Disbiosi intestinale nei bambini, i suoi sintomi e le misure per eliminarli

Principale Appendicite

Probabilmente, non esiste una madre che non abbia sentito parlare di disbiosi intestinale nei neonati. Tale diagnosi viene data a quasi tutti i bambini, solo il 10% dei neonati non deve affrontare il problema dei disturbi della microflora. Perché questa condizione è una variante della norma? Come determinare la disbiosi intestinale nei bambini e quali misure possono essere prese per correggere?

A volte c'è confusione con i termini "disbiosi" e "disbiosi". In realtà, questi sono quasi sinonimi, ma il secondo concetto è più ampio. La disbiosi significa uno squilibrio solo della microflora composta batterica e la disbiosi significa uno squilibrio dell'intera microflora. Pertanto, è più corretto parlare di disbiosi, perché la flora intestinale è rappresentata non solo dai batteri.

Cos'è la disbiosi intestinale (disbiosi)?

Nell'intestino di una persona sana vivono miliardi di miliardi di diversi microrganismi: la maggior parte sono batteri, ma ci sono anche lieviti, virus e protozoi. I batteri non solo vivono lì in pace, ma apportano benefici: partecipano al sistema immunitario, aiutano ad assorbire i nutrienti, neutralizzano i veleni, producono vitamine e sopprimono la crescita della flora dannosa. I microbi "buoni" sono bifidobatteri e lattobacilli. Il resto dei microrganismi che popolano l'intestino è innocuo o opportunistico. Quest'ultimo, in determinate circostanze, può causare malattie..

La disbiosi è una violazione del normale stato di microflora e del rapporto dei suoi singoli componenti. In altre parole, ci sono meno batteri benefici e microbi opportunistici e dannosi si moltiplicano intensamente. Ciò si manifesta con segni di indigestione (e non solo). L'organismo dei bambini è particolarmente sensibile alla disbiosi e c'è una spiegazione per questo..

Mentre il bambino è nell'utero, i suoi intestini sono sterili. Nel processo di nascita, passando attraverso il canale del parto, il bambino prima "conosce" i microbi. Nei giorni seguenti, i batteri continuano a colonizzare l'intestino del neonato. Penetrano nel corpo delle briciole principalmente con il latte materno e anche a contatto con la pelle della madre, con oggetti circostanti.

Una composizione di microflora più o meno normale viene stabilita entro la fine della prima settimana di vita e infine stabilizzata di circa un anno. Pertanto, fino al settimo giorno, la disbiosi è un fenomeno assolutamente fisiologico. Lo chiamano così - transitorio, cioè transitorio. Se nei primi giorni di vita il bambino ha frequenti feci molli, non si deve suonare l'allarme - ovviamente, a condizione che il neonato si senta bene, si allatta attivamente e aumenta di peso.

Sfortunatamente, la disbiosi intestinale transitoria (disbiosi) nei bambini si trasforma spesso in vera. Parlano di lui quando i segni di disturbi digestivi non scompaiono una settimana dopo la nascita o si sviluppano ulteriormente sullo sfondo del benessere completo.

La vera disbiosi non deriva da zero, sebbene non sia sempre possibile determinarne con precisione la causa. È noto che lo squilibrio della microflora nei neonati è promosso da:

  • Prematurità. Il corpo dei bambini nati prima del previsto non è ben adattato alle condizioni del mondo esterno, il sistema immunitario di tali bambini è molto debole.
  • Alimentazione artificiale. Non esiste cibo migliore per un neonato del latte materno. Con esso, utili latto- e bifidobatteri e anticorpi entrano nel corpo del bambino, che formano una composizione sana di microflora e resistenza alle influenze avverse. Se, per qualche motivo, l'allattamento al seno è impossibile, il bambino perde le sue difese naturali e, in questo contesto, spesso si sviluppa la disbiosi.
  • Malattie infettive - sia nel bambino che nella madre. Sopprimono il sistema immunitario e provocano la riproduzione di flora dannosa nell'intestino..
  • Assunzione di antibiotici Accade così che a causa del complicato parto, infezioni e altri motivi, una giovane madre sia costretta a prendere farmaci antibatterici. A volte devi assegnarli al bambino. Gli antibiotici sono la più grande invenzione della medicina, ma hanno effetti collaterali. Insieme ai patogeni, uccidono la flora intestinale sana, che porta alla disbiosi intestinale (disbiosi) nei neonati.
  • Isolamento dalla madre nei primi giorni di vita. Il costante contatto con la madre è molto importante per la formazione della microflora "corretta" e l'immunità del bambino. E non si tratta solo dell'allattamento al seno, anche se si tratta principalmente di esso - l'attaccamento precoce al seno è un prerequisito per la formazione della protezione immunitaria. Ma il contatto stesso è importante. Essere vicini alla mamma aiuta a regolare il metabolismo e altri processi importanti [1].

Sintomi e segni di disbiosi intestinale (disbiosi) nei bambini di età inferiore a un anno

I cambiamenti nella composizione della microflora intestinale possono essere rilevati con mezzi di laboratorio. Ma tali test sono prescritti, ovviamente, non per tutti i bambini, ma solo per coloro che hanno segni caratteristici di disbiosi. Per identificare le violazioni nel tempo, la mamma dovrebbe ricordare come la disbiosi intestinale (disbiosi) si manifesta nei bambini. I seguenti sintomi dovrebbero avvisare:

  • Colica. Quasi tutti i bambini di età compresa tra 1 e 3 mesi soffrono di dolori addominali causati da una motilità gastrointestinale imperfetta. Ma con la disbiosi, la colica è generalmente più forte e questo periodo dura più a lungo..
  • Ansia A causa del dolore addominale, il bambino piange, non dorme bene, spesso si sveglia.
  • Flatulenza. I disturbi digestivi portano a processi di fermentazione, l'accumulo di gas nell'intestino. Questo si manifesta con gonfiore e dolore..
  • Rigurgito e vomito. Se entro pochi minuti dalla poppata il bambino periodicamente "restituisce" una piccola quantità di latte o formula, questo è normale e non c'è nulla di cui preoccuparsi. Ma se il rigurgito si ripete troppo spesso e il loro volume è più che ammissibile, questo è un motivo per sospettare la disbiosi intestinale (disbiosi) in un bambino.
  • Diarrea. Normalmente, i bambini possono avere le feci dopo ogni poppata. Ha una consistenza uniforme, un colore giallastro, senza un odore sgradevole. Nei bambini che si nutrono artificialmente, i movimenti intestinali si verificano meno spesso - 1-3 volte al giorno. Feci molli frequenti (più di 12 volte al giorno) con particelle di cibo non digerito, miscela di schiuma e muco, con un odore sgradevole: questa è la diarrea, che molto spesso accompagna uno squilibrio della microflora.
  • Stipsi Se l'equilibrio della microflora intestinale è disturbato, a volte si osserva l'immagine opposta: feci troppo rare (1 volta in 2-3 giorni o meno), movimento intestinale difficile.
  • Movimenti intestinali irregolari. Con disbiosi (disbiosi) dell'intestino in un bambino, la costipazione è spesso intervallata da diarrea.
  • Cambiamenti nella natura dei movimenti intestinali. Il colore verde delle feci, un forte putrido o un odore aspro, la presenza di una grande quantità di muco, schiuma, scaglie, anche in assenza di diarrea, indicano che non tutto è in ordine con la microflora.
  • Manifestazioni cutanee. A volte, con la disbiosi, un bambino può notare un'eruzione cutanea sulle guance, aree di secchezza e desquamazione su gomiti e ginocchia e crepe negli angoli della bocca. Tutto ciò è una conseguenza della mancanza di vitamine e minerali..

Trattamento della disbiosi intestinale (disbiosi) nei bambini: eliminiamo i sintomi e le cause

La disbiosi intestinale non è considerata una malattia, quindi non è del tutto corretto parlare del suo trattamento. Piuttosto, stiamo parlando della correzione della microflora. La sfida è:

  • ridurre il numero di microrganismi dannosi e opportunistici;
  • popolare gli intestini con batteri benefici, aiutarli, creare le condizioni adatte per la crescita;
  • migliorare la digestione del bambino;
  • evitare la probabilità di uno squilibrio della microflora in futuro.

Per raggiungere tutti questi obiettivi, è necessario agire in modo integrato. Prima di tutto, dovresti consultare un pediatra. Un pediatra competente prescriverà test (coprogramma, esame batteriologico delle feci) e, se i loro risultati confermano la disbiosi, svilupperà un programma di correzione. Molto probabilmente, includerà le seguenti attività (o alcune di esse).

Nomina di agenti antibatterici. Il compito principale quando si corregge la microflora è rallentare la crescita di microbi dannosi. Se l'analisi ha dimostrato che il loro numero è molto più elevato della norma, il medico può prescrivere batteriofagi. Questi sono i "precursori" di antibiotici, virus che penetrano nelle cellule di specifici tipi di batteri (ci sono "assassini" di stafilococchi, streptococchi e altri) e li distruggono. Gli antibiotici per la disbiosi sono raramente prescritti e solo quando c'è una buona ragione per questo, come un'infezione intestinale.

Probiotici e prebiotici. Sono spesso confusi a causa della somiglianza dei loro nomi. La mancata comprensione della differenza porta al fatto che i genitori a volte non sanno cosa significhi scegliere di correggere la microflora nel bambino. In effetti, hai bisogno di entrambi. I prebiotici sono sostanze che stimolano la crescita della flora benefica nell'intestino. Molti di loro si trovano nel cibo. Ci sono anche speciali integratori prebiotici.

Per quanto riguarda i probiotici, sono culture viventi di "buoni" microrganismi: bifidobatteri e / o lattobacilli. Questi fondi aiutano non solo a prevenire la disbiosi, ma salvano anche il bambino dalle manifestazioni di un disturbo già esistente. È preferibile utilizzare probiotici che contengono entrambi i tipi di batteri (latto- e bifido-): l'effetto sarà quindi complesso. I mezzi vengono rilasciati in forma secca e liquida. Per i bambini, è più conveniente usare la forma di gocce.

Assorbenti. Con uno squilibrio della microflora, la digestione viene disturbata e le tossine si formano nell'intestino, i cui assorbenti si legano e rimuovono dal tratto digestivo.

L'esame microbiologico delle feci per la disbiosi è uno dei test più popolari nella pratica pediatrica. Ma non tutti gli esperti lo considerano informativo. Il punto è che troppe condizioni influiscono sul risultato e che i dati non possono sempre essere considerati obiettivi. Pertanto, i medici esperti sono guidati principalmente dai sintomi e trattano il bambino, e non i "test". Il ruolo importante della ricerca di laboratorio è che ti permette di determinare quali microbi dannosi nell'intestino sono maggiormente.

Enzimi. Il loro compito è aiutare il fragile apparato digerente del bambino a far fronte alla disgregazione di proteine, grassi e carboidrati..

Mezzi per normalizzare la motilità gastrointestinale. Allevia il bambino di costipazione e diarrea, aiuta a ridurre gas e coliche.

Una corretta alimentazione svolge un ruolo enorme nel correggere le manifestazioni della disbiosi. Il latte materno è il miglior tipo di cibo per un bambino dalla nascita fino a un anno: non è solo perfettamente digeribile, ma contiene anche fattori protettivi che fungono da base per la forte immunità del bambino. Sfortunatamente, non tutte le madri hanno l'opportunità di allattare il bambino. Se succede che l'allattamento al seno è impossibile, è importante scegliere la giusta formula di latte adattata e stabilire una dieta. In nessun caso dovresti aumentare le porzioni o la concentrazione, anche se sembra che il bambino stia ingrassando male. Monitora la reazione del bambino alla formula: se ha causato allergie o disturbi digestivi, vale la pena sceglierne un'altra.

Dovresti stare molto attento quando introduci cibi complementari. Fino a 6 mesi, l'unico alimento per il bambino dovrebbe essere il latte materno o una formula di latte adattata. Includere gradualmente nuovi alimenti nella dieta, monitorando attentamente la reazione.

Un bambino che allatta è una creatura minuta e indifesa, e la sua salute dipende interamente da chi gli è vicino. Solo una madre (e, forse, un medico di famiglia esperto e sensibile) sa cosa è buono per un bambino. Per quanto riguarda la correzione della disbiosi, non si può fare affidamento su opinioni casuali e la scelta dei mezzi deve essere deliberata. Probiotic con una composizione complessa è la soluzione ottimale per ripristinare la microflora disturbata.

Analisi delle feci per disbiosi: interpretazione dei risultati

Nell'intestino di un adulto vivono in media da 2,5 a 3,5 kg di vari batteri. La combinazione di questi microrganismi si chiama microflora e la nostra salute e il nostro benessere dipendono direttamente dal rapporto tra il numero dei suoi rappresentanti individuali. Uno squilibrio nella microflora intestinale o semplicemente disbiosi è un problema molto comune nel mondo moderno, ma è errato considerarlo una malattia indipendente. Dal punto di vista della comunità medica, la disbiosi è solo una condizione (molto spesso - temporanea), contro la quale una persona può sviluppare malattie. Per evitare che ciò accada, ai primi segni caratteristici di problemi nell'intestino, si raccomanda di passare un'analisi delle feci per la disbiosi, la cui decodifica dei risultati consentirà al medico di determinare ulteriori tattiche diagnostiche e terapeutiche.

Il successo dipende in gran parte dalla precisione con cui il paziente si è preparato per l'analisi delle feci e dalla corretta raccolta del materiale. Quando si tratta di diagnosticare la disbiosi intestinale nei neonati e nei bambini piccoli, diventa necessario discutere alcune delle sottigliezze. Oggi vi diremo quali segni e sintomi sono indicazioni per condurre un tale studio, che viene mostrato dall'analisi delle feci per la disbiosi (decodifica dei risultati e delle norme nella tabella), in che modo vengono determinate le violazioni dell'equilibrio della microflora intestinale, perché si presentano e quali conseguenze possono portare.

Attiriamo la vostra attenzione sul fatto che le informazioni fornite sono solo a scopo informativo e non sostituiscono la necessità di cure mediche qualificate. La disbatteriosi è una grave condizione patologica che ha un effetto dannoso sulla digestione, sul metabolismo, sullo stato immunitario e su molti altri aspetti della salute umana, pertanto richiede una visita da un medico!

Perché fare un test delle feci per la disbiosi?

I trilioni di batteri che vivono nel nostro corpo sono in interazione simbiotica con noi, cioè ricevono i loro benefici dall'ospite, mentre contemporaneamente ne beneficiano. Ma questa affermazione è vera per tutti i microrganismi a vari livelli: alcuni di essi sono ospiti più desiderabili per una persona, alcuni sono meno e altri sono "persona non grata". L'analisi delle feci per la disbiosi viene effettuata con precisione al fine di stabilire il rapporto numerico tra le colonie di batteri che abitano l'intestino.

Indicazioni ai fini dello studio:

Gravità, disagio, gonfiore, dolore addominale;

Sospetta infezione intestinale;

Perdita improvvisa di peso senza motivo apparente;

Intolleranza a determinati alimenti;

Reazioni allergiche, eruzioni cutanee;

Impurità patologiche visibili nelle feci (muco, sangue, pus).

È altamente desiderabile passare un'analisi delle feci per la disbiosi dopo aver subito una terapia a lungo termine con agenti antibatterici o ormonali: decifrare i risultati dello studio ci permetterà di stabilire quanto il trattamento ha influenzato la composizione della microflora intestinale, se è necessaria la sua correzione.

Esistono tre metodi per questo:

La coproscopia è una sorta di "analisi completa delle feci", il primo passo nella diagnosi dei disturbi intestinali. Il risultato dello studio è un coprogramma - una forma con indicatori, tra cui colore, forma, consistenza e odore delle feci, informazioni sulla presenza o assenza di sangue nascosto, pus, muco, parassiti e loro uova, detriti alimentari non digeriti, cellule atipiche e frammenti di tessuto. Se il risultato è allarmante, il medico prescrive ulteriori procedure diagnostiche;

Analisi batteriologiche delle feci - in altre parole, semina in un mezzo nutritivo. Dopo 4-5 giorni, i batteri si moltiplicheranno e l'assistente di laboratorio sarà in grado di trarre una conclusione sul numero dei principali rappresentanti della microflora intestinale in 1 grammo di materiale (CFU / g). Si tratta di questo studio di cui stiamo parlando oggi: è semplice ed economico, viene eseguito in qualsiasi ospedale e continua a essere il metodo principale per determinare la disbiosi nei bambini e negli adulti. Tuttavia, tale analisi richiede un'adesione molto rigorosa alle regole per la preparazione e la raccolta del materiale e richiede anche troppo tempo, quindi è stato inventato un metodo alternativo;

L'analisi biochimica delle feci è una moderna procedura diagnostica basata sulla cromatografia gas-liquido spettrale degli acidi grassi. La decifrazione dei risultati della ricerca diventa possibile in poche ore, riflette, tra l'altro, l'equilibrio della microflora parietale intestinale. La biochimica delle feci è un metodo più sensibile e accurato, anche il campione di ieri è adatto a questo, poiché gli acidi grassi secreti dai batteri durante la loro attività vitale rimangono invariati per lungo tempo. L'analisi biochimica delle feci per la disbiosi consente persino di stabilire una parte specifica dell'intestino in cui si è verificato l'errore. Il metodo ha un solo inconveniente: non tutti i laboratori.

Le norme dell'analisi biochimica delle feci sono presentate nella tabella:

Valore assoluto (mg / g)

Valore relativo (unità)

Acido acetico (C2)

Acido propionico (C3)

Acido butirrico (C4)

Contenuto di acido totale

Da -0,686 a -0,466

Da -0,576 a -0,578

Preparazione per la ricerca e la raccolta di materiale

È molto importante non solo raccogliere correttamente le feci per l'analisi per la disbiosi, ma anche consegnare il campione in tempo, nonché osservare tutti i dettagli della preparazione.

Cominciamo nell'ordine:

Se hai subito un trattamento antibiotico, tieni presente che ha senso fare un test delle feci per determinare i disturbi nell'equilibrio della microflora intestinale non prima di due settimane dopo la fine della terapia;

Tre giorni prima dell'esame, è necessario smettere di usare lassativi, farmaci antidiarroici e antielmintici, FANS, pro e prebiotici, olio di ricino e vaselina, bario e preparati di bismuto;

È necessario acquistare un contenitore di plastica sterile con un cucchiaio e un coperchio aderente, appositamente progettato per la raccolta e il trasporto di feci per l'analisi, in anticipo in farmacia o ottenere in laboratorio;

La defecazione dovrebbe avvenire naturalmente, senza l'uso di un clistere o altri aiuti;

Non raccogliere un campione per l'analisi dalla toilette. Per questi scopi, è necessario preparare qualsiasi contenitore conveniente, che deve essere accuratamente lavato, bagnato con acqua bollente, asciugato e defecato in esso;

Prima di iniziare il processo, devi urinare, quindi lavarti e asciugarti. In nessun caso l'urina o lo scarico dal tratto genitale devono entrare nel campione raccolto. Se una donna ha le mestruazioni, dovrebbe essere usato un tampone;

Quando ha avuto luogo il movimento intestinale, è necessario aprire il contenitore preparato, prendere un cucchiaio e raccogliere un po 'di materiale da diverse parti dello sgabello: dal centro, dalla superficie. Se vedi un'area sospetta contenente muco o sangue diversa per consistenza o colore dalle feci circostanti, mettila in un contenitore! In totale, saranno necessari 6-8 cucchiai di feci per l'analisi;

Chiudere bene il contenitore e consegnare il campione al laboratorio entro e non oltre 2 ore dalla raccolta.

La maggior parte dei batteri che compongono la microflora intestinale sono anaerobici, quindi, sotto l'influenza dell'aria aperta, muoiono gradualmente. Ecco perché è così importante passare puntualmente un'analisi delle feci per la disbiosi - solo allora la decodifica dei risultati sarà affidabile.

Se si è sottoposti a test biochimici, l'urgenza non è così significativa: è anche possibile congelare il campione e portarlo in laboratorio il giorno successivo. Ciò è particolarmente utile per i genitori di neonati e bambini piccoli, perché non è noto se sarà possibile raccogliere le feci dal bambino per l'analisi al mattino presto - forse semplicemente non vorrà usare il bagno.

Analisi delle feci per disbiosi nei neonati

Le norme dell'esame batteriologico delle feci nei neonati, nei neonati e nei bambini più grandi differiscono in qualche modo dagli stessi indicatori negli adulti e più giovane è il bambino, più queste differenze sono pronunciate. Sono associati alla graduale colonizzazione del corpo del bambino con batteri. E questo processo, a sua volta, si svolge in diversi modi nei bambini che sono nutriti naturalmente o artificialmente. Ne parleremo in modo più dettagliato quando decodificheremo i risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi nella tabella.

La composizione della microflora intestinale dei neonati può subire cambiamenti indesiderabili a causa di infezione da infezioni nosocomiali: Staphylococcus aureus, Pseudomonas aeruginosa, funghi simili a lieviti e così via. Nella migliore delle ipotesi, ciò porterà a problemi di salute temporanei e minori e, nel peggiore dei casi, a malattie gravi. Pertanto, i genitori devono monitorare attentamente il comportamento e il benessere del bambino, le condizioni della sua pelle e delle mucose, la frequenza e l'aspetto dei movimenti intestinali, soprattutto se recentemente hai avuto la possibilità di sottoporsi a cure ospedaliere..

È necessario passare un'analisi delle feci per la disbiosi a un bambino se sono presenti i seguenti sintomi:

Eruttazioni frequenti e violente dopo l'alimentazione, più come il vomito;

Gonfiore e coliche nell'addome, flatulenza;

Difficoltà a introdurre alimenti complementari;

Segni di intolleranza a determinati prodotti;

Eruzioni cutanee, macchie sulla pelle e / o sulle mucose;

Terapia antibiotica o ormonale recente;

Eventuali problemi con le feci - anomalie nella frequenza, aspetto anormale o odore delle feci, presenza di impurità patologiche (sangue, muco, pus).

Affinché la decodifica dei risultati della ricerca dia risultati oggettivi, è necessario prepararsi adeguatamente per l'analisi:

Rifiutare di introdurre nuovi alimenti complementari almeno 3-4 giorni prima della visita in laboratorio;

Alla vigilia, non dare al tuo bambino verdure o frutta che possono cambiare il colore delle feci (purea di carote, bacche rosse e nere, succo di barbabietola e così via);

Interrompere l'assunzione di alcuni farmaci pochi giorni prima del test, inclusi lassativi e vitamine. Si consiglia di completare la terapia antibiotica 2 settimane prima dello studio. È meglio informare il medico di tutti i farmaci assunti dal bambino e consultare i tempi dell'analisi delle feci per la disbiosi;

Acquista un contenitore di plastica sterile con un cucchiaio. Un campione di feci del bambino può essere prelevato dalla superficie del pannolino, ma solo se il riempitivo non è in gel. È meglio usare un pannolino di cotone pulito e stirare con un ferro caldo. Per condurre uno studio, è sufficiente raccogliere 2 cucchiai di materiale.

Tabella delle norme per l'analisi batteriologica delle feci

Bambini di età superiore a 1 anno

Decodifica dei risultati della ricerca

L'intera microflora intestinale può essere divisa in tre gruppi:

Batteri benefici - svolgono un ruolo estremamente positivo nella vita del corpo umano, quindi è molto importante che ce ne siano abbastanza. Stiamo parlando di bifidobatteri e lattobacilli;

I batteri condizionatamente patogeni - alcuni di essi, essendo in equilibrio con altri membri della microflora, portano anche alcuni benefici. Ma se le loro colonie si moltiplicano troppo e le colonie antagoniste si assottigliano, questi batteri si trasformano da nemici convenzionali in veri nemici. Ciò accade soprattutto spesso sullo sfondo di una diminuzione della difesa immunitaria. Stiamo parlando, ad esempio, di candidosi, enterococchi o clostridi;

Batteri patogeni: non dovrebbero essere nel corpo di una persona sana. Non c'è beneficio da loro, solo problemi. Se il sistema immunitario non riesce a far fronte all'attacco di tali microrganismi, questo porterà allo sviluppo di una malattia grave. Stiamo parlando di Staphylococcus aureus, Salmonella, Shigella e altri "ospiti indesiderati" dell'intestino.

Consideriamo ora i principali rappresentanti della microflora intestinale in modo più dettagliato. Nella forma con i risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi, alcuni dei batteri sottostanti potrebbero essere assenti: i laboratori hanno regole diverse, specialmente quelle private. Pertanto, è meglio affidare la decodifica degli indicatori a un medico qualificato, e qui diamo solo le norme stabilite e segnaliamo i motivi di possibili deviazioni.

bifidobatteri

Il nome di questo microrganismo deriva dalle parole latine "batteri" e "bifido", cioè "diviso in due". Infatti, il bifidobatterio appare come un'asta curva lunga 2-5 micron, biforcata alle estremità. Appartiene alla classe degli anaerobi gram-positivi. La microflora intestinale di una persona sana è circa il 95% di bifidobatteri. Norme per i bambini fino a un anno - 10 al decimo o undicesimo grado CFU / g, e per i bambini più grandi e gli adulti - 10 al nono o decimo grado CFU / g.

La carenza di questi batteri benefici è la ragione principale per andare dal medico con lamentele di problemi intestinali e riferimenti per analisi delle feci per disbiosi - l'interpretazione dei risultati indica quasi sempre una diminuzione del loro numero. Senza una quantità sufficiente di bifidobatteri, l'assorbimento di vitamine e microelementi è disturbato, il metabolismo dei carboidrati soffre, l'immunità locale diminuisce e il carico tossico del fegato e dei reni aumenta. È abbastanza semplice correggere la microflora intestinale e colmare la carenza di bifidobatteri - ci sono molti farmaci specializzati per questo.

I bifidobatteri nelle feci sono ridotti - ragioni:

Terapia a lungo termine con antibiotici, ormoni, FANS, lassativi, antielmintici;

Cattiva alimentazione - eccesso di carboidrati o grassi nella dieta, fame, diete mono-rigide;

Alimentazione artificiale dei neonati, introduzione precoce di alimenti complementari;

Fermentopatie congenite - intolleranza a lattosio, fruttosio, glutine e altri componenti alimentari;

Stati di immunodeficienza, allergie;

Infezioni intestinali - dissenteria, salmonellosi, yersiniosi;

Invasioni parassitarie - ascariasi, enterobiasi, giardiasi;

Malattie gastrointestinali croniche - enterocolite, colecistite, gastrite, pancreatite, ulcera gastrica;

Improvviso cambiamento climatico.

Lactobacillus

Il nome di questi membri benefici della microflora intestinale deriva dalla parola latina "vernice", che significa "latte". Ce ne sono molti tipi, che abitano, tra le altre cose, altri organi interni, ad esempio i genitali femminili. I lattobacilli appartengono a microrganismi anaerobici facoltativi gram-positivi, sembrano bastoncini sottili e costituiscono circa il 3% della massa totale di tutti i batteri che vivono nell'intestino. Secondo la decodifica dell'analisi delle feci per disbiosi, la norma del loro contenuto nei neonati è 10 nel sesto o settimo grado CFU / g, e nei pazienti adulti - 10 nel settimo o ottavo CFU / g.

I lattobacilli producono acidi organici, mantenendo così il corretto equilibrio del pH nell'intestino. Inoltre, sono coinvolti nella digestione della membrana, in particolare, scindono lo zucchero del latte, prevenendo l'insorgenza di carenza di lattasi. La normale assimilazione del latte è, in linea di principio, impossibile senza un numero sufficiente di lattobacilli. Sono anche necessari a una persona come stimolanti dell'immunità locale, poiché, essendo elementi estranei, stimolano l'attività delle cellule immunocompetenti che abitano la zona parietale dell'intestino. I lattobacilli sono anche coinvolti nel metabolismo degli acidi biliari, contribuiscono alla normale peristalsi, impediscono alle feci di diventare troppo dure e quindi indirettamente impediscono lo sviluppo della costipazione.

I lattobacilli nelle feci sono ridotti - ragioni:

Terapia antibiotica a lungo termine senza il supporto di pre e probiotici, assunzione incontrollata di FANS (aspirina, analgin, ibuprofene), uso di lassativi o farmaci antielmintici;

Dieta squilibrata, digiuno, diete mono;

Alimentazione artificiale o introduzione troppo precoce di alimenti complementari nei neonati;

Infezioni intestinali acute;

Malattie gastrointestinali croniche;

peptostreptococchi

Questi batteri appartengono alla flora condizionatamente patogena, sono piccole cellule arrotondate, annodate in catene corte e in grado di muoversi con l'aiuto di organelli di movimento - ciglia. I peptostreptococchi sono anaerobi gram-positivi, non formanti spore; vivono nella cavità orale, nella vagina, nell'intestino e sulla pelle, mentre rappresentano fino al 18% di tutti i cocchi anaerobici gram-positivi che vivono nel corpo umano. Quando si decifrano i risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi, la norma del contenuto di peptostreptococchi nei bambini di età inferiore a un anno è un massimo di 10 nel quinto grado CFU / g e negli adulti - un massimo di 10 nel sesto grado CFU / g.

I peptostreptococchi svolgono un ruolo modesto nel metabolismo di proteine ​​e carboidrati e producono anche idrogeno, necessario per mantenere un sano equilibrio acido-base nell'intestino. Tuttavia, il loro numero dovrebbe essere rigorosamente controllato dal sistema immunitario e da altri membri della microflora. Colonie eccessivamente moltiplicate di peptostreptococchi possono causare infezioni addominali miste in combinazione con altri ceppi batterici opportunistici e patogeni. Ad esempio, nel 20% dei casi di peritonite compaiono peptostreptococchi. Sono seminati anche per malattie infiammatorie ginecologiche, nonché per ascessi purulenti nella cavità orale..

I peptostreptococchi nelle feci sono aumentati - ragioni:

Infezione intestinale acuta;

Malattie gastrointestinali croniche;

Un eccesso di zuccheri nella dieta.

Escherichia tipica

L'E. Coli (Escherichia coli, tipica Escherichia) è un batterio anaerobico facoltativo non spore formativo gram-negativo, la maggior parte dei cui ceppi sono condizionatamente patogeni e partecipano in modo naturale alla microflora degli organi interni. Già entro le prime quaranta ore dopo la nascita, l'intestino del bambino viene colonizzato con Escherichia. Quando si decodificano i risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi, la norma di E. coli nei neonati è 10 nel sesto o settimo grado CFU / g, e nei bambini più grandi e negli adulti - 10 nel settimo o ottavo CFU / g. Rispetto ad altri microrganismi, E. coli costituisce fino all'1% della massa totale di batteri che vivono nell'intestino.

La tipica Escherichia è benefica per una persona: partecipa alla sintesi delle vitamine B e K, al metabolismo del colesterolo, della bilirubina e della colina, al processo di assorbimento di ferro e calcio. Escherichia coli produce una serie di acidi essenziali (acetici, lattici, succinici, formici), sostanze colicine che sono dannose per i batteri patogeni e prende anche l'eccesso di ossigeno dall'intestino, che è dannoso per i lattobacilli e i bifidobatteri. Ecco perché, nonostante lo stato opportunistico di E. coli, la sua carenza è altamente indesiderabile..

L'escherichia nelle feci si abbassa - ragioni:

Terapia a lungo termine con farmaci antibatterici;

Infezione intestinale acuta;

Alimentazione artificiale dei bambini.

Escherichia lattosio-negativo

La presenza di questo ceppo nell'interpretazione dei risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi è abbastanza accettabile. La norma del contenuto di Escherichia coli negativo al lattosio nell'intestino nei bambini e negli adulti non è superiore a 10 nel quinto grado CFU / g.

Il superamento di questo indicatore è un segnale allarmante, soprattutto in combinazione con una carenza di Escherichia a tutti gli effetti. Il ceppo lattosio-negativo non svolge le funzioni assegnate a E. coli, ma si svolge semplicemente inutilmente. In condizioni di ridotta immunità, E. coli - "parassita" agirà sul lato dei batteri nocivi e aggraverà il corso del processo infiammatorio, se inizia. Nei bambini piccoli, un aumento del contenuto di Escherichia lattosio-negativo nelle feci indica indirettamente l'invasione elmintica, pertanto, un tale risultato di analisi richiede un esame aggiuntivo..

fusobatteri

Appartengono ad anaerobi gram-negativi, polimorfici, mentre non hanno organelli di movimento, non formano spore e capsule. In apparenza, i fusobatteri sono aste sottili lunghe 2-3 micron con estremità appuntite. Sono partecipanti naturali nella microflora della cavità orale, del tratto respiratorio superiore, del tratto gastrointestinale e dei genitali. Secondo gli standard per l'analisi delle feci per la disbiosi, nell'intestino dei neonati, il contenuto di fusobatteri fino a 10 nel sesto grado CFU / g è consentito, nei pazienti adulti - fino a 10 nell'ottavo grado CFU / g.

I fusobatteri sono condizionatamente patogeni, mentre non svolgono alcuna funzione utile nel corpo umano, a meno che non entrino in interazione competitiva con altri microrganismi più potenzialmente pericolosi. Alcuni tipi di fusobatteri in condizioni di immunodeficienza sono in grado di provocare infiammazione purulenta-settica. I bambini indeboliti e gli anziani con grave angina possono sviluppare una formidabile complicazione: la fusospirochetosi. È un processo necrotico che colpisce le mucose della bocca e della gola..

bacteroids

Questi sono anaerobi a forma di bastoncino gram-negativi condizionatamente patogeni. Sono i secondi maggiori partecipanti alla microflora intestinale naturale dopo i bifidobatteri. La decifrazione dei risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi implica le seguenti norme per i batterioidi: nei bambini di età inferiore a un anno - 10 nel settimo o ottavo CFU / g, nei pazienti adulti - 10 nel nono o 10 nel decimo grado CFU / g. È interessante notare che nei bambini fino a 6-8 mesi di età, questi batteri non vengono seminati, soprattutto se il bambino è allattato al seno e non riceve un'alimentazione precoce.

I batterioidi a concentrazione normale sono utili: prendono parte al metabolismo dei grassi. Ma se si moltiplicano eccessivamente, inizieranno a competere con E. coli per l'ossigeno, e questo minaccia i disturbi digestivi, una carenza di vitamine e minerali, una diminuzione dell'immunità locale e altri problemi (abbiamo parlato del ruolo utile della tipica Escherichia sopra). I loro antagonisti diretti, lattobacilli e bifidobatteri, frenano la crescita della popolazione batterica. Pertanto, se i risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi indicano un eccesso della concentrazione di batterioidi nell'intestino, si raccomanda di bere un ciclo di farmaci adeguati per ripristinare la microflora sana.

I batterioidi nelle feci sono elevati - ragioni:

Assunzione eccessiva di grassi;

Carenza di bifidobatteri e lattobacilli.

I batterioidi nelle feci sono ridotti - ragioni:

Terapia a lungo termine con agenti antibatterici;

Infezione intestinale acuta;

eubatteri

Gli anaerobi Gram-positivi hanno la forma di spesse colonne corte o sfere appiattite, hanno pareti cellulari rigide e non formano spore. Gli eubatteri appartengono ai rappresentanti della microflora intestinale naturale, tuttavia sono condizionatamente patogeni, poiché alcuni dei loro ceppi possono provocare processi infiammatori nella cavità orale, nel sistema respiratorio, nei genitali, nelle articolazioni, nel cuore, nel cervello e possono anche causare complicanze postoperatorie. Le norme per il contenuto di eubatteri nell'intestino durante la decodifica dei risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi sono le seguenti: per i neonati - 10 nel sesto o settimo grado CFU / g, per i bambini più grandi, negli adulti e negli anziani - 10 nel nono o decimo CFU / g.

Da queste cifre, diventa evidente che gli eubatteri sono un rappresentante abbastanza numeroso della microflora intestinale. È interessante notare che nei bambini di età inferiore a un anno che sono allattati al seno, questi batteri vengono seminati estremamente raramente, mentre nei bambini artificiali sono quasi sempre presenti. Gli eubatteri nella giusta concentrazione sono utili per il corpo: partecipano al metabolismo del colesterolo e al metabolismo ormonale, sintetizzano importanti acidi organici, fermentano i carboidrati, producono vitamine e scompongono la cellulosa. Tuttavia, quantità eccessive di questi, specialmente in condizioni di riduzione delle difese immunitarie, possono rappresentare un rischio per la salute..

L'eccesso di indicatori del contenuto di eubatteri nelle feci è un indicatore specifico della presenza di polipi nell'intestino crasso, pertanto richiede necessariamente un esame aggiuntivo (sigmoidoscopia, colonscopia).

enterococchi

Cocchi anaerobici facoltativi gram-positivi, che si collegano abitualmente in coppie o catene che non formano spore. Gli enterococchi sono una flora condizionatamente patogena, sono presenti nell'intestino di persone di qualsiasi età e rappresentano fino al 25% di tutte le forme coccaliche che vivono lì. Indicatori normali del contenuto di enterococchi nella decodifica dell'analisi delle feci per disbiosi: nei neonati - da 10 a 5 ° grado da 10 a 7 ° grado di CFU / g, in bambini più grandi e pazienti adulti - da 10 a 5 ° grado da 10 a 10 ° di 8 ° CFU / g.

Gli enterococchi svolgono alcune funzioni utili: sono coinvolti nel metabolismo dei carboidrati, nella sintesi di vitamine e nel mantenimento dell'immunità locale. Tuttavia, la popolazione di enterococchi non dovrebbe superare la popolazione di E. coli, altrimenti quest'ultima inizierà a morire in uno scontro competitivo. L'opinione dei medici sull'innocuità degli enterococchi ha recentemente perso la sua rilevanza. Sono comparsi ceppi mutati resistenti all'azione dei più potenti antibiotici: penicilline beta-lattamici, cefalosporine, aminoglicosidi e persino vancomicina. Esistono casi di infezioni nosocomiali, complicanze postoperatorie e malattie infiammatorie causate da enterococchi, tra cui meningite ed endocardite.

Gli enterococchi nelle feci sono aumentati - cause:

Terapia antibiotica a lungo termine;

Staphylococcus saprofitico ed epidermico

Cocchi anaerobici facoltativi gram-positivi con un diametro fino a 1,2 micron, non spore, immobili, collegati in gruppi come grappoli d'uva. Lo stafilococco saprofita vive principalmente nel tratto urogenitale ed epidermico, come suggerisce il nome, sulla superficie della pelle e delle mucose. Entrambe queste specie appartengono alla microflora condizionatamente patogena e possono normalmente essere presenti nell'interpretazione dei risultati dell'analisi delle feci per disbiosi: fino a 10 ufc / g nel quarto grado in bambini e adulti.

Mentre questi stafilococchi sono controllati dal sistema immunitario, non possono causare danni significativi alla salute umana. Ma non c'è alcun vantaggio da loro. Le colonie di stafilococco saprofite che si sono moltiplicate nell'intestino possono causare cistite acuta o uretrite se pulite in modo improprio dopo aver usato il bagno ed epidermiche, ad esempio congiuntivite a seguito di sfregamento degli occhi con le mani sporche. Un eccesso dell'indicatore del contenuto di questi tipi di stafilococco nelle feci è un segno inequivocabilmente sfavorevole e, se significativo, il paziente può richiedere una terapia antibiotica.

Waylonella

Cocchi anaerobici Gram-negativi, molto piccoli, immobili e non formanti spore, raggruppati abitualmente in punti irregolari. La veilonella appartiene a microrganismi opportunistici e coesiste pacificamente con gli umani, tuttavia alcuni dei loro ceppi possono provocare processi infiammatori purulenti-settici. Quando si decodificano i risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi, vengono utilizzate le seguenti norme: per i bambini di età inferiore a un anno - inferiore o uguale a 10 al quinto grado CFU / g, per i bambini più grandi e gli adulti - da 10 a quinto o sesto grado CFU / g. È interessante notare che in condizioni di alimentazione naturale, la Veilonella viene seminata in meno della metà dei neonati..

Questi batteri hanno una funzione utile: scompongono l'acido lattico. Inoltre, ci sono studi scientifici che indicano un legame indiretto tra la carenza di Veilonella e il rischio di asma nei bambini. Ma ci sono tipi di questi batteri che hanno pronunciate proprietà paradontogeniche: i microbi si accumulano nelle placche dentali, causano infiammazione delle gengive e perdita dei denti. E, ad esempio, la parvola di Veillonella provoca colite nell'uomo. Inoltre, anche i ceppi benefici della Veilonella, in condizioni di eccesso nell'intestino, portano ad un aumento della produzione di gas, dispepsia e diarrea..

clostridi

Batteri Gram-positivi obbligati-anaerobici a forma di bastoncino in grado di riprodursi da endospore. Il nome "clostridia" deriva dalla parola greca per "fuso", e questo non è casuale: situato al centro della spora, di regola, ha un diametro maggiore della cellula stessa, che la fa gonfiare e sembra un fuso. Il genere Clostridia è molto numeroso: tra questi vi sono sia rappresentanti della flora opportunistica sia agenti causali di malattie pericolose (tetano, botulismo, cancrena gassosa). La norma del contenuto di clostridi nelle feci durante la decodifica dell'analisi per la disbiosi è la seguente: nei neonati - non più di 10 nel terzo grado CFU / g, negli adulti - non più di 10 nel quarto grado CFU / g.

I clostridi svolgono una funzione utile: sono coinvolti nel metabolismo delle proteine. I prodotti metabolici sono sostanze chiamate indolo e skatole. In realtà, questi sono veleni, ma in piccole quantità stimolano la peristalsi, promuovendo le feci e prevenendo lo sviluppo della costipazione. Se la concentrazione di Clostridia nell'intestino è troppo elevata, si avrà una dispepsia putrida, i cui sintomi vividi sono diarrea acquosa con un cattivo odore, nausea, gonfiore, flatulenza, coliche e talvolta un aumento della temperatura corporea. Sullo sfondo di un sistema immunitario indebolito e in associazione con altri batteri patogeni, i Clostridi possono causare enterocolite necrotizzante, cistite, uretrite, vaginite, prostatite e molte altre malattie infiammatorie.

Candida

Funghi-deuteromiceti simili a lieviti, microrganismi unicellulari di forma rotonda o ovale, che formano pseudomicelio, cioè filamenti lunghi e sottili. Le specie più comuni sono Candida albicans e Candida tropicalis. Abitano nel corpo umano durante il primo anno di vita, vivono sulle mucose della cavità orale e dei genitali, nonché nell'intestino. Candida è un brillante rappresentante della flora opportunistica. Quando si decodificano i risultati dell'analisi delle feci per la disbiosi, è consuetudine aderire alle seguenti norme: non più di 10 nel quarto grado CFU / g per pazienti di qualsiasi età.

La Candida è coinvolta nella regolazione dei livelli di pH, quindi se il loro numero rientra nei limiti accettabili, sono utili per l'uomo. Ma se i funghi simili a lieviti si moltiplicano troppo, questo porterà allo sviluppo di candidosi locale o persino sistemica. I funghi colpiscono la cavità orale (stomatite candidale), il retto (proctite candidale), la vagina ("mughetto") e così via. Tutte queste malattie, oltre ad essere estremamente spiacevoli, accompagnate da prurito, dolore e secrezione, sono anche difficili da trattare. Dopotutto, i funghi simili a lieviti sono uno dei microrganismi più tenaci e che si moltiplicano rapidamente..

Candidosi fecale aumentata - ragioni:

Abuso di carboidrati, amore per i dolci;

Terapia antibiotica a lungo termine senza supporto antifungino;

Uso della contraccezione ormonale

Come sottoporsi al test per la disbiosi in un bambino? Come raccogliere correttamente le feci in una vasca di semina da un bambino?

La disbiosi intestinale è una delle diagnosi più comuni che vengono fatte quando le feci cambiano nei neonati. Alcuni esperti ritengono che questa sia la radice di tutti i disturbi digestivi. La disbatteriosi è un cambiamento nella composizione della microflora intestinale naturale, una condizione in cui viene interrotto il processo di digestione nell'intestino. Nell'articolo ti diremo quando e come fare un'analisi per la disbiosi nei neonati, quali regole di raccolta esistono e cosa mostra l'analisi.

Chi vive nell'intestino?

Il tratto gastrointestinale è praticamente inattivo mentre il feto vive nell'utero. Tutte le sostanze necessarie entrano attraverso il cordone ombelicale. L'intestino del neonato è ancora sterile. Con il primo sorso di latte materno, gli intestini non sono più disabitati e l'introduzione di alimenti e miscele complementari mese dopo mese completa la diversità dei batteri con nuove specie. Un bambino prende quasi tutto ciò che vede in bocca: è così che conosce questo mondo. All'età di un anno, la microflora intestinale ha quasi la stessa composizione della microflora in un adulto. Ma il processo di adattamento dell'apparato digerente in un bambino di età inferiore a un anno può avvenire in diversi modi..

Normalmente, più di 500 tipi di microbi vivono nell'intestino del quartiere, che, per comodità, sono divisi in 3 gruppi:

  • Flora obbligatoria o obbligatoria (90%), che comprende i principali microbi benefici (bifidobatteri, lattobacilli e batterioidi).
  • I batteri condizionatamente patogeni, che costituiscono circa il 10% della microflora e, rimanendo in tale quantità, non danneggiano il corpo.
  • Il gruppo intermedio è il cosiddetto. Batteri "casuali" (clostridi, lieviti, stafilococco, ecc.), La cui presenza nelle feci è normale, ma il loro numero dovrebbe essere sempre basso.

Il peso totale di tutti i microrganismi che vivono nel tratto gastrointestinale è di circa 2 chilogrammi. Possiamo dire che la microflora è un organo separato del corpo umano che promuove il processo di digestione, aiuta il corpo ad assorbire i nutrienti, lo protegge dalle infezioni, produce vitamine ed enzimi e partecipa al metabolismo.

Disbatteriosi: causa o effetto?

Si ritiene che la disbiosi sia sempre una condizione secondaria, ad es. non può sorgere da solo. D'altra parte, questa condizione può causare lo sviluppo, ad esempio, di infezioni intestinali e ipovitaminosi (l'assorbimento delle vitamine avviene principalmente nell'intestino).

Ecco alcuni fattori che possono causare uno squilibrio nella microflora intestinale:

  • alimentazione artificiale (introduzione precoce e / o troppo rapida di alimenti complementari),
  • malattie con un lungo decorso, causando una diminuzione dell'immunità locale e generale,
  • mancanza di enzimi necessari per la digestione,
  • violazione della funzione motoria dell'intestino (con costipazione o svuotamento incompleto dell'intestino - iniziano i processi di decadimento),
  • prendendo alcuni farmaci (antibiotici, aspirina e altri farmaci antinfiammatori, lassativi).

Il corpo del bambino difficilmente può sopportare qualsiasi stress, come i cambiamenti climatici, lo stress fisico o emotivo. E questa è anche una possibile causa di disbiosi, specialmente in un bambino..

Come riconoscere la disbiosi?

Lo squilibrio della microflora intestinale non causa lo sviluppo di alcun sintomo caratteristico per il quale possa essere fatta una diagnosi. Ma i test per la disbiosi nei bambini dovrebbero essere fatti se c'è il sospetto di disbiosi - vale a dire, con i seguenti sintomi:

  • diarrea: le feci frequenti possono essere sottili, sottili o acquose,
  • costipazione (feci sparse e dure),
  • flatulenza,
  • mal di stomaco,
  • ansia.

Se il bambino ha uno o più sintomi, dovrebbe essere raccolto un test delle feci. È importante ricordare che, a differenza delle infezioni intestinali, con disbiosi, non c'è aumento della temperatura corporea, i bambini si sentono bene, aumentano di peso.

A una domanda frequente si dovrebbe rispondere: "Quante feci nei neonati possono essere considerate diarrea?" I movimenti intestinali frequenti in un neonato sono normali. Il numero di volte che ti metti il ​​bambino al seno, il numero di volte che devi cambiare il pannolino. La diarrea può essere considerata feci troppo larghe, specialmente se in essa sono presenti inclusioni verdi.

Prepararsi allo studio correttamente

Tre giorni prima di effettuare un'analisi per la disbiosi, è necessario iniziare ad aderire alle seguenti raccomandazioni:

  • Smetti di assumere farmaci per escluderne l'effetto sulla microflora. Carbone attivo, Smecta, Simeticone, vitamine, probiotici, lassativi: annulliamo tutto questo.
  • Non mettere supposte rettali, non usare clisteri: stiamo aspettando movimenti intestinali naturali.
  • Non introdurre alimenti complementari nei neonati e i bambini che seguono una dieta mista non dovrebbero ricevere alimenti "non familiari" per il corpo.

Prendendo le feci

Ora parliamo in dettaglio di come raccogliere le feci per la disbiosi nei neonati. Per ottenere un'analisi affidabile, viene seguita la tecnica di campionamento del materiale. In precedenza, qualsiasi contenitore pulito veniva utilizzato come contenitore per la raccolta delle feci e la loro conservazione. Oggi le farmacie vendono speciali barattoli sterili per l'analisi con un cucchiaio in modo che i microbi estranei non penetrino nelle feci. Il barattolo deve essere riempito fino a quasi la metà. Si consiglia di raccogliere le feci per l'esame batteriologico da tre diversi luoghi, in particolare quelli in cui sono presenti muco, pus e altre strane impurità. Assicurarsi che non penetri alcuna urina nel contenitore. Le feci dovrebbero essere raccolte al mattino - dovrebbe essere fresca. Non conservare il barattolo in frigorifero o lasciarlo durante la notte. È necessario donare le feci per la disbiosi al laboratorio entro un'ora.

Come raccogliere correttamente se le feci sono completamente liquide e rapidamente assorbite nel pannolino? Un collettore di urina aiuterà a raccogliere le feci dai neonati con feci acquose. Questo è un sacchetto di plastica speciale per la cattura di feci liquide.

Come e quanto viene eseguita l'analisi delle feci per la disbiosi? Lo studio è condotto come segue: un medico di laboratorio semina feci su diversi mezzi nutritivi. Dopo qualche tempo, la crescita dei microrganismi viene determinata sui media. Per quanto velocemente crescono e quanti di loro sono cresciuti, si traggono conclusioni sul loro numero. Per questo, viene utilizzato uno speciale algoritmo di calcolo. La coltura batterica consente anche di scoprire il rapporto tra diversi batteri.

Come capire i risultati ottenuti?

I dati di analisi vengono generalmente ottenuti entro una settimana. La decodifica dell'analisi per la disbiosi si presenta in una forma, che indica la norma del contenuto di un microrganismo specifico nelle feci di un bambino e valori di riferimento (possono essere diversi, a seconda del laboratorio). Se i batteri non si trovano nelle feci, di fronte al loro nome è scritto "assente" o "abs". Ogni fascia d'età ha una sua norma, che è in gran parte determinata dalla nutrizione del bambino..

I bifidobatteri costituiscono il più grande gruppo di rappresentanti della microflora intestinale. Sono i primi a colonizzare l'intestino nella prima settimana di vita di un bambino. Le loro funzioni principali sono la sintesi di vitamine B e K, aiutano l'assorbimento di calcio e vitamina D e inibiscono la crescita della flora opportunistica. Il loro numero nei neonati è maggiore di quello di un bambino misto o nutrito con latte artificiale..

I lattobacilli occupano un onorevole secondo posto tra i batteri intestinali benefici. Inoltre impediscono la crescita di batteri patogeni, inoltre secernono la lattasi (un enzima per la digestione del lattosio), contribuiscono alla sintesi delle cellule immunitarie per la protezione locale - immunoglobuline e svolgono reazioni antiallergiche. Anche la loro concentrazione in un bambino è più alta, con l'introduzione di alimenti complementari, può diminuire.

I batterioidi si trovano nelle feci di un bambino di 7–8 mesi - sono assenti nell'intestino nella prima metà della vita. Aiutano l'assorbimento delle proteine, la fermentazione dei carboidrati e la soppressione della crescita di batteri nocivi..

Escherichia coli o Escherichiae sono divisi in tre tipi:

  • E. coli con normale attività enzimatica è benefico per i batteri perché combatte la flora patogena, favorisce la crescita di lattobacilli e bifidobatteri, rafforza il sistema immunitario, sintetizza le vitamine del gruppo B e la vitamina K. Il tasso di contenuto nelle feci è lo stesso per tutte le età.
  • Escherichia, in cui l'attività enzimatica è bassa. Non apportano benefici al corpo, non c'è nemmeno danno da loro. Tuttavia, se ce ne sono molti nelle feci, questo è un buon indicatore della disbiosi incipiente..
  • Escherichia coli emolitico. È un microbo patogeno. Non dovrebbe essere nelle feci.

Alcuni microbi condizionatamente patogeni beneficiano anche il corpo, ad esempio gli enterococchi sono coinvolti nel metabolismo dei carboidrati, stimolano l'immunità locale e bloccano la crescita di funghi e altri microbi patogeni. Questo gruppo include anche i seguenti batteri:

  • streptococchi,
  • stafilococchi non emolitici,
  • clostridi, che in gran numero possono causare diarrea e feci molli, ma il processo infettivo è causato solo in alleanza con altri batteri dannosi sullo sfondo di una ridotta immunità locale,
  • i funghi simili al lievito del genere Candida crescono se il numero di batteri "inibitori" diminuisce e non possono causare da soli la disbiosi,
  • enterobacter, klebsiella, citrobacter causano costipazione e allergie quando il loro numero aumenta.

Anche i batteri non fermentanti devono essere presenti nelle feci. La loro assenza indica una cattiva digestione. Con la microflora intestinale conservata, il serbatoio di coltura delle feci mostra valori normali di questi batteri. Se la decodifica dell'analisi ha rivelato un'alta concentrazione, la colonia microbica viene alternativamente esposta a diversi antibiotici per scoprire a quali sono sensibili..

I batteri patogeni, agenti causali di malattie infettive, non dovrebbero essere trovati nelle feci. Questi includono Shigella, Salmonella, Escherichia coli emolizzante, Aureo, Stafilococco emolitico e coagulante al plasma.

Con la disbiosi, il contenuto di lattobacilli e bifidobatteri è ridotto e i batteri opportunistici sono aumentati. Questo è uno squilibrio.

Affinché la decodifica non presenti alcuna difficoltà, presentiamo una tabella della composizione della microflora nei bambini, a seconda dell'età e della dieta..

La composizione della microflora intestinale, la velocità dipende dall'età del bambino e dal tipo di alimentazione

  • Articolo Precedente

    Ciò che accade all'interno di una persona durante il sesso e altri processi vitali è stato girato grazie alla risonanza magnetica

Articoli Su Epatite