Sintomi e trattamento della gastroduodenite atrofica

Principale Milza

La gastroduodenite atrofica è un processo infiammatorio cronico, che è accompagnato da atrofia del duodeno e dello stomaco allo stesso tempo. La patologia è molto pericolosa, poiché è considerata uno dei predatori della formazione di neoplasie maligne nel tratto digestivo.

Una diagnosi tempestiva e una terapia appropriata aiuteranno ad evitare pericolose conseguenze per la salute. Quando compaiono i primi sintomi della malattia, è necessario consultare un medico e sottoporsi a un esame. È importante capire: cos'è - la gastroduodenite atrofica e come si manifesta.

Cosa succede con la gastroduodenite atrofica

La malattia è un processo infiammatorio misto che coinvolge la mucosa dello stomaco e del duodeno. Spesso la gastroduodenite progredisce sullo sfondo della gastrite lenta, che non viene trattata. Di conseguenza, le ghiandole che producono il succo gastrico si consumano, smettono di funzionare e quindi si atrofizzano..

Le mucose perdono le loro capacità protettive, pertanto vengono create condizioni favorevoli per la moltiplicazione delle infezioni e la crescita di tumori maligni. Le malattie infiammatorie portano a un rallentamento della digestione e ad uno scarso assorbimento dei nutrienti.

Nel tempo, il processo patologico si diffonde nell'intestino e si sviluppa la gastroduodenite atrofica cronica. In assenza di un trattamento tempestivo della gastroduodenite, si diffonderà agli organi interni situati nelle vicinanze.

Cause della malattia

Tra i fattori che portano allo sviluppo della malattia ci sono:

  • alimentazione impropria - si verifica più spesso di altri;
  • la presenza di Helicobacteria (Helicobacterpylori);
  • stress frequente;
  • tendenza alle allergie;
  • assumere farmaci che irritano la mucosa gastrica infiammata con gastrite;
  • riduzione o aumento della produzione di succo gastrico;
  • la presenza di cattive abitudini (alcolismo, fumo);
  • pancreatite trasferita ed epatite;
  • indebolimento dell'immunità;
  • infezioni croniche che colpiscono la bocca e il rinofaringe;
  • squilibrio ormonale;
  • mancanza di vitamine e minerali, in particolare carenza di ferro;
  • Stile di vita malsano;
  • predisposizione ereditaria.

La malattia viene spesso diagnosticata quando ci sono diverse ragioni contemporaneamente. Ad esempio, nelle persone che conducono stili di vita impropri, cattiva alimentazione e abuso di alcol.

Sintomi

I sintomi della malattia sono spesso lievi, poiché c'è un'alternanza di esacerbazione e remissione. Se viene il sollievo, questo non significa che la malattia si sia ritirata. In effetti, i processi atrofici nelle cellule continuano. I principali sintomi della patologia includono:

  • tirando e dolori addominali. Di solito localizzato appena sopra l'ombelico;
  • pesantezza e fastidio allo stomaco. Osservato dopo i pasti;
  • flatulenza, aumento della produzione di gas. A causa della diffusione del processo patologico nel duodeno, vi è una violazione dei processi digestivi e la manifestazione di segni caratteristici della pancreatite cronica;
  • la nausea si trasforma in vomito. Sintomi simili indicano l'inizio di un periodo di esacerbazione;
  • bruciore di stomaco. Sentito dopo aver mangiato;
  • diarrea o costipazione. Si verificano a causa di indigestione.

Il processo cronico è accompagnato da altri sintomi. I pazienti sviluppano problemi di pelle, si sbriciolano i denti, i capelli cadono.

Diagnosi della malattia

La diagnosi di gastroduodenite comprende tecniche strumentali e di laboratorio:

  • gastroendoscopia e biopsia (è specificata la presenza di neoplasie);
  • test di laboratorio (viene misurato il livello di acidità dello stomaco);
  • ultrasuoni e raggi X;
  • test dell'elica respiratoria;
  • fibrogastroduodenoscopia (con il suo aiuto puoi vedere quanta infiammazione si è diffusa).

Tipi di patologia

Ogni varietà ha le sue caratteristiche distintive. Le manifestazioni più sorprendenti sono caratteristiche della forma acuta: febbre alta, vomito intenso, dolore. Forma di erosione e gonfiore sulla mucosa.

La forma cronica è lenta, in cui l'infiammazione si diffonde agli organi vicini. Questa varietà ha una sottospecie - una forma subatrofica, quando il paziente sviluppa intolleranza a un determinato prodotto (il vomito appare quando viene utilizzato).

La gastroduodenite superficiale è caratterizzata da sintomi insoliti: perdita di denti e capelli, delaminazione delle unghie. Di solito questa forma è una conseguenza della progressione della gastrite superficiale..

La gastroduodenite atrofica focale ha una localizzazione specifica. La gastroduodenite atrofica iperplastica è caratterizzata dalla comparsa di processi di tessuto connettivo benigno su tutta la superficie della mucosa o in un luogo specifico.

Trattamento

Il trattamento della gastroduodenite atrofica è sempre complesso, combinando diversi metodi. Prima di tutto, questo è l'uso di medicinali:

  • antibiotici - necessari per distruggere gli elicobatteri;
  • enzimi - usati per migliorare la digestione del cibo;
  • antidolorifici e antispasmodici - alleviano spasmi e dolore.

Inoltre, vengono prescritti farmaci per normalizzare la digestione, ad esempio il farmaco Bismuth. L'assunzione di questo rimedio può rallentare l'atrofia della mucosa. È necessario trattare la gastroduodenite atrofica in parallelo con la stretta aderenza alle regole dietetiche:

  • sono esclusi carni affumicate, cibi fritti e salati, cibi in scatola, alcolici, caffè;
  • si consiglia di cuocere al vapore o in umido carne e verdure, è possibile cuocere in forno;
  • il porridge è preparato senza latte;
  • sono ammessi prodotti lattiero-caseari fermentati;
  • è meglio cucinare zuppe senza brodo di carne.

Il cibo deve essere assunto in piccole porzioni ogni 3 ore. Il cibo dovrebbe essere caldo, ma non caldo. La nutrizione deve essere concordata con il medico e tutte le prescrizioni devono essere rigorosamente seguite.


Il trattamento durante la remissione comprende metodi di fisioterapia:

  • fisioterapia,
  • corso di vitamine,
  • trattamento Spa,
  • metodi popolari.

Se sono già state identificate neoplasie, il trattamento della gastroduodenite comporta un intervento chirurgico.

La gastroduodenite atrofica è una malattia grave, quindi è indispensabile essere esaminata da un gastroenterologo.
Per prevenire lo sviluppo della patologia, è necessario stabilire una dieta sana, rinunciare a fast food e cattive abitudini, evitare lo stress.

Gastrite e duodenite

Gastrite - infiammazione della mucosa gastrica, duodenite - adiacente al duodeno (la sezione iniziale dell'intestino tenue). Nonostante le diverse diagnosi, le condizioni hanno cause e trattamenti simili. Entrambi interrompono la secrezione e la funzione motoria del tratto gastrointestinale, e quindi sono spesso chiamati in una parola: gastroduodenite. È vero, sotto lo stomaco significano principalmente la zona pilorica (gatekeeper).

Curiosità sulla gastroduodenite

  • Si verifica indipendentemente dal sesso a qualsiasi età, più spesso bambini e adolescenti.
  • Da una forma acuta si trasforma rapidamente in una cronica, che può durare per anni.
  • Senza trattamento, può svilupparsi in ulcera gastrica e 12 ulcera duodenale.
  • Negli adulti, entra in una forma atrofica, nei bambini - con una maggiore acidificazione.

Cause di gastroduodenite

Esistono molti fattori di rischio per gastrite e duodenite. Il più comune è il batterio patogeno Helicobacter pylori. Secondo varie fonti, questo patogeno è infetto dal 50% al 70% della popolazione mondiale e in alcuni paesi - fino all'80% della popolazione. Trasmesso da persona a persona, nonché attraverso alimenti contaminati, acqua.

In condizioni sfavorevoli, ad esempio, con un indebolimento del sistema immunitario e l'influenza simultanea di fattori dannosi (malnutrizione, shock gravi e anche lievi, ma stress costante), il microrganismo si moltiplica attivamente, causando uno squilibrio tra gli ambienti protettivi e aggressivi della mucosa del tratto gastrointestinale. Allo stesso tempo, H. pylori inibisce la produzione di muco protettivo.

Di conseguenza, il microbo patogeno provoca lo sviluppo del processo infiammatorio e danni alla mucosa. La membrana mucosa che perde inizia a passare batteri, tossine e acido cloridrico, che sono sempre presenti nel tratto digestivo. Compaiono sintomi spiacevoli: dolore, bruciore di stomaco, eruttazione, pesantezza, gonfiore, costipazione o diarrea. Nel tempo, in assenza di trattamento, la gastroduodenite può trasformarsi in erosione, ulcerazione, perforazione (fistola) con sanguinamento.

I trigger per gastrite e duodenite possono anche essere:

  • Mangiare irregolare, cibo troppo freddo, caldo o speziato.
  • Stress estremo (chirurgia maggiore, trauma grave, shock).
  • Cattive abitudini - abuso di alcol, fumo, mangiare in fretta, "in viaggio".
  • Uso a lungo termine di alcuni farmaci: aspirina, ibuprofene, diclofenac, naprossene, itraconazolo e altri farmaci che irritano le mucose.
  • Ingestione di sostanze corrosive (incluso fumo di sigaretta), veleni, pesticidi.
  • Radio e chemioterapia, terapia inalatoria (anche per l'asma).
  • Giardia e infezioni fungine (candidosi gastroduodenale).
  • Aumento della secrezione acida e / o ridotta produzione di muco.
  • Squilibrio ormonale
  • Malattie del fegato e delle vie biliari (reflusso biliare).
  • Lesione traumatica allo stomaco / parete intestinale (appendicite, diverticolite, lesione, perforazione della cistifellea).
  • Morbo di Crohn, malattie autoimmuni, celiachia.
  • Una combinazione di infezioni virali (come l'herpes) e un sistema immunitario indebolito.
  • Bambini frequentemente malati: farmaci a lungo termine e presenza costante di focolai di infezioni croniche (in particolare del tratto respiratorio superiore), nonché malattie intestinali acute ed epatite virale acuta.

Classificazione di gastrite e duodenite

Secondo il classificatore internazionale delle malattie ICD-10, la gastrite e la duodenite sono incluse in un gruppo - 29. I loro diversi tipi sono evidenziati in sottogruppi:

  • Gastrite acuta - emorragica con sanguinamento (29.0), altri (29.1).
  • Gastrite alcolica (29.2).
  • Gastrite cronica - superficiale (29.3), atrofica (29.4), non specificata (29.5-antrale, fundica, comprese quelle causate da Helicobacter pylori).
  • Altra gastrite (29.6) - ipertrofica gigante, granulomatosa, menetria.
  • Gastrite con reflusso gastroesofageo (21,0 con esofagite e 21,9 senza esofagite).
  • Gastroenterite eosinofila (K52.8).
  • Gastrite non specificata (29.7).
  • Duodenite (29,8) e gastroduodenite (29,9).

Ognuna delle diagnosi (o entrambe insieme!) Può essere causata da una causa esterna (esogena, cioè primaria) o interna (endogena, secondaria). Come ogni condizione acido-dipendente, la gastroduodenite si verifica con secrezione normale, aumentata o ridotta. E in base al grado di danno - superficiale, erosivo, atrofico o iperplastico.

Sintomi di gastroduodenite

  • Il dolore è il sintomo principale. Si verifica 30 minuti o 2 ore dopo aver mangiato. Può essere bruciore, crampi e raggiungere indietro. Se la mucosa gastrica è più infiammata (gastrite), prima c'è la gravità e un po 'più tardi il dolore. Se prevale la duodenite, lo stomaco inizia a dolere molto più tardi (spesso lungo l'intestino) - 1,5-2 ore dopo un pasto, di notte, al mattino prima dei pasti.
  • Bruciore di stomaco. Succede a stomaco vuoto, di notte e al mattino.
  • Eruttazione. Amaro, amaro-acido. La causa dell'amarezza è il reflusso duodeno-gastrico (la bile dal duodeno entra nello stomaco e quindi, mescolata con la sua secrezione, nell'esofago).
  • Sensazioni - gusto sgradevole in bocca, nausea, pesantezza allo stomaco (anche subito dopo l'inizio di un pasto), aumento della formazione di gas.
  • Problemi di salute comuni - debolezza, perdita di peso, diarrea, vomito, indigestione, svuotamento ritardato, mancanza di appetito.

Una caratteristica della gastroduodenite è una "croce" reciproca con i sintomi e la fisiopatologia di altre malattie gastrointestinali (sindrome dell'intestino irritabile, dispepsia funzionale, ecc.).

Attenzione! In nessun caso sempre la gastrite e la duodenite si manifestano con segni specifici. Pertanto, uno qualsiasi dei sintomi elencati è un motivo serio per consultare un gastroenterologo. In caso di forte dolore addominale, feci nere o vomito della consistenza dei fondi di caffè, può verificarsi sanguinamento interno, che richiede un ricovero urgente.

Diagnosi di gastroduodenite

Il metodo migliore per rilevare la gastrite e la duodenite è la fibrogastroduodenoscopia (FGDS). Utilizzando un endoscopio ottico flessibile, il medico diagnostica i difetti della mucosa di dimensioni fino a 2 mm: arrossamento, infiammazione, erosione, ulcere, crepe e eventuali neoplasie. Contemporaneamente (secondo le indicazioni) preleva campioni di tessuto di sonda per biopsia e analisi per Helicobacter pylori.

Per chiarire la diagnosi e identificare i microdamaggi invisibili all'endoscopio, vengono utilizzati metodi di esame aggiuntivi. Ad esempio, Helicobacter viene rilevato mediante analisi di feci, sangue e respirazione. Il test del respiro (ureasi) è molto semplice: il paziente beve un liquido limpido e insipido e poi espira in un sacchetto speciale. Quando H. pylori è infetto, viene espirato un eccesso di anidride carbonica nell'espirazione.

Attenzione! Ogni quinta ulcera peptica è asintomatica. E le prime gravi lamentele di un paziente a volte compaiono quando il processo è andato troppo lontano. Pertanto, per qualsiasi problema con il tratto gastrointestinale, si consiglia innanzitutto l'EGD..

Per chiarire la diagnosi, viene prescritto un pHmetro (analisi dell'acidità del succo gastrico). Secondo le indicazioni, viene eseguito separatamente (con un acidogastrometro) o insieme a FGDS (misurazione metrica del pH endoscopico visivo) in 9 punti dello stomaco e 12 ulcera duodenale.

Ulteriori metodi di esame:

  • Ultrasuoni degli organi addominali (reni, fegato, bile, pancreas).
  • Test delle feci (per sangue occulto, coprogramma, per disbiosi).
  • Esame del sangue, radiografia del tratto gastrointestinale (incluso con bario), colonscopia.
  • Studio della funzione motoria della colecisti (test colazione).
  • Altri metodi per identificare i "satelliti" di gastroduodenite: colecistite, pancreatite.

Come vengono trattate la gastrite e la duodenite??

Il tipo e la durata del trattamento dipendono dalle condizioni del paziente. Con un decorso lieve, di solito sono sufficienti un ciclo ambulatoriale e una dieta rigorosa (la tabella 1 è sufficiente). Condizioni più gravi richiedono ripetizioni, anche in ospedale.

La base del trattamento è un gastroenteroprotettore a base di rebamipide. Il farmaco aiuta a distruggere il batterio patogeno Helicobacter Pylori e protegge ulteriormente il tratto digestivo da esso. Ma soprattutto, allevia l'infiammazione e ripristina la mucosa danneggiata, ad es. elimina la vera causa di dolore, bruciore di stomaco, gonfiore. Pertanto, rebamipide aiuta dove, per mesi e talvolta anni, la medicina è stata impotente per risolvere il problema del malessere..

  • Se la causa della malattia è H. pylori, il medico prescrive un potente antibiotico per 2 settimane o più (cicli di 7 e 14 giorni) in combinazione con altri farmaci (probiotici, ecc.).
  • Per ridurre la produzione e il rilascio di acido nel tratto gastrointestinale, sono collegati i riduttori di acido: bloccanti (cimetidina, famotidina) e inibitori della pompa protonica (esomeprazolo, lansoprazolo).
  • Gli antiacidi - Gaviscon, carbonato di calcio, idrossido di magnesio - possono alleviare temporaneamente e situazionalmente la condizione e i sintomi. Neutralizzano l'acido cloridrico e riducono significativamente il dolore. Tuttavia, possono interferire con l'assorbimento di altri farmaci. Pertanto, devono essere assunti almeno un'ora prima dell'assunzione del farmaco principale..

Importante! Un medico dovrebbe essere coinvolto nel trattamento fino al completo recupero clinico. In presenza di diagnosi parallele (colite, pancreatite, colecistite, discinesia, ecc.), Prescrive un ciclo di farmaci in un complesso.

Previsione e prevenzione

Con un trattamento tempestivo e adeguato, l'adesione alla dieta prescritta dal medico, uno stile di vita sano, la gastrite e la duodenite non causano gravi complicazioni (fistole, sanguinamento, ulcere). Dopo un ciclo di terapia e l'inizio di una remissione incompleta, di solito non è necessaria una gastroscopia ripetuta (se non c'erano ulcere). La prognosi è favorevole se l'istologia è senza atrofia o metaplasia.

Nella forma cronica, sono possibili esacerbazioni, anche stagionali. Pertanto, se lo stato di salute si deteriora, è necessario escludere immediatamente l'attività fisica (specialmente nella zona addominale), sottoporsi a EGD e un ciclo di farmaci. La terapia profilattica stagionale è consigliata in assenza di sintomi. Il risultato sarà una remissione completa tra un paio d'anni..

duodenite

La duodenite è un'infiammazione del duodeno, spesso solo della mucosa, accompagnata da un cambiamento nella sua struttura durante un lungo processo, una malattia comune che è più comune negli uomini.

Se è interessata solo la mucosa del bulbo duodenale, la malattia si chiama bulbit, l'area della grande papilla duodenale (capezzolo di Vater) - sfinterterite o oddite. La malattia è spesso combinata con l'infiammazione della mucosa gastrica (gastroduodenite).

Per quanto riguarda i sintomi, la sua espressione dipende dalla forma del decorso della duodenite, nonché dal disturbo che ha causato l'insorgenza di tale disturbo. Il principale, e spesso uno dei primi segni, è la sindrome del dolore grave.

Cos'è?

La duodenite è una malattia infiammatoria della mucosa della parete del duodeno (duodeno).

Distinguere tra forme acute e croniche. La duodenite acuta è caratterizzata da gravi sintomi di infiammazione acuta, che si attenuano completamente dopo la terapia e non lasciano notevoli cambiamenti strutturali nella mucosa. La duodenite cronica è una malattia di un decorso ricorrente prolungato, caratterizzata dallo sviluppo di focolai di infiammazione nella mucosa con conseguente ristrutturazione patologica della sua struttura.

Questa è la più comune delle malattie del duodeno. Il 94% di tutti i processi infiammatori nel duodeno diventa cronico. La duodenite cronica ha una probabilità più che doppia di verificarsi negli uomini rispetto alle donne.

Classificazione

Nel loro lavoro quotidiano, vari specialisti (clinici, endoscopisti, patomorfologi) usano diverse classificazioni della duodenite. Tuttavia, ognuno distingue:

  • forma acuta - caratterizzata da una manifestazione improvvisa e vivida di sintomi, che, se rilevati nelle prime fasi, possono essere eliminati in pochi giorni, spesso grazie alla terapia dietetica. La duodenite acuta può essere causata da cattive abitudini e dieta scorretta;
  • forma cronica - è una conseguenza del trattamento prematuro della forma precedente ed è anche formata a causa del decorso cronico di malattie associate ad altri organi del tratto gastrointestinale. La base della terapia è l'uso di farmaci e, nel periodo di remissione, il rispetto di un menu delicato.

Secondo il quadro endoscopico, l'infiammazione del duodeno è divisa in:

  • duodenite atrofica - in cui vi è un assottigliamento o morte delle cellule della mucosa dell'organo interessato, che provoca una violazione della secrezione di succhi digestivi;
  • emorragico - caratterizzato dal rilevamento di sanguinamento duodenale durante la diagnosi;
  • eritematoso - espresso da significativo gonfiore e arrossamento grave della mucosa;
  • duodenite erosiva o ipertrofica - accompagnata dalla comparsa di erosioni, di varia entità e profondità;
  • nodulare;
  • duodenite iperplastica - caratterizzata da una maggiore divisione e proliferazione dei tessuti della mucosa. Durante l'esame endoscopico, si nota una superficie tuberosa della membrana;
  • duodenite da reflusso - durante la quale vi è un riflusso inverso del contenuto dell'intestino tenue nel duodeno.

Man mano che il processo della malattia si diffonde, tale disturbo si divide nei seguenti tipi:

  • duodenite superficiale o catarrale - caratterizzata da leggera infiammazione degli strati superiori di questo organo;
  • la duodenite prossimale è l'esatto contrario della forma precedente, poiché l'infiammazione si diffonde agli strati più profondi di questo organo e anche il bulbo duodenale è coinvolto nel processo;
  • duodenite distale - quasi completamente simile alla prossimale, l'unica differenza è che il bulbo è quasi invariato;
  • totale o diffuso - con danni all'intera superficie della mucosa;
  • duodenite focale o limitata - durante la diagnosi è espressa da uno o più focolai di infiammazione in varie parti della membrana duodenale;
  • papillite: si parla di questa condizione quando il processo infiammatorio colpisce la grande papilla del duodeno.

Inoltre, ci sono diversi tipi specifici e più rari di infiammazione del duodeno. Questi includono:

  • duodenite tubercolare;
  • immunodeficienti;
  • causato dalla malattia di Whipple o di Crohn;
  • fungine;
  • duodenite follicolare;
  • una conseguenza dell'amiloidosi intestinale.

Ragioni di sviluppo

Le ragioni principali che portano allo sviluppo di un processo infiammatorio nella mucosa del duodeno sono:

  • abuso di cibi fritti, piccanti, affumicati e acidi;
  • abuso di bevande ad alto contenuto di caffeina (bevande energetiche, caffè, tè forte, cola);
  • fumatori;
  • alcolismo.

Tutti i suddetti fattori contribuiscono all'aumento della secrezione di succo gastrico iperacido, cioè contenente una maggiore concentrazione di acido cloridrico. Entra nella cavità duodenale, causando prima irritazione e poi infiammazione acuta della sua mucosa. Con il passaggio della malattia a una forma cronica, si verificano processi atrofici e degenerativi nella parete intestinale.

La duodenite si sviluppa spesso come processo secondario sullo sfondo di alcune delle seguenti patologie dell'apparato digerente:

  • ulcera peptica dello stomaco e del duodeno;
  • gastrite cronica;
  • infezione dello stomaco e del duodeno con Helicobacter Pylori;
  • violazione dell'afflusso di sangue e innervazione delle pareti del duodeno;
  • colite cronica, enterite, pancreatite, epatite;
  • cirrosi epatica;
  • invasioni elmintiche (giardiasi, ascariasi).

Sintomi di duodenite negli adulti

Le manifestazioni della duodenite dipendono dalla causa della sua insorgenza e dalla presenza di patologia concomitante. Spesso la malattia è nascosta sotto le spoglie di altri disturbi: ulcere allo stomaco, gastrite, colecistite.

Sintomi di duodenite negli adulti:

  • Sensazioni dolorose nella regione epigastrica, aggravate dalla palpazione (sensazione) dell'addome. Il dolore ha le sue caratteristiche in varie forme di duodenite:
    • nella forma cronica - costante, dolorante, aggravato a stomaco vuoto e 1-2 ore dopo aver mangiato;
    • con duodenite causata da pervietà intestinale compromessa, scoppio di dolore, parossistica, si verifica con trabocco intestinale;
    • con gastrite-duodenite con elevata acidità - si sviluppa 10-20 minuti dopo aver mangiato, il che è spiegato dall'assunzione di contenuto gastrico acido nell'intestino;
    • per la forma simile all'ulcera causata da Helicobacter pylori, i dolori a digiuno sono caratteristici;
    • con infiammazione locale attorno al capezzolo di Vater, il deflusso della bile dalla cistifellea viene disturbato, una clinica appare simile a un attacco di colica epatica: indolenzimento nell'ipocondrio destro.
  • Stanchezza aumentata, debolezza. Ciò è dovuto all'azione di sostanze tossiche formate durante l'infiammazione..
  • Forse un leggero aumento della temperatura corporea (fino a 37-38 0).
  • Indigestione (dispepsia):
    • nausea;
    • diminuzione dell'appetito;
    • aumento della formazione di gas (flatulenza);
    • eruttazione, vomito con sapore amaro (a causa dell'ingestione della bile) - gettare cibo nello stomaco;
    • un disturbo delle feci (diarrea o costipazione).
  • Ingiallimento della pelle e delle mucose. L'edema della papilla di Vater porta a una diminuzione del lume del dotto biliare, al ristagno della bile e al suo ingresso nel sangue.
  • Sindrome da dumping Si verifica dopo un pasto abbondante. Con un trabocco del duodeno, si verifica una ridistribuzione del flusso sanguigno (flusso sanguigno verso gli organi digestivi, deflusso dalla testa). Manifestato da vertigini, sonnolenza, sensazione di pienezza nello stomaco, febbre nella parte superiore del corpo.

Con un decorso asintomatico della malattia, i reclami possono essere assenti, il rilevamento della patologia è una scoperta accidentale durante la gastroduodenoscopia.

Forme cliniche

  1. Ulcerativo (dolore "notturno" e "affamato" nell'epigastrio o nell'area della proiezione del duodeno di un personaggio tirante senza irradiazione. Può essere fermato mangiando e assumendo antiacidi e gastroprotettori. Bruciori di stomaco e eruttazione amara sono spesso presenti.).
  2. Forma simile alla gastrite (dolore quasi 15-20 minuti dopo aver mangiato, sindrome dispeptica - nausea, vomito, eruttazione, brontolio nello stomaco, diarrea, flatulenza, mancanza di appetito).
  3. Forme simili a colecisti e pancreatiche (dolore acuto, grave, localizzato nell'ipocondrio destro o sinistro, incline all'irradiazione, procede come colica biliare, ci sono segni di colestasi, disturbi dispeptici).
  4. Forma neuro-vegetativa (i disturbi astenenoneurotici autonomi vengono alla ribalta, la sindrome da deposizione è una conseguenza dell'insufficienza ormonale duodenale).
  5. Forma mista (combina segni di diverse forme cliniche di duodenite).
  6. Forma asintomatica (di solito nelle persone anziane - viene rilevata durante i metodi diagnostici funzionali durante l'esame per altre patologie).

Complicanze della malattia

Se ignori i sintomi, inizi il trattamento in ritardo o l'infiammazione cronica della membrana duodenale, esiste la possibilità di formazione di complicanze come:

  1. L'ostruzione intestinale è una condizione in cui il movimento del cibo attraverso l'intestino si ferma parzialmente o completamente. È accompagnato da forti dolori nell'addome superiore, 15 minuti dopo aver mangiato, vomito ripetuto con una miscela di bile. Questo fenomeno può essere causato dalla proliferazione del tessuto connettivo e dalla formazione di aderenze nel sito del processo infiammatorio..
  2. La sindrome da Maldigestione / malassorbimento è un malassorbimento di nutrienti attraverso la mucosa intestinale a causa di una carenza di enzimi. Lo sviluppo di un complesso di sintomi è associato a un malfunzionamento delle ghiandole del tratto digestivo. Nelle prime fasi, questa condizione si manifesta con la diarrea. In futuro, appare l'esaurimento, i cambiamenti nella composizione del sangue - anemia, immunodeficienza - una diminuzione della resistenza del corpo alle infezioni. I bambini hanno un notevole ritardo nello sviluppo fisico.
  3. Ulcera duodenale. Un profondo difetto si forma sulla parete del duodeno - un'ulcera. Il suo aspetto è associato all'azione dell'acido cloridrico e della pepsina sulla mucosa indebolita. Si manifesta come dolore nell'addome superiore sullo sfondo di lunghe pause tra i pasti, con consumo di alcol ed esercizio fisico. Anche la digestione è disturbata: gonfiore, alternanza di diarrea e costipazione.
  4. Il sanguinamento intestinale può essere una conseguenza della duodenite erosiva. Si manifesta con debolezza, vertigini, calo della pressione, sangue nelle feci (lo scarico diventa nero).

Ma, nonostante l'alta probabilità di tali complicanze, la prognosi della duodenite è favorevole. Se viene rilevata una malattia nelle prime fasi, viene raggiunta una cura completa.

Diagnostica

Uno specialista competente è in grado di sospettare la duodenite dopo una conversazione con un paziente che è venuto da lui e il suo esame. Ma per la verifica finale di questa diagnosi non troppo frequente, è necessario un esame completo e completo..

Se, durante la diagnosi, il medico sospetta formazioni maligne situate nell'area della mucosa, il medico prescriverà un altro esame. In questo caso, il biomateriale viene esaminato nel laboratorio del Dipartimento di Oncologia..

La diagnostica si basa su metodi di ricerca strumentali:

  • fibrogastroduodenoscopy (FGDS) con biopsia;
  • duodenoscopia;
  • misuratore di acidita;
  • Radiografia dello stomaco e del duodeno;
  • analisi del sangue biochimica;
  • esame fecale;
  • esame ecografico (ultrasuono)

Con l'aiuto della ricerca, è possibile stabilire cosa ha causato la malattia, questo semplificherà successivamente il trattamento e consentirà il fischio per ridurre al minimo il rischio di recidiva.

Come trattare la duodenite?

Negli adulti, il trattamento della duodenite comprende diverse aree:

  • eliminazione dell'infiammazione acuta
  • prevenire la transizione della malattia allo stadio cronico
  • ripristino delle funzioni del duodeno
  • normalizzazione della digestione

La maggior parte del trattamento viene eseguita a casa. Per una pronta guarigione, hai bisogno di dormire bene, riposo, dieta, passeggiate, leggera attività fisica in assenza di dolore. È necessario evitare lo stress, smettere di fumare e alcol. Tali misure aiutano a normalizzare la circolazione sanguigna nel duodeno, ripristinare le proprietà protettive della sua mucosa.

Indicazioni per il ricovero in ospedale con duodenite:

  • esacerbazione della duodenite
  • sospetto tumore dell'intestino tenue
  • gravi condizioni generali del paziente, casi avanzati della malattia
  • infiammazione della membrana sierosa del duodeno (periduodenite) e degli organi vicini
  • presenza o minaccia di sanguinamento (forma erosiva o ulcerosa di duodenite).

Trattamento acuto

La duodenite acuta catarrale e erosiva-ulcerosa di solito non richiede un trattamento speciale e, se si osserva il regime corretto, scompaiono entro pochi giorni, ma in caso di manifestazioni ripetute, la malattia può trasformarsi in una forma cronica.

Al paziente vengono prescritti riposo a letto e fame per 1-2 giorni. A volte si raccomanda di lavare lo stomaco con una soluzione debole di permanganato di potassio. Dopo il lavaggio per pulire l'intestino, bere 25-30 g di magnesio solfato, diluito in un bicchiere d'acqua. A partire dal terzo giorno, al paziente viene prescritta una dieta terapeutica n. 1 (il cibo che irrita le pareti intestinali è limitato, i piatti vengono preparati frullati, bolliti in acqua o al vapore, i piatti molto freddi e caldi sono esclusi). Sono prescritti farmaci astringenti e avvolgenti, con dolore - antispasmodici (No-shpa, drotaverina, papaverina).

Con duodenite flemmone, è indicato un trattamento chirurgico, un trattamento antibiotico. Possibili complicanze: sanguinamento intestinale, perforazione della parete intestinale, pancreatite acuta.

Trattamento della duodenite cronica

Durante i periodi di esacerbazione, la duodenite cronica viene trattata in un ospedale. Il trattamento è prescritto a seconda della causa che ha provocato la malattia..

  • In presenza di giardiasi ed elmintiasi, viene prescritta la chemioterapia appropriata (flagillo, furazolidone, cloxina).
  • Se viene rilevata l'infezione da Helicobacter pylori, vengono utilizzati antibiotici.
  • Con aumento dell'acidità - farmaci che riducono la secrezione di acido cloridrico (omeprazolo, ranitidina) e antiacidi che neutralizzano l'acidità del succo gastrico (almagel, maalox, fosfalugel).
  • Per proteggere la mucosa, vengono prescritti preparati avvolgenti (de-nol, solfacrato). Per scopi anti-infiammatori, si consiglia di utilizzare decotti di camomilla e achillea. I preparati enzimatici sono prescritti per ripristinare la digestione.

Se la causa della duodenite era una violazione della motilità del duodeno (duodenostasi), ad esempio l'ostruzione, è necessario stabilire la sua causa. Se è associato a una violazione di qualsiasi funzione dell'apparato digerente, il trattamento della duodenite è conservativo. Mostra pasti frequenti in piccole porzioni, farmaci che legano la bile e ne promuovono la secrezione (coleretica). Intubazione duodenale efficace con lavaggio duodenale.

In presenza di aderenze, barriere meccaniche e altri tipi di ostruzione che non rispondono al trattamento terapeutico, è indicato il trattamento chirurgico della duodenite..

Con la duodenite secondaria, è necessario il trattamento della malattia di base.

Nutrizione con duodenite

Quando si diagnostica la duodenite, il medico prescrive una dieta. Resta inteso che nella forma acuta della malattia, al paziente verranno fornite le seguenti istruzioni:

  • limitare il consumo di cacao, cioccolato e caffè nero;
  • escludere dalla dieta bevande alcoliche, cibi in salamoia e salati, fumo e conservazione, strutto e prodotti da forno freschi, acetosa e spinaci, carni grasse e pesce, senape e altri condimenti;
  • permesso di mangiare zuppe, purea, semola / grano saraceno / farina d'avena, ricotta, uova, tè debole e pane integrale dei prodotti da forno di ieri.

Tale nutrizione deve essere rispettata non solo durante il periodo del decorso immediato della duodenite acuta, ma anche entro un mese dalla fine del trattamento principale - questo aiuterà gli intestini a riprendersi e lavorare normalmente..

Se al paziente viene diagnosticata una duodenite cronica, le istruzioni del nutrizionista saranno leggermente diverse:

  • è severamente vietato mangiare acetosa, spinaci, pesce grasso e carne, senape, prodotti da forno freschi, non solo durante i periodi di esacerbazione della malattia, ma anche durante la remissione;
  • è consentito inserire cereali, zuppe, brodi deboli, burro e oli vegetali, latte e prodotti caseari, pesce e carne bolliti e cotti a bassa percentuale di grassi, frutta e verdura, composte, gelatina, tè e caffè deboli.

Rimedi popolari

Il trattamento della duodenite con rimedi popolari viene mostrato insieme alla terapia principale, che è stata prescritta dal medico dopo la diagnosi. Sono considerati efficaci i seguenti fondi:

  1. Succo di piantaggine e miele. Per preparare la composizione, devi prendere 3 cucchiai grandi di succo di piantaggine e 1 cucchiaino di miele. Mescola tutto e prendi 3 cucchiai grandi 3 volte al giorno. Questo rimedio è particolarmente efficace per la duodenite erosiva..
  2. Decotto di avena e ortiche. Per preparare questa composizione folk, devi prendere un bicchiere di avena non sbucciata e aggiungere 5 bicchieri di acqua fredda. Metti l'avena a fuoco basso e cuoci fino a quando non appare un brodo viscido nel contenitore. Successivamente, è necessario raffreddarlo e filtrarlo a fondo attraverso una garza. Devi anche preparare un decotto di ortica. È preparato molto semplicemente: prendi un bicchiere di foglie di ortica secche e versa 750 ml di acqua bollente. Quindi è necessario attendere 40 minuti fino a quando il brodo viene infuso e filtrare. La ricetta presentata prevede l'uso di entrambe le foglie e il decotto. L'infuso può essere preso come tè e le foglie vengono tritate finemente e aggiunte al brodo di farina d'avena. Prendi ½ tazza prima dei pasti.

Prevenzione

Il principale fattore di prevenzione è una dieta adeguatamente bilanciata e la moderazione delle cattive abitudini. Contribuire alla prevenzione della malattia - esame e trattamento tempestivi dei processi patologici nel sistema del tratto gastrointestinale, l'uso di droghe solo come indicato.

La prevenzione delle ricadute è possibile solo con un esame regolare e il monitoraggio della condizione da parte di un medico.

Sintomi e trattamento della duodenite atrofica

Il duodeno è l'organo più importante del sistema digestivo umano. La duodenite atrofica è un'infiammazione complessa del duodeno, in cui una persona manifesta sintomi spiacevoli di questo disturbo, tra i quali i principali sono dolore, gonfiore, nausea.

La duodenite di questo tipo è un disturbo cronico. È caratterizzato da atrofia tissutale della mucosa duodenale.

Importante: la diagnosi di duodenite atrofica non è quasi mai associata a gastrite atrofica. Queste malattie compaiono per vari motivi, che spesso non sono correlati tra loro..

La diagnosi e il trattamento tempestivi della malattia possono prevenire lo sviluppo di altre malattie gastrointestinali concomitanti. Se avverti sintomi sospetti, dovresti contattare un gastroenterologo.

Funzioni duodenali

Il duodeno è il componente più importante del sistema digestivo. Questo organo è responsabile della digestione della cavità. È nel KDP che viene eseguita la fase finale della scomposizione dei nutrienti..

Il duodeno è anche responsabile della produzione di ormoni. Sono le pareti del duodeno che producono l'ormone enterogastron. È responsabile della soppressione dell'eccessiva secrezione di succo gastrico. Inoltre, questo ormone rilassa le pareti dello stomaco. Il duodeno secerne anche ormoni altrettanto importanti:

Sono questi ormoni che sono responsabili del corretto funzionamento della cistifellea e del pancreas. Stimolano anche le ghiandole intestinali, che sono particolarmente attive nella stimolazione della motilità intestinale. Gli ormoni secreti dal duodeno svolgono un ruolo importante nel lavoro dei sistemi nervoso, endocrino e cardiovascolare..

I sintomi più comuni dell'infiammazione duodenale con segni di atrofia sono i seguenti:

  • nausea;
  • vomito;
  • gonfiore;
  • mal di stomaco;
  • costipazione o disturbo intestinale;
  • dolore epigastrico;
  • bruciore di stomaco;
  • dolore nell'intestino alla palpazione.

Da altri sistemi del corpo, si distinguono i seguenti sintomi:

  • improvvisa perdita di peso;
  • aumento di peso;
  • debolezza;
  • sonnolenza e riduzione delle prestazioni;
  • perdita di appetito;
  • insonnia;
  • irritabilità;
  • stati depressivi.

Importante: la duodenite di tipo atrofico presenta una varietà di sintomi, il che rende difficile la diagnosi. Ecco perché quando compaiono dolore epigastrico, nausea e altri disturbi dell'apparato digerente, è necessario consultare immediatamente uno specialista..

Anche i sintomi dell'insufficienza ormonale nelle donne devono essere considerati separatamente. Tra le ragazze giovani, la carenza di ormoni è comune nella fase premestruale. Tra i sintomi espressi durante questo periodo, ci sono:

  • vomito e bavaglio;
  • nausea;
  • mal di testa;
  • salivazione abbondante;
  • irritabilità;
  • prestazione ridotta.

Inoltre, gli attacchi caratteristici della grave debolezza possono durare da una settimana a un mese. Durante questo periodo, la donna sperimenta anche tachicardia, dolori cardiaci, dolori di fame e nausea a digiuno..

In alcuni pazienti con duodenite è possibile una grave debolezza, accompagnata da tremori e tremori, nonché frequente minzione dopo i pasti e di notte.

Cause e complicanze della malattia

Spesso la forma atrofica della duodenite si verifica in caso di sviluppo anormale e carenze nella struttura del duodeno. Questo disturbo può verificarsi anche a causa di gastrite. Un altro motivo è l'insufficienza secretoria..

Molto spesso, questa forma di malattia si verifica nelle persone di età, meno spesso nei giovani e nei bambini. La gastrite batterica cronica è anche considerata la causa di questa malattia. Tuttavia, le opinioni dei medici di tutto il mondo sulle cause della malattia sono ambigue. Fino ad ora, non vi è consenso su ciò che provoca esattamente il tipo atrofico di duodenite.

Solo un medico altamente qualificato può diagnosticare questo particolare tipo di gastrite. Quando effettua una diagnosi, deve necessariamente fare affidamento sui risultati della ricerca.

Parlando di complicanze, la conseguenza più grave di una duodenite non trattata o a lungo termine è l'insufficienza ormonale acuta.

Importante: l'insufficienza ormonale duodenale si verifica a causa della soppressione e della morte delle cellule che secernono gli ormoni, a causa dell'infiammazione del duodeno.

I pazienti a cui viene diagnosticata la duodenite atrofica presentano spesso sintomi come:

  • dolori acuti, tiranti, crampi;
  • bruciore di stomaco e eruttazione;
  • una sensazione di pienezza nella regione epigastrica;
  • costipazione e disturbi intestinali;
  • gravi attacchi di fame.

Dopo aver ascoltato in precedenza le lamentele del paziente, il medico palpa l'addome. Il medico studia attentamente la regione epigastrica. Se il paziente ha duodenite, quando viene toccato, il paziente avverte dolore nell'area della proiezione del duodeno sulla parete addominale.

Gli studi strumentali sono obbligatori nello studio del corpo per i segni di duodenite atrofica.

La fibrogastroduodenoscopia è una procedura indolore che è obbligatoria se il paziente ha sintomi di duodenite. Con l'aiuto di una sonda dotata di apparecchiature video, il medico esamina le mucose e la superficie interna dell'esofago, del duodeno e dello stomaco. In presenza di alcuni segni, come l'edema della mucosa duodenale, l'erosione e le ulcere, viene diagnosticata la paziente. Possibile campionamento di tessuto infiammato per biopsia.

Contrasto dei raggi x

Studio sul contrasto dei raggi X: radiografia dell'apparato digerente. In questo caso, il paziente assume uno speciale agente di contrasto, che consente di esaminare più accuratamente lo stato degli organi interni e il lume del duodeno. Per ottenere i dati radiografici, il paziente viene posizionato in diverse posizioni e vengono acquisite le immagini.

Con questo studio, il medico può rilevare:

  • difetti nello sviluppo del duodeno;
  • aree ristrette da tumori;
  • segni di ostruzione intestinale;
  • segni di reflusso;
  • lisciatura naturale pieghevole.

Importante: la radiografia è più accettabile per i pazienti. La procedura è più piacevole di FGDS. Non provoca dolore o disagio. Tuttavia, i dati radiografici non sono sufficienti per effettuare una diagnosi finale, poiché questo metodo non è in grado di tracciare i cambiamenti nella mucosa del duodeno, dello stomaco e dell'esofago.

Ricerche di laboratorio

Il paziente deve donare sangue e feci. Il sangue viene esaminato per segni di anemia e aumento della VES. L'analisi delle feci è necessaria per rilevare muco e coaguli di sangue nelle feci, caratteristiche di ulcere ed erosioni sulle pareti del duodeno e di altri organi digestivi.

Un prerequisito per il trattamento della duodenite atrofica è la dieta, tuttavia, oltre ad alcune regole nutrizionali, il medico deve anche prescrivere farmaci. Ciò è dovuto alla complessità della malattia e ai sintomi pronunciati..

Con un periodo di esacerbazione della forma cronica della malattia, vengono prescritti i seguenti tipi di farmaci:

  • Antispasmodici per alleviare il dolore nella regione epigastrica (Drotoverin, Platyphyllin, meno spesso-Spazmalgon.
  • Antiacidi, che sono in grado di regolare il livello di acidità e ridurlo (Almagel, Pantoprazole, Omeprazole).
  • Preparati di rivestimento per la protezione della mucosa (Vis-nol e De-nol).
  • Farmaci Antiemetici.
  • Antibiotici, se il paziente ha un batterio Helicobacter pylori.
  • La chemioterapia è prescritta quando ci sono parassiti nel corpo del paziente. Vormil e Metronidazole sono prescritti.

La fisioterapia può anche essere prescritta, ma solo se la duodenite non è in forma aggravata. Tra loro:

  • dolce riscaldamento della regione epigastrica;
  • UHF;
  • diatermia;
  • applicazione di ozokerite o paraffina.

È importante seguire le raccomandazioni prescritte dal medico sull'adesione al corso dei farmaci. La terapia combinata garantisce il sollievo dei sintomi e il miglioramento della salute generale del paziente.

I rimedi popolari per il tipo atrofico della malattia sono molto efficaci nella lotta contro i sintomi. Sono prescritti anche nelle cliniche. La medicina tradizionale diventa spesso uno dei componenti della terapia complessa.

Importante: si ritiene che i decotti a base di erbe siano i più sicuri per l'autotrattamento. Tuttavia, non lo è. Se il paziente ha malattie associate alla duodenite, ad esempio un'ulcera allo stomaco, alcune tasse possono essere dannose. Ecco perché non è consigliabile prescrivere un trattamento a base di erbe da soli. È meglio consultare un medico che fisserà un appuntamento in base ai risultati diagnostici.

Esistono diversi metodi particolarmente raccomandati per l'uso da parte di pazienti con duodenite:

  1. Piantaggine. Il succo di questa pianta nella quantità di 3 cucchiai deve essere mescolato con un cucchiaio di miele. Devi prendere il rimedio prima dei pasti tre volte al giorno nella quantità di un cucchiaio. Tale rimedio ha un effetto avvolgente e curativo..
  2. Camomilla. Questa pianta è in grado di calmare i tessuti e le mucose dell'apparato digerente, nonché di alleviare i sintomi di bruciore di stomaco e reflusso. Basta versare mezzo bicchiere di camomilla essiccata con un litro di acqua bollente e lasciare che il brodo si infondesse e si raffreddi. Questo decotto alle erbe deve essere bevuto due volte al giorno, un bicchiere..
  3. Iperico. Il rimedio è indicato per il trattamento di vari stadi della duodenite. Due cucchiai di iperico essiccato devono essere versati con un bicchiere di acqua bollente e insistono per mezz'ora. Devi bere l'infusione tesa tre volte al giorno per un terzo di bicchiere.

Esistono molti altri metodi per trattare la duodenite. Assicurati di consultare il tuo medico quale è giusto per te e combatti coraggiosamente il tuo disturbo.

L'alimentazione con duodenite ha principi di base che dovrebbero essere rispettati da chiunque provi un tipo cronico di disturbo.

  1. Vale la pena prendere solo cibo a temperatura ambiente. Non dovresti mangiare zuppe calde, gelati o bevande fredde. La temperatura del cibo dovrebbe corrispondere approssimativamente alla temperatura del corpo umano con un errore di 20-25 gradi.
  2. I pasti dovrebbero essere almeno 5. Devi mangiare in modo frazionario, ottimale in piccole porzioni.
  3. I piatti devono essere serviti elaborati. Vale la pena assumere cibi finemente tritati, grattugiati e liquidi.
  4. Nel momento in cui il tipo cronico della malattia viene esacerbato, il paziente deve abbandonare completamente l'alcol e il fumo. Queste cattive abitudini, prima di tutto, influenzano il lavoro del tratto digestivo..
  5. Vale anche la pena ridurre la quantità di sale consumata. Questo ingrediente aumenta la produzione di acido gastrico e contribuisce al reflusso e al bruciore di stomaco..
  6. È necessario masticare il cibo con particolare attenzione e per molto tempo. Ciò migliora la lavorazione meccanica dei prodotti e accelera il processo di saturazione. Inoltre, i pazienti che soffrono di duodenite cronica dovrebbero prendersi cura della quantità di cibo consumato. L'eccesso di cibo in nessun caso dovrebbe essere permesso, questo può esacerbare i sintomi.

La duodenite atrofica è un processo infiammatorio cronico nell'intestino tenue o nel duodeno. È una complicazione della duodenite catarrale, erosiva. Con un'infiammazione costante, i tessuti profondi dell'organo digestivo sono coinvolti nel processo patologico e si verifica l'atrofia della mucosa. Di conseguenza, gli intestini cessano di svolgere pienamente le loro funzioni, compaiono sensazioni dolorose, disagio costante.

Cos'è

La duodenite è un'infiammazione dell'intestino tenue. Copre l'intero organo o singole aree. Differisce nel grado di lesioni o forme della mucosa. La duodenite lieve o catarrale colpisce solo lo strato superiore della mucosa intestinale, viene rapidamente trattata con il minimo sforzo: dieta, cambiamenti nello stile di vita, antiacidi con un effetto avvolgente, assorbenti per la rimozione delle tossine. In assenza di una terapia adeguata, il processo infiammatorio progredisce, le erosioni appaiono sulla mucosa e quindi le ulcere - una forma erosiva-ulcerosa. Un'ulteriore progressione porta alla distruzione della mucosa, al coinvolgimento degli strati profondi nel processo patologico, inizia l'atrofia dei tessuti: compattazione, assottigliamento, restringimento del lume.

La duodenite atrofica è difficile da trattare, richiede un approccio integrato, un lungo corso. La maggior parte sono ricorrenti. Le esacerbazioni iniziano sotto l'influenza di fattori interni esterni. Spesso la malattia appare sullo sfondo di altre patologie del tratto digestivo, malattie del fegato, cistifellea, pancreas, stomaco.

Sintomi

Il quadro clinico senza sintomi caratteristici, ha molte manifestazioni, ricorda altre malattie dell'intestino, dello stomaco, del pancreas, della cistifellea, del fegato. Nella fase di esacerbazione, i sintomi dolorosi sono pronunciati, lo stato generale di salute peggiora, c'è un'incredibile debolezza.

Manifestazioni di duodenite atrofica:

  • Nausea;
  • vomito;
  • Diarrea o costipazione;
  • Amarezza in bocca o sapore aspro;
  • Placca sulla lingua;
  • Alitosi;
  • gonfiore;
  • Flatulenza;
  • Gravità;
  • Dolore nella regione epigastrica, sotto la costola destra, nella parte bassa della schiena;
  • Aumento della sudorazione;
  • Tremando nel corpo dopo aver mangiato;
  • Vertigini alla perdita di coscienza;
  • Attacchi acuti di fame o completa mancanza di appetito;
  • Perdita di peso;
  • Mal di testa.

Lo stato psicoemotivo del paziente si sta deteriorando. C'è irritabilità, diminuzione dell'autostima, depressione, disturbi del sonno, aggressività, sonnolenza, sbalzi d'umore, pianto, ansia irragionevole, paura.

Le ragioni

La duodenite atrofica può essere il risultato di anomalie congenite, patologie, processi autoimmuni, malattie della tiroide e del sistema nervoso. Ma il più delle volte si sviluppa sullo sfondo di altre malattie dell'apparato digerente, insufficienza ormonale, trattamento non qualificato della duodenite primaria o assenza di terapia. La malattia progredisce se è impossibile eliminare i fattori negativi o se i pazienti non seguono le istruzioni dei medici.

Fattori provocatori:

  • Interruzione ormonale dovuta a processi naturali, interruzione del sistema endocrino, assunzione di pillole anticoncezionali;
  • Violazione della dieta;
  • Dieta sbagliata;
  • Abuso di alcol, droghe, fumo;
  • Stato psicoemotivo sfavorevole - depressione, stress, sfinimento, shock, shock;
  • Avvelenamento chimico;
  • Uso incontrollato o frequente di medicinali;
  • Microrganismi dannosi, parassiti, aumento del livello dei batteri Helicobacter;
  • Problemi circolatori;
  • Processi autoimmuni;
  • Gastrite, pancreatite, colecistite, cirrosi, epatite;
  • Infiammazione cronica dei genitali.

Lo sviluppo della duodenite atrofica è facilitato da un aumento del livello di succo gastrico, disturbi circolatori, immunità debole o patologica. È abbastanza difficile fermare il processo infiammatorio e distruttivo. È richiesto un trattamento completo, adattamenti allo stile di vita, nutrizione, rifiuto di cattive abitudini. Un paziente con tale diagnosi dovrebbe ripetere periodicamente l'esame per controllare la situazione..

Forme di base

La duodenite atrofica ha diversi tipi e forme. Succede diffuso - colpisce l'intero intestino, locale - ne soffrono le singole parti. C'è una forma acuta, cronica. Nel primo caso, i sintomi sono pronunciati, nel decorso cronico il quadro clinico è sfocato, ma c'è debolezza costante, indigestione, feci, nausea.

Molto meno comune è atrofico:

  • Duodenite tubercolare;
  • immunodeficienti;
  • fungine;
  • Morbo di Crohn, Whipple.

Determinare il grado di danno intestinale, lo stadio della malattia, lo stato della mucosa può essere fatto solo con un metodo strumentale.

Diagnostica

La diagnosi inizia con una conversazione. Lo specialista elabora un quadro clinico secondo le parole del paziente, valuta le condizioni generali, palpa l'addome, esamina la pelle alla ricerca di giallo e pallore. Successivamente, dà una direzione per l'esame di laboratorio di feci, urina, sangue. Per identificare le malattie concomitanti, viene eseguito un esame ecografico degli organi addominali, se necessario, fluoroscopia.

Il metodo principale per diagnosticare la duodenite atrofica è la fibrogastroduodenoscopia. La sonda viene inserita nell'esofago, quindi nello stomaco, nel duodeno. Sul monitor si ottiene un'immagine chiara dello stato della mucosa e dei tessuti dell'organo malato. Valutare il grado di danno, posizione, gravità della malattia. Durante lo studio, viene prelevato un materiale bioptico.

Utilizzando il pH-metry, viene determinato il livello di acidità. Utilizzare metodi per rilevare i batteri Helicobacter. L'esame istologico svolge un ruolo importante, durante il quale viene determinato il pallore dei tessuti, il modello vascolare, l'ispessimento o l'esaurimento della mucosa, una diminuzione del numero di strutture ghiandolari.

Trattamento

La terapia viene eseguita a casa, tranne nei casi più gravi. Un prerequisito è l'adesione a una dieta, la normalizzazione dello stile di vita, il rifiuto delle cattive abitudini. Il trattamento ha lo scopo di eliminare i sintomi dolorosi, eliminando l'influenza di fattori negativi. L'obiettivo principale è ottenere una remissione stabile, interrompere o sospendere il processo patologico, rimuovere l'infiammazione e normalizzare le funzioni degli organi. Il trattamento prevede l'uso di medicinali con un diverso meccanismo d'azione, rimedi popolari, rimedi erboristici.

Avvolgono la mucosa dello stomaco e dell'intestino, proteggono da ulteriori irritazioni e bloccano il processo infiammatorio. Neutralizzano l'acido cloridrico, a causa del quale scompaiono i sintomi dolorosi: nausea, pesantezza, bruciore di stomaco, eruttazione. Viene assunto fino a 4 volte al giorno 20 minuti prima o dopo i pasti. La durata della terapia è di circa 2 mesi. Farmaci efficaci Almagel, Fosfalugel, Gastal, Gaviscon.

  • Inibitori della pompa protonica

I fondi riducono la produzione di succo gastrico, stimolano la guarigione di mucose, erosioni, ulcere e ne prevengono la comparsa. Arrestano la distruzione dei tessuti, stimolano la rigenerazione cellulare. È preso in un corso da 1 mese a 6. Farmaci efficaci - Omeprazole, Omez, Ranitidine.

Mezzi per normalizzare la digestione, alleviare la salute, eliminare i sintomi spiacevoli. Colikid, Espumisan salvo da flatulenza, gonfiore. Motilak, Motilium, Festal, Pancreatin accelerano e facilitano la digestione. Domrid migliora il funzionamento dello sfintere, che protegge l'intestino dall'ingresso del succo gastrico; quando si indebolisce, l'acido entra nel duodeno, causando infiammazione. Domrid elimina anche nausea, vomito e pesantezza allo stomaco.

Si prende per normalizzare la microflora intestinale, rafforzare il sistema immunitario. Assicurati di bere se vengono prescritti antibiotici. È preso con i pasti. Il corso della terapia va da 2 settimane a 2 mesi. Rimedi efficaci: Lactovit, Laktiale, Hilak Forte, Bifidumbacterin, Turbiotic.

Elimina le tossine, migliora il benessere generale, elimina mal di testa, vertigini, gonfiore, flatulenza, bruciore di stomaco. Carbone attivo, Enterol, Enterosgel, Atoxil.

È usato per eliminare le sensazioni dolorose, alleviare lo spasmo, migliorare la motilità intestinale. Prendi Meverin, Papaverin, Drotaverin, No-Shpa. L'effetto terapeutico si verifica in 20 minuti. Con forte dolore, bevono Spazmolgon, Ketanov, Ketalong, Analgin, Combispazm, Nise, Nurofen, Ibuprofen. I farmaci combinati agiscono molto più rapidamente, ma dovrebbero essere assunti quando necessario, poiché essi stessi sono in grado di provocare una esacerbazione della duodenite.

Si consiglia di assumere per rafforzare le funzioni protettive del corpo, aumentare il potenziale energetico, accelerare la rigenerazione dei tessuti.

Inoltre, dovresti bere immunostimolanti sotto forma di tinture a base di erbe - Eleuterococco, Echinacea, Ginseng, Imupret.

Trattamento con rimedi popolari

Per il trattamento della duodenite atrofica, vengono utilizzati come medicina ausiliaria o in remissione per prevenire le esacerbazioni. Prendi decotti, tè, tinture a base di erbe.

  • Olio di olivello spinoso. Ha un pronunciato antinfiammatorio, cicatrizzante, rigenerante, antisettico, antibatterico. Assumere a stomaco vuoto 20 minuti prima dei pasti tre volte al giorno, un cucchiaio da dessert.
  • Semi di lino. Il brodo avvolge la mucosa intestinale, protegge dalle irritazioni, arresta il processo infiammatorio, normalizza la digestione, le feci, l'acidità. Versare i semi con acqua, cuocere per circa 30 minuti, lasciare raffreddare. Filtrare, bere muco un cucchiaio tre volte al giorno. Se il brodo si è rivelato liquido - 100 ml alla volta. La durata della terapia è di almeno 1 mese.
  • Collezione. Camomilla, melissa, menta, tiglio si mescolano in proporzioni uguali. Un cucchiaio della collezione viene versato con 250 ml di acqua bollente, insistito sotto un coperchio chiuso per 15 minuti, bevuto come un normale tè. Il brodo ha proprietà antinfiammatorie, cicatrizzanti, rigenerative, analgesiche, antispasmodiche, diuretiche, antisettiche.
  • Uova di quaglia Bevono 2 pezzi crudi a stomaco vuoto per 60 giorni. Agiscono come antiacidi e rafforzano anche il sistema immunitario, normalizzano la microflora, saturano il corpo con sostanze utili.

Si consiglia di assumere periodicamente rimedi popolari per prevenire l'esacerbazione.

Dieta alimentare

In caso di esacerbazione, si raccomanda di ridurre al minimo l'assunzione di cibo o di rifiutare completamente. Nei primi giorni, bevono ancora acqua minerale, tisana, composta di frutta secca, gelatina. Dal secondo, terzo giorno, iniziano a pasti frequenti e frazionari.

Regole fondamentali:

  • Il cibo dovrebbe essere servito a una temperatura confortevole. Vietato caldo, troppo freddo.
  • Evita di mangiare troppo, un digiuno prolungato, una cena abbondante. Dovrebbe esserci una leggera sensazione di fame dopo aver mangiato.
  • Masticare accuratamente lentamente. Non parlare mentre mangi.
  • Segui il regime.
  • Escludere grassi, speziati, salati, dolci, alcolici.
  • Cuocere i piatti, stufare, cuocere a vapore, infornare.
  • Rifiuta dagli alimenti che causano fermentazione, complicano la digestione - carni affumicate, cibi in scatola, salsicce, carne, cavoli, piselli, prugne, uva, ecc..
  • Non mangiare cibi contenenti additivi chimici - aromi, esaltatori di sapidità, conservanti, addensanti, ecc..
  • Non bere bevande gassate, limitare l'uso di caffè, tè forte.
  • Ultimo pasto entro e non oltre 2 ore prima di coricarsi.

Nel periodo di remissione persistente, dovrebbe essere rispettata una corretta alimentazione, ma l'elenco degli alimenti consentiti è in qualche modo in espansione. Puoi permetterti di mangiare gelati, caramelle, cioccolato, torte, ma devi rinunciare per sempre a cibi grassi, piccanti e fritti.

Prodotti consentiti:

  • Riso;
  • Grano saraceno;
  • Patate;
  • Cipolla;
  • Fiocchi d'avena;
  • Carota;
  • Uova;
  • Pollo, maiale magro, tacchino, coniglio;
  • Banana;
  • Anguria;
  • Melone;
  • Frutta secca;
  • Acqua minerale senza gas;
  • Pane raffermo bianco;
  • Biscotti;
  • Marmellata;
  • Miele;
  • Essiccazione, cracker;
  • Kissel;
  • Prodotti lattiero-caseari fermentati.

Preparare porridge, zuppe, casseruole, insalate, cotolette, panini.

Prevenzione

Per prevenire la duodenite atrofica, è necessario cercare aiuto in modo tempestivo, essere trattati professionalmente, seguire una dieta e condurre uno stile di vita sano. Elimina l'influenza di fattori sfavorevoli, rafforza il sistema immunitario in ogni modo possibile. Non automedicare.

complicazioni

La duodenite atrofica in assenza di terapia qualificata porta al diradamento della mucosa, indurimenti, deformazione dei tessuti. Di conseguenza, il corpo non può svolgere pienamente le sue funzioni. L'infiammazione si diffonde gradualmente ad altri organi digestivi. La malattia è anche pericolosa a causa della ridotta immunità, squilibrio ormonale, esaurimento, sanguinamento interno, ulcera peptica, cancro.

previsione

La duodenite atrofica è difficile da trattare, ci vuole molto tempo per ripristinare la mucosa. Tuttavia, con il giusto approccio, è possibile liberarsi delle sensazioni dolorose, arrestare la progressione della malattia e prevenire un'esacerbazione. La situazione è molto più difficile se il processo patologico è associato a disfunzione del sistema endocrino, nervoso, immunitario, con patologie congenite.

Duodenite atrofica e l'esercito

Con tale diagnosi, non vengono portati all'esercito se la malattia è in fase di progressione, il paziente si rivolge spesso agli specialisti per aiuto, ci sono registrazioni di supporto o è in ospedale. Un rinvio è concesso per un anno se il ragazzo è stato in ospedale per un totale di 2 mesi negli ultimi 12 mesi. Se necessario, la commissione presso l'ufficio di registrazione e arruolamento militare può programmare il proprio esame o inviarlo a uno specialista della clinica per chiarire la diagnosi. L'esacerbazione moderata non è un motivo per concedere un'estensione.

Recensioni

Cari lettori, la vostra opinione è molto importante per noi - pertanto, saremo lieti di darvi un feedback sulla duodenite atrofica nei commenti, sarà utile anche per altri utenti del sito.

Marina:

“La duodenite atrofica non può essere trattata. Inoltre, appare spesso sullo sfondo di un'altra malattia cronica: la gastrite. Tutti gli sforzi sono diretti a minimizzare l'influenza di fattori negativi. Dieta costante, niente alcol, stile di vita sano, calma, buon sonno. Non è sempre possibile soddisfare tutte queste condizioni, pertanto si verificano esacerbazioni ".

Olga:

“Il dottore mi ha detto che con una diagnosi del genere non si poteva bere caffè e tè verde, era permesso il tè nero. Non so perché, mentre seguo la raccomandazione ".

video

La duodenite atrofica è un processo infiammatorio cronico nella mucosa del duodeno, che è accompagnato dai suoi cambiamenti: assottigliamento e deterioramento dell'afflusso di sangue e, di conseguenza, lo sviluppo di insufficienza d'organo.

Molto spesso, la popolazione maschile soffre di duodenite, approssimativamente in un rapporto di 2-3: 1. E nella struttura delle malattie gastrointestinali, l'infiammazione cronica del duodeno è fino al 20-25%.

Soddisfare:

  1. Classificazione e cause dell'evento
  2. Sintomi di duodenite atrofica
  3. Diagnostica
  4. Trattamento della duodenite atrofica

Classificazione e motivi

Esistono due tipi di duodenite: primaria e secondaria.

  • Il primo è caratterizzato dallo sviluppo di altri organi digestivi senza patologia articolare. Questo tipo di malattia si verifica in un quarto dei pazienti. Questi sono contagiosi, alimentari (con l'abuso di cibi e alcol dannosi, caffè, ecc.), Immuni, allergici, idiopatici (senza motivo apparente), ereditari, tossici-chimici, endocrini.
  • Ma più spesso la causa principale è l'una o l'altra patologia del tratto gastrointestinale, meno spesso altri sistemi del corpo: malattie dei dotti biliari ed epatici, dotti pancreatici, ulcera duodenale, gastrite, infezione da Helicobacter pylori, malattie del fegato, del cuore e dei vasi sanguigni, tessuto connettivo, reni. Queste malattie provocano l'insorgenza di duodenite secondaria e una violazione predominante della conduttività del nodulo di cibo nell'intestino.

Come altre malattie del tratto gastrointestinale, la duodenite si verifica quando c'è una discrepanza tra i fattori di difesa (cellule della mucosa e circolazione del sangue nella parete) e l'aggressività (enzimi e acidi dello stomaco) nel duodeno. Quest'ultimo danneggia la mucosa intestinale, causando la degenerazione delle strutture al suo interno..

Tipi di duodenite in base alla prevalenza dell'infiammazione:

  • diffuso (l'intero duodeno è coinvolto o la maggior parte di esso);
  • limitato (uno dei reparti è duodenite prossimale e distale o papillite (infiammazione della papilla duodenale)). Il bulbo del duodeno soffre più spesso, cioè c'è una duodenite prossimale o bulbitis, poiché l'intestino più vicino allo stomaco.

Le forme raramente riscontrate della malattia sono:

  • duodenite tubercolare;
  • con la malattia di Crohn e Whipple;
  • fungine;
  • immunodeficienti;
  • duodenite sullo sfondo dell'amiloidosi.

La duodenite è spesso accompagnata da gastrite o enterite, duodenostasi (violazione dell'evacuazione del cibo attraverso il duodeno) o infiammazione separata del grande capezzolo duodenale o diverticolo nell'area del BDS.

Quadro clinico, sintomi di duodenite atrofica

Secondo il complesso predominante di sintomi, si possono distinguere le seguenti varianti della malattia.

  • La variante neuro-vegetativa è caratterizzata dalla comparsa di tremori agli arti, palpitazioni, diarrea, mancanza di respiro, sudorazione, debolezza dopo aver mangiato. Tutto quanto sopra è solitamente associato a disfunzione ormonale del duodeno e prevale nella popolazione femminile.
  • La variante simile all'ulcera accompagna la duodenite acuta con erosioni e ulcere del duodeno. Non rilevante per la duodenite atrofica.
  • Il tipo più comune di duodenite è la gastrite. Con questa forma di malattia, i dolori che si presentano sono localizzati nell'epigastrio (nella regione epigastrica) e nel giusto ipocondrio, nausea e pesantezza allo stomaco, eruttazione e altri segni di alterata pervietà del duodeno, flatulenza e diarrea, perdita di peso del paziente non sono rari.
  • Inoltre, i casi frequenti di duodenite, simili nella presentazione clinica all'infiammazione del tratto biliare e del pancreas, sono colecistoide e pancreatico. Con loro, i sintomi del danno al fegato, al tratto biliare e al pancreas verranno alla ribalta. Si tratta di amarezza in bocca, colica epatica, vomito con una miscela di bile, nausea, dolore al fegato o pancreas, flatulenza, gonfiore, alternanza di vari disturbi della defecazione, giallo della pelle e scolorimento delle feci. Tutti i sintomi qui sono associati al lancio di cibo nel tratto biliare, al deflusso alterato di succhi e bile, spasmo dello sfintere di Oddi.
  • Con una combinazione di duodenite ed enterite, i sintomi intestinali avranno un vantaggio, ad es. dispepsia, feci alterate e duodenostasi (gonfiore e dolore nell'ipocondrio destro, ritenzione di gas).

Da quanto sopra, ne consegue che il quadro clinico della duodenite atrofica non è specifico e presenta molte manifestazioni, spesso sotto le spoglie di altre malattie. Pertanto, distinguono ancora forme miste e latenti della malattia, quando è impossibile isolare un certo complesso di sintomi o il quadro clinico è estremamente scarso.

I seguenti esami saranno obbligatori per fare una diagnosi affidabile:

  • esami del sangue, esami delle urine, coprocitogramma;
  • analisi del sangue biochimica per frazioni proteiche, aminotransferasi ed enzimi epatici, zuccheri, elettroliti, enzimi pancreatici;
  • ricerca per Helicobacter pylori;
  • fibrogastroduodenoscopia con biopsia obbligatoria del forcipe della mucosa e ulteriore esame istologico;
  • Studio del contrasto radiografico del tratto gastrointestinale;
  • Ultrasuoni addominali per esaminare fegato e pancreas.

Un esame istologico sarà di importanza decisiva, su cui, con duodenite atrofica nelle preparazioni della mucosa, l'istologo vedrà un modello vascolare esaurito, un pallore e un'ombra opaca dei tessuti, una diminuzione del numero di strutture ghiandolari del duodeno, accorciamento dei villi e quasi completo livellamento del rilievo.

Differenziare i sintomi della duodenite dovrebbe essere con malattie del pancreas, del tratto biliare, del fegato, dello stomaco, dell'intestino.

Trattamento della duodenite atrofica

Fondamentalmente, tali pazienti vengono trattati in regime ambulatoriale, ad eccezione dei casi gravi. La base del trattamento sarà la nutrizione dietetica e l'eliminazione della causa della malattia..

Il cibo con duodenite atrofica dovrebbe essere il più delicato possibile, consistenza simile alla purea, moderatamente caldo, non acido, non piccante, senza cuciture, sottaceti, carni affumicate, alcool, caffè e tè forte. Il cibo viene consumato in piccole porzioni 5-6 volte al giorno, per 1-2 settimane. Si consiglia di mangiare cereali in acqua, piatti al vapore e bolliti (cotolette, verdure, omelette), casseruole, latticini, carni magre. Si consiglia di non utilizzare sottaceti, pasticceria fresca, frittelle, legumi, miglio, orzo, carne e pesce grassi, latticini ricchi di grassi, alcolici e bevande gassate.

La terapia farmacologica è prescritta da un gastroenterologo, principalmente sintomatico con l'uso di farmaci antispasmodici e avvolgenti, vitamine A, E, gruppo B, procinetici (farmaci che migliorano la peristalsi - itopride cloridrato, sulpiride), acido ursodesossicolico. Quando viene rilevato un agente infettivo, incluso Helicobacter pylori, la terapia antibiotica viene ampiamente utilizzata in conformità con l'accordo di Maastricht. Al di fuori dell'esacerbazione del processo, il trattamento può essere integrato con la fisioterapia (UHF, ozokerite, terapia con paraffina).

Ivanova Irina Nikolaevna

Cause Sintomi Trattamento Complicazioni Prevenzione Prognosi

Cos'è la duodenite atrofica, quali sono le cause e quali sono le cause, quali sono i sintomi e i segni, come trattare la duodenite, la prevenzione, le complicanze e la prognosi.

Cos'è

La duodenite atrofica è un'infiammazione cronica nell'intestino tenue o nel duodeno. Forma complicata di duodenite catarrale ed erosiva. Con un'infiammazione prolungata, i tessuti profondi dell'organo digerente sono colpiti e la membrana mucosa si atrofizza, l'intestino inizia a peggiorare, appare il disagio.

È ricorrente in natura. Le esacerbazioni iniziano a causa di fattori esterni e interni: malattie del tratto digestivo, fegato, cistifellea, pancreas, stomaco.

Cause della duodenite atrofica:

  • Squilibrio ormonale
  • Nutrizione
  • alcool
  • farmaci
  • fumo
  • Fatica
  • Avvelenamento
  • Medicinali
  • Infiammazione
  • Problemi circolatori
  • Malattie autoimmuni
  • Gastrite, pancreatite, colecistite, cirrosi, epatite
  • Infiammazione dei genitali

La causa della duodenite atrofica può essere dovuta a anomalie congenite, malattie autoimmuni, problemi alla ghiandola tiroidea o al sistema nervoso, malattie del tratto digestivo.

L'aumento dei livelli di acido gastrico, la cattiva circolazione o problemi immunitari possono sviluppare la malattia.

Sintomi e segni di duodenite atrofica:

  • Nausea e vomito
  • Diarrea o costipazione
  • Sapore acido in bocca
  • Placca sulla lingua
  • Alitosi
  • gonfiore
  • Flatulenza
  • Pesantezza allo stomaco
  • Mal di schiena
  • Aumento della sudorazione
  • Vertigini
  • Mancanza di appetito
  • Perdita di peso
  • Mal di testa
  • Irritabilità
  • Disturbi del sonno
  • Fatica

La duodenite atrofica non ha sintomi diretti, ma ci sono sintomi di malattie che portano alla duodenite.

Il trattamento della duodenite atrofica inizia con la dieta e il rifiuto delle cattive abitudini. Se ciò non bastasse, vengono aggiunti farmaci per alleviare i sintomi, ridurre l'infiammazione e ripristinare gli organi danneggiati..

Medicinali

I farmaci vengono bevuti per alleviare i sintomi e migliorare i processi digestivi:

  • Gli antiacidi fermano il processo infiammatorio: Almagel, Fosfalugel, Gastal.
  • Gli inibitori della pompa protonica riducono la produzione di acido gastrico e riparano le cellule danneggiate: Omeprazolo, Omez, Ranitidina.
  • Prokinetics migliora il processo digestivo: Colikid, Festal, Domrid.
  • I probiotici migliorano la microflora intestinale: Lactovit, Hilak Forte, Bifidumbacterin.
  • Gli assorbenti rimuovono le tossine dal corpo: carbone attivo, Enterol, Atoxil.
  • Gli antispasmodici migliorano la motilità intestinale: No-Shpa, Analgin, Ibuprofene.

Dieta

  • Il cibo è leggermente caldo o a temperatura ambiente, non caldo o freddo
  • Non mangiare troppo, mangiare piccoli pasti e spesso
  • Mangia allo stesso tempo
  • Elimina grassi, piccanti, salati, piccanti
  • Vapore, bollire o stufare il cibo
  • Non mangiare cibi pesanti
  • Elimina aromi, esaltatori di sapidità, conservanti, addensanti, ecc.
  • Non bere soda, caffè, tè forte, alcool
  • Non mangiare prima di dormire
  • Cereali e cereali
  • Minestre
  • Patate
  • verdure verdi
  • Carota
  • Uova
  • Carne magra
  • Banana
  • Frutta secca
  • Prodotti lattiero-caseari fermentati

La duodenite atrofica senza trattamento esaurisce la mucosa e deforma il tessuto. Gli organi non possono svolgere completamente il loro lavoro e l'infiammazione si espande ad altri organi. L'immunità diminuisce, gli ormoni si smarriscono, possibilmente sanguinamento interno, ulcere, cancro.

Segui una dieta e uno stile di vita sano. Rafforza il tuo sistema immunitario. Prendi i farmaci quando compaiono i sintomi.

Nel trattamento della duodenite atrofica, ci vuole tempo per ripristinare la mucosa. È necessario rimuovere i sintomi, per fermare lo sviluppo della malattia. Se segui una dieta e uno stile di vita, la malattia non darà fastidio.

In caso di interruzione del sistema endocrino, nervoso o immunitario, è necessario andare in ospedale per curare la malattia, perché a casa non è possibile interrompere lo sviluppo della malattia.

Articoli Su Epatite