Infezione intestinale - tattiche di diagnosi e trattamento per un bambino e un adulto, a seconda dei sintomi e dei risultati dei test

Principale Gastrite

Il sito fornisce informazioni di base a solo scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Analisi per infezioni intestinali

Un'infezione intestinale viene diagnosticata da un medico in base alle caratteristiche manifestazioni cliniche e all'aspetto, alla frequenza e all'odore delle feci. In linea di principio, una tale diagnosi è sufficiente per un medico per iniziare la terapia necessaria..

Tuttavia, senza ricerche speciali, è impossibile chiarire il tipo di infezione intestinale. Pertanto, per identificare l'agente patogeno e, di conseguenza, per determinare il tipo esatto di infezione intestinale, vengono eseguiti test di laboratorio. In linea di principio, dal punto di vista della terapia, l'identificazione dell'agente patogeno non è necessaria, poiché tutte le infezioni intestinali vengono trattate allo stesso modo. Ma l'identificazione dell'agente patogeno viene effettuata per valutare la situazione epidemiologica al fine di organizzare le misure necessarie volte a prevenire nuovi casi di infezione quando si tratta di un'infezione pericolosa.

Pertanto, è ovvio che in caso di infezione intestinale, i test vengono eseguiti non per sviluppare un approccio ottimale al trattamento, ma per identificare l'agente patogeno e valutare quanto sia pericoloso questo particolare caso della malattia per tutte le altre persone che vivono in una determinata area..

Quindi, al momento, quando viene rilevata un'infezione intestinale in una persona, vengono eseguiti i seguenti test di laboratorio:

  • Test rapido per infezione da narotavirus intestinale. Per lo studio, le strisce reattive vengono immerse nelle feci del paziente e il risultato viene valutato dopo 10 minuti. Se il test è positivo, l'infezione è il rotavirus. Se il risultato è negativo, l'infezione non è il rotavirus e sono necessari ulteriori test per identificare l'agente patogeno.
  • Ricerca batteriologica - feci e vomito vengono seminati su mezzi nutritivi, su cui crescono colonie microbiche dopo 2-3 giorni. Queste colonie vengono identificate, dopo di che vengono identificati quelli che potrebbero essere l'agente causale dell'infezione..
  • Test sierologici: il sangue viene prelevato da una persona malata da una vena e viene determinata la presenza di anticorpi verso vari microbi che potrebbero essere la causa dell'infezione intestinale. Se nel sangue si trovano anticorpi contro qualsiasi microbo, allora è lui l'agente causale di questo particolare caso di infezione intestinale. Attualmente, la presenza di anticorpi nel sangue può essere determinata mediante ELISA (test di immunoassorbimento enzimatico), RA (reazione di agglutinazione), RPHA (reazione di emoagglutinazione diretta), RNGA (reazione di emoagglutinazione indiretta).
  • PCR - una piccola quantità di feci, vomito o lavaggi dallo stomaco viene presa per analisi, dopo di che viene determinata la presenza di un agente infettivo in questi fluidi biologici. Il risultato della PCR consente di identificare accuratamente l'agente causale dei microrganismi dell'infezione intestinale entro un giorno.
Molto spesso, vengono eseguiti test batteriologici e sierologici, poiché sono disponibili, economici e, allo stesso tempo, consentono di ottenere un risultato affidabile.

Oltre ai test di laboratorio, con infezione intestinale, a volte viene eseguito un esame strumentale dell'intestino (sigmoidoscopia, colonscopia, irrigoscopia) al fine di stabilire il grado di danno tissutale e, tenendo conto di ciò, determinare la tattica ottimale della terapia riabilitativa, che inizia immediatamente dopo il recupero. La terapia riabilitativa e, di conseguenza, un esame strumentale dell'intestino sono necessari non per tutti i pazienti con infezione intestinale, ma solo per quelle persone che hanno segni di gravi lesioni del colon.

Infezione intestinale - trattamento

Principi generali di terapia

Quindi, bere molti liquidi reintegra la perdita di liquidi che si verifica insieme a diarrea e vomito e la dieta minimizza il carico sull'intestino, a seguito del quale le cellule della sua mucosa possono recuperare il più rapidamente possibile. In queste condizioni, il proprio sistema immunitario affronta con successo l'infezione in 3-8 giorni..

Il reintegro della perdita di liquidi e sali (bevendo molti liquidi) si chiama terapia di reidratazione. Affinché il corpo riceva non solo acqua, ma anche sali persi con diarrea e vomito, è necessario bere speciali soluzioni di reidratazione vendute in farmacia. Attualmente, le soluzioni di reidratazione più efficaci sono:

  • Tour;
  • Hydrovit;
  • Glucosolan;
  • Marathonite;
  • Orasan;
  • Rehydrar;
  • Regidron;
  • Reosolan;
  • Humana Electrolyte;
  • Citraglucosolan.
Questi preparati di reidratazione sono venduti in polveri, che vengono diluiti con acqua potabile ordinaria, dopodiché vengono bevuti come mezzo per reintegrare il volume di acqua e sali persi dal corpo con vomito e diarrea. Tuttavia, se non è possibile acquistare la soluzione di reidratazione per nessun motivo, è necessario prepararla da soli. Secondo la raccomandazione dell'OMS, per ottenere la composizione ottimale della soluzione di reidratazione, sciogliere un cucchiaio di zucchero, un cucchiaino di sale e un cucchiaino di bicarbonato di sodio in un litro d'acqua. In un caso estremo, quando per qualche motivo è impossibile persino preparare una soluzione di reidratazione da soli, allora dovresti bere vari liquidi contenenti sali, come tè con zucchero, composta, bevanda alla frutta, acqua minerale senza gas, ecc. Va ricordato che con un'infezione intestinale è meglio bere almeno qualcosa che niente..

La quantità di soluzione di reidratazione che devi bere per un'infezione intestinale viene semplicemente determinata in base al rapporto di 300 - 500 ml di soluzione per ogni episodio di feci molli o vomito.

Le soluzioni di reidratazione devono essere bevute lentamente, in piccoli sorsi frequenti, in modo da non provocare il vomito. In questo caso, non è necessario bere l'intero volume della soluzione in 300-500 ml alla volta: è consigliabile bere 100-150 ml ogni 5-15 minuti. Si consiglia di riscaldare la soluzione di reidratazione a una temperatura di 36-37 o С, poiché in questo caso liquidi e sali vengono assorbiti più rapidamente dallo stomaco nel sangue e riempiono le perdite.

Durante l'intero periodo, mentre ci sono feci molli o vomito, è necessario monitorare attentamente le condizioni di un adulto o di un bambino per i segni di disidratazione. I segni di disidratazione includono i seguenti sintomi:

  • Mancanza di urina per 6 ore;
  • Piangere in un bambino senza lacrime;
  • Pelle secca e mucose;
  • Lingua secca;
  • Occhi infossati;
  • Fontanella affondata (nei neonati);
  • Tonalità della pelle grigiastra.
Se un bambino o un adulto ha segni di disidratazione, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza ed essere ricoverato in un ospedale dove verrà effettuata una terapia intensiva di reidratazione. In un ospedale, la terapia di reidratazione viene effettuata mediante somministrazione endovenosa di soluzioni saline. Non provare a trattare la disidratazione da solo a casa, poiché questa condizione è molto pericolosa a causa dell'alta probabilità di sviluppare shock con conseguente possibile morte. È a causa del rischio di morte che la disidratazione viene trattata solo in ospedale..

Il ricovero in ospedale con infezione intestinale deve essere effettuato anche quando una persona sviluppa i seguenti segni (oltre ai segni di disidratazione):

  • Miscela di sangue nelle feci;
  • La diarrea si è fermata, ma il vomito è aumentato o, dopo che la temperatura è diminuita, è aumentato di nuovo o è apparso dolore addominale;
  • Incapacità di bere soluzioni di reidratazione a causa di vomito persistente;
  • Grande debolezza e sete;
  • Età del paziente - meno di un anno o più di 65 anni.
In tutti gli altri casi, il trattamento dell'infezione intestinale può essere effettuato a casa..

Oltre alla terapia di reidratazione, con infezione intestinale, deve essere seguita la dieta n. 4. Fino alla cessazione della diarrea e del vomito, puoi mangiare solo zuppe viscose (zuppe sui cereali), brodi deboli, carne magra bollita, pesce magro bollito, uova strapazzate, porridge bollito, pane bianco raffermo, cracker, biscotti crudi, mele cotte senza pelle. Escludere completamente latte e prodotti lattiero-caseari, carni affumicate, cibi in scatola, cibi piccanti, speziati, grassi e fritti, cipolle, aglio, ravanelli, alcool e bevande gassate dalla dieta. Dopo la cessazione della diarrea, dovresti mangiare prodotti dietetici per altre 3-4 settimane, evitando bevande gassate, alcool, latte, grassi, fritti e affumicati. Il pieno recupero della capacità digestiva dell'intestino dopo un'infezione si verifica solo dopo 3 mesi.

L'assunzione di antibiotici, sorbenti, probiotici, farmaci antipiretici e altri farmaci non è affatto necessaria per il trattamento di qualsiasi infezione intestinale e in alcune situazioni è persino dannosa. Quindi, gli antibiotici per l'infezione intestinale dovrebbero essere assunti solo nei seguenti tre casi:

  • Colera grave;
  • Miscela di sangue nelle feci;
  • Diarrea prolungata sullo sfondo della giardiasi.
In tutte le altre situazioni, non è necessario assumere antibiotici per l'infezione intestinale, poiché non porteranno benefici e non accelereranno il recupero, ma distruggeranno solo i resti della normale microflora intestinale.

Gli antidolorifici per le infezioni intestinali non possono essere assunti, poiché l'aumento di spasmi e dolori sono un segnale dello sviluppo di complicanze, in cui è necessario essere urgentemente ricoverati in ospedale in un ospedale. E se una persona prende antidolorifici, semplicemente non sentirà l'intensificazione degli spasmi e perderà il momento in cui si sviluppano complicanze. Le complicanze della stessa infezione intestinale possono portare a gravi conseguenze, fino alla morte inclusa..

Sorbenti e probiotici per qualsiasi infezione intestinale possono essere assunti a piacimento. L'elevata efficacia di questi fondi non è stata dimostrata, tuttavia, numerosi medici e scienziati ritengono che questi farmaci siano utili per il trattamento delle infezioni intestinali. E poiché i probiotici e i sorbenti non sono dannosi, possono essere usati come desiderato. In altre parole, se una persona desidera o ritiene necessario assumere sorbenti e probiotici per il trattamento dell'infezione intestinale, può farlo.

I farmaci antipiretici sono gli unici rimedi raccomandati per un'infezione intestinale se la temperatura corporea è superiore a 37,5 ° C.L'alta temperatura accelera la perdita di liquidi da parte del corpo, perché la pelle viene raffreddata dall'evaporazione dell'umidità. Di conseguenza, per ridurre la perdita di liquidi, è necessario ridurre la temperatura corporea, per la quale è necessario assumere farmaci antipiretici. I preparati con paracetamolo, ibuprofene e nimesulide sono ottimali per abbassare la temperatura corporea.

Nessun altro farmaco è usato per le infezioni intestinali.

Quindi, in sintesi, possiamo dire che il trattamento dell'infezione intestinale consiste nella terapia di reidratazione obbligatoria (reintegrazione della perdita di liquidi) e nel rispetto di una dieta. Oltre alla dieta e al consumo abbondante di soluzioni saline, è possibile utilizzare anche i seguenti farmaci (su richiesta del paziente stesso) per trattare l'infezione intestinale:

  • Sorbenti (Polysorb, Polyphepan, Smecta, ecc.);
  • Probiotici (Enterol, Bactisubtil);
  • Antisettici intestinali (Enterofuril, Intetrix, ecc.);
  • Enzimi (Pancreatina, Mezim, Creonte, Panzinorm, ecc.);
  • Antipiretici con paracetamolo, ibuprofene o nimesulide;
  • Antibiotici solo quando indicato (vedi sopra).
Inoltre, dovrebbero essere evidenziate misure e azioni separate che non possono essere categoricamente eseguite se si sospetta un'infezione intestinale:

Medicina delle infezioni intestinali

Antibiotico per infezione intestinale

Un antibiotico per l'infezione intestinale viene utilizzato solo nei seguenti casi:

  • Colera grave;
  • Miscela di sangue nelle feci;
  • Diarrea prolungata sullo sfondo della giardiasi.
In tutti gli altri casi, non è necessario assumere antibiotici per l'infezione intestinale.

In presenza di indicazioni per infezione intestinale, vengono utilizzati antibiotici del gruppo penicillina (amoxicillina, ampicillina, ecc.), Tetracicline (tetraciclina, doxiciclina), cefalosporine (cefalexina, ceftriaxone, ecc.) O fluorochinoloni (ciprofloxacina, Ofloxacina e altri)..

Dieta

Nel periodo acuto di infezione intestinale, nonché per 3-4 settimane dopo il recupero, deve essere seguita la dieta n. 4. Per tutto questo tempo (periodo di infezione intestinale + 3-4 settimane dopo il recupero) i seguenti alimenti devono essere esclusi dalla dieta:

  • Alcol e bevande gassate;
  • Fritto, grasso, speziato, salato e speziato;
  • Cibo in scatola;
  • Prodotti affumicati;
  • Latte e prodotti lattiero-caseari;
  • Pesce e carne grassi;
  • Frutta e verdura fresca;
  • Maionese, ketchup e altre salse industriali.
Fino alla fine della diarrea e del vomito, dovresti mangiare un po ', dando la preferenza a minestre viscide, brodi deboli, pesce magro bollito o carne, porridge bollito in acqua, pane bianco raffermo o cracker e omelette. Dopo la normalizzazione delle feci, puoi iniziare a mangiare pane fresco e aggiungere frutta e verdura trattate termicamente (ad esempio mele cotte, carote bollite, ecc.) Alla dieta. È possibile passare a una normale tabella comune 3-4 settimane dopo un'infezione intestinale..

Infezione intestinale nei bambini - trattamento

Il trattamento delle infezioni intestinali nei bambini viene effettuato come negli adulti. Tuttavia, con un'infezione intestinale in un bambino, è necessario monitorare attentamente i segni di disidratazione, poiché nei bambini questa condizione può verificarsi molto rapidamente. Inoltre, per 2-3 mesi dopo il recupero, al bambino non dovrebbero essere somministrati latte, latticini e carni grasse o pesce, poiché non saranno assorbiti e possono provocare episodi ripetuti di diarrea, ma associati a una cattiva digestione.

Infezioni intestinali nei bambini: cause di infezione, sintomi (temperatura, diarrea, disidratazione), trattamento (consulenza del Dr. Komarovsky) - video

Prevenzione

Infezione intestinale in un bambino e in un adulto, sintomi, vie di trasmissione, prevenzione, vaccinazioni: dissenteria, febbre tifoide e febbre paratifoide A e B, epatite virale A, salmonellosi, poliomielite, colera - video

Infezione intestinale: salmonella e salmonellosi - fonti di infezione, come non infettarsi, sintomi e trattamento - video

Autore: Nasedkina A.K. Specialista in ricerca biomedica.

Devo essere testato per le infezioni intestinali

Per trovare l'agente causale dell'infezione e prescrivere la medicina giusta, il medico invia il paziente per essere testato per le infezioni intestinali. È molto difficile curare una tale malattia senza questa analisi. Ogni paziente ha una soglia di sensibilità ai farmaci completamente diversa. Pertanto, l'infezione intestinale viene trattata in diversi modi..

Le infezioni intestinali sono una raccolta di malattie causate da diversi tipi di batteri.

A cosa serve l'analisi delle feci?

L'origine delle malattie intestinali è divisa in batterica e virale.

Uno studio condotto dagli scienziati ha dimostrato che le infezioni batteriche sono causate da batteri patogeni. Il paziente soffre:

  • dissenteria;
  • salmonellosi;
  • disbiosi.

La trasmissione di un'infezione batterica avviene attraverso:

  • mani sporche;
  • verdure non lavate;
  • prodotti alimentari;
  • acqua.

Una malattia infettiva può anche essere causata da microflora intestinale patogena. Ciò è principalmente dovuto a disturbi digestivi, comparsa di diarrea e disbiosi. Nella maggior parte dei casi, tutte queste malattie sono causate da E. coli di vari ceppi..

Il gruppo di infezioni intestinali comprende un gran numero di malattie infettive che hanno un effetto dannoso sul tratto gastrointestinale..

Le malattie virali comprendono diversi tipi di infezione: rotavirus e enterovirus.

Queste malattie possono anche essere trasmesse attraverso l'aria. È sufficiente che il paziente starnutisca o tossisca, poiché i batteri entrano in aria e tutti respirano intorno a loro. Tale trasmissione di infezione è possibile a causa del fatto che il virus infetta il tratto gastrico e si deposita anche nel tratto respiratorio.

Basandosi solo sui sintomi della malattia, è difficile dire esattamente chi ha causato l'insorgenza della malattia. Pertanto, non sarà semplicemente possibile prescrivere il trattamento corretto. Ecco perché tali pazienti devono semplicemente essere testati. Con il loro aiuto, sarà possibile rilevare un agente causale specifico della malattia intestinale..

Analisi microbiologiche

Per determinare l'infezione, viene eseguito un test delle feci. Viene eseguito un esame microscopico completo per rilevare l'agente causale della malattia. A volte questo non funziona, poiché i batteri a volte sono quasi completamente assenti nelle feci.

Quindi le feci vengono seminate rispetto al mezzo nutritivo. È in esso che i batteri si moltiplicano rapidamente e si raccolgono in grandi colonie. Si noti che oltre ai batteri nocivi, nelle feci possono anche essere presenti microrganismi benefici..

Dopo la fine della crescita della colonia, viene ripetuto l'esame microscopico precedentemente effettuato. Le colture pure vengono testate per identificare il vero patogeno.

Quando l'analisi delle feci mostra che la salmonella si trova nella microflora, viene eseguito un test per determinare il livello di sensibilità dei microrganismi agli antibiotici.

Per questo, gli accumuli di batteri dannosi sono esposti agli antibiotici. Inoltre, viene presa una varietà di gruppi, tutti i risultati vengono registrati. Dopo aver determinato da quale gruppo di antibiotici il batterio è stato soppresso, il rapporto indica il grado della sua sensibilità a questo farmaco.

Metodo PCR

Nel ventesimo secolo, gli scienziati hanno sviluppato un metodo originale per rilevare l'infezione intestinale, la cosiddetta PCR o reazione a catena della polimerasi. Oggi è ampiamente usato per diagnosticare malattie intestinali. Il principale fattore positivo di questo metodo è la sua velocità. È molto più veloce dell'analisi microbiologica, che dura diversi giorni..

Con l'aiuto della PCR disponibile, anche in piccole quantità, materiale biologico, è possibile rilevare il DNA dell'agente causale della malattia. Qualsiasi liquido può essere esaminato in questo modo..

La PCR è divisa in due gruppi:

In altre parole, è possibile determinare la presenza dell'agente patogeno e la sua quantità in un determinato ambiente biologico..

Con l'aiuto della PCR, vengono determinati agenti infettivi di varie origini. Questi includono:

Esame del sangue

Se lo studio microbiologico non dà un risultato positivo, viene eseguito un ulteriore esame del sangue. È prescritto da un medico per determinare gli anticorpi quando la malattia viene protratta o quando il paziente cerca aiuto troppo tardi.

Un esame del sangue per le infezioni virali e batteriche consente di prescrivere il trattamento corretto.

Per donare il sangue, è necessario smettere di fumare, non bere alcolici e non sottoporsi a pesanti sforzi fisici tre giorni prima del test. Il sangue deve essere donato solo a stomaco vuoto.

Diarrea

Se una persona non ha la diarrea da molto tempo, possiamo parlare della presenza di qualsiasi malattia grave. La diarrea è molto pericolosa. Può causare disidratazione del corpo e la microflora intestinale ne soffre. A causa della diarrea, pochissimi oligoelementi benefici entrano nel flusso sanguigno.

Per trovare la causa della diarrea, devi essere testato. Quali sono i test richiesti? Prima di tutto, le feci vengono raccolte per determinare la causa della disbiosi. Viene rilevato il numero dei seguenti microrganismi:

  • lattobacilli;
  • bifidobatteri;
  • bacchette;
  • enterobatteri;
  • stafilococchi;
  • clostridium;
  • fungo;
  • Proteus.

Con una diminuzione della concentrazione di uno di questi microbi, l'equilibrio nell'intestino è disturbato, appare la diarrea.

Oltre a questa analisi, un'analisi specializzata che aiuterà a identificare un'infezione intestinale sarà di grande beneficio. Dopotutto, la causa dello squilibrio può essere: dissenteria, infezione da rotavirus, salmonellosi, yersiniosi.

Quindi vengono date le feci per rilevare lamblia e vermi. Questa analisi è molto importante quando si esaminano i bambini e coloro che comunicano con gli animali domestici. Questo vale anche per gli amanti del cibo per pesci. Il sangue viene anche esaminato per rilevare diversi tipi di anticorpi:

La presenza di vermi nel corpo provoca diarrea. La persona avverte grave nausea, vomito. Con un gran numero di vermi, l'intestino si infiamma, inizia la tossicosi.

La diarrea può anche apparire a causa di una serie di altre malattie: epatite, appendicite, stress, esaurimento nervoso.

L'intestino di una persona viene interrotto, di conseguenza appare la diarrea. Per escludere tutte queste malattie, è necessario donare le feci per rilevare l'epatite A. Un esame del sangue può mostrare se una persona è malata di altri tipi di epatite, ad esempio C.

Quando l'addome inferiore o il lato destro iniziano a fare male, possiamo parlare di appendicite. Con tale dolore, dovresti consultare immediatamente un medico..

Quando un paziente ha la diarrea cronica, le sue feci assumono un aspetto oleoso, in essi sono visibili pezzi di cibo non digeriti. Tali sintomi implicano una mancanza di digestione, indicano un malfunzionamento del pancreas. In questo caso, è necessario fare una scatologia. Aiuterà a stabilire una diagnosi accurata. Di solito tali segni indicano l'inizio della pancreatite..

La causa dell'insorgenza della diarrea aiuterà a stabilire un esame del sangue effettuato per un esame biochimico. Gli elementi epatici nel sangue sono studiati in laboratorio. In caso di insufficienza epatica, una persona sviluppa nausea, diarrea gialla, vomito.

Dopo aver superato tale analisi, è possibile conoscere rapidamente l'aspetto della malattia e iniziare immediatamente il trattamento.

L'intestino è spesso interrotto a causa di malfunzionamenti di altri organi:

  • fegato;
  • cistifellea;
  • pancreas;
  • milza;
  • Tratto gastrointestinale.

Per rilevare tali anomalie, è necessaria un'ecografia. Mostrerà quale organo non funziona correttamente. Sarà molto più facile per il medico fare la diagnosi corretta..

Un disturbo digestivo può turbarci, proprio come qualsiasi altra malattia..

Se, dopo aver superato tutti i test di cui sopra, non è stato possibile stabilire la diagnosi corretta, puoi provare a controllare come funziona la ghiandola tiroidea. Quando gli ormoni aumentano e si verifica l'ipertiroidismo, può verificarsi una diarrea prolungata..

La causa della diarrea può anche essere disturbi nervosi che causano segni di intestino irritabile..

Rilevamento del gruppo intestinale

Il nostro intestino contiene una grande varietà di batteri. Ogni specie ha un effetto positivo sulla microflora.

Alcuni di questi microrganismi sono completamente sicuri e alcuni appartengono al gruppo di agenti patogeni opportunistici. In altre parole, se si crea un ambiente adeguato per loro, ad esempio l'indebolimento dell'immunità o la comparsa di disbiosi, questi batteri possono trasformarsi in "dannosi". Di conseguenza, è possibile la comparsa di gravi malattie..

Esistono anche microrganismi considerati patogeni sin dall'inizio. Quando tutto è normale, non possono essere trovati nel corpo umano. Quando entrano nell'intestino, una persona inizia un'infezione intestinale, forse l'inizio della formazione di un batterio. Per rilevare tali agenti patogeni, il paziente deve superare un test delle feci per trovare tracce del gruppo intestinale.

Come viene svolta la ricerca

Lo scopo di tale analisi è uno: rilevare la presenza di batteri pericolosi. Per questo, viene effettuato un esame approfondito delle feci..

Viene prima esaminato attentamente sotto un elevato ingrandimento. Il microscopio mostra la presenza di sostanze nocive. Anche un piccolo numero di essi sarà ancora evidente al microscopio..

Quindi le feci vengono seminate. I batteri sono immersi in sostanze nutritive. Il numero di microrganismi inizia ad aumentare rapidamente. Quando le colonie raggiungono grandi dimensioni, ogni campione viene esaminato attentamente per determinare esattamente quale microrganismo si trova nel campione..

Se vengono rilevati batteri nocivi, come la salmonella, viene eseguito un test speciale per determinare la sensibilità dei microbi agli antibiotici.

Le colonie coltivate sono esposte a diversi gruppi di antibiotici.

Quindi viene studiata la loro reazione. Se i microbi muoiono sotto l'influenza di un antibiotico specifico, quindi, l'agente causale dell'infezione ha una maggiore sensibilità ad esso.

I risultati di questa analisi sono presentati al cliente in un modulo speciale. Inoltre, l'analisi elenca tutti i tipi di microbi presenti nelle feci..

Non disperare immediatamente quando vedi un ampio elenco di microrganismi trovati nelle feci. Forse molti di loro sono positivi. È abbastanza difficile decifrare tale analisi, solo un medico può farlo..

Ma se il modulo contiene un plus accanto al termine Salmonella, puoi immediatamente capire di chi è la colpa per l'aspetto della malattia. Ma la diagnosi finale dell'inizio della disbiosi dovrebbe essere fatta meglio dal medico curante.

Chi ha bisogno di essere testato

Naturalmente, tali test sono prescritti, prima di tutto, alle persone con sospetto della presenza di un'infezione intestinale. A volte viene eseguita anche la microscopia del vomito. In alcuni casi, i lavaggi delle piastre vengono esaminati se si sospetta che il cibo sia contaminato. Ma l'analisi delle feci fornisce dati più precisi, poiché contiene informazioni sull'intera microflora intestinale.

Il valore dell'analisi, con l'aiuto del quale viene rilevato il gruppo intestinale, sta nella capacità di determinare quali farmaci forniranno al paziente la massima assistenza. Di conseguenza, le procedure terapeutiche saranno mirate e porteranno a un rapido recupero..

Sfortunatamente, i risultati del seeding non sono immediati. Dovrà aspettare quasi una settimana.

Devo dire che non solo i malati superano tali test. Assicurati di consegnarli a coloro che lavorano nelle istituzioni mediche, nonché a coloro che sono costantemente in contatto con il cibo. In effetti, nel loro corpo possono esserci microbi patogeni. A causa loro, possono comparire infezioni e, di conseguenza, malattie. Tutte le suddette categorie sono tenute a sottoporsi a tale sondaggio ogni anno..

Come viene eseguita un'analisi per rilevare un gruppo intestinale

Le feci vengono raccolte e consegnate al laboratorio come di consueto. L'unica differenza saranno i piatti in cui saranno contenuti. Deve essere sterile. Fai bollire bene un barattolo sigillato. I contenitori sigillati speciali sono venduti anche in farmacia. Non consentiranno l'ingresso di microbi estranei. Lo studio mostrerà un risultato molto preciso e affidabile.

Conclusione

Affinché bambini e adulti non vengano infettati da malattie infettive, è indispensabile osservare l'igiene. Lavati sempre bene le mani prima di sederti al tavolo..

Solo un'analisi passata per rilevare le infezioni intestinali può aiutare il medico a fare una diagnosi accurata e prescrivere il trattamento corretto. Ricordalo sempre. Non rifiutare di fare il test, senza di esso, la diagnosi potrebbe essere errata e il trattamento potrebbe essere inutile.

Test per infezione intestinale, stafilococco aureo, febbre tifoide. Cosa, come prendere da un bambino, quanto viene fatto, come si chiama, che cos'è, come viene preso, il prezzo

Viene eseguita un'analisi per le infezioni intestinali al fine di rilevare la microflora patogena nel tratto gastrointestinale. Questo studio è la base per la diagnosi di malattie batteriche. Grazie a lui, puoi identificare il tipo di microbi e determinare quale farmaco agisce su di essi..

Cosa è incluso nel gruppo intestinale


Una persona sana ha circa 500 diversi microrganismi nell'intestino. Allo stesso tempo, si nota la loro interazione riuscita con i macroorganismi. Inoltre, partecipano al processo di esecuzione di una serie di importanti funzioni..
Il cibo proviene dal contenuto dell'intestino.

A seconda del pericolo, l'intera microflora è divisa in tre tipi:

  • utile;
  • condizionatamente patogeno;
  • microrganismi patogeni.

Il primo gruppo comprende batteri che supportano il normale funzionamento della digestione in tutte le condizioni. Tuttavia, sono anche in grado di produrre vitamine che forniscono il sistema immunitario umano.

  • escherichia;
  • funghi;
  • bifidobatteri;
  • lattobacilli;
  • bacteroids.

Non ci sono più di quindici di questi microrganismi in totale..

I batteri condizionatamente patogeni non sono pericolosi per la salute nel caso in cui una persona non abbia alcuna malattia. Tuttavia, con un indebolimento delle funzioni protettive, agiscono come un agente causale del processo patologico.

Questo gruppo comprende:

  • enterococchi;
  • clostridi;
  • stafilococchi;
  • Escherichia coli;
  • Funghi candida.

Sullo sfondo della presenza di microrganismi patogeni, può svilupparsi una malattia infettiva. Normalmente, tali batteri non dovrebbero esserlo.

La loro peculiarità sta nell'adozione di una forma protetta, che consente loro di essere presenti a lungo nell'intestino.

Tra questi agenti patogeni ci sono:

  • Shigella;
  • salmonella;
  • balantidia;
  • dissenteria ameba;
  • colera vibrio e altri.

Se uno specialista dirige un paziente a fare un'analisi batteriologica delle feci, allora prima di tutto vuole sapere della presenza di probabili provocatori della malattia.

Indicatori di decodifica

Solo il medico curante interpreta i risultati della ricerca. I risultati sono presentati su un modulo specializzato sotto forma di istituzione medica. Il contenuto quantitativo di microrganismi della microflora viene preso in considerazione in gradi. Le norme nei bambini e negli adulti differiscono.

Microrganismi, nomeNorme per bambini di età inferiore a un annoStandard per adulti e bambini da un anno
bifidobatteri1 * 109 e oltre1 * 108 e oltre
Lactobacillus1 * 1071 * 106
Colibacillo1-7 * 1083-4 * 108
Flora patogenaè assenteè assente
Enterobacter lattosio negativoNon più del 5%Non più del 5%
Cocci dal numero totale di microfloraNon più del 25%Non più del 25%

Quando nominato

Le feci da semina sono prescritte se una persona inizia a mostrare segni caratteristici che indicano lo sviluppo di una malattia intestinale:

  • aumento della temperatura corporea;
  • nausea accompagnata da vomito;
  • una sensazione di indolenzimento nella regione addominale;
  • diarrea.

Basato solo su sintomi clinici, non è possibile effettuare una diagnosi accurata. In questo caso, solo alcune ipotesi possono essere fatte sulla presenza di qualsiasi processo patologico intestinale.

Per effettuare la diagnosi finale, il paziente viene sottoposto a un esame completo, sulla base del quale viene fatta una conclusione sulla malattia e sul tipo di patogeno.

È anche necessario ricordare che in alcune professioni è necessario prendere una vasca di semina per feci ogni anno..

Possibili complicazioni

Le principali complicanze causate dal prolungato decorso dell'infezione intestinale sono associate alla disidratazione del corpo su uno sfondo di rapida perdita di liquidi dovuta all'aumento della diarrea e del vomito. Ciò è particolarmente vero per i pazienti pediatrici, per i quali una grave disidratazione in breve tempo porta a shock ipovolemico e insufficienza renale.

Altre conseguenze dell'infezione intestinale includono la generalizzazione del processo patologico in altri organi, che può provocare:

  • sepsi;
  • Sindrome DIC;
  • lo sviluppo di insufficienza cardiaca acuta;
  • edema polmonare.

Una complicazione abbastanza comune di un'infezione intestinale è uno shock infettivo-tossico che si sviluppa a causa di un aumento della temperatura..

I test per l'infezione intestinale sono un metodo diagnostico costituito da studi batteriologici, microscopici e sierologici. Il metodo viene utilizzato per identificare agenti patogeni pericolosi che provocano lo sviluppo di infezioni intestinali acute di natura batterica. Sulla base dei risultati delle analisi raccolte, ai pazienti viene prescritto un trattamento con terapia antibiotica..

Design dell'articolo: Vladimir il Grande

Cosa aiuta a identificare

Lo studio delle feci mostra la presenza di microrganismi da uno dei tre gruppi sopra menzionati.

Per determinare il numero di batteri, le feci vengono inoculate su uno speciale mezzo nutritivo.

In altre parole, in condizioni di laboratorio, viene creato un ambiente favorevole che consente ai microrganismi di esistere normalmente. Per ogni tipo di batterio vengono create determinate condizioni..

Prima di tutto, i batteri devono crescere un po 'in un mezzo liquido. Successivamente, vengono collocati in un mezzo nutritivo solido per essere in grado di differenziarli in specie.

Per determinare con precisione il genere e il tipo di batteri, vengono eseguiti un ulteriore emotest e microscopia.

Analisi delle feci per elminti

Agenti causativiMaterialePrezzo
Serbatoio di semina per gruppo intestinale (salmonella, shigella)tampone anale1.250
Staphylococcus aureus (antibioticogram)tampone anale1.250
Staphylococcus aureus (antibiotico + batteriofagi)tampone anale1.750
yersiniositampone rettale1.550
Campylobactertampone rettale1 350
Candida (Candida e altri + antibiotico)tampone anale1.500
Per anaerobi, agenti patogeni PTItampone anale1.750
Semina su Listeriatampone anale1.500
Feci per uova di elminti e protozoifeci750
Analisi per enterobiasiraschiare l'ano650
Test di Giardia (antigene)feci1.250
Helicobacter pylori (antigene)feci1.250
PCR per infezioni, HPVtampone rettale, da550

Come prendere

Per ottenere risultati di ricerca più accurati, è necessario seguire alcune raccomandazioni degli specialisti..

Fase preparatoria

Almeno sette giorni prima della procedura, deve essere escluso il trattamento con farmaci antibatterici e lassativi. Questi medicinali contribuiscono all'interruzione della microflora intestinale, che, di conseguenza, può portare alla distorsione dei dati ottenuti..

Per tre giorni, escludere dalla dieta alimenti che possono provocare il processo di fermentazione. Si sconsiglia inoltre di consumare bevande alcoliche..

Non è possibile utilizzare supposte rettali..


Per il ricovero in ospedale, quando il paziente viene ricoverato in ospedale, deve anche sottoporsi a un esame aggiuntivo.

In questo caso, lo studio include:

  • analisi delle urine;
  • analisi biochimiche del fluido sanguigno;
  • tampone prelevato dal naso e dalla gola;
  • analisi della materia fecale.

Tali misure consentono di escludere la minaccia per altri pazienti..

Raccolta delle feci

Perché lo studio sia efficace, le feci devono essere raccolte correttamente. Il biomateriale deve essere prelevato da una superficie pulita dopo movimenti intestinali naturali. Ciò eviterà la contaminazione da batteri estranei..

Il volume delle feci deve contenere almeno tre misurini. Devi raccogliere le feci dalla parte centrale.

Se il biomateriale contiene sangue, impurità purulente o muco, per lo studio è necessario raccogliere materiale da questa particolare area.

Devi fare l'analisi al mattino..

Preparazione del contenitore

Le feci vengono portate in un contenitore speciale.
Un contenitore progettato per questo scopo viene venduto in qualsiasi farmacia. Se non è possibile acquistare un tale contenitore, è possibile utilizzare un barattolo di vetro asciutto. Deve essere ben lavato e sterilizzato..

Stoccaggio del materiale

Affinché il risultato sia il più preciso possibile, il biomateriale deve essere consegnato al laboratorio entro due ore dalla raccolta. Se ciò non è possibile, le feci vengono conservate in frigorifero in un barattolo ben chiuso. Durata del materiale: non più di quattro ore.

Come viene ricercato

Esiste un algoritmo speciale per lo studio delle masse fecali, a cui ogni assistente di laboratorio deve attenersi..


Dopo la raccolta, le feci vengono poste su un mezzo nutritivo. 3-4-5 giorni crescono colonie di microrganismi, da cui viene preparato uno striscio.
Anche se il numero di batteri è basso, ciò non interferisce con l'analisi..
Successivamente, il materiale biologico viene esaminato al microscopio..

Grazie a speciali attrezzature moderne che permettono ai batteri di crescere, agli specialisti viene data l'opportunità di stabilire il tipo e la mobilità dei batteri presenti. Entro un giorno, un esperto assistente di laboratorio può fare il punto.

Tuttavia, in modo che non vi siano dubbi, l'agente causale dell'infezione intestinale viene studiato il più attentamente possibile..

Risultato

L'analisi delle feci per disgruppo si riferisce a studi microbiologici informativi. La diagnostica di laboratorio determina la violazione della composizione della microflora intestinale, rileva e identifica i batteri nocivi. La presenza di agenti patogeni nel corpo provoca malattie intestinali di natura infettiva, che richiedono un trattamento prolungato. I principali agenti patogeni identificati includono: Pseudomonas aeruginosa, Salmonella, Shigella, Vibrio cholerae.

Il valore dello studio non sta solo nell'identificare i patogeni, ma anche nel testare la loro sensibilità ai farmaci, il che rende possibile scegliere una tattica terapeutica efficace. La preparazione per l'analisi e la raccolta del biomateriale per la ricerca richiede il rispetto di alcune regole previste dall'esame clinico e di laboratorio.

Risultati della ricerca

Per valutare la flora condizionatamente patogena (UPF), i risultati ottenuti vengono confrontati con gli standard accettati.

Stafilococchi (saprofiti, epidermici)Funghi del genere CandidaPeptococcifusobatteribacilliclostridi
≤10 4≤10 410 9 –10 1010 8 –10 910 9 –10 10≤10 4

Un eccesso della norma UPF indica lo sviluppo della disbiosi.

bifidobatteribacteroidsLactobacillusColibacilloenterococchieubatteri
10 9 –10 1010 9 –10 1010 7 –10 810 7 –10 810 5 –10 810 9 –10 10

Quando si analizzano le feci per E. coli, viene preso in considerazione il tipo di ceppo. E. Coli O157: H7 è un agente patogeno e provoca infezioni batteriche della bile e dei dotti urinari, nonché polmonite batterica e meningite. Durante la batterioscopia, è possibile rilevare uova di protozoi ed elminti (vermi). In questo caso, al paziente vengono assegnati ulteriori test per identificare le invasioni parassitarie.

Nel determinare i microrganismi patogeni, la diagnosi viene effettuata in base al tipo di batteri rilevati.

Nome del patogenoPatologiaCaratteristiche dei batteri
Shigellashigellosi (dissenteria batterica)alta virulenza e tossicità
salmonella (Salmonella)salmonellosiresistenza all'ambiente. La salmonella typhi provoca la febbre tifoide.
cholera vibrio (Vibrio cholerae)coleraprovoca lo sviluppo di infezioni purulente concomitanti
Pseudomonas aeruginosa (Pseudomonas aeruginosa)enterocolite infettiva o gastroenterocolite, infezione da Pseudomonas aeruginosa del sistema respiratorio, sistema nervoso, tratto gastrointestinale, tratto urinarioelevata mobilità, tossicità, resistenza agli antibiotici

A causa dell'elevata contagiosità delle infezioni intestinali, ai pazienti con malattie diagnosticate viene mostrato il ricovero ospedaliero obbligatorio.

Principi di terapia

Se l'equilibrio della microflora intestinale è disturbato, viene prescritta una terapia complessa. È anche importante conoscere il motivo di questa violazione. Se la flora condizionatamente patogena prevale nei risultati dell'analisi, il regime di trattamento è il seguente:

  • Antibiotici, ma solo quando viene identificato il patogeno esatto. È inoltre prescritto uno studio aggiuntivo sulla sensibilità del paziente ai farmaci antibatterici..
  • Prebiotici. L'uso di droghe con l'aiuto del quale si verifica la colonizzazione di latto- e bifidobatteri.
  • Probiotici. Includono forme viventi di microrganismi benefici.
  • Immunomodulatori e terapia vitaminica. Per aumentare e mantenere le forze immunitarie del corpo.

Se l'analisi stabilisce una flora patogena, il paziente viene immediatamente ricoverato nel reparto di malattie infettive e viene sottoposto a trattamento lì. Inoltre, vengono esaminate tutte le persone in contatto con lui durante il periodo della malattia..

Quali test vengono effettuati per l'infezione intestinale

Per trovare l'agente causale dell'infezione e prescrivere la medicina giusta, il medico invia il paziente per essere testato per le infezioni intestinali. È molto difficile curare una tale malattia senza una tale analisi. Ogni paziente ha una soglia di sensibilità ai farmaci completamente diversa. Pertanto, l'infezione intestinale viene trattata in diversi modi..

A cosa serve l'analisi delle feci?

L'origine delle malattie intestinali è di diversi tipi: batterica e virale.

Uno studio condotto dagli scienziati ha dimostrato che le infezioni batteriche sono causate da batteri patogeni. Il paziente soffre:

  • Dysentiria;
  • Salmonellosi;
  • dysbacteriosis.

La trasmissione di un'infezione batterica avviene attraverso:

  • Mani sporche;
  • Verdure non lavate;
  • Prodotti alimentari;
  • acqua.

Una malattia infettiva può anche essere causata da una microflora patogena presente nell'intestino umano. Ciò è principalmente dovuto a disturbi digestivi, comparsa di diarrea e disbiosi. Nella maggior parte dei casi, tutte queste malattie sono causate da E. coli, vari ceppi.

Le malattie virali comprendono diversi tipi di infezione: rotavirus e enterovirus.

Queste malattie possono anche essere trasmesse attraverso l'aria. È sufficiente che il paziente starnutisca o tossisca, poiché i batteri entrano in aria e tutti respirano intorno a loro. Tale trasmissione di infezione è diventata possibile a causa del fatto che il virus infetta il tratto gastrico e si deposita anche nel tratto respiratorio.

Basandosi solo sui sintomi della malattia, è difficile dire esattamente chi ha causato l'insorgenza della malattia. Pertanto, non sarà semplicemente possibile prescrivere il trattamento corretto. Ecco perché, tali pazienti devono semplicemente essere testati. Con il loro aiuto, sarà possibile rilevare un agente causale specifico della malattia intestinale apparso.

Analisi microbiologiche

Per determinare l'infezione, viene eseguito un test delle feci. Viene eseguito un esame microscopico completo per rilevare l'agente causale della malattia. A volte questo non funziona, poiché a volte nelle feci, i batteri sono quasi completamente assenti.

Quindi viene eseguita la semina delle feci, rispetto al mezzo nutritivo. È lì che i batteri proliferano e si riuniscono in grandi colonie. Si noti che oltre ai batteri nocivi, nelle feci possono anche essere presenti microrganismi benefici..

Dopo la fine della crescita della colonia, viene ripetuto l'esame microscopico precedentemente condotto. Le colture pure vengono testate per identificare il vero agente infettivo.

Quando l'analisi delle feci mostra che la salmonella si trova nella microflora, viene eseguito un test per determinare il livello di sensibilità dei microrganismi agli antibiotici.

Per questo, gli accumuli di batteri dannosi sono esposti agli antibiotici. Inoltre, viene presa una varietà di gruppi, tutti i risultati vengono registrati. Dopo aver determinato da quale gruppo di antibiotici il batterio è stato soppresso, il rapporto indica il grado della sua sensibilità a questo farmaco.

Metodo PCR

Nel ventesimo secolo, gli scienziati hanno sviluppato un metodo originale per rilevare l'infezione intestinale, la cosiddetta PCR o "reazione a catena della polimerasi". Oggi è ampiamente usato per diagnosticare malattie intestinali. Il principale fattore positivo di questo metodo è la sua velocità. È molto più veloce dell'analisi microbiologica, che dura diversi giorni..

Con l'aiuto della PCR disponibile, anche il più piccolo materiale biologico, è possibile rilevare il DNA dell'agente causale della malattia. In questo modo, puoi anche esaminare qualsiasi liquido..

La PCR è divisa in diversi gruppi:

In altre parole, è possibile determinare la presenza dell'agente patogeno e la sua quantità in un determinato ambiente biologico..

Con l'aiuto della PCR, vengono determinati agenti infettivi di origine molto diversa. Questi includono:

Esame del sangue

Se lo studio microbiologico non dà un risultato positivo, viene eseguito un esame del sangue come supplemento. È prescritto da un medico per determinare gli anticorpi quando la malattia viene protratta o quando il paziente cerca aiuto troppo tardi.

Per donare il sangue, è necessario smettere di fumare, non bere alcolici e sottoporsi a pesanti sforzi fisici tre giorni prima del test. Il sangue deve essere donato solo a stomaco vuoto.

Diarrea

Se una persona non ha la diarrea da molto tempo, possiamo parlare della presenza di qualsiasi malattia grave. La diarrea è molto pericolosa. Può causare disidratazione del corpo e la microflora intestinale ne soffre. A causa della diarrea, pochissimi oligoelementi benefici entrano nel flusso sanguigno.

Per scoprire la causa dell'inizio della diarrea, è necessario sottoporsi a un esame. Quali sono i test richiesti? Prima di tutto, le feci vengono raccolte per determinare la causa della disbiosi. Viene rilevato il numero dei seguenti microrganismi:

  • Lactobacillus;
  • bifidobatteri;
  • Bacchette;
  • Enterobacteriaceae;
  • stafilococchi;
  • Clostridium;
  • Fungo;
  • Proteus.

Con una diminuzione della concentrazione di uno di questi microbi, l'equilibrio nell'intestino è disturbato, appare la diarrea.

Oltre a questa analisi, un'analisi specializzata che aiuterà a identificare un'infezione intestinale sarà di grande beneficio. Dopotutto, la causa dello squilibrio può essere: dissenteria; infezione da rotavirus; salmonellosi; yersiniosi.

Quindi vengono date le feci per rilevare lamblia e vermi. Questa analisi è molto importante quando si esaminano i bambini e coloro che amano comunicare con gli animali domestici. Questo vale anche per gli amanti del cibo per pesci. Il sangue viene anche esaminato al fine di rilevare diversi tipi di anticorpi:

La presenza di vermi nel corpo provoca diarrea. La persona avverte grave nausea e vomito. Con un gran numero di vermi, l'intestino si infiamma, inizia la tossicosi.

La diarrea può anche apparire a causa di una serie di altre malattie: epatite: appendicite; fatica; esaurimento nervoso.

L'intestino di una persona viene interrotto, di conseguenza appare la diarrea. Per escludere tutte le malattie elencate, è necessario donare le feci per rilevare l'epatite A. Un esame del sangue può mostrare se una persona è malata di altri tipi di epatite, ad esempio C.

Quando l'addome inferiore inizia a ferire, in particolare il lato destro, possiamo parlare di appendicite. Con tale dolore, dovresti consultare immediatamente un medico..

Quando un paziente ha la diarrea cronica, le sue feci assumono un aspetto oleoso, in cui sono visibili pezzi di cibo non digeriti. Tali sintomi implicano una mancanza di digestione, indicano un malfunzionamento del pancreas. In questo caso, è necessario fare una scatologia. Aiuterà a stabilire una diagnosi accurata. Di solito, tali segni indicano l'inizio della pancreatite..

La causa dell'insorgenza della diarrea aiuterà a stabilire un esame del sangue effettuato per un esame biochimico. Il laboratorio esamina gli elementi del fegato nel sangue. In caso di insufficienza epatica, una persona inizia: nausea; diarrea gialla; vomito.

Dopo aver superato tale analisi, è possibile conoscere rapidamente l'aspetto della malattia e iniziare immediatamente il trattamento.

L'intestino è spesso interrotto a causa di malfunzionamenti di altri organi:

  • Fegato;
  • Cistifellea;
  • Pancreas;
  • Milza;
  • Tratto gastrointestinale.

Per rilevare tali anomalie, è necessaria un'ecografia. Mostrerà quale organo non funziona correttamente. Sarà molto più facile per il medico fare la diagnosi corretta..

Se, dopo aver superato tutti i test di cui sopra, non è stato possibile stabilire la diagnosi corretta, puoi provare a controllare come funziona la ghiandola tiroidea. Quando gli ormoni aumentano e si verifica l'ipertiroidismo, può verificarsi una diarrea prolungata..

La causa della diarrea può anche essere disturbi nervosi che causano segni di intestino irritabile..

Rilevamento del gruppo intestinale

Il nostro intestino ospita una grande varietà di batteri. Ogni specie ha un effetto positivo sulla microflora. Questa community monitora da vicino composizione e numero.

Alcuni di questi microrganismi sono completamente sicuri e alcuni appartengono al gruppo di agenti patogeni opportunistici. In altre parole, se viene creato un ambiente appropriato per loro, ad esempio l'indebolimento dell'immunità o la comparsa di disbiosi, questi batteri possono trasformarsi in "dannosi". Di conseguenza, è possibile la comparsa di gravi malattie..

Esistono anche microrganismi considerati patogeni sin dall'inizio. Quando tutto è normale, non possono essere trovati nel corpo umano. Quando entrano nell'intestino, una persona inizia un'infezione intestinale, forse l'inizio della formazione di un batterio. Per rilevare tali agenti patogeni, il paziente deve superare un test delle feci per trovare tracce del gruppo intestinale.

Come viene svolta la ricerca

Lo scopo di tale analisi è quello di rilevare la presenza di batteri pericolosi. Per questo, viene effettuato un esame approfondito delle feci..

Viene prima esaminato attentamente sotto un elevato ingrandimento. Il microscopio mostra la presenza di sostanze nocive. Anche un piccolo numero di essi sarà ancora evidente al microscopio..

Quindi le feci vengono seminate. I batteri sono immersi in sostanze nutritive. Il numero di microrganismi inizia ad aumentare rapidamente. Quando le colonie raggiungono grandi dimensioni, ogni campione viene esaminato attentamente per determinare esattamente quale microrganismo si trova nel campione..

Se vengono rilevati batteri nocivi, come la Salmonella, viene eseguito un test speciale per determinare la sensibilità dei microbi agli antibiotici.

Le colonie coltivate sono esposte a diversi gruppi di antibiotici.

Quindi viene studiata la loro reazione. Se i microbi muoiono sotto l'influenza di un antibiotico specifico, quindi, l'agente causale dell'infezione ha una maggiore sensibilità ad esso.

I risultati di questa analisi, su un modulo speciale, vengono consegnati al cliente. Inoltre, l'analisi elenca tutti i tipi di microbi presenti nelle feci..

Non svenire immediatamente quando vedi il grande elenco di organismi trovati nelle feci. Forse molti di loro sono positivi. È abbastanza difficile decifrare tale analisi, solo un medico può farlo..

Ma se il modulo contiene un plus accanto al termine "Salmonella", puoi immediatamente capire di chi è la colpa per la comparsa della malattia. Ma la diagnosi finale dell'inizio della disbiosi, è meglio mettere il medico curante.

Chi ha bisogno di essere testato

Naturalmente, tali test sono prescritti, prima di tutto, alle persone con sospetto della presenza di un'infezione intestinale. A volte viene eseguita anche la microscopia del vomito. In alcuni casi, i lavaggi delle piastre vengono esaminati se si sospetta che il cibo sia contaminato. Ma l'analisi delle feci fornisce dati più precisi, poiché contiene informazioni sull'intera microflora intestinale.

Il valore dell'analisi, con l'aiuto del quale viene rilevato il gruppo intestinale, sta nella capacità di determinare quali farmaci forniranno al paziente la massima assistenza. Di conseguenza, le procedure terapeutiche saranno mirate e porteranno al recupero più rapido..

Sfortunatamente, i risultati del seeding non sono immediati. Dovrà aspettare quasi una settimana.

Devo dire che non solo i malati superano tali test. Alcune persone devono superare questi test a colpo sicuro.

Questo vale per le persone che lavorano nelle istituzioni mediche, nonché costantemente a contatto con il cibo. In effetti, nel loro corpo possono esserci microbi patogeni. A causa loro, può comparire un'infezione e sono possibili casi di numerose malattie. Tutti i suddetti cittadini sono tenuti a sottoporsi a tale indagine ogni anno..

Come viene eseguita un'analisi per rilevare un gruppo intestinale

Le feci vengono raccolte e consegnate al laboratorio come di consueto. L'unica differenza saranno i piatti in cui saranno contenuti. Deve essere rigorosamente sterile. Fai bollire bene un barattolo sigillato. Per salvarti da tale procedura, i contenitori speciali sigillati vengono venduti nelle farmacie. Non consentiranno l'ingresso di microbi estranei. Lo studio mostrerà un risultato molto preciso e affidabile.

Conclusione

Affinché i nostri bambini e adulti non vengano infettati da malattie infettive, è indispensabile osservare l'igiene. Lavati sempre bene le mani prima di sederti al tavolo..

Solo un'analisi passata per rilevare le infezioni intestinali può aiutare il medico a fare una diagnosi accurata e prescrivere il trattamento corretto. Ricordalo sempre. Non rifiutare di fare il test, senza di esso, la diagnosi potrebbe essere errata e il trattamento è inutile.

Viene eseguita un'analisi per le infezioni intestinali al fine di rilevare la microflora patogena nel tratto gastrointestinale. Questo studio è la base per la diagnosi di malattie batteriche. Grazie a lui, puoi identificare il tipo di microbi e determinare quale farmaco agisce su di essi..

Comprensione generale dello studio

Per l'esame sul gruppo intestinale, vengono presi vari mezzi biologici. Questi includono:

Lo studio è condotto per determinare la quantità di flora condizionatamente patogena. Questi sono quei microrganismi che, in determinate condizioni, possono causare varie manifestazioni di gastroenterite..

L'analisi è prescritta nei seguenti casi clinici:

  • in presenza di sintomi di avvelenamento, come vomito, diarrea;
  • al momento del ricovero in un ospedale per malattie infettive;
  • visite mediche periodiche;
  • in caso di contatto con un paziente con un'infezione acuta;
  • per diagnosticare l'efficacia del trattamento.

L'obiettivo principale è identificare l'agente patogeno in base alle sue proprietà morfologiche e determinare la sensibilità all'azione degli agenti antibiotici. Questa è la chiave per il successo del trattamento..

La raccolta di materiale può essere effettuata in un ambiente fisso o in casa. Tutto dipende dalle condizioni e dallo scopo dello studio assegnato.

A colpo sicuro, viene presa un'analisi per il gruppo intestinale:

  • lavoratori delle istituzioni mediche;
  • persone che lavorano in un'azienda alimentare e preparano cibi pronti;
  • insegnanti della scuola materna.

Questo contingente viene esaminato una volta all'anno. Questo per prevenire focolai di infezione. Ciò è particolarmente importante per gli asili. Poiché l'affollamento della squadra contribuisce alla rapida diffusione dell'infezione.

Esame delle feci per infezioni intestinali

Il test per la determinazione della flora patogena viene effettuato con metodi sierologici, batteriologici e microbiologici. Inizialmente, il materiale è microscopato. Cioè, nella preparazione nativa, l'agente patogeno viene valutato al microscopio. Tuttavia, questo è possibile solo dopo alcuni giorni di infezione..

In base ai risultati della microscopia, viene determinato su quale particolare mezzo nutritivo verrà seminato il materiale. Per fare questo, utilizzare tazze speciali con un mezzo contenente sostanze per la crescita dei microbi. Vengono create le condizioni per il loro sviluppo, quindi vengono determinate le proprietà morfologiche.

In caso di rilevazione di microrganismi patogeni, è obbligatorio uno studio per la resistenza agli antibiotici.

Ciò consentirà al medico di prescrivere accuratamente la terapia..

Come prepararsi per l'analisi?

Non assumere i seguenti farmaci prima del test:

  • contenente ferro;
  • dicotato di tripotassio bismuto;
  • vari enterosorbenti, ad esempio carbone attivo;
  • lassativi;
  • antibiotici ad ampio spettro.

Si consiglia di interrompere l'assunzione una settimana prima dell'analisi.

Come sottoporsi al test per le infezioni intestinali, il medico ti dirà in dettaglio. Ma dovresti conoscere le seguenti caratteristiche della raccolta delle feci per l'analisi e cosa include:

  • per la ricerca, dovrebbero essere utilizzati solo piatti sterili;
  • ci sono contenitori speciali con un cucchiaino per una facile raccolta;
  • se non era possibile acquistare un tale contenitore in farmacia, puoi prendere un normale barattolo, dopo averlo bollito in precedenza;
  • è meglio raccogliere le feci al mattino;
  • è auspicabile consegnare il materiale al laboratorio immediatamente dopo la raccolta;
  • prima della raccolta, lavare i genitali esterni, questo ridurrà il rischio di risultati errati;
  • non è corretto raccogliere materiale dalla toilette, è necessario preparare il contenitore in anticipo;
  • in nessun caso dovresti usare un clistere prima della raccolta delle feci, questo fornirà risultati falsi negativi.

È possibile conservare il contenitore con il materiale nel frigorifero. Ma non puoi congelarlo. Ciò cambierà radicalmente la composizione batteriologica delle feci.

L'analisi delle feci per le infezioni intestinali viene preparata entro 5 giorni. Questo periodo è dovuto alla crescita del microrganismo e alla sua identificazione..

I risultati della ricerca possono essere i seguenti:

  1. La microflora è rappresentata da bifidobatteri e lattobacilli. Questi microbi sono normali abitanti del corpo umano e non rappresentano un pericolo.
  2. E. coli è anche un rappresentante naturale della flora. Ma il suo contenuto è insignificante. Ma non dimenticare che con una diminuzione dell'immunità locale delle mucose, può causare disbiosi.
  3. Nell'analisi si possono trovare anche rappresentanti della flora patogena. Questi includono:
  4. salmonella;
  5. Shigella;
  6. Klebsiels;
  7. Proteus.

L'intestino è popolato dal 90% solo con bifidobatteri. La presenza di microbi patogeni causerà gastroenterite.

Sotto forma di risultati, di fronte alla colonna di un certo tipo di microbo, viene aggiunto un segno positivo nel caso della sua presenza, un segno negativo - se non è stato rilevato. Nel determinare la resistenza, un gruppo di antibiotici e il livello di sensibilità ad esso sono scritti di fronte a ciascuna specie. Più vantaggi, meno resistente è il microbo agli antibiotici.

Esame del sangue

Un esame del sangue per le infezioni intestinali si basa sulla consegna di materiale per la ricerca generale e sierologica.

L'essenza dell'analisi del sangue generale è determinare i cambiamenti ematologici nelle cellule del sangue. Cioè, la flora patogena provoca infiammazione del tratto gastrointestinale. In un altro modo, questa condizione si chiama gastroenterite. Si manifesta come vomito, diarrea, brontolio e dolore addominale. Il sangue è il primo a reagire a tali cambiamenti..

In un esame del sangue generale per le infezioni intestinali, si osserva quanto segue:

  • aumento della conta dei globuli bianchi;
  • aumento dell'ESR;
  • spostamento della formula dei leucociti a sinistra.

Questi cambiamenti descrivono la presenza di infiammazione. E il medico, secondo il quadro clinico, fa una conclusione su dove si concentra l'attenzione.

Un altro studio che consente di dire con precisione su un'infezione intestinale è la sierologia. Questo è un metodo che determina il livello di anticorpi nel sangue..

Nel corpo, vengono prodotti anticorpi per qualsiasi processo patologico. Pertanto, con le infezioni intestinali, ci sono anche.

Di solito, viene controllato il livello di immunoglobuline M e G. Sierologia viene presa durante i test per il trasporto di infezioni intestinali. Ciò è dovuto al fatto che l'immunoglobulina di classe M reagisce per prima e viene anche definita acuta in un altro modo. Il suo livello aumenta nella prima settimana di malattia e poi diminuisce gradualmente. Dopo alcune settimane, la quantità di G aumenta.

La presenza di un titolo elevato G indica il trasporto o che una volta una persona ha avuto un'infezione intestinale.

Esame dei bambini per infezione intestinale

Le analisi per l'infezione intestinale nei bambini mostrano la quantità di flora normale e patogena. Questi includono lo studio delle feci e del sangue.

Lo studio delle feci in un bambino viene effettuato mediante determinazione batteriologica del tipo di agente patogeno. Questo richiede:

  • donare feci per analisi al laboratorio;
  • è importante raccogliere le feci in un contenitore speciale;
  • se il bambino ha la diarrea, puoi donare una piccola quantità di feci;
  • non dovresti dare a tuo figlio un clistere prima di raccogliere materiale.

Alla vigilia della recinzione, non dare lassativi ai bambini. È inoltre necessario escludere l'uso di antibiotici e enterosorbenti..

I risultati dello studio delle feci nei bambini possono essere i seguenti:

  • un gran numero di lattobacilli;
  • assenza o presenza di flora patogena.

Anche un piccolo numero di rappresentanti di una specie patogena richiede una terapia antibatterica.

Un esame del sangue nei bambini ha le sue caratteristiche. Sono collegati al fatto che i valori normali per un bambino differiscono da quelli per un adulto. Questo è importante da capire quando si valutano i risultati..

Un esame del sangue generale per le infezioni intestinali mostrerà leucocitosi, VES al di sopra del normale. Un aumento del numero di leucociti parla al processo infiammatorio. Più alto è questo livello, più attivo è il processo.

L'esame sierologico nei bambini si basa anche sulla determinazione delle immunoglobuline.

Un'analisi per il gruppo intestinale è prescritta per i bambini in caso di:

  • sintomi caratteristici delle infezioni intestinali;
  • al contatto con una persona malata;
  • per determinare l'agente patogeno e prescrivere una terapia adeguata.

La determinazione del tipo di agente patogeno e la sua sensibilità agli antibiotici consente una terapia efficace delle malattie.

Le infezioni intestinali sono un gruppo di microbi che richiedono un trattamento adeguatamente selezionato e una diagnosi tempestiva. Pertanto, è importante condurre test di laboratorio al fine di identificare il tipo di microbo. Il trattamento giusto impedisce lo sviluppo di gravi complicanze. L'analisi delle feci e del sangue per il gruppo intestinale è un tipo importante e necessario di diagnosi.

Il sito fornisce informazioni di base a solo scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Analisi per infezioni intestinali

Un'infezione intestinale viene diagnosticata da un medico in base alle caratteristiche manifestazioni cliniche e all'aspetto, alla frequenza e all'odore delle feci. In linea di principio, una tale diagnosi è sufficiente per un medico per iniziare la terapia necessaria..

Tuttavia, senza ricerche speciali, è impossibile chiarire il tipo di infezione intestinale. Pertanto, per identificare l'agente patogeno e, di conseguenza, per determinare il tipo esatto di infezione intestinale, vengono eseguiti test di laboratorio. In linea di principio, dal punto di vista della terapia, l'identificazione dell'agente patogeno non è necessaria, poiché tutte le infezioni intestinali vengono trattate allo stesso modo. Ma l'identificazione dell'agente patogeno viene effettuata per valutare la situazione epidemiologica al fine di organizzare le misure necessarie volte a prevenire nuovi casi di infezione quando si tratta di un'infezione pericolosa.

Pertanto, è ovvio che in caso di infezione intestinale, i test vengono eseguiti non per sviluppare un approccio ottimale al trattamento, ma per identificare l'agente patogeno e valutare quanto sia pericoloso questo particolare caso della malattia per tutte le altre persone che vivono in una determinata area..

Quindi, al momento, quando viene rilevata un'infezione intestinale in una persona, vengono eseguiti i seguenti test di laboratorio:

  • Test rapido per infezione da narotavirus intestinale. Per lo studio, le strisce reattive vengono immerse nelle feci del paziente e il risultato viene valutato dopo 10 minuti. Se il test è positivo, l'infezione è il rotavirus. Se il risultato è negativo, l'infezione non è il rotavirus e sono necessari ulteriori test per identificare l'agente patogeno.
  • Ricerca batteriologica - feci e vomito vengono seminati su mezzi nutritivi, su cui crescono colonie microbiche dopo 2-3 giorni. Queste colonie vengono identificate, dopo di che vengono identificati quelli che potrebbero essere l'agente causale dell'infezione..
  • Test sierologici: il sangue viene prelevato da una persona malata da una vena e viene determinata la presenza di anticorpi verso vari microbi che potrebbero essere la causa dell'infezione intestinale. Se nel sangue si trovano anticorpi contro qualsiasi microbo, allora è lui l'agente causale di questo particolare caso di infezione intestinale. Attualmente, la presenza di anticorpi nel sangue può essere determinata mediante ELISA (test di immunoassorbimento enzimatico), RA (reazione di agglutinazione), RPHA (reazione di emoagglutinazione diretta), RNGA (reazione di emoagglutinazione indiretta).
  • PCR - una piccola quantità di feci, vomito o lavaggi dallo stomaco viene presa per analisi, dopo di che viene determinata la presenza di un agente infettivo in questi fluidi biologici. Il risultato della PCR consente di identificare accuratamente l'agente causale dei microrganismi dell'infezione intestinale entro un giorno.

Molto spesso, vengono eseguiti test batteriologici e sierologici, poiché sono disponibili, economici e, allo stesso tempo, consentono di ottenere un risultato affidabile.

Oltre ai test di laboratorio, con infezione intestinale, a volte viene eseguito un esame strumentale dell'intestino (sigmoidoscopia, colonscopia, irrigoscopia) al fine di stabilire il grado di danno tissutale e, tenendo conto di ciò, determinare la tattica ottimale della terapia riabilitativa, che inizia immediatamente dopo il recupero. La terapia riabilitativa e, di conseguenza, un esame strumentale dell'intestino sono necessari non per tutti i pazienti con infezione intestinale, ma solo per quelle persone che hanno segni di gravi lesioni del colon.

Infezione intestinale - trattamento

Principi generali di terapia

Quindi, bere molti liquidi reintegra la perdita di liquidi che si verifica insieme a diarrea e vomito e la dieta minimizza il carico sull'intestino, a seguito del quale le cellule della sua mucosa possono recuperare il più rapidamente possibile. In queste condizioni, il proprio sistema immunitario affronta con successo l'infezione in 3-8 giorni..

Il reintegro della perdita di liquidi e sali (bevendo molti liquidi) si chiama terapia di reidratazione. Affinché il corpo riceva non solo acqua, ma anche sali persi con diarrea e vomito, è necessario bere speciali soluzioni di reidratazione vendute in farmacia. Attualmente, le soluzioni di reidratazione più efficaci sono:

  • Tour;
  • Hydrovit;
  • Glucosolan;
  • Marathonite;
  • Orasan;
  • Rehydrar;
  • Regidron;
  • Reosolan;
  • Humana Electrolyte;
  • Citraglucosolan.

Questi preparati di reidratazione sono venduti in polveri, che vengono diluiti con acqua potabile ordinaria, dopodiché vengono bevuti come mezzo per reintegrare il volume di acqua e sali persi dal corpo con vomito e diarrea. Tuttavia, se non è possibile acquistare la soluzione di reidratazione per nessun motivo, è necessario prepararla da soli. Secondo la raccomandazione dell'OMS, per ottenere la composizione ottimale della soluzione di reidratazione, sciogliere un cucchiaio di zucchero, un cucchiaino di sale e un cucchiaino di bicarbonato di sodio in un litro d'acqua. In un caso estremo, quando per qualche motivo è impossibile persino preparare una soluzione di reidratazione da soli, allora dovresti bere vari liquidi contenenti sali, come tè con zucchero, composta, bevanda alla frutta, acqua minerale senza gas, ecc. Va ricordato che con un'infezione intestinale è meglio bere almeno qualcosa che niente..

La quantità di soluzione di reidratazione che devi bere per un'infezione intestinale viene semplicemente determinata in base al rapporto di 300 - 500 ml di soluzione per ogni episodio di feci molli o vomito.

Le soluzioni di reidratazione devono essere bevute lentamente, in piccoli sorsi frequenti, in modo da non provocare il vomito. In questo caso, non è necessario bere l'intero volume della soluzione in 300-500 ml alla volta: è consigliabile bere 100-150 ml ogni 5-15 minuti. Si consiglia di riscaldare la soluzione di reidratazione a una temperatura di 36-37 o С, poiché in questo caso liquidi e sali vengono assorbiti più rapidamente dallo stomaco nel sangue e riempiono le perdite.

Durante l'intero periodo, mentre ci sono feci molli o vomito, è necessario monitorare attentamente le condizioni di un adulto o di un bambino per i segni di disidratazione. I segni di disidratazione includono i seguenti sintomi:

  • Mancanza di urina per 6 ore;
  • Piangere in un bambino senza lacrime;
  • Pelle secca e mucose;
  • Lingua secca;
  • Occhi infossati;
  • Fontanella affondata (nei neonati);
  • Tonalità della pelle grigiastra.

Se un bambino o un adulto ha segni di disidratazione, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza ed essere ricoverato in un ospedale dove verrà effettuata una terapia intensiva di reidratazione. In un ospedale, la terapia di reidratazione viene effettuata mediante somministrazione endovenosa di soluzioni saline. Non provare a trattare la disidratazione da solo a casa, poiché questa condizione è molto pericolosa a causa dell'alta probabilità di sviluppare shock con conseguente possibile morte. È a causa del rischio di morte che la disidratazione viene trattata solo in ospedale..

Il ricovero in ospedale con infezione intestinale deve essere effettuato anche quando una persona sviluppa i seguenti segni (oltre ai segni di disidratazione):

  • Miscela di sangue nelle feci;
  • La diarrea si è fermata, ma il vomito è aumentato o, dopo che la temperatura è diminuita, è aumentato di nuovo o è apparso dolore addominale;
  • Incapacità di bere soluzioni di reidratazione a causa di vomito persistente;
  • Grande debolezza e sete;
  • Età del paziente - meno di un anno o più di 65 anni.

In tutti gli altri casi, il trattamento dell'infezione intestinale può essere effettuato a casa..

Oltre alla terapia di reidratazione, con infezione intestinale, deve essere seguita la dieta n. 4. Fino alla cessazione della diarrea e del vomito, puoi mangiare solo zuppe viscose (zuppe sui cereali), brodi deboli, carne magra bollita, pesce magro bollito, uova strapazzate, porridge bollito, pane bianco raffermo, cracker, biscotti crudi, mele cotte senza pelle. Escludere completamente latte e prodotti lattiero-caseari, carni affumicate, cibi in scatola, cibi piccanti, speziati, grassi e fritti, cipolle, aglio, ravanelli, alcool e bevande gassate dalla dieta. Dopo la cessazione della diarrea, dovresti mangiare prodotti dietetici per altre 3-4 settimane, evitando bevande gassate, alcool, latte, grassi, fritti e affumicati. Il pieno recupero della capacità digestiva dell'intestino dopo un'infezione si verifica solo dopo 3 mesi.

L'assunzione di antibiotici, sorbenti, probiotici, farmaci antipiretici e altri farmaci non è affatto necessaria per il trattamento di qualsiasi infezione intestinale e in alcune situazioni è persino dannosa. Quindi, gli antibiotici per l'infezione intestinale dovrebbero essere assunti solo nei seguenti tre casi:

  • Colera grave;
  • Miscela di sangue nelle feci;
  • Diarrea prolungata sullo sfondo della giardiasi.

In tutte le altre situazioni, non è necessario assumere antibiotici per l'infezione intestinale, poiché non porteranno benefici e non accelereranno il recupero, ma distruggeranno solo i resti della normale microflora intestinale.

Gli antidolorifici per le infezioni intestinali non possono essere assunti, poiché l'aumento di spasmi e dolori sono un segnale dello sviluppo di complicanze, in cui è necessario essere urgentemente ricoverati in ospedale in un ospedale. E se una persona prende antidolorifici, semplicemente non sentirà l'intensificazione degli spasmi e perderà il momento in cui si sviluppano complicanze. Le complicanze della stessa infezione intestinale possono portare a gravi conseguenze, fino alla morte inclusa..

Sorbenti e probiotici per qualsiasi infezione intestinale possono essere assunti a piacimento. L'elevata efficacia di questi fondi non è stata dimostrata, tuttavia, numerosi medici e scienziati ritengono che questi farmaci siano utili per il trattamento delle infezioni intestinali. E poiché i probiotici e i sorbenti non sono dannosi, possono essere usati come desiderato. In altre parole, se una persona desidera o ritiene necessario assumere sorbenti e probiotici per il trattamento dell'infezione intestinale, può farlo.

I farmaci antipiretici sono gli unici rimedi raccomandati per un'infezione intestinale se la temperatura corporea è superiore a 37,5 ° C.L'alta temperatura accelera la perdita di liquidi da parte del corpo, perché la pelle viene raffreddata dall'evaporazione dell'umidità. Di conseguenza, per ridurre la perdita di liquidi, è necessario ridurre la temperatura corporea, per la quale è necessario assumere farmaci antipiretici. I preparati con paracetamolo, ibuprofene e nimesulide sono ottimali per abbassare la temperatura corporea.

Nessun altro farmaco è usato per le infezioni intestinali.

Quindi, in sintesi, possiamo dire che il trattamento dell'infezione intestinale consiste nella terapia di reidratazione obbligatoria (reintegrazione della perdita di liquidi) e nel rispetto di una dieta. Oltre alla dieta e al consumo abbondante di soluzioni saline, è possibile utilizzare anche i seguenti farmaci (su richiesta del paziente stesso) per trattare l'infezione intestinale:

  • Sorbenti (Polysorb, Polyphepan, Smecta, ecc.);
  • Probiotici (Enterol, Bactisubtil);
  • Antisettici intestinali (Enterofuril, Intetrix, ecc.);
  • Enzimi (Pancreatina, Mezim, Creonte, Panzinorm, ecc.);
  • Antipiretici con paracetamolo, ibuprofene o nimesulide;
  • Antibiotici solo quando indicato (vedi sopra).

Inoltre, dovrebbero essere evidenziate misure e azioni separate che non possono essere categoricamente eseguite se si sospetta un'infezione intestinale:

Medicina delle infezioni intestinali

Antibiotico per infezione intestinale

Un antibiotico per l'infezione intestinale viene utilizzato solo nei seguenti casi:

  • Colera grave;
  • Miscela di sangue nelle feci;
  • Diarrea prolungata sullo sfondo della giardiasi.

In tutti gli altri casi, non è necessario assumere antibiotici per l'infezione intestinale.

In presenza di indicazioni per infezione intestinale, vengono utilizzati antibiotici del gruppo penicillina (amoxicillina, ampicillina, ecc.), Tetracicline (tetraciclina, doxiciclina), cefalosporine (cefalexina, ceftriaxone, ecc.) O fluorochinoloni (ciprofloxacina, Ofloxacina e altri)..

Dieta

Nel periodo acuto di infezione intestinale, nonché per 3-4 settimane dopo il recupero, deve essere seguita la dieta n. 4. Per tutto questo tempo (periodo di infezione intestinale + 3-4 settimane dopo il recupero) i seguenti alimenti devono essere esclusi dalla dieta:

  • Alcol e bevande gassate;
  • Fritto, grasso, speziato, salato e speziato;
  • Cibo in scatola;
  • Prodotti affumicati;
  • Latte e prodotti lattiero-caseari;
  • Pesce e carne grassi;
  • Frutta e verdura fresca;
  • Maionese, ketchup e altre salse industriali.

Fino alla fine della diarrea e del vomito, dovresti mangiare un po ', dando la preferenza a minestre viscide, brodi deboli, pesce magro bollito o carne, porridge bollito in acqua, pane bianco raffermo o cracker e omelette. Dopo la normalizzazione delle feci, puoi iniziare a mangiare pane fresco e aggiungere frutta e verdura trattate termicamente (ad esempio mele cotte, carote bollite, ecc.) Alla dieta. È possibile passare a una normale tabella comune 3-4 settimane dopo un'infezione intestinale..

Infezione intestinale nei bambini - trattamento

Il trattamento delle infezioni intestinali nei bambini viene effettuato come negli adulti. Tuttavia, con un'infezione intestinale in un bambino, è necessario monitorare attentamente i segni di disidratazione, poiché nei bambini questa condizione può verificarsi molto rapidamente. Inoltre, per 2-3 mesi dopo il recupero, al bambino non dovrebbero essere somministrati latte, latticini e carni grasse o pesce, poiché non saranno assorbiti e possono provocare episodi ripetuti di diarrea, ma associati a una cattiva digestione.

Infezioni intestinali nei bambini: cause di infezione, sintomi (temperatura, diarrea, disidratazione), trattamento (consulenza del Dr. Komarovsky) - video

Prevenzione

Infezione intestinale in un bambino e in un adulto, sintomi, vie di trasmissione, prevenzione, vaccinazioni: dissenteria, febbre tifoide e febbre paratifoide A e B, epatite virale A, salmonellosi, poliomielite, colera - video

Infezione intestinale: salmonella e salmonellosi - fonti di infezione, come non infettarsi, sintomi e trattamento - video

Autore: Nasedkina A.K. Specialista in ricerca biomedica.

Articoli Su Epatite