Ascite - sintomi e trattamento

Principale Appendicite

Probabilmente, molti di voi, cari lettori, avete visto filmati sgradevoli da materiale video girato nei paesi africani, dove vengono mostrati bambini con la pancia rotonda. Inoltre, spesso gli organismi dei bambini piccoli sembrano magri, braccia magre, gambe, collo sottile e pancia sporgente. Nella maggior parte dei casi, questo stomaco indica ciò di cui parleremo oggi: l'ascite. Esaminiamo i sintomi, le cause, i metodi di trattamento e altre informazioni utili su questa condizione. Così…

Che cos'è l'ascite?

L'ascite (ascite) è una condizione patologica o un sintomo di varie malattie, caratterizzata dall'accumulo di una quantità eccessiva di liquido libero (trasudato, essudato) nella cavità addominale. È questo liquido che porta ad un aumento delle dimensioni dell'addome e della sua tensione. Secondo BME, il volume di tale liquido in rari casi può arrivare a 30 litri 1 !

A causa delle sue caratteristiche, altri nomi per l'ascite sono idropisia, idropisia dell'addome, idropisia addominale.

Lo stesso nome "ascite" deriva dall'antica parola greca "ἀσκίτης".

Le malattie più comuni accompagnate da ascite sono cirrosi epatica (osservata in circa il 75% dei pazienti), oncologia (circa il 10% dei casi), insufficienza cardiaca e altre malattie / disturbi (circa il 15%). L'ascite non viene diagnosticata come una malattia indipendente. L'idropisia addominale nei bambini si sviluppa spesso con patologie renali.

Oltre ad un aumento della cavità addominale e alla sporgenza dell'addome, i principali sintomi di una condizione patologica sono dolore, aumento di peso, mancanza di respiro, sensazione di pesantezza, interruzioni nel lavoro del sistema cardiovascolare.

La durata dell'ascite può essere di diversi mesi o addirittura anni, a causa della cronicità delle principali malattie, contro la quale appare l'idropisia.

Se parliamo del tipo di fluido accumulato, quindi - l'essudato riempie la cavità addominale nelle principali malattie di natura infiammatoria, il trasudato si accumula in caso di disturbi della circolazione linfatica caratteristici di malattie del cuore e dei vasi sanguigni.

Pertanto, il trattamento dell'ascite dovrebbe essere mirato principalmente al trattamento della malattia di base, accompagnata da idropisia. La terapia solo idropisia, non prestando attenzione alla sua eziologia, può avere solo un effetto sintomatico a breve termine.

Ascite - codice ICD

ICD-10: R18
ICD-9: 789.5

Sintomi di idropisia addominale

Le manifestazioni cliniche dell'ascite dipendono dalla localizzazione e dall'eziologia dell'accumulo di liquidi, nonché dal grado della condizione patologica..

La durata dello sviluppo dell'idropisia addominale può variare da alcune settimane a diversi mesi..

I primi segni di ascite

  • L'allargamento addominale, insolito per una persona, a causa del suo gonfiore, che, di regola, è spesso indicato dalla tensione dei suoi soliti vestiti;
  • Frequenti eruttazioni dopo aver mangiato, oltre alla comparsa di flatulenza.

I principali sintomi dell'ascite

  • Disagio, sensazione di pesantezza e tensione / distensione nell'addome, smagliature sulla pelle;
  • L'addome viene ingrandito, e questo può essere visto sia durante la posizione orizzontale del corpo, quando si diffonde ai lati ("pancia della rana"), sia nella posizione verticale, quando l'addome si affloscia;
  • Con passatempo attivo, c'è fluttuazione (fluttuazioni) sullo stomaco;
  • Dolore addominale (dolore ricorrente nella regione addominale e talvolta pelvica)
  • Eruttazioni ricorrenti, bruciore di stomaco, nausea, gonfiore (flatulenza), costipazione e altri segni di indigestione;
  • Ipertensione;
  • Quando il processo è in esecuzione, la forza di tensione della regione addominale può portare alla sporgenza dell'ombelico, dell'ernia ombelicale o femorale, alla formazione di varicocele, emorroidi e persino al prolasso rettale;
  • Dal lato del sistema cardiovascolare compaiono sintomi come mancanza di respiro, gonfiore delle gambe, aritmie;
  • Inoltre, un addome allargato e la sua tensione interrompono la naturale mobilità di una persona, ad esempio, piegandosi in avanti, il che rende il paziente un po 'imbarazzante.

Mangiare cibo porta ad una maggiore sensazione di pesantezza e dolore all'addome.

Sintomi dell'ascite, a seconda della sua eziologia:

Ascite nella cirrosi epatica - caratterizzata da dolore addominale e relativo aumento, in costante aumento con il progredire della malattia, rapida perdita di peso corporeo (in particolare perdita di peso degli arti), presenza di vene ragno nella parte superiore del corpo, aumento della caduta dei capelli sotto le ascelle e in altre parti della linea sottile temperatura corporea, nausea, attacchi di vomito, debolezza, disturbi del sonno, arrossamento dei palmi, piedi, pelle del viso, ingrossamento delle ghiandole mammarie (negli uomini), ingiallimento della pelle e sclera degli occhi (ittero).

Ascite nell'ipertensione portale - caratterizzata da una diminuzione del peso corporeo, nausea, vomito, pelle gialla, vene varicose dello stomaco, esofago e parete addominale anteriore (modello venoso sull'addome), nonché una milza ingrossata (splenomegalia) e sanguinamento nelle pareti dello stomaco e / o altri organi del tratto gastrointestinale.

Ascite nella peritonite tubercolare - caratterizzata da una rapida perdita di peso corporeo, un aumento della temperatura corporea, un aumento dei linfonodi nell'addome (linfoadenopatia), segni di intossicazione del corpo (debolezza, perdita di appetito, nausea, pelle pallida).

Ascite nell'insufficienza cardiaca - caratterizzata da un tono della pelle bluastro, edema delle gambe (specialmente gambe e piedi), ingrossamento del fegato (epatomegalia), dolore nell'ipocondrio destro e talvolta formazione di trasudato nelle cavità pleuriche.

Ascite in un tumore della cavità addominale (carcinosi peritoneale) - caratterizzata da un aumento dei linfonodi, dolore nell'area dell'organo interessato, presenza di cellule atipiche nel sedimento di effusione e altri segni a seconda dell'organo specifico malato.

Sviluppo di ascite (patogenesi)

Prima di considerare la patogenesi dell'ascite, diciamo alcune parole sulla struttura dell'addome inferiore, in un linguaggio accessibile.

La cavità addominale è uno spazio:

  • dalla parte superiore, al confine con il diaframma (muscolo respiratorio, convenzionalmente situato sul pavimento con le costole);
  • dietro è limitato dalla colonna vertebrale e dai muscoli della schiena;
  • davanti confina con i muscoli laterali e anteriori delle pareti addominali;
  • da sotto confina con la regione pelvica.

La cavità addominale contiene stomaco, pancreas, fegato, milza, cistifellea, intestino, reni, ghiandole surrenali, nonché arterie e vene che forniscono sangue e di conseguenza nutrono tutti questi organi.

Il peritoneo, d'altra parte, è una sottile membrana sierosa, che ha due tipi di rivestimenti (fogli): viscerali, che coprono gli organi interni e parietali, che rivestono le pareti interne della cavità addominale. Tutto è costruito in modo tale che gli organi interni siano, per così dire, in una borsa, separati l'uno dall'altro dai fogli del peritoneo su tutti i lati.

Normalmente, nella cavità addominale vi è del fluido, infatti secreto dallo stesso peritoneo, che lubrifica gli organi, prevenendone l'attrito e l'adesione e, di conseguenza, contribuendo al loro normale lavoro.

Inoltre, il peritoneo:

  • protegge gli organi interni da elementi estranei, perché contiene cellule immunitarie;
  • aspira i capillari linfatici dal liquido in eccesso della cavità addominale (fino a 70 litri di liquido) formato dai prodotti di decomposizione degli elementi di proteine, sangue, tossine e altri, con ulteriore trasporto nel sistema genito-urinario ed escrezione dal corpo;
  • "Chiude" i focolai di infiammazione con depositi di fibrina.

La patogenesi dell'ascite dipende dal tipo di disturbo.

Molto spesso, si distinguono i seguenti meccanismi di violazione:

Proteina. La circolazione linfatica nei vasi è supportata dalla pressione oncotica, che è impossibile senza una quantità sufficiente di proteine. Pertanto, nelle malattie accompagnate da una rapida perdita di proteine ​​(malattia renale) o dalla sua insufficiente produzione (malattia del fegato), vi è una violazione della pressione oncotica nei vasi e lo sviluppo di edema in varie parti del corpo, incl. e nella cavità addominale.

Ipertensione. L'aumento della pressione nei vasi sanguigni, ad esempio la vena porta, che è causata dalla cirrosi epatica e dalla successiva ipertensione portale su uno sfondo di altri fattori avversi porta alla perdita (sudorazione) del plasma sanguigno attraverso la parete del flusso sanguigno nella cavità addominale.

Pompa sodio-potassio (scambio sale-acqua). È un meccanismo di scambio di energia tra le cellule, in violazione del quale viene interrotto il trasporto di acqua e altre sostanze attraverso la membrana citoplasmatica. Di solito, tali disturbi sono causati da malattie del sistema cardiovascolare (insufficienza cardiaca, vasculite, ecc.), Dal sistema endocrino (aumento dei livelli di renina, noradrenalina, aldosterone, ecc.), Oncologia, malattie renali (nefrite), ipo o ipernatriemia, potassio, così come l'artrite reumatoide e altri.

Qualunque cosa fosse, ma tutti e tre i meccanismi e un aumento della quantità patologica di liquido portano a una ridotta circolazione del sangue (a causa di una diminuzione del plasma nel sangue), al funzionamento degli organi digestivi e alla compressione del diaframma (a causa di un aumento del volume della cavità addominale), disturbi metabolici, rallentamento della formazione di urina e la velocità della sua rimozione.

Fasi di sviluppo dell'ascite

Ascite transitoria (1 grado / stadio) - caratterizzata da accumulo patologico di liquidi fino a 400 ml, assenza di disturbi nel funzionamento degli organi interni e decorso latente del processo. È possibile identificare il problema solo con un esame di routine o misure diagnostiche per studiare la malattia di base del paziente.

Ascite moderata (grado 2 / stadio) - caratterizzata da accumulo anomalo di liquidi fino a 4 litri, ingrossamento addominale, dispnea in posizione orizzontale e fluttuazioni addominali durante il tocco.

Ascite tesa (grado 3 / stadio) - caratterizzata da un accumulo patologico di liquido fino a 10-15 litri o più, un addome e dolore tesi, disturbi funzionali degli organi interni, mancanza di respiro e cattiva salute, motivo per cui il paziente deve essere portato urgentemente in una struttura medica.

complicazioni

Molto spesso, l'idropisia addominale porta alle seguenti complicazioni:

  • Adesione di malattie infettive - peritonite batterica;
  • Insufficienza renale;
  • Sindrome epatorenale;
  • Disturbi metabolici, in particolare, un fallimento nel metabolismo degli elettroliti;
  • Compressione dei vasi sanguigni, che porta all'interruzione dell'apporto di sangue e della nutrizione a vari organi e sistemi;
  • Spostamento della posizione degli organi nello spazio addominale;
  • hydrothorax;
  • Edema cerebrale;
  • Grave difficoltà respiratoria;
  • Formazione di ernie nell'ombelico e in altre parti dell'addome.

Cause di ascite

Come abbiamo già detto, le principali cause dell'ascite sono varie malattie e condizioni, a causa delle quali viene compromessa la funzione di rimozione del fluido di ascite dalla cavità addominale o il suo accumulo avviene a una velocità tale che i capillari linfatici semplicemente non hanno il tempo di rimuoverlo in modo tempestivo.

Considera le principali malattie che portano all'ascite:

Malattie del fegato - cirrosi epatica, cancro al fegato, sindrome di Budd-Chiari (coagulo di sangue nelle vene epatiche), insufficienza epatica. Queste malattie sono spesso causate da intossicazione del corpo con droghe, alcol e varie sostanze tossiche, epatite, steatosi.

Malattie del sistema cardiovascolare: endocardite, miocardite, pericardite, insufficienza cardiaca, ipertensione portale, aterosclerosi. Queste malattie sono accompagnate da una violazione della funzione contrattile del cuore, a causa della quale vi è una violazione del pompaggio del sangue al livello richiesto e, di conseguenza, un aumento della pressione sanguigna e un eccessivo versamento di plasma nella cavità addominale.

Malattie del sistema urinario - pielonefrite, glomerulonefrite, insufficienza renale, urolitiasi, calcoli renali, sindrome nefrosica, uremia. La scarsa funzionalità renale porta alla produzione e all'escrezione tempestiva dell'urina, nonché a un aumento della pressione sanguigna, ad es. il fluido si accumula e viene rimosso male.

Malattie dell'apparato digerente: pancreatite, morbo di Crohn, diarrea e altri.

Malattie oncologiche: tumore allo stomaco, carcinoma intestinale, carcinoma mammario, carcinoma delle ovaie e di altri organi, mesotelioma, pseudomixoma della cavità addominale, linfomi, sindrome di Demon-Meigs. Il danno agli organi da tumori maligni porta a un malfunzionamento del loro funzionamento, interruzione della circolazione linfatica e altri processi che contribuiscono all'idropisia addominale.

Malattie del sistema linfatico - la presenza di invasioni elmintiche nel corpo (filariasi) può portare alla deposizione delle loro uova nei vasi linfatici, il che porta alla loro sovrapposizione e interruzione del normale flusso linfatico e, di conseguenza, pompare il liquido libero dalla cavità addominale.

Altre malattie, sindromi e condizioni che possono causare ascite: peritonite, pleurite, reumatismi, artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico, ipotiroidismo, mixedema, diabete mellito di tipo 2, carenza di proteine, digiuno, diete rigide.

Fattori avversi che aumentano il rischio di ascite:

  • Cattive abitudini - abuso di alcol (almeno 35 g al giorno in termini di alcol), fumo;
  • Violazione dell'integrità della pelle con possibile introduzione di infezione - tatuaggio, farmaci per iniezione;
  • Obesità;
  • Un aumento del livello di colesterolo "cattivo" nel corpo, che si verifica quando si mangiano prodotti alimentari per lo più malsani e dannosi;
  • Trasfusione di sangue;
  • Situazione ecologica sfavorevole nel luogo di residenza.

Tipi di ascite

La classificazione dell'ascite è la seguente:

A seconda della quantità di liquido libero:

  • Una piccola quantità - può essere determinata solo usando gli ultrasuoni;
  • Quantità moderata: l'addome si estende simmetricamente;
  • Un numero significativo: il ventre è grande, stretto.

Per natura del fluido di ascite:

  • Il trasudato è un liquido non infiammatorio;
  • L'essudato è un fluido infiammatorio (emorragico, chyle, ecc.);

Dall'infezione del contenuto:

  • Sterile;
  • Infetto (ad es. Con peritonite batterica spontanea).

A seconda della risposta alla terapia farmacologica:

  • curabile;
  • L'ascite refrattaria è una forma speciale di un processo patologico che non è suscettibile al trattamento farmacologico.

Diagnosi di ascite

La diagnosi di ascite comprende i seguenti metodi di esame:

  • Raccolta di lamentele, anamnesi, esame visivo del paziente, palpazione e percussioni addominali, auscultazione;
  • Un esame del sangue generale, in cui, a seconda dell'eziologia dell'idropisia addominale, potrebbe esserci un'accelerazione dell'ESR, un aumento del numero di piastrine e leucociti, una diminuzione della concentrazione di eritrociti;
  • Analisi generale delle urine, in cui, nel caso della sindrome nefrosica, viene rilevata una proteinuria pronunciata (oltre 3,5 g / giorno);
  • Esame del sangue biochimico: gli indicatori dipendono anche dall'eziologia della condizione. Pertanto, con la cirrosi epatica, viene rilevata un'aumentata attività di AST, ALT, LDH, con insufficienza cardiaca - un livello aumentato di urea, bilirubina, creatinina e con malattia coronarica - un livello aumentato di colesterolo "cattivo" (LDL), trigliceridi e un basso livello di HDL. Gli indicatori possono indicare la sindrome nefrosica: grave proteinuria, iperlipidemia, ipoproteinemia (meno di 30 g / l di albumina).
  • Esame ecografico (ultrasuoni) della cavità addominale, del cuore e della ghiandola tiroidea;
  • Risonanza magnetica (MRI) o tomografia computerizzata (CT);
  • Radiografia del torace;
  • Angiografia: aiuta a determinare la salute vascolare;
  • Coagulogram;
  • Determinazione del livello di immunoglobuline - con epatite autoimmune, aumento delle IgG, con epatopatia alcolica, aumento delle IgA, con cirrosi biliare primaria, aumento delle IgM;
  • Elettrocardiogramma (ECG): consente di identificare i problemi con il cuore;
  • Ecocardiografia (Echo ECG): consente di confermare la diagnosi di insufficienza cardiaca;
  • Esofagogastroduodenoscopia (EGDS): aiuta a identificare le vene varicose dell'esofago, come uno dei segni dell'ipertensione portale.

Trattamento dell'ascite

Come viene trattata l'ascite? Il trattamento dell'ascite è principalmente finalizzato all'eliminazione della causa principale dell'eccessivo accumulo di liquido libero nella cavità addominale. A causa del fatto che alcune delle principali malattie sono di natura cronica (HF, PN, cirrosi, oncologia e altre), la terapia per l'idropisia addominale può anche durare a lungo.

La scelta di un regime terapeutico e dei farmaci dipende anche fortemente dall'eziologia del processo patologico..

Il regime di trattamento per l'ascite comprende:

1. Trattamento farmacologico.
2. Dieta.
3. Trattamento chirurgico.

Come dimostra la pratica medica, più velocemente una persona cerca aiuto medico, migliore è la prognosi per il recupero..

1. Trattamento farmacologico dell'ascite

Il riposo a letto non è raccomandato come non si osserva un chiaro effetto, nonché un recupero più rapido con trattamento conservativo e riposo a letto. Tuttavia, può svilupparsi atrofia del tessuto muscolare..

1.1. Trattamento sintomatico

Uno dei principali rimedi per l'idropisia dell'addome, che aiuta a rimuovere il liquido libero dalla cavità addominale, sono i diuretici, i cosiddetti. diuretici. Questo gruppo di farmaci viene utilizzato per quasi tutti i tipi e le forme di ascite..

L'unica condizione è che il farmaco sia inizialmente prescritto a piccole dosi sotto lo stretto controllo della diuresi (il volume delle urine escreto per un certo tempo, il più delle volte al giorno). Assicurano che il corpo non perda rapidamente potassio (K) e altri importanti metaboliti (magnesio) con l'urina, che, come abbiamo già detto, svolgono un ruolo importante nel mantenimento della salute delle cellule. In molti casi, nel regime di trattamento è prescritta un'ulteriore integrazione di potassio..

I diuretici agiscono in modo tale che il fluido libero venga assorbito dai vasi sanguigni per un ulteriore trasporto ai reni ed escreto dal corpo nelle urine.

I diuretici più comuni usati nel trattamento dell'ascite sono: spironolattone (Veroshpiron, Aldactone), Furosemide, Mannitol, Amiloride, Triamteren, Hydrochlorothiazide.

Il dosaggio iniziale di Veroshpiron è di 100 mg. Se necessario, la dose viene aumentata a 200 e, in casi estremi, a 400 mg. Quando si combina spironolattone con furosemide, la loro proporzione dovrebbe essere compresa tra 2 (F) e 5 ©, ad esempio - 80 mg di furosemide + 200 mg di spironolattone. La dose massima di furosemide è di 160 mg al giorno. 2

Con una terapia diuretica prolungata, "Furosemide" può essere sostituito con il farmaco più preferito "Torasemide".

In assenza di efficacia dai suddetti diuretici, la loro dose viene aumentata o sostituita con altri diuretici, ad esempio "Triampur", "Dichlothiazide".

L'obiettivo della terapia diuretica è l'escrezione urinaria di sodio a un livello di 78 mmol al giorno o più.

Abbiamo anche detto che la maggior parte delle malattie che causano idropisia addominale (cirrosi, insufficienza cardiaca, ipertensione portale, sindrome nefrosica, ecc.) Sono accompagnate da un aumento della pressione nei vasi sanguigni, da cui il plasma sanguigno scorre nella cavità addominale, dove viene raccolto gratuitamente fluido di ascite. Per prevenire questo processo, vengono prescritti farmaci che rafforzano le pareti del sangue e prevengono tali "perdite": "Diosmina", vitamina P (rutina), vitamina C (acido ascorbico), "Reopolyglucin".

Per fermare il vomito, vengono prescritti antiemetici - Metoclopramide, Motilium, Cerucal e in caso di vomito grave che non possono essere interrotti - Aminazin (neurolettico).

Successivamente, prenderemo in considerazione vari regimi di trattamento per l'idropisia dell'addome, a seconda della malattia di base..

1.2. Regime terapeutico per l'ascite nelle malattie del cuore e dei vasi sanguigni

Per l'insufficienza cardiaca, sono prescritti i seguenti gruppi di farmaci:

  • Gli ACE (inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina) sono farmaci che aiutano a ridurre la pressione sanguigna e, di conseguenza, a ridurre il carico sul muscolo cardiaco. Adatto anche per insufficienza renale, ipertensione. Gli ACE-inibitori più comunemente usati sono Ampril, Diroton, Captopril, Enap.
  • I beta-bloccanti sono farmaci che aiutano a ridurre la richiesta di ossigeno del muscolo cardiaco, il che porta a "calmare" la frequenza cardiaca e ridurre il carico sul muscolo cardiaco. Efficace nell'insufficienza cardiaca, infarto del miocardio, ipertensione arteriosa. I farmaci di scelta sono più spesso: "Nebilet", "Bisporolol", "Carvedilol", "Anaprilin".
  • Gli antagonisti dell'aldosterone sono farmaci del gruppo di diuretici con proprietà risparmiatori di potassio, usati per insufficienza cardiaca, cirrosi, ipertensione, sindrome nefrosica, idropisia di varia localizzazione. I farmaci scelti sono: "Veroshpiron", "Aldacton".
  • Viene prescritta la dieta n. 10 secondo Pevzner.

Con l'ipertensione portale, vengono prescritti i seguenti gruppi di farmaci:

  • ACE-inibitori - "Ampril", "Captopril", "Enap";
  • β-bloccanti - "Atenololo", "Bisporololo";
  • Nitrati - "Isosorbide", "Nitroglicerina";
  • Glicosaminoglicani - "Sulodexide".

Con la pericardite costrittiva (caratterizzata da ispessimento della parete pericardica e deterioramento della funzione "pompa"), vengono prescritti i seguenti trattamenti e farmaci:

  • La pericardiectomia subtotale è un metodo chirurgico di trattamento basato sull'escissione del pericardio ispessito. All'inizio, il ventricolo sinistro viene rimosso dalla "capsula rigida", quindi a destra.
  • Diuretici - "Veroshpiron";
  • ACE-inibitori - Captopril;
  • Nel processo infiammatorio i FANS - "Indometacina", "Diclofenac", e in caso di grave infiammazione, vengono utilizzati GC - "Desametasone", "Prednisolone";
  • In caso di eziologia batterica della pericardite, vengono prescritti antibiotici - "Ceftriaxone", "Sumamed";
  • Per la normalizzazione dei processi metabolici - "Riboxin", "Adenosine trifhosphate" (ATP);
  • Dieta numero 10 secondo Pevzner.

1.3. Regime terapeutico per l'ascite nelle malattie del fegato

Per l'epatite sono prescritti i seguenti trattamenti e medicinali:

  • I farmaci antivirali sono farmaci che bloccano l'attività di un'infezione virale e ne sopprimono la capacità di replicarsi. In caso di epatite C, vengono prescritti: sofosbuvir + ledipasvir ("Harvoni"), sofosbuvir + daclatasvir ("Hepcinat"). Nell'epatite B e D, vengono prescritti interferoni alfa - "Alfaferon", "Interferone", nonché analoghi nucleosidici - "Adefovir", "Lamivudina".
  • Gli epatoprotettori sono un gruppo condizionale di farmaci che proteggono le cellule del fegato dagli effetti dannosi di fattori patogeni, oltre a contribuire al ripristino degli epatociti, ad es. rigenerazione del fegato. Tra i popolari epatoprotettori ci sono: "Essentiale", "Phosphogliv", "Legalon", "Heptral", "Karsil".
  • Per fermare il processo infiammatorio nel fegato o i processi autoimmuni in esso, vengono prescritti farmaci ormonali dal gruppo di glucocorticosteroidi (GC) - "Prednisolone", "Metipred".
  • Per migliorare il funzionamento del fegato e il suo attaccamento, viene prescritta l'assunzione di acido ursodesossicolico: "Ursosan", "Ursodex".
  • Per purificare il fegato e il corpo nel suo complesso, viene prescritta una terapia di disintossicazione - Hepa Merz, Atoxil, soluzione di glucosio (5%), Enterosgel.
  • Dieta numero 5 secondo Pevzner.

Con la cirrosi epatica, vengono prescritti i seguenti trattamenti e farmaci:

  • Epatoprotettori - "Fosfogliv", "Legalon", "Heptral", "Essentiale".
  • Farmaci lipotropici - un gruppo di farmaci che abbassano la concentrazione di lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) nel sangue o, come vengono anche chiamati, colesterolo "cattivo". I lipotropi proteggono il fegato dalla degenerazione grassa. I farmaci di scelta sono: Betargin "," Heptral "," Glutargin-alkocline "e altri.
  • Acido ursodesossicolico (UDCA) - "Ursonan", "Ursorom", "Exhol".
  • Diuretici: antagonisti dell'aldosterone, agenti risparmiatori di potassio, tiazidi, inibitori dell'anidrasi carbonica e diuretici dell'ansa.
  • Dieta numero 5 secondo Pevzner.

1.4. Regime terapeutico per l'ascite nella malattia renale

Per l'insufficienza renale cronica e la sindrome nefrosica, sono prescritti i seguenti trattamenti e farmaci:

  • Gli antiipertensivi sono farmaci che abbassano la pressione sanguigna. I più popolari sono "Valsartan", "Perindopril", "Irbesartan" e un gruppo di diuretici: "Furosemide", "Diuver", "Trifas".
  • Gli agenti antipiastrinici sono farmaci che migliorano la circolazione sanguigna nei reni. Farmaci popolari - "Curantil", "Trental", "Dopamine".
  • Gli agenti ormonali sono un gruppo di farmaci che sopprimono il processo infiammatorio. Il desametasone è popolare tra i GC..
  • Emodialisi (rene artificiale): purifica il sangue dai sottoprodotti metabolici (urea, azoto, ecc.) E lo fornisce con sostanze nutritive, che avviene attraverso speciali apparecchiature mediche.
  • Dieta numero 7 secondo Pevzner.

1.5. Regime di trattamento dell'ascite refrattaria

L'ascite refrattaria è caratterizzata dall'assenza di un effetto tangibile o addirittura di qualsiasi effetto derivante dall'assunzione di diuretici. In questo caso, il medico prescrive l'uso della laparocentesi. Questa è un'incisione chirurgica nell'addome inferiore, in cui viene inserito un catetere e quindi il liquido libero viene pompato fuori dalla cavità addominale. Alla volta, non tutti, ma solo una parte del versamento di ascite viene pompato, sostituendolo con albumina o sostituti del plasma ("Rheopolyglucin", ecc.). Se il liquido viene pompato tutto in una volta, la pressione sanguigna di una persona potrebbe diminuire bruscamente e potrebbe apparire un collasso..

2. Dieta per ascite

La nutrizione con ascite dovrebbe mirare ad arricchire il corpo con proteine, riducendo il livello di assunzione di sale (fino a 90 mmol, o 5,2 g al giorno, la salatura è esclusa), nella sua forma pura, che è generalmente vietata negli alimenti, nonché ridurre il livello di acqua potabile a 1 litro escluse zuppe e altri alimenti liquidi.

Queste condizioni sono vere per tutti i tipi e le forme di ascite..

Se parliamo di una dieta dietetica più dettagliata, allora dipende dalla causa principale dell'idropisia dell'addome:

  • Per epatite, cirrosi, gastrite, colecistite, colelitiasi - dieta n. 5, dieta n. 5a;
  • Con pancreatite - dieta numero 5p;
  • Con urolitiasi - dieta numero 6;
  • Per malattie renali - dieta n. 7, 7a, 7b, 7c;
  • Con diabete mellito - dieta numero 9;
  • Per le malattie del sistema cardiovascolare - dieta numero 10, 10a, 10i, 10c;
  • Per la tubercolosi - dieta numero 11.

Tutti i menu includono prodotti ricchi di vitamine e macro-microelementi. Cibo frazionario 4-6 volte al giorno. Il cibo è servito caldo In cucina, viene data la preferenza: cottura al vapore, stufatura.

Praticamente escluso e proibito - grasso (carne grassa, pesce), speziato, speziato, affumicato, salato, spezie, alcool.

3. Trattamento chirurgico

L'operazione per l'ascite è prescritta in assenza dell'efficacia della terapia farmacologica. Uno dei principali tipi di intervento chirurgico è la laparocentesi, utilizzata per l'ascite refrattaria - rimozione del liquido di ascite mediante puntura.

Inoltre, per pompare l'effusione libera, è possibile installare un catetere, uno shunt peritoneoveno.

Esiste anche un metodo di trattamento chirurgico come l'omeopatoprenopessia. La sua essenza risiede nell'orlo dell'omento al fegato e al diaframma, che successivamente assorbono il versamento patologico.

Per l'ascite refrattaria con ipertensione portale, viene eseguita un'operazione chiamata shunt portosistemico intraepatico transugulare (TIPS). La sua essenza risiede nell'installazione di un canale aggiuntivo tra il portale e le vene epatiche, che porta alla direzione del sangue in quest'ultimo con pressione ridotta e sollievo dell'ipertensione portale.

In rari casi, viene prescritto il trapianto di fegato.

Prognosi del trattamento

Con una visita tempestiva da un medico e una terapia adeguata sotto la supervisione di uno specialista, la prognosi per il recupero è favorevole. Un'eccezione sono le malattie oncologiche e altre malattie, che di per sé rappresentano una minaccia per la vita umana. In realtà, sono queste malattie primarie che diventano la causa della mortalità e le ascite che si sono sviluppate sullo sfondo complicano solo le condizioni del paziente e accelera la sua morte.

Trattamento dell'ascite con rimedi popolari

I rimedi popolari per l'ascite sono una buona aggiunta al trattamento principale. Ma anche il loro uso è meglio concordato con un medico, poiché alcune piante possono causare l'effetto opposto, come l'ortica, che addensa il sangue e complica il decorso delle malattie cardiovascolari. stai attento!

Prezzemolo e latte Il rimedio aiuta nel trattamento dell'ascite nei pazienti con malattie maligne con metastasi. Per cucinare, portare a ebollizione 500 ml di latte, ridurre la fiamma al minimo e aggiungere un grosso mazzo di prezzemolo tritato di 3 cm. Fai bollire il prodotto per circa 2,5 ore. Quindi mettere da parte per raffreddare e bere 2 cucchiai di esso. cucchiai ogni ora.

Betulla. Le sostanze contenute nella betulla aiutano a rimuovere il liquido libero sia attraverso la superficie della pelle che attraverso il sistema urinario, a seconda dell'agente utilizzato.

Per preparare un bagno "secco", prendi un contenitore pieno di foglie di betulla, coprile con della plastica e mettile al sole in modo che le foglie siano bloccate. Lascia che il paziente giaccia nelle foglie morte per un'ora e mezza, 2-3 volte a settimana.

Per un bagno di betulla "umido", aggiungi a un paio di secchi d'acqua, in ciascuno di essi, 50 g di foglie secche o 100 g di foglie di betulla fresche, porta ad ebollizione e versa in bagno. Attendere che l'acqua si raffreddi a una temperatura confortevole e fare questo bagno - 20-25 minuti. A proposito, in un tale brodo da bagno, non diluito, puoi inumidire un panno di cotone, avvolgerlo e avvolgere un panno di cotone asciutto e uno scialle di lana, per un'ora e mezza o due ore.

Usano anche un decotto di betulla per bere, che, insieme alla linfa di betulla, ha eccellenti proprietà medicinali. Per cucinare, aggiungi le foglie di betulla all'acqua bollente, in una proporzione di 1 parte di materie prime a 10 parti di acqua e 2 g di bicarbonato di sodio (per 1 bicchiere d'acqua). Metti il ​​rimedio per 6-7 ore per infusione, cola e bevi 2 volte, al mattino a stomaco vuoto e alla sera, prima di coricarti. Il corso del trattamento è di 2 settimane.

Collezione diuretica. Il seguente rimedio, oltre a un pronunciato effetto diuretico, aiuterà anche ad arricchire il corpo con vitamine e altre sostanze benefiche. Per preparare, mescolare in proporzioni uguali le foglie di ribes nero, lampone, mirtillo rosso e rosa canina. Quindi, inserisci 3-4 cucchiai. raccogliere i cucchiai con un bicchiere di acqua bollente, mettere a fuoco basso e cuocere a fuoco lento per circa 20 minuti. Metti da parte per insistere e rinfrescarti, filtrare e bere 2 volte, al mattino a stomaco vuoto e alla sera.

Linden e madre e matrigna. Il seguente tè ha un eccellente effetto diaforetico. Per prepararlo, mescolare insieme in proporzioni uguali il fiore di tiglio e le foglie di farfara. Inoltre, 4 cucchiai. versare cucchiai di materie prime con 500 ml di acqua bollente, mettere a fuoco basso per sobbollire per 10 minuti e versare il prodotto in un thermos. Bere caldo 4 volte al giorno, ma ricorda, la quantità di liquido giornaliero per l'ascite non deve superare 1 litro.

Prevenzione dell'ascite

Le misure preventive contro l'ascite includono le seguenti regole:

  • Presta attenzione alla tua dieta: minimizza il consumo di sale da cucina, o piuttosto sostituiscilo con sale marino, che non è privo di varie sostanze utili (minerali);
  • Evitare di consumare cibi grassi, fritti e affumicati;
  • Smetti di fumare, smetti di fumare;
  • Rispettare le regole di igiene personale, che minimizza l'infezione con vari tipi di infezione virale, batterica e di altro tipo;
  • Cerca di non visitare saloni di bellezza di dubbia reputazione, dove durante il piercing, la manicure, la pedicure, possono infettare con varie malattie gravi;
  • Abbandonare l'idea di un tatuaggio sul corpo, questo non solo aumenta il rischio di contrarre un'infezione, ma anche da un punto di vista spirituale, non può portare nulla di buono alla vita;
  • Utilizzare i medicinali dopo aver consultato un medico, perché alcuni hanno molti effetti collaterali;
  • Se compaiono sintomi di varie malattie, consultare un medico in modo tempestivo..

Quale medico contattare?

Ascite - domande e risposte

1. Quanti vivono con l'ascite?

La mortalità del paziente dipende dalla causa dell'idropisia addominale. Naturalmente, se il liquido libero è formato da una peculiarità della dieta, la prognosi è favorevole. Ma se un paziente ha la cirrosi epatica, quindi con una forma compensata della malattia, il tasso di sopravvivenza è di circa il 50%, con una forma subcompensata - circa 5 anni, scompensata - 3 anni. Sebbene ci siano informazioni quando le persone con cirrosi si sono rivolte a Dio con pentimento e hanno vissuto dopo la diagnosi di cirrosi con dolore costante per altri 15 anni, e il dolore è andato via e i medici non hanno potuto aiutare.

Allo stesso modo, con il cancro, tutto dipende dal grado, dalla posizione e dalla forma della malattia. La mortalità è, secondo l '"Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro" dell'OMS, dal 35 al 73%.

Con ascite refrattaria, che ricorre costantemente, le persone in molti casi vivono fino a 2 anni.

2. Con quale velocità viene raccolto il fluido nell'ascite?

Tutto dipende dalla causa della sindrome dell'ascite. Il reclutamento rapido avviene in oncologia, il meno nelle malattie del sistema cardiovascolare.

3. Qual è la differenza tra ascite e flatulenza?

Con idropisia dell'addome, forme fluide libere nella cavità addominale. Con flatulenza, si formano gas nell'intestino.

Se, con flatulenza, bevi rimedi per i gas, ad esempio "Espumisan", il gonfiore passerà. Inoltre, con le percussioni addominali, con l'idropisia, il suono è noioso e con flatulenza - un suono, raffinato.

4. È possibile mangiare anguria con ascite?

È consentito, ma solo in assenza di malattie caratterizzate da scarso scarico di liquidi dal corpo - malattie renali, urolitiasi e diabete. L'anguria ha un effetto diuretico.

video

Salute a te, pace e gentilezza!

fonti:

1. Great Medical Encyclopedia (BME), 3a edizione. A cura di B.V. Petrovsky.

Trattamento dell'ascite addominale nell'insufficienza cardiaca e ulteriore prognosi

L'ascite nell'insufficienza cardiaca è una manifestazione secondaria della malattia, che è caratterizzata dall'accumulo di liquido nella cavità addominale, la cui quantità raggiunge i 25 litri. L'idropisia con insufficienza cardiaca ha cause diverse, quindi la terapia è prescritta individualmente da un cardiologo qualificato.

Cause di ascite in CHF

Ogni organo situato nella cavità addominale è circondato da una membrana con un liquido, la cui quantità non supera i 20 ml. Può variare a seconda del genere e delle caratteristiche individuali. Durante il ciclo mestruale, una donna ne ha più, ma questo non influisce sulla condizione, poiché l'aumento è insignificante.

Un aumento del tasso a volte porta a varie malattie. L'ascite addominale si verifica con insufficienza cardiaca, nonché una serie di altre malattie. Il fluido si accumula non solo nel rivestimento degli organi, ma anche nello sterno, nelle gambe.

L'insufficienza cardiaca provoca ascite in non più del 25% dei casi. La malattia può svilupparsi a causa di:

  • cuore polmonare cronico - un gruppo di malattie associate a bronchi, cuore e polmoni, che hanno una diversa eziologia, ma una singola manifestazione sotto forma di alta pressione sanguigna nella circolazione polmonare;
  • malattie cardiache (congenite o acquisite);
  • blocco dell'arteria polmonare (PE);
  • cardiosclerosi, aterosclerosi;
  • pericardite.

Le malattie cardiache provocano congestione del sangue nelle sue cellule. L'organo non può far fronte a un eccesso di sangue, il liquido si accumula nella cavità, alle estremità inferiori.

Oltre alle malattie cardiache, l'ascite si manifesta in cirrosi, cancro, pancreatite e insufficienza renale. L'ascite viene diagnosticata con l'asma. La diagnosi errata è associata alla somiglianza di alcuni segni.

Sintomi di ascite nell'insufficienza cardiaca

I sintomi di idropisia in CHF sono:

  • aumento visivo delle dimensioni dell'addome;
  • il ventre è stretto al tatto;
  • la manifestazione di vasi sanguigni, smagliature su di esso;
  • rapido aumento di peso;
  • ombelico sporgente;
  • sensazioni dolorose nell'addome;
  • mancanza di respiro anche in assenza di attività;
  • esaurimento del corpo;
  • nausea periodica;
  • diminuzione del livello di attività;
  • flatulenza.

L'insufficienza cardiaca si manifesta attraverso funzionalità aggiuntive, che includono:

  • gonfiore delle gambe, dei piedi;
  • battito cardiaco accelerato;
  • debolezza;
  • tosse con espettorato rosa chiaro;
  • perdita di appetito;
  • attenzione distratta, mancanza di concentrazione;
  • scolorimento della pelle a bluastro, a causa di insufficiente afflusso di sangue;
  • sensazioni dolorose al petto;
  • attacchi di asma.

Ernia, peritonite batterica può parlare di complicanze di CHF. Sintomi e manifestazioni nella fase iniziale potrebbero non essere chiari. Le malattie cardiache iniziano con due o tre sintomi, insieme ai quali la pancia inizia a crescere..

Diagnostica

Per conoscere le ragioni che hanno provocato l'insufficienza cardiaca, per determinarne la gravità, vengono utilizzati metodi di ricerca strumentale con quelli di laboratorio:

  • analisi generale di sangue, urina;
  • coagulogram;
  • analisi delle urine per zucchero, proteine;
  • test di epatite;
  • Diagnostica a raggi X della cavità addominale, regione toracica;
  • Ultrasuoni della cavità addominale;
  • analisi del fluido con PD per eritrociti, leucociti;
  • semina batterica;
  • microscopia.

Per analizzare il fluido, viene eseguita la laparocentesi. Questa procedura prevede la perforazione dell'addome per raccogliere materiale. L'insufficienza cardiaca e l'ascite vengono anche diagnosticate mediante elettrocardiografia, ecocardiografia. La diagnosi viene fatta da un cardiologo in base ai risultati dello studio.

Metodi di terapia dell'ascite

Con disturbi cardiaci, il trattamento dell'ascite comporta l'assunzione di farmaci, l'alimentazione dietetica, l'uso di metodi di medicina alternativa ed esercizio fisico. L'insufficienza cardiaca e l'ascite richiedono un approccio integrato. Il trattamento viene selezionato in base ai risultati del test.

Il trattamento può variare in base a ciò che ha scatenato lo sviluppo dell'ascite. Se si tratta di malattie cardiache, oltre alle opzioni elencate, vengono prescritti farmaci che abbassano la pressione sanguigna.

diuretici

L'insufficienza cardiaca, che ha innescato lo sviluppo dell'ascite, è trattata con diuretici. Questi medicinali consentono di rimuovere la congestione, ripristinare la normale circolazione sanguigna nella cavità addominale..

I diuretici vengono assunti per via orale e per via endovenosa sotto forma di iniezioni. Lo spironolattone viene assunto da 100 a 400 mg al giorno. Furosemide e mannitolo - diuretici per iniezione.

In caso di insufficienza cardiaca, il trattamento dell'ascite viene eseguito da un cardiologo e il dosaggio del farmaco è prescritto dal medico su base individuale.

Puntura della cavità addominale

La puntura del PD (laparocentesi) non è solo un metodo diagnostico, ma anche un metodo terapeutico. Forando la cavità, il fluido accumulato viene rimosso.

Questo metodo di trattamento viene utilizzato se la pressione interna del fluido è sufficientemente elevata, il che interferisce con il normale funzionamento di alcuni organi. La tecnica della procedura prevede una puntura nella parete addominale, nonché l'installazione di un tubo di drenaggio attraverso il quale l'accumulo.

Non è possibile eliminare più di 5 litri di liquido ascitico in una sessione, poiché contiene molta albumina (proteine). Perdere questa quantità porterà a un forte calo della pressione..

Dieta alimentare

Per alleviare il gonfiore dell'addome con idropisia, è necessario modificare la dieta. Dovrebbe essere equilibrato, ricco di calorie, ricco di oligoelementi e vitamine. La dieta per l'ascite comporta l'esclusione di determinati alimenti. Restrizioni si applicano all'uso di sale con spezie, acqua e tè con caffè, nonché alcol, carne grassa, affumicato e fritto.

Le malattie cardiache, che provocano l'ascite, richiedono l'inclusione nella dieta di cereali di grano, prodotti caseari a basso contenuto di grassi, carne (pollo, tacchino, coniglio), frutta e verdura, composta con gelatina. È necessario controllare il consumo di grassi e concentrarsi sulle proteine, poiché dopo una puntura il corpo perde molta albumina.

Quanto vivono i pazienti con questa malattia?

Non esiste una prognosi esatta per l'ascite, poiché il suo effetto sulla salute dipende da molti fattori:

  • gravità della malattia;
  • tempo di inizio della terapia;
  • la malattia che ha provocato l'idropisia.

Se stiamo parlando di ascite transitoria, comporta rischi minimi per la salute. Un tipo teso di malattia mette in pericolo la vita di una persona, poiché a causa della forte pressione del fluido, si verifica un'insufficienza respiratoria, che porta alla morte imminente in pochi giorni e persino ore.

La terapia precedente è iniziata, maggiore è la probabilità che nessun organo sia interessato e possa funzionare normalmente. La forma trascurata richiede un trattamento e un recupero a lungo termine..

Se l'insufficienza cardiaca ha provocato l'ascite, solo il 10% dei pazienti ha la possibilità di vivere 5 anni dopo la diagnosi.

L'idropisia è curabile, ma anche le malattie cardiache richiedono una terapia. A seconda della gravità della malattia, il paziente dovrà dedicare molto tempo all'eliminazione dei sintomi spiacevoli e alla stabilizzazione della condizione..

Scrivo articoli in varie aree che, in un modo o nell'altro, colpiscono una malattia come l'edema..

Ascite con insufficienza cardiaca per quanto tempo viva

Perché l'ascite si sviluppa nelle malattie cardiache

Ascite - un accumulo di liquido sieroso, giallo chiaro o chiaro, nell'addome.

La cavità addominale si trova sotto il torace ed è separata da esso dal diaframma.

Le ragioni

Il principio della formazione dell'ascite è simile a come si forma l'edema in qualsiasi altra parte del corpo, cioè a causa di uno squilibrio della pressione interna ed esterna. In altre parole, aumenta il portale ad alta pressione e diminuisce la quantità di albumina (una proteina nel sangue), che contribuisce all'accumulo di liquido nella cavità addominale.

Condizioni patologiche come malattie epatiche, tumori di qualsiasi eziologia, insufficienza cardiaca congestizia, insufficienza renale possono causare la formazione di liquido ascitico (peritoneale).

L'insufficienza cardiaca congestizia può portare all'ascite

La causa più comune di ascite è la cirrosi epatica. Sebbene l'esatto meccanismo di sviluppo dell'ascite sia ancora poco chiaro, la maggior parte degli scienziati medici presume che la colpa sia l'ipertensione portale (aumento della pressione nel flusso sanguigno del fegato)..

Meno spesso, ma succede che l'ascite si sviluppa senza cirrosi, ma con altre gravi patologie epatiche, ad esempio nel caso della formazione di un tumore in questo organo, che, quando cresce, può iniziare a premere sui vasi sanguigni, interferendo con il normale flusso sanguigno e provocando l'accumulo di liquido peritoneale nell'addome cavità.

Sebbene lo sviluppo dell'ascite si verifichi più spesso con tumori degli organi addominali, anche il cancro di qualsiasi altro organo può causarlo (ad esempio, carcinoma mammario, carcinoma ovarico, carcinoma polmonare, carcinoma cardiaco, ecc.).

Un'altra causa dell'ascite è la pancreatite. Sia la pancreatite acuta che quella cronica e il trauma al pancreas alla fine portano all'ascite nell'addome.

L'ascite nell'insufficienza cardiaca congestizia è molto meno comune, ma a volte capita.

La ragione per lo sviluppo dell'ascite, nelle malattie cardiache, è un fatto come un rallentamento del flusso sanguigno, che significa ristagno di sangue nelle camere cardiache (insufficienza cardiaca cronica). Una quantità in eccesso di sangue (fluido) con cui il cuore non può far fronte deve accumularsi da qualche parte e si accumula, di regola, nelle vene delle gambe e nella cavità addominale.

Sintomi

Con piccole ascite (morbide), quando la quantità di liquido di ascite non supera i 100-400 ml, il più delle volte non ci sono sintomi.

Tuttavia, più fluido è nella cavità addominale, più pronunciati diventano i sintomi. I segni comuni di ascite sono i seguenti:

  • Ingrandimento dell'addome e della vita
  • Dolore addominale
  • Dispnea

Sintomi

Anasarca e ascite: cause di sviluppo e trattamento per insufficienza cardiaca

La patologia si sviluppa a seguito dei seguenti disturbi associati al lavoro del cuore:

  • Vizi. Questo gruppo di malattie comprende problemi acquisiti e malattie congenite..
  • Cuore polmonare cronico. Questa definizione caratterizza un gruppo di malattie associate ad un aumento della pressione nella circolazione polmonare a causa di disturbi nei bronchi e nei polmoni.
  • Tromboembolia dei rami dell'arteria polmonare. Una grave condizione in cui il lavoro del cuore peggiora.
  • Aterosclerosi o cardiosclerosi. Conseguenza di infarto del miocardio o miocardite.
  • Pericardite. Complicazione di altre malattie d'organo.

Sotto l'influenza dell'età o di varie malattie, una persona può sviluppare insufficienza cardiaca. Con questa malattia, la contrattilità del miocardio diminuisce e non può fornire sangue a tutti gli organi e sistemi. Anasarca e ascite nell'insufficienza cardiaca sono alcuni dei principali segni di un decorso grave della malattia e dello sviluppo dello stadio di scompenso.

Leggi in questo articolo

Il quadro clinico dell'insufficienza cardiaca dipende da quale circolo si verifica il ristagno della circolazione sanguigna. I sintomi sono generalmente di due tipi:

  • Con lo sviluppo del ristagno nella circolazione polmonare, tutti i sintomi patologici saranno associati ai polmoni. È a questo organo che il sangue scorre attraverso un piccolo cerchio. Il paziente avrà una grave mancanza di respiro, un gran numero di rantoli umidi sparsi in tutte le parti dei polmoni. Possibile formazione di idrotorace o accumulo di liquidi nella cavità pleurica.
  • Se il processo influisce principalmente sulla circolazione sistemica, gli organi interessati saranno molto più grandi. L'accumulo di liquido in eccesso inizia nelle estremità inferiori, c'è gonfiore dei piedi e delle gambe. Con lo sviluppo del processo, inizia il ristagno negli organi, che porta allo sviluppo della cirrosi epatica, al dolore nell'ipocondrio destro e alla presenza di un grande volume di liquido nella cavità addominale del paziente.

È il liquido accumulato nei cardiologi che si chiama ascite della cavità addominale nell'insufficienza cardiaca. Va notato che se il processo patologico nel miocardio ha raggiunto lo stadio di scompenso, la congestione si sviluppa in entrambi i circoli della circolazione sanguigna, la malattia copre non solo un ampio cerchio.

Questi sintomi sono possibili con altre malattie degli organi. L'insufficienza cardiaca non è stata recentemente considerata una malattia indipendente; è una manifestazione clinica di altre patologie miocardiche. Indipendentemente dalla fonte del problema, gli esperti hanno identificato tre sintomi principali in cui la visita a un cardiologo diventa obbligatoria. Ciò comprende:

  • mancanza di respiro a riposo;
  • grave gonfiore degli arti inferiori;
  • ingrossamento dell'addome a seguito dell'accumulo di liquido nella cavità addominale.

L'ascite o l'idropisia dell'addome è la presenza di una grande quantità di liquido libero nella cavità addominale. Questa patologia sorge a causa della contrattilità miocardica e del debole pompaggio del sangue dalle parti inferiori del corpo umano..

Il ristagno nei vasi fa sì che la parte liquida del sangue cerchi una via d'uscita. Ciò porta al fenomeno della sudorazione attraverso la parete vascolare e all'accumulo di liquido nelle cavità libere. Poiché stiamo parlando di un ampio cerchio di circolazione sanguigna, la cavità addominale è più adatta per la raccolta..

I pazienti e i loro parenti notano la rapida crescita dell'addome in termini di dimensioni, la tensione della parete addominale anteriore, anche se in questo caso il peso corporeo totale diminuirà.

Con lo sviluppo dell'insufficienza cardiaca, le proteine ​​vengono eliminate dai tessuti, il che porta alla perdita di peso nei pazienti.

Prima di tutto, con il ristagno nella circolazione sistemica, soffre il fegato, che porta a insufficienza epatica cronica e allo sviluppo di cirrosi. Questa condizione di solito precede lo sviluppo dell'ascite. Inoltre, l'interruzione del fegato provoca un aumento del livello di bilirubina nel sangue, che porta a uno scolorimento giallo della sclera e della pelle..

L'esame esterno può aiutare a stabilire la diagnosi corretta. Se il paziente è disteso sulla schiena, si nota un caratteristico addome appiattito; la palpazione e le percussioni rivelano la presenza di liquido libero nella cavità addominale.

Il fegato cresce di dimensioni, diventa duro, irregolare e doloroso al tatto. Tuttavia, è possibile palpare questo organo solo in rari casi, poiché l'intestino, sotto l'influenza del fluido, si è alzato e ha spinto altri organi ai lati. È l'effetto dell'intestino e dello stomaco sul diaframma che spiega la mancanza di respiro, se il paziente ha ascite con insufficienza cardiaca.

Uno dei metodi diagnostici ausiliari può essere una ecografia. Questa tecnica ti permetterà di vedere sullo schermo la presenza di liquido libero nella cavità addominale e diagnosticare un forte aumento delle dimensioni del fegato.

I tentativi di rimuovere il liquido dall'addome del paziente sono destinati a fallire senza una terapia complessa per l'insufficienza cardiaca. La base per il trattamento di questa patologia cardiaca sono i glicosidi cardiaci e i preparati di potassio, che aiutano il miocardio a ripristinare la sua funzione contrattile..

Insufficienza cardiaca cronica (CHF): classificazione, sintomi e trattamento

L'insufficienza cardiaca cronica (CHF) è caratterizzata da una discrepanza tra le capacità del cuore e il bisogno di ossigeno da parte dell'organismo. All'inizio, l'insufficienza della funzione cardiaca si manifesta solo durante l'esercizio fisico e poi a riposo. L'insufficienza cardiaca cronica è caratterizzata da un complesso di sintomi caratteristici (mancanza di respiro, ridotta attività fisica, edema), spesso accompagnati da ritenzione di liquidi nel corpo.

Classificazione

Nel nostro paese, la classificazione del CHF secondo N.D. Strazhesko e V.Kh. Vasilenko. Presuppone una suddivisione condizionale in tre fasi: Fase I - iniziale (latente, nascosta). L'inadeguatezza del lavoro del cuore si manifesta solo con lo sforzo Fase II: il disturbo emodinamico si manifesta a riposo. Nello stadio II A, l'emodinamica è moderatamente compromessa, principalmente il cuore destro o sinistro è interessato.

Allo stadio II B, la circolazione sanguigna è compromessa in entrambi i circoli, si notano pronunciati cambiamenti patologici nel lavoro del cuore III stadio - terminale (finale). Una grave insufficienza circolatoria è accompagnata da un pronunciato cambiamento nel metabolismo, un danno alla struttura degli organi interni e una violazione delle loro funzioni.

Attualmente, è stata adottata una classificazione della gravità del CHF in conformità con la tolleranza all'esercizio. Esistono 4 classi funzionali (FC) di CHF. Con FC I, il paziente tollera bene la normale attività fisica. Un'attività fisica significativa può essere accompagnata da mancanza di respiro o affaticamento. Con CHF II FC, l'attività fisica abituale è moderatamente limitata, con III FC esiste una limitazione significativa dell'attività abituale a causa della mancanza di respiro e di altri sintomi.

IV FC è accompagnato dall'incapacità di svolgere attività fisica senza lamentele, i sintomi compaiono a riposo Le classi funzionali di CHF possono variare a seconda del trattamento. Strazhesko-Vasilenko non ha una correlazione completa tra classi funzionali e stadi, inoltre si distingue la CHF sistolica e diastolica (violazione predominante della contrattilità o del rilassamento del miocardio). A volte si distingue l'insufficienza ventricolare destra e sinistra, a seconda della parte più colpita del cuore.

Sintomi

Segni clinici di compromissione

L'idropisia inizia a causare disagio solo dopo che la quantità di liquido nell'addome aumenta a 800-1000 ml. Meno comunemente, i pazienti si sentono tesi a 400 ml. Con CHF, la quantità di acqua nella cavità può raggiungere diversi litri e, nei casi più gravi, 20-25 litri. L'ascite si manifesta con i seguenti segni:

  • un aumento dell'addome senza rilevare depositi di grasso in altre parti del corpo;
  • immobilità della "bolla" durante la respirazione;
  • sporgenza dell'ombelico;
  • la pelle diventa tesa, compaiono smagliature bianche e lucenti;
  • l'addome è solido al tatto e non sciolto, come quando si deposita grasso;
  • le vene dilatate sono visibili attraverso la pelle.

Il versamento addominale è una grave complicazione che indica una malattia cardiaca avanzata. L'assenza di ittero è un chiaro segno di ascite associata a patologie di questo organo e non al fegato o ai reni.

I pazienti con idropisia si lamentano della mancanza di respiro, che aumenta in posizione supina. La pelle diventa cianotica e l'esame rivela una congestione nei polmoni.

Ascite come principale sintomo di insufficienza cardiaca congestizia

L'ascite nell'insufficienza cardiaca è un fenomeno abbastanza comune che segnala la progressione della patologia del cuore e dei vasi sanguigni. La caratteristica insufficienza cardiaca "congestizia" comporta l'accumulo di sangue nel fegato, negli arti inferiori e nei polmoni. Queste condizioni si verificano quando il cuore perde la sua capacità di pompare il volume di sangue di cui il corpo ha bisogno..

Ripristinare il funzionamento di questo organo vitale richiede grandi sforzi sia da parte del medico che del paziente..

Che cos'è l'ascite?

L'ascite (idropisia) è una condizione in cui il liquido si accumula nella cavità addominale.

Probabili cause di ascite:

  • peritonite;
  • cirrosi alcolica del fegato;
  • cancro al fegato;
  • pancreatite cronica;
  • epatite;
  • cancro al pancreas;
  • carcinoma ovarico, insufficienza cardiaca;
  • pericardite;
  • linfoma non Hodgkin;
  • carcinosi.

Gli organi addominali si trovano in una membrana chiamata peritoneo. La cavità addominale contiene normalmente una piccola quantità di liquido (circa 20 ml), il cui volume può variare nelle donne, a seconda della fase del ciclo mestruale. Un aumento anormale della sua quantità si verifica per vari motivi, uno dei quali è l'insufficienza cardiaca cronica. Con questa malattia, il liquido ristagna anche nel torace e negli arti inferiori..

  • ingrossamento dell'addome
  • aumento di peso veloce
  • dolore addominale
  • dispnea
  • flatulenza
  • nausea
  • affaticabilità veloce
  • limitare l'attività fisica abituale
  • cachessia

Oltre ai sintomi dell'ascite, CHF presenta i seguenti sintomi:

  • dispnea (mancanza di respiro) con sforzo o a riposo;
  • debolezza, letargia;
  • gonfiore di piedi, caviglie e gambe
  • cardiopalmus;
  • incapacità di svolgere attività fisica abituale;
  • tosse persistente con espettorato leggero o rosato;
  • la necessità di urinare di notte;
  • perdita di appetito o nausea;
  • acrocianosi;
  • incapacità di concentrazione, distrazione;
  • dolore al petto;
  • attacchi improvvisi di soffocamento con tosse e scarico di espettorato rosa schiumoso.

Complicanze dell'insufficienza cardiaca cronica:

  • la formazione di ernie dovuta all'aumento della pressione intra-addominale;
  • peritonite batterica spontanea.

Per diagnosticare la natura, la causa e la gravità dell'idropisia, sono necessari i seguenti studi di laboratorio e strumentali:

  • studi clinici generali (analisi generale di sangue, urine, glucosio e proteine ​​nel siero, test di funzionalità epatica, coagulogramma);
  • test per l'epatite B e C;
  • Radiografia del torace e delle cavità addominali (consente di valutare la quantità di liquido e verificare la presenza di idrotorace);
  • L'ecografia dell'OBP può rilevare la presenza di versamento nelle prime fasi, fino a 5-10 ml;
  • analisi del fluido ascitico, che viene effettuata secondo i seguenti criteri: eritrociti, leucociti, proteine;
  • microscopia: consente di determinare la presenza di cellule patologiche;
  • esame batteriologico - microscopia e coltura batterica.

Per analizzare il fluido che si trova nella cavità addominale, è necessario eseguire la paracentesi addominale (laparocentesi).

Questo metodo diagnostico più informativo può anche svolgere il ruolo di una procedura di trattamento..

La gestione di un paziente con insufficienza cardiaca richiede un attento monitoraggio. Per questo, vengono eseguite le seguenti misure diagnostiche:

  • l'elettrocardiografia fornisce informazioni sui cambiamenti nella natura del ritmo cardiaco (accelerazione o irregolarità), indica una conduzione patologica dovuta alla rottura dei pacemaker o all'ispessimento delle pareti del cuore. Inoltre, l'ECG consente di valutare le conseguenze dell'infarto miocardico;
  • l'ecocardiografia è una registrazione di soffi cardiaci mediante un apparecchio ad ultrasuoni. Grazie a questo metodo, il cardiologo valuta il funzionamento delle valvole, del muscolo cardiaco e del flusso sanguigno;
  • Scintigrafia miocardica con veloergometria (se il carico non è controindicato): consente di valutare l'afflusso di sangue ai vasi coronarici e la loro risposta allo stress.

Un paziente con insufficienza cardiaca che ha sviluppato edema richiede un ricovero immediato in un ospedale cardiologico.

Una serie di azioni volte ad aiutare un paziente con ascite comprende:

  • trattamento della malattia di base;
  • limitare l'assunzione di sale;
  • ricostituzione della carenza proteica;
  • terapia diuretica;
  • laparocentesis.
  • ACE-inibitori: dilatare i vasi sanguigni, abbassare la pressione sanguigna, migliorare il flusso sanguigno e ridurre lo stress sul cuore;
  • Bloccanti del recettore dell'angiotensina: il principio di azione è simile al precedente farmaco. Sono prescritti per intolleranza agli ACE-inibitori;
  • Beta bloccanti: rallenta la frequenza cardiaca;
  • Diuretici: rimuovono i fluidi che formano l'edema, abbassando così la pressione sanguigna e migliorando la respirazione
  • Digossina: intensifica le contrazioni del cuore, riducendole;
  • Nitroglicerina: migliora il flusso sanguigno nel miocardio;
  • Statine: usate per trattare l'aterosclerosi;
  • Anticoagulanti: normalizzare la coagulazione del sangue;

A scopo terapeutico, in questi casi viene eseguita una puntura della cavità addominale:

  • violazione dell'attività respiratoria;
  • dolore all'addome dovuto alla pressione del fluido (sindrome del compartimento addominale);
  • fallimento della terapia conservativa;

Tecnica di paracentesi:

  1. Trattamento del campo operatorio con antisettici.
  2. Infiltrazione della pelle nel sito della futura puntura con un anestetico.
  3. Una piccola incisione con un bisturi per l'inserimento del catetere (eseguita sotto l'ombelico o su entrambi i lati).
  4. Inserimento di un catetere nella cavità addominale.
  5. Aspirazione del liquido (eseguita molto lentamente, entro 5 litri alla volta).
  6. Rimozione del catetere.
  7. Trattamento antisettico e applicazione di una medicazione sterile sul sito di puntura.
  8. Controllo ad ultrasuoni.

Durante la paracentesi terapeutica, il liquido peritoneale viene preso per analisi citologiche e biochimiche per chiarire la sua genesi.

La laparocentesi può essere complicata dalla formazione di aderenze e infezioni, poiché è un intervento nell'ambiente sterile della cavità addominale.

L'aspirazione del liquido viene eseguita ripetutamente se necessario. Tuttavia, la necessità di riprendere le forature suggerisce che il processo patologico sta progredendo e non risponde al trattamento. In questo caso, è importante fornire cure palliative a tutti gli effetti, alleviare la sofferenza, rendere la vita del paziente il più confortevole possibile e prepararsi a cure decenti..

conclusioni

La prognosi per la salute e la vita di un paziente che ha sviluppato ascite con insufficienza cardiaca può essere migliorata prendendo azioni terapeutiche attive. Tuttavia, nonostante i progressi della medicina moderna, rimane sfavorevole. La presenza di patologia concomitante, età, aritmie cardiache complesse, ipertensione arteriosa alta e presenza di versamento nella cavità pleurica indicano che la morte è inevitabile. In questo caso, è importante garantire un degno completamento del percorso di vita e alleviare la sofferenza del paziente..

Fonti utilizzate: cardiograf.com

Sintomi

Diagnosi di ascite

Per rilevare la patologia nelle prime fasi, sono necessari i seguenti esami e analisi:

  • diagnosi differenziale per epatite e cirrosi;
  • studio di esami del sangue e delle urine;
  • Radiografia dell'addome e del torace;
  • L'ecografia è uno dei metodi più efficaci che mostrano la presenza di liquidi in eccesso anche con un accumulo di 30-100 ml;
  • esame del liquido ascitico dopo la puntura;
  • microscopia;
  • analisi batteriologiche.

Laparocentesi (rimozione di liquido dalla cavità addominale): un modo per diagnosticare e trattare l'ascite nell'insufficienza cardiaca.

Inoltre, viene esaminata la condizione del cuore:

  • l'elettrocardiografia è prescritta per determinare la frequenza cardiaca;
  • utilizzare il metodo dell'ecocardiografia per registrare il rumore (viene utilizzata una macchina ad ultrasuoni);
  • esaminare il miocardio usando la scintigrafia in assenza di controindicazioni all'attività fisica: vengono valutati la qualità dell'afflusso di sangue e la risposta allo stress.

Dopo aver raccolto tutti i dati, il medico sarà in grado di fare una diagnosi accurata e prescrivere un trattamento immediato.

L'accumulo di liquido nella cavità addominale è un segno di grave disfunzione di vari organi e sistemi, che può rappresentare una minaccia per la salute e la vita del paziente. Ecco perché quando compaiono i primi segni

è necessario consultare un medico il più presto possibile, poiché solo dopo un esame completo e completo e la determinazione della causa dell'ascite può essere prescritto un trattamento adeguato ed efficace, che rallenterà la progressione della malattia e prolungherà la vita del paziente.

La percussione dell'addome può aiutare nella diagnosi di ascite (quando il medico preme 1 dito sulla parete addominale anteriore e ci tocca con il secondo). Se l'ascite è lieve, quando il paziente è supino, il fluido si sposterà verso il basso e gli anelli intestinali (contenenti gas) verranno spinti verso l'alto. Di conseguenza, quando si percussione dell'addome superiore, verrà determinato un suono di percussione timpanica (come quando si tocca una scatola vuota), mentre nelle parti laterali verrà servito un suono di percussione noioso.

La palpazione (palpazione) dell'addome può fornire importanti informazioni sullo stato degli organi interni e aiutare il medico a sospettare questa o quella patologia. Determinare la presenza di una piccola quantità di fluido (meno di 1 litro) per palpazione è piuttosto difficile. Tuttavia, in questa fase dello sviluppo della malattia, è possibile identificare una serie di altri segni che indicano danni a determinati organi..

Per palpazione, puoi trovare:

  • Ingrandimento del fegato. Può essere un segno di cirrosi o cancro al fegato. Allo stesso tempo, il fegato è denso, la sua superficie è irregolare, irregolare.
  • Ingrandimento della milza. Nelle persone sane, la milza non è palpabile. Il suo aumento può essere un segno di ipertensione portale progressiva (con cirrosi o cancro), metastasi tumorali o anemie emolitiche (in cui le cellule del sangue vengono distrutte nella milza).
  • Segni di infiammazione del peritoneo (peritonite). Il sintomo principale che indica la presenza di un processo infiammatorio nella cavità addominale è il sintomo di Shchetkin-Blumberg. Per identificarlo, il paziente si sdraia sulla schiena e piega le ginocchia e il medico preme lentamente le dita sulla parete addominale anteriore, dopo di che si toglie bruscamente la mano. I dolori acuti più forti che appaiono allo stesso tempo testimoniano a favore della peritonite..

Con ascite grave, la parete addominale anteriore sarà tesa, dura, dolorosa, quindi sarà impossibile identificare i sintomi di cui sopra.

Il sintomo di fluttuazione (oscillazione) è un importante segno di liquido nell'addome. Per identificarlo, il paziente giace sulla schiena, il medico preme la mano sinistra contro la parete addominale del paziente su un lato e con la mano destra batte delicatamente sulla parete opposta dell'addome. Se c'è una quantità sufficiente di fluido libero nell'addome, quando si tocca, si formeranno shock ondulatori caratteristici, che si sentiranno sul lato opposto.

Un sintomo di fluttuazione può essere rilevato se c'è più di 1 litro di liquido nella cavità addominale. Allo stesso tempo, con ascite grave, può essere poco informativo, poiché una pressione eccessivamente alta nella cavità addominale non consentirà di eseguire correttamente lo studio e di valutarne i risultati..

Test per l'ascite

Le prove di laboratorio sono prescritte dopo un esame clinico approfondito del paziente, quando il medico sospetta la patologia di un organo. Lo scopo dei test di laboratorio è di confermare la diagnosi, nonché di escludere altre possibili malattie e condizioni patologiche..

È prescritto allo scopo di valutare le condizioni generali del paziente e identificare varie anomalie che si verificano in alcune malattie. Quindi, ad esempio, nei pazienti con cirrosi epatica e splenomegalia (milza ingrossata), potrebbe esserci una diminuzione della concentrazione

(globuli rossi),

(un pigmento respiratorio che trasporta l'ossigeno nel corpo),

(cellule del sistema immunitario) e

(piastrine che si fermano

). Ciò è spiegato dal fatto che le cellule del sangue vengono trattenute e distrutte in una milza allargata..

Con malattie infettive e infiammatorie degli organi addominali (in particolare, con peritonite e pancreatite), potrebbe esserci un pronunciato aumento della concentrazione di leucociti (come risposta del sistema immunitario in risposta all'introduzione di un'infezione estranea) e un aumento della velocità di eritrosedimentazione (VES), che indica anche la presenza di un processo infiammatorio nell'organismo.

Analisi del sangue biochimica (BAC) In questo studio, viene valutata la quantità di varie sostanze nel sangue, che consente di giudicare l'attività funzionale di alcuni organi.

Con la cirrosi epatica, ci sarà un aumento della concentrazione di bilirubina (a causa di una diminuzione della funzione disintossicante dell'organo). Inoltre, la cirrosi è caratterizzata da una diminuzione della concentrazione di proteine ​​nel sangue, poiché si formano tutte nel fegato..

Con l'infiammazione del peritoneo o della pancreatite, l'LHC consente di rilevare un aumento della concentrazione di proteine ​​della fase acuta dell'infiammazione (proteina C-reattiva, fibrinogeno, ceruloplasmina e altri) e la loro concentrazione nel sangue dipende direttamente dalla gravità e dall'attività del processo infiammatorio. Ciò consente di riconoscere la peritonite nel tempo, nonché di monitorare le condizioni del paziente in modo dinamico durante il processo di trattamento e identificare possibili complicazioni nel tempo.

Con l'ascite renale (che si sviluppa a causa di insufficienza renale), aumenterà la concentrazione di sostanze nel sangue, che di solito vengono escrete dai reni. Di particolare importanza sono sostanze come l'urea (norma 2,5 - 8,3 mmol / litro), l'acido urico (norma 120 - 350 μmol / litro) e la creatinina (norma 44 - 100 μmol / litro).

L'LHC è anche importante nella diagnosi di pancreatite (infiammazione del pancreas). Il fatto è che con la progressione della malattia, si verifica la distruzione del tessuto ghiandolare, a seguito della quale gli enzimi digestivi (amilasi pancreatica) entrano nel sangue. Un aumento della concentrazione di amilasi pancreatica superiore a 50 Unità di azione / litro (U / L) consente di confermare la diagnosi.

Analisi generale delle urine (OAM) L'analisi delle urine consente di identificare anomalie nel sistema urinario. In condizioni normali, più di 180 litri di liquido vengono filtrati quotidianamente attraverso i reni, ma circa il 99% di questo volume viene riassorbito nel flusso sanguigno. Nella fase iniziale di insufficienza renale, la funzione di concentrazione e assorbimento dei reni può essere compromessa, a seguito della quale verrà escreta una maggiore quantità di urina meno densa (normalmente, il peso specifico delle urine varia da 1010 a 1022).

Con la sindrome nefrosica, ci sarà un aumento della densità delle urine, in cui verrà determinata una maggiore concentrazione di proteine ​​(più di 3,5 grammi al giorno). L'OAM è anche prezioso nella diagnosi di pancreatite, poiché in questa malattia la concentrazione di amilasi aumenta non solo nel sangue, ma anche nelle urine (più di 1000 U / L).

Ricerca batteriologica Questa ricerca ha un valore particolare nella peritonite batterica e tubercolare. La sua essenza risiede nella raccolta di vari materiali biologici (sangue, liquido ascitico, saliva) e nell'isolamento di microrganismi patogeni da esso, che potrebbero causare lo sviluppo di un processo infettivo e infiammatorio.

Biopsia epatica Una biopsia comporta la rimozione in vivo di un piccolo pezzo di tessuto epatico del paziente per l'esame in un laboratorio al microscopio. Questo studio consente di confermare la diagnosi di cirrosi in oltre il 90% dei casi. Nel carcinoma epatico, una biopsia può rivelarsi non informativa, poiché nessuno può garantire che le cellule tumorali finiscano nell'area esatta del tessuto epatico che sarà esaminata.

Ultrasuoni per ascite

Il principio degli ultrasuoni si basa sulla capacità delle onde sonore di essere riflesse da oggetti di varie densità (passano facilmente attraverso l'aria, ma vengono rifratte e riflesse al confine tra aria e liquido o tessuto denso dell'organo). Le onde riflesse vengono registrate da ricevitori speciali e, dopo l'elaborazione al computer, vengono visualizzate sul monitor come un'immagine dell'area studiata..

Questo studio è assolutamente innocuo e sicuro, può essere eseguito più volte durante l'intero periodo di trattamento per monitorare le condizioni del paziente e identificare tempestivamente possibili complicanze.

Trattamento dell'ascite

Il trattamento dell'ascite dovrebbe iniziare il più presto possibile ed essere eseguito solo da un medico esperto, poiché altrimenti sono possibili la progressione della malattia e lo sviluppo di formidabili complicanze. Prima di tutto, è necessario determinare lo stadio dell'ascite e valutare le condizioni generali del paziente. Se, sullo sfondo di ascite tesa, il paziente sviluppa segni

o insufficienza cardiaca, la preoccupazione principale sarà quella di ridurre la quantità di liquido ascitico e la pressione nella cavità addominale. Se l'ascite è transitoria o moderata e le complicanze esistenti non rappresentano una minaccia immediata per la vita del paziente, il trattamento della malattia di base viene alla ribalta, tuttavia, il livello del fluido nella cavità addominale viene regolarmente monitorato.

Nel trattamento dell'ascite vengono utilizzati:

  • diuretici;
  • terapia dietetica;
  • esercizi fisici;
  • laparocentesi terapeutica;
  • metodi tradizionali di trattamento.

I farmaci diuretici hanno la capacità di rimuovere i liquidi dal corpo attraverso vari meccanismi. Una diminuzione del volume del sangue circolante può facilitare il trasferimento di parte del fluido dalla cavità addominale al flusso sanguigno, riducendo la gravità delle manifestazioni cliniche dell'ascite.

Diuretici per ascite

Il meccanismo dell'azione terapeutica

Metodo di somministrazione e dosaggio

Promuove l'escrezione di sodio e liquidi attraverso i reni.

20-40 mg per via endovenosa 2 volte al giorno. Se inefficace, la dose può essere aumentata.

Diuretico Osmotico. Aumenta la pressione osmotica del plasma sanguigno, facilitando la transizione del fluido dallo spazio intercellulare al letto vascolare.

È prescritto a 200 mg per via endovenosa. Il farmaco deve essere usato contemporaneamente alla furosemide, poiché la loro azione è combinata - il mannitolo rimuove il fluido dallo spazio intercellulare nel letto vascolare e la furosemide - dal letto vascolare attraverso i reni.

Un diuretico che previene l'escrezione eccessiva di potassio dal corpo (come visto con furosemide).

Assumere per via orale 100 - 400 mg al giorno (a seconda del livello di potassio nel sangue).

organismo.

Oltre ai diuretici, possono essere utilizzati numerosi altri farmaci che influenzano lo sviluppo dell'ascite..

I farmaci per l'ascite possono includere:

  • Mezzi che rafforzano la parete vascolare (diosmina, vitamine C, P). La dilatazione vascolare e la maggiore permeabilità della parete vascolare sono tra gli elementi principali nello sviluppo dell'ascite. L'uso di farmaci che possono ridurre la permeabilità vascolare e aumentare la loro resistenza di fronte a vari fattori patogeni (aumento della pressione intravascolare, mediatori infiammatori, ecc.) Possono rallentare significativamente la progressione dell'ascite.
  • Farmaci che colpiscono il sistema sanguigno (

Articoli Su Epatite