Chirurgia per rimuovere l'appendice, la sua durata e il successivo trattamento

Principale Gastrite

Considera quanto tempo richiede l'operazione per rimuovere l'appendice e qual è la chirurgia. Non ci sono altri modi per trattare la patologia e il rifiuto di operare può portare alla morte. Le conseguenze dell'operazione dipendono dalla tempestività nella ricerca di assistenza medica, dall'età e dalle caratteristiche individuali della persona..

Diagnosi di appendicite

L'infiammazione dell'appendice ha sintomi simili con molte malattie dell'apparato digerente, riproduttivo e genito-urinario. La diagnosi viene effettuata in ospedale attraverso un esame che include:

  • Colloquio.
  • Esame addominale.
  • Misura della temperatura corporea e della pressione.
  • Valutazione dell'aspetto della cavità addominale.
  • Palpazione.
  • Analisi di urina e sangue.
  • Test di gravidanza (per donne).
  • Ultrasuoni, TC e raggi X..

L'infiammazione dell'appendicite è caratterizzata da dolore acuto nella parte destra dell'addome inferiore. Tuttavia, questo sintomo non è un indicatore. Con l'appendicite, il dolore può essere osservato nell'ombelico, nella piccola pelvi e persino nella parte sinistra. Nella maggior parte dei casi, è difficile localizzare e la persona avverte un grave disagio nell'intera cavità addominale..

C'è un aumento della temperatura corporea, dei leucociti e dell'ESR. La persona avverte brividi, vomito e può vomitare. I dolori acuti possono fermarsi, il che indica il processo di perforazione delle pareti dell'appendice, che richiede assistenza immediata. Metodi diagnostici come la diagnostica ecografica e la tomografia computerizzata consentono di effettuare una diagnosi accurata ed eseguire tempestivamente un'operazione per rimuovere l'appendicite.

Operazioni di routine e di emergenza per rimuovere l'appendice

A seconda dello stadio della patologia, è possibile eseguire un'operazione di emergenza o pianificata per rimuovere l'appendicite. Nelle fasi avanzate dell'infiammazione e del rischio di sepsi o peritonite, è indicato un intervento chirurgico di emergenza. In questo caso, l'operazione sull'appendice viene eseguita entro poche ore dall'ingresso del paziente in un istituto medico..

Se il paziente ha chiesto aiuto nelle prime fasi e la patologia si sta lentamente sviluppando, gli verrà offerta un'operazione pianificata sull'appendice. Ciò significa che l'operazione è programmata per un tempo specifico. Quanto tempo richiede l'operazione per rimuovere l'appendice dipende dalla presenza di altre patologie nella regione peritoneale, ma di solito non supera un'ora.

Un'operazione pianificata sull'appendice presenta una serie di vantaggi, in quanto consente di studiare attentamente lo stato di salute del paziente, scegliere il metodo ottimale per alleviare il dolore e la chirurgia. In un'operazione di emergenza, queste informazioni devono essere raccolte al più presto, il che può portare a complicazioni sotto forma di intolleranza al farmaco.

Quanto tempo richiede l'operazione per rimuovere l'appendice e i tipi di operazioni

Tradizionalmente, l'appendice viene rimossa praticando una piccola incisione nella parete del peritoneo in anestesia generale - una procedura chiamata appendicectomia. Il chirurgo esamina le condizioni degli organi e, in assenza di altre patologie, procede al taglio dell'appendice.

La ferita viene suturata con una sutura a cordoncino, e le pareti del peritoneo con fili autoassorbenti (catgut), che vengono rimosse dopo 10 giorni. Se il paziente arriva in ritardo e l'appendice si è rotta, viene installato uno scarico che rimuove l'infiltrato dal corpo. Durata dell'intervento chirurgico - da 30 minuti a 1,5 ore.

Recentemente, la tecnica laparoscopica è diventata popolare. In questa procedura, l'appendice viene rimossa attraverso piccoli fori nell'addome. Una videocamera è inserita in uno di questi fori, che consente di controllare l'intero processo. Questo tipo di chirurgia evita cicatrici e cicatrici chiaramente visibili. Quando si rimuove l'appendice infiammata, l'operazione di rimozione con micro-strumenti richiede circa 40 minuti.

Recupero dopo l'intervento chirurgico per rimuovere l'appendicite

Il periodo di recupero dura fino a quando il paziente viene rimosso dai punti. Include:

  • Rispetto di una dieta;
  • Ripristino delle funzioni dell'apparato digerente;
  • Disintossicazione del corpo;
  • Individuare la possibilità di sanguinamento;
  • Se necessario, uso di antibiotici, lassativi e antidolorifici.

I pazienti devono essere limitati nell'attività fisica dopo l'operazione, ed è consentito alzarsi il 3 ° giorno secondo le indicazioni del chirurgo. Durante il mese successivo, è vietato sollevare carichi più pesanti di un chilogrammo, visitare bagni, saune.

A seconda di come va il periodo di recupero, si può giudicare la presenza di complicazioni in futuro. Se il paziente non è tormentato dal dolore e dal disagio, non ci saranno conseguenze negative in futuro..

Conseguenze dell'intervento chirurgico per rimuovere l'appendice

Dopo la rimozione dell'appendicite, si osserva spesso un aumento della temperatura corporea. Ciò indica un processo infiammatorio nel corpo. La durata di questo periodo di solito non supera alcuni giorni - ed è considerata la norma. Per prevenire l'infiammazione, al paziente possono essere prescritti antibiotici..

Se l'alta temperatura persiste per un mese, è accompagnata da nausea e vomito, ci sono problemi digestivi, è necessario un trattamento aggiuntivo. Questo è spesso un segno di formazione di pus nei siti di incisione. Questa condizione non può essere ignorata e, in molti casi, viene eseguito un secondo intervento chirurgico..

Un'altra possibile conseguenza di un'operazione per rimuovere l'appendicite è la divergenza della sutura. Ciò provoca anche problemi digestivi, nausea e vomito. Il paziente può notare la comparsa di formazioni sotto la pelle, che causano dolore. Se le cuciture esterne si sono separate, c'è un'apertura della ferita e sanguinamento.

Con la divergenza delle cuciture, si osserva il prolasso degli organi, che è accompagnato dalla sporgenza della parete addominale. Questo è possibile con:

  • lesioni;
  • tendendo;
  • Problemi con la fusione dei tessuti della ferita.

Molto spesso ciò si verifica nelle persone anziane che hanno malattie croniche e sono arrivate all'operazione nell'ultima fase. Quindi, se dopo l'intervento chirurgico sull'appendice c'è un'alta temperatura per lungo tempo e le pareti addominali sono tese, ciò può indicare un processo infiammatorio del peritoneo..

La malattia adesiva è abbastanza comune dopo l'operazione. È caratterizzato dalla comparsa di legami stretti tra gli organi pelvici o l'intestino. Questa malattia è caratterizzata da:

  • Dolore intenso;
  • Problemi con il movimento intestinale;
  • gonfiore;
  • Nausea e vomito.

Le aderenze si formano nel 30% delle persone dopo l'intervento chirurgico. I più sensibili a loro sono i pazienti che conducono uno stile di vita sdraiato. Nella fase iniziale dello sviluppo di questa malattia, il trattamento è possibile con mezzi medici. L'operazione passata richiede un attento monitoraggio da parte del chirurgo e del paziente per prevenire complicazioni nelle fasi iniziali del loro sviluppo.

In caso di complicazioni, il paziente deve contattare quanto prima lo specialista presente, che selezionerà il trattamento necessario. Se le cuciture divergono, devi chiamare un'ambulanza, prendere una posizione sdraiata e non muoverti. Le possibili conseguenze dell'intervento chirurgico dopo l'appendicite includono anche cicatrici, ma sono facilmente rimosse con il metodo laser e non influenzano le condizioni fisiche del paziente..

Come è l'operazione per l'appendicite e quanto tempo ci vuole?

L'infiammazione dell'appendice del cieco umano è chiamata appendicite. È uno dei processi patologici più frequenti che si sviluppano nell'uomo, nella maggior parte dei casi è necessario un intervento immediato di un chirurgo.

L'appendicite acuta per lungo tempo tiene il palmo tra le patologie addominali più comuni, quindi ogni persona può affrontare una patologia così spiacevole e, naturalmente, dovrà conoscere tutti gli aspetti dell'operazione, incluso quanto tempo richiede l'operazione per l'appendicite.

Cause di infiammazione dell'appendicite

Secondo alcune opinioni, una delle cause dell'infiammazione è il blocco meccanico (ostruzione) del lume dell'appendice e, di conseguenza, l'attivazione della flora intestinale..

Le cause del blocco meccanico nella maggior parte dei casi sono "coproliti", cioè calcoli fecali. Meno comunemente, ciò è dovuto allo sviluppo di un tumore o alla presenza di un corpo estraneo. Esiste anche un legame tra la presenza di problemi con le feci e lo sviluppo di appendicite, poiché i coproliti possono svilupparsi sullo sfondo della ritenzione di feci nell'intestino..

Una dieta scorretta può innescare l'insorgenza dell'infiammazione.

Oltre alle cause meccaniche, si distinguono anche le cause infettive. Si ritiene che malattie come la febbre tifoide, la tubercolosi, le infezioni causate da parassiti e amebiasi possano causare indipendentemente l'appendicite

Perché è necessario un intervento chirurgico?

Le ragioni che spiegano proprio un tale metodo di trattamento dell'infiammazione come intervento chirurgico è che un'infiammazione prolungata dell'appendice può portare alla sua distruzione e al rilascio di contenuti purulenti nella cavità addominale fornendo complicazioni come peritonite (infiammazione del peritoneo), ascesso, tromboflebite venosa e di conseguenza la cosa più pericolosa che può accadere è la sepsi (avvelenamento del sangue).

Segni di manifestazione di patologia

Sintomi di infiammazione dell'appendicite:

  1. Dolore all'addome e al bacino.
  2. Sensazione dolorosa al petto, espulsione riflessiva del contenuto dello stomaco attraverso la bocca (vomito).
  3. Sindrome da mancanza di appetito con un bisogno oggettivo di consumare cibo.
  4. Variazione della temperatura e aumento a 37,1-38,0.
  5. Disturbo della minzione (disuria), cambiamenti nella consistenza delle feci.
  6. Cambiamenti nella frequenza cardiaca e nella pressione sanguigna.

Si consiglia di guardare un video sui segni di infiammazione dell'appendice:

È anche necessario aspettarsi reazioni piuttosto specifiche del corpo a causa delle caratteristiche fisiologiche di una persona..

Diagnosi di infiammazione dell'appendicite

  1. Radiografia, che consente di rilevare coproliti, ostruzione intestinale, ma l'unico inconveniente è la bassa efficienza nelle fasi iniziali.
  2. L'irrigoscopia viene eseguita introducendo agenti di contrasto (principalmente sospensione di solfato di bario).
  3. La tomografia computerizzata rivela un blocco dell'appendice del cieco o eventuali cambiamenti nel suo lume.
  4. Esame ecografico: viene utilizzato più spesso nella diagnosi e nella rilevazione dell'appendicite, un tale studio mostra la presenza di liquido nella pelvi piccola, così come nella fossa iliaca destra, che indica lo sviluppo della peritonite locale. Il risultato dell'ecografia può indicare la presenza o l'assenza di coproliti..
  5. Esistono anche metodi di laboratorio, consistono nell'analisi dei risultati di un esame del sangue. Nell'appendicite acuta, c'è un cambiamento negli indicatori dei globuli bianchi nel sangue come risposta del sistema immunitario del corpo all'infiammazione, ESR.

Tipi di patologia

Appendicite acuta: questo tipo di infiammazione appare quando il lume dell'appendice diminuisce, accompagnato da processi necrotici con la partecipazione di batteri nel lume. Questo tipo è soggetto al pronto intervento del chirurgo, entro due giorni.

La forma cronica non è un caso comune nella pratica clinica, derivante dall'appendicectomia sulla parete dell'appendice.

Quanto tempo richiede un'operazione per appendicite?

Prima di qualsiasi operazione, ogni paziente deve conoscere e comprendere tutti gli aspetti dell'operazione imminente, compresa la sua durata. Qualsiasi medico praticante, rispondendo alla domanda sulla durata dell'operazione, ti dirà intervalli di tempo come: da 40 minuti a un'ora, e sarà in parte corretto, ma questa risposta non può essere presa come una regola irremovibile, poiché molti fattori possono sorgere prima e durante l'operazione, ad esempio, come la caratteristica anatomica di una persona che può influire sulla durata dell'appendicectomia.

Come tale, non ci sono praticamente controindicazioni all'operazione, ad eccezione dello stato agonale del paziente. Prima dell'operazione, è consentita l'anestesia sia generale che locale. Tuttavia, se l'appendice del cieco viene rotta, l'eliminazione delle conseguenze della peritonite (pulizia della cavità peritoneale) può richiedere da un'ora e mezza a due ore.

Come è la procedura chirurgica

L'approccio più popolare utilizzato nella pratica clinica durante l'intervento chirurgico è l'approccio Volkovich-Dyakonov, con il bisturi del chirurgo che passa lungo la linea di McBurney. La pelle, il grasso sottocutaneo, la fascia superficiale dell'addome sono dissezionati in sequenza, dietro di esso diventa visibile il muscolo obliquo esterno, dissezionando il quale il chirurgo è in grado di spingere i muscoli addominali obliqui interni e trasversali. Inoltre, ci sono opzioni per rimuovere l'appendice del cieco: antegrado e retrogrado.

Il metodo retrogrado viene utilizzato molto raramente quando ci sono difficoltà a rimuovere l'appendice nella ferita, che può verificarsi a seguito del processo di adesione nella cavità addominale. Il processo sotto il morsetto viene interrotto, quindi immerso nel cieco con la sutura. Legare gradualmente il mesentere del processo rimosso

Il metodo antegrade è più classico; le stesse manipolazioni vengono eseguite in esso, solo in ordine inverso. Cioè, prima, il mesentere viene legato, viene applicato un morsetto alla base dell'appendice del cieco, e solo allora il chirurgo lo rimuove.

A colpo sicuro, al termine del taglio dell'appendice, la cavità viene drenata dall'aspirazione del liquido con una pompa. In presenza di complicazioni come la peritonite o insufficiente fiducia nel successo dell'operazione, viene eseguito il drenaggio.

L'operazione viene eseguita attraverso piccoli fori insignificanti di diametro (0,3-2 cm) e viene utilizzato un laparoscopio.

Vantaggi: a differenza della chirurgia tradizionale, durante l'operazione si forma un foro più piccolo, un breve tempo di riabilitazione per il paziente, il laparoscopio offre al chirurgo più comodità e opportunità durante l'esecuzione dell'operazione.

Svantaggi: il laparoscopio non fornisce un quadro completo della profondità della patologia, limita i movimenti del chirurgo.

L'accesso chirurgico viene eseguito sezionando la parete addominale anteriore dal chirurgo

Vantaggi: il chirurgo ha un facile accesso a

Svantaggi: il verificarsi di una significativa perdita di sangue, dopo tali operazioni, possono apparire cicatrici "cheloidi" che sembrano una proliferazione tumorale del tessuto connettivo, quando si sezionano la parete addominale anteriore, le fibre nervose possono essere danneggiate e, di conseguenza, la sensibilità di quest'area sarà compromessa.

Chirurgia transgastrica

Gli strumenti del chirurgo vengono inseriti nella cavità addominale nell'area dell'operazione attraverso una piccola incisione nello stomaco

Vantaggi: evita possibili danni alla parete addominale anteriore, al peritoneo e questo metodo fornisce anche una riabilitazione postoperatoria più accelerata

Svantaggi: a causa della complessità dell'operazione, dell'elevato costo di strumenti e tecnologie, viene utilizzato in casi molto rari

Metodo di chirurgia transvaginale

Condotte solo per pazienti di sesso femminile, i trocar vengono inseriti attraverso forature (fori) del fornice posteriore della vagina. È usato in caso di chirurgia per donne in età riproduttiva

Vantaggi: nessuna cicatrice dopo l'intervento chirurgico

Svantaggi: impossibilità del rapporto sessuale entro 6 mesi dall'intervento

Metodo transumbilical dell'operazione

I trocar vengono inseriti nella cavità addominale attraverso la regione ombelicale con la possibilità di posizionare gli strumenti di lavoro del chirurgo sullo stesso piano con l'appendice

Vantaggi: non rimangono tracce dell'operazione (cicatrici e cicatrici), il paziente si sottopone rapidamente a riabilitazione postoperatoria

Svantaggi: possibile trauma chirurgico, usato molto raramente

Quanto dura il periodo postoperatorio?

In caso di successo, la prognosi dei medici è favorevole. Dopo un'operazione riuscita, il paziente operato viene consegnato al reparto del reparto chirurgico.

In altre situazioni di emergenza, se si sospetta un esito sfavorevole dell'operazione, il paziente viene inviato all'unità di terapia intensiva o all'unità di terapia intensiva. Per le prime 24 ore, una persona può provare disagio e una sensazione di dolore nell'addome, i parametri della pressione sanguigna e la temperatura possono cambiare, quindi, a discrezione del medico, possono essere prescritti analgesici e farmaci antipiretici.

Ti consigliamo di guardare un video sulla patologia:

In caso di peritonite precedente o altre complicanze, viene prescritto un ciclo di antibiotici per sopprimere e prevenire l'infiammazione nel sito di chirurgia. La temperatura non dovrebbe superare i 37,5 e dovrebbe stabilizzarsi per 3 giorni.

Il paziente viene dimesso di solito in 3-4 giorni, se l'operazione è stata eseguita con il metodo laparoscopico, dopo una settimana, se con il metodo chirurgico aperto classico. La capacità di lavorare, di regola, recupera in 3-4 settimane.

La persona dimessa deve anche capire e sapere che la ferita postoperatoria deve essere curata e bendata, monitorata la dieta e astenersi da cibi grassi, piccanti e affumicati per 2-4 settimane.

Hai trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per dircelo.

Caratteristiche della rimozione laparoscopica dell'appendicite: benefici, conseguenze, recupero


In un'operazione laparoscopica per rimuovere l'appendicite, il chirurgo esegue 3 punture nell'addome invece di un'incisione della cavità e inserisce l'attrezzatura attraverso di esse. La laparoscopia si completa più velocemente rispetto alla classica resezione dell'appendice e lascia cicatrici appena visibili. Di seguito viene descritto come viene eseguita la chirurgia laparoscopica per l'appendicite e le caratteristiche del periodo postoperatorio..

Caratteristica del metodo

L'appendicectomia laparoscopica è una tecnica chirurgica minimamente invasiva che rimuove l'appendice infiammata con un trauma minimo. Durante l'operazione, il chirurgo utilizza un laparoscopio o endoscopio, che penetra nella cavità addominale attraverso un foro di centimetro nell'addome del paziente.

Un laparoscopio è un tubo ottico di metallo con una videocamera, che contiene 2 canali ottici. Uno di questi è guidato dalla luce, che facilita la visione dell'area operata. Nel secondo, l'immagine della cavità addominale viene portata alla telecamera. Diametro esterno di lavoro del dispositivo - 10 mm.

Oltre al laparoscopio, durante l'operazione per rimuovere l'appendicite, vengono utilizzati:

  • illuminatore;
  • morsetti;
  • pinze;
  • elettrocoagulatore;
  • insufflatore.


L'immagine ottenuta dal laparoscopio viene inviata a un monitor video e diventa disponibile per i chirurghi che eseguono l'operazione

Quanto tempo richiede l'operazione per rimuovere l'appendicite

L'appendicectomia laparotomica classica senza tener conto del tempo di preparazione del paziente dura circa 40 minuti. Se è necessario espandere l'accesso e la revisione della cavità addominale, l'intervento può durare per un'ora e mezza. La peritonite, che si sviluppa quando si rompe l'appendice flemmona, richiede 2-4 ore di lavoro del team operativo.

Il metodo laparoscopico richiede un po 'più di tempo. L'intervento semplice richiede 40-60 minuti. Ciò è dovuto alla necessità di ulteriori manipolazioni: imposizione del carbossiteritoneo, regolazione dell'attrezzatura video, inserimento di trocar. L'aumento del tempo di funzionamento si verifica anche a causa della complessità tecnica leggermente maggiore dell'operazione..

Gli interventi trasvaginali, transumbilici e transgastrici possono richiedere un tempo indefinito. Ciò è dovuto alla complessità tecnica, alla posizione insolita degli strumenti per il chirurgo, alla difficoltà di fornire accesso, alla necessità di lavorare con un numero minimo di strumenti. In media, tali operazioni durano 60-90 minuti.

Indicazioni per la conduzione

La chirurgia per appendicite laparoscopica viene eseguita se l'appendicectomia della cavità classica non può essere eseguita a causa della cattiva salute del paziente. Questo metodo di rimozione dell'appendice vermiforme infiammata viene praticato nei processi acuti e cronici..

Indicazioni per appendicectomia mini-invasiva:

  1. Mucocele (ingrandimento cistico dell'appendice).
  2. Tumori carcinoidi.
  3. Neoplasie tumorali benigne.
  4. Il desiderio del paziente di evitare la lunga cicatrice grossolana che rimane dopo la rimozione addominale dell'appendice.
  5. Patologie che aumentano il rischio di complicazioni purulente dopo la chirurgia classica. Questi includono anomalie nel funzionamento del sistema endocrino (diabete mellito, obesità).
  6. La piccola età del paziente. A causa della bassa invasività dell'operazione, il processo adesivo non si sviluppa.
  7. Mancata conferma o esclusione dell'infiammazione nell'appendice.

La rimozione laparoscopica dell'appendicite viene eseguita in giovani donne in età fertile, con il sospetto di un processo infiammatorio nella cavità addominale, che non può essere differenziato dalle patologie ginecologiche. A differenza della chirurgia addominale standard, l'approccio laparoscopico non provoca aderenze che causano infertilità.

Controindicazioni

La rimozione dell'appendicite con il metodo laparoscopico è controindicata in:

  • bassa coagulazione del sangue;
  • patologia del muscolo cardiaco e dei vasi sanguigni;
  • malattia epatica e renale;
  • peritonite avanzata;
  • aumento della densità delle masse purulente, concentrato all'interno dell'appendice infiammata;
  • l'accumulo di gas nell'appendice;
  • processi adesivi.

La rimozione dell'appendice laparoscopica non viene eseguita nelle donne nell'ultimo trimestre di gravidanza. Controindicazione relativa all'intervento chirurgico - età avanzata del paziente.

Benefici

Rispetto al metodo classico di rimozione chirurgica dell'appendice infiammata, la tecnica dell'appendicectomia laparoscopica presenta numerosi vantaggi:

  • bassa invasività degli organi interni;
  • nessuna grande cicatrice sulla pelle;
  • la riabilitazione è più veloce;
  • basso rischio di complicanze dopo appendicite;
  • la capacità di determinare immediatamente se è necessaria un'altra operazione nella cavità addominale.

Se l'operazione è stata eseguita correttamente, la prognosi è sempre favorevole. Il paziente si sta riprendendo rapidamente e, soggetto alle raccomandazioni del medico, presto lascerà l'ospedale.

Operazione per rimuovere l'appendicite, video:

Appendicectomia transgastrica

Gli scienziati stanno sviluppando diverse tecniche di appendicectomia innovative che sono già state testate nella pratica. Questi includono il tipo di chirurgia transgastrica e l'appendicectomia transumbilical (attraverso l'ombelico), che alcune fonti erroneamente chiamano un tipo di intervento transgastrico. Nel primo caso, la rimozione dell'appendicite viene eseguita attraverso una puntura della parete dello stomaco, nel secondo - attraverso una puntura vicino all'ombelico.

Durante lo sviluppo del metodo, sono stati fatti tentativi di perforare direttamente l'ombelico al fine di ridurre al minimo le conseguenze esterne dell'operazione. Ma questo ha portato ad un aumento delle complicanze settiche..

Entrambi i metodi non sono ampiamente utilizzati a causa della complessità tecnica e della necessità di strumenti di forma e lunghezza speciali. Dotare le cliniche di tali apparecchiature e addestrare i chirurghi nel metodo di rimozione transgastrica o transumbilical dell'appendice non è pratico. Inoltre, queste operazioni hanno un ampio elenco di controindicazioni. Non puoi usarli più che in 1/6 dei casi..

Preparare ed eseguire un'appendicectomia

Prima dell'operazione per rimuovere l'appendicite mediante laparoscopia, i medici preparano il paziente:

  • Dai un clistere e svuota la vescica con un catetere.
  • Il sangue viene prelevato per i test HIV e RW (sifilide).
  • Il glucosio endovenoso viene iniettato con il metodo a goccia.
  • Viene eseguito un elettrocardiogramma (per pazienti con anomalie nel lavoro del sistema cardiovascolare).
  • Per le donne, viene eseguito un esame ginecologico per escludere i processi infiammatori degli organi riproduttivi.
  • Trattare la zona addominale con una soluzione disinfettante.

L'anestesia viene somministrata prima dell'operazione. A seconda delle condizioni del paziente - generale o locale. L'anestesia generale è preferibile in quanto non esiste alcun modo per rilassare i muscoli addominali in anestesia locale.

Preparazione per la procedura

Prima dell'operazione, il paziente viene sottoposto a un'analisi generale di urina e sangue, quindi viene sottoposto a ecografia, coagulogramma e radiografia. Si raccomanda alle pazienti di sottoporsi a un esame da un ginecologo per identificare le patologie delle appendici uterine.

ATTENZIONE! Se è necessaria la rimozione urgente dell'appendice (il paziente avverte un forte dolore, c'è un'alta probabilità di rottura dell'appendice), le misure preparatorie sono ridotte al minimo.

Prima dell'operazione, il paziente è legato in modo affidabile le vene, un catetere viene inserito nella vescica per rimuovere il fluido con mezzi artificiali. A colpo sicuro, ai pazienti viene mostrato un clistere.

L'ultima fase della preparazione è l'introduzione dell'anestesia o dell'anestesia, la preparazione del campo di lavoro mediante la disinfezione della pelle e la rasatura dei capelli.

L'anestesia generale è indicata per i pazienti con elevato indice di massa corporea, disturbi mentali e convulsioni nervose (shock) prima dell'intervento chirurgico. Le donne con una gravidanza stabilita e i pazienti con una corporatura sottile (quando l'accesso all'appendicite non è complicato da un grande trauma tissutale quando si crea un accesso aperto alla cavità addominale) vengono operati in anestesia locale.

Le procedure preparatorie insieme richiedono circa 2 ore.

Il corso di chirurgia per appendicite utilizzando un dispositivo endoscopico

PalcoscenicoAzioni
Preparatorio• Il paziente è posizionato sul tavolo operatorio, che è inclinato a sinistra per facilitare l'accesso all'area operata • La pelle dell'addome è trattata con un antisettico
Prima puntura• Un ago viene inserito nella prima puntura vicino all'ombelico. La sua funzione è di pompare gas nella cavità addominale per una più conveniente esecuzione delle procedure chirurgiche • Il primo trocar (uno strumento chirurgico sotto forma di un tubo cavo) per il laparoscopio viene inserito nella stessa incisione
Seconda puntura• Viene eseguita una seconda incisione sotto l'ombelico. Un altro tubo viene inserito al suo interno, con l'aiuto del quale viene esaminata l'appendice infiammata e viene valutata la condizione degli organi vicini
Terza puntura• Accanto alla prima puntura, viene realizzato un terzo per inserire il trocar per raggiungere l'area dell'appendice vermiforme infiammata • L'appendice infiammata viene afferrata e sollevata alla parete addominale • Il mesentere viene tagliato con un coagulatore, quindi viene applicata una sutura o una clip • L'appendice vermiforme infiammata viene estratta attraverso il trocar con altri organi o peritoneo • Il moncone dell'appendice viene elaborato e quindi immerso nel cieco e fissato con suture o fermagli metallici
Finale• Riesaminare la cavità addominale. Se necessario, drenare o coagulare i vasi sanguinanti • Suturare forature cutanee

Quanto tempo richiede l'operazione per rimuovere l'appendice mediante laparoscopia dipende dall'andamento del processo infiammatorio. Se la malattia non è complicata, la manipolazione continua per circa mezz'ora. La durata dell'operazione per rimuovere l'appendicite negli altri casi aumenta.

Cos'è l'appendice

Il cieco si trova al confine dell'intestino crasso e dell'intestino tenue. L'appendice dell'intestino lunga 6-12 cm è chiamata appendice o appendice. Nella piccola appendice del cieco, si concentra un accumulo di tessuto linfoide, che è responsabile dell'immunità intestinale. Un altro ruolo importante dell'organo è creare condizioni favorevoli per la crescita e la riproduzione della microflora intestinale benefica in esso. I simbionti intestinali persi dopo le malattie, il trattamento antibiotico viene reintegrato a causa del "personale giovane" cresciuto nell'appendice.

La sovrapposizione del lume del processo appendicolare con calcoli fecali, accumuli di elminti o neoplasie porta alla crescita attiva dei microbi in uno spazio limitato. Non avendo altri alimenti, i microrganismi "mangiano" i tessuti dell'appendice, provocando un'infiammazione acuta dell'appendice o dell'appendicite.

Probabili conseguenze

Le complicanze dell'appendicite si verificano dopo l'intervento chirurgico o durante la sua attuazione. Durante la procedura chirurgica, può verificarsi quanto segue:

  • danno all'intestino da parte di un trocar;
  • attraversando l'organo con una legatura;
  • danno all'arteria appendicolare;
  • un'ustione della superficie del cieco con un coagulatore;
  • un forte calo di pressione dovuto all'introduzione di gas nella cavità addominale.

Quali possono essere le complicazioni dopo la rimozione dell'appendicite mediante endoscopia non dipende solo dall'abilità del chirurgo. Se il paziente non aderisce alle raccomandazioni del periodo di riabilitazione, il rischio aumenta:

  • emorragia nella cavità addominale;
  • ernia della parete addominale anteriore;
  • peritonite;
  • accumulo di pus nelle ferite sottocutanee;
  • necrosi del moncone dell'appendice rimossa;
  • processo infettivo secondario a seguito dell'attaccamento di microrganismi patogeni.

Se il paziente è stato precedentemente sottoposto a chirurgia endoscopica sugli organi interni, quindi con l'appendicectomia esiste un alto rischio di danni a causa di aderenze.

Quando viene eseguita l'operazione??

Non puoi fare a meno dell'intervento chirurgico nelle seguenti situazioni:

  1. Esacerbazione dell'infiammazione cronica;
  2. Peritonite;
  3. Perforazione delle pareti dell'appendice;
  4. Versamento di pus nella cavità addominale.

Esistono due tipi di interventi chirurgici (appendicectomia): emergenza e pianificazione:

  1. Un'emergenza viene eseguita quasi immediatamente dopo il ricovero in ospedale. L'urgenza è dovuta allo sviluppo di una condizione pericolosa che può minacciare la vita umana. Dopo aver esaminato il paziente, viene eseguito un intervento chirurgico, durante il quale viene rimossa l'appendicite.
  2. Un'operazione pianificata viene eseguita nel caso in cui l'intervento di emergenza sia vietato a causa di determinate minacce alla vita. Non appena le minacce vengono eliminate, il paziente è pronto per la procedura, il processo viene rimosso.

Sapevi che l'appendice appartiene al sistema linfatico? Per saperne di più qui.

Periodo di riabilitazione

Il recupero dall'appendicite rimossa laparoscopicamente è più veloce che dopo la classica chirurgia a cielo aperto.

Il paziente rimane in ospedale per 3-7 giorni. Durante questo periodo, viene eseguita una terapia con farmaci antibatterici per prevenire complicanze infettive, nonché l'introduzione di gocce con soluzioni di glucosio di supporto.

Il primo giorno dopo la rimozione dell'appendice infiammata, può verificarsi dolore nell'area della puntura. Questo è un fenomeno naturale. Per sopprimere il dolore, al paziente vengono somministrati analgesici.

Le suture cutanee vengono rimosse dopo 7-10 giorni. Fino a quando non vengono eliminati, non è possibile fare una doccia e un bagno, nuotare in piscina e in acque libere. Durante questo periodo, le misure igieniche si limitano a pulire il corpo con un panno inumidito con acqua. Puoi alzarti e camminare un po 'il giorno dopo l'operazione.

Durante il periodo di recupero dopo la rimozione dell'appendicite, il paziente deve seguire le raccomandazioni:

  • rinunciare a una maggiore attività fisica (compresi gli sport) per 2 mesi;
  • mangiare con una dieta parsimoniosa;
  • non bere alcolici per almeno 1,5-2 mesi;
  • smettere di fumare per almeno tre giorni;
  • non esporre il corpo ai raggi ultravioletti diretti;
  • mantenere il riposo sessuale per una settimana.

Il termine di riabilitazione dopo chirurgia endoscopica è di 14-30 giorni.

Appendicectomia transvaginale

L'appendicectomia transvaginale è un tipo di intervento laparoscopico. Per ovvi motivi, viene eseguito solo per pazienti di sesso femminile. Durante l'operazione, i trocar vengono inseriti attraverso forature nel fornice posteriore della vagina. Viene utilizzato un trocar con un diametro di 10 cm per il laparoscopio e 2 cm per lo strumento. L'intervento viene effettuato nella posizione di Trendelenburg, in anestesia endotracheale generale, rilassamento muscolare e ventilazione artificiale.

Le fasi dell'operazione praticamente non differiscono da quelle dell'appendicectomia laparoscopica classica. Il metodo transvaginale è preferibile quando si rimuove l'appendice per donne e ragazze in età riproduttiva. Dopo l'intervento, non rimangono tracce sul corpo - non c'è cicatrice dopo l'appendicite, che evita inconvenienti estetici. Il rapporto sessuale è controindicato entro un mese dall'intervento. Il metodo considerato è possibile solo con appendicite catarrale senza peritonite regionale.

Se l'appendicite è complicata

Complicazioni di appendicite si verificano quando l'appendice si rompe. Nel caso più semplice, l'infiammazione si diffonde ai tessuti più vicini, nel caso peggiore, inizia l'infiammazione del peritoneo: la peritonite. Alcuni chirurghi sono ancora del parere che l'appendicite complicata non possa essere operata attraverso una puntura. La chirurgia laparoscopica ha già una storia di successo nell'esecuzione di tali operazioni, ma questo problema è ancora controverso. Con la peritonite diffusa, è meglio rifiutare la rimozione laparoscopica, poiché è necessario pulire a fondo la cavità addominale.

Tipi di intervento chirurgico

Un'operazione volta a rimuovere l'appendicite è una terapia obbligatoria per l'infiammazione dell'appendice. Di norma, tale assistenza viene fornita al paziente in caso di emergenza. Esistono due tipi principali di interventi chirurgici in medicina:

  • Laparoscopia;
  • metodo tradizionale (laparotomia).

Oggi, il metodo più popolare è la laparoscopia. Questa tecnologia consente di rimuovere l'organo attraverso piccole incisioni nell'addome. Tutte le manipolazioni del chirurgo sono seguite da una telecamera, anch'essa inserita in uno dei fori. Tuttavia, prima di effettuare tale terapia, il medico deve assicurarsi che il trattamento chirurgico sia appropriato. L'operazione è assegnata alle seguenti condizioni:

  • è stata stabilita un'accurata diagnosi di appendicite acuta;
  • obesità 2 e 3 gradi;
  • diabete;
  • aderenze negli organi pelvici.

Questo metodo chirurgico è impossibile se il paziente ha alcune complicazioni di appendicite acuta..

Con l'avvento delle nuove tecnologie, il metodo tradizionale non perde la sua rilevanza. Con tale operazione, al paziente viene praticata un'incisione della cavità attraverso la quale viene rimosso l'organo.

Inoltre, i medici hanno precedentemente eseguito operazioni attraverso aperture naturali - la bocca e la vagina. Questa tecnologia di cura chirurgica ha un chiaro vantaggio: l'assenza di cicatrici sulla pelle. Oggi, una tale tecnica di prestazione di assistenza ha smesso di essere praticata in medicina e i medici preferiscono i due metodi di cui sopra..

Secondo i tempi dell'appendicectomia, ci sono due tipi:

  • pianificato - se un intervento urgente è vietato, viene effettuato a giorni alterni o settimane, quando non vi è alcuna minaccia alla vita;
  • emergenza - eseguita urgentemente in caso di una forma acuta della malattia, i medici iniziano a rimuovere l'appendice dopo che il paziente è stato ricoverato in ospedale e la diagnosi di appendicite acuta è stata confermata.

Prima di ciascuna di queste operazioni, è necessario sottoporsi a preparazione ed esame preoperatori. In un attacco acuto, il paziente deve donare sangue e urina e il medico palpa anche l'area infiammata e un'ecografia degli organi addominali per determinare con precisione il disturbo.

Tipi, costo delle manipolazioni

I chirurghi moderni operano in diversi modi. Prima di tutto, la resezione tradizionale (un'operazione di escissione dell'appendice attraverso un'incisione nell'addome) viene utilizzata per l'appendicite acuta.

Molti sono interessati a quanto costerà un'appendicectomia in una clinica pubblica. La risposta può essere inequivocabile: la manipolazione di emergenza è gratuita, a differenza dei centri medici privati, dove, a seconda della complessità della procedura, il prezzo varia tra 10-17 mila rubli. I seguenti fattori influiscono sul costo: il tipo di anestesia con l'uso della quale verrà rimossa l'appendicite (correttamente - appendice) - anestesia regionale o generale, quale farmaco sarà richiesto e drenaggio.

La manipolazione di emergenza è di solito gratuita.

La laparoscopia viene praticata durante la chirurgia elettiva quando la malattia non si sviluppa in modo aggressivo. L'assenza di cicatrici evidenti (piccole incisioni vengono eseguite in 3 punti) e il periodo di riabilitazione ridotto - non più di 15 giorni - è un vantaggio della manipolazione. Questo metodo di rimozione dell'appendicite (corretto: rimozione dell'appendice) è costoso: il prezzo raggiunge i 50.000 rubli. Il costo dipende anche dall'anestesia utilizzata nella chirurgia dell'appendicite. Il più costoso è epidurale (fino a 15 mila rubli.).

I metodi mini-invasivi sono caratterizzati dall'assenza di cicatrici residue e costano circa 20 mila rubli senza anestesia.

Dolore dopo appendicite nei bambini

Spesso, dopo la rimozione dell'appendicite, i bambini possono anche avere conseguenze negative. Di solito, con una procedura corretta e di successo, i bambini guariscono molto rapidamente. Non hanno dolore, nessun disagio..

E se fosse vero il contrario? Ci possono essere diversi motivi per cui il lato destro dell'appendicite fa male:

  1. Aderenze intestinali. In questo caso, il bambino si lamenterà di avere periodicamente forti sensazioni di dolore. Inoltre, le sue condizioni sono accompagnate da nausea, vomito e diarrea. I genitori dovrebbero consultare urgentemente un medico.
  2. Dieta sbagliata. I genitori devono ricordare che viene selezionata una dieta particolarmente delicata per il bambino dopo la rimozione dell'appendice. Ma non tutti lo osservano. Spesso, il bambino inizia ad essere alimentato molto spesso con frutti ricchi di fibre. Di conseguenza, la pancia del bambino si gonfia, potrebbero esserci flatulenza e disagio nell'area della cucitura..
  3. Varie malattie intestinali. Se i primi due fattori fossero esclusi, potrebbero svilupparsi altre malattie. Può essere qualsiasi cosa, dall'influenza intestinale a condizioni più gravi..

Condotta del paziente

Dopo la rimozione dell'appendice infiammata, il paziente deve seguire correttamente e responsabilmente le raccomandazioni del medico. Se sospetti complicazioni postoperatorie, è necessario l'aiuto di uno specialista qualificato. Per rallentare il processo infiammatorio e ridurre il dolore, un tampone riscaldante con acqua fredda deve essere posizionato sullo stomaco del paziente, non caldo. L'acqua riscaldata non farà che aumentare l'infiammazione..

Non assumere grandi quantità di antidolorifici dopo l'intervento chirurgico. Ciò renderà difficile diagnosticare possibili complicanze. In questi casi non è sicuro usare lassativi. Ma le vitamine sono semplicemente necessarie per l'uso, accelereranno il trattamento. Se possibile, è meglio prendere un antibiotico raccomandato da un medico dopo l'intervento chirurgico per 1-2 giorni in più per prevenire complicazioni.

Non sai nuotare. Pertanto, il viaggio verso il mare dovrebbe essere posticipato. Anche lo stabilimento balneare per il periodo del periodo postoperatorio è proibito. Fino alla rimozione dei punti, sono vietati anche il bagno e la doccia. Non dovresti lavarti mentre sei in acqua con tutto il tuo corpo. I medici, se necessario, consentono di eseguire la pulizia del corpo con acqua, lavaggio, lavaggio di piedi e mani.

L'area della cucitura non deve essere toccata, ma soprattutto massaggiata e strofinata. Guarisce più velocemente se è adeguatamente curato..

È severamente vietato fumare sigarette. Il fumo complica il normale decorso dell'anestesia e rende problematico il periodo di riabilitazione.

Già dopo 6-10 ore, il paziente deve lavorare con le corrette abilità di rotolamento e seduta. All'inizio, ha bisogno dell'aiuto di persone vicine e personale medico. Gli esperti raccomandano di camminare e alzarsi in 20-24 ore.

Dopo la dimissione dall'ospedale, il paziente deve continuare a seguire queste regole:

  1. Non mangiare molto;
  2. Muoviti quotidianamente, esegui esercizi terapeutici e percorri brevi distanze;
  3. Non sollevare pesi per 3-4 mesi;
  4. Dopo le procedure in acqua, trattare le cuciture con un verde brillante;
  5. Usa una benda (specialmente per i pazienti in sovrappeso).

Quanto tempo e come viene eseguita l'operazione di appendicite??

Indicazioni e preparazione all'intervento chirurgico

L'appendicectomia è uno degli interventi che nella maggior parte dei casi vengono eseguiti su base di emergenza. Indicazione - appendicite acuta. Un'operazione pianificata per rimuovere l'appendice viene eseguita con infiltrato appendicolare dopo che il processo infiammatorio si è placato, circa 2-3 mesi dopo l'insorgenza della malattia. In caso di aumento dei sintomi di intossicazione, rottura di un ascesso con peritonite, il paziente necessita di un trattamento chirurgico urgente.

Non ci sono controindicazioni all'appendicectomia, tranne nei casi di stato agonale del paziente, quando l'operazione non è più consigliabile. Se i medici hanno adottato un approccio di attesa a causa dell'infiltrazione appendicolare, tra le controindicazioni all'intervento chirurgico possono esserci gravi malattie scompensate degli organi interni, ma durante il trattamento conservativo, le condizioni del paziente possono essere stabilizzate a tal punto da poter subire l'intervento.

L'operazione dura di solito circa un'ora, sono possibili sia l'anestesia generale che l'anestesia locale. La scelta dell'anestesia è determinata dalle condizioni del paziente, dalla sua età e dalla patologia concomitante. Quindi, nei bambini, nelle persone in sovrappeso, suggerendo un grande trauma quando si entra nella cavità addominale, con sovraeccitazione nervosa e malattie mentali, è preferibile l'anestesia generale e nei giovani magri, in alcuni casi, è possibile rimuovere l'appendice con anestesia locale. Le donne in gravidanza, a causa dell'effetto negativo dell'anestesia generale sul feto, sono anche operate in anestesia locale..

L'urgenza dell'intervento non implica un tempo sufficiente per preparare il paziente, pertanto viene solitamente eseguito il minimo necessario di esami (sangue generale, urina, coagulogramma, consultazioni di specialisti stretti, ultrasuoni, radiografia). Per escludere la patologia acuta delle appendici uterine, le donne devono essere esaminate da un ginecologo, possibilmente con un esame ecografico. Con un alto rischio di trombosi delle vene delle estremità, queste ultime vengono fasciate prima dell'operazione con bendaggi elastici.

Prima dell'operazione, la vescica viene cateterizzata, il contenuto viene rimosso dallo stomaco, se il paziente ha mangiato più di 6 ore prima dell'operazione, è indicato un clistere per costipazione. La fase preparatoria non dovrebbe durare più di due ore.

Quando la diagnosi non è in dubbio, il paziente viene portato in sala operatoria, viene eseguita l'anestesia, viene preparato il campo operatorio (rasatura dei capelli, trattamento con iodio).

Controindicazioni

La rimozione dell'appendice non ha controindicazioni, ad eccezione di quei casi in cui l'intervento medico non è consigliabile a causa dell'attacco agonale del paziente.

Solo il metodo laparoscopico di escissione dell'appendicite ha controindicazioni:

  • più di 24 ore dall'inizio dello sviluppo attivo della malattia;
  • peritonite e infiammazione locale nella cavità del cieco;
  • malattie del sistema cardiovascolare (insufficienza cardiaca scompensata, attacchi di cuore).

Avanzamento dell'operazione

L'operazione classica per rimuovere l'appendicite viene eseguita attraverso un'incisione nella parete addominale anteriore nella regione ileale destra, attraverso la quale viene rimosso il cieco con l'appendice, viene tagliato e la ferita viene suturata saldamente. A seconda delle caratteristiche della posizione dell'appendice, si distinguono la sua lunghezza, la natura dei cambiamenti patologici, l'appendicectomia antegrado e retrograda.

Il corso dell'operazione comprende diverse fasi:

  • Formazione di accesso all'area interessata;
  • Rimozione del cieco;
  • Tagliare l'appendice;
  • Chiusura a strati della ferita e controllo dell'emostasi.

Per "arrivare" all'appendice infiammata, viene praticata un'incisione standard di 7 cm nella regione iliaca destra. Il punto di riferimento è McBurney. Se disegna mentalmente un segmento dall'ombelico alla colonna iliaca superiore destra e lo dividi in tre parti, questo punto si troverà tra il terzo esterno e il terzo medio. L'incisione è ad angolo retto rispetto alla linea risultante attraverso il punto specificato, un terzo si trova sopra, due terzi - sotto il punto di riferimento specificato.


a sinistra - chirurgia aperta tradizionale, a destra - chirurgia laparoscopica

Dopo che il chirurgo ha tagliato la pelle e il tessuto adiposo sottocutaneo, deve penetrare nella cavità addominale. La fascia e l'aponeurosi del muscolo obliquo vengono tagliate e i muscoli stessi vengono spinti ai lati senza tagliare. L'ultimo ostacolo è il peritoneo, che viene sezionato tra i morsetti, ma il medico si assicurerà innanzitutto che la parete intestinale non sia entrata in essi..

Aprendo la cavità addominale, il chirurgo determina la presenza di ostruzioni sotto forma di aderenze e aderenze. Quando sono allentati, vengono semplicemente separati con un dito e il tessuto connettivo denso viene sezionato con un bisturi o con le forbici. Questo è seguito dalla rimozione di una sezione del cieco con l'appendice, per la quale il chirurgo tira con cura la parete dell'organo, estraendolo. Dopo la penetrazione nell'addome, è possibile rilevare un essudato infiammatorio, che viene rimosso con tovaglioli o un'aspirazione elettrica.


appendicectomia: il corso dell'operazione

L'appendice viene rimossa antegrade (tipica) e retrograde (meno frequentemente). La rimozione anterograda comporta la legatura dei vasi mesenterici, quindi viene applicato un morsetto alla base dell'appendice, il processo viene suturato e tagliato. Il moncone è immerso nel cieco e il chirurgo deve eseguire la sutura. La condizione per la rimozione antegrado dell'appendice è considerata la possibilità della sua rimozione senza ostacoli nella ferita..

L'appendicectomia retrograda viene eseguita in una sequenza diversa: in primo luogo, il processo viene interrotto, il cui moncone viene immerso nell'intestino, vengono applicate le suture e quindi i vasi del mesentere vengono gradualmente suturati e viene tagliato. La necessità di tale operazione sorge quando il processo si trova dietro il cieco o retroperitoneale, con un processo adesivo pronunciato, che rende difficile rimuovere il processo nel campo operativo.

Dopo aver rimosso l'appendice, vengono applicate le suture, viene esaminata la cavità addominale, la parete addominale viene suturata a strati. Di solito la sutura è sorda, non implica drenaggio, ma solo nei casi in cui non vi sono segni di diffusione del processo infiammatorio nel peritoneo e non si trova essudato nell'addome.

In alcuni casi, diventa necessario installare gli scarichi, le cui indicazioni sono:

  1. Sviluppo di peritonite;
  2. Possibilità di rimozione incompleta dell'appendice e emostasi insufficiente;
  3. Infiammazione del tessuto retroperitoneale e presenza di ascessi nella cavità addominale.

Quando si tratta di peritonite, sono necessari 2 canali di scolo: nell'area del processo remoto e sul canale laterale destro dell'addome. Nel periodo postoperatorio, il medico controlla attentamente lo scarico dalla cavità addominale e, se necessario, è possibile eseguire una seconda operazione..

La peritonite (infiammazione del peritoneo) può essere sospettata anche nella fase dell'esame del paziente. In questo caso, sarà preferibile un'incisione nella linea mediana dell'addome, fornendo una buona visione della cavità addominale e la possibilità di lavaggio (risciacquo con soluzione salina o antisettici).

Malattia acuta allo stadio

Questo tipo di appendicite è caratterizzato da una rapida progressione e ha diverse fasi..

  • Il primo stadio è catarrale. Caratteristiche distintive: leggera infiammazione e ispessimento dell'appendice, nausea e dolore nella parte superiore dell'addome.
  • Il secondo è purulento. Nella cavità dell'appendice e delle sue pareti si formano focolai purulenti. Il dolore si fa sentire nella parte destra.
  • Il terzo stadio è l'appendicite flemmonica. Viene per sostituire quello purulento. Il processo aumenta notevolmente di dimensioni ed è quasi completamente riempito di pus.
  • Il quarto e più pericoloso stadio è la rottura dell'appendice. Si verifica poche ore dopo la fase flemmona..

Le complicanze dell'appendicite acuta includono:

  • La peritonite (infiammazione dell'addome) si verifica dopo un'appendice rotta.
  • Blocco intestinale. I sintomi includono nausea, vomito frequente e gonfiore..

Quanto tempo richiede l'operazione per rimuovere l'appendicite dipende in gran parte dalle cause di questa malattia. Saranno discussi al momento. Ma prima, concentriamoci sul fatto che qualunque fattore abbia causato questo disturbo, c'è sempre un edema dell'appendice e dei tessuti nelle vicinanze. Vi è una violazione del deflusso di liquidi. Questa condizione può essere causata da:

  • Blocco meccanico del condotto (formazione del tappo). Il suo aspetto è facilitato da: costipazione, dieta malsana, malattie croniche dell'intestino crasso, oncologia.
  • La presenza di parassiti. In novanta casi su cento, il verme si presenta in appendice..
  • Serotonina. L'altro nome è l'ormone della felicità. Distinguendosi dalle cellule durante la sintesi, provoca infiammazione dei tessuti. Il processo contiene un gran numero di cellule coinvolte nel processo endocrino.
  • Processi infiammatori nelle navi. In questo caso, c'è una violazione dell'apporto di sangue all'appendice..

Appendicectomia laparoscopica

Di recente, con lo sviluppo di capacità tecniche in medicina, sono diventate sempre più popolari le tecniche minimamente invasive, utilizzate anche nella chirurgia delle malattie della cavità addominale. L'appendicectomia laparoscopica è una degna alternativa alla chirurgia classica, ma per una serie di ragioni, non può essere eseguita per tutti i pazienti..

La rimozione laparoscopica dell'appendice è considerata un metodo di trattamento più delicato, che presenta diversi vantaggi:

  • Bassa invasività rispetto alla chirurgia addominale;
  • La possibilità di anestesia locale nella maggior parte dei pazienti;
  • Più breve periodo di recupero;
  • Il miglior risultato per gravi malattie degli organi interni, diabete, obesità, ecc.;
  • Buon effetto cosmetico;
  • Complicanze minime.

Tuttavia, l'appendicectomia laparoscopica presenta alcuni inconvenienti. Ad esempio, un'operazione richiede la disponibilità delle attrezzature costose appropriate e un chirurgo addestrato in qualsiasi momento della giornata, perché il paziente può essere portato in ospedale durante la notte. La laparoscopia non consente un esame dettagliato dell'intero volume della cavità addominale, un'adeguata sanificazione e la rimozione dell'essudato nelle forme comuni del processo infiammatorio. Nei casi più gravi, con peritonite, è inappropriato e persino pericoloso.

Attraverso molti anni di discussioni, i medici hanno identificato indicazioni e controindicazioni per la rimozione laparoscopica dell'appendice.

Le indicazioni sono:

  1. Dubbi sulla diagnosi, che richiedono laparoscopia a fini diagnostici. Ad esempio, in una donna con dolore nella regione iliaca destra, la diagnosi di appendicite non può essere confermata dopo diverse ore di osservazione. Il chirurgo va in laparoscopia, rileva l'infiammazione delle appendici uterine, che può diffondersi all'appendice o è già infiammata, in questo caso è abbastanza logico rimuoverla laparoscopicamente. Al bambino può essere diagnosticata un'appendicite catarrale e l'appendice viene rimossa durante la laparoscopia. Queste operazioni vengono eseguite in assenza di controindicazioni (processo purulento, peritonite), in cui, dopo la laparoscopia, viene eseguita un'operazione ad accesso aperto.
  2. Grave patologia concomitante (obesità grave, diabete mellito, insufficienza cardiaca), in cui è indesiderabile un grande trauma chirurgico, il rischio di complicanze infettive è elevato e la chirurgia addominale è inevitabilmente accompagnata da grandi incisioni (in pazienti obesi).
  3. Il desiderio del paziente di eseguire l'operazione laparoscopicamente (ovviamente, se ciò non contraddice la sicurezza).
  4. La chirurgia laparoscopica per patologia ginecologica, quando nel processo di adesione, l'infiammazione purulenta degli organi pelvici, lasciando anche un'appendice invariata è impraticabile e irta di appendicite secondaria.

Se non ci sono rischi, le condizioni del paziente sono stabili, l'infiammazione non si è diffusa oltre l'appendice, quindi l'appendicectomia laparoscopica può essere considerata il metodo di scelta.

Controindicazioni al trattamento minimamente invasivo:

  • Più di un giorno dall'esordio della malattia, quando esiste un'alta probabilità di complicanze (perforazione dell'appendice, ascesso).
  • Peritonite e transizione dell'infiammazione al cieco.
  • Controindicazioni per una serie di altre malattie: infarto del miocardio, insufficienza cardiaca scompensata, patologia broncopolmonare, ecc..

Affinché l'appendicectomia laparoscopica sia una procedura di trattamento sicura ed efficace, il chirurgo peserà sempre i pro e i contro e, in assenza di controindicazioni alla procedura, sarà un metodo di trattamento a basso trauma con un rischio minimo di complicanze e un breve periodo postoperatorio..

Il corso dell'appendicectomia laparoscopica comprende:


Una piccola incisione nella regione ombelicale attraverso la quale l'anidride carbonica viene iniettata nell'addome per una buona visione. Un laparoscopio viene anche inserito attraverso lo stesso foro. Il chirurgo esamina l'addome dall'interno e, in caso di dubbi sulla sicurezza di ulteriori manipolazioni, procede alla chirurgia a cielo aperto.

  • Attraverso incisioni nella zona pubica e nell'ipocondrio destro, gli strumenti vengono inseriti con l'aiuto del quale viene afferrata l'appendice, i vasi vengono legati, il mesentere viene tagliato, quindi l'appendice viene tagliata e rimossa dall'addome.
  • Esame e risanamento della cavità addominale, drenaggio secondo necessità, sutura dei siti di inserzione.
  • La chirurgia laparoscopica per appendicite dura fino a un'ora e mezza e il periodo postoperatorio dura solo 3-4 giorni. Le cicatrici dopo un tale intervento sono appena percettibili e dopo un po 'di tempo richiesto per la guarigione finale, possono essere difficili da trovare affatto.

    La sutura ad accesso aperto viene rimossa dopo 7-10 giorni. Rimarrà una cicatrice nel sito dell'incisione, che si ispessirà e impallidirà nel tempo. Il processo di formazione della cicatrice dura diverse settimane.

    L'effetto cosmetico è in gran parte determinato dagli sforzi e dall'abilità del chirurgo. Se il medico tratta la sutura della ferita in buona fede, la cicatrice sarà quasi invisibile. Con lo sviluppo di complicanze, se è necessario aumentare la lunghezza dell'incisione, il chirurgo sarà costretto a sacrificare il lato estetico del problema a favore della conservazione della salute e della vita del paziente.

    Che cos'è l'appendicite

    L'appendicite è una malattia acuta causata da processi infiammatori nella cavità dell'appendice (appendice). La sintomatologia è atipica e si manifesta come taglio del dolore nell'addome inferiore, spesso associato a processi di intossicazione. Le cause della malattia non sono state stabilite scientificamente.

    Nella prima infanzia, l'appendice ha il ruolo di "costruttore di immunità", ma successivamente perde il suo carico funzionale. La rimozione dell'appendice non è pericolosa per il corpo. L'unico trattamento efficace per l'infiammazione è l'asportazione completa dell'appendice.

    Periodo postoperatorio

    In caso di forme semplici di appendicite e un decorso favorevole dell'operazione, il paziente può essere immediatamente portato al reparto chirurgico, in altri casi - al reparto postoperatorio o all'unità di terapia intensiva..

    Durante il periodo di riabilitazione, la cura della ferita e l'attivazione precoce del paziente sono di grande importanza, il che consente all'intestino di essere "acceso" in tempo ed evitare complicazioni. Le medicazioni vengono eseguite a giorni alterni, in presenza di scarichi - quotidianamente.

    Il primo giorno dopo l'intervento, il paziente può essere disturbato dal dolore e da un aumento della temperatura corporea. Il dolore è naturale, poiché l'infiammazione stessa e la necessità di incisioni comportano danni ai tessuti. Di solito il dolore è localizzato nel sito della ferita chirurgica, è abbastanza tollerabile e al paziente vengono prescritti analgesici se necessario.

    Con forme complicate di appendicite, è indicata la terapia antibiotica. La febbre può essere il risultato di un intervento chirurgico e una reazione naturale durante il periodo di recupero, ma deve essere attentamente controllata, poiché un aumento della temperatura a numeri significativi è un segno di gravi complicazioni. La temperatura non deve superare i 37,5 gradi durante il normale corso del periodo postoperatorio.

    Molti pazienti preferiscono sdraiarsi a letto, citando debolezza e dolore. Questo è sbagliato, poiché prima il paziente si alza e inizia a muoversi, più velocemente la funzione intestinale si riprenderà e minore sarà il rischio di complicazioni pericolose, in particolare la trombosi. Nei primi giorni dopo l'operazione, devi raccogliere il tuo coraggio e camminare almeno nel reparto.

    Un ruolo molto importante negli interventi sugli organi addominali è dato alla dieta e alla dieta. Da un lato, il paziente deve assumere le calorie di cui ha bisogno, dall'altro, non danneggiare l'intestino con un'abbondanza di cibo, che durante questo periodo può causare conseguenze avverse..

    Puoi iniziare a mangiare dopo la comparsa della peristalsi intestinale, come evidenziato dalla prima feci indipendente. Il paziente deve essere informato su cosa si può mangiare dopo l'operazione e cosa è meglio rifiutare..

    Ai pazienti che hanno sofferto di appendicite acuta viene assegnato un numero di tabella 5. È sicuro consumare composte e tè, carni magre, minestre leggere e cereali, pane bianco. Sono utili prodotti a base di latte fermentato, verdure in umido, frutta che non contribuiscono alla formazione di gas.

    Durante il periodo di recupero, non devi mangiare carne e pesce grassi, legumi, cibi fritti e affumicati, devi escludere spezie, alcool, caffè, pasticcini e dolci, bevande gassate.

    In media, dopo l'operazione, il paziente è in ospedale per circa una settimana con forme semplici della malattia, altrimenti - più a lungo. Dopo l'appendicectomia laparoscopica, la dimissione è possibile il terzo giorno dopo l'operazione. Puoi tornare al lavoro in un mese con operazioni aperte, con laparoscopia - dopo 10-14 giorni. Viene rilasciato un congedo per malattia a seconda del trattamento effettuato, della presenza o dell'assenza di complicanze per un mese o più.

    Video: quale dovrebbe essere la nutrizione dopo la rimozione dell'appendicite?

    Anestesia con appendicite

    Nella maggior parte dei casi, quando si esegue un intervento chirurgico per l'appendicite, viene eseguita l'anestesia generale. A volte viene eseguita l'anestesia regionale, in particolare il sollievo dal dolore epidurale.

    Grazie all'uso dell'anestesia prima dell'intervento, è possibile fornire al paziente un sonno profondo e una completa assenza di dolore. Quando si esegue un'appendicectomia, esiste una minaccia di penetrazione del contenuto dello stomaco nei polmoni. Per prevenire questa condizione pericolosa, durante l'operazione viene utilizzata l'intubazione tracheale. In questo caso, uno speciale tubo di respirazione viene inserito nella trachea..

    L'anestesia regionale è considerata più sicura. Tuttavia, quando si esegue un'operazione di appendicite, tale anestesia viene utilizzata molto raramente. Ciò è dovuto al tempo impiegato per eseguire l'anestesia. Questo di solito richiede circa 20-40 minuti, il che non sempre soddisfa i chirurghi. Inoltre, l'anestesia spinale non garantisce il completo sollievo dal dolore in tutti i casi, il che richiede al medico di cambiare la tattica del sollievo dal dolore. Pertanto, quando si asporta l'appendicite, viene spesso utilizzata l'anestesia generale..

    complicazioni

    Dopo l'intervento chirurgico per rimuovere l'appendice, possono svilupparsi alcune complicazioni, quindi il paziente ha bisogno di un monitoraggio costante. L'operazione stessa di solito procede bene e alcune difficoltà tecniche possono essere causate da un'insolita localizzazione dell'appendice nella cavità addominale.

    La complicazione più comune nel periodo postoperatorio è la suppurazione nell'area dell'incisione, che, con tipi purulenti di appendicite, può essere diagnosticata in ogni quinto paziente. Altre opzioni per lo sviluppo sfavorevole di eventi - peritonite, sanguinamento nella cavità addominale con emostasi insufficiente o scivolamento delle suture dai vasi, deiscenza di suture, tromboembolia, malattia adesiva nel tardo periodo postoperatorio.

    La sepsi è considerata una conseguenza molto pericolosa, quando l'infiammazione purulenta diventa sistemica, così come la formazione di ascessi (ascessi) nell'addome. Queste condizioni sono facilitate dalla rottura dell'appendice con lo sviluppo di peritonite diffusa..

    L'appendicectomia è un'operazione di emergenza e la sua assenza può costare la vita al paziente, quindi non sarebbe logico parlare del costo di tale trattamento. Tutte le appendicectomie vengono eseguite gratuitamente, indipendentemente dall'età, dallo stato sociale, dalla cittadinanza del paziente. Questa procedura è stabilita in tutti i paesi, perché qualsiasi patologia chirurgica acuta che richiede misure urgenti può verificarsi ovunque e in qualsiasi momento..

    I medici salveranno il paziente eseguendo un'operazione, ma il successivo trattamento e monitoraggio durante un periodo in cui nulla minaccia la vita può essere costoso. Ad esempio, un esame generale del sangue o delle urine in Russia costerà in media 300-500 rubli e consultazioni specialistiche - fino a un migliaio e mezzo. I costi postoperatori associati alla necessità di continuare il trattamento possono essere coperti da assicurazione.

    Poiché interventi come l'appendicectomia vengono eseguiti urgentemente e non pianificati per il paziente stesso, il feedback sul trattamento ricevuto sarà molto diverso. Se la malattia era limitata, il trattamento è stato effettuato in modo rapido ed efficiente, le recensioni saranno positive. Impressioni particolarmente buone possono essere lasciate da un'operazione laparoscopica quando, pochi giorni dopo una patologia pericolosa per la vita, il paziente è a casa e si sente bene. Le forme complicate, che richiedono un trattamento a lungo termine e la successiva riabilitazione, sono molto peggio tollerate, e quindi le impressioni negative dei pazienti rimangono per tutta la vita..

    effetti

    Se l'operazione è stata eseguita normalmente, il paziente può camminare per circa il 3 ° giorno. Il drenaggio non è un ostacolo. Attività per un rapido recupero del corpo:

    1. Disintossicazione il primo giorno, prendendo antidolorifici.
    2. Una dieta che elimina cibi grassi e pesanti, piccole porzioni.
    3. Stimolazione del tratto digestivo e del sistema urinario (lassativi, diuretici).
    4. Se la temperatura continua a mantenere, vengono prescritti farmaci antibatterici e antinfiammatori.

    Prima di rimuovere i punti, il paziente può muoversi, ma è necessario evitare il trasporto di oggetti pesanti, la tensione dei muscoli addominali. La norma di peso che può essere trasferita nel periodo postoperatorio è indicata nell'intervallo da 0,6 a 1 kg. La piena attività fisica è accettabile dopo 2-3 mesi.

    A volte si sviluppano complicanze. Se, dopo una settimana, la temperatura dopo la rimozione dell'appendicite persiste, accompagnata da nausea, sudorazione, diarrea persistente, ciò indica l'inizio della suppurazione interna.

    C'è dolore nell'area della cucitura e sanguinamento a causa della sua divergenza. Normalmente, i punti possono ferire per diversi giorni, ma in caso di dolore acuto, comparsa di scarico, è necessario informare il medico.

    L'appendicite può ferire? L'appendicite non può ferire a causa del fatto che l'appendicite è una condizione patologica e anche l'appendice non può ferire dopo l'operazione, poiché il processo infiammato è già stato rimosso. L'area operata può ferire a causa della discrepanza delle suture interne. Il processo è accompagnato da una sporgenza (ernia), l'aspetto della temperatura.

    Gravi complicanze, a causa delle quali può ferire nell'area di rimozione dell'appendice per una settimana o più - ernia e peritonite. Le condizioni si manifestano come ipertermia, tensione nell'addome, il paziente ha un forte dolore nell'area operata, si nota il vomito. Anche la formazione di aderenze diventa un problema..

    Il rispetto delle regole mediche in combinazione con l'abilità del chirurgo operativo danno un risultato positivo. Il tasso di recupero della salute dipende dal tipo di intervento e dalla gravità iniziale della condizione.

    L'appendicite è una condizione chirurgica acuta caratterizzata da un processo infiammatorio nell'appendice del cieco. Questo è un fenomeno piuttosto pericoloso che necessita di cure mediche urgenti. La rimozione tempestiva dell'appendicite può aiutare a evitare effetti negativi sulla salute.

    Diagnostica

    La diagnosi di appendicite non richiede molto tempo. La cosa principale per il medico è determinare la causa delle sensazioni dolorose. Solo allora sarà in grado di dire se è necessario un intervento chirurgico. Quanto tempo richiede l'operazione per rimuovere l'appendicite dipende dalla diagnosi.

    La prima cosa che fa uno specialista è parlare con un paziente. Durante una conversazione, scopre la durata della sindrome del dolore, dove si sente, se c'è stata una temperatura.

    Il medico presta attenzione all'andatura, alla postura in cui il paziente è seduto o in piedi, valuta l'aspetto della pressa addominale.

    La palpazione rivela i luoghi in cui si sente il dolore, la natura e la forza delle sensazioni dolorose sono determinate usando le percussioni.

    Viene eseguito un esame del sangue. Viene stabilito il numero di leucociti. Le donne sono testate per la gravidanza.

    Più precisamente, la diagnosi viene stabilita utilizzando raggi X, ultrasuoni, TC.

    Se il quadro clinico non è chiaro, viene eseguito un ulteriore esame: laparoscopia.

    Articoli Su Epatite