Gastrite iperplastica atrofica: di cosa si tratta, cause, trattamento e dieta

Principale Milza

La gastrite iperplastica atrofica è una delle varietà del processo patologico nei tessuti mucosi delle pareti dello stomaco. Le statistiche cliniche attribuiscono questo tipo di gastropatologia a un'infiammazione cronica piuttosto rara dell'epigastrio, caratterizzata da gravi complicazioni. Questa forma di gastrite è considerata una condizione precancerosa, che deve essere trattata con maggiore attenzione..

Descrizione

Che cos'è la gastrite iperplastica atrofica? Questa è una forma cronica di gastrite, in cui il tessuto mucoso prima cresce e poi diventa più sottile e atrofia. Di solito, l'infiammazione colpisce l'antro dello stomaco..

Questa patologia è caratterizzata da una ridotta acidità della secrezione gastrica, poiché le ghiandole che producono acido cloridrico sono danneggiate e l'acido viene prodotto sempre meno, fino a una completa assenza. Invece di acido cloridrico, inizia a produrre muco. Ciò accade in una fase iniziale dello sviluppo della malattia, quando le cellule epiteliali del rivestimento dello stomaco crescono e si ricoprono di polipi..

Molto spesso, la gastrite iperplastica atrofica colpisce gli uomini di mezza età. Nelle donne, questa forma della malattia si sviluppa in presenza di formazioni di poliposi sulla superficie interna dello stomaco. Anche i bambini soffrono di questo tipo di patologia..

Con la gastrite iperplastica atrofica, trasferita durante l'infanzia, è possibile la completa rigenerazione delle cellule dell'epitelio mucoso delle pareti gastriche. Un effetto simile non si osserva nei pazienti adulti che, con la progressione della malattia, sviluppano un'atrofia irreversibile dei tessuti interessati..

Con l'iperplasia dei tessuti mucosi dello stomaco, si formano nodi, cisti, adenomi. La progressione del processo patologico cattura sempre più tessuti sani. Un quadro clinico complesso consente di diagnosticare questo tipo di gastropatologia mediante la conclusione di uno studio completo.

Il trattamento della gastrite iperplastica atrofica dello stomaco è multicomponente ed è prescritto in base alle caratteristiche del processo patologico in ciascun caso. L'obiettivo principale del trattamento è normalizzare la motilità gastrica e la produzione di acido cloridrico per la normale digestione..

Tipi di gastrite iperplastica atrofica

La sistematizzazione internazionale, basata sui risultati dell'esame endoscopico, classifica la gastrite iperplastica atrofica nei seguenti tipi:

  • antrale (rigido). Con questa forma di patologia, si formano pieghe ispessite e crescite nella cavità dello stomaco, si sviluppa l'infiammazione dell'epitelio, aumenta l'acidità e la peristalsi viene disturbata. Il quadro clinico è simile ad altre malattie distruttive del tratto gastrointestinale (ulcera peptica, appendicite, colecistite);
  • focale. Il processo infiammatorio ha una certa localizzazione e si diffonde in aree limitate dei tessuti delle mucose. È considerato il tipo più comune di gastrite con infiammazione atrofica e mancanza di vitamina B12 e si sviluppa quando infetto dal batterio Helicobacter pylori;
  • diffondere. Il processo patologico colpisce quasi l'intera superficie dello strato interno delle pareti dello stomaco, in cui vi è iperplasia multipla dell'organo mucoso;
  • autoimmune. Si sviluppa atrofia patologica delle cellule della mucosa, in cui diminuisce la produzione di acido cloridrico;
  • poliposi (multifocale). È caratterizzato da infezione da Helicobacter pylori, aumento dei livelli dell'ormone gastrina e bassa acidità del succo gastrico. Sulla parete posteriore dell'organo si formano più polipi e si formano adenomi (neoplasie maligne) nell'antro. È con questa forma di gastrite che esiste un'alta probabilità di malignità;
  • erosiva. Esistono ipertrofia delle pieghe della mucosa gastrica, infiltrati dei leucociti e ulcere, la cui formazione è causata da un forte aumento della produzione di acido cloridrico. Inoltre, sulla mucosa possono svilupparsi noduli e aree di lesioni erosive croniche;
  • superficie. Il processo infiammatorio si sviluppa solo nello strato epiteliale prismatico a strato singolo superiore dello stomaco;
  • verrucosa. Grandi crescite singole locali (verruche) si formano sulle pareti gastriche;
  • granulosa. Si differenzia per le tenute granulari (3-5 mm di diametro), che sono localizzate sulla superficie interna delle pareti dello stomaco. I cambiamenti patologici sono focali, tuttavia, con la progressione della malattia, l'area interessata si espande e raggiunge diversi centimetri;
  • riflusso. Il contenuto del duodeno viene restituito allo stomaco. I componenti della secrezione duodenale, inclusi gli acidi biliari, irritano e danneggiano lo strato mucoso dell'epitelio delle pareti gastriche;
  • ipertrofico gigante (malattia di Menetrie). È caratterizzato da un'ipertrofia pronunciata dei tessuti delle pareti dello stomaco, in cui si formano enormi pieghe rigide alte fino a tre centimetri. Le cellule parietali e principali diminuiscono di numero e diminuisce la produzione di acido cloridrico. Il rivestimento interno dell'organo è coperto da un rivestimento viscoso. L'iperplasia delle ghiandole dello stomaco crea condizioni favorevoli per la formazione di cisti e neoplasie.

Inoltre, ci sono 4 fasi del decorso clinico della gastrite iperplastica atrofica:

  1. Il processo patologico è scarsamente espresso, tuttavia, la superficie della mucosa ha già subito lievi cambiamenti strutturali. Le ghiandole dello stomaco funzionano normalmente.
  2. Differisce in lieve ipertrofia dei tessuti e sintomi lievi.
  3. È caratterizzato dalla trasformazione attiva dell'epitelio. Si osserva un dolore sordo persistente nella regione epigastrica.
  4. L'infiammazione della mucosa atrofica progredisce, si sviluppa la necrosi epiteliale.

Le ragioni

Lo sviluppo della gastrite iperplastica atrofica può essere innescato da molti fattori:

  • infezione da un'infezione batterica, virale, fungina;
  • predisposizione ereditaria;
  • metabolismo alterato;
  • nutrizione impropria;
  • fumatori;
  • intossicazione del corpo con alcolismo, tossicodipendenza, avvelenamento da piombo, ecc.;
  • disfunzione dell'apparato digerente;
  • una reazione allergica al cibo;
  • ipervitaminosi;
  • infezione da elminti (lamblia, nematode, filarie, ecc.);
  • malattie autoimmuni e infettive;
  • uso a lungo termine di una serie di farmaci;
  • tensione nervosa, stress;
  • difetto congenito o anomalia dello stomaco.

Sintomi

Spesso la forma atrofica della gastrite è asintomatica, il che rende difficile identificare la patologia nelle prime fasi dello sviluppo, quando non ci sono ancora complicazioni. I sintomi compaiono con la progressione del processo patologico e pronunciati cambiamenti nei tessuti epiteliali. I sintomi dipendono dalla natura dell'acidità dello stomaco e dalla forma della malattia.

Nella fase di esacerbazione della gastrite iperplastica atrofica, si osservano i seguenti sintomi:

  1. Dolore addominale che può irradiarsi nella scapola o nella parte bassa della schiena.
  2. Rottura marcio, flatulenza.
  3. Rivestimento grigiastro sulla lingua, sapore amaro in bocca.
  4. Gengive sanguinanti, aumento della salivazione.
  5. Nausea con vomito, brontolio nell'addome, pesantezza allo stomaco.
  6. Disturbi delle feci (la diarrea lascia il posto alla costipazione).
  7. Scarso appetito, perdita di peso drammatica.
  8. Immunità debole.
  9. Pelle secca e pallida, unghie fragili, perdita di capelli.
  10. Capogiri, cefalalgia (cefalea grave prolungata e regolare).
  11. Carenza vitaminica a lungo termine nel corpo.
  12. Dispnea.
  13. Debolezza generale, affaticamento.
  14. Alta temperatura corporea (con sanguinamento interno).
  15. Pustole possono comparire sulla pelle o infezioni fungine della cavità orale, dei genitali, delle dita dei piedi.

Diagnostica

Per la diagnosi di gastrite iperplastica, vengono utilizzati metodi di ricerca di laboratorio e strumentali:

  • esame del sangue (generale e biochimico);
  • analisi delle feci per il sangue;
  • analisi del vomito per la presenza di infezione da Helicobacter pylori;
  • esofagogastroduodenoscopia con biopsia. Vengono determinati i cambiamenti anatomici nelle pareti dello stomaco, la presenza di escrescenze e neoplasie. Lo stadio di sviluppo della malattia è specificato;
  • fibrogastroduodenoscopy;
  • coprogram. Identifica i segni di disfunzione digestiva;
  • pH-metria intragastrica. Vengono esaminati il ​​livello e la qualità del succo gastrico;
  • test batterico per Helicobacter pylori;
  • Esame radiografico;
  • RM e TC;
  • analisi per marker tumorale CA72-4.

Trattamento della gastrite iperplastica atrofica

Non è possibile curare completamente la gastrite atrofica cronica. Il compito principale del trattamento di questa patologia è eliminare le manifestazioni dolorose e fermare la progressione del processo infiammatorio. Viene prescritto un regime di trattamento individuale, a seconda dello stadio della malattia, delle condizioni del paziente e della gravità dei disturbi patologici strutturali delle pareti gastriche.

Il trattamento completo include:

  1. Terapia farmacologica.
  2. Dieta curativa.
  3. Fisioterapia.
  4. Metodi di trattamento alternativi.
  5. Intervento chirurgico (se altri metodi di trattamento sono inefficaci).

L'operazione chirurgica viene eseguita in casi particolarmente gravi se si sono formati polipi sulla mucosa o altre neoplasie. Durante l'operazione, vengono rimosse le parti più danneggiate dello stomaco.

Terapia farmacologica

  • prevenire la progressione della malattia e lo sviluppo di cambiamenti irreversibili nella struttura dei tessuti dello stomaco;
  • neutralizzazione dei sintomi della malattia;
  • assicurare il normale funzionamento del tratto digestivo e l'equilibrio del sistema nervoso.

Sono prescritti i seguenti farmaci:

Gruppo di drogheNome (esempio)
antibioticiamoxicillina
Agenti antibattericiDe-Nol
antispasticidrotaverine
Farmaci antisecretoriranitidina
antiacidiVikalin, Gastal
Inibitori della pompa protonicaGastrozole
Agenti enzimaticiPepsidin, Mezim
AminoacidiAmvix
multivitaminiciDekamevite
antiemeticiMotilium
Agenti carminativisimeticone

Il massaggio normalizza efficacemente la secrezione gastrica e neutralizza le manifestazioni di gastrite iperplastica atrofica. Al risveglio, il paziente può massaggiare la regione epigastrica con un movimento circolare in senso orario. Dopo il massaggio, si consiglia di bere tisane o decotti.

Dieta

Un componente importante della terapia per la gastrite iperplastica atrofica è una dieta terapeutica che aiuta a ripristinare i tessuti della mucosa colpiti, ridurre il livello di acidità e stimolare il tratto digestivo. Diverse regole di nutrizione medica:

  1. Devi mangiare regolarmente allo stesso tempo.
  2. Il cibo è frazionario, 5-6 volte al giorno con un intervallo di circa tre ore.
  3. Le porzioni dovrebbero essere piccole (250-300 g).
  4. Non puoi mangiare troppo o morire di fame per molto tempo.
  5. La dieta dovrebbe essere nutriente ed equilibrata..
  6. Il menu è composto da piatti sani saturi di tutte le vitamine, i minerali e gli oligoelementi necessari.
  7. La temperatura del cibo non dovrebbe essere superiore a 45 gradi. Il cibo troppo caldo o freddo irrita il rivestimento dello stomaco.
  8. Gli alimenti fritti, grassi, piccanti, salati, piccanti, in salamoia, affumicati dovrebbero essere esclusi dalla dieta.

Video collegati:

Un elenco dei principali prodotti che sono autorizzati e vietati da mangiare con gastrite iperplastica atrofica:

consentitoÈ proibito
Porridge di latte liquido con aggiunta di burroCarne di pollame, salsicce, carne in scatola e pesce
Zuppe Di VerdureBrodi ricchi di grassi
Purea di verdure e stufatiFrutti e bacche fresche
Carne magra e pesce bollitiConfetteria
LatticiniCioccolato, caffè, tè forte
Kissel, compostaLegumi, aglio, cipolle
Acqua minerale naturaleBevande alcoliche e gassate

Rimedi popolari

È possibile trattare con successo la gastrite iperplastica atrofica utilizzando metodi di medicina tradizionale. Per esempio:

  • puoi aumentare l'acidità del succo gastrico con il succo di cavolo bianco;
  • protegge bene i tessuti mucosi dello stomaco dagli effetti negativi degli irritanti olio di semi di lino;
  • vengono utilizzate raccolte di calendula, camomilla, piantaggine, dente di leone, erba di San Giovanni, achillea, salvia, menta, radici di calamo e cicoria. Puoi aggiungere miele al decotto e all'infuso di erbe medicinali. Utilizzare questi prodotti prima dei pasti;
  • per normalizzare l'acidità dello stomaco, si consiglia di assumere propoli. Sciogliere 8 g di propoli in un bicchiere di acqua tiepida e bere al mattino un'ora prima di colazione;
  • olio di olivello spinoso viene utilizzato per 1 cucchiaino. prima dei pasti (3 settimane);
  • Bere succo di ribes nero ½ tazza 2 volte al giorno.

Prevenzione e prognosi

La prevenzione della gastrite iperplastica atrofica comprende le seguenti azioni:

  1. Visita regolarmente un gastroenterologo ed essere esaminato.
  2. Segui una dieta sana e una dieta sana.
  3. Smetti di fumare e bere alcolici.
  4. Evita situazioni stressanti e tensione nervosa.
  5. Esercizio (mezz'ora al giorno).

In assenza di un trattamento tempestivo, la prognosi della gastrite iperplastica atrofica può essere estremamente negativa. Tuttavia, con una diagnosi e un trattamento precoci adeguati, è possibile migliorare sintomaticamente il quadro clinico e stabilizzare le condizioni del paziente..

complicazioni

Il pericolo di gastrite iperplastica atrofica risiede nello sviluppo di complicanze e gravi conseguenze irreversibili per il corpo. Con la gastropatologia avanzata, possono svilupparsi un'ulcera allo stomaco o un tumore maligno. Esistono altre complicazioni non meno gravi della malattia:

  • ipocloridria (basso contenuto di acido cloridrico nelle secrezioni gastriche);
  • disfunzione e atonia (diminuzione della peristalsi e perdita di tono) motilità gastrica, che causa dispepsia persistente e gastroparesi;
  • ipoproteinemia (una significativa riduzione del livello di proteine ​​nel plasma sanguigno);
  • improvvisa perdita di peso, esaurimento;
  • anemia;
  • deterioramento delle funzioni di digestione e produzione di acido cloridrico;
  • cambiamenti nella struttura dei tessuti epiteliali e successiva atrofia di gravità variabile.

Gastrite iperplastica: sintomi, trattamento, dieta, prognosi

Tutto il contenuto di iLive viene esaminato da esperti medici per garantire che sia il più preciso e fattuale possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione di fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti cliccabili a tali studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

La gastrite iperplastica è un tipo morfologico di malattia gastrica cronica, in cui un cambiamento patologico nella mucosa gastrica è causato dall'aumentata attività proliferativa delle sue cellule. Ciò può portare a determinati disturbi strutturali e funzionali ed è spesso accompagnato da infiammazione della mucosa gastrica..

Codice ICD-10

Epidemiologia

Nella gastroenterologia clinica, la gastrite iperplastica è considerata una patologia dello stomaco rilevata piuttosto raramente, che - dal numero di malattie gastriche croniche - rappresenta circa il 3,7-4,8% dei casi diagnosticati.

Ad esempio, secondo il Journal of Clinical Investigation, la gastrite ipertrofica gigante colpisce sia i bambini che gli adulti; negli adulti, questa rara forma di patologia della mucosa gastrica si sviluppa all'età di 30-60 anni e negli uomini questa condizione viene rilevata da tre a quattro volte più spesso rispetto alle donne.

Ma la gastrite iperplastica poliposa, per ragioni finora poco chiare, colpisce molto più spesso la mucosa gastrica delle donne di 40-45 anni.

Cause di gastrite iperplastica

Quando le aree di aumento della mitosi delle cellule della mucosa che rivestono la sua cavità si sono rivelate a seguito dell'esame endoscopico dello stomaco, i gastroenterologi possono diagnosticare la gastrite iperplastica.

È nella proliferazione (ipertrofia) della mucosa - a causa di un aumento delle cellule dell'epitelio ghiandolare e di un cambiamento nell'ordine della loro disposizione, nonché nella violazione della consueta struttura piegata della mucosa (che consente alla superficie interna di uno stomaco sano di aumentare dopo un pasto) che costituisce la caratteristica morfologica chiave di questo tipo di lesione gastrica. In questo caso, si osserva la comparsa di pieghe sedentarie (rigide) più spesse che impediscono la normale peristalsi dello stomaco. E nello strato sottomesso sciolto (sottomucoso) della superficie di varie parti dello stomaco contenente fibre di elastina, si trovano spesso nodi ipertrofici di varie dimensioni (singoli o multipli) o formazioni polipoidali.

Il processo digestivo e le funzioni fisiologiche dello stomaco sono estremamente complessi e le cause specifiche della gastrite iperplastica continuano a essere studiate. L'eziologia dei processi iperplastici che richiedono molto tempo nello stomaco è associata a una serie di fattori:

  • disturbi del metabolismo generale, che influenzano negativamente il processo di rigenerazione della mucosa che riveste lo stomaco;
  • la presenza di patologie autoimmuni (anemia perniciosa);
  • infezione da citomegalovirus e attivazione dei batteri Helicobacter pylori;
  • violazione della regolazione neuroumorale e paracrina della produzione di secrezione mucosa da parte dei mucociti della mucosa e delle ghiandole fundiche dello stomaco;
  • eosinofilia del sangue periferico (a causa di malattie parassitarie, ad esempio ascariasi, anisacidosi o filariasi linfatica);
  • una predisposizione geneticamente determinata alla poliposi delle ghiandole fundiche dello stomaco e alla poliposi adenomatosa (che è causata da mutazioni nei geni β-catenina e APC);
  • dominante autosomica Sindrome di Zollinger-Ellison, in cui vi sono mutazioni nel gene soppressore del tumore MEN1;
  • varie anomalie congenite dello stomaco e differenziazione dei suoi tessuti (ad esempio, Sindrome di Cronkheid-Canada).

Fattori di rischio

Gli esperti nominano tali fattori di rischio per lo sviluppo della gastrite iperplastica come disturbi alimentari; allergie a determinati alimenti; carenza di vitamine essenziali; effetti tossici di alcol e composti cancerogeni, grave insufficienza renale e iperglicemia. E nel trattamento della gastrite iperacida e della malattia da reflusso gastroesofageo con l'aiuto di potenti farmaci che inibiscono la secrezione acida (Omeprazolo, Pantoprazolo, Rabeprazolo, ecc.), Il rischio di attivare la crescita di polipi che compaiono nelle zone delle ghiandole principali e dei foveoles (fosse gastriche, da cui escono i dotti delle ghiandole)... Probabilmente, una tale localizzazione del processo patologico è dovuta al fatto che la rigenerazione della mucosa gastrica, quando è danneggiata, si verifica proprio a causa delle cellule della mucosa che coprono le aree della fossa gastrica..

patogenesi

Gli esperti associano anche la patogenesi della gastrite atrofica-iperplastica del corpo e dell'antro dello stomaco nei casi di uso prolungato degli inibitori della pompa protonica di cui sopra con la possibilità di sviluppare iperplasia nodulare di cellule neuroendocrine simili a enterochromaffin (ECLS).

In quasi il 40% dei casi, la gastrite iperplastica in un bambino ha la forma di gastrite linfocitica con erosione e la presenza di infiltrati di linfociti T (cellule T CD4 e CD8) nello strato superiore della mucosa gastrica. Questa patologia si trova più spesso nei bambini con intolleranza al glutine (celiachia) o sindrome da malassorbimento.

La patogenesi della gastrite iperplastica è osservata in una quantità eccessiva di cellule epiteliali della mucosa gastrica, secernendo muco gastrico. Ciò è apparentemente dovuto all'aumento della produzione del polipeptide mitogeno TGF-α (trasformando il fattore di crescita alfa), le cui molecole si legano ai recettori del fattore di crescita epidermico (EGFR), stimolando la divisione delle cellule della mucosa gastrica e la produzione di mucina, inibendo al contempo la sintesi acida da parte delle cellule parietali.

Sintomi di gastrite iperplastica

I sintomi della gastrite iperplastica non sono specifici, variano notevolmente, ma i gastroenterologi includono nell'elenco delle possibili manifestazioni cliniche di questa patologia: bruciore di stomaco, eruttazione con un sapore marcio, placca sul retro della lingua, nausea, aumento della produzione di gas, dolore nella regione epigastrica (dolorante, pressante o spastico), vomito.

Tuttavia, la malattia spesso procede in modo latente e i primi segni in quasi tutti i tipi di gastrite iperplastica si manifestano con una spiacevole sensazione di pesantezza nello stomaco, che si verifica subito dopo aver mangiato (soprattutto se il cibo è grasso e piccante e il livello di acidità del succo gastrico è aumentato).

Quindi, con gastrite erosiva-iperplastica, i pazienti lamentano dolori di stomaco, che possono diventare più forti quando si cammina o si piega il corpo. Alcuni hanno esacerbazioni della malattia in primavera con la comparsa di impurità nel sangue (melena) nelle feci. Inoltre, il sangue può essere nel vomito.

Nella maggior parte dei casi di gastrite ipertrofica gigante, i sintomi sono assenti. Ma alcuni pazienti possono provare dolore allo stomaco, nausea con vomito, diarrea. Inoltre, vi è una diminuzione dell'appetito e del peso corporeo, ipoalbuminemia (bassa albumina nel plasma sanguigno) e associato gonfiore dei tessuti dello stomaco. Il sanguinamento gastrico non è escluso..

Forme

Oggi non esiste un'unica classificazione della gastrite iperplastica, ma i gastroenterologi utilizzano il cosiddetto sistema di classificazione di Sydney per la gastrite (che è stato adottato dai partecipanti al IX Congresso mondiale di gastroenterologia).

Gli esperti sottolineano che, indipendentemente dalla localizzazione, dalla gravità e dallo stadio (esacerbazione o remissione), si tratta di gastrite iperplastica cronica. Nella gastroenterologia domestica, si distinguono i seguenti tipi di questa patologia:

    La gastrite iperplastica focale o l'iperplasia delle cellule endocrine nodulari è lo sviluppo di un tumore gastrico carcinoide basale benigno (dimensione

Copyright © 2011 - 2020 iLive. Tutti i diritti riservati.

Gastrite iperplastica atrofica

La gastrite cronica è diventata a lungo una malattia comune del tratto gastrointestinale, che i pazienti spesso ignorano l'attenzione di medici qualificati.

Questa situazione può portare al fatto che con il tempo la diagnosi di gastrite iperplastica cronica non diventerà una condizione precancerosa. I principali sintomi clinici di questa malattia sono simili a quelli di altre forme di gastrite, una diagnosi accurata è possibile sulla base dei risultati dell'FGDS. Il trattamento di questa forma di gastrite è selezionato da un gastroenterologo, tenendo conto dell'acidità del succo gastrico e del grado di danno alla mucosa.

Cause e meccanismo di sviluppo dei processi ipertrofici nello stomaco

A seguito dell'esposizione a fattori aggressivi, come alcol, prodotti dannosi, lancio del contenuto del duodeno nello stomaco, le cellule della mucosa vengono danneggiate. La struttura della mucosa prevede la possibilità di rigenerazione. Tuttavia, esposizioni frequenti, prolungate e ripetitive portano al fatto che i processi di rigenerazione sono interrotti. Le cellule danneggiate iniziano a dividersi e differenziarsi come epitelio intestinale, che è diverso dalle cellule della normale mucosa gastrica. Questa condizione si chiama iperplasia..

Le aree di iperplasia non sono in grado di svolgere le funzioni di una normale mucosa gastrica. Provocano la produzione di autoanticorpi, che innescano una cascata di reazioni dai sistemi nervoso, endocrino e circolatorio. Le cellule della normale mucosa iniziano a secernere più acido, il che porta a sintomi clinici caratteristici. Tali aree si alternano ad aree di atrofia della mucosa, le cui cellule diventano incapaci di secernere il normale succo gastrico..

Attenzione! I processi iperplastici nella mucosa sono una condizione precancerosa! Se ti viene diagnosticata una gastrite iperplastica, esegui regolarmente EGD e biopsia della mucosa per prevenire la degenerazione delle cellule della metaplasia intestinale nel cancro.

Tipi di gastrite iperplastica

A seconda della gravità dell'ipertrofia, cioè della crescita eccessiva della mucosa gastrica, ci sono:

  • Gastrite ipertrofica granulare. Questa diagnosi si basa sui risultati di un esame endoscopico o fluoroscopico. Le aree della mucosa crescono sotto forma di grani in piccoli gruppi, la dimensione di tali grani è di 3 mm.
  • Gastrite ipertrofica gigante. Questo modulo è anche chiamato "malattia di Menetrie". In questo caso, molti adenomi, escrescenze benigne appaiono sulla mucosa..

Sintomi della malattia

Si osservano tutti i sintomi della dispepsia gastrica. Nella fase iniziale, la malattia potrebbe non manifestarsi in alcun modo. Quindi più spesso procede come gastrite con alta acidità. Il paziente è preoccupato per il dolore nella regione epigastrica 2 ore dopo aver mangiato o a stomaco vuoto. Il dolore può attenuarsi leggermente dopo aver mangiato, tuttavia, la pesantezza addominale, eruttazione, bruciore di stomaco e flatulenza sono preoccupanti. Leggi di più su tutti i segni di questa condizione patologica nell'articolo: Quali sono i sintomi della gastrite con una maggiore attività acida.

In futuro, l'atrofia della mucosa progredisce, il dolore e la pesantezza compaiono immediatamente dopo aver mangiato, un odore putrido appare dalla bocca, la costipazione si alterna alla diarrea. Anemia, debolezza, mancanza di appetito, stanchezza possono aumentare.

Consigli! Se trovi almeno uno di questi sintomi in te stesso, fatti esaminare urgentemente da un gastroenterologo!

Come trattare la gastrite iperplastica

Il trattamento della gastrite iperplastica dovrebbe iniziare immediatamente dopo la diagnosi, poiché la progressione dell'iperplasia della mucosa può portare alla sua degenerazione cancerosa. Tutte le misure terapeutiche sono ridotte a diversi principi generali, vale a dire:

Cambiamento di stile di vita

  • smettere di fumare e alcol, che aumentano la produzione di acido e hanno un effetto cancerogeno;
  • ridurre il livello di stress e tensione, che portano allo spasmo della mucosa e interrompono la sua alimentazione;
  • corretta alimentazione, dieta n. 1 secondo Pevzner con acidità aumentata o n. 2 con bassa.

farmaci

Il trattamento è prescritto da un medico in base ai risultati di un esame completo. Il trattamento per la gastrite iperplastica può includere l'assunzione di farmaci antisecretori, procinetici, antibiotici, ormoni, antiacidi, farmaci avvolgenti e preparazioni a base di erbe antinfiammatorie. Il trattamento della gastrite granulare viene effettuato secondo gli stessi principi..

Chirurgia

In alcuni casi, la rimozione chirurgica di polipi è indicata mediante apparecchiature endoscopiche.

Sebbene la gastrite iperplastica sia una forma abbastanza rara di lesioni della mucosa gastrica, ogni persona ha la probabilità di svilupparla. Soprattutto nel caso in cui uno dei membri della famiglia sia malato con tali forme di patologia infiammatoria dello stomaco, che si verificano sullo sfondo di una ridotta secrezione.

Oltre al fattore ereditario, sono considerate le cause di questo tipo di malattia:

  • Disturbi della regolazione neuroumorale e del metabolismo;
  • Intossicazione cronica del corpo, derivante da alcolismo, tossicodipendenza, costante esposizione al piombo e fumo eccessivo;
  • ipovitaminosi;
  • Problemi alimentari.

Nella patogenesi della gastrite iperplastica, sono anche attaccate le allergie alimentari, poiché nel caso in cui gli allergeni colpiscono la mucosa, la sua permeabilità è significativamente aumentata. Di conseguenza, la displasia si sviluppa nelle sue cellule epiteliali. Ciò, di conseguenza, porta a perdite molto grandi di proteine, che è il sintomo più caratteristico per tutte le forme di malattia..

Sintomi di gastrite iperplastica

Con questa forma di infiammazione della mucosa gastrica, si osservano tutti i sintomi corrispondenti alla dispepsia gastrica (sindrome dello stomaco pigro). Sebbene nella fase iniziale la malattia non si manifesti quasi mai, in futuro molto spesso inizia a procedere in base al tipo di gastrite che si è manifestata sullo sfondo di una maggiore acidità. Nella forma iperplastica, i seguenti sintomi causeranno ansia al paziente:

  • Dolore nella regione epigastrica, che si verifica a stomaco vuoto o un paio d'ore dopo aver mangiato;
  • Dopo che il paziente ha mangiato, il dolore scompare, ma la pesantezza nell'addome rimane;
  • Manifestazioni frequenti di flatulenza, bruciore di stomaco e eruttazione.

Inoltre, la progressiva morte della mucosa inizia a progredire, che è accompagnata da costanti disturbi alle feci (la diarrea si alterna alla costipazione), la comparsa di respiro putrido e un forte dolore nella regione epigastrica che si verifica immediatamente dopo aver mangiato.

Inoltre, con la gastrite iperplastica, in particolare la sua forma cronica, si manifesta l'anemia, accompagnata da una generale debolezza del corpo, una completa mancanza di appetito e, di conseguenza, esaurimento.

Tipi di gastrite iperplastica

A seconda del grado in cui si esprime l'ipertrofia (proliferazione) della mucosa che copre le pareti dello stomaco, si possono distinguere diverse sottospecie di questa forma della malattia. Tutti procedono solo in forma cronica. La diagnosi può essere fatta solo sulla base di risultati endoscopici.

Con gastrite iperplastica granulare, si verifica una crescita eccessiva delle aree della mucosa. Cominciano ad apparire come aree di accumulo di grani, che misurano più di 3 mm, che si trovano nell'antro o sulla parete posteriore dello stomaco. Le pieghe dello stomaco diventano molto ruvide. Soprattutto gli uomini dopo i 40 anni soffrono della varietà granulosa di questa malattia. Se non si inizia un trattamento tempestivo, la malattia si trasforma in una forma avanzata, che è irta di conseguenze piuttosto gravi, o un'ulcera o un'oncologia dell'organo digestivo.

Con gastrite iperplastica erosiva, la mucosa esausta dell'organo digestivo è coperta da focolai di erosione, che per lo più sanguinano. Nel caso in cui questa sottospecie della malattia proceda in forma cronica, per lungo tempo non dice nulla sulla sua esistenza, i sintomi sono completamente assenti. Il paziente si preoccuperà solo quando compaiono sanguinolenti inclusioni nelle feci o nel vomito, il che indica che l'erosione formata nello stomaco ha iniziato a sanguinare.

La gastrite iperplastica atrofica cronica è caratterizzata dal fatto che la mucosa nello stomaco è significativamente ridotta e di conseguenza il numero di cellule funzionanti al suo interno diminuisce. Le cause di questo tipo di malattia non sono completamente comprese, ma si presume che una malattia infiammatoria non trattata dello stomaco contribuisca allo sviluppo della forma atrofica.

La diagnosi di "gastrite iperplastica focale" indica che il processo infiammatorio nello stomaco è localizzato dai fuochi. Non ci sono segni evidenti di questo tipo di malattia, quindi i sintomi sono simili a qualsiasi altra forma di questa patologia infiammatoria..

La gastrite iperplastica superficiale è la fase iniziale più lieve della malattia. Tale diagnosi suggerisce che la malattia è di natura iniziale e si trova solo sulla superficie della mucosa, e quindi è più facilmente curabile.

Gli esperti hanno osservato che con lo sviluppo di qualsiasi forma di gastrite iperplastica cronica durante l'infanzia, è possibile il completo ripristino della mucosa. Ma se la malattia si verifica in età adulta, il risultato è sempre l'atrofia della membrana gastrica.

La gastrite iperplastica atrofica è una malattia cronica che provoca l'allargamento della mucosa. Questo disturbo è uno dei più comuni tra le malattie gastrointestinali..

La localizzazione della gastrite iperplastica atrofica si verifica nell'antro dello stomaco. Se non cerchi un aiuto qualificato in modo tempestivo, la malattia può trasformarsi in una malattia oncologica. È meglio non consentire questo sviluppo di eventi.

Una persona che soffre di una malattia dovrebbe prestare attenzione ai segni che compaiono con questa malattia.

Sintomi di gastrite iperplastica atrofica

Questa malattia progredisce lentamente e quindi mostra sintomi piccoli o assenti. Il sintomo principale è la manifestazione del dolore allo stomaco. Molto spesso, il dolore si verifica dopo che una persona ha consumato cibo.

Nel tempo, il dolore si sposterà nella parte bassa della schiena e nelle scapole. Nello stesso stomaco c'è una sensazione di pienezza e pesantezza. Non c'è quasi appetito. Dopo aver mangiato anche cibi leggeri, una persona si sente piena..

Di tanto in tanto, il paziente può notare i seguenti segni che parlano della gastrite iperplastica atrofica:

  • Eruttazioni frequenti.
  • Aumento della temperatura.
  • gonfiore.
  • Bruciore di stomaco.
  • Il passaggio di una sedia da uno stato a un altro.
  • Vertigini e debolezza.
  • La lingua diventa bianca.
  • Eruttazione che emana un odore marcio.

I primi segni sono simili alla gastrite a bassa acidità. Nel tempo compaiono pelle secca, pallore, perdita di capelli e gengive sanguinanti.

L'incidenza della nausea non dipende dalla natura dei polipi. La nausea si manifesta dopo una diminuzione dell'acidità o l'incapacità di assorbire completamente il cibo. Il vomito si verifica spesso dopo l'eccitazione nervosa, che si manifesta spesso nella gastrite iperplastica atrofica.

Se un polipo situato nello stomaco si trova vicino all'ingresso, nel tempo può crescere e bloccarlo. A volte il polipo si interrompe ed entra nel duodeno. In questo caso, il paziente avverte dolori taglienti.

Dopo che compaiono i primi sintomi, la malattia può svilupparsi per molti anni. Periodicamente, una persona sperimenta convulsioni che causano gastrite iperplastica atrofica antrale.

Per identificare la causa della comparsa di segni di malattia gastrointestinale, è necessario sottoporsi a una diagnosi. Dopo aver ricevuto i risultati del test, il medico prescriverà un trattamento concomitante.

Trattamento della gastrite iperplastica atrofica

Gli esperti affermano che una tale malattia non può essere completamente curata, ma è possibile fermarla e impedirle di svilupparsi ulteriormente. I medici prescrivono trattamenti che possono:

  • Ferma la progressione e il cambiamento dello stomaco.
  • Ripristina la funzione segreta, elimina anche i segni della gastrite iperplastica atrofica.
  • Correggere il sistema nervoso centrale e stabilizzare la funzione intestinale.

Durante il processo di recupero, il paziente deve sottoporsi a un trattamento farmacologico, che gli consente di liberarsi di molte malattie gastrointestinali. Come trattamento aggiuntivo, i medici raccomandano di seguire una dieta rigorosa..

Esistono molte ricette terapeutiche che possono rallentare o arrestare la gastrite iperplastica atrofica focale..

Se si nota una diminuzione della secrezione, si consiglia di bere un decotto di cicoria. Un tale decotto è in grado di stimolare la digestione e normalizzare l'acidità. Prima di preparare la medicina, la radice di cicoria viene essiccata e quindi macinata e fritta in padella. La polvere risultante viene versata con acqua bollente. Per mezzo litro di acqua, vengono presi due cucchiai di polvere. Dopo l'agitazione, il brodo dovrebbe rimanere sul fuoco per 5 minuti. Puoi aggiungere un po 'di miele per sapore. Il brodo viene consumato solo a stomaco vuoto una volta al giorno nella quantità di un bicchiere per ridurre l'attività della gastrite iperplastica atrofica focale.

Per aumentare l'acidità e prevenire la formazione di nuovi polipi, dovresti consumare succo di cavolo spremuto fresco quattro volte al giorno. È meglio se il cavolo bianco viene utilizzato come materiale..

Il massaggio è un altro modo eccellente per normalizzare la secrezione ed eliminare i sintomi della gastrite iperplastica atrofica focale. Al risveglio al mattino, si consiglia al paziente di massaggiare l'addome in senso orario. Dopo il massaggio, devi bere un decotto. Evita i cibi ricchi di fibre.

Dieta per gastrite iperplastica atrofica

Un elemento molto importante nel trattamento delle malattie gastrointestinali è l'adesione a una dieta rigorosa, che mira a ripristinare le pareti dello stomaco e ridurre l'acidità..

Le persone che soffrono della malattia devono aderire alla dieta numero 2, che si distingue per la misericordia meccanica dello stomaco, nonché per una moderata stimolazione della funzionalità degli organi digestivi.

È meglio mangiare almeno 5 volte al giorno e le porzioni non dovrebbero essere grandi, in modo che non ci sia sovraccarico possibile con gastrite iperplastica atrofica. La dieta dovrebbe includere alimenti che forniscono all'organismo tutte le sostanze e le vitamine utili.

Per quanto riguarda la temperatura del cibo consumato, non dovrebbe superare i 65 gradi. Una temperatura troppo alta o bassa irrita la mucosa. Fin dai primi giorni di trattamento per la gastrite iperplastica atrofica, dovresti abbandonare carni grasse, pane fresco, uva, latte fresco e frutta contenente fibre.

Per aumentare l'appetito, il paziente ha bisogno di mangiare brodi di carne e pesce. Per la colazione è adatta la purea di mele o zucca. Dopo circa 2 ore, puoi consumare una piccola porzione di cereali.

Il consumo può influire negativamente sulla condizione:

  • Zuppa di fagioli o piselli.
  • Pollame.
  • Cibi piccanti e salati.
  • Cipolla e aglio.
  • Bacche o frutti freschi.
  • Prodotti dolci.
  • Caffè e alcol.

Se segui la dieta di cui sopra, il processo di recupero sarà molto più veloce..

Il pericolo di gastrite atrofica cronica: cosa devi sapere su un trattamento efficace

La gastrite atrofica cronica è una delle forme più pericolose della malattia, che spesso porta a una condizione precancerosa. Di solito si verifica in uomini di mezza età e anziani, può essere quasi asintomatico. Lo sviluppo della malattia si basa su meccanismi sottili e la terapia della patologia richiede grandi responsabilità sia dal paziente stesso che dai medici che prescrivono farmaci.

Meccanismi di sviluppo della malattia

Quando si eseguono test nella stragrande maggioranza dei pazienti - oltre l'80% - il batterio Helicobacter pylori si trova nel corpo, che attiva lo sviluppo della gastrite. Tuttavia, questo microrganismo non agisce come fattore scatenante per la malattia. Il batterio si trova anche nelle analisi di persone sane. Ma una forte immunità non consente lo sviluppo di gastrite diffusa atrofica o focale.

È qui che viene attivato il meccanismo che causa la malattia: processi autoimmuni che sopprimono l'attività delle cellule ghiandolari immature. Di per sé, le reazioni autoimmuni non sono ben comprese e gli scienziati ipotizzano solo quali cause possano scatenarle..

I processi autoimmuni interferiscono con la rigenerazione delle cellule ghiandolari, che sono responsabili della normale produzione di acido cloridrico. La gastrite atrofica è accompagnata dal fatto che invece di acido, il corpo produce muco protettivo in grandi quantità. È scarsamente coinvolto nella digestione e può portare a un'intensa diminuzione dell'acidità gastrica..

L'interruzione prolungata dei normali processi di rigenerazione e produzione di cellule che secernono acido cloridrico, porta al fatto che il corpo perde completamente la capacità di produrre cellule normalmente funzionanti. Questo processo può essere chiamato atrofia delle pareti gastriche. E non può essere completamente guarita.

Le ragioni per lo sviluppo della gastrite atrofica

Uno o più fattori malsani possono provocare processi autoimmuni, attività batterica e atrofia dello stomaco:

Più una persona è anziana, più questi fattori lo influenzano. Se non segui il corso della gastrite, non correggilo con farmaci e altri mezzi disponibili, la malattia può andare allo stadio precanceroso.

Conseguenze e pericolo di gastrite atrofica

La gastrite atrofica cronica si verifica con una grave violazione della produzione di acido cloridrico (il pH dello stomaco diminuisce). Se interrompi la dieta, compaiono costantemente sintomi spiacevoli: costipazione, nausea, dolore acuto. Il meccanismo della gastrite iperplastica o erosiva prima o poi porta a gravi disturbi digestivi:

  • l'assorbimento dei nutrienti peggiora, poiché il cibo non è sufficientemente trattato;
  • costipazione cronica (meno spesso diarrea) porta a problemi con il retto, si sviluppano emorroidi, crepe;
  • a causa di una violazione dei processi nello stomaco, il sistema circolatorio soffre, il fattore di Castle smette di essere prodotto;
  • l'aspetto e la salute di una persona cambiano - la mancanza di vitamine porta a debolezza, deterioramento dell'immunità, problemi con pelle, unghie, capelli iniziano.

L'atrofia in assenza di trattamento è accompagnata da un'eccessiva produzione di cellule danneggiate e non vitali che formano tumori e neoplasie nella cavità dello stomaco.

I principali pericoli della malattia sono nascosti nella degenerazione delle cellule patologiche in tumori maligni. Nella gastrite atrofica cronica nella fase precedente al precanceroso, si sviluppano altre malattie: colecistite, immunodeficienza secondaria, diabete, enterocolite, pancreatite, insufficienza renale.

Sintomi comuni di atrofia

A casa, è impossibile determinare con assoluta precisione quale gastrite inizia: atrofica, antrale, tossica o altro. Ma puoi sospettare la presenza di una malattia da segni specifici..

Importante! Il primo stadio della gastrite iperplastica atrofica, antrale o diffusa può procedere senza alcun sintomo. Sono rivelati per caso all'esame di altri organi.

La patologia cronica è caratterizzata da sintomi lievi. I sintomi di atrofia durante un'esacerbazione sono particolarmente evidenti:

  • iniziano i problemi digestivi, accompagnati da gonfiore, nausea, pesantezza allo stomaco immediatamente dopo aver mangiato;
  • aumenti di salivazione;
  • il paziente soffre di costipazione o diarrea;
  • dolore moderato appare nell'area sotto le costole sinistre;
  • alcuni hanno gengive sanguinanti, problemi di vista.

La gastrite atrofica autoimmune è accompagnata da grave esaurimento, incapacità di mangiare da parte del paziente. Una persona perde rapidamente peso, diventa molto debole, non può mangiare a causa di forti dolori e nausea.

Se il lavoro delle ghiandole secretorie è completamente interrotto, quindi immediatamente dopo un pasto, si verificano sintomi acuti: debolezza, falso impulso a defecare, sudorazione, bruciore alla bocca e pelle secca, abbassando la pressione sanguigna. Il corso a lungo termine della gastrite atrofica porta a depressione, apatia e insonnia.

Caratteristiche della diagnosi di gastrite e atrofia

Se sospetti una gastrite atrofica iperplastica, dovresti consultare un gastroenterologo. Il medico esamina il paziente, raccoglie dati per la storia medica, prescrive test ed esami strumentali:

Se si sospetta un tumore, il medico può prescrivere una tomografia computerizzata.

Metodi per il trattamento della gastrite atrofica acuta

Un approccio integrato al trattamento è in grado di eliminare completamente i sintomi della malattia e frenarne lo sviluppo. Tuttavia, è impossibile escludere un'ulteriore formazione di cellule patologiche. Per sopprimere il decorso acuto della gastrite atrofica, vengono utilizzati i seguenti medicinali:

Con iperplastica, autoimmune e altre forme di gastrite atrofica cronica, vengono utilizzati farmaci che regolano la produzione di acido cloridrico.

È molto importante seguire una dieta equilibrata, fumante e senza alcool. A volte solo una corretta alimentazione aiuta ad eliminare la fase acuta della malattia. Altrimenti, il medico regola lo schema in base alle condizioni del paziente.

Sono anche prescritti farmaci sintomatici: "Rennie", "Maalox", "Almagel" per eliminare il bruciore di stomaco, "Creon", "Pancreatin" per problemi al pancreas. Con un crescente livello di intossicazione, usano "White Coal", "Novosmectin" e altri enterosorbenti.

L'uso di rimedi popolari nel trattamento della fase acuta è ingiustificato, poiché agiscono a lungo e richiedono un uso sistematico a lungo termine (hanno un effetto cumulativo).

Terapia cronica

Il trattamento della gastrite atrofica cronica è un effetto a lungo termine sul corpo che utilizza un complesso di metodi. Alcuni farmaci sono prescritti in cicli, altri vengono assunti a lungo, poiché senza di essi la malattia entra in uno stadio acuto.

Farmaco

Nella gastrite atrofica cronica, si verificano spesso spasmi, che nelle prime fasi sono facilmente rimossi da "No-Shpoy" e "Papaverina". Ma in forme gravi, i farmaci anticolinergici aiutano - "Metacin", "Gastrocepin", "Platyphyllin". Se l'attività motoria è compromessa, bevono "Cerucal" o "Motilium" e, con la morte attiva delle cellule ghiandolari, usano il succo gastrico naturale "Abomin", "Pepsidil".

Importante! L'assunzione di vitamine è necessaria per mantenere l'immunità: preparati di ferro, acido folico ad alta concentrazione, ma rigorosamente secondo la prescrizione del medico.

Nella forma atrofica della gastrite con erosione, vengono prescritti agenti avvolgenti (olio di olivello spinoso, "Actoverin", "Retabolil"). La concentrazione, il dosaggio dei farmaci è prescritto dai medici. Molti pazienti studiano in modo indipendente materiali sugli integratori alimentari esistenti per supportare il corpo con gastrite. Nonostante le raccomandazioni dei produttori, è possibile scegliere il dosaggio di tali farmaci e il regime di trattamento solo dopo aver discusso con il medico..

Rimedi popolari

L'uso di rimedi popolari è giustificato solo se la terapia è combinata con l'uso di farmaci prescritti da un medico. È necessario scegliere un metodo popolare insieme a un medico, poiché molte combinazioni di erbe medicinali possono portare a allergie e altre spiacevoli conseguenze.

Dieta per gastrite

Rispetto di una dieta terapeutica - i medici non si stancano di ripetere questo fatto - la condizione principale per il ripristino del corpo. Il rifiuto da fritto, grasso, troppo salato, in scatola, dolce è vitale per il paziente.

Nel trattamento della gastrite atrofica, vengono utilizzati diversi schemi dietetici:

  • Dieta numero 1a. È raccomandato per il dolore acuto nei primi giorni di malattia. La base della dieta è composta da zuppe al vapore, purea di ricotta, tè debole.
  • Dieta numero 2. È usato per esacerbazione della malattia per 5-7 giorni. Per un po ', tutti i prodotti sono esclusi, tranne i brodi, il tè. Pochi giorni dopo vengono introdotti carne bollita, pollo, pesce, prodotti a base di latte acido, frittata di vapore, frutta e verdura al forno.
  • Dieta numero 1. Viene utilizzato nel processo di recupero - entro 2-4 settimane dopo un'esacerbazione. Frutta e verdura fresche, piatti troppo freddi e caldi sono esclusi dalla dieta. Mangia più carni magre, frittate al vapore, uova e zuppe al forno, porridge viscido sull'acqua.

Esiste anche una dieta numero 4, prescritta per intolleranza ai latticini (i sintomi di enterite compaiono dopo che sono stati consumati). Come parte di questa dieta, i piatti a base di latte vengono completamente rimossi dalla dieta..

Prognosi e prevenzione della malattia

Il rischio di complicanze è maggiore, più il paziente si avvicina al trattamento in modo irresponsabile. Se viene rilevata gastrite atrofica (diffusa, antrale, focale o di altro tipo), è necessario iniziare immediatamente la terapia utilizzando farmaci, procedure di fisioterapia.

Il rischio di degenerazione cellulare in un tumore maligno raggiunge il 15% se il paziente non segue le raccomandazioni del medico. Perché ciò accada, è necessaria un'influenza intensa e costante sul corpo dei fattori provocatori..

L'assunzione sistematica di farmaci come prescritto dal medico porta alla regressione della malattia. La dieta e l'assunzione di vitamine rafforza la salute, proteggendo una persona dalla più pericolosa complicazione della gastrite atrofica - lo stadio precanceroso. Se non trattato, il rischio di rinascita raggiunge il 50% nei pazienti di età inferiore ai 50 e 70% se una persona ha più di questa età.

L'unico modo per prevenire la gastrite atrofica cronica è uno stile di vita sano, la cessazione dell'alcol e del fumo, una dieta equilibrata e una moderata attività fisica. Tuttavia, in alcuni casi, la patologia si sviluppa anche nelle persone che non violano queste regole, il che indica un'origine autoimmune e una predisposizione ereditaria.

Articoli Su Epatite