Anatomia topografica e chirurgia operativa (19 pagine)

Principale Pancreatite

6. Il legamento gastro-pancreas si forma quando il peritoneo passa dal bordo superiore del pancreas alla parete posteriore del corpo, del cuore e del fondo dello stomaco; contiene l'arteria gastrica sinistra.

L'apporto di sangue allo stomaco è fornito dal sistema del tronco celiaco.

1. L'arteria gastrica sinistra è divisa nei rami esofagei e discendenti ascendenti, che, passando lungo la curvatura inferiore dello stomaco da sinistra a destra, danno i rami anteriore e posteriore.

2. L'arteria gastrica giusta inizia dalla propria arteria epatica. Come parte del legamento epato-duodenale, l'arteria raggiunge la parte pilorica dello stomaco e tra le foglie dell'omento minore lungo la curvatura minore viene diretta a sinistra verso l'arteria gastrica sinistra, formando un arco arterioso della curvatura inferiore dello stomaco.

3. L'arteria gastroepiploica sinistra è un ramo dell'arteria splenica e si trova tra le foglie dei legamenti gastro-splenico e gastro-colico lungo la maggiore curvatura dello stomaco.

4. L'arteria gastroepiploica destra inizia dall'arteria gastro-duodenale e va da destra a sinistra lungo la maggiore curvatura dello stomaco verso l'arteria gastroepiploica sinistra, formando un secondo arco arterioso lungo la maggiore curvatura dello stomaco.

5. Le arterie gastriche corte nella quantità di 2-7 rami partono dall'arteria splenica e, passando nel legamento gastro-splenico, raggiungono il fondo lungo la maggiore curvatura dello stomaco.

Le vene dello stomaco accompagnano le arterie con lo stesso nome e scorrono nella vena porta o in una delle sue radici.

Drenaggio linfatico. I vasi linfatici devianti dello stomaco scorrono nei linfonodi del primo ordine, situati nell'omento minore, situati lungo la maggiore curvatura, alla porta della milza, lungo la coda e il corpo del pancreas, nei linfonodi pilorici e mesenterici superiori. Le navi devianti da tutti i linfonodi del primo ordine elencati sono diretti ai linfonodi di secondo ordine, che si trovano vicino al tronco celiaco. Di questi, la linfa fluisce nei linfonodi lombari.

L'innervazione dello stomaco è fornita dalle parti simpatiche e parasimpatiche del sistema nervoso autonomo. Le principali fibre nervose simpatiche sono dirette allo stomaco dal plesso celiaco, entrano e si diffondono nell'organo lungo i vasi extra e intraorganici. Le fibre nervose parasimpatiche nello stomaco provengono dai nervi del vago destro e sinistro, che sotto il diaframma formano i tronchi del vago centrale e posteriore.

Anatomia topografica del duodeno

Ci sono quattro divisioni nel duodeno:

1. La parte superiore (bulbo) del duodeno si trova tra il piloro e la curva superiore del duodeno.

Atteggiamento verso il peritoneo: coperto intraperitoneale nella parte iniziale, mesoperitoneale nella parte centrale.

Skeletopia - L1-L3

Syntopy: sopra la cistifellea, sotto la testa del pancreas, davanti all'antro dello stomaco.

2. La parte discendente del duodeno forma una curva più o meno pronunciata verso destra e va dalle curve superiore a quella inferiore. In questa parte, il dotto biliare comune e il dotto pancreatico si aprono sulla grande papilla duodenale. Leggermente più alto di esso, potrebbe esserci una piccola papilla duodenale instabile, sulla quale si apre il dotto pancreatico accessorio.

Atteggiamento verso il peritoneo: localizzato retroperitoneale.

Skeletopia - L1-L3.

Sinopia: a sinistra è la testa del pancreas, dietro e a destra, il rene destro, la vena renale destra, la vena cava inferiore e l'uretere, di fronte al mesentere del colon trasverso e le anse dell'intestino tenue.

3. La parte orizzontale del duodeno va dalla curva inferiore all'intersezione con i vasi mesenterici superiori.

Atteggiamento verso il peritoneo: localizzato retroperitoneale. Skeletotopy - L3.

Syntopy: sopra la testa del pancreas, dietro la vena cava inferiore e l'aorta addominale, davanti e sotto il cappio dell'intestino tenue.

4. La parte ascendente del duodeno va dall'intersezione con i vasi mesenterici superiori a sinistra e fino alla flessione duodenale-digiunale ed è fissata dal legamento in sospensione del duodeno.

Atteggiamento verso il peritoneo: localizzato mesoperitonealmente.

Skeletotopy - L3-L2.

Syntopy: dall'alto della superficie inferiore del corpo del pancreas, dietro la vena cava inferiore e l'aorta addominale, davanti e sotto il cappio dell'intestino tenue.

Legamenti duodenali

Legamento epato-duodenale - tra la porta del fegato e la sezione iniziale del duodeno e contiene la propria arteria epatica, situata nel legamento a sinistra, il dotto biliare comune, situato a destra, tra loro e dietro - la vena portale.

Legamento duodenale-renale sotto forma di una piega del peritoneo allungato tra il bordo esterno della parte discendente dell'intestino e il rene destro.

L'afflusso di sangue viene fornito dal sistema del tronco celiaco e dall'arteria mesenterica superiore.

Le arterie pancreatiche-duodenali posteriori e anteriori superiori si diramano dall'arteria gastro-duodenale.

Le arterie pancreatico-duodenale inferiori posteriori e anteriori si allontanano dall'arteria mesenterica superiore, vanno verso le due superiori e si collegano ad esse.

Le vene del duodeno ripetono il corso delle arterie con lo stesso nome e drenano il sangue nel sistema della vena porta.

I vasi linfatici devianti confluiscono nei linfonodi del primo ordine, che sono i nodi pancreatico-duodenale superiore e inferiore.

L'innervazione del duodeno viene effettuata dai plessi nervosi celiaco, mesenterico superiore, epatico e pancreatico, nonché dai rami di entrambi i nervi vago.

Sutura intestinale

La sutura intestinale è un concetto collettivo che unisce tutti i tipi di suture che vengono applicati agli organi cavi (esofago, stomaco, intestino tenue e crasso).

Requisiti di base per la sutura intestinale:

1. La tenuta è ottenuta dal contatto delle membrane sierose delle superfici cucite. Emostaticità - ottenuta catturando nella sutura del sublipper, la base dello zima dell'organo cavo (la sutura dovrebbe fornire emostasi, ma senza interruzioni significative dell'apporto di sangue alla parete dell'organo lungo la linea di sutura).

2. Adattabilità: la sutura deve essere eseguita tenendo conto della struttura della guaina delle pareti del tratto digestivo per un adattamento ottimale dei gusci del tubo intestinale con lo stesso nome.

3. Forza - ottenuta afferrando sotto la cucitura. strato mucoso, dove si trova un gran numero di fibre elastiche.

4. Asetticità (pulizia, non infezione): questo requisito è soddisfatto se la membrana mucosa dell'organo non viene catturata nella cucitura (usando suture a fila singola "pulite" o immersione di suture passanti (infette) con una sutura muscolosa sierosa "pulita").

Nella parete degli organi cavi della cavità addominale, si distinguono quattro strati principali: la mucosa; strato sottomucoso; strato muscolare; strato sieroso.

La membrana sierosa ha pronunciate proprietà plastiche (messe in contatto con l'aiuto delle cuciture, le superfici della membrana sierosa sono saldamente incollate tra loro in 12-14 ore e dopo 24-48 ore le superfici collegate dello strato sieroso crescono insieme). Pertanto, l'imposizione di suture che riuniscono la membrana sierosa garantisce la tenuta della sutura intestinale. La frequenza di tali cuciture dovrebbe essere di almeno 4 punti per 1 cm della lunghezza della sezione da cucire. Lo strato muscolare dona elasticità alla linea di sutura e quindi il suo intrappolamento è un attributo indispensabile di quasi ogni tipo di sutura intestinale. Lo strato sottomucoso fornisce la resistenza meccanica della sutura intestinale e una buona vascolarizzazione della zona di sutura. Pertanto, la connessione dei bordi dell'intestino viene sempre eseguita con la cattura della sottomucosa. La mucosa non ha resistenza meccanica. La connessione dei bordi della mucosa fornisce un buon adattamento dei bordi della ferita e protegge la linea di sutura dalla penetrazione dell'infezione dal lume dell'organo.

Anatomia dello stomaco umano: struttura, funzioni, dipartimenti

Quando si discute di anatomia, viene in mente la frase: "la forma determina la funzione". Ciò significa che la struttura di un organo spiega in gran parte ciò che fa. Lo stomaco è un sacco muscolare che fornisce un ambiente favorevole per la scomposizione e la digestione del cibo. Invia anche alla fase successiva di elaborazione del materiale che una persona o qualsiasi altro mammifero prende per il cibo..

Posizione

Lo stomaco si trova nella parte superiore dell'addome. L'anatomia umana nasconde in modo affidabile l'organo sotto la copertura delle costole inferiori e quindi lo protegge da danni meccanici.

Di fronte, confina con la parete addominale, l'ipocondrio sinistro, il polmone sinistro, il diaframma e il fegato e dietro di essa - con il minore omento, diaframma, milza, ghiandola surrenale sinistra, parte superiore del rene sinistro, arteria splenica, pancreas e colon trasverso.

Lo stomaco è fissato ad entrambe le estremità, ma è mobile tra di loro, cambiando costantemente forma a seconda del riempimento.

Struttura

L'organo può essere chiamato parte della catena del tratto digestivo e, senza dubbio, il suo anello più importante. Si trova di fronte al duodeno e, in effetti, è una continuazione dell'esofago. Lo stomaco e l'anatomia dei tessuti che rivestono le pareti sono: mucosa, sottomucosa, membrane muscolari e sierose.

La mucosa è dove l'acido viene prodotto e secreto.

La sottomucosa è uno strato di tessuto connettivo che separa la mucosa dalla superficie esterna muscolare.

Muscolare - è costituito da fibre, che sono divise in diversi tipi, chiamate per la loro posizione nell'organo. Questo è lo strato obliquo interno, lo strato di circolazione centrale e lo strato longitudinale esterno. Tutti sono coinvolti nell'uniforme miscelazione e macinazione del cibo, nonché nel suo ulteriore movimento lungo il tratto..

Lo strato finale - serosa, è un tessuto connettivo che riveste le pareti esterne dello stomaco e impedisce che si attacchi agli organi adiacenti.

Dietro l'organo si trovano il pancreas e il maggiore omento. Le principali aree della struttura e dell'anatomia dello stomaco sono: lo sfintere esofageo (sfintere cardiaco), il fondo, il corpo, la sezione dell'antro (pilorica) e il piloro. Inoltre, ha una grande curvatura (parte convessa posteriore) e una piccola curvatura (concava anteriore), che si trovano rispettivamente sui lati sinistro e destro. Lo sfintere esofageo è contenuto nella regione cardiaca e controlla il flusso di materiale nello stomaco. Il fondo è la sua sezione superiore, la cui parete è formata dalla curvatura superiore e il corpo rappresenta la regione principale dell'organo. La parte terminale - antrale, funge da uscita e ingresso nell'intestino tenue e termina con lo sfintere pilorico (gatekeeper).

fori

Buco cardiaco. Si trova vicino al cuore, dove l'esofago entra nella massa gastrica. Questo buco non ha costipazione anatomica, ma contiene un meccanismo speciale per cui il cibo non viene rigettato. In questo sistema, le fibre muscolari lisce circolari inferiori dell'esofago fungono da sfintere fisiologico.

Buco pilorico. Formata dal canale pilorico, che unisce la prima parte dell'intestino tenue - il duodeno (duodeno) - e crea una via di uscita per il chimo. Si differenzia dal cardiaco in quanto ha uno sfintere pilorico con una valvola. È costituito da uno strato muscolare circolare che si ispessisce attorno ad esso. Il gatekeeper controlla la velocità con cui il contenuto dello stomaco viene escreto nel duodeno.

Due curvature

Meno curvatura Fa anche parte dell'anatomia dello stomaco, o meglio, il suo bordo esterno destro e si estende dall'apertura cardiaca al piloro. Affronta il fegato ed entra in contatto con esso e altri organi.

Grande curvatura. È molto più lungo di quello più piccolo e corre a sinistra del forame cardiaco, lungo il bordo inferiore e sinistro dello stomaco. La sua anatomia si estende al guardiano; il legamento epato-gastrico del piccolo omento diverge dalla parte superiore e il maggiore omento diverge dalla parte inferiore.

Sezioni di stomaco

  • Parte inferiore. Una cima a cupola che sporge verso l'alto e alla sinistra del cuore che si apre. Di solito si riempie di un eccesso di gas e lo restituisce attraverso l'esofago come rutto..
  • Corpo. Situato tra il cuore e l'antro.
  • Dipartimento pilorico. Continua il corpo e l'anatomia dello stomaco, trovandosi nella parte inferiore dell'organo e terminando con il gatekeeper.
  • Mucose. Una superficie spessa e vascolare con numerose pieghe, note come rughe, che sono prevalentemente longitudinali. Durante il riempimento con il cibo, queste pieghe si appiattiscono, espandendo i confini dell'organo. Contengono ghiandole e cavità gastriche

Le pareti dello stomaco

Le pareti sono composte da tessuto muscolare e contengono tre strati: longitudinale, rotondo e obliquo.

Longitudinale. Le fibre più superficiali della parete muscolare, concentrate lungo la curvatura.

Circolare. Si trova sotto il longitudinale e circonda il corpo dello stomaco. Si addensa in modo significativo sul piloro per formare lo sfintere. Solo alcune fibre circolari sono state trovate nella parte inferiore.

Obliquo. Forma il rivestimento più interno dello stomaco. L'anatomia di questo tessuto muscolare è disposta come segue: scorre lungo il fondo e corre lungo le pareti anteriore e posteriore, andando quasi parallelamente alla curvatura minore.

Rifornimento di sangue allo stomaco

Lo stomaco riceve un ampio apporto di sangue.

Arteria sinistra. Si alza direttamente dal tronco celiaco, fornisce sangue, secondo il nome, il lato sinistro dello stomaco, in parte il suo lato destro, così come l'esofago.

Arteria destra. È una continuazione dell'arteria epatica e si estende dal bordo superiore del piloro alla curvatura minore. Inoltre, diverge lungo la parte inferiore del lato destro dello stomaco e alla fine si fonde con l'arteria gastrica sinistra e l'anatomia. Di seguito puoi vedere una foto dello schema di afflusso di sangue dell'intero organo.

Arterie corte. Questi sono piccoli rami che si irradiano dalla grande arteria splenica, forniscono la parte inferiore dell'organo e si collegano alle arterie sinistra e gastroepiploiche.

Arteria gastroepiploica sinistra. Continua anche l'arteria splenica, corre lungo la curvatura maggiore e tra gli strati del maggiore omento.

Arteria gastroepiploica destra. Un ramo dell'arteria gastroduodenale che si sposta a sinistra e si collega all'arteria gastrica sinistra. Si differenzia lungo il lato destro dell'organo e la parte superiore del duodeno.

Esistono esattamente tante vene nello stomaco quante sono le arterie e sono chiamate esattamente le stesse. Il flusso destro e sinistro direttamente nella vena portale. Le vene gastroepiploiche corte e sinistra fluiscono nella vena splenica e le vene gastroepiploiche destra fluiscono nella vena mesenterica superiore.

innervation

Lo stomaco riceve segnali dal sistema nervoso simpatico e parasimpatico. Le fibre simpatiche sono derivate dal plesso celiaco, mentre le fibre parasimpatiche sono derivate dai nervi vago destro e sinistro..

I nervi vaghi nel torace formano i tronchi vagali anteriori e posteriori. Il tronco anteriore è formato principalmente dal nervo sinistro. Entra nella cavità addominale lungo la superficie esterna dell'esofago e si estende lungo il bordo anteriore dello stomaco. Il nervo posteriore, al contrario, si trova lungo le pareti posteriori degli organi..

Lo sfintere pilorico riceve le fibre motorie dal sistema simpatico e le fibre inibitorie dal parasimpatico.

funzioni

I compiti principali nell'anatomia dello stomaco includono uccidere i batteri, elaborare il cibo e spingerlo ulteriormente nell'intestino tenue mantenendo un tasso costante di rilascio di materiale..

Il pH all'interno dell'organo viene mantenuto a un livello acido molto elevato, il che aiuta gli enzimi digestivi come la pepsina a scomporre il cibo per spostarlo ulteriormente lungo il tratto. Infine, lo stomaco, insieme all'intestino tenue, partecipa all'assorbimento delle vitamine..

Dopo aver masticato e deglutito il cibo, si muove nell'esofago verso il basso, quindi entra nello stomaco. Rimane lì per un certo periodo di tempo (a seconda della natura del cibo) fino al momento in cui assume la consistenza appropriata per la digestione e l'assorbimento nell'intestino tenue. L'organo mescola il cibo con le sue secrezioni, formando una pappa semi-liquida..

Pertanto, dopo la scomposizione chimica e meccanica del cibo, lo stomaco controlla la quantità di massa che passa. Questo per garantire che gli alimenti non vengano saltati più velocemente di quanto non vengano elaborati..

sfinteri

Sono muscoli circolari associati allo stomaco, alla struttura e alla funzione. L'anatomia di questi organi apre e chiude i passaggi per l'ingresso e l'uscita del cibo.

Pertanto, la prima valvola di controllo (cardiaca) si trova tra l'esofago e lo stomaco, permettendo al cibo di entrare e aiutando a prevenire la ritenzione del cibo nell'esofago. Se lo sfintere non funziona correttamente, l'acido si rovescia e provoca ciò che è comunemente noto come bruciore di stomaco.

Un'altra valvola (gatekeeper) consente al cibo di passare dallo stomaco all'intestino tenue. Come accennato in precedenza, questo sfintere aiuta lo stomaco a controllare la quantità di cibo inviata al duodeno alla volta..

Sostanze dello stomaco

Dal momento che tutto ciò che mangiamo finisce nello stomaco, l'anatomia e la funzione di questo organo non possono essere immaginate senza sostanze chimiche per aiutare a scomporlo. Alcuni di essi includono enzimi come la pepsina. Aiuta a scomporre le proteine ​​che entrano nel corpo quando si mangia.

Contiene anche acido dello stomaco, a volte chiamato acido dello stomaco, che viene prodotto da alcune cellule dell'organo. Questo ormone è un liquido a base di acido cloridrico, muco, enzimi, acqua e altre sostanze che aiutano a scomporre il cibo e uccidere i germi..

Poiché un tale impatto può non essere sempre sufficiente, oltre alla distruzione chimica, esiste anche un effetto meccanico. Viene effettuato utilizzando la contrazione muscolare. Mentre si restringono, strofinano tutto il cibo all'interno dell'organo e aiutano a scomporlo in una massa pastosa..

Il Chyme è una sostanza pastosa che si forma dalla contrazione dei muscoli dello stomaco e dall'esposizione al succo gastrico. Mischiano gli ingredienti in arrivo e li scompongono in frazioni più piccole. Durante il pasto, il chime viene miscelato con succo gastrico ed enzimi. L'organo inizierà a contrarsi, come se stesse impastando tutte le sostanze e producesse questa sostanza pastosa..

Inoltre, la peristalsi, che sono queste contrazioni ondulate, spinge il cibo verso lo sfintere pilorico. Si apre e consente a una piccola quantità di massa di passare dallo stomaco all'intestino. L'anatomia di questo organo ti permette di prendere tutti i nutrienti dalla sostanza e gradualmente farne uscire..

Ora hai imparato a conoscere la struttura e la funzione dello stomaco, tutto ciò di cui hai bisogno per prenderti cura adeguatamente. Monitora la tua salute e questo organismo ti rimborserà con un servizio lungo e ininterrotto..

Arterie allo stomaco

Il tronco celiaco (truncus celiacus) parte dalla superficie anteriore dell'aorta tra le gambe del diaframma. Su ciascun lato del tronco celiaco vi sono gangli celiaci, da cui le fibre nervose autonome partono dalle arterie. Il tronco celiaco ha origine sul bordo superiore del pancreas e si divide in tre grandi rami. Questi rami sono coperti dal peritoneo della parete posteriore della borsa omentale.

L'arteria gastrica sinistra (a.gastrica sinistra) corre verso sinistra e attraverso la gamba sinistra del diaframma verso la sua apertura esofagea. Dove l'esofago incontra lo stomaco, c'è una piccola area libera sulla parete dello stomaco attraverso la quale l'arteria gastrica sinistra raggiunge la parete dello stomaco. Dall'arteria gastrica sinistra, il ramo esofageo (r.esophagei) parte nella parte inferiore dell'esofago e diversi rami nella parte cardiaca dello stomaco.

Successivamente, l'arteria gastrica sinistra passa tra i due strati del legamento epatico-legamentoso (minore omento), si gira a destra e percorre la minore curvatura dello stomaco. Può passare lungo la parete dello stomaco sotto forma di due tronchi arteriosi paralleli, che anastomizzano con due tronchi simili dell'arteria gastrica destra (a.gastrica dextra). Piccoli rami partono da questi tronchi ad angolo retto e penetrano nelle pareti anteriore e posteriore dello stomaco.

Questi rami si anastomizzano con rami simili delle arterie della maggiore curvatura dello stomaco sulle pareti anteriore e posteriore. Tutte le arterie della parete dello stomaco passano nello strato sottomucoso.

-- Clicca sull'immagine per ingrandirla --

A livello del bordo superiore del pancreas, l'arteria splenica (a. Lienalis) parte dal tronco celiaco. L'arteria splenica ha un percorso tortuoso per tutta la sua lunghezza. Oma passa nello spazio retroperitoneale lungo il bordo superiore del pancreas, mentre la vena splenica (v. Licnalis) passa dietro il pancreas. L'arteria splenica attraversa il crus sinistro del diaframma e il muscolo psoas sinistro, quindi si alza nel legamento splenico-renale verso la porta della milza, dove si divide in 4 - 5 rami, che entrano nel parenchima della milza.

Non lontano da dove termina, l'arteria splenica darà l'arteria gastroepiploica sinistra (a.gastmepiploica sinistra) e le arterie corte dello stomaco (aa.gastricae breves). Questi ultimi, di cui di solito ce ne sono circa sei, sono coinvolti nell'apporto di sangue al fondo dello stomaco. L'arteria gastroepiploica sinistra corre verso destra lungo la maggiore curvatura dello stomaco tra i due strati del legamento gastro-colico (maggiore omento). Di solito si anastomizza con l'arteria gastroepiploica destra (a.gastmepiploica dextra), a volte terminando direttamente nella parete dello stomaco.

Le arterie gastroepiploiche possono trovarsi direttamente sulla parete dello stomaco o possono correre a circa 1 cm dal cane. Piccoli rami si diramano da loro ad angolo retto.

L'arteria epatica comune (a.hepatica communis) passa sopra il bordo superiore del pancreas e poi gira verso il basso e verso destra. All'apertura del premistoppa, va avanti e poi su, passando in una piccola ghiandola. La solita topografia delle formazioni anatomiche del piccolo omento è la seguente: il dotto biliare comune si trova a destra, l'arteria epatica comune a sinistra e la vena portale dietro..

Sia le navi che il dotto biliare passano nel margine libero del piccolo omento (legamento gastro-epatico) all'apertura della borsa omentale (apertura di Winslow), mantenendo la loro relazione topografica dal duodeno all'ilo del fegato. L'arteria propria epatica viene quindi suddivisa in arterie epatiche destra e sinistra, che trasportano sangue rispettivamente ai lobi destro e sinistro del fegato.

Tuttavia, a volte l'arteria epatica comune può trasportare solo sangue nel lobo sinistro del fegato. In questi casi, l'arteria epatica destra aberrante si allontana dall'arteria mesenterica superiore..

Rifornimento di sangue allo stomaco

Stomaco che mangia sangue. Lo stomaco è abbondantemente consumato dal sangue, che scorre dalle varie soluzioni del tronco addominale.

Lo stomaco è consumato dal sangue delle arterie, che rispondono dal tronco addominale, che a sua volta è il ramo dell'aorta addominale.

Lo stomaco è sorseggiato con il sangue della nave:

l'arteria gastrica sinistra - il vento dello stomaco;
arteria gastrica destra - sollevata dall'arteria epatica (piombo del tronco celiaco);
arteria gastrica-salnikovaya destra;
arteria gastrica-salnikovaya sinistra;
arterie gastriche corte.

Vene e vasi linfatici dello stomaco

Le vene gastriche passano lungo le varie arterie gastriche. Il sangue dallo stomaco entra nel sistema della vena porta, quindi attraverso il fegato nel cuore.

La linfa, raccolta dalle pareti dello stomaco, scorre attraverso i vasi linfatici in numerosi linfonodi, situati lungo la piccola e grande curvatura. Inoltre, la linfa fluisce nei linfonodi intestinali.

Forma e posizione dello stomaco

Lo stomaco può allungarsi fortemente mangiando cibo. Poiché è fissato solo nelle estremità superiore e inferiore, può modificare la posizione, le dimensioni e la forma.

Stomaco normale

Lo stomaco normale rappresenta una borsa allungata, le cui dimensioni e forma cambieranno dalla posizione del corpo, dal grado di riempirlo di cibo, dall'impatto di altri.

Stomaco attivo

Quando il tono dello stomaco è alto, si troverà più in alto e in posizione orizzontale. Questo succede con le persone obese. A basso tono, lo stomaco scende e assume una forma allungata a forma di.j..

Stomaco allungato

Lo stomaco può contenere fino a tre litri di cibo, oltre a espandersi e appendere sotto l'ombelico dopo un'assunzione di cibo particolarmente abbondante. Come risultato del trasferimento dello stomaco, può essere costantemente allungato.

Stomaco durante la gravidanza

Durante la gravidanza, il matka solleva lo stomaco in posizione orizzontale, compromettendo la sua capacità di riempirsi di cibo. Questo spiega perché le donne incinte tendono a mangiare più spesso, ma soffrono sempre di bruciori di stomaco..

Stomaco

io

Zheladock (ventriculus, gaster)

un organo cavo del sistema digestivo, situato tra l'esofago e il duodeno, in cui il cibo si accumula e viene parzialmente digerito e assorbito.

Zh. È nell'epigastrio. Si compone di due pareti - fronte e retro, che, unendo, formano due bordi - curvatura grande e piccola; ha due aperture: l'ingresso (cardiaco) a livello di X - XI vertebre toraciche e l'uscita (apertura del gatekeeper) a livello di XII toracico - I vertebre lombari. Ci sono 4 parti nello stomaco (Fig. 1): cardiaca (cardia) adiacente all'apertura cardiaca; seguendolo - la parte inferiore (arco) sotto forma di una cupola rivolta verso l'alto, situata sopra la linea orizzontale che passa attraverso l'apertura cardiaca; corpo - la parte più grande del corpo, racchiusa tra la parte inferiore e la parte pilorica (pilorica); quest'ultimo include la grotta del gatekeeper (chiamato l'antro nella clinica) e il canale del gatekeeper, che ha uno sfintere e passa direttamente nel duodeno.

La parete anteriore dello stomaco nell'area del cardiaco, del fondo e del corpo è adiacente al diaframma, nell'area della curvatura minore - al lobo sinistro del fegato. La parete posteriore è in contatto con l'aorta addominale, il pancreas, la milza, il rene sinistro e la ghiandola surrenale, il diaframma e il colon trasverso. Dietro J. c'è una borsa omentale. Nel processo di digestione, il ferro cambia forma e dimensione, a seguito della quale il suo volume in un adulto varia da 1 1 /2 fino a 4 litri. La superficie interna dello stomaco forma pieghe ramificate, posizionate longitudinalmente, che scompaiono quando l'organo viene allungato.

L'afflusso di sangue alla minore curvatura dello stomaco viene effettuato dai rami del tronco celiaco (arteria gastrica sinistra) e dall'arteria epatica comune (arteria gastrica destra). La maggiore curvatura della ghiandola viene alimentata con sangue dai rami dell'arteria gastroduodenale (arteria gastroepiploica destra) e dell'arteria splenica (arteria gastroepiploica sinistra), il fondo sono brevi arterie gastriche che emanano dall'arteria splenica. Queste arterie si anastomizzano l'una con l'altra, formando un anello arterioso. Il sangue venoso scorre nelle vene con lo stesso nome, che scorre nella vena porta. Il deflusso della linfa si verifica nei linfonodi gastrici, gastroepiploici e pilorici. L'innervazione dello stomaco viene effettuata dal plesso celiaco (innervazione simpatica) e dai rami dei nervi vago (innervazione parasimpatica).

La parete dello stomaco, così come l'intero tratto digestivo, è composta da 4 strati: la mucosa, la sottomucosa, le membrane muscolari e sierose. La membrana mucosa della ghiandola ha la struttura più complessa: utilizzando un microscopio a scansione, è possibile trovare un numero significativo di fori (fosse gastriche) al suo interno, in cui si aprono i dotti delle ghiandole gastriche situati nello strato adeguato della membrana mucosa. Le fossette sono coperte da uno strato di epitelio colonnare che secerne il muco. Avvolgendo la superficie interna dello stomaco, il muco lo protegge dall'effetto dannoso di vari fattori, principalmente il succo gastrico. L'epitelio tegumentario dello stomaco viene rapidamente ripristinato a causa della migrazione di giovani cellule dall'istmo delle ghiandole gastriche. Distingue tra ghiandole cardiache, gastriche (proprie) e piloriche. Le ghiandole cardiache sono costituite da piccole cellule mucose con bassa attività secretoria, nonché singole cellule parietali (parietali). Le ghiandole gastriche, situate nel corpo, nella parte inferiore e nella grotta del piloro, hanno una parte principale (corpo e parte inferiore), un collo e un istmo che si aprono direttamente nella fossa gastrica. Nella parte principale, sono localizzate principalmente le principali cellule (zimogeniche), che producono enzimi di succo gastrico. Tra loro, le cellule parietali che sintetizzano l'acido cloridrico e il fattore intrinseco antianemico di Castle sono determinate in numero minore. Il collo della ghiandola gastrica contiene mucose delle cellule cervicali e parietali, l'istmo - tegumentario e parietale. Le ghiandole piloriche contengono cellule che secernono pepsinogeno e muco, simili a quelle delle ghiandole gastriche. Inoltre, le ghiandole gastriche e piloriche contengono cellule endocrine (vedi sistema Apud). Questi includono le cellule EC enterochromaffin, le cellule L L simili a enterochromaffin, le cellule A-like, D-, D, -, G-, S-, P che producono ormoni gastrointestinali (serotonina, istamina, glucagone, somatostatina, vasoattivo intestinale polipeptide - VIP, gastrina, secretina e bombesina).

La sottomucosa, situata tra le mucose e le membrane muscolari, è rappresentata da tessuto connettivo fibroso sciolto con un gran numero di fibre elastiche, in cui si trovano i plessi vascolari e sottomucosi nervoso (Meissner).

La membrana muscolare dello stomaco è composta da 3 strati di muscoli lisci (non striati) (esterno - longitudinale, medio - circolare e interno - obliquo), la cui contrazione tonica garantisce la conservazione della forma e delle dimensioni dello stomaco. I muscoli situati circolarmente nella zona del canale del piloro si addensano e formano una polpa potente - sfintere pilorico. Tra gli strati esterno e medio si trova il plesso nervoso intermuscolare (Auerbach).

La membrana esterna sierosa, rappresentata da tessuto connettivo fibroso allentato rivestito con uno strato di cellule mesoteliali, svolge una funzione di supporto, fissando l'organo in una certa posizione. I vasi sanguigni e linfatici, così come i nervi, attraversano il suo spessore.

La funzione principale dello stomaco è l'elaborazione meccanica e chimica del cibo proveniente dalla cavità orale, la formazione di chimi e la sua evacuazione nel duodeno. Le proteine ​​vengono digerite principalmente nello stomaco. La digestione inizia con gli strati superficiali del bolo alimentare, che si spostano gradualmente a causa delle contrazioni peristaltiche dello stomaco; i carboidrati e i grassi vengono scomposti nello stomaco in misura minore, il primo dall'azione dell'amilasi salivare, il secondo dalla lipasi gastrica.

La condizione più importante per la digestione (digestione) nello stomaco è la secrezione di succo gastrico, i cui componenti principali sono l'acido cloridrico, il muco e gli enzimi. Il volume del succo gastrico dipende dal numero di cellule ghiandolari funzionanti e dalle loro condizioni, nonché dalla natura dello stimolo. In media, una persona con una dieta normale produce circa 2 litri di succo gastrico al giorno. A stomaco vuoto, il pH del contenuto dello stomaco è 6,0. Sullo sfondo della stimolazione della secrezione gastrica, il pH scende a 1,0-1,5, principalmente a causa della secrezione di acido cloridrico e, in misura minore, di altri acidi (carbonici, lattici, butirrici) presenti nel succo gastrico. L'acido cloridrico distrugge i componenti fibrosi del cibo, promuove la massima attività delle peptidasi gastriche e fornisce la proprietà battericida del succo gastrico. La quantità di acido cloridrico libero a stomaco vuoto normalmente non supera le 20 unità di titolazione, stimolate dall'istamina - 60-85 unità di titolazione. L'acidità basale totale è di 40 unità di titolazione, stimolata - 80-100 unità di titolazione.

Il muco gastrico (mucina) è costituito da 2 frazioni - insolubili (visibili), inclusi polisaccaridi, glicoproteine, proteoglicani, proteine, enzimi adsorbiti e solubili, contenenti i prodotti della degradazione enzimatica di muco insolubile, mucoproteine, mucopolisaccaridi acidi. dall'auto-digestione, formando una membrana colloidale sulla sua superficie (barriera mucosa di Hollender). I componenti della frazione solubile hanno attività biologica, e in particolare l'effetto lipotropico, contengono fattore di crescita e fattore intrinseco di Castle.

I principali enzimi proteolitici del succo gastrico comprendono la pepsina, la gastrixina, la pepsina B e il rennino. La pepsina è un rappresentante delle endopeptidasi; si forma nelle principali cellule della mucosa dello stomaco dal proepima pepsinogeno e ha le proprietà di molti enzimi (proteasi, peptidasi, transpeptidasi ed esterasi). La Gastrixin ha proprietà simili alla pepsina. Insieme, entrambi gli enzimi forniscono circa il 95% dell'attività proteolitica del succo gastrico. La pepsina B (parapepsi) possiede proprietà della transpeptidasi e della gelatinasi, gadrolizza il substrato di emoglobina. Il caglio (caglio, chimosina) nella sua specificità di substrato è vicino alla pepsina, ma ha anche attività della chimasi.

Gli enzimi non proteolitici del succo gastrico includono: lisozima, prodotto dalle cellule dell'epitelio superficiale e che fornisce le proprietà battericide del succo gastrico; mucolysin, che idrolizza il muco gastrico; Anidrasi carbonica, apparentemente partecipa alla sintesi di acido cloridrico; amilasi (amilasi); lipasi, ecc..

La regolazione della funzione secretoria dello stomaco consiste in influenze sia eccitatorie che inibitorie. Il più potente effetto stimolante si trova nel cibo. La secrezione digestiva è convenzionalmente suddivisa in 3 fasi: cerebrale, gastrica e intestinale. La fase cerebrale (riflesso complesso, o cosiddetta mentale) inizia dal momento di irritazione dei recettori olfattivi, visivi e di altro tipo alla vista del cibo o al suo ingresso nella cavità orale. La fase gastrica (umorale) si verifica a seguito del contatto alimentare direttamente con la parete dello stomaco. I più potenti stimolanti della secrezione naturale includono estratti di carne, aminoacidi e alcoli. La fase intestinale, che si verifica 1-3 ore dopo un pasto a causa dell'irritazione della chemio, dell'osmo e dei meccanorecettori intestinali, è caratterizzata da un volume insignificante di secrezione gastrica, ma questa fase è importante per il coordinamento della funzione dello stomaco, del pancreas e del fegato. Direttamente il meccanismo di eccitazione della secrezione gastrica può essere associato all'irritazione di 3 campi recettori secreti nello stomaco: acetilcolina, gastrina e istamina.

I meccanismi inibitori fisiologici includono il cosiddetto effetto di acidificazione dell'antro (una diminuzione del pH nella regione dell'antro a 1,0-1,5 provoca la cessazione della secrezione di acido cloridrico). I gastroni inibiscono anche la secrezione gastrica (bulbogastron, secretina, colecistochinina, glucagone), agendo come inibitori della gastrina.

In caso di disturbi funzionali o organici, il contenuto di acido cloridrico nel succo gastrico può aumentare (ipercloridria) o diminuire (ipocloridria) fino alla sua completa assenza (acloridria).

La regolazione della produzione di muco ed enzimi è simile. I fattori eccitatori sono il cibo, l'acetilcolina, la gastrina e, in misura minore, l'istamina. La serotonina è considerata uno stimolante selettivo della produzione di muco nel ferro. L'inibizione della funzione delle cellule principali è stata osservata nell'insufficienza ipofisaria e surrenalica e nell'ischemia gastrica. Con disturbi funzionali caratterizzati dalla soppressione dell'attività secretoria dello stomaco e non accompagnati da cambiamenti visibili nella sua mucosa (ad esempio, con trauma mentale), nonché con cambiamenti nella natura organica (atrofia della mucosa nella gastrite, tumori dello stomaco, ecc.) Nel succo gastrico c'è una mancanza di acido cloridrico ed enzimi (acilia gastrica).

La funzione secretoria è strettamente correlata all'attività motoria dello stomaco, che comprende le funzioni di accumulo (funzione del serbatoio), miscelazione e macinazione (funzione motoria corretta) e movimento del cibo nel duodeno (funzione di evacuazione). Le contrazioni della membrana muscolare dello stomaco sono divise in peristaltico, sistolico (nella parte pilorica) e tonico. Sono regolati da miogeni (un cambiamento spontaneo nel potenziale transmembranico del miocita), nervosi (il ramo Latargé del nervo vago migliora la motilità gastrica, inibisce il nervo celiaco simpatico) e umorali (gastrina stimola la motilità gastrica, inibisce i meccanismi pancreosimin-colecistochinina). Inoltre, la regolazione dell'attività motoria dello stomaco viene effettuata per via riflessa (motore fundoantrale, antrofundale e riflessi inibitori enterogastrici). Anche l'irritazione locale dello stomaco è importante: aumento dell'attività motoria e della peristalsi nella zona di irritazione, nonché nella regione distale e reazione opposta nelle regioni prossimali. Lo sfintere pilorico, il cui ruolo nell'evacuazione dei contenuti non è completamente chiaro, partecipa alla creazione di un gradiente di pressione dallo stomaco al duodeno, nonché alla prevenzione del reflusso duodenogastrico (vedi Reflux, in gastroenterologia).

A causa della funzione endocrina, gli ormoni gastrointestinali, il fattore interno di Castle e altre sostanze biologicamente attive entrano nel sangue dalla mucosa dello stomaco. La funzione escretoria della ghiandola è di minore importanza. A causa della funzione escretoria, sostanze (urea, salicilati, congorot, ecc.) Possono, ad esempio, essere rilasciate dal sangue nel lume della ghiandola, il cui eccesso influisce negativamente sulla vita del corpo.

L'assunzione di anamnesi è di grande importanza nella diagnosi delle malattie dello stomaco. Scopri la localizzazione, la natura e l'irradiazione del dolore, la loro relazione con l'assunzione di cibo e la sua composizione, con l'attività fisica, nonché la presenza di nausea, vomito, bruciore di stomaco e altri disturbi. Le lamentele del paziente sono raggruppate nelle principali sindromi cliniche, evidenziando quella principale - dolorosa o dispeptica. È necessario soffermarsi sulle condizioni e la natura della dieta del paziente, le cattive abitudini (consumo di alcol, fumo), la dinamica del peso corporeo, la regolarità e la natura delle feci, l'assunzione prolungata di farmaci che irritano la mucosa di J..

Quando si esamina il paziente in posizione supina e si trova nella regione epigastrica, si possono trovare i contorni del cibo traboccante (con pilorospasmo) o dello stomaco a gas o dei suoi dipartimenti, aumento patologico della peristalsi, antiperistalsi.

La palpazione approssimativa superficiale consente di rivelare dolore locale, tensione dei muscoli della parete addominale, nonché un tumore di grandi dimensioni. Con il metodo della palpazione a scorrimento profondo secondo Obraztsov - Strazhesko - Vasilenko, è possibile esaminare entrambe le curvature dello stomaco e il guardiano (localizzazione, consistenza, mobilità, dolore), determinare il tumore o l'infiltrato in questa area.

Per valutare la funzione secretoria di J. applicare il sondaggio frazionario (vedi. Sondaggio dello stomaco). L'acidità del succo gastrico è anche determinata usando il metodo probeless - acidotest (gastrotest), pH-metry, radiotelemetry. Il acidotest si basa sull'escrezione di un colorante nelle urine durante l'assunzione di pillole contenenti 2,4-diammino-4-etossiazo-benzene (controindicato in caso di insufficienza epatica e renale, resezione gastrica). L'intensità del colore dipende dalla quantità di acido cloridrico libero nel succo gastrico. Dopo il primo svuotamento della vescica, il paziente prende 1-2 compresse di caffeina dopo 1 ora, svuota di nuovo completamente la vescica (controllo delle urine), quindi, insieme a una piccola quantità di acqua, deglutisce 3 compresse senza masticare, quindi dopo 1 1 /2 h svuota di nuovo la vescica (un'ora e mezza di urina), 5 ml di questa urina vengono miscelati con una pari quantità di acido cloridrico al 25%. La determinazione dell'acidità del succo gastrico viene effettuata confrontando l'intensità della colorazione di un'ora e mezza di urina in rosso con una scala di colori speciale. In termini di contenuto informativo, acidotest è inferiore al sondaggio frazionario e pertanto è considerato indicativo.

La misurazione del pH intragastrica viene eseguita utilizzando una sonda a due canali. Un sensore di pH viene solitamente posizionato nel corpo dello stomaco, l'altro nell'antro. Un sensore situato nel corpo dello stomaco registra l'intensità della secrezione acida da parte delle ghiandole gastriche, il secondo riflette la secrezione acida totale e la capacità alcalinizzante della parte pilorica. Viene determinata l'acidità basale e l'acidità dopo l'introduzione di stimolanti. Viene utilizzato anche un numero maggiore di sensori, che consente di stabilire l'acidità in varie parti dello stomaco.

Il metodo radiotelemetrico consente di studiare, insieme all'acidità e alla motilità dello stomaco. I segnali provenienti da una capsula radio in miniatura inserita nello stomaco vengono trasmessi a un dispositivo speciale e un nastro di registrazione.

Dai metodi strumentali, il ruolo principale appartiene alla gastroscopia (gastroscopia) e all'esame a raggi X..

L'esame a raggi X di Zh. Viene effettuato con sospetto di malattia allo stomaco, nonché con osservazione dispensaria dei pazienti. Non ci sono controindicazioni assolute allo studio. All'esame a raggi X del ferro, viene contrastato artificialmente con una sospensione acquosa di solfato di bario. Lo studio viene eseguito, di regola, al mattino a stomaco vuoto; di solito senza formazione speciale. Dopo un'indagine fluoroscopica della cavità addominale, viene principalmente esaminato il rilievo della mucosa (Fig. 2, 3) con un basso riempimento dello stomaco (il paziente beve 1 sorso della massa radiopaca). Il secondo stadio è lo studio di J. con un riempimento ampio (stretto) (il paziente beve 200-400 ml di una massa radiopaca). Viene eseguita una transilluminazione multiasse del paziente, in cui vengono esaminati i contorni di tutte le parti dell'organo. Nel processo di transilluminazione, vengono eseguite radiografie panoramiche e di avvistamento, schiacciando la parete addominale con il tubo dell'apparato radiografico. Per poter esaminare tutte le sezioni dello stomaco, lo studio viene condotto sia in posizione verticale che orizzontale del paziente. Dopo lo studio di J., il duodeno viene esaminato senza fallo.

Ottenere un'immagine dettagliata della mucosa si ottiene utilizzando il metodo del doppio contrasto, in cui il liquido viene ulteriormente gonfiato con gas, che viene introdotto attraverso una sonda o ricevendo una miscela generatrice di gas (effervescente). In alcuni casi (per modificare il tono e la motilità dello stomaco), ai pazienti vengono somministrati agenti farmacologici. Aeron, proserina sono usati per migliorare il tono e la peristalsi; atropina, metacina sono usati per ridurre l'attività peristaltica e alleviare lo spasmo del piloro..

Metodi speciali di esame radiografico, usati per indicazioni speciali, comprendono la parietografia e il contrasto dei vasi dello stomaco. (Vedi Angiografia).

Per studiare la funzione motoria dello stomaco, in numerosi casi viene utilizzata l'elettrogastrografia, un metodo basato sulla registrazione dei suoi potenziali elettrici. Quando si studiano le funzioni di evacuazione, secretoria ed escretoria dello stomaco, vengono utilizzati anche i metodi radioisotopici (vedere Diagnostica dei radionuclidi).

Le manifestazioni di varie malattie dello stomaco si inseriscono in due principali sindromi cliniche: dispeptico e dolore. Con una sindrome dispeptica, ci sono disturbi di appetito, perversione del gusto, eruttazione, bruciore di stomaco, nausea, vomito. Le feci di un paziente con sindrome di dispepsia gastrica hanno un odore putrido e una reazione alcalina, contengono fibre muscolari non digerite e scarsamente digerite (creatorrea), fibre digeribili.

Il dolore causato da malattie dello stomaco è localizzato nella regione epigastrica. Per origine, sono spastici (ad esempio, con lo spasmo del guardiano) e distorsione (allungamento eccessivo dell'organo per il suo contenuto). Dolori crampi dovuti all'aumentata secrezione gastrica; sono intensi, parossistici, di solito associati all'assunzione di cibo, in particolare cibi piccanti. Il dolore può verificarsi 30-40 minuti dopo aver mangiato (dolore precoce) o dopo 1 1 /2—2 h (dolore tardivo). Diminuiscono dopo vomito, antiacidi (antiacidi) e antispasmodici (antispasmodici). I dolori distressivi non sono così intensi (opachi, doloranti) e scompaiono dopo il vomito. Con la perigastrite e le aderenze tra lo stomaco e gli organi vicini, possono verificarsi i cosiddetti dolori peritoneali, che si intensificano a causa dello sforzo fisico e di un cambiamento nella posizione del corpo del paziente.

Un segno di una lesione organica dello stomaco è il sanguinamento gastrico (vedi sanguinamento gastrointestinale), che può essere causato da difetti della mucosa (erosione e ulcere di varia origine, tra cui tubercoli, sifilitici), neoplasie disintegranti (cancro, polipo strangolato sulla gamba ), arresto dei vasi sanguigni (ad esempio con malattia di Randu-Osler). Il sanguinamento gastrico può essere massiccio e nascosto, il primo si manifesta con vomito di sangue scarlatto o con i cosiddetti fondi di caffè, feci liquide catramose (gesso). Il colore scuro del vomito e delle feci è dato dall'ematina di acido cloridrico, che si forma a seguito della reazione chimica dell'emoglobina nel sangue con acido cloridrico. Il sanguinamento gastrico latente può manifestarsi solo con anemia sideropenica ed è confermato da una reazione positiva delle feci al sangue occulto (campioni di benzidina e gomma di guaiaco). Spesso, con malattie di G. Si verificano in12- e anemie da carenza di folati a causa della mancanza del fattore intrinseco di Castle.

Le malformazioni dello stomaco sono relativamente rare. Questi includono malformazioni della parete dello stomaco, stenosi pilorica congenita, atresia della sezione pilorica, raddoppio degli organi. Con malformazioni della parete dello stomaco, c'è un'assenza in una certa area, più spesso nell'area del fondo dello stomaco, dello strato muscolare. Il difetto si manifesta poco dopo la nascita con sanguinamento gastrico massiccio, una caratteristica distintiva della quale è l'inefficacia delle misure conservative. La diagnosi è difficile Trattamento chirurgico - resezione della sezione interessata G. La prognosi con intervento tempestivo è favorevole.

L'atresia della regione pilorica è caratterizzata da sintomi di ostruzione: dopo le prime due o tre poppate, appare il vomito, il volume del vomito supera la quantità di cibo assunto durante una poppata. Lo sgabello è scarso, le feci sono colorate con la bile. L'esame radiografico determina un livello elevato di liquido corrispondente a una cistifellea allungata, il duodeno e il tratto intestinale sottostante non contengono gas. L'esame endoscopico rivela una sezione dell'antro alla fine cieca dello stomaco, pieghe allungate di una mucosa assottigliata. Il trattamento è rapido. La previsione è favorevole.

Quando il liquido viene raddoppiato, le cavità aggiuntive possono avere una forma sferica o allungata. Il quadro clinico dipende in gran parte dal fatto che sia segnalata la cavità accessoria con il lume del tratto digestivo. Le cavità accessorie isolate possono causare la compressione del tratto gastrointestinale adiacente e mostrare segni di ostruzione parziale o completa (rigurgito, vomito ripetuto da una fontana, ecc.). Le cavità accessorie che comunicano con lo stomaco o l'intestino possono essere asintomatiche a lungo o manifestarsi come sanguinamento gastrointestinale acuto o cronico (vomito sanguinante, feci catramose, anemia; con sanguinamento massiccio, può svilupparsi shock emorragico). Una delle complicanze più gravi di Zh. Il raddoppio è la perforazione della parete della cavità accessoria con lo sviluppo della peritonite. La perforazione nel lume dello stomaco, la penetrazione nel pancreas e il colon trasverso sono osservati raramente. A volte una cavità accessoria isolata può essere rilevata alla palpazione sotto forma di una formazione mobile, simile a un tumore, generalmente indolore nell'addome superiore, con una superficie liscia e confini chiari. L'esame radiografico è il metodo principale per diagnosticare il raddoppio del ferro. Sulle radiografie di rilievo, la cavità che comunica con lo stomaco si trova vicino allo stomaco o dietro di esso, ha un livello liquido orizzontale; quando la posizione del paziente cambia, una massa radiopaca può penetrare nella cavità accessoria. Una cavità isolata viene rivelata radiograficamente solo quando è grande; sembra un oscuramento uniforme e omogeneo, restringendo il lume dello stomaco. In alcuni casi, c'è uno spostamento degli organi adiacenti, in particolare i cappi del colon piccolo e trasversale. La diagnosi differenziale viene eseguita con tumori dello stomaco, spazio retroperitoneale, reni, con idronefrosi e anche con cisti pancreatiche. Spesso la diagnosi finale viene fatta solo durante l'intervento chirurgico. Trattamento chirurgico: rimozione radicale dell'istruzione aggiuntiva o imposizione di un'ampia anastomosi tra esso e lo stomaco. In un certo numero di casi, ricorrono alla resezione della colecisti. A lungo termine dopo l'operazione, è possibile la disfunzione della ghiandola, l'ulcerazione della mucosa nell'area del raddoppio, la formazione di diverticoli.

Le lesioni allo stomaco sono aperte e chiuse; comprendono anche ustioni e corpi estranei. Le lesioni chiuse (più spesso rotture) sono generalmente associate a trauma contusivo (un colpo all'addome con un oggetto pesante, contusioni durante una caduta, compressione dello stomaco durante i collassi, sotto l'azione di un'onda di scoppio, ecc.) E, di regola, sono accompagnate da danni ad altri organi. Di solito si verificano quando è troppo pieno di masse di cibo e aria. La più tipica è una rottura trasversale della parete anteriore dell'organo. Il dolore acuto appare nell'addome superiore, c'è un calo del polso e della pressione sanguigna (quadro clinico dello shock), una forte tensione nei muscoli della parete addominale anteriore, sintomi positivi di irritazione peritoneale, una diminuzione o assenza di ottusità epatica, opacità del suono delle percussioni nei punti inclinati dell'addome. I raggi X nella cavità addominale sono determinati dal gas libero. In uno studio con una sostanza contratta, si osserva che scorre nello stomaco o nel duodeno. Nel sangue, puoi trovare un'alta leucocitosi, uno spostamento significativo della formula dei leucociti verso sinistra. Trattamento chirurgico: in caso di emergenza J. viene suturato, igienizzato e drenato della cavità addominale.

Le lesioni aperte al corpo derivano da lesioni, più spesso di una ferita da arma da fuoco. Il quadro clinico dipende dalla natura della lesione e dallo stato dell'organo. Caratterizzato dall'esordio precoce dei sintomi di peritonite, shock. La ferita serve come indicazione per laparotomia urgente, durante la quale viene stabilita l'esatta localizzazione, la natura del danno e, a seconda del grado di danno, sutura o resezione della ghiandola.La prognosi per le lesioni della ghiandola dipende dalla tempestività dell'intervento chirurgico.

Le ustioni si verificano quando i prodotti chimici entrano nel liquido. La gastrite acuta corrosiva si sviluppa con necrosi della mucosa gastrica con coagulazione (se esposto ad acidi concentrati) o colliquazione (se esposto ad alcali caustici). Le lesioni locali sono associate a intossicazione dovuta all'assorbimento della sostanza chimica ingerita. L'ustione può essere accompagnata da shock, a volte asfissia dovuta a edema laringeo. Nei casi più gravi, con la rapida diffusione della necrosi su tutta la parete dell'organo, un quadro clinico di un addome acuto (addome acuto) può svilupparsi a causa di perforazione gastrica e peritonite (vedere Gastrite, Ustioni).

Nella maggior parte dei casi, corpi estranei entrano nello stomaco attraverso la bocca, meno spesso (ad esempio calcoli biliari) attraverso la sua parete se danneggiati. I corpi estranei di solito ingeriti escono naturalmente (nei pazienti con disturbi mentali con ingestione sistematica, possono accumularsi nello stomaco). Se un oggetto grande o affilato entra nel corpo, può verificarsi un processo infiammatorio nella parete dell'organo, fino alla necrosi con possibile perforazione e sviluppo di peritonite. Ci sono corpi estranei che si formano nello stesso stomaco - bezoari. Sono spesso costituiti da fibre vegetali, semi di frutta, lana, capelli, meno spesso - di coaguli di sangue, grassi, sostanze resinose. Sintomi clinici con Zh. Bezoars possono essere assenti o possono esserci sensazioni di tracimazione e pesantezza nella regione epigastrica, vomito, eruttazione marcia, alitosi. Il processo può essere complicato dallo sviluppo di gastrite, piaghe da decubito o perforazione della parete dello stomaco, anemia. I dati sull'anamnesi possono aiutare nella diagnosi di un corpo estraneo (per i bezoari, ad esempio, c'è un'indicazione della cattiva abitudine di deglutire i capelli). Alla palpazione, è possibile rilevare formazioni indolori simili a tumori nella regione epigastrica. Il più grande valore diagnostico è l'esame a raggi X, che consente di rilevare difetti nel riempimento dello stomaco, che non sono associati alla sua parete, così come la gastroscopia. I corpi estranei vengono rimossi mediante un gastroscopio (i bezoari vengono rimossi dopo la loro frammentazione preliminare); in casi difficili, è indicata la gastrotomia. Vedi anche corpi estranei, tratto gastrointestinale e cavità addominale.

Malattie. La discinesia ipermotoria dello stomaco è il risultato di riflessi patologici nelle ulcere gastroduodenali, nella colelitiasi, osservate in pazienti con nevrosi, con stress neuropsichiatrico, oltre a tetano, ipoparatiroidismo, avvelenamento con sali di metalli pesanti. Le principali lamentele sono i dolori crampi nella regione epigastrica senza una chiara connessione con l'assunzione di cibo, nausea, vomito, causati dallo spasmo del guardiano. Nella regione ombelicale, un piloro spasmodico viene spesso palpato sotto forma di un denso cavo doloroso localizzato in posizione orizzontale. L'esame a raggi X rivela segni di disturbi nella peristalsi dello stomaco (ritardo prolungato nella sospensione del solfato di bario, contrazioni spastiche, deformazione dello stomaco sotto forma di corno). Uno dei test utilizzati nella diagnosi differenziale di pilorospasmo e stenosi pilorica è l'effetto positivo dei farmaci anticolinergici. Se viene rilevata discinesia ipermotoria, è necessario un esame approfondito del paziente al fine di chiarire la causa ed escludere la natura organica dei disturbi rivelati. Il trattamento comprende la dieta n. 1 (vedi Nutrizione terapeutica), sedativi, anticolinergici (vedi farmaci anticolinergici) e antispasmodici, nitrati a lunga durata d'azione.

L'acilia gastrica funzionale (soppressione temporanea della secrezione gastrica) è osservata in condizioni depressive, sovraccarico neuropsichico e fisico, grave intossicazione, ipovitaminosi, ecc. La malattia è generalmente asintomatica. In alcuni casi, si verifica la sindrome dispeptica. Il principale metodo diagnostico è uno studio frazionario della secrezione ghiandolare, che rivela ipo e acloridria. La stimolazione con dosi submassimali di istamina o pentagastrina elimina l'effetto di fattori inibitori sulle cellule parietali; la misurazione del pH intragastrica non è meno informativa. La diagnosi differenziale deve essere effettuata con acloridria e achilia reali (resistenti all'istamina), segni frequenti di tumore maligno dello stomaco, che richiede gastroscopia. Il trattamento è principalmente finalizzato all'eliminazione dei fattori che causano l'inibizione della secrezione di ferro. Terapia rafforzante generale, osservanza del regime di lavoro e di riposo, cibo con effetto sokogonny (preparazioni di carne e verdure, preparazioni magre, pesce fritto, aringhe, caviale nero, erbe, verdure, frutta, uova, kefir, panna, ricotta, cereali, marmellata, ecc.). L'amarezza contribuisce anche ad aumentare la secrezione.

L'ipersecrezione funzionale dello stomaco ("stomaco irritato", ipercloridria funzionale) è osservata con sforzi eccessivi neuropsichici, consumo di prodotti sokogonny (estratti, spezie, alcool, ecc.), Aumento dei livelli ematici di ormoni steroidei e ormoni tiroidei. Di regola, è asintomatico. In alcuni casi, ci sono lamentele di bruciore di stomaco, eruttazione acida, costipazione, dolore nella regione epigastrica. La diagnosi viene fatta sulla base dei risultati del sondaggio frazionario di Zh. Con stimolazione con istamina o pentagastrina. La diagnosi differenziale viene effettuata con ulcera peptica e sindrome di Zollinger-Ellison (vedere Ulcere sintomatiche). Il trattamento dell'ipersecrezione gastrica funzionale include l'aderenza al lavoro e al riposo, prendendo antiacidi e sedativi.

I disturbi funzionali comprendono anche l'aerofagia (aerofagia) (pneumatosi dello stomaco).

Le malattie infiammatorie dello stomaco possono essere aspecifiche (vedi gastrite) e specifiche. Zh. La tubercolosi è estremamente rara e di solito è combinata con un processo tubercolare nei polmoni, nella laringe, nell'esofago e nell'intestino. Può verificarsi in forme ulcerative, ipertrofiche, nonché sotto forma di affetto tubercolare primario. I sintomi principali sono dolore sordo, dolente, meno spesso simile all'ulcera nella zona dello stomaco, disturbi dispeptici. La diagnosi è facilitata da lesioni tubercolari di altri organi, in particolare i polmoni. La reazione di Mantoux è nettamente positiva. Mycobacterium tuberculosis può essere trovato nelle acque di lavaggio di Zh., Tuttavia, si dovrebbe tenere presente che possono arrivarci ingoiando l'espettorato. Con i raggi X e gli studi endoscopici, è possibile rilevare difetti ulcerativi specifici e deformità cicatriziale dell'organo. La funzione secretoria di Zh. È depressa fino all'Achilia. La diagnosi è confermata dai risultati della biopsia mirata (biopsia) dell'area interessata (ad esempio i bordi di un'ulcera) e dal successivo esame morfologico del materiale ottenuto. La diagnosi differenziale viene effettuata con ulcera peptica, cancro, lesione sifilitica di G. Il trattamento è specifico (vedere Tubercolosi (Tubercolosi)). Inoltre, viene prescritta la dieta numero 1, farmaci antispasmodici e anticolinergici. Le ulcere tubercolari complicate con l'inefficacia del trattamento conservativo, nonché le deformità cicatriziali del piloro, sono un'indicazione per la resezione gastrica.

La sifilide G., di regola, è osservata nei periodi secondari e terziari della malattia e rappresenta lo 0,5-0,8% di tutti i casi di sifilide. È più comune negli uomini che nelle donne. Il quadro morfologico è determinato dal periodo della malattia. Il periodo secondario è caratterizzato da eruzioni roseolo-papulari sulla mucosa, ulcere sifilitiche e infiltrazioni della parete dell'organo; per le gengive terziarie sifilitiche o granulomatosi diffusa con conseguente restringimento di G. I sintomi della malattia non sono specifici. Può procedere sotto forma di gastrite sifilitica (vedi. Gastrite); a volte il quadro clinico ricorda un'ulcera peptica o un tumore di J. La diagnosi viene fatta sulla base di anamnesi, esame a raggi X di J., gastroscopia con biopsia mirata, risultati positivi di reazioni sierologiche. Trattamento specifico (vedi. Sifilide). Complicazioni come la stenosi pilorica sifilitica, sanguinamento gastrico sono indicazioni per un intervento chirurgico..

Le lesioni fungine di J. sono estremamente rare, la candidosi di J. è di solito una manifestazione di candidosi sepsi, può verificarsi quando la cavità orale è interessata (vedere Candidamicosi). L'actinomicosi G. si sviluppa sullo sfondo di una forte soppressione dell'immunità. L'inizio della malattia è facilitato da un'ulcera allo stomaco, una stenosi pilorica. Le lesioni fungine dello stomaco di solito procedono in base al tipo di gastrite catarrale o erosiva-ulcerosa. Il quadro clinico è dominato dalla sindrome dispeptica. La diagnosi viene stabilita sulla base della gastroscopia e vengono prescritti dati bioptici mirati, reazioni sierologiche con un vaccino specifico e un antigene polisaccaridico, rilevazione di drusen e micelio fungino nel succo gastrico, Il trattamento viene effettuato con agenti antifungini (agenti antifungini) (nistatina, levorina, ecc.), Vengono prescritti immunostimolanti specifici (actinolysate), siero polivalente actinomicete).

I diverticoli (congeniti e acquisiti) rappresentano lo 0,01-0,05% di tutte le malattie femminili; sono ugualmente comuni negli uomini e nelle donne: nella maggior parte dei casi si trovano nella parte cardiaca dello stomaco, meno spesso nell'antro lungo la maggiore curvatura e nel terzo inferiore del corpo dello stomaco. La parete dei piccoli diverticoli è composta da quattro strati. I diverticoli di grandi dimensioni sono privi di membrana muscolare o contengono solo singole cellule muscolari lisce. I diverticoli congeniti della ghiandola sono di solito combinati con diverticoli di un'altra localizzazione, si osservano quelli acquisiti, ad esempio nelle discinesie ipermotorie, pilorospasmo, vomito persistente durante la fusione della ghiandola con gli organi vicini. La stragrande maggioranza dei diverticoli semplici di Zh. È asintomatica. Lo sviluppo della diverticolite è indicato dalla comparsa di nausea, eruttazione, aerofagia, disfagia, disagio e dolori sordi nella regione epigastrica. Con l'ulcerazione del fondo del diverticolo, il dolore diventa di natura ulcerosa. La torsione delle gambe del diverticolo e la sua perforazione causano l'immagine di un addome acuto. Il sanguinamento dal diverticolo di solito non è massiccio, ma spesso porta allo sviluppo di anemia da carenza di ferro. Sono stati descritti casi di malignità. In diagnostica, il ruolo principale appartiene ai risultati dell'esame a raggi X. In questo caso, i piccoli diverticoli devono essere differenziati da una nicchia ulcerosa e molto grandi - con un raddoppio congenito di J. Gastroscopy dà un'idea dello stato della mucosa del sacco diverticolare. Non è necessario il trattamento per diverticoli semplici. In caso di complicanze, è indicata l'escissione del diverticolo. I pazienti con diverticoli di J. hanno bisogno di un'osservazione da dispensario. Vedi anche Diverticolosi (diverticolosi).

La gastroptosi (svuotamento gastrico) è congenita e acquisita. La gastroptosi congenita è associata all'allungamento del mesentere del colon. La gastroptosi acquisita è causata dallo stiramento dell'apparato legamentoso gastrico sullo sfondo dell'ipotonia dei muscoli della parete addominale anteriore (ad esempio, con improvvisa perdita di peso, parto, evacuazione del liquido ascitico, rimozione di grandi cisti e tumori della cavità addominale). Distinguere tra parziale (antropiloroptosi) e gastroptosi totale. Spesso la gastroptosi si combina con il prolasso di altri organi (fegato, colon trasverso, reni). In base alla gravità del processo, si distingue la gastroptosi di grado I, in cui la curvatura minore si trova 2-3 cm sopra la linea biiliaca (la linea che passa tra le spine superiori anteriori delle ossa iliache, separando il mesogastrio dall'epigastrio), gastroptosi di grado II (minore curvatura a livello della linea menzionata) e gastroptosi di grado III (minore curvatura al di sotto di questa linea). La gastroptosi di I e II grado è asintomatica. La gastroptosi di III grado è accompagnata da una sensazione di disagio, pesantezza, dolori doloranti opachi nella regione epigastrica dopo aver mangiato con irradiazione nella parte bassa della schiena, che è causata da uno stiramento dell'apparato legamentoso dello stomaco. All'esame, viene spesso notato un addome cadente, meno spesso vengono determinati i contorni di tutto lo stomaco o delle sue parti. Lo spostamento degli organi può anche essere stabilito usando la palpazione a scorrimento profondo. I raggi X rivelano un aumento delle dimensioni longitudinali dello stomaco, la convergenza della sua grande e piccola curvatura, un rallentamento della peristalsi e l'evacuazione della massa di contrasto e spesso la posizione del polo inferiore dell'organo nella cavità pelvica. In uno studio frazionario della secrezione gastrica mediante un metodo a sonda con stimolazione dell'istamina, si nota spesso l'acloridria. Il posto principale nel trattamento conservativo della gastroptosi è occupato da esercizi di fisioterapia, massaggio addominale, balneoterapia. Pasti frequenti e frazionari raccomandati, dieta n. 5, con gastroptosi III grado - indossando una benda speciale.

L'espansione acuta dello stomaco (paresi G. o atonia) è rara. La causa più comune di patologia è la chirurgia sugli organi addominali, la cavità. L'allargamento acuto dello stomaco può verificarsi con infarto del miocardio, stenosi del guardiano, lesioni dello stomaco e gravi malattie infettive. La patologia si basa sulla paralisi dell'apparato muscolare del corpo; accompagnata da atonia e grave malassorbimento con preservata funzione secretoria dell'organo. I pazienti lamentano dolore acuto nell'addome, nausea, vomito indomito, sete. Si notano pelle secca, letargia, letargia, i fenomeni di disidratazione sono in rapido aumento, le disfunzioni del sistema cardiovascolare si uniscono. L'addome è gonfio, notevolmente ingrandito, viene determinato un rumore di schizzi alla palpazione. La tensione dei muscoli addominali e altri sintomi di irritazione peritoneale sono assenti. Il principale metodo diagnostico è l'esame a raggi X, che rivela una posizione elevata del diaframma; Zh. Nettamente gonfio, di dimensioni enormi (può occupare quasi l'intera cavità addominale), contiene una grande quantità di liquido. Il trattamento è conservativo: J. viene costantemente drenato attraverso un tubo sottile, vengono iniettati liquido parenterale, elettroliti, soluzioni nutritive, viene eseguita la terapia sintomatica. L'assunzione di cibo, la somministrazione di farmaci antispasmodici, anticolinergici, l'uso di analgesici narcotici sono controindicati.

Il volvolo gastrico è raro. Nell'infanzia (specialmente nei bambini dei primi mesi di vita), si verifica più spesso di quanto venga diagnosticato. La malattia è associata a una fissazione compromessa della ghiandola e l'ernia diaframmatica può essere la causa del volvolo. Il momento predisponente è considerato prolasso e significativa espansione dello stomaco e pronunciata antiperistalsi, a causa di una violazione dell'evacuazione dei contenuti gastrici. L'inversione dell'intera femmina raramente supera i 180 °. Il volvolo delle sue parti (piloro, cardiaco) può verificarsi a 360 °. Il volvolo acuto Zh. Si manifesta con un forte dolore nella regione epigastrica, che si irradia alla schiena. Il dolore è inizialmente accompagnato da vomito, quindi da impulsi inefficaci. Il vomito, di regola, non contiene una miscela di bile. I tentativi di inserire una sonda nel liquido non hanno esito positivo. All'esame, c'è gonfiore nella regione epigastrica e retrazione di altre parti dell'addome; nelle prime ore dopo il volvolo - aumento della peristalsi. Forse un decorso cronico ricorrente del processo, che ricorda clinicamente la gastrite o la malattia dell'ulcera peptica. La diagnosi preoperatoria del volvolo è estremamente rara. L'esame radiografico con volvolo completo non riesce a causa dell'incapacità di iniettare un mezzo di contrasto nello stomaco. In caso di volvolo incompleto, è possibile rilevare una deformazione dello stomaco e un ritardo nell'evacuazione dell'agente di contrasto. Trattamento chirurgico: dispiegamento dello stomaco nella direzione opposta a quella in cui è stato eseguito il volvolo. Nel periodo postoperatorio, viene eseguita l'aspirazione continua dei contenuti gastrici. La prognosi con intervento tempestivo è favorevole.

Altre malattie dello stomaco. Tra le malattie dello stomaco sono spesso erosione dello stomaco (erosione dello stomaco), ulcera peptica, ulcere sintomatiche (vedi Ulcere sintomatiche).

I tumori sono divisi in epiteliali e non epiteliali, tra i quali, a loro volta, si distinguono benigni e maligni. I tumori epiteliali benigni comprendono gli adenomi (polipi), che rappresentano fino al 10% di tutti i tumori dello stomaco e, esternamente, assomigliano a escrescenze simili a funghi, che a volte ulcerano. Tumori non epiteliali benigni (leiomiomi, fibromi, emangiomi, tumori glomici, neuromi, ecc.) Si trovano nella sottomucosa o nella membrana muscolare, rappresentando fino al 3% di tutti i tumori della ghiandola. Di solito hanno una superficie liscia, forma sferica e possono raggiungere grandi dimensioni.

I tumori benigni sono spesso asintomatici e vengono rilevati solo durante gli esami preventivi. I reclami dei pazienti per nausea, eruttazione, perversione del gusto, dolore sono generalmente causati da malattie di fondo, come la gastrite. Quando il tumore è localizzato nelle parti cardiache o piloriche dello stomaco, si possono osservare dolori crampi nell'addome superiore, vomitare dopo un pasto. L'ulcerazione sul tumore porta a sanguinamento latente o massiccio, allo sviluppo di anemia ipocromica. La malignità del tumore è possibile. I raggi X e gli esami endoscopici sono di primaria importanza nella diagnosi di tumori benigni. L'esame a raggi X sullo sfondo di una mucosa invariata rivela difetti di riempimento, a volte con segni di ulcerazione, rimane la peristalsi. Con la crescita esogastrica, i tumori non epiteliali si trovano fuori dalle pareti dello stomaco, ma hanno una connessione con esso. La gastroscopia rivela la prevalenza del processo tumorale, nonché i segni di malignità (presenza di infiltrazione alla base, mobilità limitata, sanguinamento quando viene toccato dal gastroscopio); la biopsia consente di chiarire la natura morfologica del tumore. Trattamento operativo di tumori benigni. Polipi fino a 2 cm di diametro con una base stretta, incl. multiplo, rimosso attraverso un gastroscopio per elettrocoagulazione o usando un laser. Con polipi di dimensioni maggiori su una base ampia, in particolare quelli situati nel corpo e nella parte prossimale dell'organo, con tumori non epiteliali, è indicata la resezione a forma di cuneo o tipica della ghiandola. La prognosi è favorevole.

Tra i tumori epiteliali maligni, il tumore gastrico è il più comune e il sarcoma è tra i tumori non epiteliali. L'incidenza del cancro in diversi paesi è apparentemente associata alle abitudini alimentari e alla vita di tutti i giorni (natura e metodo di cottura, fumo, consumo di alcolici), rischi professionali (lavoro in un'industria chimica), predisposizione ereditaria, ecc. In URSS, il cancro allo stomaco è al primo posto tra tumori maligni. Allo stesso tempo, la più alta incidenza si osserva nelle repubbliche baltiche, la più bassa in Asia centrale e nel Caucaso. La crescita maligna è spesso preceduta da cambiamenti nella mucosa dello stomaco, chiamati precancerosi o, su suggerimento dell'OMS, displasia, che si verifica sullo sfondo di gastrite cronica, poliposi, ulcere allo stomaco, ecc..

Il tumore può essere localizzato nella parte prossimale o distale; nel corpo dello stomaco si osserva anche un danno d'organo totale. Le forme macroscopiche, esofitiche, infiltrative e miste sono isolate. La forma esofitica, a sua volta, include la placca, il polipoide e il piattino; infiltrativo - ulcerativo-infiltrativo, sottomarino e appiattimento; misto - cancro da un polipo e cancro da un'ulcera. Per struttura microscopica, tutte le forme di cancro possono essere suddivise in adenocarcinoma (papillare, tubulare e mucoso) e carcinoma a cellule ad anello con sigillo; distinguere anche i tipi intestinali e diffusi.

Nel decorso clinico del cancro di Zh., Secondo la classificazione approvata dal Ministero della Salute dell'URSS nel 1956, ci sono 4 fasi: stadio I - il tumore è limitato alla mucosa e alla sottomucosa; Stadio II - il tumore invade lo strato muscolare, ci possono essere singole metastasi ai linfonodi regionali; Stadio III: il tumore invade l'intera parete dello stomaco, può oltrepassarlo e infiltrarsi negli organi vicini, sono possibili più metastasi ai linfonodi regionali; Stadio IV - ci sono metastasi a distanza. Negli istituti oncologici, inoltre, viene utilizzata la classificazione TNM (vedi tumori), in base alla quale vengono prese in considerazione anche le dimensioni e la diffusione del tumore primario, il danno ai linfonodi regionali e la presenza di metastasi a distanza..

Il quadro clinico del carcinoma gastrico è molto vario, a causa della frequente insorgenza della malattia sullo sfondo di gastrite, polipi e ulcera peptica. Nelle prime fasi del processo, il cancro gastrico non ha segni specifici e quindi si distingue un peculiare complesso di sintomi (la cosiddetta sindrome dei piccoli segni), caratterizzato da una diminuzione della capacità lavorativa, rapida affaticamento, debolezza irragionevole, diminuzione dell'appetito e sviluppo di fastidio gastrico (sensazione di pesantezza e pienezza dello stomaco, nausea), irragionevole perdita di peso progressiva, anemia.

I sintomi del carcinoma gastrico nel mezzo della malattia sono più pronunciati e determinati dalle caratteristiche del tumore: la forma di crescita, dimensioni, localizzazione, prevalenza del processo tumorale e presenza di metastasi, complicanze (infezione e disintegrazione del tumore, ostruzione della pervietà, perigastrite, ecc.), Nonché reattività dell'organismo. Tutti i sintomi possono essere suddivisi approssimativamente in diversi gruppi: sintomi generali causati da intossicazione (diminuzione dell'appetito, comparsa di debolezza generale non motivata, malessere, perdita di peso, ecc.), Sintomi associati a danni allo stomaco stesso (dolore, sensazione di pesantezza, eruttazione, ecc.). ), sintomi causati da complicanze (disfagia, vomito, sanguinamento, ecc.). A seconda della localizzazione del tumore, possono prevalere determinati sintomi. Quindi, con la sconfitta della parte prossimale dello stomaco, si sviluppa una disfagia prima parziale, quindi completa. I pazienti hanno rigurgito, singhiozzo, perdita di peso, dolori al petto. Con il cancro del corpo G. i sintomi locali sono meno pronunciati. La malattia è caratterizzata principalmente da sintomi generali: diminuzione dell'appetito, debolezza generale, perdita di peso, anemia. Con il cancro della regione distale, accompagnato da stenosi del piloro, in connessione con una violazione della pervietà, compaiono una sensazione di pesantezza e distensione nella zona di Zh., Eruttazione, vomito ripetuto e perdita di peso. La diffusione del tumore al pancreas provoca gravi dolori alla schiena. L'infiltrazione o la metastasi nella testa del pancreas o nella porta del fegato sono accompagnate da ittero di origine meccanica, l'invasione del colon trasverso porta allo sviluppo di ostruzione intestinale.

Le metastasi nel carcinoma gastrico sono osservate molto spesso, incl. oltre il 50% dei pazienti operati. Il processo si diffonde attraverso 4 principali collettori linfatici (nel bacino retropilorico, verso la porta del fegato, nell'omento minore e lungo il maggiore omento fino alla porta della milza), ciascuno dei quali, a sua volta, è diviso in 4 fasi in base alla profondità dei linfonodi (diffusione le metastasi oltre le prime due fasi rendono l'operazione senza speranza). Le metastasi a distanza nel carcinoma gastrico si presentano sia per via linfatica (attraverso il flusso linfatico o nella direzione retrograda) sia per via ematogena. In uno stadio avanzato della malattia, si possono trovare metastasi nei linfonodi ascellari, inguinali e altri distanti. Tipico per il cancro ai calcoli biliari è la sconfitta dei linfonodi nella regione sopraclaveare sinistra (metastasi di Virchow), nel tessuto pelvico (metastasi di Schnitzler), nonché metastasi alle ovaie (metastasi di Krukenberg). Le metastasi possono anche essere osservate nell'ombelico, nel fegato, nel pancreas, nei polmoni, nelle ossa, nella pelle, nel tessuto sottocutaneo.

La diagnosi nelle fasi avanzate della malattia non presenta particolari difficoltà. Insieme alle lamentele, viene attirata l'attenzione sul forte esaurimento del paziente, sulla carnagione giallastra, sugli occhi spenti, sulla secchezza e sulla riduzione del turgore cutaneo. La palpazione nella regione epigastrica può essere determinata dalla formazione di tumori. Con stenosi pilorica, si osservano distensione addominale e peristalsi visibile, con ascite, un forte aumento dell'addome. Al fine di identificare metastasi a distanza quando si esamina un paziente, è necessario prestare particolare attenzione al fegato, all'ombelico e alla fossa sopraclaveare sinistra, è necessario condurre uno studio per retto e per vaginam.

Il risultato dipende fortemente dalla diagnosi precoce della malattia. Pertanto, è importante prestare particolare attenzione ai pazienti appartenenti a gruppi a rischio (persone con una storia di gastrite acilica, ulcera gastrica, poliposi), nonché identificare i primi sintomi della malattia (ad esempio "piccoli segni"). La rilevazione tempestiva dei cambiamenti nella natura del dolore e dei nuovi sintomi nelle persone con patologia del tratto gastrointestinale è di grande importanza. Un certo ruolo nella diagnosi del carcinoma gastrico è giocato dai risultati delle ricerche di laboratorio: leucocitosi moderata con neutrofilia e spostamento della formula dei leucociti a sinistra, aumento dell'ESR, acloridria, reazione ematica occulta fecale positiva e dati provenienti da metodi immunologici che utilizzano marcatori tumorali specifici (vedere Tumori). Luogo principale incl. Gli studi radiografici e l'endoscopia occupano la diagnosi precoce del cancro gastrico. I principali segni radiologici di cancro della ghiandola sono il riempimento di difetti, la deformazione e il restringimento del lume dell'organo, la rigidità della parete e l'assenza di peristalsi nell'area interessata, i cambiamenti nella struttura del rilievo della mucosa, la pervietà alterata (Fig. 4, 5). In questo caso, la predominanza dell'uno o dell'altro sintomo a raggi X dipende dalle caratteristiche morfologiche, dalla localizzazione, dalla forma, dalle dimensioni, dalla natura della crescita e dallo stadio di sviluppo del tumore, dal grado di disfunzione della ghiandola.Ad esempio, vengono determinati la crescita endofitica, la deformazione e il restringimento del lume della sezione dell'organo interessato, a causa dell'infiltrazione della sua parete, con crescita esofitica, il principale sintomo dei raggi X è un difetto di riempimento di una forma arrotondata con contorni irregolari, con forme miste, si nota una combinazione di segni di raggi X. La diagnostica a raggi X dei tumori cancerosi situati nella sottomucosa e con ulcerazione della mucosa, così come il cancro piatto strisciante, è difficile; un'attenta analisi delle radiografie consente in questi casi di identificare un'eminenza di funghi o un'ulcera piatta o un'erosione sul rilievo della mucosa.

La gastroscopia consente di determinare visivamente la localizzazione, la forma di crescita e la natura del tumore (vedi Fig. All'arte. Gastroscopia), la prevalenza del processo, nonché di ottenere stampe dalla superficie del tumore per l'esame citologico. Per studiare la struttura del tumore, vengono eseguite una gastrobiopsia mirata e un esame istologico della mucosa che circonda il focus patologico.

La presenza di metastasi nei linfonodi e nel fegato retroperitoneali viene determinata mediante ultrasuoni e tomografia computerizzata. La laparoscopia consente di identificare o escludere danni agli organi addominali e il passaggio del processo agli organi vicini, metastasi epatiche, diffusione del peritoneo. In casi dubbi, è indicata la laparotomia diagnostica con biopsia.

L'unico metodo radicale di trattamento del cancro del calcoli biliari è un intervento chirurgico tempestivo. In caso di carcinoma esofitico localizzato nelle parti distale o prossimale dello stomaco, senza transizione verso il suo corpo, viene utilizzata la resezione subtotale (distale o prossimale). Con danni al corpo di J., così come con tumori infiltrativi di qualsiasi localizzazione, è indicata la gastrectomia. Quando il tumore cresce in organi vicini (colon trasverso, pancreas, fegato, milza), è possibile eseguire operazioni combinate.

In presenza di controindicazioni alla chirurgia radicale, sono indicati interventi palliativi (per disfagia causata da un tumore della sezione prossimale dello stomaco, - gastrostomia, con carcinoma stenoso della sezione di uscita dello stomaco - gastroenteroanastomosi, con germinazione o metastasi del cancro dello stomaco nell'intestino crasso o piccolo con sviluppo di ostruzione - imposizione bypassare le anastomosi interintestinali).

La chemioterapia viene anche utilizzata solo a scopo palliativo. Degli agenti chemioterapici, i più diffusi sono gli antimetaboliti fluorurati (5-fluorouracile e flutorafur), che sono prescritti da soli o in combinazione con altri farmaci (ad esempio, vincristina, adriamicina). L'uso di vari regimi chemioterapici consente una regressione parziale del processo nel 30-40% dei pazienti. Viene anche utilizzata la radioterapia, le cui possibilità, tuttavia, sono limitate in caso di cancro gastrico. Di solito è prescritto prima dell'intervento o in combinazione con la chemioterapia..

La prognosi per il cancro gastrico dipende dalla forma di crescita del tumore, dalla struttura istologica. fase del processo e altri fattori. Con una forma esofitica di un tumore nella fase I-II del processo, la prognosi è abbastanza favorevole; con una forma infiltrativa, specialmente nella fase III-IV del processo tumorale, è sfavorevole. In generale, dopo un intervento radicale, il 20-30% dei pazienti operati sopravvive fino a 5 anni. È necessaria una diagnosi precoce della malattia. Ciò può essere ottenuto con l'osservazione dinamica e l'esame regolare dei pazienti, in particolare dei gruppi a rischio..

I sarcomi gastrici, che costituiscono il 3-5% di tutti i tumori maligni dello stomaco, sono più comuni nei giovani. A seconda dell'istogenesi, sono suddivisi in linfosarcomi, reticolosarcomi, sarcomi mesenchimali e neuroectodermici. Una caratteristica di questo tipo di tumore, in contrasto con il cancro allo stomaco, è il fatto che, anche quando raggiungono grandi dimensioni, rimangono un processo locale per lungo tempo e metastatizzano molto meno frequentemente. Allo stesso tempo, viene spesso osservata una posizione esogastrica del tumore, quando la parte principale del tumore è fuori dallo stomaco e il tumore cresce negli organi vicini. La crescita del sarcoma può essere esofitica e infiltrativa..

Clinicamente, la malattia si manifesta con disturbi dispeptici, febbre e sanguinamento gastrico spesso (con disintegrazione del tumore). Il metodo principale nella diagnosi dei sarcomi è la radiografia. Con una forma infiltrante di crescita di sarcomi, si possono notare infiltrazioni superficiali, ispessimento locale delle pieghe della mucosa o cambiamenti nei loro contorni. Un sintomo caratteristico delle forme esofitiche di crescita dei sarcomi di J. è un difetto di riempimento, che varia in dimensioni da 1 a 10 cm o più con contorni indistinti e irregolari. La peristalsi nell'area della localizzazione del tumore è assente indipendentemente dalla forma della sua crescita. La gastroscopia con biopsia è meno importante in caso di sarcomi della ghiandola, che in alcuni casi è dovuta all'assenza di lesioni della mucosa. La laparoscopia con biopsia ha un certo valore diagnostico, specialmente quando il tumore si trova sulla parete anteriore dello stomaco e quando il processo viene diffuso..

Il principale metodo di trattamento è la gastrectomia subtotale e la gastrectomia. Per alcuni tipi di sarcomi, la chemioterapia è efficace. I più comunemente usati sono ciclofosfamide, metotrexato, vincristina, adriamicina. Per la linfa localizzata e i reticolosarcomi in casi inoperabili, viene prescritta la radioterapia. La prognosi è generalmente scarsa.

L'approccio allo stomaco viene spesso eseguito attraverso le incisioni mediane, paramediche, transrettali e oblique. Le operazioni vengono eseguite in anestesia generale. Il tipo di intervento chirurgico sullo stomaco è determinato dallo scopo dell'intervento (terapeutico, diagnostico), dalla natura della malattia e dalla presenza di complicanze, il paziente.

Gastrotomia - dissezione della parete dell'organo, viene utilizzata più spesso a scopi diagnostici, meno spesso a scopi terapeutici, ad esempio per estrarre corpi estranei. Zh. Viene tagliato di solito nella direzione del suo asse longitudinale al bordo del terzo medio e distale della parete anteriore. I bordi della ferita sono separati con ganci. Al completamento dell'esame della mucosa di J., la ferita viene suturata con una sutura di catgut continua, dopo di che viene applicata una seconda fila di suture.

La gastrostomia (creazione di una fistola esterna) viene eseguita per fornire nutrimento al paziente, ad esempio, con ostruzione dell'esofago o apertura cardiaca. La gastrostomia più spesso usata secondo Witzel, in cui un tubo gastrostomico viene posato sulla parete anteriore dello stomaco in qualche modo obliquamente. Intorno al tubo, si forma un canale sieroso-muscolare con suture separate, la sua estremità distale è immersa nello stomaco e l'altra estremità viene portata alla parete addominale anteriore, di regola, nella regione dell'ipocondrio sinistro.

La gastroenterostomia (l'imposizione di un'anastomosi tra lo stomaco e l'intestino tenue) viene eseguita come un'operazione di drenaggio per ostruzione nella metà inferiore dello stomaco, nel piloro o nel duodeno. Dei vari metodi di gastroenterostomia, il metodo più comune di Bellefleur è l'imposizione di una gastroenteroanastomosi della colica anteriore anteriore su un ciclo lungo con anastomosi interintestinale (Fig. 6, a), che fornisce la pervietà più prolungata dell'anastomosi da un tumore, una gastroenterost secondo Gakkerenter e una gastroenterostomia secondo Gakkerker Gomekerk usato per stenosi cicatriziale di eziologia ulcerosa (Fig. 6.b).

La piloroplastica viene eseguita (in combinazione con varie varianti di vagotomia) per complicanze dell'ulcera duodenale, nonché quando lo stomaco si sposta nella cavità toracica per tumori del terzo inferiore dell'esofago. I metodi più comunemente usati sono la piloroplastica secondo Heinecke - Mikulich e Finney (Fig. 7).

La resezione gastrica, che occupa un posto importante tra le operazioni su questo organo, è divisa in distale e prossimale. La gastrectomia distale viene eseguita per ulcera gastrica, tumori maligni benigni ed esofitici dell'antro. L'operazione consiste in tre fasi principali: mobilizzazione della parte dell'organo da rimuovere, l'effettiva resezione della parte prevista dello stomaco con preparazione del moncone duodenale per la fase successiva dell'operazione e ripristino della continuità del tratto digestivo. Esistono due tipi principali di tali operazioni (Fig. 8): il primo tipo - resezione dello stomaco con ripristino del passaggio del cibo attraverso il duodeno (metodo Billroth-I): il secondo tipo - resezione dello stomaco e la creazione di un'anastomosi tra il moncone dello stomaco e il digiuno ( Metodo Billroth-II) in varie modifiche (secondo Hofmeister - Finsterer, Balfour, ecc.).

La resezione prossimale viene eseguita per il cancro della sezione prossimale dello stomaco in assenza di metastasi nei linfonodi del legamento gastro-colonico lungo la maggiore curvatura. L'operazione prevede la rimozione della parte prossimale, nonché del corpo della donna nella curvatura minore. Successivamente, un tubo viene formato dalle restanti sezioni della ghiandola, che viene quindi collegato all'esofago (Fig. 9).

La gastrectomia (rimozione completa della ghiandola) comprende gli stessi stadi di base della resezione della ghiandola.La continuità dell'apparato digerente viene ripristinata mediante esofagogojunostomia con enteroenteroanastomosi (Fig. 10).

Vengono utilizzati anche altri tipi di interventi chirurgici. Quindi, con un'ulcera sanguinante di J., viene eseguita una gastrotomia longitudinale e dopo l'identificazione della fonte di sanguinamento, il difetto viene suturato. Quando l'ulcera è perforata, il foro perforato viene suturato con una sutura a doppia fila o secondo il metodo Oppel-Polikarpov (introduzione di una parte dell'omento maggiore sulla gamba di alimentazione nel foro perforato, seguita dalla sua fissazione lungo la circonferenza del difetto alla parete di J.).

Con un'ulcera peptica, viene eseguita una vagotomia. I più diffusi sono il gambo bilaterale, la vagotomia prossimale selettiva gastrica e selettiva. La vagotomia dello stelo (Fig. 11, a) consiste nell'intersezione dei tronchi del nervo vago immediatamente sotto il diaframma, al di sopra della separazione dei rami celiaci e epatici da essi. La vagotomia gastrica selettiva (Fig. 11, b) consiste nell'intersezione di tutti i rami gastrici del tronco anteriore e posteriore del nervo vago, con conseguente denervazione dell'intero organo, mantenendo i rami diretti al plesso celiaco e al fegato. L'obiettivo della vagotomia prossimale selettiva (Fig. 11.c) è la denervazione parziale della zona di produzione di acido dello stomaco (corpo e fondo) preservando il ramo del nervo vago, che fornisce la funzione motoria dell'antro del G. Le prime due operazioni sono solitamente combinate con la piloroplastica, quest'ultima può essere eseguita in modo isolato.

Bibliografia: Human Anatomy, ed. SIG. Sapin, vol.2, p. 33, M., 1986; Antonovich V.B. Diagnostica a raggi X delle malattie dell'esofago, dello stomaco, dell'intestino, M., 1987, bibliogr.; Vasilenko V.Kh. e Grebenev A. L. Malattie dello stomaco e del duodeno, M., 1981, bibliogr.; Isakov Yu.F., Stepanov E.A. e Krasovskaya T.V. Chirurgia addominale nei bambini, p. 84, M., 1988; A.A. Klimentov, Yu.I. Patyutko e Gubina G.I. Tumori dello stomaco, M., 1988; Chirurgia clinica, ed. Yu.M. Pantsyreva, s. 209. M., 1988; Linee guida per la chirurgia addominale di emergenza, ed. V.S. Savelyeva, s. 275, M., 1986; Sigal M.Z. e Akhmetzyanov F.Sh. Gastrectomia e resezione gastrica per cancro, Kazan, 1987, bibliogr.; Slinchak S.M. Cancro allo stomaco, Kiev, 1985, bibliogr.; Uspensky V.M. Morfologia funzionale della mucosa gastrica, L., 1986, bibliogr.; Fisiologia della digestione, ed. A.V. Solovyov, ecc., L., 1974; Malattie chirurgiche, ed. MI. Kuzina, s. 369, M., 1986; Ham A. e Cormac D. Histology, trans. dall'inglese, vol.4, p. 126, M., 1983.

Figura. 5a). Radiografia dello stomaco con forma endofitica di crescita del cancro con lesione totale: la deformazione e il restringimento dello stomaco sono espressi in tutto.

Figura. 5 B). Radiografia dello stomaco con forma endofitica di crescita del cancro con lesione limitata: restringimento e irregolarità dei contorni del piloro (indicato dalla freccia).

Figura. 10. Rappresentazione schematica di esofagogojunostomia con enteroenteroanastomosi dopo gastrectomia (la freccia indica il moncone suturato del duodeno).

Figura. 2. La radiografia dello stomaco è normale con il suo solito riempimento con una sostanza radiopaca.

Figura. 9. Rappresentazione schematica della resezione gastrica prossimale.

Figura. 11. Rappresentazione schematica della vagotomia: a - stelo; b - gastrico selettivo; c - prossimale selettivo.

Figura. 8. Rappresentazione schematica della resezione gastrica distale: a - Metodo di Billroth-I; b - Metodo Billroth-II modificato da Hofmeister - Finsterer; c - Metodo Billroth-II modificato da Balfour.

Figura. 7. Rappresentazione schematica della piloroplastica (le linee di taglio sono indicate dalla linea tratteggiata): a - secondo Heineck - Mikulich (la parte pilorica dello stomaco e del duodeno sono sezionate lungo, il foro risultante viene suturato nella direzione trasversale); b - secondo Finney (anastomosi tra l'antro dello stomaco e il duodeno).

Figura. 6. Rappresentazione schematica della gastroenterostomia: a - secondo Welfler; b - secondo Gacker.

Figura. 1. Rappresentazione schematica dello stomaco (parti dello stomaco sono denominate come di consueto in anatomia): 1 - parte cardiaca; 2 - il fondo dello stomaco; 3 - il corpo dello stomaco; 4 - grotta del gatekeeper; 5 - canale gatekeeper.

Figura. 4. RX di avvistamento dello stomaco (con compressione) per la crescita esofitica del cancro dell'antro: le pieghe della mucosa sono ispessite, si rompono (1); vengono determinati più difetti di riempimento irregolari (2).

Figura. 3. La radiografia dello stomaco è normale quando è strettamente riempita con una sostanza radiopaca.

II

Zhelabacino (ventricolo, gaster, PNA, BNA, JNA)

un organo cavo del tratto digestivo, situato tra l'esofago e il duodeno, che fornisce l'accumulo di cibo, la sua parziale digestione e assorbimento.

Articoli Su Epatite