Antiacidi moderni nella pratica gastroenterologica

Principale Ulcera

La possibilità di un rapido effetto terapeutico, principalmente nell'eliminazione (diminuzione dell'intensità) di bruciore di stomaco e dolore, dopo l'assunzione di antiacidi orali ha attirato a lungo l'attenzione di medici e ricercatori. Questa è la qualità degli antiacidi

La possibilità di un rapido effetto terapeutico, principalmente nell'eliminazione (diminuzione dell'intensità) di bruciore di stomaco e dolore, dopo l'assunzione di antiacidi orali ha attirato a lungo l'attenzione di medici e ricercatori. Questa qualità di antiacidi li distingue favorevolmente dai farmaci di altre classi, tra cui H2-bloccanti dei recettori dell'istamina e inibitori della pompa protonica, il cui uso nel trattamento dei pazienti può ridurre significativamente la produzione di acido nello stomaco, ma l'effetto della loro azione si verifica un po 'più tardi e il costo finanziario è molto più alto.

Il principale punto di applicazione degli antiacidi è la neutralizzazione dell'acido cloridrico secreto dalle cellule parietali della mucosa gastrica. Secondo le osservazioni di alcuni ricercatori [14], quando i farmaci antiacidi vengono assunti in normali dosaggi terapeutici, il livello di acidità non è superiore a 5 (i farmaci neutralizzano solo l'eccesso di acidità gastrica), tuttavia, quando il livello di acidità diminuisce a 1,3–2,3, questi farmaci neutralizzano 90% di succo gastrico e con un valore di 3,3 - 99% di succo gastrico.

Gli antiacidi sono stati usati a lungo nel trattamento di pazienti affetti da varie malattie gastroenterologiche, principalmente malattie acido-dipendenti. Attualmente, un ampio gruppo di malattie del tratto gastrointestinale superiore è classificato come acido-dipendente, indipendentemente dal fatto che il fattore di aggressione acida sia centrale o solo uno aggiuntivo, portando all'insorgenza e alla progressione di questi disturbi. Tra le malattie correlate all'acido, le più comuni sono ulcera gastrica e ulcera duodenale, malattia da reflusso gastroesofageo (GERD), dispepsia non funzionale (funzionale, essenziale) (NDF), pancreatite, ulcere associate a farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) ]. Alcuni ricercatori si riferiscono anche alle malattie correlate all'acido come ulcere che possono verificarsi con ipertiroidismo [13]. A nostro avviso, questi disturbi possono includere anche uno stato ipersecretorio idiopatico, ulcere peptiche di gastroenteroanastomosi che si verificano in alcuni pazienti dopo resezione dello stomaco e, in una certa misura, ulcere di Cushing e ulcere che compaiono con enteropatia celiaca.

Nel trattamento di pazienti affetti da malattie correlate all'acido, vengono utilizzati vari antiacidi, che differiscono in misura maggiore o minore l'uno dall'altro, principalmente per composizione, velocità di insorgenza dell'effetto terapeutico, durata ed efficacia dell'azione. Queste qualità dei farmaci dipendono in una certa misura dalla loro forma (compresse, gel, sospensione). Tuttavia, la maggior parte degli antiacidi moderni ha qualcosa in comune: una diminuzione della concentrazione di ioni idrogeno nello stomaco, derivante dalla neutralizzazione dell'acido cloridrico; inoltre, l'effetto neutralizzante provoca una diminuzione dell'attività peptica. Inoltre, gli antiacidi nello stomaco legano gli acidi biliari e la lezolecitina, fornendo un effetto avvolgente. Alcuni dei farmaci antiacidi (in particolare quelli contenenti idrossido di alluminio) hanno anche un effetto citoprotettivo, che consiste nell'aumentare la secrezione di muco e la sintesi delle prostaglandine. È stato anche scoperto che gli antiacidi sono in grado di legare il fattore di crescita epiteliale e fissarlo nell'area dell'ulcera, stimolando la proliferazione cellulare, l'angiogenesi e la rigenerazione dei tessuti [1].

Tenendo conto dell'effetto antagonistico del magnesio iniettato per via endovenosa nello stomaco sulla secrezione acida causata dal carbonato di calcio, sono stati creati agenti contenenti una miscela di carbonato di calcio e ossido di magnesio idrato. Tuttavia, questi antiacidi non annullano l'effetto stimolante del carbonato di calcio sulla secrezione di acido gastrico. Inoltre, gli antiacidi contenenti carbonato di calcio, quando interagiscono nello stomaco con acido cloridrico, causano la formazione di una quantità significativa di anidride carbonica, che porta alla comparsa o all'intensificazione della flatulenza e in presenza di insufficienza cardiaca, anche in combinazione con un'ernia iatale, - eruttazione.

L'effetto stimolante di alcuni antiacidi sulla secrezione di acido gastrico è in parte associato con alcalinizzazione dell'antro, nel rilascio di gastrina e possibilmente altri fattori neuroormonali, e in parte con l'effetto diretto di questi antiacidi sulle cellule parietali della mucosa gastrica.

Sono stati fatti diversi tentativi per classificare in qualche modo gli antiacidi (assorbiti e non assorbibili, azione locale e sistemica, anionici e cationici, combinati e monocomponenti). Gli antiacidi assorbibili e non assorbibili più comuni sono i più comuni. Il gruppo di assorbito di solito comprende farmaci come bicarbonato di sodio (soda), carbonato di calcio di magnesio basico - una miscela di Mg (OH)2, 4MgCO3, H2O, ossido di magnesio (magnesia bruciata), carbonato di calcio di base - CaCO3, Miscela di Bourget (solfato di sodio, fosfato di sodio e bicarbonato di sodio), miscela di Rennie (carbonato di calcio e carbonato di magnesio), miscela di Tams (carbonato di calcio e carbonato di magnesio). Questi preparati antiacidi sono caratterizzati dalla velocità relativa dell'insorgenza dell'effetto terapeutico (lo svantaggio è la breve durata della neutralizzazione dell'acido cloridrico). Di solito, questi farmaci, avendo un effetto sistemico, aumentano le riserve alcaline del plasma, modificando l'equilibrio acido-base e neutralizzando (con azione locale) l'acido cloridrico nello stomaco, che in alcuni casi può portare alla sindrome del "rimbalzo acido" a causa della comparsa persistente di ipersecrezione acida nello stomaco dopo aver assunto tali farmaci antiacidi [12]. In particolare, questi farmaci antiacidi includono il carbonato di calcio, che subito dopo l'ingestione inizia a stimolare la secrezione di acido nello stomaco - la neutralizzazione accelerata dell'acido cloridrico nello stomaco, attiva il potenziamento della sua secrezione da parte delle cellule parietali della mucosa gastrica. A questo proposito, il carbonato di calcio è attualmente usato molto raramente nel trattamento dei pazienti.

Il gruppo di antiacidi non assorbibili il più delle volte include farmaci come il fosfalugel (sale di alluminio dell'acido fosforico), i cosiddetti antiacidi di alluminio-magnesio (maalox, almagel neo, talcidi, protab, magalfil, ecc.) E antiacidi di alluminio-magnesio con l'aggiunta di alginata (topalkan). Una caratteristica comune dell'azione primaria di questo gruppo di farmaci (quando si entra nello stomaco) è l'effetto adsorbente sull'acido cloridrico, seguito dalla sua neutralizzazione. A differenza degli antiacidi assorbiti, gli antiacidi non assorbibili hanno un effetto antisecretorio (neutralizzante) più lungo (fino a 2-3 ore), non causano cambiamenti nell'equilibrio acido-base e non portano ad un aumento del pH del contenuto gastrico al di sopra dei valori neutri, senza causare la sindrome di "acido" rimbalzo ".

Gli antiacidi moderni differiscono tra loro e nella composizione dei cationi (magnesio, calcio, alluminio), che determina in gran parte le loro principali proprietà (effetto neutralizzante, adsorbente, avvolgente, astringente e citoprotettivo).

Contrariamente agli antiacidi monocomponenti, gli antiacidi combinati sono costituiti da diversi componenti costituenti e hanno proprietà diverse, a seconda della composizione. Talvolta vengono isolate le preparazioni contenenti alluminio (fosfalugel, maalox, almagel, lacca gelusil, talcido, ecc.), Uno dei vantaggi essenziali di cui, insieme all'acido cloridrico neutralizzante nel lume dello stomaco, è la protezione della mucosa dell'esofago e dello stomaco dagli effetti del fattore acido-peptico. I preparati antiacidi combinati, in particolare quelli contenenti alluminio, hanno diversi meccanismi d'azione, tra cui una combinazione che neutralizza l'acido cloridrico e aumenta le proprietà protettive della mucosa, vale a dire, apparentemente anche con un effetto citoprotettivo.

Nel valutare l'efficacia dei farmaci antiacidi, la loro capacità di neutralizzare gli acidi e la durata dell'azione sono spesso prese in considerazione. Questo fatto è molto importante: la durata dell'effetto antiacido è uno dei principali fattori nella valutazione dell'efficacia terapeutica dei farmaci antiacidi utilizzati nel trattamento dei pazienti. È noto che gli antiacidi, a causa della loro capacità di essere adsorbiti sulla mucosa gastrica, provocano un persistente effetto neutralizzante acido, che consente loro di esibire proprietà tampone a 2,4 pH.

L'attività di neutralizzazione degli acidi di diversi farmaci antiacidi varia da meno di 20 mmol / 15 ml del farmaco antiacido a 100 mmol / 15 ml [8]. La capacità (attività) di neutralizzare l'acido dei farmaci antiacidi è generalmente intesa come la quantità di un particolare farmaco antiacido in grammi o mmol / l necessaria per raggiungere un livello di pH di 50 ml di soluzione di acido cloridrico 0,1 N fino a 3,5 [4].

La durata d'azione più breve tra i farmaci antiacidi è posseduta dagli agenti associati al gruppo carbonato di calcio, un po 'più a lungo - con il gruppo magnesio, anche più a lungo - con il gruppo fosforo (fino a 90 minuti). Esistono altri dati sulla durata dell'azione dei preparati antiacidi [11], in particolare contenenti fosfato di alluminio, che hanno un effetto antiacido dovuto al loro assorbimento sulla mucosa gastrica, che allunga la durata della loro capacità tampone a pH = da 2,4 a 120 min..

Secondo un numero di ricercatori [11], le combinazioni di idrossidi di alluminio e magnesio, nonché carbonati di calcio e magnesio, mostrano generalmente solo un'attività neutralizzante, incluso il passaggio accelerato del cibo attraverso lo stomaco. Lo studio delle proprietà di alcuni farmaci antiacidi [2], secondo i dati della metrica pH del computer intragastrico, utilizzando una sonda pH a 3 elettrodi ha mostrato che il tempo più breve dall'inizio della somministrazione del farmaco antiacido all'aumento del pH (in media 8,9 minuti) è stato trovato in Maalox, il tempo più lungo è per Almagel (in media 13,5 minuti) rispetto a Remagel, Phosphalugel, Megalak; la durata media dell'effetto alcalinizzante (tempo alcalino - dall'inizio dell'aumento del pH al ritorno al livello iniziale) per gli antiacidi variava da 28 minuti per Almagel a 56 minuti per Maalox. Allo stesso tempo, remagel, phosphalugel e megalak occupavano una posizione intermedia tra almagel e maalox. L'analisi dei pH grammi ha mostrato che i valori massimi di pH dopo l'assunzione di vari antiacidi non differivano significativamente.

Terapia antiacido

Gli antiacidi possono essere utilizzati con successo nella terapia farmacologica per tutte le malattie correlate all'acido nei seguenti casi: 1) come monoterapia nelle fasi iniziali di queste malattie; 2) come mezzo aggiuntivo (ad esempio, nel trattamento di pazienti con bloccanti H.2-recettori di istamina o procinetici); 3) come mezzo sintomatico per eliminare (ridurre l'intensità) di bruciore di stomaco e dolore dietro lo sterno e / o nella regione epigastrica, sia durante il trattamento dei pazienti, combinando la loro assunzione con altri farmaci, sia durante il periodo di remissione (incluso come terapia " su richiesta"); 4) durante la fase di screening prima dell'inizio del trattamento proposto, quando si selezionano pazienti per studi randomizzati per studiare l'efficacia e la sicurezza di determinati farmaci o regimi per il loro uso (di norma, i farmaci antiacidi sono ammessi secondo i protocolli di questi studi), nonché direttamente durante i tempi di tali studi come terapia di emergenza nei casi in cui si studia l'efficacia e la sicurezza dei procinetici, H2-bloccanti del recettore dell'istamina, inibitori della pompa protonica o cosiddetti farmaci citoprotettivi.

In tali casi, viene preso in considerazione l'indubbio vantaggio degli antiacidi: l'eliminazione rapida (diminuzione dell'intensità) del bruciore di stomaco (bruciore) dietro lo sterno e / o nella regione epigastrica e altri sintomi gastrointestinali causati dalla malattia stessa, per la quale i pazienti vengono trattati, assumendo farmaci e intossicazione.

Uno degli antiacidi che attira periodicamente l'attenzione di ricercatori e medici è il fosfugugel (fosfato di alluminio colloidale sotto forma di gel per somministrazione orale, contenente 8,8 g in una bustina). Phosphalugel è spesso indicato come un gruppo di antiacidi non assorbibili. La maggior parte del gel di fosfato di alluminio è insolubile, tuttavia, a pH inferiore a 2,5, il fosfugugel si trasforma in cloruro di ammonio solubile in acqua, parte del quale è in grado di dissolversi, dopo di che viene sospesa l'ulteriore dissoluzione del fosfato di alluminio. Una graduale diminuzione del livello di acidità del contenuto gastrico a pH 3,0 non porta al verificarsi di "rimbalzo acido": l'uso di fosfalugel nel trattamento dei pazienti non comporta la comparsa di secrezione secondaria di acido cloridrico.

Uno dei vantaggi di phosphalugel è la sua capacità di neutralizzare l'acido dipende dal livello di acidità: maggiore è l'acidità, più attivo è l'effetto di questo farmaco [10]. Un aumento del pH sotto l'azione del farmaco porta a una diminuzione dell'attività proteolitica della pepsina. Il farmaco non provoca alcalinizzazione del succo gastrico, non limita i processi enzimatici e non viola le condizioni fisiologiche del processo di digestione. L'uso a lungo termine del farmaco non influisce sul metabolismo del fosforo. L'effettivo effetto del fosfugugel, che si presenta sotto forma di micelle colloidali idrofile del farmaco, è determinato dal fosfato di alluminio colloidale, che ha un effetto antiacido, avvolgente e adsorbente. Una piccola parte di fosfugugel viene fatta precipitare nell'intestino sotto forma di ossidi e carbonati insolubili, aumentandone l'effetto protettivo, assorbente e antiacido. Un grammo di micelle di gel di fosfato di alluminio, costituite da fosfato di alluminio, gel di agar e pectina, ha una superficie di contatto di circa 1000 m2, che fornisce un intenso collegamento con le pareti del tratto digestivo e l'adsorbimento di sostanze nocive. I gel di pectina e agar, che fanno parte della preparazione, partecipano alla formazione di uno strato protettivo mucoide e antipeptico nel tratto gastrointestinale. Il fosfato di alluminio colloidale lega tossine, batteri, virus, gas endogeni ed esogeni formati a seguito di decadimento e fermentazione patologica in tutto il tratto gastrointestinale, normalizzando il loro passaggio attraverso l'intestino e facilitando in tal modo la loro escrezione dal corpo del paziente. Anche le sensazioni del dolore sono indebolite dal farmaco [3]. Ad adulti e bambini di età superiore ai 6 anni vengono generalmente prescritte 1-2 bustine 2-3 volte al giorno immediatamente dopo i pasti e di notte (con esofagite da reflusso) o più spesso (con altre malattie) - 1-2 ore dopo aver mangiato.

Uno degli antiacidi che ha recentemente attirato anche l'attenzione dei medici è l'idrotalcite (rutacido, talcido), un farmaco a basso contenuto di alluminio e magnesio. Tra le caratteristiche del meccanismo d'azione di questo farmaco vi è il rilascio graduale di ioni alluminio e magnesio, a seconda dello stato del pH del contenuto gastrico. Altri vantaggi dell'idrotalcite sono la neutralizzazione rapida e a lungo termine dell'acido cloridrico con il mantenimento di un pH vicino al normale, effetto protettivo sulla mucosa gastrica con una diminuzione dell'attività proteolitica della pepsina, il legame degli acidi biliari e la forma di rilascio del farmaco - sotto forma di compresse masticabili, che dovrebbero essere accuratamente masticate... Nel trattamento di pazienti adulti, l'idrotalcite viene generalmente prescritta 500-1000 mg (1-2 compresse) 3-4 volte al giorno 1 ora dopo i pasti e prima di coricarsi; dopo errori nella dieta, accompagnati dalla comparsa di sintomi di disagio e dall'abuso di alcol - 1-2 compresse una volta. Per i bambini di età compresa tra 6 e 12 anni, il dosaggio è ridotto di 2 volte. La durata del trattamento è determinata dalle condizioni generali dei pazienti. Non è raccomandato assumere questo farmaco contemporaneamente a bere bevande acide (succhi di frutta, vino).

È noto che insieme ai disturbi dispeptici, solitamente associati a varie malattie dell'esofago e dello stomaco, una parte significativa dei pazienti è preoccupata per la flatulenza che si manifesta per vari motivi, anche nei pazienti, secondo le nostre osservazioni, che hanno assunto inibitori della pompa protonica per lungo tempo. La comparsa sul mercato interno della Russia di un nuovo farmaco antiacido solubile in acqua Almagel neo, contenente nella sua composizione la quantità ottimale di idrossido di alluminio e idrossido di magnesio (rispetto alla sospensione precedentemente nota di Almagel, il contenuto di quest'ultimo è aumentato di 3,9 volte) e il simeticone (antischiuma) introdotto nella sua composizione, consente ai pazienti con secrezione gastrica conservata e aumentata di ottenere un effetto positivo nell'eliminazione dei sintomi di disagio, inclusa la flatulenza, in breve tempo (in media, dal quinto al settimo giorno); solo in caso di gravi sintomi di flatulenza, il trattamento dei pazienti con Almagel neo deve essere iniziato con l'uso di 60 ml / die [13]. L'efficacia di questo farmaco è dovuta alla sua elevata capacità di neutralizzare gli acidi, la presenza nella sua composizione di simeticone (un tensioattivo che riduce la tensione esterna delle bolle di gas), che promuove il rilascio naturale di gas intestinali e il loro assorbimento, che in una certa misura impedisce la comparsa di ritenzione di feci (costipazione) e flatulenza, riduce la probabilità di eruttazione. La presenza di neo-sorbitolo in Almagel consente di utilizzarlo nel trattamento di pazienti che, insieme a una delle malattie acido-dipendenti, hanno il diabete mellito. I soliti dosaggi dell'appuntamento di questo farmaco ai pazienti: all'interno per adulti 1 bustina o 2 cucchiai da dosaggio 4 volte al giorno 1 ora dopo i pasti e di notte; per i bambini di età superiore ai 10 anni, il dosaggio del farmaco è determinato dal medico curante (tenendo conto del peso corporeo e delle condizioni del bambino).

Esistono varie opzioni per la prescrizione di antiacidi ai pazienti per varie malattie, ma molto spesso gli antiacidi sono prescritti nei seguenti casi: con la cosiddetta terapia "on demand" per la rapida eliminazione (diminuzione dell'intensità) dei sintomi di dispepsia, in particolare bruciore di stomaco e dolore (in qualsiasi momento della giornata) ; nel corso del trattamento 30-40 minuti prima o 30-60 minuti dopo un pasto (se necessario e prima di coricarsi) sotto forma di monoterapia o in trattamento complesso, in combinazione, prima di tutto, con procinetici e / o con H2-bloccanti dei recettori dell'istamina (la frequenza e la durata dell'assunzione di antiacidi sono determinate dalle condizioni generali dei pazienti). Di per sé, l'effetto positivo degli antiacidi nell'eliminazione del dolore dietro lo sterno e / o nella regione epigastrica e / o bruciore di stomaco (bruciore) indica la presenza di una malattia acido-dipendente nel paziente. Molto spesso, come mostrano le osservazioni, possono essere necessari antiacidi nel trattamento di pazienti affetti da ulcera peptica, pancreatite cronica, GERD e / o NFD, che possono essere combinati con gastrite iperacida cronica o normacida ed è possibile in pazienti con sindrome NFD senza morfologia segni di gastrite.

Come hanno dimostrato le nostre osservazioni, è più consigliabile usare antiacidi nei seguenti casi. In caso di ulcera peptica associata a Helicobacter pylori (HP), dopo terapia di eradicazione in pazienti con dolore e / o disturbi dispeptici, in particolare bruciore di stomaco. Tuttavia, a causa della capacità di adsorbimento degli antiacidi, il loro uso non è giustificato direttamente durante la terapia di eradicazione dell'Helicobacter pylori: durante questo periodo, i pazienti assumono molte compresse o capsule - 6 volte al giorno il farmaco di base (inibitore della pompa protonica, ranitidina o farmaco bismuto) in combinazione con 2 antibiotici (terapia di prima linea) o 13 volte al giorno 4 farmaci (terapia di seconda linea), poiché aumenta la probabilità di una riduzione dell'efficacia di entrambi gli antibiotici e dei farmaci di base (di base). Tenendo conto del numero di farmaci usati dai pazienti durante il giorno e necessari per ottenere un effetto di eradicazione, vale a dire la distruzione di Helicobacter pylori (HP), nel caso di prescrizione aggiuntiva di farmaci antiacidi, il numero di compresse di farmaci supererà il numero indicato di dosi di farmaci (tenendo conto dei dosaggi), più di 6 e 13 volte al giorno in terapia di prima e seconda linea, rispettivamente.

In caso di ulcera peptica non associata a HP, gli antiacidi possono essere utilizzati con successo come terapia indipendente per ulcera duodenale non diagnosticata di recente diagnosi (con ulcere piccole), nonché come terapia aggiuntiva per ulcera gastrica e ulcera duodenale a H2-bloccanti dei recettori dell'istamina o in terapia su richiesta o inibitori della pompa protonica. Il successo del trattamento dei pazienti dipende in gran parte dalla profondità dell'ulcera.

Quando si confrontano i risultati del trattamento di 4 settimane di 2 gruppi di pazienti che soffrono di ulcera duodenale semplice (uno dei gruppi è stato trattato con vari farmaci antiacidi in forma "liquida" o sotto forma di compresse, 4-6 volte al giorno, che avevano diverse capacità di neutralizzazione - da 120 a 595 mEq di anioni H + al giorno, un altro gruppo di pazienti è stato trattato con dosi terapeutiche di H2-bloccanti dei recettori dell'istamina [7]), non sono state osservate differenze significative nei tempi della scomparsa dei sintomi clinici e della guarigione dell'ulcera. In un altro studio [6], un confronto dei risultati del trattamento di 42 pazienti trattati con fosfalugel, 11 g di gel di fosfato di alluminio 3 volte al giorno (dopo i pasti) per 4 settimane e il trattamento di 49 pazienti trattati con ranitidina, 150 mg 2 volte al giorno, anche in per 4 settimane, ha mostrato quanto segue: la guarigione delle ulcere duodenali è stata osservata, rispettivamente, nel 60 e 55% dei casi. Secondo un altro studio [7], basato sull'analisi dei risultati del trattamento di 6 settimane di 153 pazienti che hanno ricevuto fosfato di alluminio (1 bustina = 11 g di gel) 5 volte al giorno, nel 65% dei casi è stata stabilita la guarigione dell'ulcera..

A seconda dello stadio del corso nel trattamento della MRGE, gli antiacidi possono essere efficacemente utilizzati nei seguenti casi: come farmaco principale in alcuni pazienti con MRGE endoscopicamente negativo e con MRGE nella fase di esofagite da reflusso lieve (con sintomi minimi); combinato con H2-bloccanti dei recettori dell'istamina nel corso del trattamento di pazienti con MRGE nella fase di esofagite da reflusso lieve o moderata, nonché durante la terapia su richiesta; nel corso del trattamento di pazienti con MRGE nello stadio di esofagite da reflusso erosivo in combinazione con H2-bloccanti dei recettori dell'istamina, in terapia su richiesta in combinazione con il trattamento costante di pazienti con inibitori della pompa protonica (durante un'esacerbazione della malattia); nel corso del trattamento di pazienti con MRGE allo stadio di ulcera peptica dell'esofago in combinazione con H2-bloccanti dei recettori dell'istamina o in terapia su richiesta (durante il trattamento di pazienti con inibitori della pompa protonica).

Per migliorare le condizioni dei pazienti, gli antiacidi dovrebbero essere utilizzati anche nel trattamento di pazienti affetti da altre malattie: in particolare, con lesioni erosive e ulcerative dello stomaco e del duodeno associate a farmaci antinfiammatori non steroidei, con lesioni erosive e ulcerative del tratto gastrointestinale superiore, il cui verificarsi possibilmente con cirrosi epatica scompensata, con ulcera peptica combinata con celiachia e con sindrome di Zollinger-Ellison.

Nel corso del trattamento dei pazienti con le malattie elencate, è consigliabile utilizzare antiacidi durante il corso della terapia in combinazione con H2-bloccanti dei recettori dell'istamina (in terapia su richiesta e con inibitori della pompa protonica).

L'uso di antiacidi è utile, come dimostrato dalle osservazioni, e nel trattamento di pazienti con gastrite acuta (come ulteriore agente adsorbente in varie varianti di gastrite acuta); come terapia aggiuntiva (a H2-bloccanti dei recettori dell'istamina o inibitori della pompa protonica) con ulcere di Cushing; nel trattamento di pazienti con ulcere peptiche di gastroenteroanastomosi e pazienti con pancreatite cronica. Gli antiacidi sono usati in combinazione con H2-bloccanti del recettore dell'istamina o inibitori della pompa protonica come terapia su richiesta.

Si consiglia di utilizzare antiacidi nel trattamento di pazienti con patologie intestinali funzionali al fine di eliminare il dolore e / o il disagio. È stato dimostrato [9] che una singola dose di gel di fosfato di alluminio con un volume da 100 a 300 ml, somministrata per os, appena prima di assumere una dose di radiostronzio 85Sr, ha ridotto l'assorbimento di quest'ultimo dell'87,5%, mentre un dosaggio di 100 ml di gel di fosfato di alluminio era altrettanto efficace, nonché 300 ml, che indica altre possibilità di utilizzo di antiacidi.

È noto che il gel di fosfato di alluminio, che è una combinazione di un antiacido e di sostanze che coprono e proteggono la mucosa dagli effetti patologici degli acidi e degli acidi biliari, aiuta ad eliminare (ridurre) il loro effetto "irritante" (patologico) sulla mucosa dell'esofago e dello stomaco, il che rende possibile raccomandare a breve termine uso di questo farmaco in donne in gravidanza o durante l'allattamento dopo il parto [5]. Gli stessi vantaggi del fosfalugel (effetto citoprotettivo del farmaco) proteggono la mucosa dai danni e dagli effetti dell'alcol [4].

Poiché un sintomatico (aggiuntivo) significa eliminare (ridurre l'intensità) dei sintomi della dispepsia, gli antiacidi possono anche essere utilizzati nel trattamento di pazienti con dispepsia organica di varia eziologia (ad esempio, prima del trattamento chirurgico dei pazienti, se necessario, e dopo di esso), nonché per eliminare sintomi di disagio nelle persone che si considerano in salute.

Caratteristiche dell'appuntamento di antiacidi

Quando si prescrivono farmaci antiacidi, è necessario tenere conto del meccanismo o dei meccanismi della loro azione e dei sintomi delle malattie rilevate in pazienti specifici (costipazione, diarrea, ecc.). In particolare, in presenza di diarrea (come fondi aggiuntivi, se necessario), è consigliabile trattare i pazienti con preparati antiacidi contenenti alluminio nella loro composizione (almagel, fosfalugel, rutacido, talcido); per costipazione - antiacidi, che includono magnesio (vernice gelusil, gastal, ecc.).

È noto che gli antiacidi (quando entrano nel corpo dei pazienti) hanno una capacità di assorbimento, a causa di ciò, è possibile ridurre l'attività e la biodisponibilità di alcuni farmaci assunti dai pazienti (ad esempio, H2-bloccanti dei recettori dell'istamina, farmaci antinfiammatori non steroidei, antibiotici, ecc.). Pertanto, quando si prescrivono antiacidi in combinazione con altri farmaci, è consigliabile raccomandare ai pazienti di osservare l'intervallo di tempo tra l'assunzione di antiacidi e altri farmaci (prima o dopo, circa 2-2,5 ore), ovvero indicare l'ora in cui i pazienti assumono farmaci specifici durante il giorno.

Secondo le nostre osservazioni, l'effetto dell'assunzione di antiacidi prodotti sotto forma di gel o sospensioni (rispetto alle forme di compresse) si verifica più velocemente, anche se la forma di compresse sembra essere un po 'più conveniente per la conservazione (specialmente durante i viaggi).

Quando si decide l'uso di antiacidi, specialmente a lungo termine (in dosi elevate), è necessario tenere conto della possibilità di effetti collaterali. Gli effetti collaterali che sono possibili in alcuni pazienti durante l'assunzione di farmaci antiacidi dipendono in gran parte dalle caratteristiche individuali dei pazienti, dai dosaggi degli antiacidi e dalla durata del loro uso. Costipazione o diarrea (a seconda del farmaco antiacido utilizzato nel trattamento dei pazienti) sono gli effetti collaterali più frequenti che si verificano nei pazienti durante l'assunzione di farmaci antiacidi. Un aumento significativo del dosaggio degli antiacidi è il motivo principale della comparsa di costipazione o diarrea e di un uso prolungato e incontrollato - la comparsa di disturbi metabolici.

In particolare, una delle caratteristiche dell'azione dei preparati antiacidi contenenti magnesio è un aumento della funzione motoria dell'intestino, che può portare alla normalizzazione delle feci, ma se assunto eccessivamente, allo sviluppo di diarrea. Un sovradosaggio di antiacidi contenenti magnesio (un aumento degli ioni Mg +++ nel corpo del paziente) aumenta il contenuto di magnesio nel corpo del paziente, che può causare bradicardia e / o insufficienza renale.

Gli antiacidi contenenti calcio, in caso di sovradosaggio, causano un aumento di Ca ++ nel corpo del paziente (insorgenza di ipercalcemia), che può portare alla cosiddetta sindrome "alcalina" nei pazienti con urolitiasi, che a sua volta migliora la formazione di calcoli. Una diminuzione della produzione dell'ormone paratiroideo può portare a un ritardo nell'escrezione del fosforo, a un aumento del contenuto di fosfato di calcio insolubile e, di conseguenza, alla calcificazione dei tessuti del corpo del paziente e al verificarsi di nefrocalcinosi..

Il livello di assorbimento dell'alluminio può essere diverso per i diversi farmaci, che devono essere presi in considerazione quando si determina il possibile rischio di effetti collaterali a causa del fatto che gli antiacidi contenenti alluminio in alcuni pazienti, specialmente con un uso prolungato, possono causare ipofosfatemia, in caso di insufficienza renale - encefalopatia, osteomalacia (con un livello di alluminio superiore a 3,7 μmol / l), sintomi clinici considerati caratteristici dell'avvelenamento (con una concentrazione di alluminio superiore a 7,4 μmol / l). È inoltre necessario tenere conto del fatto che la minore tossicità del fosfato di alluminio A1PO4, rispetto all'idrossido di alluminio A1 (OH) 3, è dovuta alla sua maggiore resistenza alla dissoluzione e alla formazione di complessi neutri in presenza di acidi normalmente contenuti negli alimenti, il che indica una minore tossicità del fosfato alluminio.

Di norma, la comparsa di effetti collaterali può essere evitata se si prendono in considerazione il meccanismo della loro azione, le condizioni di pazienti specifici quando si prescrivono farmaci antiacidi e, inoltre, se viene svolto un lavoro esplicativo dettagliato con i pazienti prima di prescrivere farmaci antiacidi.

Per domande sulla letteratura, si prega di contattare la redazione.

Yu.V. Vasiliev, dottore in scienze mediche, professore

Central Research Institute of Gastroenterology, Mosca

2.2.4.2. antiacidi

Gli antiacidi sono farmaci che neutralizzano l'acido cloridrico, a seguito della quale diminuisce l'effetto irritante del succo gastrico sulla mucosa, diminuisce la sindrome del dolore e si attivano i processi di rigenerazione. Gli antiacidi hanno un effetto rapido ma di breve durata, di solito sono prescritti in combinazione con farmaci che inibiscono la secrezione e la motilità dello stomaco.

Il bicarbonato di sodio usato come antiacido agisce in modo rapido e affidabile. Tuttavia, l'anidride carbonica formata nella reazione di neutralizzazione può causare effetti collaterali: disagio, eruttazione di gas e in caso di ulcera peptica - perforazione (perforazione) dell'ulcera. Se assorbito, il bicarbonato di sodio favorisce lo sviluppo di alcalosi.

Uno degli antiacidi più utilizzati è l'algeldrat (idrossido di alluminio). Il farmaco neutralizza l'acido cloridrico (1 g di idrossido di alluminio equivale a 250 ml di soluzione di acido cloridrico 0,1 N), formando composti di alluminio insolubili e non assorbibili. Si consiglia di combinare idrossido di alluminio con ossido di magnesio (interagisce prontamente con acido cloridrico), poiché il cloruro di magnesio che appare ha proprietà lassative. Viene spesso usata una combinazione chiamata almagel (ossido di magnesio, allumina, D-sorbitolo). Insieme all'antiacido, Almagel ha un effetto assorbente e avvolgente. D-sorbitolo promuove la secrezione biliare e i movimenti intestinali. In combinazione con l'anestesia (Almagel A) viene utilizzato in presenza di sindrome del dolore nella regione epigastrica.

L'uso a lungo termine (più di 3-4 settimane) di Almagel porta a ipofosfatemia. Pertanto, è più preferibile (a lungo termine

ricezione) fosfugugel (gel di fosfato di alluminio minerale, gel organico, agar-agar).

Il trisilicato di magnesio possiede proprietà adsorbenti, avvolgenti e antiacide. Il colloide formato a seguito dell'interazione del trisilicato di magnesio e dell'acido cloridrico protegge la mucosa gastrica dall'azione aggressiva della pepsina e dell'acido cloridrico. Una caratteristica del farmaco è un effetto antiacido a lungo termine..

Vikalin è una preparazione complessa che include nitrato di bismuto di base, carbonato di magnesio di base, bicarbonato di sodio, radice di calamo e polvere di corteccia di olivello spinoso, rutina e kellin. Ha un effetto astringente, antiacido, lassativo, viene utilizzato per l'ulcera gastrica e l'ulcera duodenale.

Trattamento delle malattie gastrointestinali nei bambini

Nei casi in cui viene stabilita la diagnosi e il piano di trattamento viene discusso con il medico, è possibile utilizzare farmaci che sono raccomandati in libri di consultazione speciali per il trattamento di malattie del tratto gastrointestinale. Questa sezione elenca i rimedi più spesso utilizzati nella pratica del trattamento dei bambini..

antiacidi

Nei bambini, le malattie dello stomaco (gastrite cronica, duodenite cronica, ulcera gastrica e ulcera duodenale, disturbi funzionali) nella maggior parte dei casi sono accompagnati da un aumento dell'acidità gastrica. A questi bambini vengono prescritti farmaci che riducono l'acidità. Questi medicinali sono chiamati antiacidi. Esistono antiacidi che riducono l'acidità del succo gastrico neutralizzando l'acido cloridrico (antiacidi classici). Gli antiacidi classici includono carbonato di calcio precipitato, idrossido di alluminio, ossido di magnesio e idrossido di magnesio. Individualmente, questi prodotti chimici sono usati raramente; le composizioni di queste sostanze medicinali sono molto diffuse. I più popolari sono:

Almagel: nomina 1 cucchiaio standard (di plastica) 4 volte al giorno 1-1,5 ore dopo un pasto, l'ultima dose - prima di coricarsi. Il farmaco è disponibile in fiale. Gli analoghi di Almagel sono il gastrogel, prodotto in Cecoslovacchia, e il phosphalugel, prodotto in Jugoslavia..

Vikalin - disponibile in compresse, prescritto per bambini di età inferiore a 1 anno, 0,5 g ciascuno, da 2 a 5 anni - 1-1,5 g, da b a 12 anni - 1-2 g per dose 4 volte al giorno.

Il calcolo della dose giornaliera di antiacido si basa sulla sua attività di neutralizzazione giornaliera dell'acido ottimale (200-400 meq / giorno). Esistono tabelle speciali in cui vengono forniti i calcoli per ciascun farmaco, ma l'uso di queste tabelle richiede conoscenze speciali e pertanto il medico dovrebbe redigere un regime di trattamento. Automedicazione con antiacidi, se consentito, quindi solo nelle prime fasi della malattia e tenendo conto delle raccomandazioni contenute nelle istruzioni per l'uso allegate al farmaco.

Un effetto antiacido è posseduto dai farmaci che agiscono direttamente sulle cellule del rivestimento dello stomaco (sono queste cellule che producono acido cloridrico). Questo gruppo di farmaci include la cosiddetta H.2-istaminolitici (ranitidina, famotidina, ecc.), bloccanti della pompa protonica (omeprazolo, lansoprazolo, ecc.), anticolinergici.

anticolinergici

Nella pratica pediatrica, l'uso più sicuro della gastrocepina anticolinergica.

Gastrocepina - disponibile in compresse da 25 mg; nominare 1 compressa 2 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti, per 4 settimane.

Gli anticolinergici hanno anche un effetto analgesico. La nomina di atropina e farmaci del suo gruppo (tintura di belladonna, platifillina, antispasmodico) a casa in assenza di costante controllo medico (specialmente per atropina) è indesiderabile, poiché richiede, in primo luogo, una selezione speciale di una dose individuale e, in secondo luogo, può causare effetti indesiderati dal cuore, tratto digestivo, organi visivi, sistema nervoso.

antispastici

Con gli spasmi del tratto digestivo, i farmaci vengono utilizzati per alleviare i sintomi del dolore che, come gli anticolinergici, hanno un effetto antispasmodico, ma non influenzano la produzione di acido cloridrico nello stomaco. Attiriamo la vostra attenzione sul fatto che utilizzarli a casa è accettabile solo nei casi in cui vi sia la fiducia che i dolori addominali non siano associati a una malattia chirurgica acuta, ma siano sorti a causa della malattia, la cui diagnosi è stata stabilita. Gli antispasmodici sono prescritti sia per gli spasmi acuti del tratto gastrointestinale, sia in decorso (fino a 2 settimane), dopo che l'attacco di dolore è stato alleviato. Di solito questi medicinali vengono assunti per via orale 15-20 minuti prima dei pasti, in base alla dose di età..

  • Papaverina è disponibile in compresse da 0,04 g; nominare 0,02-0,04 g 3-4 volte al giorno.
  • No-shpa - disponibile in compresse da 0,04 g; nominare 1 / 4-1 / 2 compresse 2-3 volte al giorno.
  • Dibazol - disponibile in compresse da 0,004, 0,003, 0,002, 0,02 g; nominare da 0,003 a 0,03 g (a seconda dell'età) una volta al giorno.

Medicine per ripristinare la mucosa

Le malattie dello stomaco e del duodeno sono caratterizzate non solo da disturbi motori e aumento dell'acidità del succo gastrico, ma anche da cambiamenti nella mucosa di questi organi. Per ripristinare l'integrità della mucosa, esistono numerosi farmaci..

  • Gastrofarm - corpi batterici essiccati del bacillo bulgaro dell'acido lattico, prodotti biologicamente attivi della sua attività vitale e saccarosio. Prescrivere a bambini di età superiore a 7 anni 1 compressa 3 volte al giorno 1 ora prima dei pasti, entro 4 settimane: le compresse devono essere frantumate e mescolate in 50 ml di acqua bollita calda.
  • La vitamina U- è disponibile in compresse da 0,05 g; ai bambini di età inferiore ai 12 anni viene prescritta 1 compressa, oltre i 12 anni - 2 compresse 3 volte al giorno dopo i pasti, entro un mese.
  • Olio di olivello spinoso e olio di rosa canina - disponibile in bottiglie da 100 ml, 1 / 2-1 cucchiaino. (a seconda dell'età) 2-3 volte al giorno per 2-3 settimane.

Negli ultimi anni, nello sviluppo di alcune forme di malattie infiammatorie e lesioni ulcerative dello stomaco e del duodeno, è stato dato importanza a uno speciale microrganismo, Helicobacter pylori. Il trattamento dell'elicobacteriosi richiede l'uso di regimi farmacologici complessi, seguiti da una valutazione speciale dei risultati. L'identificazione di Helicobacter pylori, la determinazione delle indicazioni per il trattamento specifico e il monitoraggio dei risultati di quest'ultimo sono effettuati in istituti medici specializzati per bambini.

lassativi

Come notato sopra, la costipazione è spesso osservata nei bambini di età diverse. Esiste una classe speciale di sostanze medicinali (lassativi) utilizzate in questa condizione. Il gruppo di lassativi comprende farmaci che differiscono l'uno dall'altro nel meccanismo del loro effetto sulla funzione motoria dell'intestino. Alcuni di essi contribuiscono al flusso e alla ritenzione di acqua nel lume intestinale e all'addolcimento delle feci: questo gruppo di lassativi comprende solfati di magnesio, sodio, calcio, potassio e loro complessi, nonché preparati a base di radice di rabarbaro, corteccia di olivello spinoso, frutti di gallo, foglie di senna... I lassativi salini sono prescritti a bambini di età superiore ai 3 anni per le seguenti indicazioni: ritenzione acuta delle feci, intossicazione alimentare, preparazione per l'esame endoscopico dell'intestino.

Solfato di magnesio, solfato di sodio: ai bambini di 1 anno vengono prescritti 1 g per assunzione (una volta) a stomaco vuoto in 1 / 4-1 / 2 bicchiere d'acqua, bere 1-2 bicchieri di acqua bollita. L'effetto è evidente in 4-6 ore. Puoi inserire una soluzione al 20% in un clistere. L'uso di lassativi salini per costipazione cronica, cioè, sistematicamente, non è raccomandato, poiché è stato stabilito che questi farmaci, con un uso prolungato, danneggiano la mucosa intestinale.

Dei lassativi di origine vegetale, i più diffusi sono i preparati a base di radice di rabarbaro e foglie di senna:

Radice di rabarbaro - disponibile sotto forma di polvere, compresse, estratto. La polvere di rabarbaro è prescritta per i bambini di 2 anni, 0,1 g ciascuno; 3-4 anni - 0,15 g ciascuno; 5-6 anni - 0,2 g ciascuno; 7-9 anni - 0,25-0,5 g ciascuno; oltre 9 anni - 0,5-1 g per ricevimento. Il corso del trattamento è stabilito da un medico.

Le foglie di senna sono disponibili sotto forma di infusione acquosa, compresse di estratto secco, Senade, Glaxena, compresse di Senadexin, preparazioni complesse, tra cui Senna, Kafiol (in bricchette), Regulax (in compresse)... Le compresse di senna sono prescritte di notte, per bambini 1-3 anni - 1/2 compressa ciascuno; 4-12 anni - 1 compressa. Le feci di solito tornano alla normalità dopo alcuni giorni. "Kafiol" è prescritto 1 / 2-2 bricchette (a seconda dell'effetto) 3 volte al giorno. Il corso del trattamento - fino a 2 settimane.

Lassativi sintetici - fenolftaleina (purgene), isafenina, bisacodile: è indesiderabile utilizzare a causa di una vasta gamma dei loro effetti collaterali. È più opportuno che la costipazione cronica prescriva ai bambini le preparazioni di alghe, che causano il movimento intestinale aumentando il volume del suo contenuto.

Polvere di alghe - prendere 1 / 2-1 cucchiaino. 1 volta al giorno prima di coricarsi, bere 1 / 4-1 / 2 bicchiere d'acqua.

Laminarid - disponibile in granuli; nomina 1/2 cucchiaino. 1-3 volte al giorno dopo i pasti, bere 1 / 4-1 / 2 bicchiere d'acqua.

Crusca di frumento non trattata: prima dell'uso, versare sopra acqua bollente e prenderla con acqua o aggiungerla a alimenti liquidi pronti (gelatina, composta, zuppa). La dose iniziale è di 1 cucchiaino. 3 volte al giorno per 2 settimane, in assenza di effetto - 1 dessert (bambini dai 3 ai 7 anni) o un cucchiaio (bambini dai 7 anni) cucchiaio 3 volte al giorno. La durata del corso è fino alla scomparsa della costipazione. Quindi continuare la ricezione profilattica: 1,5-2 cucchiaini. 3 volte al giorno per 4 settimane.

Agenti antidoping

I farmaci antinfiammatori hanno l'effetto opposto dei lassativi. Questi ultimi sono divisi in 4 gruppi: riducendo l'accumulo di acqua nel lume intestinale (nella pratica pediatrica su base ambulatoriale, di solito non vengono utilizzati); enterosorbenti (assorbono l'acqua in eccesso, batteri e virus, sostanze tossiche nel lume intestinale); regolatori della motilità intestinale; farmaci ad azione mista (solitamente di origine vegetale).

Argilla bianca (caolino) - disponibile in polvere; nomina 1 cucchiaino. bambini sotto i 3 anni, 1 dic. l. - bambini di età superiore ai 3 anni 1-2-3 volte al giorno (a seconda dell'effetto) prima dei pasti. Una dose efficace viene somministrata entro 7-10 giorni e poi gradualmente ritirata.

Carbone attivo - disponibile sotto forma di compresse (carbolene) e polvere di lignina (poliphepan); il carbolene è prescritto in 1-3 compresse, poliphepan - 1 cucchiaino, dessert o cucchiaio (la dose è selezionata individualmente) 3-4 volte al giorno. Il corso del trattamento - fino a 2 settimane.

Reasek (lomotil) - disponibile in compresse e soluzione; 1 compressa corrisponde a 25 gocce di soluzione o 1 ml; all'età di 6 mesi nominare 6 gocce, da 6 a 12 mesi - 10 gocce, da 1 anno a 2 anni - 15 gocce, da 2 a 6 anni - 20 gocce, oltre 6 anni - 25 gocce 3 volte al giorno prima dei pasti... L'uso a lungo termine può provocare nausea e vomito, sonnolenza o agitazione, dolore addominale, ritenzione urinaria.

Imodio (laperamide) - disponibile in capsule da 2 mg, in soluzione (in un flacone da 100 ml al tasso di 0,2 mg / ml), in gocce (15 ml in un flacone). Ai bambini di età inferiore a 1 anno non viene prescritto Imodium, all'età di 1 a 5 anni vengono prescritti in soluzione o in gocce, a un'età più avanzata - in capsule. Dosi raccomandate: per la diarrea acuta, la dose iniziale per i bambini di età pari o superiore a 5 anni è di 1 capsula (10 ml), quindi la stessa dose dopo ogni feci molli per (in media) 4 giorni. Nella diarrea cronica, il corso del trattamento è di 18 giorni, la dose iniziale è di 1 capsula (10 ml), la dose di mantenimento è di 1-6 capsule al giorno (selezionate individualmente). La soluzione di sodio è presa in 1 cucchiaino. (5 ml) per 10 kg di peso corporeo 2-3 volte al giorno, imodio in gocce - 1 goccia per 1 kg di peso corporeo 2-3 volte al giorno. Possibili complicazioni - lo stesso di quando si prescrive un reasek.

Antidroga alle erbe: Erba di iperico, rizoma e radice di burnet, fiori di camomilla, frutti di mirtilli e ciliegia di uccello, rizoma di cinquefoil, scorza di melograno, corteccia di quercia. Dosi di sostanza medicinale secca per la preparazione di decotti: all'età di 1 anno -1/2 cucchiaino, da 1 anno a 3 anni -1 ora. l., da 3 a 7 anni - 1 dec. l., oltre 7 anni - 1 cucchiaio. l. Questa quantità viene prodotta in 100-400 ml di acqua bollente, il brodo viene raffreddato, filtrato attraverso 2-3 strati di garza, spremuto, portato al volume originale e somministrato 15 minuti prima dei pasti 4-6 volte al giorno caldo. La dose giornaliera di brodo a seconda dell'età: per bambini di età inferiore a 1 anno - 100 ml, da 1 a 3 anni - 200 ml, da 3 a 7 anni - 300 ml, oltre 7 anni - 400 ml.

Preparati enzimatici

La diarrea cronica nei bambini di solito indica una mancanza di funzione digestiva intestinale. In questi casi, insieme ai farmaci antinfiammatori, è anche indicato l'uso di preparati enzimatici. Quando si crea quest'ultimo, vengono utilizzati estratti ed estratti dalle mucose dello stomaco e dell'intestino e il pancreas di vari animali. La durata dei cicli di trattamento con preparati enzimatici è determinata individualmente, ma con un decorso favorevole non deve superare 1 mese.

Di interesse pratico è il farmaco mezim forte (compresse rivestite). I motivi della sua nomina ai bambini sono:

  • insufficienza pancreatica esocrina clinicamente evidente, acuta o cronica;
  • sindrome dispeptica, che spesso accompagna nell'infanzia non solo infezioni del tratto gastrointestinale, ma anche altre malattie acute (ARVI, tonsillite, polmonite, mononucleosi, ecc.);
  • pancreatite acuta e cronica in fase di sottomissione;
  • malattia del fegato senza segni di insufficienza epatica;
  • ipotrofia;
  • dermatosi allergiche;
  • inesattezze nella dieta;
  • malattie funzionali dell'apparato digerente (inclusa acalasia dell'esofago e del cardias, dispancreatismo, discinesia biliare, ecc.);
  • enterite cronica ed enterocolite;
  • enteropatia essudativa;
  • avvelenamento.

Mezim forte soddisfa i requisiti di base per i preparati enzimatici: atossicità; buona tolleranza; azione ottimale di pH 6-7; resistenza al guscio all'acido cloridrico; il contenuto di una quantità di enzimi digestivi attivi sufficienti per l'infanzia, garantendo la scomposizione dei componenti alimentari. D'altra parte, l'assenza di grandi unità di attività (specialmente per la lipasi) nelle compresse di mezim forte non sopprime la funzione esocrina del proprio pancreas secondo il principio del feedback.

Indubbiamente, la proprietà positiva di Berlin-Chemi AG è l'assenza di componenti biliari che contribuiscono a una diminuzione del pH dello stomaco e aumentano la parte acquosa del succo pancreatico, che riduce la concentrazione di enzimi pancreatici nel contenuto intestinale e spesso aumenta la diarrea. Mezim forte non provoca tali effetti collaterali.

Scegliere una dose di mezim forte per i bambini:

i bambini di età superiore ai 7 anni possono essere consigliati 1-2 compresse 2-3 volte al giorno (vicino alle dosi degli adulti);

bambini da 1 a 7 anni - da 1/4 compressa a 1 compressa per ricevimento 1-3 volte al giorno.

Mezim forte non ha proprietà organolettiche negative, quindi le compresse possono essere divise in parti, il che è importante per i bambini..

Naturalmente, va tenuto presente che quando la compressa è divisa in parti, l'efficacia del farmaco diminuisce. Pertanto, le dosi sono selezionate individualmente (tenendo conto dei dati clinici e di laboratorio e delle loro dinamiche).

Il corso del trattamento con mezim forte in condizioni acute (ad esempio, con sindrome dispeptica, esacerbazione della dermatite allergica, ecc.), Che si verificano più spesso durante l'infanzia, è di solito 4-5 giorni. Nelle malattie croniche del tratto gastrointestinale, il corso del trattamento è di 2-4 settimane.

La comparsa sul mercato farmaceutico di preparati enzimatici a due gusci con elevata attività lipasi (20.000-30.000 U) ha portato a un significativo sollievo da un danno così grave al pancreas come la fibrosi cistica (fibrosi cistica). L'incidenza di questa malattia in Europa è di 1: 2000. Per tali bambini, per motivi di salute, vengono prescritti enzimi con attività lipasi di 60.000-100.000 unità al giorno. In letteratura, tuttavia, sono stati descritti più di 100 casi di complicanze - stenosi del colon - da dosi così elevate nei bambini. Pertanto, i pediatri devono prestare estrema attenzione quando prescrivono enzimi ad alta attività, soprattutto perché i disturbi funzionali della digestione che si trovano spesso in pediatria sono perfettamente controllati da dosi significativamente più basse di enzimi pancreatici, come ad esempio le compresse di mezim forte.

Le reazioni allergiche nei bambini con mezim forte non sono descritte.

Farmaci coleretici

Gli agenti coleretici occupano un posto significativo nel trattamento delle malattie dell'apparato digerente nei bambini. Di solito sono prescritti per discinesia o infiammazione della cistifellea e del tratto biliare, con malattia del calcoli biliari. Tutti gli agenti coleretici sono divisi in due grandi gruppi: i farmaci del primo gruppo aiutano a migliorare la produzione di bile da parte del fegato, il secondo - il normale flusso di bile dal tratto biliare nel duodeno. Il primo gruppo comprende, in particolare, farmaci contenenti bile animale (allochol, colenzima, lyobil); droghe sintetiche (nicodina, oxaphen-ammide, tsikvalone); rimedi erboristici a base di crespino, immortelle sabbiose, buoi, mais, tanaceto comune, celidonia, rosa canina. Di seguito una descrizione dei farmaci più famosi..

Allohol è una preparazione combinata, ciascuna delle quali comprende: bile animale secca, estratto di aglio, estratto di ortica, carbone attivo. È usato per una combinazione di malattie del tratto biliare e dell'intestino (costipazione). Assegnare ai bambini in età prescolare e in età scolare 1 compressa 3 volte al giorno 10 minuti prima dei pasti per 3-4 settimane.

Colenzima - contiene enzimi intestinali biliari secchi, pancreatici e bovini. A differenza dell'allochol, è consigliabile la sua nomina quando si combinano patologie del tratto biliare e feci molli. Prendi 1 compressa 1-2-3 volte al giorno (a seconda dell'età) per 3-4 settimane.

Lyobil - bile bovina liofilizzata - è disponibile in compresse da 0,2 g Monodose - 1 / 2-1 compresse (a seconda dell'età) 2-3 volte al giorno dopo i pasti.

Nikodin - non ha solo un'azione coleretica, ma anche antimicrobica. Disponibile in compresse da 0,5 g Prescrivere 1 compressa 2-3-4 volte al giorno (a seconda dell'età), lavata con 1/2 bicchiere d'acqua. Il corso del trattamento è di 10-14 giorni.

Oxafenamide: migliora la produzione di bile e aiuta a normalizzare il suo ingresso nel duodeno, allevia lo spasmo del tratto biliare. Disponibile in compresse da 0,25 g; nominare 1 compressa 3 volte al giorno prima dei pasti per 15-20 giorni.

Tsikvalon - stimola la formazione della bile, ha un effetto antinfiammatorio. Disponibile in compresse da 0, T g;

nominare nei primi 2 giorni 1 compressa 3 volte al giorno, quindi 1 compressa 4 volte al giorno per 3-4 settimane.

I preparati a base di erbe più comunemente usati sono:

Cholosas è un estratto di acqua condensata di rosa canina con zucchero. Assegnato a bambini 1 / 4-1 / 2 cucchiaini. 2-3 volte al giorno per 3 settimane. L'infusione di cinorrodo viene preparata alla velocità di 10 g di frutta secca per 200 ml. Assegna ai bambini 1 / 4-1 / 2 cucchiai. l. Una volta al giorno per 3 settimane.

Estratto di seta di mais - prescritto al ritmo di 1 goccia per 1 anno di vita 2-3 volte al giorno prima dei pasti per 3 settimane.

"Decotto di tanaceto ordinario" - viene preparato al ritmo di 5 g per 100 ml ed è prescritto per i bambini dai 3 ai 7 anni, 1 cucchiaino, dai 7 ai 10 anni - 1 dess. l., oltre 10 anni - 1 cucchiaio. l. 3 volte al giorno prima dei pasti per 3 settimane.

Degli agenti coleretici del secondo gruppo, vengono sempre più utilizzati sorbitolo, xilitolo, mannitolo (alcoli poliidrici). Insieme all'effetto coleretico, hanno altre proprietà: migliorano il funzionamento del pancreas, aumentano l'attività motoria dello stomaco e dell'intestino. Gli alcoli poliidrici sono usati per sondare il duodeno (il cosiddetto sondaggio "cieco"). Allo stesso tempo, una soluzione acquosa al 10% di sorbitolo o una soluzione acquosa al 30% di xilitolo viene assunta per via orale in una quantità di 50-100 ml, a seconda dell'età. Se compaiono effetti indesiderati (nausea, vomito, bruciore di stomaco, feci molli), la dose deve essere ridotta.

Fonte: l'Enciclopedia medica completa per l'intera famiglia. V.G. Liflyandsky

Articoli Su Epatite