Disbiosi intestinale: gradi, sintomi, diagnosi, trattamento

Principale Enterite

La disbiosi intestinale è un problema molto comune affrontato da bambini e adulti. La malattia è accompagnata da una violazione della composizione quantitativa e qualitativa della microflora intestinale, che, di conseguenza, influenza i processi di digestione e il funzionamento di tutto l'organismo.

Naturalmente, molte persone sono interessate a ulteriori informazioni sulla patologia. Quali sono le cause dei cambiamenti nella microflora? Quali sintomi dovresti cercare prima? Come viene trattata la disbiosi intestinale negli adulti? Quanto è pericolosa la malattia?

Qual è la malattia??

Come sapete, l'intestino umano è abitato da batteri che formano la microflora. I suoi principali sono latto- e bifidobatteri. Ma oltre ai microrganismi benefici nell'intestino, ci sono anche condizionatamente patogeni, in particolare funghi di lievito, streptococchi, stafilococchi, ecc. Il numero di batteri potenzialmente dannosi è rigorosamente controllato dal sistema immunitario. Ma a volte, sotto l'influenza di alcuni fattori (li considereremo più avanti), la composizione qualitativa e quantitativa della microflora cambia: il numero di batteri benefici diminuisce drasticamente, mentre i batteri patogeni condizionatamente iniziano a moltiplicarsi attivamente. Ecco come si sviluppa la disbiosi intestinale..

Funzioni di microflora intestinale

Va notato che i batteri benefici della microflora svolgono una serie di funzioni importanti:

  • stimolare l'attività del sistema immunitario;
  • partecipare ai processi di digestione;
  • fornire protezione dell'intestino dall'introduzione di microrganismi patogeni;
  • accelerare i processi di rimozione delle tossine dal corpo;
  • prendere parte alla sintesi di alcuni enzimi, acidi e vitamine;
  • regolare la composizione del gas nell'intestino;
  • ridurre la probabilità di sviluppare reazioni allergiche;
  • ridurre il rischio di sviluppare il cancro.

Come puoi vedere, lattobacilli e bifidobatteri supportano il normale funzionamento del corpo. La riduzione del numero di microrganismi benefici influisce sul lavoro di tutti i sistemi di organi.

Le cause della disbiosi: cosa provoca una violazione della composizione della microflora?

In effetti, la violazione della composizione della microflora può essere associata all'influenza di un'ampia varietà di fattori. Vale la pena considerare le ragioni più comuni:

  • Nella maggior parte dei casi, la disbiosi si sviluppa sullo sfondo della terapia antibiotica, specialmente quando si tratta di un uso incontrollato e prolungato di antibiotici. Il fatto è che tali farmaci sono attivi contro i batteri patogeni e benefici e sullo sfondo di una diminuzione della popolazione di latto- e bifidoflora, inizia la rapida riproduzione dei funghi candidosi.
  • La violazione della microflora si sviluppa spesso sullo sfondo dell'uso di farmaci ormonali, nonché dopo la chemioterapia..
  • L'elenco dei motivi include anche la dieta sbagliata. Se il menu umano è dominato da proteine, grassi e carboidrati facilmente digeribili, i batteri benefici che vivono nell'intestino soffrono di una carenza di substrati energetici. Verdure e frutta fresche, nonché prodotti a base di latte fermentato devono essere inclusi nella dieta quotidiana..
  • La disbatteriosi si sviluppa spesso sullo sfondo di infezioni intestinali, sia acute che croniche.
  • Un problema simile è spesso affrontato da persone che soffrono di AIDS, diabete mellito, cirrosi epatica e altre malattie, che sono accompagnate da una diminuzione dell'attività immunitaria..
  • I fattori di rischio includono la vecchiaia..
  • La disbiosi intestinale nei bambini viene spesso diagnosticata. Ciò è dovuto alla mancanza della propria microflora..
  • I fattori di rischio includono anche squilibri ormonali, stress e tensione nervosa, malattie parassitarie, problemi con la motilità intestinale..

Disbiosi intestinale: sintomi

Prima viene rilevata la malattia, più velocemente sarà possibile ripristinare la microflora. Ecco perché è importante consultare un medico ai primi sintomi:

  • Prima di tutto, la violazione della composizione della microflora influisce sui processi di digestione. I pazienti soffrono di diarrea, che è spesso seguita da costipazione.
  • Un sintomo molto caratteristico è la flatulenza: i gas si accumulano nell'intestino, a seguito del quale i pazienti soffrono di brontolio nell'addome, forte dolore, gonfiore (questi sintomi si intensificano dopo aver mangiato).
  • La comparsa di nausea, vomito è possibile. Se i processi di fermentazione e / o decadimento si intensificano nell'intestino, le feci possono cambiare (diventano schiumose, acquisiscono un odore aspro).
  • La violazione della composizione della microflora porta ad un aumento dell'incidenza di malattie allergiche.
  • Se stiamo parlando di disbiosi intestinale in un bambino nei primi mesi di vita, vale la pena considerare che la malattia è accompagnata da frequenti rigurgiti. Il bambino non dorme bene, spesso piange, aumenta lentamente di peso.
  • Se la disbiosi è associata a varie forme di carenza vitaminica, sono possibili altri sintomi, in particolare stomatite, dermatite, perdita di capelli, affaticamento cronico, infiammazione della lingua, gengive sanguinanti.

La gravità della malattia e le caratteristiche del quadro clinico

Nella moderna pratica medica, è consuetudine distinguere quattro gradi di disbiosi intestinale:

  • Il primo grado è considerato la fase latente dello sviluppo della malattia. Alcuni segni esterni sono assenti, il numero di bifidobatteri e lattobacilli è normale, ma è possibile un leggero aumento del numero di E. coli.
  • Il secondo grado è accompagnato da una diminuzione della percentuale di batteri benefici. Allo stesso tempo, i microbi opportunistici iniziano a moltiplicarsi attivamente. Forse la comparsa di piccoli focolai di infiammazione sulla mucosa intestinale, ma esternamente questo non si manifesta - i pazienti si sentono abbastanza normali.
  • Il terzo grado è caratterizzato da cambiamenti significativi nella composizione della microflora. Allo stesso tempo, compaiono i primi sintomi: i pazienti si lamentano di gonfiore e lieve dolore addominale, diarrea, che viene sostituita dalla costipazione e viceversa.
  • Se stiamo parlando del quarto grado, allora i segni della malattia non possono essere trascurati. I pazienti soffrono di nausea, vomito, diarrea persistente. Si osserva la perdita di peso corporeo. In questa fase, esiste la possibilità di sviluppare sepsi (i microrganismi patogeni dall'intestino possono diffondersi ad altri organi).

Misure diagnostiche

La diagnosi tempestiva della disbiosi intestinale è estremamente importante. Quando compaiono le prime violazioni, dovresti consultare un medico. Di norma, una descrizione dei sintomi che infastidiscono il paziente e un esame generale (in particolare la palpazione dell'addome) sono sufficienti per sospettare la presenza di anomalie nella composizione della microflora.

In futuro, viene effettuata un'analisi microbiologica per la disbiosi intestinale. Si consiglia ai pazienti di seguire una dieta specifica per tre giorni prima di prelevare campioni di feci. In particolare, è necessario rinunciare all'alcool, ai prodotti a base di acido lattico e al cibo che migliora i processi di fermentazione nell'intestino. Il coprogramma e l'analisi gas-liquido sono informativi.

Metodi di trattamento di base

Naturalmente, il medico elabora lo schema terapeutico, poiché qui molto dipende principalmente dalle cause dell'insorgenza della malattia e dallo stadio del suo sviluppo. Esistono diversi gruppi principali di farmaci ampiamente utilizzati per la disbiosi.

  • Prima di tutto, ai pazienti vengono prescritti probiotici - farmaci che contengono ceppi vivi di latto- e bifidobatteri. L'assunzione di farmaci garantisce la colonizzazione dell'intestino con microrganismi benefici. Mezzi come "Bifiform", "Bifidumbacterin", "Linex" sono considerati efficaci..
  • Il trattamento è integrato con prebiotici. Questi farmaci creano condizioni nell'intestino per la riproduzione intensiva di microrganismi benefici ("Duphalac", "Khilak").
  • Farmaci come "Maltidofilus" e "Bifidobac" appartengono al gruppo dei simbiotici (agiscono contemporaneamente come pre e probiotici).
  • Ai pazienti vengono prescritti enzimi (ad esempio "Mezim"), che aiutano a normalizzare il processo digestivo.
  • In caso di grave intossicazione del corpo, si raccomanda ai pazienti di assumere assorbenti.
  • Anche l'assunzione di vitamine è importante.

Caratteristiche della terapia per forme complicate di disbiosi

Se stiamo parlando di forme complicate della malattia, nel regime di trattamento sono inclusi ulteriori farmaci:

  • A volte è necessario assumere antibiotici e agenti antifungini. Se sullo sfondo della disbiosi c'è una riproduzione attiva di enterococchi, ai pazienti viene prescritta "Levomicetina" o "Ersefuril". Con un forte aumento del numero di clostridi, ai pazienti viene prescritta "Vancomicina", "Metronidazolo".
  • Se c'è un'infezione fungina, vengono utilizzati farmaci antifungini, in particolare "Fluconazole".
  • Anche i batteriofagi sono efficaci. La composizione di tali farmaci contiene virus che infettano la cellula dei batteri patogeni, sopprimendo i processi della sua riproduzione.
  • Se le condizioni del paziente sono gravi, gli immunomodulatori sono inclusi nel regime di trattamento.

Dieta per disbiosi

Il trattamento della disbiosi intestinale comporta necessariamente la dieta giusta. Il menu giornaliero dovrebbe includere carni magre, latticini (yogurt, kefir, latte al forno fermentato), erbe fresche, verdure, frutta (non troppo acida), grano saraceno, riso, grano.

È importante rifiutare prodotti che migliorano i processi di fermentazione e formazione di gas. Dolci, carni affumicate, cibi grassi, sottaceti, conserve e legumi sono considerati potenzialmente pericolosi. Devi rinunciare all'alcool e alle bevande gassate. I medici raccomandano di mangiare pasti frazionati e di non bere acqua durante i pasti, poiché ciò diluisce il succo gastrico.

Quanto è pericolosa la malattia? Possibili complicazioni

Nella maggior parte dei casi, la malattia risponde bene al trattamento farmacologico e alla terapia dietetica. Tuttavia, la disbiosi intestinale non può essere considerata una malattia minore. In assenza di adeguate misure terapeutiche, la malattia può portare a complicazioni molto pericolose:

  • Per cominciare, va notato che un cambiamento nella composizione della microflora influisce sul processo di assimilazione di minerali e vitamine. La disbiosi cronica è spesso complicata da anemia sideropenica, ipo e avitaminosi.
  • Con i cambiamenti nella microflora, il corpo diventa più suscettibile a vari tipi di malattie infettive, che è associato a una diminuzione dell'attività del sistema immunitario.
  • La disbiosi intestinale può portare allo sviluppo di enterocolite cronica (infiammazione delle mucose del tratto intestinale).
  • Se i microrganismi patogeni si diffondono ad altre parti del tratto digestivo, possono svilupparsi pancreatite, gastrite, gastroduodenite.
  • I disturbi digestivi a volte portano a una drastica perdita di peso.
  • Le complicanze più pericolose includono peritonite e sepsi (tali casi sono estremamente rari).

Prevenzione: come ridurre il rischio di sviluppare una malattia?

La disbiosi intestinale è una malattia spiacevole e pericolosa. Ecco perché è molto meglio cercare di prevenire lo sviluppo della malattia. A proposito, le precauzioni in questo caso sono abbastanza semplici da seguire..

Secondo le statistiche, nella maggior parte dei casi, la violazione della microflora è il risultato dell'uso di antibiotici. Pertanto, vale la pena capire che è impossibile assumere tali farmaci senza permesso in ogni caso (solo con il permesso di un medico). Se è necessaria una terapia antibiotica, allo stesso tempo si consiglia ai pazienti di assumere prebiotici per proteggere la microflora.

Inoltre, è importante assicurarsi che la dieta sia equilibrata. È indispensabile introdurre nel menu prodotti a base di fibre e latte fermentato. Periodicamente, i medici raccomandano di assumere complessi vitaminici. Tutte le malattie dell'apparato digerente devono essere sottoposte a terapia adeguata in tempo. E, naturalmente, quando compaiono i primi segnali di avvertimento, è necessario contattare uno specialista e superare tutti i test.

Consegniamo feci per disbiosi, regole

Regole di preparazione

Prima di condurre uno studio di questo tipo, il paziente deve soddisfare determinati requisiti. Prima dell'esame, sono esclusi tutti i farmaci che possono influenzare negativamente la microflora intestinale (antibiotici, farmaci ormonali, ecc.). La chemioterapia è anche una controindicazione diretta a questo tipo di esame. In casi estremi, puoi prendere il materiale in mezza giornata dopo la cancellazione del rimedio precedentemente prescritto.

Per 3 giorni, è necessario escludere dalla dieta tutti i mezzi che causano e attivano i processi di fermentazione nell'intestino. È necessario astenersi dai batteri lattici, cambiano anche il quadro batterico dell'intestino. È anche vietato l'alcol: può cambiare drasticamente la quantità di tutta la microflora nell'intestino.

L'assunzione di determinati farmaci e l'assunzione di determinati alimenti distorce il colore delle feci. Questo dovrebbe essere segnalato al medico. I pazienti sono interessati a come sottoporsi al test per la disbiosi in modo che i suoi risultati siano i più precisi. Ci sono alcune regole per questo:

  1. Una delle regole più importanti di tale studio è che la defecazione dovrebbe avvenire volontariamente, senza ulteriore stimolazione con lassativi e clisteri. Ciò distorce in modo significativo la diagnosi..
  2. Assicurarsi che il contenitore in cui verrà posizionato il materiale sia sterile. Deve essere chiuso con un coperchio sterile. Di solito, la clinica fornisce ai suoi pazienti il ​​contenitore necessario e adeguatamente trattato, dove il paziente stesso mette le feci.
  3. Prima di un movimento intestinale, è necessario svuotare la vescica. Questo deve essere fatto in modo che l'urina non penetri nelle feci e non cambi la sua composizione chimica. L'assegnazione delle feci deve essere effettuata in una pentola, non in un bagno (deve prima essere trattata con acqua bollente).
  4. Il biomateriale deve essere posizionato in un contenitore dal vaso immediatamente dopo il movimento intestinale. Per fare questo, usa un cucchiaio. Le feci devono essere prelevate da luoghi diversi. Se in esso sono visibili impurità del sangue, dovrebbero anche essere nel contenitore per l'analisi. Il contenitore si chiude dopo tali azioni.
  5. Le feci vengono consegnate alla clinica entro 2 ore. L'ulteriore conservazione del materiale non è pratica: la semina per la disbiosi intestinale avrà risultati errati e il trattamento per tale paziente potrebbe essere prescritto in modo errato. È consentito lo stoccaggio a breve termine di un contenitore con le feci nel frigorifero, ma in questo caso non può essere conservato per più di 4 ore.
  6. Non è consentito il congelamento del materiale del contenitore.
  7. Se il paziente assume antibiotici e altri farmaci che possono cambiare la microflora intestinale, l'analisi deve essere posticipata. Lo stesso dovrebbe essere fatto se il paziente utilizza preparazioni di lattobacilli, bifidobatteri, ecc. Le feci devono essere esaminate 2 settimane dopo la fine della terapia.

Regole per fare un'analisi per la disbiosi

Un quadro accurato delle condizioni del paziente può essere trovato solo dopo aver esaminato le sue feci. Ma il materiale biologico deve essere presentato secondo rigide regole per ottenere un risultato affidabile..

  1. Nessun farmaco antibatterico deve essere assunto 12-24 ore prima del test.
  2. Per 3-5 giorni, è necessario abbandonare completamente l'uso di lassativi e qualsiasi supposta rettale.
  3. Non è possibile donare feci ottenute dopo un clistere.
  4. Se, prima di superare l'analisi, il paziente è stato sottoposto a uno studio radiopaco del tratto gastrointestinale, dovrebbe ricevere biomateriale solo dopo 1-2 atti di defecazione. Il contrasto può interferire con un'analisi accurata e una diagnosi corretta..
  5. Per la ricerca, vengono prelevati meno di 10 ml di feci, che devono essere raccolti con uno speciale bastoncino pulito in un contenitore sterile.
  6. In situazioni in cui è impossibile inviare le feci direttamente al laboratorio, vengono conservate in un luogo fresco, ma non congelate.

Come raccogliere le feci

Attenzione! È importante assicurarsi che urina, sangue o altri liquidi non penetrino nel contenitore o nelle feci. Se si trovano in un contenitore comune, esiste un rischio elevato di diagnosi errata

Come raccogliere materiale per analisi

Per l'affidabilità e l'efficacia dell'esame, è estremamente importante seguire le regole per la raccolta di materiale biologico per l'analisi:

  1. Per l'analisi, devono essere utilizzate feci fresche del mattino. Fai la doccia prima di raccogliere il materiale.
  2. In nessun caso non consentire alle impurità di urina di entrare nel biomateriale, in quanto ciò potrebbe distorcere in modo significativo i risultati dell'analisi.
  3. Non usare lassativi per raccogliere le feci. Lo sgabello deve essere naturale e libero.
  4. Le feci per l'analisi devono essere raccolte in un contenitore sterile, precedentemente trattate con un disinfettante e lavate in acqua bollente..
  5. Raccogli un fiammifero, uno stecchino o un bastoncino di legno e raccogli attentamente il materiale fecale, quindi mettilo in un piccolo contenitore sterile. Di quante feci hai bisogno per l'analisi? Secondo gli assistenti di laboratorio, questo studio richiede almeno 2 e non più di 10 grammi di biomateriale.
  6. Il contenitore con il materiale raccolto deve essere consegnato al laboratorio entro tre ore dalla raccolta. Fino a quel momento, si consiglia di conservare i piatti in frigorifero, ma in nessun caso il contenuto del contenitore deve essere congelato. Il regime di temperatura dovrebbe essere di circa 5-8 ° C sopra lo zero. Meno tempo intercorre tra la raccolta del materiale e la data della sua consegna al laboratorio, più informativo può essere considerato lo studio.

L'analisi del materiale fecale dura circa 4-5 giorni, dopodiché il paziente riceve un modulo con i risultati nelle sue mani.

Microflora intestinale normale e sue funzioni nel corpo

La flora microbica è essenziale per l'attività vitale del corpo. L'intestino di una persona sana normalmente contiene 400-500 ceppi di vari microrganismi. Assicurano la normale digestione, partecipano alla sintesi e all'assorbimento delle vitamine, sopprimono l'attività dei microbi patogeni.

A volte viene utilizzato un metodo espresso per diagnosticare la disbiosi, i cui risultati possono essere ottenuti entro un'ora, tuttavia, con tale test, viene valutato il contenuto di soli bifidobatteri e la propria proteina nelle feci.

La normale microflora intestinale svolge le seguenti funzioni:

  • partecipazione allo sviluppo dell'immunità locale, attuazione della sintesi di anticorpi che sopprimono la microflora estranea;
  • aumentare l'acidità dell'ambiente (abbassando il livello di pH);
  • protezione (citoprotezione) dell'epitelio, aumentando la sua resistenza a fattori cancerogeni e patogeni;
  • cattura di virus, prevenzione della colonizzazione del corpo da parte di microrganismi estranei;
  • gli enzimi batterici effettuano la scomposizione delle sostanze alimentari, formando vari composti (ammine, fenoli, acidi organici e altri). Sotto l'influenza degli enzimi, si verifica anche la trasformazione degli acidi biliari;
  • partecipazione alla decomposizione finale di residui alimentari non digeriti;
  • fornendo al corpo nutrienti, la sintesi di acidi grassi a basso peso molecolare, che sono una fonte di energia per le cellule intestinali;
  • formazione di composizione gassosa, regolazione della peristalsi, potenziamento dei processi di assorbimento nell'intestino;
  • sintesi di vitamine del gruppo B, acido nicotinico, folico e pantotenico, vitamina K, garantendo l'assorbimento di calcio, magnesio, ferro;
  • partecipazione ai meccanismi di regolazione dei processi riparativi durante il rinnovamento delle cellule epiteliali intestinali;
  • sintesi di numerosi aminoacidi e proteine, metabolismo di grassi, proteine, carboni, acidi biliari e grassi, colesterolo;
  • utilizzo di cibo in eccesso, formazione di feci.

In una persona sana, viene mantenuto un equilibrio dinamico nell'intestino tra l'organismo ospite, i microrganismi che lo popolano e l'ambiente. La violazione della composizione qualitativa e quantitativa della microflora provoca disbiosi.

Di solito la disbiosi è una conseguenza o una complicazione della patologia della malattia intestinale o della terapia antibiotica irrazionale.

Regole per la raccolta di analisi in bambini e neonati

Nei bambini piccoli, un esame simile si svolge nello stesso modo degli adulti. Devono anche rimuovere tutti gli antibiotici, i lassativi, le supposte rettali e lavare bene il bambino. Inoltre, nessun nuovo alimento complementare deve essere presentato al bambino quattro giorni prima della raccolta delle feci. Se esiste una possibilità e tale azione non influisce gravemente sulle condizioni del bambino, è necessario rimuovere tutti i farmaci, in particolare quelli che vengono presi per lavoro o per ripristinare il tratto gastrointestinale, comprese le vitamine.

Attenzione! Dopo aver raccolto le feci da un bambino, il materiale biologico deve essere portato in laboratorio entro tre ore. Se il contenitore viene consegnato in ritardo, nel biomateriale prevarrà un gran numero di batteri esogeni.

Cause dei disturbi della microflora intestinale

Come prepararsi per l'analisi

Per ottenere i risultati più accurati dell'analisi, si consiglia di iniziare la preparazione due settimane prima della procedura. Per fare ciò, è necessario osservare le seguenti regole:

  1. Interrompere l'assunzione di eubiotici e probiotici 2-3 settimane prima del test.
  2. Donare le feci per l'analisi prima di sottoporsi a terapia antibiotica o dopo un giorno dopo la sua cancellazione.
  3. Non utilizzare supposte rettali almeno tre giorni prima dello studio.
  4. Per due o tre giorni prima dell'analisi, astenersi dal bere bevande alcoliche, droghe batteriche.
  5. Alcuni giorni prima dello studio, gli alimenti piccanti e acidi dovrebbero essere esclusi dalla dieta..
  6. Non usare un clistere prima del test.

Il rispetto delle regole sopra è necessario per consentire al sondaggio di fornire i risultati più accurati.!

Preparazione e regole per la raccolta di materiale

Il periodo preparatorio inizia tre giorni prima della consegna delle feci. È necessario interrompere l'assunzione di lassativi, supposte rettali e clisteri. Inoltre, non puoi assumere antibiotici e farmaci antinfiammatori..

Viene preso in anticipo in clinica o un contenitore sterile viene acquistato in farmacia. Le feci vengono raccolte con una spatola di legno o di plastica non più di 10 grammi. Prima dell'atto di defecazione, è necessario lavarsi via con acqua, ma non usare sapone. Per le donne, è meglio mettere un tampone sul perineo in modo che lo scarico o le gocce di sangue non penetrino nel materiale per l'analisi. Gli uomini si assicurano che non entri l'urina.

È necessario portare le feci in laboratorio per l'analisi lo stesso giorno, entro e non oltre tre ore dopo. Non è consigliabile conservare il materiale, poiché i risultati potrebbero essere distorti.

Cosa influenza i risultati dell'esame

Quando si esegue questo studio, è necessario tenere presente che alcuni fattori possono modificare in modo significativo gli indicatori della microflora intestinale e i risultati dell'analisi. Quindi il medico non vedrà tutti i processi che possono verificarsi nell'intestino. Ecco perché i professionisti dovrebbero considerare fattori come:

La microflora mucosa è costantemente nell'intestino. Questi sono microrganismi che si fissano sulle pareti intestinali. I batteri addominali entrano nel contenitore per l'analisi, mentre i batteri della mucosa rimangono sulle pareti intestinali. E il dottore, naturalmente, non vedrà una tale flora mentre studia la composizione della microflora intestinale. Ciò significa che tale analisi fornisce solo un'idea incompleta di tutte le catene di processi biologici che si verificano nell'intestino.

E alcuni microbi che vivono nell'intestino non sono affatto presi in considerazione in questo studio..
Se le feci rimangono a contatto con l'aria per lungo tempo, ciò distorce i risultati dello studio. E se i microrganismi anaerobici entrano in contatto con l'ossigeno, moriranno

Ciò significa che il medico non vedrà completamente tutti gli anaerobi. Questo è il motivo per cui il paziente deve avere un contatto minimo tra le feci e l'aria al fine di ottenere risultati più accurati e rappresentativi..
Più tempo è trascorso da quando le feci sono state svuotate e consegnate al laboratorio, meno accurati saranno i risultati..

Quali sono i test per la disbiosi? Prima di tutto, questa è l'analisi delle feci più elementare. Inoltre, le cliniche conducono un esame dettagliato della biochimica di questo materiale e non solo un'analisi per le uova dei vermi. Inoltre, un tale paziente deve necessariamente superare un esame del sangue (generale e biochimico), un'analisi delle urine. Di norma, si tratta di analisi cliniche standard e vengono eseguite da quasi tutte le cliniche..

Quanto viene fatto un sondaggio del genere? Possono essere necessari diversi giorni (massimo una settimana) per studiare completamente tutti gli aspetti della funzione intestinale. Le feci vengono seminate, i batteri vengono collocati in un ambiente speciale di sostanze nutritive, dove vengono coltivati ​​per diversi giorni.

Successivamente, viene eseguito il conteggio delle colonie di microrganismi. Secondo una tecnica speciale, viene calcolato il numero di alcuni batteri in 1 g di feci. Decifrare i dati ottenuti è l'attività di uno specialista esperto..

Trattamento della disbiosi intestinale

Bificol per normalizzare la funzione intestinale

Il farmaco è disponibile come liofilizzato. La polvere viene sciolta in acqua per preparare una sospensione. Bificol ha un rapido effetto immunostimolante, costringendo il corpo ad aumentare le funzioni protettive e migliorare il funzionamento dell'intestino e dell'intero tratto gastrointestinale. Le uniche controindicazioni all'uso del farmaco sono l'intolleranza individuale e la presenza di colite ulcerosa specifica e non specifica.

Bificol ha un rapido effetto immunostimolante, costringendo il corpo ad aumentare le funzioni protettive e migliorare la funzione intestinale

Il farmaco può essere usato per via orale dall'età di sei mesi. Soprattutto, il farmaco viene assorbito 30-40 minuti prima di un pasto. I pazienti adulti usano il farmaco in 5 dosi del principio attivo 2-3 volte al giorno. La dimensione della dose per i bambini e la durata della terapia per tutti i gruppi di pazienti è determinata solo dal medico..

Attenzione! Bificol è un farmaco assolutamente sicuro per bambini e adulti. È stato dimostrato che anche con un significativo eccesso di dosi del principio attivo, solo alcuni pazienti hanno mostrato sintomi spiacevoli sotto forma di dolore addominale, nausea e vomito.

Ersefuril contro la disbiosi

Questo farmaco viene assunto principalmente per disbiosi complicata, che è accompagnata da un gran numero di enterococchi nelle feci. Un farmaco viene prodotto sotto forma di capsule con un principio attivo. Il principale ingrediente attivo di Ersefuril è la nifuroxazide, che normalizza le feci e sopprime l'attività dei batteri patogeni.

Il farmaco Ersefuril viene assunto con disbiosi complicata

Puoi usare le capsule solo dall'età di sei anni, non ci sono controindicazioni da usare, tranne per una maggiore sensibilità alla nifuroxazide. Se usato, produce un buon effetto antisettico. Il dosaggio del farmaco viene selezionato individualmente; nel corso classico della disbiosi, è di 800 mg del principio attivo quattro volte al giorno. Prendi le capsule fino a 7 giorni.

Attenzione! Ersefuril è generalmente ben tollerato da pazienti di qualsiasi età. Ma in alcuni casi ha causato problemi sotto forma di eruzione cutanea allergica, shock anafilattico ed edema di tipo Quincke.

Fluconazole per disbiosi

Questo farmaco, come altri medicinali antifungini, viene utilizzato nei casi in cui la malattia è innescata da un gran numero di funghi fecali. Il fluconazolo deve essere assunto 30 minuti prima dei pasti per consentire al principio attivo di penetrare il più profondamente possibile nel sito di infezione.

Il principio attivo dell'agente antifungino sopprime rapidamente gli organismi patogeni, prevenendo l'ulteriore diffusione della malattia sulla pelle e sulle mucose della bocca e dei genitali.

Il dosaggio di Fluconazole è di 1 compressa fino a tre volte al giorno. Puoi prendere il rimedio fino a 7 giorni, in alcuni casi è possibile un trattamento più lungo, ma solo dopo aver consultato un terapeuta.

Attenzione! Di solito il dosaggio di Fluconazolo per bambini e adulti non cambia, ma a causa dell'elevato rischio di effetti collaterali nei bambini, è necessario prima consultare uno specialista per selezionare una singola dose del principio attivo

Gentamicina contro la disbiosi

Il farmaco appartiene all'antibatterico ed è raramente prescritto a pazienti con un decorso complesso di disbiosi. La gentamicina blocca il metabolismo dei batteri patogeni, riducendo così il loro numero. Il farmaco viene somministrato per via endovenosa o intramuscolare.

Farmaco antibatterico Gentamicina

Con l'introduzione del farmaco, il dosaggio di Gentamicina è di 3-5 mg / kg di peso corporeo per gli adulti. Il farmaco viene somministrato 2-4 volte al giorno, tenendo conto della gravità del paziente. La durata della terapia non è superiore a 10 giorni. Esiste un rischio piuttosto elevato di effetti collaterali durante il trattamento, pertanto il dosaggio del principio attivo deve essere attentamente selezionato. Se compaiono sintomi peggioranti di disbiosi, è necessario informare immediatamente il medico. Durante il trattamento, è indispensabile monitorare il livello di emoglobina nel sangue..

Attenzione! È indispensabile quando si prescrive la gentamicina e qualsiasi altro antibiotico per il disturbo intestinale usare prebiotici che proteggeranno la microflora intestinale già disturbata. È vietato prescrivere antibiotici per la disbiosi da soli, poiché possono solo peggiorare le condizioni del paziente, aumentando tutti i sintomi spiacevoli

Come si manifesta la disbiosi

La disbatteriosi è uno stato del tratto gastrointestinale, in cui la microflora intestinale è disturbata: il numero di batteri necessari, che sono normalmente sempre presenti nell'organo, diminuisce e aumenta il numero di microrganismi patogeni dannosi.

Nella maggior parte dei casi, la disbiosi ha un quadro chiaro: di solito si tratta di feci frequenti, diarrea o costipazione, gonfiore, brontolio, flatulenza, falso impulso a defecare, e dopo di esso - una sensazione di svuotamento insufficiente.

Nei casi più gravi, la disbiosi può avere sintomi di avvelenamento: nei bambini e negli adulti appare una sensazione di nausea, che a volte si trasforma in vomito, dolore addominale parossistico o persistente, gusto metallico in bocca, eruttazione e perdita di appetito.

Inoltre, la disbiosi ha sintomi non specifici che non sono associati al tratto gastrointestinale: nei bambini, compresi i neonati e gli adulti che soffrono di questo problema, si notano spesso deterioramento del sonno, mal di testa, debolezza, affaticamento e perdita di peso.

A volte la disbiosi ha anche manifestazioni cutanee: diventa secca o pruriginosa e compaiono arrossamenti.

Sia nei bambini che negli adulti, la gravità dei sintomi dipende dallo stadio della malattia..

Al secondo stadio, si verifica un aumento del numero di batteri nocivi, che porta a un cambiamento nella microflora.

In questa fase, i pazienti - sia bambini che adulti - di solito sviluppano sintomi come dolore addominale, diarrea e flatulenza..

Nella fase successiva della disbiosi, l'infiammazione inizia nell'organo, il che porta ad un aumento dell'espressione dei sintomi e, al quarto stadio della malattia, i pazienti di solito hanno un'intossicazione generale del corpo a causa dell'eccessiva attività della flora patogena.

Istruzioni per la preparazione e la raccolta del materiale

Come accennato in precedenza, ci sono una serie di fatti che influenzano in modo significativo i risultati delle analisi. Questi includono:

  • prendere medicine;
  • reazione allergica;
  • errori nella nutrizione del paziente;
  • malattie infettive;
  • malattie dell'apparato digerente;
  • attività fisica eccessiva;
  • sovraccarico psico-emotivo;
  • immunodeficienza;
  • cambiamento delle condizioni climatiche;
  • fattori ambientali negativi.

Quando si studia la composizione della microflora, vengono prese in considerazione due fasi in cui si trovano i batteri: la striscia, cioè quei microrganismi che vivono nel lume intestinale e nella mucosa - quelli che sono localizzati sulle superfici mucose (le superfici parietali sono fisse). In questo caso, nelle feci è presente solo la fase della striscia. Ne consegue che l'analisi effettuata in alcun modo non fornirà un quadro completo della malattia.

La maggior parte dei microrganismi sulle pareti intestinali non verrà presa in considerazione

Il processo di preparazione per l'analisi inizia prima della raccolta del materiale. Per fare questo, è necessario seguire alcune regole..

La maggiore influenza sui risultati della ricerca è fornita dai prodotti: carne, pesce, bevande alcoliche, barbabietole. Devono essere eliminati 3-4 giorni prima dell'esame..

Alcuni farmaci hanno anche effetti significativi. Questi includono:

  • antibiotici;
  • lassativo;
  • farmaci antielmintici;
  • farmaci per la diarrea;
  • farmaci antinfiammatori non steroidei;
  • medicinali contenenti bismuto o bario;
  • olio di vaselina;
  • olio di ricino.

Gli antibiotici influenzano l'analisi delle feci per la disbiosi

Questi farmaci devono essere sospesi 10-14 giorni prima dell'analisi. Inoltre, durante questo periodo non dovrebbe essere eseguito un clistere, poiché anche questo ha un impatto significativo sui dati finali..

Come essere testato correttamente

Nella ricerca batteriologica, ci sono alcuni requisiti che dovrebbero essere presi in considerazione durante la raccolta e la consegna del materiale. Uno degli aspetti più importanti è ridurre al minimo il contatto delle feci con l'aria nell'ambiente. Nell'intestino, i microrganismi sono anaerobici, cioè esistono senza accesso all'ossigeno, ma quando entrano muoiono. Pertanto, con il campionamento e il contenuto del campione errati, verranno rilevati meno anaerobi di quanto non siano in realtà. Per evitare ciò, è necessario seguire le regole per la raccolta del materiale nel modo più completo possibile al fine di ottenere un risultato affidabile..

Prima di prendere l'analisi, è necessario prendere in considerazione diverse regole:

  1. Prima di raccogliere le feci, è necessario eseguire manipolazioni igieniche non solo nell'ano, ma anche in tutto il perineo per impedire l'ingresso di impurità nel campione.
  2. La sedia non arriva sempre in tempo. Tuttavia, è vietato l'uso di vari preparati e mezzi ausiliari. Questo processo dovrebbe avvenire spontaneamente.
  3. Per la raccolta iniziale del materiale, preparare (lavare e asciugare accuratamente) una pentola, una nave o un altro contenitore. Non utilizzare il bagno per questi scopi.
  4. Evitare l'urina, l'acqua o altri liquidi estranei nelle feci.

Il materiale per la ricerca viene prelevato da diversi siti. Soprattutto se ci sono varie inclusioni (muco, sangue, cibo non digerito, ecc.), Tutti i campioni devono essere analizzati. La quantità di feci non deve essere inferiore a 2-3 ge non superiore a 10 g.

Inoltre, prima di iniziare a raccogliere il materiale, è necessario considerare i tempi di consegna al laboratorio. Più lungo è il periodo di "attesa", maggiore è la probabilità di morte di agenti patogeni e risultati errati. Tempo massimo: non più di 2 ore.

Il tempo per eseguire un'analisi delle feci per la disbiosi è di circa 7 giorni

Il tempo di analisi dipende dal tipo, dal carico di lavoro di laboratorio e da altri fattori. In media, sono circa 7 giorni.

Indicazioni per analisi

Con disbiosi e altre patologie intestinali, il medico prescrive un esame fecale in presenza dei seguenti sintomi:

  • costipazione o diarrea;
  • gonfiore;
  • dolore nella regione addominale e presenza di disagio in essa;
  • intolleranza a determinati alimenti;
  • eruzioni cutanee (specialmente se ce ne sono molte);
  • tutti i tipi di reazioni allergiche;
  • trattamento con antibiotici e farmaci ormonali che influenzano negativamente lo stato della microflora intestinale.

È inoltre necessario passare tale analisi per determinare la causa della violazione della normale microflora intestinale. In questo caso, il medico può scegliere più efficacemente il trattamento appropriato. Anche un neonato dovrebbe essere testato, soprattutto se è a rischio di malattie intestinali. Inoltre, l'analisi è prescritta per gli adolescenti che spesso soffrono di infezioni respiratorie acute..

Dieta per disbiosi

Se il test è positivo, è importante iniziare subito il trattamento per prevenire la diffusione di batteri nocivi. Il primo passo per il recupero è la dieta.

Prevede l'esclusione di tutto ciò che è grasso, speziato, sale dovrebbe essere in una quantità minima.

Durante il periodo di trattamento, è necessario mangiare più brodi magri, zuppe. È bene consumare una grande quantità di prodotti lattiero-caseari fermentati, ma dovrebbero essere con una quantità minima di zucchero, che è molto dannoso durante questo periodo

È importante ridurre il più possibile la quantità di prodotti da forno e dolci. Per ridurre i disturbi intestinali, dovresti mangiare il porridge, il brodo di riso aiuta bene

Alimenti utili e dannosi per la disbiosi intestinale

Attenzione! Durante il periodo di trattamento, dovresti anche rifiutare il caffè e le bevande alcoliche. Sarà utile bere composte, bevande alla frutta e tè verde

Disfunzione intestinale in bambini e adulti

Sotto l'influenza di fattori esogeni ed endogeni (ecologia, abitudini alimentari, condizioni di vita e climatiche, malattie infettive e somatiche, stati di immunodeficienza, disturbi alimentari, terapia antibiotica), la normale microflora può cambiare nella composizione quantitativa e qualitativa. Chiamata anche disbiosi intestinale, che può svilupparsi sia negli adulti che nei bambini.

L'uomo e l'ambiente sono un sistema ecologico integrale, sono in equilibrio biologico generale. I microbi - simbionti, sono i costruttori della normale microflora del bambino, regolano molte reazioni fisiologiche e processi corporei.

Impediscono la colonizzazione di batteri patogeni e opportunistici, promuovono una migliore digestione degli alimenti, regolano il metabolismo, sintetizzano le vitamine necessarie e gli aminoacidi essenziali e neutralizzano le sostanze tossiche.

Disbiosi del colon

Le manifestazioni cliniche della disbiosi del colon possono variare da forme latenti a gravi, che si verificano con la generalizzazione dell'infezione. I sintomi della disbiosi intestinale possono essere suddivisi in locali e generali.

Sintomi locali. Ciò si riferisce alla disfunzione intestinale accompagnata da diarrea o costipazione. Le feci molli possono essere sia di natura enterica che di colite. Inoltre, ci sono dolore addominale, flatulenza, vomito, appetito ridotto..

  • perdita di peso;
  • anemia;
  • ipovitaminosi;
  • aumento della temperatura corporea;
  • tachicardia;
  • mancanza di respiro, convulsioni;
  • shock tossico infettivo;
  • disturbi dell'equilibrio emodinamico, acido-base ed elettrolita dell'acqua.

A seconda della gravità dei sintomi, ci sono forme lievi, moderate e gravi di disbiosi intestinale. I cambiamenti distruttivi e distrofici nella mucosa intestinale interrompono la sua funzione di barriera, a seguito della quale i microbi patogeni possono penetrare nel sangue e in altri organi.

Disbiosi dell'intestino tenue

Porta allo sviluppo di sindromi di assorbimento alterato e digestione alterata del cibo.

Sindrome da assorbimento alterata

a) Il deterioramento dell'assorbimento del grasso porta a diarrea prolungata e grasso in eccesso nelle feci. Le feci sono di colore bianco-grigio, aspetto grasso con un odore sgradevole.

b) Il deterioramento dell'assorbimento delle vitamine provoca lo sviluppo di sintomi della corrispondente ipovitaminosi. La carenza di riboflavina è accompagnata da:

  • stomatite,
  • dermatite delle ali del naso e delle pieghe naso-labiali,
  • alterata crescita delle unghie e perdita dei capelli,
  • eccesso di acido nicotinico (irritabilità della glossite, colore brillante della mucosa orale, eritema bruno-rossastro sulla pelle, aumento della salivazione),
  • aumento della tiamina - mal di testa, atonia intestinale,
  • disordine del sonno,
  • neurite.

La carenza di acido folico, nicotinamide, vitamina K porta allo sviluppo di anemia e vitamine liposolubili (D, A, E) - ad un aumento delle manifestazioni di rachitismo, una tendenza alle reazioni infiammatorie della pelle secca, visione offuscata, debolezza generale.

c) Il deterioramento dell'assorbimento dei minerali, in particolare del calcio, provoca lo sviluppo dell'osteoporosi.

Sindrome da disturbo digestivo

a) La carenza di lattasi è accompagnata da ansia durante l'alimentazione, flatulenza, aderenze frequenti, feci schiumose con un odore acido.

b) La funzione insufficiente degli enzimi pancreatici è caratterizzata da flatulenza, feci grigio-verdi, presenza nel coprogramma di fibre muscolari, grassi neutri, acidi grassi, fibre, amido.

c) Intolleranza a determinati alimenti, ad esempio latte di mucca, e molto spesso si manifesta con eruzioni cutanee, prurito, gonfiore con coliche intestinali, costipazione o diarrea.

Nella disbiosi si possono distinguere le seguenti fasi cliniche:

  1. Reazione disbiotica - l'assenza di manifestazioni cliniche in presenza di cambiamenti nell'analisi delle feci per la disbiosi.
  2. Disbiosi dell'intestino crasso - compensata (perdita di appetito, flatulenza, debole colorazione delle feci, dolore addominale intermittente, costipazione alternata a costipazione, dermatosi allergiche). Scompensato (muco, sangue nelle feci, crampi al dolore addominale, perdita di peso, costipazione persistente, anemia, debolezza, sonnolenza, diminuzione dell'appetito, intolleranza a determinati alimenti).
  3. Disbiosi dell'intestino tenue - eccesso di grasso nelle feci (più di 7 g), alterazione del lattosio, intolleranza a determinati alimenti).
  4. Contaminazione di sangue, bile e tratto urinario, microrganismi.

Trattamento della disbiosi intestinale

La prima e principale condizione per iniziare il trattamento della disbiosi è l'eliminazione dei fattori che sono stati la causa della sua insorgenza. La seconda condizione è la correzione del regime e la qualità della nutrizione, le tattiche del trattamento dipendono dallo stadio clinico della disbiosi.

Trattamento della disbiosi del colon

Il primo stadio della reazione disbiotica si basa sull'enfasi sull'esclusione delle cause della disbiosi intestinale, vengono prescritti prodotti a base di latte fermentato, che manterranno la microflora intestinale normale per 6 mesi.

Nella seconda fase della forma compensata, i bambini di età inferiore a un anno mantengono il loro normale schema alimentare con latte materno o con formule secche adattate che il bambino ha ricevuto in precedenza. Nei bambini di età inferiore a 1 anno sono esclusi i prodotti che inibiscono la microflora intestinale: prodotti a base di farina, cibo in scatola, prodotti semilavorati, carne e pesce grassi, acqua gassata dolce.

Assicurati di includere nella dieta piatti di grano saraceno, segale, miglio, mais, ma anche cavoli, carote, zucchine, frutta e verdura fresche, succhi e latticini.

Nella prima fase del trattamento vengono prescritti i probiotici, preferibilmente multicomponente in doppia dose. Il corso della terapia è di 5-10 giorni. L'effetto della terapia probiotica può essere potenziato dalla somministrazione concomitante di prebiotici. Gli enterosorbenti vengono utilizzati in parallelo per 7 giorni.

Dopo la prima fase del trattamento, viene prescritto un ciclo ripetuto di terapia probiotica per 30 giorni, terapia enzimatica (preparati pancreatici contenenti emicellulasi e in caso di costipazione - enzimi contenenti acidi biliari) per 2 settimane e pantotenato di calcio (stimola la crescita dei bifidobatteri, migliora la motilità intestinale) 4 corso settimanale.

Nella forma scompensata della fase 2, viene prescritta la stessa dieta della prima forma. La terapia antibatterica è prescritta:

  • con dispepsia di fermentazione - nitrofurani, preparati di acido nalidixico, co-trimoxazolo;
  • con dispepsia elmintica - metronidazolo, ornidazolo, vancomicina, corso di terapia 1 settimana.

Gli enterosorbenti vengono utilizzati in parallelo (5-10 giorni 1 ora prima o 2 ore dopo l'assunzione di agenti antibatterici), epatoprotettori (silimarina) e agenti coleretici - stimmi di mais, fiori immortelle, per 3 settimane.

Usano anche farmaci anti-infiammatori: infusi e decotti di camomilla, radice di liquirizia, origano, salvia, foglie millenarie, mirtillo e mora, infiorescenze di sambuco per 10-14 giorni.

Dopo la fine dell'assunzione di antibiotici, viene prescritto un ciclo di terapia probiotica per 30 giorni:

  • enzimi per dispepsia fermentativa - preparati contenenti cellulosa,
  • per dispepsia putrida - preparazioni pancreatiche,
  • per costipazione - preparati contenenti acidi biliari per 2 settimane, lisozima (migliora l'adesione di bifidobatteri e lattobacilli nell'intestino) per 4 settimane.

Inoltre, per 4 settimane vengono utilizzati pantotenato di calcio, multivitaminici, adattogeni a base di erbe - echinacea ed eleuterococco. Un ciclo ripetuto di terapia probiotica viene eseguito sei mesi dopo, quindi viene prescritto un ciclo profilattico di prodotti a base di acido lattico contenenti normale microflora intestinale per 6 mesi.

Trattamento della disbiosi dell'intestino tenue

Nei bambini di età compresa tra 11 e 12 mesi, l'allattamento al seno continua e, se il bambino è alimentato artificialmente o in modo misto, vengono prescritte miscele contenenti trigliceridi, che vengono assorbite senza la partecipazione della lipasi pancreatica (pancreatina, creon).

Per bambini di età superiore a 1 anno e adulti, burro, margarina, formaggi, latte condensato e non grasso, carne grassa, pesce, cioccolato, prodotti da forno freschi sono esclusi dalla dieta quotidiana. Si raccomandano prodotti a base di latte fermentato, latte scremato, carni magre e pesce, verdure, mele cotte.

Terapia antibatterica per 5-10 giorni:

  • nitrofurani (furazidina, furagina),
  • preparati di acido non lidixico (nevigramone),
  • cotrimoxazole,
  • Intrix,
  • metronidazolo,
  • ornidazole.

Medicina di erbe: astringente, avvolgente, assorbente, neutralizzante, acidi organici (decotto di menta e camomilla, iperico, salvia, mirtilli, coni di ontano) per 7-10 giorni.

Terapia enzimatica: preparati di enzimi pancreatici in parallelo con antiacidi (un composto di alluminio, magnesio, calcio) per due settimane. Anche i citomucoprotettori (diosmectite) vengono utilizzati per 10 giorni.

I probiotici sono prescritti solo dopo la normalizzazione della digestione nell'intestino tenue, di solito dopo aver preso un ciclo completo di antibiotici per 2-3 settimane.

La prevenzione della disbiosi intestinale nei bambini comprende l'allattamento al seno precoce, la prescrizione profilattica di probiotici a donne in gravidanza e neonati di gruppi a rischio, nonché l'uso di probiotici resistenti agli antibiotici, prebiotici e prodotti a base di latte fermentato quando si prescrive la terapia antibiotica ai bambini.

Come sottoporsi al test per la disbiosi intestinale? Regole per la raccolta di feci per la semina batterica

La diagnosi di laboratorio della disbiosi intestinale è un esame microbiologico delle feci (batteriologico o biochimico), che rivela cambiamenti nel numero normale e nella qualità dei microrganismi nel tratto gastrointestinale.

Il ruolo della microflora

La microflora del corpo nel suo insieme, e in particolare il microbiota intestinale, è un sistema ecologico complesso. Uno dei fattori determinanti per mantenere un equilibrio dinamico tra il corpo umano e i microbi che lo abitano, cioè l'eubiosi, è la resistenza intestinale alla colonizzazione batterica. Insieme a questo, la flora del tratto gastrointestinale è un sistema di visualizzazione altamente sensibile che inizia a reagire bruscamente a qualsiasi cambiamento nell'equilibrio del suo ecosistema..

La parte inferiore del tratto gastrointestinale umano è abitata da circa 500 rappresentanti della microflora intestinale. Tutti sono collegati da relazioni complesse. La loro composizione è equilibrata dal punto di vista qualitativo e quantitativo. L'ubiososi è la componente più importante sia del normale funzionamento del tratto gastrointestinale sia della salute in generale, poiché svolge un compito determinante nel sistema immunitario del corpo.

I principali rappresentanti del microbiota intestinale:

  • Batteri dell'acido lattico (lattobacilli, bifidobatteri), batterioidi appartenenti alla classe degli anaerobi.
  • Opzionale, in grado di vivere sia in ossigeno che in ambiente anossico e indigeno, cioè costantemente presente (E. coli).
  • Microbiota aggiuntivo (cellule fungine e batteri della famiglia stafilococcica).
  • Microbiota allochthonous, cioè casuale - o, come lo chiama anche, opportunistico (include batteri non fermentanti e molti tipi di enterobatteri).

Tutti questi microbi svolgono funzioni molto importanti. È noto che E. coli sono i principali difensori del corpo, che impediscono la moltiplicazione di batteri patogeni e alcuni ceppi di virus. L'ambiente acido e le sostanze antibiotiche prodotte dalla normale microflora contribuiscono alla buona peristalsi e prevengono anche la formazione di colonie di microrganismi opportunisti.

I microrganismi indigeni contribuiscono alla produzione di un gran numero di enzimi coinvolti nel metabolismo dell'acqua-elettrolita, nonché nell'assimilazione di grassi, carboidrati e molte proteine. Inoltre, svolgono un'importante funzione nella sintesi di molte vitamine, foliche e niacina, aminoacidi essenziali.

La flora normale svolge un ruolo particolarmente importante nella formazione del sistema immunitario e nello sviluppo di reazioni di difesa aspecifiche. Ha anche un effetto antiallergico, è coinvolto nell'eliminazione delle sostanze tossiche..

Studio delle feci per la disbiosi

La base della normale microecologia intestinale sono i batterioidi e i batteri dell'acido lattico. Il resto della specie dovrebbe normalmente essere molto meno.

Un aumento delle colonie di batteri opportunistici e flora aggiuntiva, a seguito del quale c'è uno squilibrio nel microbiota intestinale, si chiama disbiosi.

Quando e da chi viene prescritta un'analisi per la disbiosi intestinale??

Di solito, la semina delle feci per la microflora (analisi delle feci per un micro-paesaggio) è raccomandata da un gastroenterologo, uno specialista in malattie infettive o un terapista, meno spesso - altri specialisti strettamente focalizzati. L'esame batteriologico delle feci è prescritto per la diagnosi di disbiosi, la differenziazione di altre diagnosi in un esame completo del tratto gastrointestinale, una valutazione generale dello stato della microecologia intestinale.

Nel caso di un trattamento inefficace per la disbiosi, l'enterocolite o la terapia antibiotica, nonché per la diarrea associata agli antibiotici, si raccomanda di donare le feci per la disbiosi con determinazione della sensibilità agli antibiotici e ai batteriofagi. Perché i test di routine non si concentrano sempre sulla suscettibilità agli antibiotici.

Quando si raccomanda di presentare le feci per la semina batterica:

  • in presenza di un'infezione intestinale di origine indeterminata,
  • con eruzioni cutanee e varie reazioni allergiche di eziologia poco chiara,
  • con costipazione prolungata, diarrea e altri disturbi funzionali delle feci,
  • nel caso di terapia farmacologica a lungo termine con antibiotici, ormoni, immunomodulatori, nonché terapia chimica e radioterapia.

I seguenti fattori possono influenzare il contenuto informativo dell'analisi delle feci per la disbiosi:

  • Gli anaerobi obbligatori (ad esempio i clostridi appartenenti alla classe della flora condizionatamente patogena) possono vivere solo in un ambiente privo di ossigeno. Quando vengono prelevate le feci in caso di disbiosi, una parte significativa degli anaerobi muore, a contatto con l'aria. Pertanto, i risultati dell'analisi possono mostrare la presenza di questi organismi in quantità molto più piccole di quanto non siano in realtà..
  • Viene violato l'algoritmo corretto per l'analisi della disbatteriosi (errori commessi in laboratorio).
  • Viene violata la tecnica di analisi (raccolta di feci in un contenitore non sterile, congelamento di feci, uso di lassativi per defecazione, conservazione impropria, ecc.).
  • Assunzione di antibiotici, probiotici e altre medicine.
  • Il tempo di consegna delle feci per l'analisi (più tempo impiegherà la raccolta delle feci all'inizio dello studio, meno accurati saranno gli indicatori dell'analisi superata).

Pertanto, la decodifica dello studio dell'analisi delle feci per disbiosi (analisi batterica delle feci o biochimica) viene effettuata solo da uno specialista, tenendo conto di altre analisi e di un esame generale dello stato del corpo.

Inoltre, le norme dei lattobacilli e di altri microrganismi sono condizionate e che per una persona può essere una caratteristica individuale e la norma, per un'altra - una patologia. La microflora intestinale non è un valore costante; i cambiamenti si verificano regolarmente, compresi quelli associati all'età. Inoltre, il numero di alcuni batteri può variare a seconda delle abitudini alimentari, della presenza di stress e di molti altri. altri fattori.

Quali test vengono eseguiti per la disbiosi

Nella medicina moderna, tre metodi sono usati per studiare il microscopico paesaggio delle feci (analisi per la disbiosi): due principali e uno ausiliario. Questo è uno studio batteriologico (serbatoio di coltura fecale), analisi biochimiche delle feci per disbiosi (analisi espressa) e coprologia.

Analisi scatologiche

Gli studi scatologici delle feci sono di base, primari. Questo è un metodo aggiuntivo che fornisce informazioni diagnostiche generali sulla condizione e sul funzionamento dell'intestino..
L'analisi scatologica viene eseguita in due modi. It:

  • Macroscopico: valuta i resti di cibo non digerito, il colore delle feci, il suo odore, la forma, la consistenza, vedono se nelle feci sono presenti muco, grasso (sapone) e altri componenti.
  • Microbiologico (microscopia): valutare il cibo digerito, le cellule di fibre muscolari, le fibre vegetali digeribili e indigeribili, i resti di vari tessuti.

Analisi batteriologiche delle feci

Se la scatologia nelle feci di un adulto mostra una deviazione dai valori desiderati, uno specialista può prescrivere un test delle feci per la disbiosi. L'analisi del serbatoio delle feci viene eseguita in un laboratorio batteriologico o in un'ampia gamma medica di laboratori, dove le feci vengono coltivate per la disbiosi.

Quanto viene eseguita l'analisi per la disbiosi? Questo è uno studio piuttosto lungo. L'analisi può essere preparata per almeno sei giorni o anche di più.

Innanzitutto, il materiale di prova viene "seminato" in un mezzo nutritivo per batteri. I microrganismi crescono per almeno quattro giorni, quindi l'assistente di laboratorio li conta.

Quando si donano le feci per l'esame batteriologico, i dati vengono calcolati in unità formanti colonie per grammo di materiale - CFU / g. Tutti i valori ottenuti sono registrati in una forma speciale.

Analisi delle feci per disbiosi con metodo biochimico

L'analisi cromatografica biochimica o gas-liquida delle feci per disbiosi è una tecnica abbastanza nuova che si è diffusa all'inizio degli anni 2000. È considerato più avanzato e informativo rispetto a prendere le feci in una vasca di semina. Inoltre, i risultati di questo studio saranno pronti tra poche ore..

In biochimica per la disbiosi intestinale, viene determinato uno spettro di acidi grassi, che sono prodotti dell'attività vitale dei batteri. Se si esaminano le feci per un micro-paesaggio utilizzando questa tecnica, ciò consentirà non solo di rivelare cambiamenti quantitativi nel microbiota, ma anche di determinare in quali parti dell'intestino è disturbato l'equilibrio.

Inoltre, è molto più facile sottoporsi al test per la disbiosi intestinale in modo biochimico. Le feci raccolte non devono essere portate immediatamente ed esaminate, come nella diagnostica batteriologica. Può essere congelato e conservato nel congelatore per 24 ore..

Ciò che mostra l'analisi delle feci per la disbiosi?

L'interpretazione dei dati è effettuata secondo la norma di età. E se sono state studiate le feci per la disbiosi negli adulti, gli indicatori in CFU / g saranno i seguenti:

  • Batteri dell'acido lattico - 106 -1010.
  • Bacteroids - 107-108.
  • Esherichia - 106-108.
  • Peptostreptococci - 105-106.
  • Stafilococchi e enterobatteri che causano malattie - dovrebbero essere assenti.
  • Enterococchi - 104.
  • Clostridia - non più di 105.
  • Stafilococchi condizionatamente patogeni - non più di 103.
  • Candida - assente o in piccole quantità.

Un cambiamento nel numero di alcuni microrganismi può indicare che l'immunità è ridotta. Di conseguenza, ci sono meno microrganismi dell'acido lattico e aumenta la colonizzazione di agenti patogeni opportunistici. Inoltre, la disbiosi può essere causata da ceppi patogeni di microbi che entrano nel corpo se non viene seguita l'igiene. La terza e più comune causa di squilibrio è l'assunzione di antibiotici.

Come sottoporsi al test per la disbiosi

La preparazione all'analisi comprende l'adesione al regime dietetico per diversi giorni, il rifiuto dei prodotti a base di carne, nonché frutta e verdura crude. Inoltre, prima di eseguire il test, è necessario interrompere l'assunzione di probiotici e prebiotici, antistaminici e altri farmaci. Si consiglia di effettuare un'analisi del serbatoio dopo la terapia antibiotica non prima di 10 giorni dopo la sua fine.

L'accuratezza e l'affidabilità dei risultati dipendono direttamente da come prepararsi e da come effettuare l'analisi, e dal modo in cui tutte le regole sono state seguite..

Come raccogliere e come donare correttamente le feci per la disbiosi:

  • Prima di raccogliere le feci, è necessario preparare un contenitore. Deve essere stretto e sigillato. L'analisi deve essere presentata in un contenitore sterile.
  • Prima dell'atto di defecazione, è necessario igienizzare a fondo il perineo e l'ano..
  • La cattedra deve essere il risultato di un atto di defecazione spontanea. Non è possibile utilizzare clisteri e altri aiuti..
  • Prima della defecazione, è necessario svuotare la vescica. L'urina e altri liquidi non possono accedere all'analisi.
  • Come raccogliere correttamente le feci? Con le mani pulite, devi aprire il contenitore, estrarre un cucchiaio e immediatamente dopo la defecazione raccogliamo 5-6 cucchiai di feci da luoghi diversi, preferibilmente non toccando il water. Se negli escrementi sono visibili sangue, muco, ecc. Componenti sospetti, devono anche essere collocati in un contenitore e ben chiusi.
  • Dopo il campionamento, si consiglia di donare immediatamente le feci al laboratorio. È possibile conservare la massa di prova in frigorifero, ma conservarla per non più di 3-4 ore (per un serbatoio per l'analisi delle feci per la disbiosi con la determinazione della sensibilità). Per il materiale cromatografico è consentito il congelamento e lo stoccaggio di materiale fino a 24 ore.

Non c'è nulla di difficile su come eseguire correttamente il test. E se si seguono queste semplici raccomandazioni, l'analisi mostrata può essere eseguita in modo affidabile. Dopotutto, l'accuratezza dei risultati dipende dalla tecnica di esecuzione dell'algoritmo, il che significa l'accuratezza della diagnosi e un trattamento efficace.

  • Articolo Precedente

    Nausea: malattie che causano nausea, trattamento

Articoli Su Epatite