Trattamento dell'Helicobacter pylori: schemi per l'eradicazione dell'Helicobacter pylori (uso di antibiotici, agenti chemioterapici, preparati di bismuto), rimedi popolari, abitudini alimentari. Complicanze durante e dopo il trattamento

Principale Gastrite

Il sito fornisce informazioni di base a solo scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Quale medico contattare con Helicobacter pylori?

Quali studi può prescrivere un medico per Helicobacter pylori?

In caso di Helicobacter pylori, il medico deve valutare la presenza e la quantità di Helicobacter pylori nello stomaco, nonché valutare le condizioni della mucosa dell'organo al fine di prescrivere un trattamento adeguato. Per questo, vengono utilizzati numerosi metodi e, in ogni caso, il medico può prescrivere uno di essi o una combinazione di essi. Molto spesso, la scelta della ricerca viene effettuata sulla base di quali metodi può eseguire il laboratorio di un istituto medico o quali esami a pagamento possono permettersi una persona in un laboratorio privato..

Di norma, se si sospetta l'elicobacteriosi, il medico prescrive un esame endoscopico: fibrogastroscopia (FGS) o fibrogastroesophagoduodenoscopy (FEGDS) (iscrizione), durante il quale uno specialista può valutare le condizioni della mucosa gastrica, identificare la presenza di ulcere, gonfiore, arrossamento, edema su di essa, appiattimento di pieghe e muco nuvoloso. Tuttavia, l'esame endoscopico consente solo di valutare lo stato della mucosa e non fornisce una risposta esatta alla domanda se c'è Helicobacter pylori nello stomaco.

Pertanto, dopo un esame endoscopico, il medico di solito prescrive alcuni altri test che consentono con un alto grado di affidabilità di rispondere alla domanda se esiste un Helicobacter nello stomaco. A seconda delle capacità tecniche dell'istituzione, due gruppi di metodi possono essere utilizzati per confermare la presenza o l'assenza di Helicobacter pylori - invasivo o non invasivo. Invasivo comporta l'assunzione di un pezzo di tessuto dello stomaco durante l'endoscopia (iscrizione) per ulteriori test e per quelli non invasivi, vengono prelevati solo sangue, saliva o feci. Di conseguenza, se è stato effettuato un esame endoscopico e l'istituzione ha capacità tecniche, allora uno dei seguenti test è prescritto per identificare Helicobacter pylori:

  • Metodo batteriologico. È una coltura di microrganismi su un pezzo di mucosa gastrica prelevata durante l'endoscopia. Il metodo consente con un'accuratezza del 100% di identificare la presenza o l'assenza di Helicobacter pylori e determinare la sua sensibilità agli antibiotici, il che consente di prescrivere il regime terapeutico più efficace.
  • Microscopia a contrasto di fase. È l'esame di un intero pezzo non trattato di mucosa gastrica prelevato durante l'endoscopia al microscopio a contrasto di fase. Tuttavia, questo metodo consente di rilevare Helicobacter pylori solo quando ce ne sono molti..
  • Metodo istologico È l'esame di un pezzo preparato e macchiato di mucosa raccolto durante l'endoscopia al microscopio. Questo metodo è estremamente preciso e consente di rilevare Helicobacter pylori, anche se sono presenti in piccole quantità. Inoltre, il metodo istologico è considerato il "gold standard" nella diagnosi di Helicobacter pylori e consente di determinare il grado di contaminazione dello stomaco da parte di questo microrganismo. Pertanto, se è tecnicamente possibile, dopo l'endoscopia identificare il microbo, il medico prescrive questo studio particolare..
  • Studio immunoistochimico. È l'identificazione di Helicobacter pylori in un pezzo di mucosa prelevato durante l'endoscopia usando il metodo ELISA. Il metodo è molto accurato, ma, sfortunatamente, richiede elevate qualifiche del personale e delle attrezzature tecniche del laboratorio, quindi non viene eseguito in tutte le istituzioni.
  • Test di aumento (iscrizione). È l'immersione di un pezzo di membrana mucosa presa durante l'endoscopia in una soluzione di urea e la successiva fissazione dei cambiamenti nell'acidità della soluzione. Se, entro un giorno, la soluzione di urea diventa cremisi, ciò indica la presenza di Helicobacter pylori nello stomaco. Inoltre, il tasso di comparsa di un colore lampone consente anche di stabilire il grado di contaminazione dello stomaco con i batteri.
  • PCR (reazione a catena della polimerasi), eseguita direttamente sul pezzo raccolto della mucosa gastrica. Questo metodo è molto preciso e consente anche di rilevare la quantità di Helicobacter pylori.
  • Citologia. L'essenza del metodo risiede nel fatto che le stampe sono fatte dal pezzo raccolto di mucosa, macchiato secondo Romanovsky-Giemsa e studiato al microscopio. Sfortunatamente, questo metodo ha una bassa sensibilità, ma è usato abbastanza spesso..

Se non è stato eseguito un esame endoscopico o durante il suo corso non è stato prelevato un pezzo di membrana mucosa (biopsia), quindi per determinare se una persona ha Helicobacter pylori, il medico può prescrivere uno dei seguenti test:
  • Aumenta il test del respiro. Questo test viene generalmente eseguito durante l'esame iniziale o dopo il trattamento, quando è necessario stabilire se Helicobacter pylori è presente nello stomaco di una persona. Consiste nel prelievo di campioni di aria espirata e successiva analisi del contenuto di anidride carbonica e ammoniaca in essi contenuti. Innanzitutto, vengono prelevati campioni di fondo di aria espirata, quindi vengono forniti alla persona colazione e marcato carbonio C13 o C14, dopodiché vengono prelevati altri 4 campioni di aria espirata ogni 15 minuti. Se nei campioni di aria di test prelevati dopo la colazione, la quantità di carbonio marcato viene aumentata del 5% o più rispetto allo sfondo, il risultato del test viene considerato positivo, il che indica senza dubbio la presenza di Helicobacter pylori nello stomaco umano.
  • Analisi per la presenza di anticorpi contro Helicobacter pylori (iscrizione) nel sangue, nella saliva o nel succo gastrico mediante ELISA. Questo metodo viene utilizzato solo quando una persona viene esaminata per la prima volta per la presenza di Helicobacter pylori nello stomaco e non ha precedentemente ricevuto un trattamento per questo microrganismo. Per controllare il trattamento effettuato, questo test non viene utilizzato, poiché gli anticorpi rimangono nel corpo per diversi anni, mentre lo stesso Helicobacter pylori non è più lì.
  • Analisi delle feci per la presenza di Helicobacter pylori mediante PCR. Questa analisi viene utilizzata raramente a causa della mancanza della capacità tecnica necessaria, ma è abbastanza accurata. Può essere utilizzato sia per la rilevazione primaria di infezione da Helicobacter pylori, sia per il monitoraggio dell'efficacia della terapia.
Di solito, viene selezionata e assegnata un'analisi, che viene eseguita in un istituto medico.

Come trattare Helicobacter pylori. I principali metodi e regimi di trattamento per l'elicobatteriosi

Terapia moderna delle malattie associate all'Helicobacter. Qual è lo schema di eradicazione di Helicobacter pylori

Dopo la scoperta del ruolo principale del batterio Helicobacter pylori nello sviluppo di malattie come la gastrite di tipo B e l'ulcera gastrica e l'ulcera duodenale, è iniziata una nuova era nel trattamento di queste malattie.

I più recenti metodi di trattamento sono stati sviluppati in base alla rimozione di H. pylori dal corpo per ingestione di combinazioni di farmaci (la cosiddetta terapia di eradicazione).

Lo schema standard per l'eradicazione dell'Helicobacter pylori comprende necessariamente farmaci che hanno un effetto antibatterico diretto (antibiotici, farmaci antibatterici chemioterapici), nonché farmaci che riducono la secrezione di acido gastrico e creano quindi un ambiente sfavorevole per i batteri.

Helicobacter pylori dovrebbe essere trattato? Indicazioni per l'uso della terapia di eradicazione dell'elicobatteriosi

Non tutti i portatori di Helicobacter pylori sviluppano processi patologici associati a Helicobacter pylori. Pertanto, in ogni caso specifico di rilevazione di Helicobacter pylori in un paziente, è necessario consultare un gastroenterologo e spesso con altri specialisti per determinare le tattiche e la strategia medica..

Tuttavia, la comunità mondiale di gastroenterologi ha sviluppato standard chiari che disciplinano i casi in cui la terapia di eradicazione dell'elicobatteriosi con regimi speciali è un'esigenza urgente..

Gli schemi con farmaci antibatterici sono prescritti per le seguenti condizioni patologiche:

  • ulcera peptica dello stomaco e / o del duodeno;
  • condizione dopo resezione dello stomaco per cancro allo stomaco;
  • gastrite con atrofia della mucosa gastrica (condizione precancerosa);
  • cancro allo stomaco in parenti prossimi;
  • Linfoma MALT.

Inoltre, la consultazione mondiale dei gastroenterologi raccomanda vivamente la terapia di eradicazione dell'Helicobacter pylori per le seguenti malattie:
  • dispepsia funzionale;
  • reflusso gastroesofageo (una patologia caratterizzata dal lancio del contenuto dello stomaco nell'esofago);
  • malattie che richiedono un trattamento a lungo termine con farmaci antinfiammatori non steroidei.

Come uccidere Helicobacter pylori in modo sicuro e confortevole? Quali requisiti soddisfa il regime terapeutico moderno standard per malattie come la gastrite associata a Helicobacter pylori e le ulcere gastriche e / o duodenali??

Prima e seconda linea di terapia di eradicazione. Regime di trattamento a tre componenti per Helicobacter pylori con antibiotici e quadroterapia con Helicobacter (regime a 4 componenti)

Oggi sono state sviluppate le cosiddette prime e seconde linee di terapia di eradicazione dell'Helicobacter pylori. Sono stati adottati durante le conferenze di conciliazione con la partecipazione dei principali gastroenterologi del mondo..

Il primo consiglio mondiale di dottori sulla lotta contro l'Helicobacter pylori si è tenuto nella città di Maastricht alla fine del secolo scorso. Da allora, si sono tenute diverse conferenze simili, tutte chiamate Maastricht, anche se le ultime conferenze si sono svolte a Firenze..

I luminari del mondo sono giunti alla conclusione che nessuno degli schemi di eradicazione offre una garanzia al 100% di sbarazzarsi di Helicobacter pylori. Pertanto, è stato proposto di formulare diverse "linee" di schemi, in modo che un paziente trattato secondo uno dei regimi di prima linea, in caso di fallimento, possa passare a regimi di seconda linea..

I regimi di prima linea sono composti da tre componenti: due agenti antibatterici e un farmaco del gruppo dei cosiddetti inibitori della pompa protonica, che riducono la secrezione di acido gastrico. In questo caso, il farmaco antisecretorio, se necessario, può essere sostituito con un farmaco bismuto che ha un effetto battericida, antinfiammatorio e cauterizzante.

Gli schemi di seconda linea sono anche chiamati quadroterapia con Helicobacter, poiché consistono in quattro farmaci: due farmaci antibatterici, una sostanza antisecretoria dal gruppo di inibitori della pompa protonica e un farmaco bismuto.

Helicobacter pylori può essere curato se la prima e la seconda linea della terapia di eradicazione erano impotenti? Sensibilità agli antibiotici dei batteri

Nei casi in cui la prima e la seconda linea della terapia di eradicazione erano impotenti, di norma, stiamo parlando di un ceppo di Helicobacter pylori che è particolarmente resistente ai farmaci antibatterici..

Al fine di distruggere i batteri nocivi, i medici conducono una diagnosi preliminare della sensibilità del ceppo agli antibiotici. Per fare questo, durante la fibrogastroduodenoscopia, una cultura di Helicobacter pylori viene presa e seminata su mezzi nutritivi, determinando la capacità di varie sostanze antibatteriche di sopprimere la crescita di colonie di batteri patogeni.

Quindi al paziente viene prescritta una terza linea di terapia di eradicazione, il cui schema include farmaci antibatterici selezionati individualmente..

Va notato che l'aumento della resistenza dell'Helicobacter pylori agli antibiotici è uno dei problemi principali della moderna gastroenterologia. Ogni anno vengono testati sempre più nuovi regimi di terapia di eradicazione, progettati per distruggere ceppi particolarmente resistenti..

Gli antibiotici sono i farmaci numero uno per il trattamento di Helicobacter pylori

Quali antibiotici sono prescritti per l'infezione da Helicobacter pylori per il trattamento: amoxicillina (Flemoxin), claritromicina, ecc..

Alla fine degli anni ottanta, è stata studiata la sensibilità delle colture batteriche dell'Helicobacter pylori agli antibiotici e si è scoperto che in una provetta le colonie dell'agente causale della gastrite associata all'Helicobacter possono essere facilmente distrutte con l'aiuto di 21 agenti antibatterici.

Tuttavia, questi dati non sono stati confermati nella pratica clinica. Quindi, ad esempio, l'eritromicina antibiotica, che è altamente efficace in un esperimento di laboratorio, era assolutamente impotente per espellere l'Helicobacter dal corpo umano.

Si è scoperto che l'ambiente acido disattiva completamente molti antibiotici. Inoltre, alcuni agenti antibatterici non sono in grado di penetrare negli strati profondi del muco, in cui vive la maggior parte dei batteri Helicobacter pylori..

Quindi la scelta di antibiotici in grado di far fronte all'Helicobacter pylori non è così eccezionale. Oggi, i seguenti medicinali sono i più popolari:

  • amoxicillina (Flemoxin);
  • claritromicina;
  • azitromicina;
  • tetraciclina;
  • levofloxacina.

Amoxicillina (Flemoxin) - compresse di Helicobacter pylori

L'amoxicillina antibiotica ad ampio spettro è inclusa in molti schemi di terapia di eradicazione dell'Helicobacter pylori, sia di prima che di seconda linea.

L'amoxicillina (un altro nome popolare per questo farmaco è Flemoxin) si riferisce alle penicilline semisintetiche, cioè è un parente distante del primo antibiotico inventato dall'umanità.

Questo farmaco ha un effetto battericida (uccide i batteri), ma agisce esclusivamente sulla moltiplicazione dei microrganismi, quindi non è prescritto insieme ad agenti batteriostatici che inibiscono la divisione attiva dei microbi.

Come la maggior parte degli antibiotici della serie di penicilline, l'amoxicillina ha relativamente poche controindicazioni. Il farmaco non è prescritto per l'ipersensibilità alle penicilline, nonché per i pazienti con mononucleosi infettiva e tendenza alle reazioni leucemidi.

Con cautela, l'amoxicillina viene utilizzata durante la gravidanza, l'insufficienza renale e anche con le indicazioni esistenti di una colite associata ad antibiotico..
Maggiori informazioni sulla droga amoxicillina

Amoxiclav - un antibiotico che uccide i batteri particolarmente resistenti Helicobacter pylori

L'amoxiclav è un farmaco combinato costituito da due principi attivi: amoxicillina e acido clavulanico, che garantisce l'efficacia del farmaco in relazione ai ceppi di microrganismi resistenti alla penicillina.

Il fatto è che le penicilline sono il gruppo più antico di antibiotici, con cui molti ceppi di batteri hanno già imparato a combattere producendo enzimi speciali: le beta-lattamasi, che distruggono il nucleo della molecola della penicillina.

L'acido clavulanico è un beta-lattamici e prende il colpo delle beta-lattamasi di batteri resistenti alla penicillina. Di conseguenza, gli enzimi che distruggono la penicillina sono legati e le molecole libere di amoxicillina distruggono i batteri.

Le controindicazioni all'assunzione di Amoxiclav sono le stesse del caso dell'amoxicillina. Tuttavia, si deve notare che l'amoxiclav più spesso causa disbiosi grave rispetto all'amoxicillina convenzionale.
Maggiori informazioni sul farmaco Amoxiclav

Claritromicina antibiotica (Klacid) come rimedio contro H. pylori

L'antibiotico claritromicina è uno dei medicinali più popolari usati contro i batteri H. pylori. È usato in molti regimi di eradicazione di prima linea.

La claritromicina (Klacid) si riferisce agli antibiotici del gruppo eritromicina, che sono anche chiamati macrolidi. Questi sono antibiotici battericidi di ampio spettro d'azione con bassa tossicità. Pertanto, l'assunzione di macrolidi di seconda generazione, che includono claritromicina, provoca effetti collaterali negativi solo nel 2% dei pazienti..

Tra gli effetti collaterali, i più comuni sono nausea, vomito, diarrea, meno spesso - stomatite (infiammazione della mucosa orale) e gengivite (infiammazione delle gengive), ancora meno spesso - colestasi (ristagno della bile).

La claritromicina è una delle medicine più potenti usate contro i batteri di H. pylori. La resistenza a questo antibiotico è relativamente rara.

La seconda qualità molto interessante di Klacid è il suo sinergismo con i farmaci antisecretori del gruppo di inibitori della pompa protonica, che sono anche inclusi nei regimi di terapia di eradicazione. Pertanto, la claritromicina e i farmaci antisecretori prescritti congiuntamente si rafforzano reciprocamente, contribuendo alla rapida espulsione dell'Helicobacter dal corpo.

La claritromicina è controindicata in caso di aumento della sensibilità individuale ai macrolidi. Questo farmaco viene usato con cautela nell'infanzia (fino a 6 mesi), nelle donne in gravidanza (specialmente nel primo trimestre), con insufficienza renale ed epatica.
Maggiori informazioni sulla claritromicina

L'azitromicina antibiotica è un farmaco "di riserva" per Helicobacter pylori

Tuttavia, l'azitromicina è prescritta in alternativa alla claritromicina nei casi in cui effetti collaterali come la diarrea ne impediscono l'uso.

I vantaggi dell'azitromicina rispetto a Klacid sono anche una maggiore concentrazione nel succo gastrico e intestinale, che promuove un'azione antibatterica mirata e facilità di somministrazione (solo una volta al giorno).
Maggiori informazioni sull'azitromicina

Come uccidere Helicobacter pylori se la prima linea di terapia di eradicazione fallisce? Trattare un'infezione con tetraciclina

La tetraciclina antibiotica è relativamente più tossica, quindi è prescritta nei casi in cui la prima linea di terapia di eradicazione era impotente.

È un antibiotico batteriostatico con un ampio spettro di azione, che è l'antenato del gruppo con lo stesso nome (gruppo tetraciclina).

La tossicità dei farmaci del gruppo delle tetracicline è in gran parte dovuta alla caratteristica che le loro molecole non sono selettive e influenzano non solo i batteri patogeni, ma anche la moltiplicazione delle cellule del macroorganismo.

In particolare, la tetraciclina è in grado di inibire l'ematopoiesi, causando anemia, leucopenia (una diminuzione del numero di leucociti) e trombocitopenia (una diminuzione del numero di piastrine), interrompendo la spermatogenesi e la divisione cellulare delle membrane epiteliali, contribuendo al verificarsi di erosioni e ulcere nella dermatite, e nella dermatite, causando l'erosione.

Inoltre, la tetraciclina ha spesso un effetto tossico sul fegato e interrompe la sintesi proteica nel corpo. Nei bambini, gli antibiotici di questo gruppo causano una crescita ridotta di ossa e denti, nonché disturbi neurologici..

Pertanto, le tetracicline non sono prescritte per i piccoli pazienti di età inferiore agli 8 anni, nonché per le donne in gravidanza (il farmaco attraversa la placenta).

La tetraciclina è anche controindicata nei pazienti con leucopenia e patologie come insufficienza renale o epatica, ulcere gastriche e / o duodenali richiedono particolare attenzione quando si prescrive il farmaco.
Maggiori informazioni sulla tetraciclina

Trattamento dei batteri Helicobacter pylori con antibiotici fluorochinolonici: levofloxacina

La levofloxacina appartiene ai fluorochinoloni, il nuovo gruppo di antibiotici. Di norma, questo farmaco viene utilizzato solo nei regimi di seconda e terza linea, cioè in pazienti che hanno già subito uno o due tentativi infruttuosi di eradicazione di H. pylori.

Come tutti i fluorochinoloni, la levofloxacina è un antibiotico battericida ad ampio spettro. Le limitazioni all'uso dei fluorochinoloni nei regimi di eradicazione dell'Helicobacter pylori sono associate all'aumentata tossicità dei farmaci in questo gruppo..

La levofloxacina non è prescritta per i minori (di età inferiore ai 18 anni), poiché può influire negativamente sulla crescita del tessuto osseo e cartilagineo. Inoltre, il farmaco è controindicato nelle donne in gravidanza e in allattamento, nei pazienti con gravi lesioni del sistema nervoso centrale (epilessia), nonché in caso di intolleranza individuale ai farmaci di questo gruppo..

Va notato che ci sono molte recensioni di clinici sulla rete, che notano un aumento della resistenza di Helicobacter pylori a questo antibiotico. Quindi, nonostante la relativa novità, questo farmaco non può sempre aiutare il paziente.
Maggiori informazioni su Levofloxacin

Farmaci antibatterici chemioterapici contro Helicobacter pylori

Metronidazolo per infezione da Helicobacter pylori

Il metronidazolo è un farmaco chemioterapico antinfettivo del gruppo dei nitroimidazoli. Queste sostanze medicinali hanno un effetto battericida. Entrano nella cellula del parassita, dove si scompongono in metaboliti tossici che distruggono il suo materiale genetico..

I nitroimidazoli, nei casi in cui sono prescritti per brevi corsi (fino a 1 mese), raramente hanno un effetto tossico sul corpo. Tuttavia, possono verificarsi spiacevoli effetti collaterali come reazioni allergiche (prurito cutaneo) e disturbi dispeptici (nausea, vomito, perdita di appetito, sapore metallico in bocca)..

Va tenuto presente che il metronidazolo, così come tutti i farmaci del gruppo nitroimidazolo, non è compatibile con l'alcol (causa gravi reazioni durante l'assunzione di alcol) e colora le urine in un colore rosso-marrone brillante.

Il metronidazolo non è prescritto nel primo trimestre di gravidanza, nonché in caso di intolleranza individuale al farmaco.

Storicamente, il metronidazolo è stato il primo agente antibatterico ad essere utilizzato con successo nella lotta contro H. pylori. Barry Marshall, che ha scoperto l'esistenza dell'Helicobacter pylori, ha condotto un esperimento riuscito sull'infezione da Helicobacter pylori, e quindi ha curato la gastrite di tipo B che si è sviluppata come risultato dello studio con uno schema bicomponente di bismuto e metronidazolo.

Tuttavia, oggi un aumento della resistenza del batterio Helicobacter pylori al metronidazolo è registrato in tutto il mondo. Pertanto, studi clinici condotti in Francia hanno mostrato la resistenza dell'elicobatteriosi a questo farmaco nel 60% dei pazienti.
Maggiori informazioni sul metronidazolo

Trattamento di Helicobacter pylori con Macmiror (nifuratel)

Macmiror (nifuratel) è un farmaco antibatterico del gruppo dei derivati ​​del nitrofurano. Le medicine di questo gruppo hanno sia effetti batteriostatici (legano gli acidi nucleici e prevengono la riproduzione di microrganismi) sia effetti battericidi (inibiscono le reazioni biochimiche vitali in una cellula microbica).

Con un'assunzione a breve termine di nitrofurani, incluso McMiror, non hanno un effetto tossico sul corpo. Degli effetti collaterali, si verificano raramente reazioni allergiche e dispepsia gastralgica (dolore allo stomaco, bruciore di stomaco, nausea, vomito). È caratteristico che i nitrofurani, a differenza di altre sostanze anti-infettive, non si indeboliscono, ma, al contrario, migliorano la risposta immunitaria del corpo.

L'unica controindicazione alla nomina di McMirora è una maggiore sensibilità individuale al farmaco, che è rara. Macmiror attraversa la placenta, quindi è prescritto alle donne in gravidanza con grande cura..

Se diventa necessario assumere Macmirora durante l'allattamento, è necessario interrompere temporaneamente l'allattamento al seno (il farmaco passa nel latte materno).

Di norma, McMiror è prescritto negli schemi di terapia di eradicazione per l'Helicobacter pylori di seconda linea (cioè dopo un primo tentativo fallito di liberarsi dell'Helicobacter pylori). A differenza del metronidazolo, Macmiror è caratterizzato da una maggiore efficienza, poiché l'Helicobacter pylori non ha ancora sviluppato resistenza a questo farmaco.

I dati clinici mostrano l'alta efficienza e la bassa tossicità del farmaco nei regimi a quattro componenti (inibitore della pompa protonica + farmaco bismuto + amoxicillina + Macmiror) nel trattamento dell'elicobacteriosi nei bambini. Quindi molti esperti raccomandano di prescrivere questo farmaco a bambini e adulti nei regimi di prima linea, sostituendo il metronidazolo con Macmiror.

Terapia di eradicazione dell'Helicobacter pylori con preparati di bismuto (De-nol)

Il principio attivo del farmaco antiulcera De-nol è il dicotato di tripotassio bismuto, che è anche chiamato subcitrato di bismuto colloidale o semplicemente subcitrato di bismuto.

I preparati di bismuto erano usati nel trattamento delle ulcere gastrointestinali anche prima della scoperta dell'Helicobacter pylori. Il fatto è che entrando nell'ambiente acido dei contenuti gastrici, De-nol forma una sorta di film protettivo sulle superfici danneggiate dello stomaco e del duodeno, che non consente fattori aggressivi dei contenuti gastrici.

Inoltre, De-nol stimola la formazione di muco protettivo e bicarbonati, che riducono l'acidità del succo gastrico e promuove anche l'accumulo di fattori speciali di crescita epidermica nella mucosa danneggiata. Di conseguenza, sotto l'influenza dei preparati di bismuto, l'erosione si epitelizza abbastanza rapidamente e le ulcere subiscono cicatrici.

Dopo la scoperta dell'Helicobacter pylori, si è scoperto che i preparati di bismuto, incluso il De-nol, hanno la capacità di inibire la crescita dell'Helicobacter pylori, esercitando sia un effetto battericida diretto che trasformando l'habitat dei batteri in modo tale che Helicobacter pylori venga rimosso dal tratto digestivo.

Va notato che De-nol, a differenza di altri preparati di bismuto (come, ad esempio, sottonitrato di bismuto e subsalicilato di bismuto), è in grado di dissolversi nel muco gastrico e penetrare negli strati profondi - l'habitat della maggior parte dei batteri Helicobacter pylori. In questo caso, il bismuto entra nei corpi microbici e si accumula lì, distruggendo i loro gusci esterni.

Il farmaco De-nol, nei casi in cui è prescritto in brevi cicli, non ha un effetto sistemico sul corpo, poiché la maggior parte del farmaco non viene assorbita nel sangue, ma passa attraverso l'intestino.

Quindi, le controindicazioni alla nomina di De-nol sono solo una maggiore sensibilità individuale al farmaco. Inoltre, De-nol non viene assunto durante la gravidanza, l'allattamento e in pazienti con gravi danni ai reni..

Il fatto è che una piccola parte del farmaco che entra nel flusso sanguigno può penetrare nella placenta e nel latte materno. Il farmaco viene escreto dai reni, pertanto gravi disturbi della funzione escretoria renale possono portare all'accumulo di bismuto nel corpo e allo sviluppo di encefalopatia transitoria..
Maggiori informazioni sulla droga De-nol

Come sbarazzarsi in modo affidabile dei batteri Helicobacter pylori? Inibitori della pompa protonica (PPI) come medicinale per elicobatteriosi: Omez (omeprazolo), Pariet (rabeprazolo), ecc..

I medicinali del gruppo degli inibitori della pompa protonica (PPI, inibitori della pompa protonica) sono tradizionalmente inclusi nei regimi di eradicazione di H. pylori, sia di prima che di seconda linea.

Il meccanismo d'azione di tutti i farmaci di questo gruppo consiste nel blocco selettivo dell'attività delle cellule parietali gastriche che producono succo gastrico contenente fattori aggressivi come l'acido cloridrico e gli enzimi proteolitici (proteine ​​dissolventi).

Grazie all'uso di farmaci come Omez e Pariet, la secrezione di succo gastrico è ridotta, il che, da un lato, peggiora nettamente l'habitat di Helicobacter pylori e contribuisce all'eradicazione dei batteri e, dall'altro, elimina l'effetto aggressivo del succo gastrico sulla superficie danneggiata e porta a epitelizzazione rapida di ulcere ed erosione. Inoltre, una diminuzione dell'acidità dei contenuti gastrici consente di mantenere l'attività degli antibiotici sensibili ad un ambiente acido..

Va notato che i principi attivi dei farmaci del gruppo PPI sono instabili dall'acido, quindi sono prodotti in capsule speciali che si dissolvono solo nell'intestino. Naturalmente, affinché la medicina funzioni, le capsule devono essere consumate intere, senza masticare..

L'assorbimento dei principi attivi di farmaci come Omez e Pariet avviene nell'intestino. Dopo essere entrati nel sangue, gli IPP si accumulano nelle cellule parietali dello stomaco in una concentrazione sufficientemente elevata. Quindi il loro effetto terapeutico dura a lungo..

Tutti i farmaci del gruppo PPI hanno un effetto selettivo, quindi gli effetti collaterali spiacevoli sono rari e, di norma, consistono nella comparsa di mal di testa, vertigini, sviluppo di segni di dispepsia (nausea, disfunzione intestinale).

I medicinali del gruppo degli inibitori della pompa protonica non sono prescritti durante la gravidanza e l'allattamento, nonché in caso di maggiore sensibilità individuale ai farmaci.

L'età da bambini (fino a 12 anni) è una controindicazione alla nomina del farmaco Omez. Per quanto riguarda il farmaco Pariet, le istruzioni non raccomandano l'uso di questo farmaco nei bambini. Nel frattempo, ci sono dati clinici dei principali gastroenterologi russi, che indicano buoni risultati nel trattamento dell'elicobatteriosi nei bambini di età inferiore ai 10 anni con schemi tra cui Pariet.

Qual è il regime di trattamento ottimale per la gastrite con Helicobacter pylori? Questo batterio è stato scoperto per la prima volta in me (il test per Helicobacter è positivo), ho sofferto di gastrite da molto tempo. Ho letto il forum, ci sono molte recensioni positive sul trattamento con De-Nol, ma il medico non mi ha prescritto questo farmaco. Invece, ha prescritto amoxicillina, claritromicina e Omez. Il prezzo è impressionante I batteri possono essere rimossi con meno farmaci??

Il medico ha prescritto uno schema per te, che è considerato ottimale oggi. L'efficacia della combinazione di un inibitore della pompa protonica (Omez) con gli antibiotici amoxicillina e claritromicina raggiunge il 90-95%.

La medicina moderna si oppone fortemente all'uso della monoterapia (cioè terapia con un solo farmaco) per il trattamento della gastrite associata a Helicobacter in considerazione della bassa efficacia di tali schemi.

Ad esempio, studi clinici hanno dimostrato che la monoterapia con lo stesso farmaco De-nol consente di ottenere l'eradicazione completa di Helicobacter solo nel 30% dei pazienti.

Quali complicazioni possono esserci durante e dopo il trattamento con Helicobacter pylori se viene prescritto un ciclo multicomponente di terapia di eradicazione con antibiotici?

È possibile trattare Helicobacter senza antibiotici?

Come curare Helicobacter pylori senza antibiotici?

È possibile rinunciare agli schemi di eradicazione dell'Helicobacter pylori, che includono necessariamente antibiotici e altre sostanze antibatteriche, solo con una piccola contaminazione dell'Helicobacter pylori, nei casi in cui non vi siano segni clinici di una patologia associata all'Helicobacter pylori (gastrite di tipo B, ulcera gastrica e ulcera duodenale, anemia, carenza di ferro, dermatite atopica, ecc.).

Poiché la terapia di eradicazione è un grave onere per il corpo e spesso causa effetti collaterali negativi sotto forma di disbiosi, si consiglia ai pazienti con portatori asintomatici di Helicobacter di scegliere farmaci più leggeri, la cui azione è volta a normalizzare la microflora gastrointestinale e rafforzare il sistema immunitario.

Bactistatina - un integratore alimentare come rimedio per Helicobacter pylori

La bactistatina è un integratore alimentare progettato per normalizzare lo stato della microflora del tratto gastrointestinale.

Inoltre, i componenti della bactistatina attivano il sistema immunitario, migliorano i processi digestivi e normalizzano la peristalsi intestinale..

La controindicazione alla nomina di bactistatina è la gravidanza, l'allattamento al seno e l'intolleranza individuale ai componenti del farmaco.

Il corso del trattamento è di 2-3 settimane..

Omeopatia e Helicobacter pylori. Recensioni di pazienti e medici sul trattamento con medicinali omeopatici

Ci sono molte recensioni positive di pazienti sulla rete sul trattamento dell'Helicobacter pylori con l'omeopatia, che, a differenza della medicina scientifica, considera l'Helicobacter pylori non un processo infettivo, ma una malattia dell'intero organismo.

Gli specialisti omeopatici sono convinti che il miglioramento generale del corpo con l'aiuto di rimedi omeopatici dovrebbe portare al ripristino della microflora del tratto gastrointestinale e alla riuscita eliminazione di Helicobacter pylori.

La medicina ufficiale, di norma, tratta le medicine omeopatiche senza pregiudizio quando sono prescritte secondo le indicazioni.

Il fatto è che con un trasporto asintomatico di Helicobacter pylori, la scelta di un metodo di trattamento rimane con il paziente. Come dimostra l'esperienza clinica, in molti pazienti l'Helicobacter pylori risulta essere una scoperta accidentale e non si manifesta nel corpo..

Qui, le opinioni dei medici erano divise. Alcuni medici sostengono che l'Helicobacter deve essere rimosso dal corpo ad ogni costo, poiché comporta un rischio di sviluppo di molte malattie (patologia dello stomaco e del duodeno, aterosclerosi, malattie autoimmuni, lesioni cutanee allergiche, disbiosi intestinale). Altri esperti sono fiduciosi che in un corpo sano, Helicobacter pylori possa vivere per anni e decenni senza causare alcun danno.

Pertanto, il passaggio all'omeopatia nei casi in cui non vi è alcuna indicazione per la nomina di schemi di eradicazione, dal punto di vista della medicina ufficiale, è abbastanza giustificato..

Sintomi, diagnosi, trattamento e prevenzione di Helicobacter pylori - video

Batterio Helicobacter pylori: trattamento con propoli e altri rimedi popolari

Propoli come efficace rimedio popolare per Helicobacter pylori

Prima della scoperta dell'Helicobacter pylori sono stati condotti studi clinici sul trattamento delle ulcere dello stomaco e del duodenale utilizzando soluzioni alcoliche di propoli e altri prodotti dell'apicoltura. Allo stesso tempo, sono stati ottenuti risultati molto incoraggianti: i pazienti che, oltre alla terapia anti-ulcera convenzionale, hanno ricevuto il trattamento con alcool di miele e propoli, si sono sentiti molto meglio.

Dopo la scoperta dell'Helicobacter pylori, sono stati condotti ulteriori studi sulle proprietà battericide dei prodotti dell'apicoltura in relazione all'Helicobacter pylori ed è stata sviluppata una tecnologia per preparare una tintura acquosa di propoli..

Il Centro Geriatrico ha condotto studi clinici sull'uso di una soluzione acquosa di propoli per il trattamento dell'infezione da Helicobacter pylori negli anziani. Per due settimane, i pazienti hanno assunto 100 ml di una soluzione acquosa di propoli come terapia di eradicazione, mentre il 57% dei pazienti ha ottenuto una guarigione completa dalla piloriosi dell'Helicobacter e il resto dei pazienti ha mostrato una riduzione significativa della contaminazione da H. pylori..

Gli scienziati sono giunti alla conclusione che la terapia antibiotica multicomponente può essere sostituita prendendo la tintura di propoli in casi come:

  • vecchiaia del paziente;
  • la presenza di controindicazioni all'uso di antibiotici;
  • comprovata resistenza agli antibiotici del ceppo Helicobacter pylori;
  • bassa diffusione di Helicobacter pylori.

È possibile utilizzare semi di lino come rimedio popolare per Helicobacter?

La medicina tradizionale ha da tempo utilizzato semi di lino per i processi infiammatori acuti e cronici nel tratto gastrointestinale. Il principio di base dell'effetto dei preparati a base di semi di lino sulle superfici interessate delle mucose dell'apparato digerente è composto dai seguenti effetti:
1. Avvolgimento (formazione di un film sulla superficie infiammata dello stomaco e / o dell'intestino che protegge la mucosa danneggiata dagli effetti dei componenti aggressivi del succo gastrico e intestinale);
2. Antinfiammatorio;
3. antidolorifico;
4. Antisecretoria (riduzione della secrezione di acido gastrico).

Tuttavia, i preparati a base di semi di lino non hanno un effetto battericida, quindi non sono in grado di distruggere Helicobacter pylori. Possono essere considerati come una sorta di terapia sintomatica (trattamento mirato a ridurre la gravità dei segni di patologia), che di per sé non è in grado di eliminare la malattia.

Va notato che i semi di lino hanno un pronunciato effetto coleretico, quindi questo rimedio popolare è controindicato nella colecistite calcarea (infiammazione della colecisti, accompagnata dalla formazione di calcoli biliari) e molte altre malattie del tratto biliare.

Ho la gastrite, hanno trovato Helicobacter pylori. Ho preso il trattamento a casa (De-nol), ma senza successo, anche se ho letto recensioni positive su questo farmaco. Ho deciso di provare i rimedi popolari. L'aglio aiuterà contro l'Helicobacter pylori?

L'aglio è controindicato per la gastrite, in quanto irrita il rivestimento dello stomaco infiammato. Inoltre, le proprietà battericide dell'aglio non saranno chiaramente sufficienti per distruggere l'Helicobacter pylori.

Non dovresti sperimentare su te stesso, contattare uno specialista che prescriverà uno schema efficace per l'eradicazione dell'Helicobacter pylori adatto a te.

Trattamento dell'Helicobacter pylori con antibiotici e rimedi popolari: recensioni (materiali presi da diversi forum su Internet)

Ci sono molte recensioni positive sulla rete sul trattamento dell'Helicobacter pylori con antibiotici, i pazienti parlano di ulcere guarite, normalizzazione dello stomaco e miglioramento delle condizioni generali del corpo. Tuttavia, ci sono prove di una mancanza di effetto dalla terapia antibiotica.

Va notato che molti pazienti si chiedono l'un l'altro di fornire un regime di trattamento "efficace e innocuo" per H. pylori. Nel frattempo, tale trattamento viene prescritto individualmente, vengono presi in considerazione i seguenti fattori:

  • la presenza e la gravità della patologia associata a Helicobacter pylori;
  • il grado di semina della mucosa gastrica da Helicobacter pylori;
  • trattamento precedentemente assunto per elicobatteriosi;
  • condizioni generali del corpo (età, presenza di malattie concomitanti).

Quindi lo schema, che si adatta idealmente a un paziente, non può far altro che danneggiare un altro. Inoltre, molti schemi "efficaci" contengono errori grossolani (molto probabilmente dovuti al fatto che circolano nella rete da molto tempo e sono stati sottoposti a ulteriori "perfezionamenti").

Non abbiamo trovato prove di terribili complicanze della terapia antibiotica, che per qualche motivo i pazienti si spaventano costantemente a vicenda ("gli antibiotici sono solo nel caso più estremo").

Per quanto riguarda le recensioni sul trattamento dell'Helicobacter pylori con i rimedi popolari, cioè l'evidenza di una cura efficace per l'Helicobacter con propoli (in alcuni casi, stiamo anche parlando del successo del trattamento "familiare").

Allo stesso tempo, alcune delle cosiddette ricette della "nonna" colpiscono nel loro analfabetismo. Ad esempio, con la gastrite associata a Helicobacter pylori, si consiglia di assumere il succo di ribes nero a stomaco vuoto, e questa è una strada diretta per un'ulcera allo stomaco.

In generale, da uno studio di recensioni sul trattamento dell'Helicobacter pylori con antibiotici e rimedi popolari, si possono trarre le seguenti conclusioni:
1. La scelta del metodo di trattamento per Helicobacter pylori deve essere effettuata in consultazione con un gastroenterologo specializzato, che effettuerà la diagnosi corretta e, se necessario, prescriverà un regime terapeutico adeguato;
2. In nessun caso dovresti usare "ricette di salute" dalla rete: contengono molti errori grossolani.

Ricette tradizionali per il trattamento dell'infezione da Helicobacter pylori - video

Un po 'di più su come curare con successo l'Helicobacter pylori. Dieta nel trattamento di Helicobacter pylori

La dieta per il trattamento di Helicobacter pylori è prescritta a seconda della gravità dei sintomi delle malattie causate dai batteri, come gastrite di tipo B, ulcera gastrica e ulcera duodenale.

In caso di trasporto asintomatico, basta seguire la dieta corretta, rinunciare a mangiare troppo e cibi dannosi per lo stomaco (cibo affumicato, "crosta" fritta, cibi piccanti e salati, ecc.).

In caso di ulcera peptica e gastrite di tipo B, viene prescritta una dieta rigorosa, tutti i piatti con proprietà per aumentare la secrezione di succo gastrico, come carne, pesce e brodi vegetali forti, sono completamente esclusi dalla dieta..

È necessario passare ai pasti frazionari 5 o più volte al giorno in piccole porzioni. Tutto il cibo viene servito semiliquido - bollito e cotto a vapore. Allo stesso tempo, il consumo di sale da cucina e carboidrati facilmente digeribili (zucchero, marmellata) è limitato.

Ottimo aiuto per sbarazzarsi delle ulcere allo stomaco e del latte intero gastrite di tipo B (con una buona tolleranza fino a 5 bicchieri al giorno), zuppe di latte viscoso con farina d'avena, semola o grano saraceno. La mancanza di vitamine è riempita dall'introduzione della crusca (un cucchiaio al giorno - assumere dopo la cottura a vapore con acqua bollente).

Per la rapida guarigione dei difetti della mucosa, sono necessarie le proteine, quindi è necessario mangiare uova alla coque, formaggio olandese, ricotta non acida e kefir. Non dovresti rinunciare al cibo a base di carne: soufflé di carne e pesce, vengono mostrate le cotolette. Le calorie mancanti vengono integrate con burro.

In futuro, la dieta verrà gradualmente ampliata, includendo carne e pesce bolliti, prosciutto magro, panna acida non acida e yogurt. Saranno inoltre diversificati i contorni: vengono introdotte patate bollite, cereali e noodles.

Mentre le ulcere e le erosioni guariscono, la dieta si avvicina alla tabella 15 (la cosiddetta dieta riparativa). Tuttavia, anche nel tardo periodo di recupero, dovresti rinunciare a carni affumicate, cibi fritti, condimenti e cibi in scatola per un tempo piuttosto lungo. È molto importante eliminare completamente il fumo, l'alcool, il caffè e le bevande gassate.
Maggiori informazioni sulle diete

Regime terapeutico Helicobacter pylori: tutti i metodi moderni di terapia efficace

Il batterio condizionatamente patogeno Helicobacter pylori, che vive nel piloro di oltre il 75% della popolazione, in condizioni favorevoli per la sua riproduzione, può infettare le mucose, causando gastrite, duodenite, ulcere e persino il cancro. Il regime di trattamento antibiotico Helicobacter, oggi utilizzato con successo in gastroenterologia, è stato sviluppato da importanti esperti in questo campo sulla base dei risultati di numerosi studi clinici..

Per sbarazzarsi dell'infezione da Helicobacter pylori, vengono utilizzati diversi gruppi di farmaci contemporaneamente

Linee guida di Maastricht e requisiti generali per la terapia

La scoperta che il principale fattore eziologico e patogenetico nello sviluppo di malattie infiammatorie delle membrane dello stomaco e del duodeno è il patogeno Helicobacter pylori, ha avviato lo sviluppo di schemi terapeutici fondamentalmente nuovi. Si basano sull'uso di antibiotici, che hanno la capacità di distruggere direttamente i batteri. Lo studio delle caratteristiche strutturali del microrganismo, la comprensione di ciò che è Helicobacter e come ha un effetto negativo sulla mucosa, ha permesso di creare regimi di trattamento efficaci che vengono utilizzati con successo oggi in tutto il mondo.

Helicobacter pylori è un batterio gram-negativo a forma di spirale

Per identificare l'Helicobacter, viene utilizzato un test dell'ureasspirazione, che non richiede tempo, è innocuo, non provoca alcun disagio ed è il gold standard per la diagnosi di infezione. I sintomi e il trattamento dell'infezione da Helicobacter pylori sono individuali. Il fatto della presenza dell'agente patogeno nel corpo è lungi dall'essere sempre accompagnato da violazioni e richiede l'assunzione di farmaci.

Per chiarire e concordare i migliori approcci per l'individuazione e il trattamento di Helicobacter in Europa, è stato formato un gruppo di importanti gastroenterologi. Periodicamente, sulla base di conferenze e riunioni tenute, pubblicano i verbali - Maastricht Consensus, secondo il nome della città in cui si sono svolte le prime riunioni.

Ce ne sono cinque al momento:

  • Maastricht 1 (1996, Maastricht);
  • Maastricht 2 (2000, Maastricht);
  • Maastricht 3 (2005, Firenze);
  • Maastricht 4 (2012, Firenze);
  • Maastricht 5 (2016, Firenze).

Secondo i risultati del consenso di Maastricht 2, si è constatato che, sfortunatamente, nessuno degli schemi di eradicazione attuati, nonostante l'uso simultaneo di più farmaci, non garantisce la completa distruzione dell'infezione. A questo proposito, è stato raccomandato di trattare i pazienti prima secondo lo schema di prima linea, quindi, in assenza di un effetto terapeutico, secondo lo schema di seconda linea..

La necessità di cicli ripetuti di terapia anti-Helicobacter pylori è spiegata dall'aumentata resistenza di H. pylori agli antibiotici prescritti, che è il problema principale della moderna gastroenterologia nel trattamento delle malattie associate all'agente causale..

Penetrazione dell'agente patogeno nella mucosa gastrica

Utilizzati oggi per trattare l'infezione da H. pylori, i regimi di eradicazione sono stati approvati a Maastricht 4.

Requisiti di base per loro:

  • ottenimento di almeno l'80% dei casi di eliminazione di infezione, guarigione di gastrite o ulcere, confermata da un riesame;
  • la durata della terapia non è superiore a 14 giorni;
  • bassa tossicità accettabile dei farmaci usati;
  • sicurezza, effetti collaterali in meno del 15% dei pazienti;
  • assenza di reazioni gravi che richiedono il ritiro anticipato delle pillole;
  • disponibilità e convenienza per i pazienti, un piccolo numero di dosi di farmaco al giorno;
  • superare la sempre crescente resistenza dei batteri agli antibiotici utilizzati;
  • la possibilità di sostituire i farmaci all'interno dello schema quando vengono rilevate reazioni allergiche o altri problemi.

Interessante! Storicamente, il primo schema testato con successo per l'eradicazione dell'Helicobacter fu l'uso del subsalicilato di bismuto e del metronidazolo. Lo scienziato Barry Marshall lo ha testato su se stesso, che insieme a un collega ha trovato Helicobacter pylori nella mucosa gastrica. Nel 1984, ha deliberatamente bevuto il contenuto di una capsula di Petri con una coltura di batteri e poi, subito dopo l'insorgenza dei sintomi caratteristici della gastrite provocata, ha eseguito il trattamento specificato. Dopo 14 giorni di terapia, secondo i risultati di una biopsia, l'agente patogeno nello stomaco non è stato rilevato.

Farmaci della linea I.

L'obiettivo della terapia di prima linea è eliminare H. pylori nel maggior numero di pazienti possibile.

Secondo le raccomandazioni di Maastricht 3, viene prescritto un cosiddetto regime a tre componenti (tripla terapia), che include i seguenti farmaci e dosaggi al giorno:

  • un inibitore della pompa protonica (PPI) due volte in dosi standard;
  • antibiotico claritromicina 0,5 g due volte;
  • antibiotico Amoxicillina 1 ge agente antibatterico Metronidazolo 400 o 500 mg due volte.

Per ridurre la secrezione di succo gastrico e la secrezione di acido cloridrico, i pazienti vengono trattati con i seguenti PPI ai dosaggi indicati per dose:

  • Lansoprazolo - 30 mg;
  • Pantoprazolo - 40 mg;
  • Esomeprazolo, Omeprazolo o Rabeprazolo - 20 mg.

La durata minima del corso di trattamento è di 7 giorni. Secondo una serie di studi clinici, risulta che è più efficace assumere questi farmaci per 10 o 14 giorni. Al fine di ottenere la massima eradicazione dell'Helicobacter pylori e non vi è alcun rischio di ricaduta, la tripla terapia, in assenza di controindicazioni e altre restrizioni, deve essere prescritta per intero in base ai dosaggi e alla durata del trattamento.

Il triplo regime può essere usato come trattamento di prima linea nei paesi in cui l'incidenza dei ceppi di H. pylori resistenti alla claritromicina è di circa il 15-20%. Lo sviluppo della resistenza del patogeno alla claritromicina è spiegato dalla frequente prescrizione di antibiotici del gruppo macrolidi per le complicanze batteriche dell'ARVI e delle malattie respiratorie nei bambini e negli adulti. Se la resistenza alla claritromicina si trova in media nel 10% della popolazione, allora per il metronidazolo questo indicatore è molto più alto e varia dal 20 al 40%, il che limita significativamente la possibilità di utilizzare questo agente antibatterico.

Per vostra informazione: la resistenza all'amoxicillina, usata nella prima linea, e la tetraciclina, prescritte nella seconda linea, non si sviluppano o si sviluppano molto raramente ed è inferiore all'1%, che non ha un significato clinico significativo.

In alternativa alla terapia di eradicazione a tre componenti, può essere utilizzato un regime a quattro componenti, che include inoltre il farmaco De-Nol a 120 mg 4 volte al giorno. Se un paziente con una diagnosi di infezione da Helicobacter pylori ha atrofia della mucosa, accompagnata da una mancanza di produzione di acido cloridrico, in questo caso i PPI non devono essere prescritti, quindi sono esclusi, lasciando il bismuto tripotassico dicitrato.

Per i pazienti anziani, nei quali, a causa dell'elevato rischio di complicanze nella prescrizione di due antibiotici contemporaneamente, è impossibile eseguire una terapia anti-Helicobacter pylori a pieno titolo di 1a linea, si raccomanda il seguente regime di trattamento ridotto per 14 giorni:

  • amoxicillina;
  • qualsiasi API;
  • preparazione al bismuto.

Se indicato nei pazienti anziani, l'antibiotico può essere sospeso del tutto. Allo stesso tempo, l'assunzione di preparati di bismuto viene prescritta per 28 giorni, con sensazioni dolorose, viene prescritto un breve corso aggiuntivo di PPI.

Farmaci della linea II

La seconda linea di farmaci viene utilizzata se, in base ai risultati del controllo ripetuto delle infezioni, non è stato possibile ottenere un effetto positivo nella fase precedente del trattamento. In questo caso, un prerequisito è l'esclusione dell'assunzione di agenti antibatterici utilizzati in precedenza. Il complesso di farmaci che include la 2a linea è anche chiamato quadroterapia, poiché include quattro farmaci: un agente antisecretorio, sali di bismuto e due farmaci antibatterici.

Dosaggi raccomandati e frequenza dei ricevimenti al giorno:

  • Tetraciclina 0,5 g 4 volte;
  • PPI in dose standard;
  • preparazione di sale di bismuto, 120 mg 4 volte;
  • Metronidazolo 0,5 g tre volte.

Se è necessario sostituire qualsiasi farmaco o sviluppare resistenza nei batteri, possono essere offerte opzioni alternative:

  • uno qualsiasi dei PPI, Amoxicillina, droga bismuto, agenti antimicrobici nitrofuran (Furazolidone o Nifuratel);
  • qualsiasi PPI, bismuto, amoxicillina e rifaximina.

Il corso del trattamento dura da 10 a 14 giorni.

Farmaci della linea III

Uno dei cambiamenti chiave approvati in Maastricht 5 è lo studio della sensibilità dei ceppi di Helicobacter pylori isolati dalla mucosa gastrica di una persona malata a tutti i possibili antibiotici. La procedura viene eseguita solo in presenza di ceppi batterici particolarmente resistenti all'azione dei farmaci antibatterici (in assenza di successo dopo il trattamento con i regimi di 1a e 2a linea).

L'identificazione di antibiotici in grado di sopprimere la crescita di colonie di batteri patogeni su terreni nutrienti consente di determinare ulteriori possibili opzioni per la terapia della terza linea e prevederne l'efficacia. Per ogni paziente, i farmaci vengono selezionati individualmente.

In precedenza nelle raccomandazioni 3 di Maastricht, l'uso di rifabutina e levofloxacina contemporaneamente agli inibitori della pompa protonica e all'amoxicillina è stato proposto come antibiotico di terza linea. Tuttavia, il batterio sviluppa spesso resistenza alla levofloxacina..

Per il trattamento di Helicobacter, è necessario consultare un gastroenterologo esperto. Sarà in grado di scegliere un regime terapeutico adeguato in base alle caratteristiche individuali del paziente e utilizzando nuovi metodi e sviluppi in medicina in questo settore..

Articoli Su Epatite