Malattie allergiche.
  • Infezioni intestinali.
  • Dolore e gonfiore nell'addome.
  • Terapia antibiotica.
  • Intolleranza a determinati alimenti.

Tale ricerca è particolarmente importante per i bambini che hanno un aumentato rischio di sviluppare patologie intestinali. Si consiglia inoltre di farlo per i bambini che spesso si ammalano, ad esempio, con ARVI frequente.

  1. Esame scatologico delle feci. Gli viene prescritto il primo se sospetti problemi intestinali. L'analisi mostrerà come il cibo viene digerito nell'intestino e rivela il processo infiammatorio.
  2. Analisi biochimiche delle feci. Aiuta a identificare le fermentopatie.
  3. Semina espressa di feci. Questo è un metodo di ricerca rapido, durante il quale viene determinata la normale microflora in percentuale.
  4. Feci di semina per disbiosi. Tale studio consente di valutare la concentrazione e il numero di batteri che sono rappresentanti della normale microflora, nonché della flora opportunistica. Le feci del bambino vengono seminate su un mezzo nutritivo. Entro pochi giorni, crescono colonie di batteri, che vengono studiate al microscopio e contate. Il modulo indica il numero di microrganismi per grammo di feci, indicando il numero di batteri che formano colonie (CFU). Se viene rilevata una flora patogena, viene inoltre determinata la sensibilità / resistenza agli antibiotici.

Dove posso fare il test?

I test per la disbiosi possono essere passati sia in cliniche pubbliche che in laboratori privati. Tuttavia, i genitori dovrebbero essere consapevoli del fatto che le strutture sanitarie pubbliche hanno i propri orari di apertura e non conducono ricerche nei fine settimana..

Ho bisogno di un addestramento speciale?

Se l'analisi viene assegnata a un bambino in allattamento che ha iniziato ad essere nutrito, quindi tre giorni prima dello studio, viene esclusa l'introduzione di nuovi prodotti. Inoltre, entro pochi giorni prima della consegna delle feci, è necessario interrompere la somministrazione di farmaci al bambino, inclusi carbone attivo e farmaci per le coliche.

È anche impossibile fare un clistere, usare supposte rettali e dare al bambino lassativi prima di testare la disbiosi..

Come raccogliere le feci?

Un campione di feci deve essere raccolto da un bambino che ha già urinato in modo che l'urina non penetri nel contenitore del test. Inoltre, prima di raccogliere materiale, il bambino deve essere lavato.

Per lo studio, avrai bisogno di circa 10 ml di feci del bambino, che vengono poste in un contenitore sterile. È meglio prendere particelle di feci da diverse parti delle feci del bambino. Se ci sono impurità nelle feci, sono anche certamente poste in un contenitore con le feci per l'analisi..

Quanto e dove puoi conservare le feci?

Le feci vengono solitamente raccolte al mattino e prese per l'analisi entro 1-3 ore dopo un movimento intestinale. Se le feci mattutine fresche non sono disponibili immediatamente, il contenitore del campione può essere conservato in frigorifero per un massimo di 6 ore. Conservare le feci a temperatura ambiente distorcerà i risultati del test.

Valori norm

Norma per un bambino (in CFU)

E. coli (tipico)

E. coli lattosio-negativo

E. coli emolitico

Numero totale di cocchi

Klebsiella, citrobacter e altri microrganismi opportunistici

Pseudomonas e acinetobacter

decodifica

Soprattutto, i bifidobatteri dovrebbero essere presenti nel campione di feci di un bambino sano. Normalmente, costituiscono circa il 95% di tutta la microflora. Sono questi batteri che svolgono tutte le principali funzioni della flora microbica intestinale: assistenza nell'assorbimento di minerali e vitamine, sintesi di vitamine, stimolazione della motilità intestinale, neutralizzazione delle tossine e altri..

Altrettanto importanti sono i lattobacilli, che assicurano anche il funzionamento dell'intestino, producono lattasi e proteggono il bambino dagli allergeni. Un intestino sano contiene circa il 6% di tutti i microrganismi. La microflora normale è anche costituita da Escherichia coli (Escherichia), che aiuta a rimuovere l'ossigeno e a resistere alla flora patogena.

Un rappresentante della flora intestinale, come i batteroidi, appare nelle feci dei bambini di età superiore ai 6 mesi. Questi batteri aiutano a scomporre i grassi. Inoltre, nell'intestino crasso sano dei bambini, si trovano normalmente peptostreptococchi e enterococchi.

Normalmente, enterobatteri patogeni, come Salmonella o Shigella, non vengono rilevati nelle feci dei bambini. La loro identificazione non indica disbiosi, ma gravi malattie intestinali. Inoltre, nelle feci del bambino, lo Staphylococcus aureus e l'Escherichia emolitica dovrebbero essere assenti..

Analisi delle feci per disbiosi nei neonati. Perché affittare? Come prendere?

Questo articolo descrive le ragioni per aver superato un test delle feci per la disbiosi per i neonati. Vengono forniti normali indicatori per un organismo sano, viene spiegata la loro decodifica.

Analisi delle feci per disbiosi nei neonati. Perché noleggiare? Come prendere?

La disbatteriosi nei neonati è un evento abbastanza comune. Per confermare o negare la sua presenza, è necessario sottoporre ad analisi un campione della massa fecale del bambino. Al fine di escludere il più possibile fattori esterni e ridurre al minimo la percentuale di errore, è necessario preparare adeguatamente la procedura di prelievo del materiale e osservare le condizioni per lo stoccaggio e il trasporto del biomateriale.

Dysbacteriosis. Principali sintomi e conseguenze

In medicina, la disbiosi non è considerata una malattia - piuttosto, è un indicatore di uno stato malsano del corpo. La disbiosi può essere descritta come un disturbo generale dell'apparato digerente.

I fattori fondamentali che portano alla disbiosi delle condizioni di salute del bambino sono:

  • Dieta sbagliata;
  • Assunzione di medicinali difficili per il corpo;
  • Infezione virale;
  • Posizioni stressanti posticipate;
  • Alimentazione artificiale.

Probabilmente tuo figlio ha la disbiosi se compaiono questi sintomi:

  • Consistenza delle feci modificata;
  • Disturbo delle funzioni del tratto gastrointestinale;
  • Sensazioni dolorose nella cavità addominale;
  • Sensazione di nausea;
  • Manifestazioni di allergie sulla pelle;
  • Ridurre il tasso di aumento di peso.

Quando vengono rilevati sintomi di disbiosi, è necessario cercare la radice del problema, la vera ragione per cui l'equilibrio dei microrganismi intestinali è disturbato. Cioè, prima di tutto, la causa deve essere eliminata, non l'effetto - tale trattamento andrà a beneficio del bambino nella massima misura.

Perché fare un'analisi per la disbiosi in un bambino?

Esclusivamente per sintomi simili, è impossibile affermare la presenza di disbiosi nei neonati. Per confermare la diagnosi, è necessario eseguire i test. I principali test per la disbiosi sono:

  • Serbatoio di coltura delle feci. Questa analisi viene presentata per identificare la concentrazione di microrganismi obbligatori nell'intestino;
  • Coprogram. Questa analisi determina la capacità dell'intestino di digerire il cibo in arrivo;

Feci di coltura per disbiosi

Questa analisi aiuta a determinare la percentuale di microrganismi benefici e dannosi che formano la microflora intestinale e fornisce anche una valutazione della funzione della digeribilità intestinale. Se si trovano amido, acidi o fibre non trattati in un campione di materiale fecale, si può dedurre la disfunzione intestinale. Il rilevamento di cellule ematiche o epiteliali in un campione di feci di un neonato dirà a uno specialista sullo sviluppo di processi infiammatori negli organi del tratto gastrointestinale.

Come sottoporsi al test per la disbiosi in un bambino?

Affinché il risultato dell'analisi sia affidabile, è necessario eseguire alcune manipolazioni, vale a dire:

  • Per alcune ore prima di eseguire il test, non mangiare cibi diversi dal latte materno. È importante mantenere la dieta di un bambino;
  • Il giorno prima dell'analisi, non dovresti assumere farmaci: compresse, vitamine, supposte rettali;

Leggi anche sull'argomento

Come raccogliere le feci per l'analisi della disbiosi?

Per raccogliere materiale per la ricerca sulla disbiosi, si consiglia di utilizzare uno speciale contenitore sterile monouso per coprogramma, che può essere acquistato in qualsiasi farmacia. Questo contenitore è comodo da usare, viene fornito con un bastoncino per la raccolta delle feci.

Raccogliere le feci da un pannolino o una tela cerata è una cattiva idea, poiché questo metodo può portare sostanze estranee nel campione di massa fecale (ad esempio, l'antisettico che fa parte del pannolino), che distorcerà il risultato dell'analisi.

Per raccogliere biomateriale con feci molli, è meglio utilizzare uno speciale collettore di urina per bambini, che viene anche venduto in qualsiasi farmacia.

Il campione biomateriale deve essere portato per la ricerca ancora fresca, preferibilmente entro due ore dal campionamento. A causa dell'irregolarità dell'escrezione delle feci nei neonati, è consentito conservare un campione di biomateriale per un breve periodo di tempo a bassa temperatura (in frigorifero). Per provocare lo scarico delle feci al momento giusto, puoi usare la stimolazione fisiologica: il genitore preme leggermente sulla parte inferiore della pancia e accarezza dolcemente la pancia in senso orario.

Decodifica dei risultati dell'analisi per la disbiosi

Di solito, il risultato dell'analisi per la disbiosi può essere ottenuto in una settimana dalla data di consegna al laboratorio. Durante questo periodo, i professionisti medici preparano un ambiente speciale in cui si sviluppano microrganismi nel campione di feci e acquisiscono alcune caratteristiche necessarie per la ricerca..

Quando un campione biomateriale viene consegnato a un istituto medico, l'assistente di laboratorio preleva la quantità necessaria di campione fecale e lo colloca in una nave medica con un liquido preparato, in cui vengono create tutte le condizioni per la vita confortevole dei microrganismi. Dopo un certo periodo di tempo, quando i microrganismi sono cresciuti a sufficienza, l'assistente di laboratorio, usando un'analisi microscopica, calcola l'esatto contenuto dei microrganismi cresciuti in un grammo di sostanza fecale. Tutti gli indicatori sono visualizzati in una tabella speciale. L'unità generalmente accettata per misurare la concentrazione di batteri è considerata CFU / g.

L'analisi è decifrata secondo la tabella, che presenta i principali indicatori della concentrazione dei tipi di microrganismi presenti nel campione..

Di seguito sono riportate le norme per il contenuto di singoli gruppi di microrganismi in un campione di materiale fecale di un bambino sano:

  • Bifidobatteri che facilitano l'assorbimento del cibo. L'indicatore normale è di circa 1012 CFU / g;
  • Lattobacilli che proteggono l'intestino dai processi infiammatori. L'indicatore normale è di circa 1012 CFU / g;
  • Escherichia coli. L'indicatore normale è di circa 108 CFU / g. La concentrazione di E. coli è un riflesso della presenza di parassiti nel corpo del bambino. Se è basso, sono presenti parassiti;
  • Batteri positivi per aiutare il metabolismo. Questi microrganismi proteggono anche il corpo del bambino dai batteri nocivi. L'indicatore normale è di circa 108 CFU / g;
  • Batteri coccolari di vario tipo. Normalmente, per un corpo sano, il contenuto dovrebbe essere di circa 106 CFU / g.
  • I batteri neutri presenti nella microflora intestinale, tuttavia, non influenzano da soli lo stato del corpo. La loro concentrazione dovrebbe essere entro 105 CFU / g.
  • Candida che colpisce l'equilibrio acido-base nell'intestino. Normalmente, la loro concentrazione non dovrebbe superare 105 CFU / g.

Disbiosi intestinale nei neonati: cause e trattamento

La disbatteriosi nei neonati è un fenomeno che può incontrare fino al 95% dei bambini di età inferiore a un anno. I bambini indeboliti, prematuri e spesso malati sono particolarmente sensibili a questo disturbo. Cos'è la disbiosi e quanto è pericolosa?

Disbatteriosi - uno squilibrio della microflora intestinale sana Secondo la classificazione statistica internazionale delle malattie e dei relativi problemi di salute (un documento dell'Organizzazione mondiale della sanità), tale squilibrio non è una malattia. Nei paesi europei, questa condizione spesso non viene affatto trattata: si ritiene che l'organismo debba farcela da solo. Ma molti esperti moderni sostengono l'opinione opposta..

Perché sta succedendo? Scopriamolo in ordine.

Disbatteriosi nei neonati: sintomi e trattamento

Disbiosi mammaria

Fino al momento della nascita, il bambino si trova in un ambiente assolutamente sterile, il suo tratto gastrointestinale non contiene batteri o microrganismi. Al momento della nascita, spostandosi lungo il canale del parto, il bambino prima "fa conoscenza" con la microflora naturale della madre, che normalmente contiene latto- e bifidobatteri ed Escherichia coli. Più tardi, durante l'allattamento, l'abbraccio e il bacio, il bambino si trova di fronte a vari batteri che si trovano sulla pelle e nella bocca della madre. Pertanto, la colonizzazione del tratto gastrointestinale del bambino si verifica con una microflora normale (sana)..

Idealmente, nei bambini completamente allattati al seno, la microflora intestinale è composta per il 95-99% da latto- e bifidobatteri (i cosiddetti probiotici). E solo una parte insignificante sono i batteri "neutri" (obbligati), che non hanno né effetti dannosi né benefici sul corpo del bambino. Questi includono streptococchi, enterococchi, micrococchi, clostridi, batteroidi ed E. coli.

In caso di fattori avversi (assunzione forzata di antibiotici da parte della madre o del bambino (leggiamo anche: come ripristinare un bambino dopo gli antibiotici), primo attacco tardivo al seno, mancanza di allattamento al seno), l'equilibrio della microflora intestinale può essere disturbato e portare a conseguenze avverse per l'organismo fragile.

Sintomi e segni di disbiosi

Segni e sintomi principali che suggeriscono che l'equilibrio della flora intestinale può essere squilibrato in un bambino:

  • gonfiore;
  • flatulenza;
  • frequente dolore addominale;
  • alitosi;
  • aumento della salivazione;
  • pelle secca;
  • manifestazioni di dermatite allergica;
  • mughetto, stomatite sulle mucose;
  • stipsi;
  • diarrea per più di 2-3 giorni;
  • vomito;
  • diminuzione (mancanza) dell'appetito;
  • il bambino sta ingrassando (o non sta affatto guadagnando) peso (articolo su questo);
  • grandi quantità di muco verde e schiuma, macchie di sangue nelle feci.

Qui vale la pena prenotare e ricordare che per i bambini le feci normali sono gialle, simili per consistenza e odore alla panna acida. Tuttavia, una piccola quantità di muco e schiuma non è considerata anormale. E le feci dei bambini che ricevono cibi complementari possono contenere pezzi di cibo non digerito..

Leggiamo anche:

Le ragioni

I seguenti fattori possono servire come cause di disbiosi nei neonati:

  • compromissione della salute materna durante il periodo peritoneale dello sviluppo fetale;
  • patologie generiche;
  • lunga degenza in ospedale;
  • infezioni di varie origini (respiratorie virali, intestinali, pustolose);
  • immaturità fisiologica della funzione motoria intestinale;
  • disturbi dispeptici nel tratto digestivo (vomito, rigurgito, costipazione, malassorbimento e disfunzione intestinale);
  • immunodeficienza primaria;
  • attaccamento tardivo al seno;
  • mancanza di allattamento al seno o trasferimento anticipato del bambino alle formule di latte artificiale;
  • uso forzato di farmaci ormonali e antinfiammatori;
  • prendendo antibiotici;
  • operazioni;
  • permanenza costante del bambino in condizioni sociali stressanti e sfavorevoli, cambiamenti nello stato psico-neurologico del bambino;
  • fenomeni patologici di anemia, ipotrofia, rachitismo, dermatite allergica e altri.

Test di disbiosi

In presenza di alcuni dei suddetti sintomi, il medico sospetterà lo sviluppo di disbiosi nelle briciole e suggerirà di condurre un test di laboratorio.

I test per la disbiosi nei bambini includono i seguenti tipi di ricerca:

  • coprogramma: una diagnosi che rivela il grado di digestione dei componenti del cibo da parte dell'intestino, nonché i segni di infiammazione (o la loro assenza);
  • semina di feci per flora opportunistica - uno studio che rivela la percentuale di batteri obbligati (esclusi gli indicatori quantitativi di microflora sana);
  • semina di feci per disbiosi - un'analisi che rivela il rapporto tra flora normale e opportunistica e la sua resistenza (sensibilità) agli antibiotici.

Quando si raccolgono le analisi, è necessario ricordare che le feci (almeno 5-10 g) vengono raccolte in un barattolo di vetro pulito e date appena raccolte. Non è consentito lo stoccaggio a lungo termine a temperatura ambiente. Se il bambino sta assumendo probiotici, devono essere cancellati prima del test..

Trattamento

Se il medico ha diagnosticato la "disbiosi intestinale", sarà richiesto un trattamento complesso piuttosto a lungo termine.

Nella prima fase vengono assegnati i batteriofagi, i cosiddetti virus "addomesticati". La loro azione è finalizzata alla distruzione della flora patogena e opportunistica (mentre non influiscono sui batteri benefici). Parallelamente agli antisettici intestinali, vengono prescritti sorbenti (per la rimozione precoce delle tossine dal corpo) ed enzimi (per aiutare il sistema digestivo).

Nella seconda fase, gli intestini dovrebbero essere popolati con microflora "buona" (latto- e bifodobatteri). Per questo, vengono prescritti farmaci speciali..

Per un trattamento efficace della disbiosi nei neonati, è necessario seguire rigorosamente le prescrizioni del medico e non impegnarsi in "prestazioni amatoriali".

Inoltre, il pediatra può prescrivere una miscela contenente lattobacilli per neonati d'arte. Non è raccomandato dare a un bambino tali miscele senza prescrizione medica. Sarà rilevante includere in quantità sufficienti nella dieta dei bambini che ricevono alimenti complementari, prodotti a base di latte fermentato.

I bambini nutriti naturalmente sono meno sensibili alla disbatteriosi rispetto a "artificiali".

Pertanto, l'allattamento al seno (almeno fino a un anno di età) è la migliore prevenzione della disbiosi. Il latte materno contiene anticorpi contro Escherichia coli, rotavirus, Vibrio cholerae, Shigella, Salmonella e Giardia, nonché il fattore Bifidus, una sostanza che favorisce la crescita della normale microflora. Allo stesso tempo, le madri che allattano devono aderire a una dieta corretta ed equilibrata..

Leggiamo sul tema dell'allattamento al seno:

Vuoi essere il primo a leggere i nostri materiali? Iscriviti al nostro canale di telegrammi, pagina Facebook o gruppo VKontakte.

Siamo a Yandex.Zen - unisciti!

Analisi delle feci per disbiosi: interpretazione dei risultati

Nell'intestino di un adulto vivono in media da 2,5 a 3,5 kg di vari batteri. La combinazione di questi microrganismi si chiama microflora e la nostra salute e il nostro benessere dipendono direttamente dal rapporto tra il numero dei suoi rappresentanti individuali. Uno squilibrio nella microflora intestinale o semplicemente disbiosi è un problema molto comune nel mondo moderno, ma è errato considerarlo una malattia indipendente. Dal punto di vista della comunità medica, la disbiosi è solo una condizione (molto spesso - temporanea), contro la quale una persona può sviluppare malattie. Per evitare che ciò accada, ai primi segni caratteristici di problemi nell'intestino, si raccomanda di passare un'analisi delle feci per la disbiosi, la cui decodifica dei risultati consentirà al medico di determinare ulteriori tattiche diagnostiche e terapeutiche.

Il successo dipende in gran parte dalla precisione con cui il paziente si è preparato per l'analisi delle feci e dalla corretta raccolta del materiale. Quando si tratta di diagnosticare la disbiosi intestinale nei neonati e nei bambini piccoli, diventa necessario discutere alcune delle sottigliezze. Oggi vi diremo quali segni e sintomi sono indicazioni per condurre un tale studio, che viene mostrato dall'analisi delle feci per la disbiosi (decodifica dei risultati e delle norme nella tabella), in che modo vengono determinate le violazioni dell'equilibrio della microflora intestinale, perché si presentano e quali conseguenze possono portare.

Attiriamo la vostra attenzione sul fatto che le informazioni fornite sono solo a scopo informativo e non sostituiscono la necessità di cure mediche qualificate. La disbatteriosi è una grave condizione patologica che ha un effetto dannoso sulla digestione, sul metabolismo, sullo stato immunitario e su molti altri aspetti della salute umana, pertanto richiede una visita da un medico!

Perché fare un test delle feci per la disbiosi?

I trilioni di batteri che vivono nel nostro corpo sono in interazione simbiotica con noi, cioè ricevono i loro benefici dall'ospite, mentre contemporaneamente ne beneficiano. Ma questa affermazione è vera per tutti i microrganismi a vari livelli: alcuni di essi sono ospiti più desiderabili per una persona, alcuni sono meno e altri sono "persona non grata". L'analisi delle feci per la disbiosi viene effettuata con precisione al fine di stabilire il rapporto numerico tra le colonie di batteri che abitano l'intestino.

Indicazioni ai fini dello studio:

Gravità, disagio, gonfiore, dolore addominale;

Sospetta infezione intestinale;

Perdita improvvisa di peso senza motivo apparente;

Intolleranza a determinati alimenti;

Reazioni allergiche, eruzioni cutanee;

Impurità patologiche visibili nelle feci (muco, sangue, pus).

È altamente desiderabile passare un'analisi delle feci per la disbiosi dopo aver subito una terapia a lungo termine con agenti antibatterici o ormonali: decifrare i risultati dello studio ci permetterà di stabilire quanto il trattamento ha influenzato la composizione della microflora intestinale, se è necessaria la sua correzione.

Esistono tre metodi per questo:

La coproscopia è una sorta di "analisi completa delle feci", il primo passo nella diagnosi dei disturbi intestinali. Il risultato dello studio è un coprogramma - una forma con indicatori, tra cui colore, forma, consistenza e odore delle feci, informazioni sulla presenza o assenza di sangue nascosto, pus, muco, parassiti e loro uova, detriti alimentari non digeriti, cellule atipiche e frammenti di tessuto. Se il risultato è allarmante, il medico prescrive ulteriori procedure diagnostiche;

Analisi batteriologiche delle feci - in altre parole, semina in un mezzo nutritivo. Dopo 4-5 giorni, i batteri si moltiplicheranno e l'assistente di laboratorio sarà in grado di trarre una conclusione sul numero dei principali rappresentanti della microflora intestinale in 1 grammo di materiale (CFU / g). Si tratta di questo studio di cui stiamo parlando oggi: è semplice ed economico, viene eseguito in qualsiasi ospedale e continua a essere il metodo principale per determinare la disbiosi nei bambini e negli adulti. Tuttavia, tale analisi richiede un'adesione molto rigorosa alle regole per la preparazione e la raccolta del materiale e richiede anche troppo tempo, quindi è stato inventato un metodo alternativo;

L'analisi biochimica delle feci è una moderna procedura diagnostica basata sulla cromatografia gas-liquido spettrale degli acidi grassi. La decifrazione dei risultati della ricerca diventa possibile in poche ore, riflette, tra l'altro, l'equilibrio della microflora parietale intestinale. La biochimica delle feci è un metodo più sensibile e accurato, anche il campione di ieri è adatto a questo, poiché gli acidi grassi secreti dai batteri durante la loro attività vitale rimangono invariati per lungo tempo. L'analisi biochimica delle feci per la disbiosi consente persino di stabilire una parte specifica dell'intestino in cui si è verificato l'errore. Il metodo ha un solo inconveniente: non tutti i laboratori.

Le norme dell'analisi biochimica delle feci sono presentate nella tabella:

Valore assoluto (mg / g)

Valore relativo (unità)

Acido acetico (C2)

Acido propionico (C3)

Acido butirrico (C4)

Contenuto di acido totale

Da -0,686 a -0,466

Da -0,576 a -0,578

Preparazione per la ricerca e la raccolta di materiale

È molto importante non solo raccogliere correttamente le feci per l'analisi per la disbiosi, ma anche consegnare il campione in tempo, nonché osservare tutti i dettagli della preparazione.

Cominciamo nell'ordine:

Se hai subito un trattamento antibiotico, tieni presente che ha senso fare un test delle feci per determinare i disturbi nell'equilibrio della microflora intestinale non prima di due settimane dopo la fine della terapia;

Tre giorni prima dell'esame, è necessario smettere di usare lassativi, farmaci antidiarroici e antielmintici, FANS, pro e prebiotici, olio di ricino e vaselina, bario e preparati di bismuto;

È necessario acquistare un contenitore di plastica sterile con un cucchiaio e un coperchio aderente, appositamente progettato per la raccolta e il trasporto di feci per l'analisi, in anticipo in farmacia o ottenere in laboratorio;

La defecazione dovrebbe avvenire naturalmente, senza l'uso di un clistere o altri aiuti;

Non raccogliere un campione per l'analisi dalla toilette. Per questi scopi, è necessario preparare qualsiasi contenitore conveniente, che deve essere accuratamente lavato, bagnato con acqua bollente, asciugato e defecato in esso;

Prima di iniziare il processo, devi urinare, quindi lavarti e asciugarti. In nessun caso l'urina o lo scarico dal tratto genitale devono entrare nel campione raccolto. Se una donna ha le mestruazioni, dovrebbe essere usato un tampone;

Quando ha avuto luogo il movimento intestinale, è necessario aprire il contenitore preparato, prendere un cucchiaio e raccogliere un po 'di materiale da diverse parti dello sgabello: dal centro, dalla superficie. Se vedi un'area sospetta contenente muco o sangue diversa per consistenza o colore dalle feci circostanti, mettila in un contenitore! In totale, saranno necessari 6-8 cucchiai di feci per l'analisi;

Chiudere bene il contenitore e consegnare il campione al laboratorio entro e non oltre 2 ore dalla raccolta.

La maggior parte dei batteri che compongono la microflora intestinale sono anaerobici, quindi, sotto l'influenza dell'aria aperta, muoiono gradualmente. Ecco perché è così importante passare puntualmente un'analisi delle feci per la disbiosi - solo allora la decodifica dei risultati sarà affidabile.

Se si è sottoposti a test biochimici, l'urgenza non è così significativa: è anche possibile congelare il campione e portarlo in laboratorio il giorno successivo. Ciò è particolarmente utile per i genitori di neonati e bambini piccoli, perché non è noto se sarà possibile raccogliere le feci dal bambino per l'analisi al mattino presto - forse semplicemente non vorrà usare il bagno.

Analisi delle feci per disbiosi nei neonati

Le norme dell'esame batteriologico delle feci nei neonati, nei neonati e nei bambini più grandi differiscono in qualche modo dagli stessi indicatori negli adulti e più giovane è il bambino, più queste differenze sono pronunciate. Sono associati alla graduale colonizzazione del corpo del bambino con batteri. E questo processo, a sua volta, si svolge in diversi modi nei bambini che sono nutriti naturalmente o artificialmente. Ne parleremo in modo più dettagliato quando decodificheremo i risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi nella tabella.

La composizione della microflora intestinale dei neonati può subire cambiamenti indesiderabili a causa di infezione da infezioni nosocomiali: Staphylococcus aureus, Pseudomonas aeruginosa, funghi simili a lieviti e così via. Nella migliore delle ipotesi, ciò porterà a problemi di salute temporanei e minori e, nel peggiore dei casi, a malattie gravi. Pertanto, i genitori devono monitorare attentamente il comportamento e il benessere del bambino, le condizioni della sua pelle e delle mucose, la frequenza e l'aspetto dei movimenti intestinali, soprattutto se recentemente hai avuto la possibilità di sottoporsi a cure ospedaliere..

È necessario passare un'analisi delle feci per la disbiosi a un bambino se sono presenti i seguenti sintomi:

Eruttazioni frequenti e violente dopo l'alimentazione, più come il vomito;

Gonfiore e coliche nell'addome, flatulenza;

Difficoltà a introdurre alimenti complementari;

Segni di intolleranza a determinati prodotti;

Eruzioni cutanee, macchie sulla pelle e / o sulle mucose;

Terapia antibiotica o ormonale recente;

Eventuali problemi con le feci - anomalie nella frequenza, aspetto anormale o odore delle feci, presenza di impurità patologiche (sangue, muco, pus).

Affinché la decodifica dei risultati della ricerca dia risultati oggettivi, è necessario prepararsi adeguatamente per l'analisi:

Rifiutare di introdurre nuovi alimenti complementari almeno 3-4 giorni prima della visita in laboratorio;

Alla vigilia, non dare al tuo bambino verdure o frutta che possono cambiare il colore delle feci (purea di carote, bacche rosse e nere, succo di barbabietola e così via);

Interrompere l'assunzione di alcuni farmaci pochi giorni prima del test, inclusi lassativi e vitamine. Si consiglia di completare la terapia antibiotica 2 settimane prima dello studio. È meglio informare il medico di tutti i farmaci assunti dal bambino e consultare i tempi dell'analisi delle feci per la disbiosi;

Acquista un contenitore di plastica sterile con un cucchiaio. Un campione di feci del bambino può essere prelevato dalla superficie del pannolino, ma solo se il riempitivo non è in gel. È meglio usare un pannolino di cotone pulito e stirare con un ferro caldo. Per condurre uno studio, è sufficiente raccogliere 2 cucchiai di materiale.

Tabella delle norme per l'analisi batteriologica delle feci

Bambini di età superiore a 1 anno

Decodifica dei risultati della ricerca

L'intera microflora intestinale può essere divisa in tre gruppi:

Batteri benefici - svolgono un ruolo estremamente positivo nella vita del corpo umano, quindi è molto importante che ce ne siano abbastanza. Stiamo parlando di bifidobatteri e lattobacilli;

I batteri condizionatamente patogeni - alcuni di essi, essendo in equilibrio con altri membri della microflora, portano anche alcuni benefici. Ma se le loro colonie si moltiplicano troppo e le colonie antagoniste si assottigliano, questi batteri si trasformano da nemici convenzionali in veri nemici. Ciò accade soprattutto spesso sullo sfondo di una diminuzione della difesa immunitaria. Stiamo parlando, ad esempio, di candidosi, enterococchi o clostridi;

Batteri patogeni: non dovrebbero essere nel corpo di una persona sana. Non c'è beneficio da loro, solo problemi. Se il sistema immunitario non riesce a far fronte all'attacco di tali microrganismi, questo porterà allo sviluppo di una malattia grave. Stiamo parlando di Staphylococcus aureus, Salmonella, Shigella e altri "ospiti indesiderati" dell'intestino.

Consideriamo ora i principali rappresentanti della microflora intestinale in modo più dettagliato. Nella forma con i risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi, alcuni dei batteri sottostanti potrebbero essere assenti: i laboratori hanno regole diverse, specialmente quelle private. Pertanto, è meglio affidare la decodifica degli indicatori a un medico qualificato, e qui diamo solo le norme stabilite e segnaliamo i motivi di possibili deviazioni.

bifidobatteri

Il nome di questo microrganismo deriva dalle parole latine "batteri" e "bifido", cioè "diviso in due". Infatti, il bifidobatterio appare come un'asta curva lunga 2-5 micron, biforcata alle estremità. Appartiene alla classe degli anaerobi gram-positivi. La microflora intestinale di una persona sana è circa il 95% di bifidobatteri. Norme per i bambini fino a un anno - 10 al decimo o undicesimo grado CFU / g, e per i bambini più grandi e gli adulti - 10 al nono o decimo grado CFU / g.

La carenza di questi batteri benefici è la ragione principale per andare dal medico con lamentele di problemi intestinali e riferimenti per analisi delle feci per disbiosi - l'interpretazione dei risultati indica quasi sempre una diminuzione del loro numero. Senza una quantità sufficiente di bifidobatteri, l'assorbimento di vitamine e microelementi è disturbato, il metabolismo dei carboidrati soffre, l'immunità locale diminuisce e il carico tossico del fegato e dei reni aumenta. È abbastanza semplice correggere la microflora intestinale e colmare la carenza di bifidobatteri - ci sono molti farmaci specializzati per questo.

I bifidobatteri nelle feci sono ridotti - ragioni:

Terapia a lungo termine con antibiotici, ormoni, FANS, lassativi, antielmintici;

Cattiva alimentazione - eccesso di carboidrati o grassi nella dieta, fame, diete mono-rigide;

Alimentazione artificiale dei neonati, introduzione precoce di alimenti complementari;

Fermentopatie congenite - intolleranza a lattosio, fruttosio, glutine e altri componenti alimentari;

Stati di immunodeficienza, allergie;

Infezioni intestinali - dissenteria, salmonellosi, yersiniosi;

Invasioni parassitarie - ascariasi, enterobiasi, giardiasi;

Malattie gastrointestinali croniche - enterocolite, colecistite, gastrite, pancreatite, ulcera gastrica;

Improvviso cambiamento climatico.

Lactobacillus

Il nome di questi membri benefici della microflora intestinale deriva dalla parola latina "vernice", che significa "latte". Ce ne sono molti tipi, che abitano, tra le altre cose, altri organi interni, ad esempio i genitali femminili. I lattobacilli appartengono a microrganismi anaerobici facoltativi gram-positivi, sembrano bastoncini sottili e costituiscono circa il 3% della massa totale di tutti i batteri che vivono nell'intestino. Secondo la decodifica dell'analisi delle feci per disbiosi, la norma del loro contenuto nei neonati è 10 nel sesto o settimo grado CFU / g, e nei pazienti adulti - 10 nel settimo o ottavo CFU / g.

I lattobacilli producono acidi organici, mantenendo così il corretto equilibrio del pH nell'intestino. Inoltre, sono coinvolti nella digestione della membrana, in particolare, scindono lo zucchero del latte, prevenendo l'insorgenza di carenza di lattasi. La normale assimilazione del latte è, in linea di principio, impossibile senza un numero sufficiente di lattobacilli. Sono anche necessari a una persona come stimolanti dell'immunità locale, poiché, essendo elementi estranei, stimolano l'attività delle cellule immunocompetenti che abitano la zona parietale dell'intestino. I lattobacilli sono anche coinvolti nel metabolismo degli acidi biliari, contribuiscono alla normale peristalsi, impediscono alle feci di diventare troppo dure e quindi indirettamente impediscono lo sviluppo della costipazione.

I lattobacilli nelle feci sono ridotti - ragioni:

Terapia antibiotica a lungo termine senza il supporto di pre e probiotici, assunzione incontrollata di FANS (aspirina, analgin, ibuprofene), uso di lassativi o farmaci antielmintici;

Dieta squilibrata, digiuno, diete mono;

Alimentazione artificiale o introduzione troppo precoce di alimenti complementari nei neonati;

Infezioni intestinali acute;

Malattie gastrointestinali croniche;

peptostreptococchi

Questi batteri appartengono alla flora condizionatamente patogena, sono piccole cellule arrotondate, annodate in catene corte e in grado di muoversi con l'aiuto di organelli di movimento - ciglia. I peptostreptococchi sono anaerobi gram-positivi, non formanti spore; vivono nella cavità orale, nella vagina, nell'intestino e sulla pelle, mentre rappresentano fino al 18% di tutti i cocchi anaerobici gram-positivi che vivono nel corpo umano. Quando si decifrano i risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi, la norma del contenuto di peptostreptococchi nei bambini di età inferiore a un anno è un massimo di 10 nel quinto grado CFU / g e negli adulti - un massimo di 10 nel sesto grado CFU / g.

I peptostreptococchi svolgono un ruolo modesto nel metabolismo di proteine ​​e carboidrati e producono anche idrogeno, necessario per mantenere un sano equilibrio acido-base nell'intestino. Tuttavia, il loro numero dovrebbe essere rigorosamente controllato dal sistema immunitario e da altri membri della microflora. Colonie eccessivamente moltiplicate di peptostreptococchi possono causare infezioni addominali miste in combinazione con altri ceppi batterici opportunistici e patogeni. Ad esempio, nel 20% dei casi di peritonite compaiono peptostreptococchi. Sono seminati anche per malattie infiammatorie ginecologiche, nonché per ascessi purulenti nella cavità orale..

I peptostreptococchi nelle feci sono aumentati - ragioni:

Infezione intestinale acuta;

Malattie gastrointestinali croniche;

Un eccesso di zuccheri nella dieta.

Escherichia tipica

L'E. Coli (Escherichia coli, tipica Escherichia) è un batterio anaerobico facoltativo non spore formativo gram-negativo, la maggior parte dei cui ceppi sono condizionatamente patogeni e partecipano in modo naturale alla microflora degli organi interni. Già entro le prime quaranta ore dopo la nascita, l'intestino del bambino viene colonizzato con Escherichia. Quando si decodificano i risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi, la norma di E. coli nei neonati è 10 nel sesto o settimo grado CFU / g, e nei bambini più grandi e negli adulti - 10 nel settimo o ottavo CFU / g. Rispetto ad altri microrganismi, E. coli costituisce fino all'1% della massa totale di batteri che vivono nell'intestino.

La tipica Escherichia è benefica per una persona: partecipa alla sintesi delle vitamine B e K, al metabolismo del colesterolo, della bilirubina e della colina, al processo di assorbimento di ferro e calcio. Escherichia coli produce una serie di acidi essenziali (acetici, lattici, succinici, formici), sostanze colicine che sono dannose per i batteri patogeni e prende anche l'eccesso di ossigeno dall'intestino, che è dannoso per i lattobacilli e i bifidobatteri. Ecco perché, nonostante lo stato opportunistico di E. coli, la sua carenza è altamente indesiderabile..

L'escherichia nelle feci si abbassa - ragioni:

Terapia a lungo termine con farmaci antibatterici;

Infezione intestinale acuta;

Alimentazione artificiale dei bambini.

Escherichia lattosio-negativo

La presenza di questo ceppo nell'interpretazione dei risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi è abbastanza accettabile. La norma del contenuto di Escherichia coli negativo al lattosio nell'intestino nei bambini e negli adulti non è superiore a 10 nel quinto grado CFU / g.

Il superamento di questo indicatore è un segnale allarmante, soprattutto in combinazione con una carenza di Escherichia a tutti gli effetti. Il ceppo lattosio-negativo non svolge le funzioni assegnate a E. coli, ma si svolge semplicemente inutilmente. In condizioni di ridotta immunità, E. coli - "parassita" agirà sul lato dei batteri nocivi e aggraverà il corso del processo infiammatorio, se inizia. Nei bambini piccoli, un aumento del contenuto di Escherichia lattosio-negativo nelle feci indica indirettamente l'invasione elmintica, pertanto, un tale risultato di analisi richiede un esame aggiuntivo..

fusobatteri

Appartengono ad anaerobi gram-negativi, polimorfici, mentre non hanno organelli di movimento, non formano spore e capsule. In apparenza, i fusobatteri sono aste sottili lunghe 2-3 micron con estremità appuntite. Sono partecipanti naturali nella microflora della cavità orale, del tratto respiratorio superiore, del tratto gastrointestinale e dei genitali. Secondo gli standard per l'analisi delle feci per la disbiosi, nell'intestino dei neonati, il contenuto di fusobatteri fino a 10 nel sesto grado CFU / g è consentito, nei pazienti adulti - fino a 10 nell'ottavo grado CFU / g.

I fusobatteri sono condizionatamente patogeni, mentre non svolgono alcuna funzione utile nel corpo umano, a meno che non entrino in interazione competitiva con altri microrganismi più potenzialmente pericolosi. Alcuni tipi di fusobatteri in condizioni di immunodeficienza sono in grado di provocare infiammazione purulenta-settica. I bambini indeboliti e gli anziani con grave angina possono sviluppare una formidabile complicazione: la fusospirochetosi. È un processo necrotico che colpisce le mucose della bocca e della gola..

bacteroids

Questi sono anaerobi a forma di bastoncino gram-negativi condizionatamente patogeni. Sono i secondi maggiori partecipanti alla microflora intestinale naturale dopo i bifidobatteri. La decifrazione dei risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi implica le seguenti norme per i batterioidi: nei bambini di età inferiore a un anno - 10 nel settimo o ottavo CFU / g, nei pazienti adulti - 10 nel nono o 10 nel decimo grado CFU / g. È interessante notare che nei bambini fino a 6-8 mesi di età, questi batteri non vengono seminati, soprattutto se il bambino è allattato al seno e non riceve un'alimentazione precoce.

I batterioidi a concentrazione normale sono utili: prendono parte al metabolismo dei grassi. Ma se si moltiplicano eccessivamente, inizieranno a competere con E. coli per l'ossigeno, e questo minaccia i disturbi digestivi, una carenza di vitamine e minerali, una diminuzione dell'immunità locale e altri problemi (abbiamo parlato del ruolo utile della tipica Escherichia sopra). I loro antagonisti diretti, lattobacilli e bifidobatteri, frenano la crescita della popolazione batterica. Pertanto, se i risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi indicano un eccesso della concentrazione di batterioidi nell'intestino, si raccomanda di bere un ciclo di farmaci adeguati per ripristinare la microflora sana.

I batterioidi nelle feci sono elevati - ragioni:

Assunzione eccessiva di grassi;

Carenza di bifidobatteri e lattobacilli.

I batterioidi nelle feci sono ridotti - ragioni:

Terapia a lungo termine con agenti antibatterici;

Infezione intestinale acuta;

eubatteri

Gli anaerobi Gram-positivi hanno la forma di spesse colonne corte o sfere appiattite, hanno pareti cellulari rigide e non formano spore. Gli eubatteri appartengono ai rappresentanti della microflora intestinale naturale, tuttavia sono condizionatamente patogeni, poiché alcuni dei loro ceppi possono provocare processi infiammatori nella cavità orale, nel sistema respiratorio, nei genitali, nelle articolazioni, nel cuore, nel cervello e possono anche causare complicanze postoperatorie. Le norme per il contenuto di eubatteri nell'intestino durante la decodifica dei risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi sono le seguenti: per i neonati - 10 nel sesto o settimo grado CFU / g, per i bambini più grandi, negli adulti e negli anziani - 10 nel nono o decimo CFU / g.

Da queste cifre, diventa evidente che gli eubatteri sono un rappresentante abbastanza numeroso della microflora intestinale. È interessante notare che nei bambini di età inferiore a un anno che sono allattati al seno, questi batteri vengono seminati estremamente raramente, mentre nei bambini artificiali sono quasi sempre presenti. Gli eubatteri nella giusta concentrazione sono utili per il corpo: partecipano al metabolismo del colesterolo e al metabolismo ormonale, sintetizzano importanti acidi organici, fermentano i carboidrati, producono vitamine e scompongono la cellulosa. Tuttavia, quantità eccessive di questi, specialmente in condizioni di riduzione delle difese immunitarie, possono rappresentare un rischio per la salute..

L'eccesso di indicatori del contenuto di eubatteri nelle feci è un indicatore specifico della presenza di polipi nell'intestino crasso, pertanto richiede necessariamente un esame aggiuntivo (sigmoidoscopia, colonscopia).

enterococchi

Cocchi anaerobici facoltativi gram-positivi, che si collegano abitualmente in coppie o catene che non formano spore. Gli enterococchi sono una flora condizionatamente patogena, sono presenti nell'intestino di persone di qualsiasi età e rappresentano fino al 25% di tutte le forme coccaliche che vivono lì. Indicatori normali del contenuto di enterococchi nella decodifica dell'analisi delle feci per disbiosi: nei neonati - da 10 a 5 ° grado da 10 a 7 ° grado di CFU / g, in bambini più grandi e pazienti adulti - da 10 a 5 ° grado da 10 a 10 ° di 8 ° CFU / g.

Gli enterococchi svolgono alcune funzioni utili: sono coinvolti nel metabolismo dei carboidrati, nella sintesi di vitamine e nel mantenimento dell'immunità locale. Tuttavia, la popolazione di enterococchi non dovrebbe superare la popolazione di E. coli, altrimenti quest'ultima inizierà a morire in uno scontro competitivo. L'opinione dei medici sull'innocuità degli enterococchi ha recentemente perso la sua rilevanza. Sono comparsi ceppi mutati resistenti all'azione dei più potenti antibiotici: penicilline beta-lattamici, cefalosporine, aminoglicosidi e persino vancomicina. Esistono casi di infezioni nosocomiali, complicanze postoperatorie e malattie infiammatorie causate da enterococchi, tra cui meningite ed endocardite.

Gli enterococchi nelle feci sono aumentati - cause:

Terapia antibiotica a lungo termine;

Staphylococcus saprofitico ed epidermico

Cocchi anaerobici facoltativi gram-positivi con un diametro fino a 1,2 micron, non spore, immobili, collegati in gruppi come grappoli d'uva. Lo stafilococco saprofita vive principalmente nel tratto urogenitale ed epidermico, come suggerisce il nome, sulla superficie della pelle e delle mucose. Entrambe queste specie appartengono alla microflora condizionatamente patogena e possono normalmente essere presenti nell'interpretazione dei risultati dell'analisi delle feci per disbiosi: fino a 10 ufc / g nel quarto grado in bambini e adulti.

Mentre questi stafilococchi sono controllati dal sistema immunitario, non possono causare danni significativi alla salute umana. Ma non c'è alcun vantaggio da loro. Le colonie di stafilococco saprofite che si sono moltiplicate nell'intestino possono causare cistite acuta o uretrite se pulite in modo improprio dopo aver usato il bagno ed epidermiche, ad esempio congiuntivite a seguito di sfregamento degli occhi con le mani sporche. Un eccesso dell'indicatore del contenuto di questi tipi di stafilococco nelle feci è un segno inequivocabilmente sfavorevole e, se significativo, il paziente può richiedere una terapia antibiotica.

Waylonella

Cocchi anaerobici Gram-negativi, molto piccoli, immobili e non formanti spore, raggruppati abitualmente in punti irregolari. La veilonella appartiene a microrganismi opportunistici e coesiste pacificamente con gli umani, tuttavia alcuni dei loro ceppi possono provocare processi infiammatori purulenti-settici. Quando si decodificano i risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi, vengono utilizzate le seguenti norme: per i bambini di età inferiore a un anno - inferiore o uguale a 10 al quinto grado CFU / g, per i bambini più grandi e gli adulti - da 10 a quinto o sesto grado CFU / g. È interessante notare che in condizioni di alimentazione naturale, la Veilonella viene seminata in meno della metà dei neonati..

Questi batteri hanno una funzione utile: scompongono l'acido lattico. Inoltre, ci sono studi scientifici che indicano un legame indiretto tra la carenza di Veilonella e il rischio di asma nei bambini. Ma ci sono tipi di questi batteri che hanno pronunciate proprietà paradontogeniche: i microbi si accumulano nelle placche dentali, causano infiammazione delle gengive e perdita dei denti. E, ad esempio, la parvola di Veillonella provoca colite nell'uomo. Inoltre, anche i ceppi benefici della Veilonella, in condizioni di eccesso nell'intestino, portano ad un aumento della produzione di gas, dispepsia e diarrea..

clostridi

Batteri Gram-positivi obbligati-anaerobici a forma di bastoncino in grado di riprodursi da endospore. Il nome "clostridia" deriva dalla parola greca per "fuso", e questo non è casuale: situato al centro della spora, di regola, ha un diametro maggiore della cellula stessa, che la fa gonfiare e sembra un fuso. Il genere Clostridia è molto numeroso: tra questi vi sono sia rappresentanti della flora opportunistica sia agenti causali di malattie pericolose (tetano, botulismo, cancrena gassosa). La norma del contenuto di clostridi nelle feci durante la decodifica dell'analisi per la disbiosi è la seguente: nei neonati - non più di 10 nel terzo grado CFU / g, negli adulti - non più di 10 nel quarto grado CFU / g.

I clostridi svolgono una funzione utile: sono coinvolti nel metabolismo delle proteine. I prodotti metabolici sono sostanze chiamate indolo e skatole. In realtà, questi sono veleni, ma in piccole quantità stimolano la peristalsi, promuovendo le feci e prevenendo lo sviluppo della costipazione. Se la concentrazione di Clostridia nell'intestino è troppo elevata, si avrà una dispepsia putrida, i cui sintomi vividi sono diarrea acquosa con un cattivo odore, nausea, gonfiore, flatulenza, coliche e talvolta un aumento della temperatura corporea. Sullo sfondo di un sistema immunitario indebolito e in associazione con altri batteri patogeni, i Clostridi possono causare enterocolite necrotizzante, cistite, uretrite, vaginite, prostatite e molte altre malattie infiammatorie.

Candida

Funghi-deuteromiceti simili a lieviti, microrganismi unicellulari di forma rotonda o ovale, che formano pseudomicelio, cioè filamenti lunghi e sottili. Le specie più comuni sono Candida albicans e Candida tropicalis. Abitano nel corpo umano durante il primo anno di vita, vivono sulle mucose della cavità orale e dei genitali, nonché nell'intestino. Candida è un brillante rappresentante della flora opportunistica. Quando si decodificano i risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi, è consuetudine aderire alle seguenti norme: non più di 10 nel quarto grado CFU / g per pazienti di qualsiasi età.

La Candida è coinvolta nella regolazione dei livelli di pH, quindi se il loro numero rientra nei limiti accettabili, sono utili per l'uomo. Ma se i funghi simili a lieviti si moltiplicano troppo, questo porterà allo sviluppo di candidosi locale o persino sistemica. I funghi colpiscono la cavità orale (stomatite candidale), il retto (proctite candidale), la vagina ("mughetto") e così via. Tutte queste malattie, oltre ad essere estremamente spiacevoli, accompagnate da prurito, dolore e secrezione, sono anche difficili da trattare. Dopotutto, i funghi simili a lieviti sono uno dei microrganismi più tenaci e che si moltiplicano rapidamente..

Candidosi fecale aumentata - ragioni:

Abuso di carboidrati, amore per i dolci;

Terapia antibiotica a lungo termine senza supporto antifungino;

Uso della contraccezione ormonale

Articoli Su Epatite