Antibiotici per colecistite: quali farmaci assumere

Principale Appendicite

La terapia farmacologica è prescritta da uno specialista medico per una forma inedita e semplice di colecistite. È importante non auto-medicare, ma affidare la propria salute a un professionista. Sulla base dei dati diagnostici ottenuti, il gastroenterologo comporrà il regime terapeutico ottimale, tenendo conto delle caratteristiche individuali del corpo del paziente.

Indicazioni per l'assunzione di antibiotici

I farmaci antibiotici sono indicati per l'uso nelle seguenti manifestazioni di colecistite:

  1. dolore crescente pronunciato nell'ipocondrio destro;
  2. un aumento della temperatura corporea fino a 38-39 ° C;
  3. indigestione pronunciata, accompagnata da vomito e diarrea;
  4. dolore in tutta la cavità addominale;
  5. complicazione della malattia da altri processi di natura infiammatoria o infettiva;
  6. segni di infezione rilevati durante gli esami del sangue di laboratorio.

Cause di patologia

Molto spesso, la colecistite nei pazienti si sviluppa sullo sfondo della malattia di calcoli biliari in corso. In questo caso, i calcoli nella cistifellea danneggeranno le pareti dell'organo, provocando un deterioramento del deflusso della bile..

Ulteriori fattori nello sviluppo della malattia possono essere:

  • deformità congenita dell'organo;
  • malattia metabolica;
  • esposizione a gravi malattie croniche non trattate (possono essere diabete mellito o aterosclerosi);
  • ha subito un trauma alla cavità addominale;
  • gravidanza (influenzata da cambiamenti ormonali e crescita uterina);
  • uno stile di vita sedentario e una completa mancanza di attività fisica;
  • stipsi;
  • cambiamenti legati all'età;
  • malnutrizione e predominanza di cibo spazzatura nel menu.

Nomi antibiotici

Di seguito è riportato un elenco di antibiotici che sono più comunemente usati per la colecistite:

  • L'azitromicina è prodotta sotto forma di compresse e capsule. Prendi il farmaco dopo i pasti. Il dosaggio medio è di circa 1 g. in un colpo solo.
  • Lo zitrolide è un farmaco simile al precedente, disponibile solo in capsule. L'azione è prolungata, cioè sarà sufficiente una dose al giorno.
  • Sumalek è un antibiotico appartenente alla categoria dei macrolidi. Disponibile in polvere o compresse. Per il trattamento, è sufficiente assumere il farmaco una volta al giorno. La durata del corso di trattamento è determinata dal medico curante.
  • Azikar - disponibile in forma di capsule. L'antibiotico ha una portata estesa. Può far fronte a un gran numero di processi infiammatori, compresi quelli complessi e combinati. È ampiamente usato per trattare la colecystopancreatite. Viene assunto una volta al giorno dopo i pasti. Dosaggio richiesto - 1 g.
  • Amoxil è un antibiotico composto di azione combinata. La composizione contiene amoxicillina, acido qualupanoico e altri componenti. Antibiotico sotto forma di compresse e soluzione. L'opzione di ammissione (orale o per infusione) è scelta dal medico.
  • Flemoxin Solutab - compresse solubili contenenti amoxicillina. Il farmaco sotto forma di soluzione agisce molto più velocemente e in modo più efficiente e ha anche un assorbimento quasi completo nel tratto gastrointestinale. Questo antibiotico può essere prescritto per bambini da 1 anno di età.

antispastici

Un gruppo di farmaci viene utilizzato nella lotta contro la colecistite per alleviare le sensazioni dolorose. È necessario utilizzare un farmaco antispasmodico per la discinesia ipermotoria - un disturbo del sistema biliare. Il sintomo principale è dolore a destra, amarezza in bocca, eruttazione.

I mezzi di azione diretta rilassano i muscoli della vescica e dei suoi dotti, nonché lo sfintere di Oddi e altre strutture del duodeno in qualsiasi fase. I farmaci più efficaci di questa categoria, che anche un bambino può usare (in quantità minime), sono No-Shpa e Papaverina. Applicato per forme calculee e sassose della malattia.

Un altro sottogruppo di antispasmodici è il m-anticolinergico. Nel trattamento della malattia vengono utilizzati atropina e platifillina. I gastroenterologi raccomandano di usare tali antidolorifici con cautela, perché possono provocare reazioni avverse. I medici prestano attenzione al fatto che è importante alleviare il dolore in tempo - è estremamente dannoso sopportare il disagio..

Antibiotici per colecistite durante un'esacerbazione

Se esiste il rischio di malattie più gravi, come la peritonite o l'empiema della colecisti con esacerbazione della colecistite, vengono prescritti antibiotici. Questo vale anche per le complicanze di natura settica..

Inoltre, gli antibiotici per l'infiammazione della cistifellea nella fase acuta sono prescritti in modo ottimale per un massimo di 10 giorni. È meglio somministrare il farmaco per via endovenosa: questo è il modo più efficace per consegnare rapidamente il farmaco al sito dell'infiammazione.

Con un'esacerbazione di colecistite, vengono prescritti Cefuroxime, Ceftriaxone, Cefotaxime, insieme ad Amoxicillina e Clavulanato. Il trattamento può essere effettuato con cefalosporine e metronidazolo.

Il regime antibiotico durante un'esacerbazione della malattia è standard, ma possono essere utilizzate opzioni alternative. Per esempio:

  • Ampicillin 2.0 4 volte al giorno (per via endovenosa);
  • Gentamicina (endovenosa);
  • Metronidazolo 0,5 g 4 volte al giorno (endovenoso).

La combinazione di metronidazolo e ciprofloxacina ha un effetto positivo.

Regole di applicazione

I farmaci non sicuri richiedono cautela. Il trattamento avrà successo se:

  • gli antibiotici per la colecistite sono prescritti da un medico;
  • viene prescritta l'assunzione parallela di probiotici (ad esempio Linex);
  • la durata del trattamento con un agente non supera i 10 giorni;
  • vengono prese in considerazione sia l'età del paziente che le sue malattie concomitanti.


Non è consigliabile interrompere il corso da soli. L'eccezione sono le complicanze indotte dalla droga. Una condizione importante per la guarigione è il completo rifiuto delle bevande alcoliche.

Antibiotici per colecistite cronica

Con la colecistite nella fase cronica, il trattamento antibiotico può essere applicato con un'infiammazione attiva nel sistema biliare. La terapia antibiotica ha luogo durante il periodo di esacerbazione della malattia di base, mentre è necessario prescrivere contemporaneamente agenti coleretici e antisettici. Tra questi, si applicano le seguenti:

  1. Eritromicina 0,25 g quattro volte al giorno;
  2. Oleandomicina 500 mg quattro volte al giorno dopo i pasti;
  3. Rifampicina 0,15 g tre volte al giorno;
  4. Ampicillina 500 mg da quattro a sei volte al giorno;
  5. Oxacillin 500 mg da quattro a sei volte al giorno.

I principali gruppi di agenti antimicrobici usati

Per il trattamento della colecistite, vengono utilizzati farmaci di diversi gruppi. Ciascuno dei quali agisce diversamente sul patogeno.

cefalosporine

Gli antibiotici iniettabili sono usati per trattare le forme acute della malattia e alleviare rapidamente i sintomi. Rappresentanti nominati di frequente: Cefotaxime, Ceftriaxone, Cefazolin. Il gruppo delle cefalosporine colpisce la maggior parte dei microbi patogeni, ma ha molti effetti collaterali.

Fluoroquinols

Sono attivi in ​​relazione alla flora gram-positiva e gram-negativa, ma non tutti i rappresentanti sono in grado di penetrare nella bile. Per il trattamento della colecistite, Ofloxacin e Nolitsin sono prescritti. Danno buoni risultati senza sviluppare resistenza ad essi. I fluorochinoli subiscono un metabolismo rapido, pertanto richiedono tre somministrazioni.

macrolidi

Hanno una vasta gamma di applicazioni e sono attivi contro entrambi i tipi di flora batterica. Hanno piccoli effetti collaterali. Utilizzato per la colecistite, come fallback, con la resistenza dei microrganismi alla maggior parte dei farmaci antibatterici.

penicilline

Questi sono antibiotici che sono attivamente utilizzati per trattare la forma cronica, poiché hanno un effetto quando sono sufficientemente accumulati nel corpo. Rappresentanti del gruppo: amoxicillina, ampiox, i farmaci non agiscono sulla flora gram-negativa, pertanto è necessario un test di sensibilità prima del trattamento. Di tutti gli agenti antibatterici, questo gruppo ha l'effetto meno tossico sul corpo..

Antibiotici per colecistite calcula

Le pietre nella cistifellea interferiscono con il deflusso della bile e allo stesso tempo irritano le pareti della vescica e dei dotti, provocando dolorosi processi infiammatori nel tratto gastrointestinale. Questi ultimi sono molto più difficili da trattare, a causa della loro localizzazione in prossimità del tratto gastrointestinale..

L'infezione può entrare nel sistema biliare insieme al flusso sanguigno. È questo fattore che porta al fatto che i pazienti che soffrono di malattie del sistema urinario e malattie intestinali iniziano automaticamente a soffrire di colecistite..

Con la colecistite calcarea, è necessario un trattamento complesso con antibiotici ad ampio spettro.

Tra questi agenti antimicrobici, vengono spesso prescritti:

  • Ampiox;
  • eritromicina;
  • ampicillina;
  • lincomicina;
  • Ericycline.

Questi farmaci vengono assunti 4 volte al giorno, il dosaggio viene selezionato individualmente per ciascun paziente. Oletetrin e Metacyclin sono spesso utilizzati anche nel decorso cronico della malattia..

Quali farmaci sono prescritti in combinazione con antibatterico

La colecistite è una malattia grave che richiede un approccio integrato, pertanto vengono utilizzati anche altri gruppi di farmaci:

  • analgesici, antispasmodici: Duspatalin, Neobutin, No-shpa;
  • coleretico: Allochol, Odeston, Hofitol;
  • epatoprotettori: Gepabene, Ursofalk, Essentiale Forte;
  • enzimi: creonte, Mezim, pancreatina;
  • preparati con cardo mariano: Galstena, Carsil, Legalon.

Oltre a questi fondi, 2-3 antibiotici sono spesso combinati per la loro maggiore efficacia. Ad esempio, il metronidazolo è combinato con le ultime cefalosporine, la cui efficacia nelle forme gravi di colecistite è insufficiente. La loro combinazione con penicilline è una garanzia dell'assenza di effetti collaterali.

Trattamento antibatterico standard mondiale

Molto spesso, la colecistite è causata da E. coli e dal battero patogeno B. fragilis, nonché da alcuni tipi di Klebsiella, enterococchi, pseudomonas. Date le peculiarità del decorso di queste infezioni, vengono prescritti quei gruppi di antibiotici che hanno il massimo effetto antimicrobico. Ecco come sono stati sviluppati regimi di trattamento standard per la colecistite acuta e per l'esacerbazione della colecistite cronica..

Gli antibiotici più raccomandati sono:

  • piperacillina + tazobactam (Aurotaz, Zopercin, Revotaz, Tazar, Tazpen),
  • ampicillina + sulbactam (Ampisid, Sulbatsin, Unazin),
  • amoxicillina + acido clavulanico (Amoxiclav, Augmentin, Flemoklav),
  • meropenem (Alvopenem, Aris, Demopenem, Europenem, Mipenam, Merogram, Meronem, Ronem, Expenem),
  • Imapenem + Cilastine (Prepenem).

Un altro regime di trattamento efficace prevede la combinazione di cefalosporine di terza generazione con metronidazolo (trichopolum), che può migliorare l'effetto del trattamento. Le cefalosporine più comunemente usate sono:

  • cefotaxime (Cefantral, Loraxim),
  • ceftriaxone (Auroxon, Belcef, Loraxon, Cefogram),
  • ceftazidime (Aurocef, Orzid, Fortum, Ceftadim),
  • cefoperazone + sulbactam (Macrocef, Sulperazon, Sulcef),
  • cefixime (Loprax, Sortsef, Suprax, Cefix).

Gli antibiotici elencati e i nomi commerciali con cui sono prodotti non sono i soli. In alcuni casi, il medico può prescrivere altri schemi, guidati dai risultati del test.

I farmaci di seconda scelta sono gentamicina, cloramfenicolo, tetracicline, eritromicina e alcuni altri tipi di antibiotici.

In alcuni casi, quando, oltre alla colecistite, i dotti biliari (colangite) sono infiammati o ci sono altre complicazioni, è possibile utilizzare contemporaneamente diversi farmaci antibatterici. Ad esempio, combinazioni di penicilline con fluorochinoloni - il più delle volte ampicillina con ciprofloxacina. O ampicillina con ossacillina (Ampiox).

I dosaggi dei farmaci dipendono dalla gravità dell'infezione, vengono selezionati individualmente. Nei casi più gravi, si raccomandano iniezioni di farmaci antibatterici, in casi più leggeri si possono assumere forme orali.

video

Colecistite, cause dell'apparenza, sue forme, sintomi, metodi di diagnosi e trattamento.

Siamo nei social network:

Maggiori informazioni:

  • ceftriaxone per colecistite lNDq9RCid8X3B9CEA3R6MBpbO4vHfIdsmJJetenx4duA4Z5zZOuCiKGWI8uQBA1ObJTvP2UOeffb5dCXUXq8zZR2R […]
  • antibiotici colecistite lNDq9RCid8X3B9CEA3R6MBpbO4vHfIdsmJJetenx4duA4Z5zZOuCiKGWI8uQBA1ObJTvP2UOeffb5dCXUXq8zZR2R […]
  • antibiotici per lNDq9RCid8X3B9CEA3R6MBpbO4vHfIdsmJJetenx4duA4Z5zZOuCiKGWI8uQBA1ObJTvP2UOeffb5dCXUXq8zZR2R […]
  • ampicillina per colecistite lNDq9RCid8X3B9CEA3R6MBpbO4vHfIdsmJJetenx4duA4Z5zZOuCiKGWI8uQBA1ObJTvP2UOeffb5dCXUXq8zZR2R […]
  • Sumamed per colecistite lNDq9RCid8X3B9CEA3R6MBpbO4vHfIdsmJJetenx4duA4Z5zZOuCiKGWI8uQBA1ObJTvP2UOeffb5dCXUXq8zZR2R […]
  • rimedi popolari per il trattamento della pielonefrite lNDq9RCid8X3B9CEA3R6MBpbO4vHfIdsmJJetenx4duA4Z5zZOuCiKGWI8uQBA1ObJTvP2UOeffb5dCXUXq8zZR2 []
  • trattamento a base di erbe di pielonefrite cronica lNDq9RCid8X3B9CEA3R6MBpbO4vHfIdsmJJetenx4duA4Z5zZOuCiKGWI8uQBA1ObJTvP2UOeffb5dCXUXq8zZR2R […]
  • trattamento della pielonefrite renale con rimedi popolari lNDq9RCid8X3B9CEA3R6MBpbO4vHfIdsmJJetenx4duA4Z5zZOuCiKGWI8uQBA1ObJTvP2UOeffb5dCXUXq8zZ2R [
  • sintomi di pielonefrite cronica e trattamento con rimedi popolari lNDq9RCid8X3B9CEA3R6MBpbO4vHfIdsmJJetenx4duA4Z5zZOuCiKGWI8uQBA1ObJTvP2UOeffb5dCXUXq8zZ2R
  • trattiamo la pielonefrite con rimedi popolari lNDq9RCid8X3B9CEA3R6MBpbO4vHfIdsmJJetenx4duA4Z5zZOuCiKGWI8uQBA1ObJTvP2UOeffb5dCXUXq8zZRR []

Diagnosi differenziale

La colecistite è spesso una conseguenza della colelitiasi avanzata (GSD) e richiede una terapia antibiotica per prevenire complicanze del tratto biliare. Quindi, nel 20% dei pazienti con colica biliare che trascurano il trattamento, si sviluppa una forma acuta di malattia infiammatoria.

Se la forma acuta non viene trattata, la colecistite diventa gradualmente cronica ed è complicata dall'infiammazione degli organi vicini: colangite, pancreatite, colangioepatite e altri..

Più del 90% dei casi di colecistite sono dovuti a blocchi di calcoli biliari.

Per confermare la diagnosi, vengono utilizzati gli ultrasuoni (ultrasuoni) degli organi addominali, inoltre possono essere prescritti test di laboratorio.

I fattori di rischio includono:

  • contraccezione orale,
  • gravidanza,
  • predisposizione genetica,
  • obesità,
  • diabete e altri disturbi metabolici,
  • malattia del fegato.

Senza la mancanza di un trattamento tempestivo della colecistite, diventa cronico. Il trattamento della colecistite è sempre complesso e dipende dalla gravità della condizione e dalla presenza di complicanze. Molto spesso, il trattamento viene eseguito a livello ambulatoriale a casa, ma in alcuni casi può essere necessario un ricovero in ospedale e persino un trattamento chirurgico.

Gli antibiotici sono usati per combattere direttamente l'infezione. Solo un medico può scegliere un farmaco efficace in base al quadro clinico e ai dati di laboratorio.

Caratteristiche della terapia

Gli antibiotici per la colecistite sono obbligatori nella terapia medica. Con l'aiuto di questi farmaci, è possibile nel più breve tempo possibile sopprimere l'attività dei batteri patogeni che provocano il processo infiammatorio nell'organo.

Molto spesso, gli antibiotici per il trattamento della colecistite sono prescritti per il decorso acuto della malattia. La durata della terapia non dovrebbe durare più di sette giorni. In rari casi (con lo sviluppo di complicanze), il corso del trattamento dura 10 giorni.

Per tutto questo tempo, le condizioni del paziente devono essere monitorate dal medico curante. È estremamente pericoloso impegnarsi in un trattamento incontrollato.

Possibili complicazioni

Bere antibiotici dovrebbe essere come indicato da un operatore sanitario qualificato. Ciò è necessario non solo a causa della possibile presenza di controindicazioni, ma anche per ottenere raccomandazioni al fine di prevenire complicanze della terapia..

Le reazioni avverse possono includere:

  • l'emergere di resistenza dei microrganismi patogeni ai principi attivi dei farmaci;
  • reazioni allergiche di natura generale e locale;
  • violazione dello stato della microflora del tratto intestinale (disbiosi);
  • processi infiammatori nella cavità orale;
  • micosi della pelle e delle mucose;
  • lo sviluppo di uno stato di immunodeficienza;
  • mancanza di vitamine nel corpo;
  • spasmi dell'albero bronchiale.

Importante! In quelle dosi di farmaci che sono selezionate dal medico per il paziente, le reazioni indesiderate del corpo si verificano abbastanza raramente..

Quali antibiotici sono prescritti per la colecistite

Gli antibiotici per la colecistite sono una parte importante della complessa terapia dell'infiammazione della colecisti. La colecistite sintomatica si manifesta con dolore addominale, nausea, vomito, febbre. I farmaci antibatterici sono prescritti per fermare l'infezione.

Oltre al trattamento antibiotico e alla terapia sintomatica (ad esempio i farmaci che espellono la bile), si raccomanda di seguire una dieta liquida a basso contenuto di grassi. In questo articolo esamineremo i sintomi e il trattamento e gli antibiotici durante la colecistite.

Diagnosi differenziale

La colecistite è spesso una conseguenza della colelitiasi avanzata (GSD) e richiede una terapia antibiotica per prevenire complicanze del tratto biliare. Quindi, nel 20% dei pazienti con colica biliare che trascurano il trattamento, si sviluppa una forma acuta di malattia infiammatoria.

Se la forma acuta non viene trattata, la colecistite diventa gradualmente cronica ed è complicata dall'infiammazione degli organi vicini: colangite, pancreatite, colangioepatite e altri..

Più del 90% dei casi di colecistite sono dovuti a blocchi di calcoli biliari.

Per confermare la diagnosi, vengono utilizzati gli ultrasuoni (ultrasuoni) degli organi addominali, inoltre possono essere prescritti test di laboratorio.

I fattori di rischio includono:

  • contraccezione orale,
  • gravidanza,
  • predisposizione genetica,
  • obesità,
  • diabete e altri disturbi metabolici,
  • malattia del fegato.

Senza la mancanza di un trattamento tempestivo della colecistite, diventa cronico. Il trattamento della colecistite è sempre complesso e dipende dalla gravità della condizione e dalla presenza di complicanze. Molto spesso, il trattamento viene eseguito a livello ambulatoriale a casa, ma in alcuni casi può essere necessario un ricovero in ospedale e persino un trattamento chirurgico.

Gli antibiotici sono usati per combattere direttamente l'infezione. Solo un medico può scegliere un farmaco efficace in base al quadro clinico e ai dati di laboratorio.

È possibile fare a meno degli antibiotici durante la colecistite?

La colecistite si verifica quando la parete della cistifellea viene infettata. Ecco perché gli antibiotici sono prescritti per combattere le infezioni negli adulti e nei bambini. Nonostante il fatto che gli antibiotici per l'infiammazione della cistifellea da soli non siano in grado di curare la colecistite, è impossibile farne completamente a meno..

Nessun metodo popolare sarà in grado di sopprimere il focus dell'infezione nella cistifellea, il massimo è stimolare il deflusso della bile, ma non curare l'infezione.

Inoltre, senza antibiotici, c'è il rischio che l'infezione si diffonda agli organi vicini: entrerà nei dotti biliari, nel fegato e nel pancreas. È possibile iniziare l'infiammazione al punto che i medici devono rimuovere la cistifellea.

La terapia antibiotica è prescritta nel periodo di esacerbazione della malattia del calcoli biliari, trattamento delle forme calcacee, acute e croniche di colecistite. I farmaci ad ampio spettro sono usati per sopprimere il più possibile l'infezione e prevenire complicazioni.

Controindicazioni per la terapia antibiotica

Tutte le controindicazioni all'uso di antibiotici durante la colecistite e con la malattia del calcoli biliari sono relative, il che significa che in caso di controindicazioni nel paziente, il medico deve scegliere l'opzione di trattamento alternativa più appropriata.

La revisione degli appuntamenti è richiesta nei seguenti casi:

  • una storia di allergia agli antibiotici di qualsiasi gruppo,
  • Mononucleosi infettiva,
  • gravidanza in tutte le fasi,
  • periodo di lattazione,
  • una storia di una reazione allergica a qualsiasi farmaco,
  • grave stato scompensato del paziente.

Il miglior farmaco antibatterico per la colecistite

Molti sono preoccupati per quali antibiotici sono i migliori da scegliere. Non esiste una pillola "magica" per il trattamento della colecistite.

Ogni farmaco ha il suo spettro d'azione, le caratteristiche del suo uso, quindi il medico dovrebbe selezionare un antibiotico per il trattamento basato sui sintomi e sull'esame.

Esistono protocolli standard per il trattamento della colecistite, che guidano la scelta dei farmaci. Puoi saperne di più su questo sotto nell'articolo..

L'infiammazione della cistifellea è una malattia grave e l'autotrattamento della colecistite non è solo inaccettabile, ma anche pericoloso. Per chiarire la diagnosi, selezionare un regime terapeutico, possono essere prescritti ulteriori studi: ultrasuoni, esame dei campioni (anche chiamato coltura), analisi del sangue biochimica generale. Il trattamento della colecistite è sempre complesso, ma senza la terapia antibiotica, il recupero non arriverà.

Trattamento antibatterico standard mondiale

Molto spesso, la colecistite è causata da E. coli e dal battero patogeno B. fragilis, nonché da alcuni tipi di Klebsiella, enterococchi, pseudomonas. Date le peculiarità del decorso di queste infezioni, vengono prescritti quei gruppi di antibiotici che hanno il massimo effetto antimicrobico. Ecco come sono stati sviluppati regimi di trattamento standard per la colecistite acuta e per l'esacerbazione della colecistite cronica..

Gli antibiotici più raccomandati sono:

  • piperacillina + tazobactam (Aurotaz, Zopercin, Revotaz, Tazar, Tazpen),
  • ampicillina + sulbactam (Ampisid, Sulbatsin, Unazin),
  • amoxicillina + acido clavulanico (Amoxiclav, Augmentin, Flemoklav),
  • meropenem (Alvopenem, Aris, Demopenem, Europenem, Mipenam, Merogram, Meronem, Ronem, Expenem),
  • Imapenem + Cilastine (Prepenem).

Un altro regime di trattamento efficace prevede la combinazione di cefalosporine di terza generazione con metronidazolo (trichopolum), che può migliorare l'effetto del trattamento. Le cefalosporine più comunemente usate sono:

  • cefotaxime (Cefantral, Loraxim),
  • ceftriaxone (Auroxon, Belcef, Loraxon, Cefogram),
  • ceftazidime (Aurocef, Orzid, Fortum, Ceftadim),
  • cefoperazone + sulbactam (Macrocef, Sulperazon, Sulcef),
  • cefixime (Loprax, Sortsef, Suprax, Cefix).

Gli antibiotici elencati e i nomi commerciali con cui sono prodotti non sono i soli. In alcuni casi, il medico può prescrivere altri schemi, guidati dai risultati del test.

I farmaci di seconda scelta sono gentamicina, cloramfenicolo, tetracicline, eritromicina e alcuni altri tipi di antibiotici.

In alcuni casi, quando, oltre alla colecistite, i dotti biliari (colangite) sono infiammati o ci sono altre complicazioni, è possibile utilizzare contemporaneamente diversi farmaci antibatterici. Ad esempio, combinazioni di penicilline con fluorochinoloni - il più delle volte ampicillina con ciprofloxacina. O ampicillina con ossacillina (Ampiox).

I dosaggi dei farmaci dipendono dalla gravità dell'infezione, vengono selezionati individualmente. Nei casi più gravi, si raccomandano iniezioni di farmaci antibatterici, in casi più leggeri si possono assumere forme orali.

Trattamento per colecistite durante la gravidanza e l'allattamento

Per il trattamento della colecistite nelle donne in gravidanza, vengono utilizzati quei gruppi di antibiotici che possono essere utilizzati durante la gravidanza. Questi includono alcune penicilline, cefalosporine e in alcuni casi vengono utilizzati macrolidi. I più comunemente usati sono ampicillina + sulbactam (Ampisid, Sulbatsin, Unazin), ceftriaxone (Auroxon, Belcef, Loraxon, Cefogram), azitromicina (Sumamed, Hemomycin).

Gli antibiotici elencati sono relativamente sicuri per il feto e possono essere utilizzati durante la gravidanza se i benefici attesi superano il possibile danno derivante dall'assunzione di essi.

Ma l'allattamento al seno per la durata del trattamento dovrà essere interrotto in modo che il bambino non riceva una parte dell'antibiotico con il latte. È molto difficile prevederne le conseguenze, quindi vale la pena interrompere l'allattamento mentre la madre sta assumendo farmaci antibatterici.

In nessun caso dovresti auto-medicare, prendendo qualsiasi farmaco senza consultare un medico. Alcuni antibiotici possono causare danni irreparabili al feto, pertanto solo un medico può prescrivere un trattamento durante la gravidanza e l'allattamento..

Caratteristiche di ammissione e complicanze della terapia antibiotica

Durante il trattamento, l'alcool deve essere completamente abbandonato, aderendo a una dieta per la colecistite: esclusione di cibi grassi, consumo eccessivo di zucchero, legumi, frutta e bacche acide, cibo in scatola, carni affumicate, cibi piccanti, caffè forte.

È importante aderire pienamente al regime di trattamento, non modificare il dosaggio, non perdere un appuntamento, non interrompere il corso, anche se si è verificato un recupero completo. Altrimenti, può svilupparsi la resistenza dell'infezione a un antibiotico, una rapida ricaduta della malattia. Come qualsiasi altro farmaco, gli antibiotici hanno una serie di effetti collaterali. Maggiori dettagli sui possibili effetti collaterali sono descritti nelle istruzioni per il farmaco..

Nelle recensioni degli utenti, puoi trovare una varietà di effetti collaterali, ma il più delle volte si verifica:

  • disbiosi, che porta alla rottura del tratto digestivo,
  • carenza di vitamina K, che può portare a sangue dal naso,
  • candidosi della bocca e altre mucose (ad esempio mughetto),
  • reazioni allergiche, se esiste una sensibilità individuale ai componenti del farmaco (questi segni non possono essere ignorati).

Per prevenire effetti collaterali, è necessario seguire rigorosamente le istruzioni e le raccomandazioni del proprio medico. Dopo un uso prolungato, si consiglia di bere un ciclo di probiotici per ripristinare la microflora intestinale sana.

video

Colecistite, cause dell'apparenza, sue forme, sintomi, metodi di diagnosi e trattamento.

Azithromycin per colecistite e gastrite

4 antibiotici più efficaci per la colecistite (infiammazione della colecisti)

La colecistite acuta è una patologia a insorgenza improvvisa, accompagnata da:

  • lesione infiammatoria della cistifellea;
  • intenso dolore all'addome, aggravato durante la palpazione dell'ipocondrio destro;
  • febbre e brividi;
  • vomito misto a bile;
  • la comparsa di marcatori di laboratorio di reazioni infiammatorie non specifiche e segni di danno alla cistifellea sugli ultrasuoni.

Il ruolo principale nello sviluppo dell'infiammazione della cistifellea è svolto dall'ipertensione biliare (una violazione del deflusso della bile associata all'ostruzione del dotto della cistifellea con una pietra, muco, detriti, lamblia) e infezione della bile. L'introduzione dell'infezione nella cistifellea può essere ematogena, linfogena o enterogena..

La base della terapia farmacologica nel periodo acuto sarà l'uso di farmaci antispasmodici (normalizzazione del deflusso della bile), antibiotici (per eliminare la componente infettiva), FANS (riduzione della gravità della reazione infiammatoria, riduzione di edema e sollievo dal dolore), soluzioni cristalloidi di infusione.

Il trattamento antibiotico per l'infiammazione della colecisti è obbligatorio e aiuta a ridurre il rischio di complicanze settiche.

Gli antibiotici per la colecistite cronica sono prescritti durante un'esacerbazione, cioè durante un attacco acuto. Nella fase di remissione della malattia, la terapia antibiotica non viene eseguita.

Tipi di colecistite

  • acuta e cronica;
  • complicato e semplice;
  • calcoli e non calcoli.

Secondo il fattore eziologico, la colecistite può essere batterica, virale, parassitaria, non microbica (immunogenica, asettica), allergica, post-traumatica, enzimatica, ecc..

Nella maggior parte dei casi, l'infiammazione è inizialmente associata a una violazione del deflusso della bile e della sua infezione. Va notato che il componente batterico dell'infiammazione è attaccato anche con colecistite inizialmente asettica. Ciò è dovuto al fatto che una violazione del deflusso della bile è accompagnata da un aumento della concentrazione di lisolecitina, che danneggia la mucosa della cistifellea. Pertanto, gli antibiotici per l'infiammazione della cistifellea vengono utilizzati senza fallo..

Gli antibiotici per la colecistite sono selezionati tenendo conto dei principali agenti causali dell'infiammazione. Cioè, devono agire su E. coli, Klebsiella, Pseudomonas, Staphylococci, Streptococci, Enterococchi, ecc..

Antibiotici per colecistite

I principali gruppi di farmaci più efficaci per la colecistite saranno:

  • beta-lattamici (penicilline e cefalosporine protette dagli inibitori, carbapenemi possono essere utilizzati nei casi più gravi);
  • fluorochinoloni (ciprofloxacin®);
  • macrolidi (claritromicina®, eritromicina®);
  • lincosammine (clindamicina ®);
  • tetracicline (doxycycline®);
  • derivati ​​del nitroimidazolo (metronidazole®, ornidazole®).

Per la colecistite acuta, il metronidazolo è prescritto in combinazione con altri antibiotici. Separatamente, questo farmaco, così come ornidazole ®, non è prescritto. I preparati di nitroimidazolo sono usati per le infezioni miste. La loro prescrizione al principale antibiotico (fluorochinolone ®, cefalosporina ®, ecc.) Consente di massimizzare lo spettro d'azione del farmaco.

Per gravi infezioni enterococciche, si consiglia di utilizzare una combinazione di ampicillina protetta dagli inibitori (ampicillina + sulbactam ®) con un antibiotico aminoglicosidico - gentamicina ®.

L'amoxicillina ® per colecistite viene anche utilizzata in una versione protetta dagli inibitori (amoxicillina + acido clavulanico). L'uso di questo antibiotico nella sua forma pura non è raccomandato, a causa dell'elevato rischio di resistenza del patogeno.

Nella colecistite acuta grave con un alto rischio di complicanze settiche, vengono utilizzati carbapenemi: ertapenem. Per un'infiammazione moderata della cistifellea, si consiglia di utilizzare altri antibiotici beta-lattamici: penicilline protette dagli inibitori, aminopenicilline (l'ampicillina è raccomandata per la colecistite acuta) o cefalosporine.

La ciprofloxacina ® per la colecistite è prescritta a pazienti con intolleranza agli antibiotici beta-lattamici.

Dei farmaci cefalosporinici, l'applicazione è mostrata:

Ceftriaxone ® non è raccomandato per la colecistite, poiché può portare al ristagno della bile e provocare lo sviluppo di calcoli nella cistifellea.

Per la colecistite acuta, la terapia antibiotica viene solitamente somministrata per 5-7 giorni.

Gli antibiotici per la colecistite cronica (nella fase acuta) o per un'infiammazione acuta complicata possono essere prescritti da sette a dieci giorni.

Una panoramica dei farmaci essenziali

Ampicillin ®

Il farmaco appartiene alle aminopenicilline semisintetiche. Amicillin ® è altamente efficace per la colecistite causata da E. coli, enterococco, Proteus, stafilococco e streptococco. Il farmaco ad alte concentrazioni si accumula nella bile, anche in gravi colestasi. Gli svantaggi dell'antibiotico includono il fatto che è completamente distrutto dagli enzimi batterici beta-lattamasi, pertanto, se si sospetta che l'infiammazione sia causata da ceppi che producono la beta-lattamasi, si raccomanda di prescrivere una versione protetta dagli inibitori: ampicillina + sulbactam.

Ampicillin ® viene somministrato per via intramuscolare a 0,5-1 grammi ogni 6 ore. Nei casi più gravi, la dose giornaliera può essere aumentata a sei grammi, suddivisa in 4-6 iniezioni.

Per i bambini di età superiore a 6 anni, il farmaco è prescritto a 100 mg / kg al giorno. La dose giornaliera è divisa in 4-6 iniezioni.

Per i pazienti con disfunzione renale, il dosaggio viene regolato in base alla velocità di filtrazione glomerulare.

L'antibiotico è controindicato nei pazienti con mononucleosi, malattie linfoproliferative, grave disfunzione renale e epatica, intolleranza al beta-lattame.

L'ampicillina può essere prescritta alle donne in gravidanza. Se è necessario utilizzare il prodotto durante l'allattamento, l'alimentazione naturale viene temporaneamente interrotta.

Oxamp ®

Per la colecistite da stafilococco grave causata da ceppi che formano la penicillinasi, viene utilizzata una combinazione di ampicillina con ossacillina. Oxacillin ® appartiene anche alla serie delle penicilline, tuttavia, a differenza dell'ampicillina, non viene distrutta dagli enzimi batterici.

Per adulti e bambini di età superiore ai 14 anni, Oxamp® viene prescritto 500-1000 milligrammi quattro volte al giorno. Ai pazienti di età superiore ai sette anni vengono prescritti 50 milligrammi per chilogrammo al giorno..

Le controindicazioni alla prescrizione di antibiotici sono simili alle restrizioni all'uso di ampicillina.

Cefazolin ® (Kefzol ®)

Il farmaco appartiene agli antibiotici cefalosporinici di prima generazione. Cefazolin ® è altamente attivo contro un'ampia gamma di microrganismi, inclusi tutti i principali agenti causali della colecistite.

Il farmaco è controindicato nei pazienti con allergie ai beta-lattamici e nei pazienti di età inferiore a 1 mese. Un antibiotico può essere prescritto per le donne in gravidanza se il beneficio atteso supera il rischio potenziale.

Per gli adulti, Cefazolin ® viene prescritto 500-1000 milligrammi due volte al giorno. Nei casi più gravi, l'antibiotico può essere usato un grammo tre volte al giorno..

Ai bambini vengono prescritti 25-50 mg / kg al giorno. La dose giornaliera è divisa in 3-4 dosi. Nei casi più gravi di malattia, la dose giornaliera può aumentare a cento milligrammi per chilogrammo..

Ciprofloxacin ®

Antibiotico fluorochinolonico con il più ampio spettro di attività antibatterica. L'antibiotico ad alte concentrazioni si accumula nella bile e agisce su tutti i principali agenti causali di infiammazione della cistifellea.

La ciprofloxacina ® per la colecistite viene utilizzata se il paziente ha allergie o altre controindicazioni alla nomina di antibiotici beta-lattamici.

La ciprofloxacina è prescritta in una dose da 0,5 a 0,75 grammi due volte al giorno.

Come tutti i fluorochinoloni, la ciprofloxacina non è prescritta per i bambini di età inferiore ai 18 anni, le donne che portano un bambino e l'allattamento, i pazienti con deficit di glucosio-sei-fosfato deidrogenasi, gravi disfunzioni renali e epatiche, nonché intolleranza agli antibiotici fluorochinolonici o infiammazione dei tendini una storia di assunzione di questi farmaci.

Con estrema cautela, il farmaco può essere prescritto a pazienti con patologie del sistema nervoso centrale e disturbi mentali, CMC (incidente cerebrovascolare), pazienti anziani.

Metronidazole ®

I derivati ​​del nitroimidazolo sono prescritti in aggiunta al principale antibiotico, in caso di sospetta infezione aerobica-anaerobica mista.

Il farmaco non è prescritto ai pazienti nel primo trimestre di gravidanza, ai pazienti con malattie del sistema nervoso centrale, sangue o gravi danni al fegato.

Nel secondo e terzo trimestre, il metronidazolo ® può essere utilizzato se assolutamente necessario. L'alimentazione naturale viene interrotta durante il trattamento.

Per la colecistite, il metronidazolo ® viene prescritto 0,5 grammi per via endovenosa ogni sei ore.

Ai bambini viene prescritto un antibiotico a 7,5 milligrammi per chilogrammo ogni 6 ore.

Fondamenti di terapia farmacologica per colecistite

Al culmine dell'attacco di colecistite acuta, si raccomandano fame e bevande alcaline. Successivamente, viene prescritta la dieta 0. Dopo la stabilizzazione dello stato, così come nella colecistite cronica, si raccomanda la dieta numero 5.

Portiamo alla tua attenzione un eccellente video di uno spettacolo televisivo con E. Malysheva sulla colecistite:

Per ridurre l'intensità del dolore, un impacco di ghiaccio viene posizionato sull'ipocondrio destro. È severamente vietato utilizzare le piastre riscaldanti. Poiché il riscaldamento aumenta il flusso sanguigno, accelera la progressione del processo infiammatorio e lo sviluppo di lesioni distruttive della cistifellea.

La terapia farmacologica per la colecistite acuta è volta a:

  • normalizzazione del deflusso biliare (uso di anticolinergici e antispasmodici);
  • ridurre la gravità della risposta infiammatoria (farmaci antinfiammatori non steroidei);
  • distruzione del componente infettivo (terapia antibiotica);
  • disintossicazione (terapia infusionale).

Secondo le indicazioni, possono essere utilizzati antiemetici (metoclopramide) e antiacidi contenenti alluminio, finalizzati al legame con gli acidi biliari.

Per ridurre l'ispessimento della bile, l'uso di acido ursodesossicolico è altamente efficace.

Con la colecistite calcarea, si consiglia un intervento chirurgico pianificato da due a tre settimane dopo che le condizioni del paziente sono tornate alla normalità..

Le indicazioni per un intervento chirurgico nella colecistite acuta non calcarea sono lo sviluppo di complicanze o un decorso grave sullo sfondo della mancanza di effetto dalla terapia farmacologica.

Quali antibiotici trattano efficacemente la colecistite e come usarli

La colecistite è una patologia in cui la cistifellea si infiamma. La malattia può essere acuta e cronica. A causa della rottura della cistifellea, spesso sullo sfondo della colecistite, si sviluppa la pancreatite - infiammazione del pancreas.

Queste patologie sono trattate con farmaci, a volte: ricorrono all'intervento chirurgico. Gli antibiotici per colecistite e pancreatite sono obbligatori, soprattutto durante un'esacerbazione di malattie.

La durata della terapia antibiotica va da 1 settimana a diversi mesi. Succede che vengano eseguiti diversi corsi di trattamento. Diamo un'occhiata più da vicino a quali farmaci vengono utilizzati per pancreatite e colecistite.

ceftriaxone

L'uso di antibiotici per pancreatite e colecistite è obbligatorio. Fondamentalmente, i medici ricorrono all'uso del farmaco con il nome commerciale Ceftriaxone. È economico ed efficace allo stesso tempo. In media, il costo di 1 fiala è di 20 rubli.

L'agente antibatterico appartiene al gruppo delle cefalosporine. Il principio attivo distrugge i batteri gram-positivi, i batteri gram-negativi, gli anaerobi. Tuttavia. la resistenza al ceftriaxone si manifesta con stafilococchi e alcuni ceppi di enterococchi.

Ceftriaxone è usato per colecistite, pancreatite, lesioni batteriche degli organi addominali, sifilide e gonorrea semplice. Inoltre, l'antibiotico può essere utilizzato dopo l'intervento chirurgico, durante il quale viene rimossa la cistifellea o parte del pancreas.

Per quanto riguarda i dosaggi, sono selezionati su base puramente individuale. Le istruzioni indicano una dose media di 1-2 grammi / giorno. Il medicinale viene iniettato in una vena o nel tessuto muscolare. La durata dell'uso è impostata tenendo conto della gravità del decorso della colecistite e della pancreatite.

  1. Insufficienza renale.
  2. Allergia ai costituenti dei farmaci.
  3. Gravidanza e allattamento.
  4. Enterite o colite dovute all'uso di farmaci antibatterici.
  5. iperbilirubinemia.

Gli effetti collaterali includono reazioni di ipersensibilità, mal di testa, vertigini, disturbi digestivi e disturbi ematopoietici. Possibile gonfiore nel sito di iniezione.

Levomycetin

La levomicetina è una potente pillola antibatterica per colecistite e pancreatite. Un antibiotico è disponibile anche sotto forma di collirio e soluzione alcolica. Il prezzo medio di un farmaco è di 50 rubli per confezione.

Il principio attivo è un componente chiamato chrolamphenicol. È dannoso per la maggior parte dei batteri gram-positivi e gram-negativi. Il farmaco interrompe la sintesi proteica del microrganismo patogeno, a seguito della quale provoca la sua morte.

Un antibiotico viene utilizzato per lesioni infettive del tratto biliare e delle vie urinarie. Anche le indicazioni per l'uso sono salmonellosi, febbre tifoide, ascesso cerebrale, clamidia, pancreatite acuta, infezioni delle ferite purulente, peritonite.

Le compresse devono essere assunte 3-4 volte al giorno. Si consiglia di bere questo antibiotico per colecistite acuta per 1-2 settimane. Se necessario, il corso del trattamento può essere esteso.

La levomicetina è controindicata durante la gravidanza e l'allattamento, insufficienza renale, insufficienza epatica, porfiria acuta, depressione dell'ematopoiesi del midollo osseo. Non è raccomandato l'uso del medicinale per le persone che hanno assunto citostatici poco prima della terapia o sottoposti a radioterapia.

  • Violazione dell'emostasi.
  • Disturbi digestivi.
  • Reazioni allergiche.
  • Dermatite.
  • Herpes cardiovascolare.
  • Funzionalità compromessa del sistema nervoso.

In caso di sovradosaggio, acidosi, insufficienza cardiovascolare, sono possibili coma.

azitromicina

L'azitromicina è inclusa nell'elenco degli antibiotici più efficaci per la colecistite e la pancreatite. Il medicinale è disponibile sotto forma di compresse, capsule e polvere. Il prezzo medio di un antibiotico è di 90 rubli per confezione.

Il principio attivo del farmaco è l'azitromicina diidrato. Il componente appartiene agli antibiotici semisintetici del gruppo macrolidi. Ha un effetto dannoso sui batteri gram-positivi e gram-negativi. Anche l'azitromicina è attiva contro anaerobi, clamidia, micoplasma, ureaplasma, spirochete.

Tra le indicazioni per l'uso, ci sono malattie infettive dei dotti biliari, processi infettivi negli organi ENT, malattie batteriche del tratto urogenitale, scarlattina, borreliosi, ulcere gastriche e duodenali.

La capsula e la pillola per pancreatite e colecistite devono essere assunte 1 volta al giorno. Se necessario, la dose è raddoppiata. Per quanto riguarda la durata della terapia, è impostato individualmente dal medico curante..

L'azitromicina è controindicata in caso di intolleranza agli antibiotici macrolidi, patologie renali ed epatiche. Inoltre, non è prescritto alcun medicinale per le donne in gravidanza e in allattamento, nonché per i bambini di peso inferiore a 45 kg.

  1. Reazioni allergiche e anafilattiche.
  2. Violazioni degli organi del sistema ematopoietico.
  3. Disfunzione del sistema nervoso.
  4. Violazione della funzionalità del sistema genito-urinario.
  5. Disturbi digestivi.
  6. Candidosi.
  7. Insufficienza epatica, epatite necrotizzante / fulminante.

L'uso a lungo termine può ridurre l'acuità dell'udito.

ampicillina

L'ampicillina è un antibiotico semisintetico della serie di penicilline. È ampiamente usato nel trattamento delle malattie infettive dell'apparato digerente. È spesso prescritto durante un'esacerbazione di pancreatite e colecistite. Disponibile sotto forma di compresse, capsule, sospensione e soluzione. Prezzo medio: 120 rubli per pacco.

Il principio attivo agisce inibendo la sintesi della membrana cellulare dei microrganismi in divisione. L'ampicillina distrugge i batteri gram-positivi e gram-negativi, nonché varie infezioni intestinali.

Le indicazioni per l'uso includono pancreatite acuta, colecistite acuta, pielonefrite, lesioni infettive del tratto respiratorio superiore, dermatosi infettive, salmonellosi, difterite, febbre tifoide, meningite, endocardite, peritonite, clamidia.

Le compresse devono essere assunte in un dosaggio di 250-500 mg 3-4 volte al giorno. Per quanto riguarda la soluzione medicinale, per essa, la dose ottimale è considerata di 1-2 grammi al giorno. La durata dell'uso di Ampicillin è limitata a 3 settimane, se necessario, vengono eseguiti diversi cicli di trattamento.

  • Leucemia linfocitica.
  • Forma infettiva di mononucleosi.
  • Ipersensibilità ai farmaci del gruppo della penicillina.
  • Età da bambini (fino a 1 mese).
  • Colite causata dall'assunzione di antibiotici.
  • Con cautela durante la gravidanza e l'allattamento.

Effetti collaterali: prurito, reazioni allergiche, dermatite, eritema, disbiosi, disturbi digestivi, stomatite, glossite, nefrite, nefropatia, candidosi vaginale, aggressività, insonnia, crampi muscolari. Sono possibili reazioni anafilattiche ed edema di Quincke.

Oxacillin

Molti antibiotici sono vietati durante la gravidanza. Ma in caso di necessità urgente, un medico può prescrivere a una donna farmaci che non hanno un effetto significativo sul feto e praticamente non penetrano nella barriera placentare..

Quindi, l'oxacillina è considerata un buon antibiotico. Può essere assunto durante la gravidanza. Un antibiotico viene prodotto sotto forma di compresse e polvere per preparare una soluzione medicinale. Il prezzo medio di un pacchetto è di 200 rubli.

L'oxacillina appartiene alla generazione di penicilline semisintetiche. Il principio attivo del farmaco distrugge i microrganismi patogeni bloccando il processo di sintesi del peptidoglicano. Il medicinale ha un effetto dannoso sui batteri gram-positivi e sui cocchi gram-negativi.

L'uso di oxacillina è raccomandato nelle malattie infettive dell'apparato digerente, degli organi ENT e del sistema genito-urinario. Anche le indicazioni per l'uso sono osteomielite, ascesso, flemmone, sepsi, pielite.

Le compresse devono essere assunte in un dosaggio di 1-2 grammi al giorno, il dosaggio massimo consentito è di 3 grammi al giorno. Per quanto riguarda la polvere, viene somministrata per via intramuscolare o endovenosa alla dose di 2-4 grammi / giorno. Diluire la polvere con acqua per preparazioni iniettabili o soluzione NaCl. La durata dell'uso di antibiotici è impostata individualmente.

  1. Asma bronchiale.
  2. Allergia ai costituenti dei farmaci.
  3. Patologie del sistema renale.
  4. lattazione.
  5. Enterocolite.

Gli effetti collaterali includono disturbi dispeptici, reazioni di ipersensibilità, broncospasmo, nefrite, ematuria, disturbi del funzionamento del sistema ematopoietico, aumento dell'attività degli enzimi epatici. Con l'uso prolungato, è possibile lo sviluppo di enterocolite pseudomembranosa..

eritromicina

L'eritromicina è spesso prescritta a pazienti adulti con colecistite e pancreatite. Questo antibiotico è disponibile sotto forma di unguento, compresse, unguento per gli occhi, liofilizzato. Prezzo medio dei fondi - 80 rubli.

L'eritromicina è un antibiotico batteriostatico. Il suo principio di azione si basa sul legame della subunità ribosomiale, con conseguente distruzione del legame peptidico tra molecole di aminoacidi. L'antibiotico blocca la sintesi proteica e causa quindi la morte di microrganismi patogeni. Attivo contro cocchi gram-positivi e gram-negativi.

È prescritto principalmente per le malattie infettive degli organi ENT e degli organi del sistema epatobiliare / digestivo. Il dosaggio giornaliero è di 2-3 grammi. Aumenta a 4 grammi se necessario. Puoi usare un antibiotico per non più di 10 giorni.

  • aritmia.
  • itterizia.
  • Patologia renale.
  • Assunzione di Astemizole o Terdenacin.
  • Intolleranza ai componenti del farmaco.

Gli effetti collaterali sono rari quando si utilizza il farmaco. Tuttavia, sono possibili disturbi digestivi e disturbi nel funzionamento degli organi del sistema cardiovascolare..

Oltre agli antibiotici, vengono utilizzati altri farmaci per la colecistite. I farmaci antispasmodici (Drotaverin, No-shpa, Baralgin, Papaverin) sono prescritti a colpo sicuro. Questi farmaci aiutano ad alleviare gli spasmi e normalizzare il passaggio biliare. Si consiglia di assumere antispasmodici per colecistite non più di 2 settimane.

Insieme a loro, a volte vengono prescritti farmaci antinfiammatori non steroidei (Diclofenac, Nise, Ibuprofen). Gli antidolorifici alleviano il disagio e la colica nell'ipocondrio destro, si consiglia inoltre di prenderli per non più di 1-2 settimane.

La colecistite prevede anche l'appuntamento:

  1. Epatoprotettori e agenti coleretici - Gepabene, Ursosan, Espa-Lipon, Ursofalk, Essentiale Forte. Questi farmaci aiutano a normalizzare il flusso della bile e prevenire la distruzione delle cellule del fegato. Vengono presi epatoprotettori a lungo termine. Può essere prescritto anche con colecistite calcicola e malattia calcoli biliari.
  2. Preparati enzimatici. Normalizzano la funzionalità del pancreas, stabilizzano la produzione di succo pancreatico e aiutano a ripristinare la normale digestione. Pancreatina, Mezim, Creonte, ecc. Sono comunemente usati..
  3. Coleretici. Aumenta la formazione della bile. Sono prescritti la berberina, il colenzim, il liobil o lo allohol.
  4. Cholekinetics. Aumentano il tono della cistifellea e normalizzano la sintesi della bile. I migliori farmaci in questo gruppo sono coleretina, magnesio solfato, atropina, olimetina.

Durante il periodo di remissione, puoi usare medicinali a base di erbe, che contengono cardo mariano o estratto di carciofo. A giudicare dalle recensioni, Karsil, Legalon, Silimar, Hofitol, Tsinariks sono buone medicine in questo segmento..

Se la terapia conservativa non funziona e ci sono calcoli nella cistifellea o è presente suppurazione, viene eseguita un'operazione. In tali casi, è indicata la colecistotomia o la rimozione della cistifellea.

Trattamento antibiotico per colecistite

Con la sua localizzazione, connessioni anatomiche e funzionali, l'infiammazione dell'intestino, del fegato e dello stomaco si diffonde alla cistifellea per contatto.

Possibile deriva dell'infezione da focolai distanti con sangue nella tonsillite cronica, denti cariati, sinusite. La causa della colecistite è molto spesso batteri, meno spesso funghi, virus.

L'attivazione della flora condizionatamente patogena merita un'attenzione particolare..

Gli antibiotici per la colecistite sono inclusi nel regime di trattamento obbligatorio. I farmaci in questo gruppo sono prescritti da un medico a seconda del tipo di agente patogeno, della gravità delle condizioni del paziente. La possibilità di complicanze, la transizione del processo infiammatorio da un decorso acuto a uno cronico, dipende da quali agenti antibatterici vengono utilizzati nel trattamento..

Contro quali agenti patogeni "combatteranno" gli antibiotici??

Gli studi sui contenuti della cistifellea in pazienti con manifestazioni cliniche di colecistite mostrano la crescita della microflora batterica in 1/3 dei pazienti il ​​primo giorno della malattia o esacerbazione e dopo tre giorni - nell'80%.

Gli agenti causali più comuni della colecistite quando infettati dall'intestino sono:

Se c'è un focus cronico distante, quindi da esso attraverso la linfa e il flusso sanguigno nella cistifellea:

I patogeni molto rari includono:

  • Proteus;
  • bacillo tifoide e paratifo;
  • Funghi candida.

In 1/10 dei pazienti, la colecistite cronica è causata da virus dell'epatite B e C sullo sfondo o dopo un processo attivo nel fegato. Quando si sceglie un farmaco, è necessario tenere presente che con un decorso cronico non infiammatorio dell'infiammazione nella cistifellea, si trova spesso una flora mista.

Nell'emergenza della colecistite cronica, viene pagata l'importanza dell'infezione parassitaria:

Penetrano nei dotti biliari e nella vescica, causano il ristagno della bile nei dotti epatici, seguito da infiammazione reattiva.

La Giardia è attualmente considerata un mezzo di distruzione:

  • 5 volte migliorando le proprietà infettive di E. coli;
  • riduzione dell'immunità;
  • causando disfunzione del tratto biliare.

Ma non sono considerati gli agenti causali della colecistite, perché:

  • lamblia non può vivere a lungo nella vescica, morire nella bile;
  • è molto probabile che provengano dal duodeno;
  • non sono stati ottenuti risultati morfologici che provino la penetrazione nella parete della cistifellea.

Il ruolo di Giardia è di sostenere l'infiammazione

Il miglior antibiotico dovrebbe essere considerato uno che:

  • più sensibile alla flora identificata;
  • entrando nel corpo, è in grado di penetrare nella vescica e accumularsi nella bile.

Per ciò che gli antibiotici per colecistite non sono indicati?

Nel riconoscere le cause dell'infiammazione della cistifellea, è necessario tenere conto dello stato del pancreas. Il fatto è che nella pancreatite cronica, una violazione della produzione di enzimi porta a una chiusura insufficiente dello sfintere di Oddi e ad un aumento della pressione nel duodeno..

In tali condizioni, si forma il reflusso duodenobiliario (gettando il contenuto del duodeno nella cistifellea). Gli enzimi pancreatici attivati ​​causano infiammazione non batterica, "colecistite enzimatica". Questa opzione non richiede un ciclo obbligatorio di antibiotici..

Il meccanismo di reflusso deve essere considerato la causa del ristagno biliare, un aumento della possibilità di infezione

Come vengono determinate le indicazioni antibiotiche??

Le indicazioni per l'uso di antibiotici sono chiarite a partire dall'interrogatorio e dall'esame del paziente. Di solito il paziente è preoccupato per:

  • dolore intermittente, ma piuttosto intenso nell'ipocondrio a destra;
  • colica lungo l'intestino;
  • frequenti feci molli;
  • nausea, vomito è possibile;
  • la temperatura è di oltre 38 gradi.

All'esame, il medico scopre dolore nell'ipocondrio destro, a volte palpando una cistifellea allargata.

Gli esami del sangue rivelano:

  • leucocitosi con uno spostamento della formula a sinistra;
  • Crescita ESR.

La decisione sull'opportunità di utilizzare antibiotici, la selezione del dosaggio e la via di somministrazione del farmaco viene presa solo dal medico. Attiriamo l'attenzione sul grave danno dell'automedicazione.

Regole di trattamento antibiotico

Nella sua scelta, il medico è guidato da determinati requisiti per il trattamento antibiotico.

  1. È meglio prescrivere un farmaco con comprovata sensibilità all'agente causale identificato della colecistite. Se non c'è tempo o possibilità di attendere i risultati, il serbatoio. analisi, utilizzare antibiotici ad ampio spettro, quindi, al ricevimento di una conclusione e l'inefficacia della terapia precedente, sostituire con un altro.
  2. La dose viene calcolata in base alla gravità delle condizioni, dell'età e del peso del paziente.
  3. La via di somministrazione endovenosa e intramuscolare è vantaggiosa. È impossibile prendere le pillole sullo sfondo di vomito e dispepsia.
  4. Il corso del trattamento dovrebbe essere di almeno 7-10 giorni. L'interruzione e l'allungamento sono ugualmente dannosi e minacciano lo sviluppo di forme resistenti di agenti patogeni.
  5. Sullo sfondo della terapia antibiotica, è indispensabile prescrivere vitamine (gruppi B, C). Come coenzimi in molti processi biochimici del corpo, questi agenti hanno un effetto antinfiammatorio di supporto..
  6. In presenza di una flora mista, malattie croniche concomitanti, è possibile prescrivere combinazioni di antibiotici con altri farmaci. In questo caso, le controindicazioni e la compatibilità devono essere prese in considerazione..

Prima di iniziare la terapia antibiotica, è indispensabile effettuare un test intradermico per identificare la maggiore sensibilità del corpo

Quali antibiotici sono necessari per la colecistite?

I seguenti farmaci hanno l'effetto più efficace sulla colecistite. Eritromicina - un gruppo farmacologico di macrolidi, simile in azione alle penicilline, rallenta la riproduzione di streptococchi e stafilococchi.

Fornisce una reazione allergica crociata con altri farmaci del gruppo (oleandomicina), potenziati dalle tetracicline. Lo svantaggio è la produzione solo in forma di compresse; i pazienti li bevono solo con una lieve forma di infiammazione.

Ampicillina - dal gruppo di penicilline semisintetiche, uccide i batteri distruggendo la loro membrana cellulare. Efficace contro stafilococchi, streptococchi, enterococchi, salmonella, E. coli.

Entra rapidamente nella cistifellea e nell'intestino. Adatto per somministrazione endovenosa e intramuscolare. Se usato insieme, migliora le proprietà degli aminoglicosidi e degli anticoagulanti.

I test della coagulazione del sangue devono essere monitorati.

La levomicetina è un antibiotico ad ampio spettro, ma con la colecistite ha senso prescrivere solo con un agente patogeno stabilito (bacillo tifoide e paratifo, salmonella, batteri della dissenteria). Ha un'attività debole contro clostridi, protozoi, Pseudomonas aeruginosa. Utilizzato in compresse e iniezioni.

Il farmaco è scarsamente compatibile con farmaci antinfiammatori come:

  • sulfamidici;
  • citostatici;
  • farmaci anticoagulanti;
  • barbiturici (sonniferi).

L'uso congiunto aumenta l'effetto inibitorio sull'ematopoiesi.

Amoxiclav - come farmaco della serie penicillina, è rinforzato con acido clavulanico, quindi ha un ampio spettro di azione. Sono utilizzati anche se vengono rilevati ceppi resistenti all'ampicillina. Distrugge i batteri legando l'apparato recettoriale delle cellule, bloccando gli enzimi.

Disponibile sotto forma di compresse e sospensioni per uso interno. Non può essere usato insieme ad antibiotici tetracicline e macrolidi, con sulfamidici a causa di una riduzione dell'efficacia del farmaco.

Il gruppo di penicilline "protette" (acido clavulanico e tazobactam, che inibiscono gli enzimi dei microrganismi) includono:

  • Tymentin (ticarcillina + acido clavulanico);
  • Tazocin (Piperocillin + Tazobactam).

Ampiox: si riferisce a una forma combinata di antibiotici, è disponibile in capsule e una soluzione iniettabile, è una miscela liquida di sali di ampicillina e oxacillina in un rapporto 2: 1. Adatto per somministrazione endovenosa. Entra rapidamente nella cistifellea. Agisce su una vasta gamma di infezioni.

Gentamicina: appartiene al gruppo degli aminoglicosidi, distrugge i microrganismi patogeni distruggendo la sintesi proteica, è efficace nei casi di eziologia della colecistite causata da:

  • Escherichia coli;
  • stafilococchi;
  • Proteus;
  • Klebsiella;
  • Shigella e altri.

Il farmaco è scarsamente assorbito attraverso l'intestino, l'uso principale è in forma iniettabile

La bile non crea una concentrazione sufficiente, quindi viene utilizzata in combinazioni. Ha un effetto negativo sui reni e sul sistema nervoso. Tutti gli antibiotici sono controindicati:

  • durante la gravidanza e l'allattamento;
  • in caso di danno al fegato, reni;
  • richiedono cautela nelle malattie del sangue.

Trattamento combinato

Anche i moderni farmaci della cefalosporina di II e III generazione non hanno sempre un'efficacia sufficiente nella colecistite grave. La minaccia della formazione di empiema (ascesso) nella cistifellea, peritonite con una penetrazione nella cavità addominale richiede l'uso di combinazioni di antibiotici con altri farmaci antinfiammatori o due farmaci di diversi gruppi.

Quindi, si formano combinazioni attive di cefalosporine con metronidazolo:

  • Cefoperazone;
  • ceftriaxone;
  • cefotaxime;
  • Cefuroxime;
  • Ciprofloxacina.

Un'altra opzione: ampicillina + gentamicina + metronidazolo. In questo caso, alcuni farmaci vengono somministrati per via endovenosa, altri - per via intramuscolare. Invece della gentamicina, viene utilizzata la sizomicina, poiché i ceppi nosocomiali di microrganismi danno fino al 90% di resistenza alla gentamicina.

Al fine di escludere gli effetti collaterali degli aminoglicosidi, si raccomanda una combinazione di cefalosporine di terza generazione e penicilline di ultima generazione:

  • Ceftazidima (può essere sostituito con Fortum o Tazicef) + Flucloxacillin.
  • Cefipime (appartiene alla cefalosporina di IV generazione) può essere sostituito con Maxipim, usato in combinazione con Metronidazole.

Quali complicazioni a cui prestare attenzione con il trattamento antibiotico?

Ogni organismo ha sensibilità e caratteristiche individuali dell'assimilazione di farmaci che non possono essere previsti in anticipo. Sullo sfondo dell'uso delle dosi necessarie di antibiotici e dopo il corso del trattamento, possono verificarsi le seguenti complicazioni indesiderate:

  • manifestazioni allergiche di varia gravità, dall'orticaria (eruzione cutanea) allo shock anafilattico;
  • attacchi di broncospasmo con soffocamento;
  • significativa riduzione dell'immunità;
  • adesione di un'infezione fungina;
  • disbiosi intestinale, manifestata da feci instabili, gonfiore costante.

Una reazione allergica generale è una delle possibili complicanze

Per prevenire un possibile effetto negativo, i pazienti devono seguire le raccomandazioni del medico. Se compaiono segni insoliti, assicurarsi di informare il medico. In nessun caso tali fenomeni dovrebbero essere tollerati..

La nistatina aiuta a sbarazzarsi dei funghi. A volte è prescritto in parallelo con antibiotici. I probiotici e la dieta aiutano a ripristinare la flora intestinale dopo aver eliminato i sintomi acuti della colecistite.

La terapia antibiotica è soggetta a un attento confronto delle indicazioni e del meccanismo d'azione dei farmaci. Pertanto, richiede conoscenze ed esperienze speciali. L'uso indipendente non è solo inefficace, ma provoca anche danni significativi alla salute umana..

Antibiotici per il trattamento della colecistite

Con la colecistite, è obbligatorio avere antibiotici nel regime di trattamento, che sono prescritti tenendo conto dei principali agenti patogeni della malattia. I farmaci prescritti dovrebbero agire su E. coli, stafilococchi, streptococchi e altri microrganismi patogeni, a causa dei quali si verifica la colecistite acuta.

Che cos'è la colecistite e quando viene trattata con antibiotici

Il ruolo principale nella formazione del processo infiammatorio negli adulti nella cistifellea appartiene all'ipertensione biliare (il processo di disturbo del deflusso della bile, che è associato all'ostruzione del dotto biliare con muco, calcolo, detriti, lamblia) e infezione della bile. Un'infezione nella vescica è di natura linfogena, ematogena o enterogena.

La colecistite acuta, che è obbligatoria soggetta alla terapia antibiotica, è una patologia a insorgenza improvvisa, che è accompagnata da:

  • infiammazione della cistifellea;
  • forte dolore all'addome, che aumenta durante la palpazione dell'ipocondrio destro;
  • brividi e febbre;
  • vomitare con la bile.

La base della terapia farmacologica durante un'esacerbazione è l'uso di antibiotici - per sbarazzarsi di infezione, farmaci antispasmodici - per normalizzare il deflusso di bile, FANS - per ridurre la gravità dell'infiammazione, anestesia, ridurre l'edema, soluzioni di cristalloide.

Gli antibiotici per l'infiammazione della cistifellea sono considerati obbligatori, poiché aiutano a ridurre il rischio di sviluppare complicanze settiche.

Il trattamento antibiotico per la colecistite si verifica durante un'esacerbazione della malattia, cioè durante un attacco acuto nel decorso cronico della malattia o nel decorso acuto della malattia.

Durante il periodo di remissione, il trattamento antibatterico non viene eseguito.

Video collegati:

La colecistite può essere classificata in:

  • acuta e cronica;
  • complicato e semplice;
  • calcoli e non calcoli.

Per eziologia, la malattia è divisa in:

  • virale;
  • batterica;
  • parassita;
  • colecistite non microbica (immunogena, asettica, allergica, post-traumatica, enzimatica) e di altro tipo.

Le compresse per l'infiammazione della cistifellea possono anche essere utilizzate dopo l'intervento chirurgico per rimuovere calcoli, colecistectomia o resezione.

Ci sono alcuni regimi per il trattamento della colecistite, che determinano come e quali farmaci antibatterici dovrebbero essere bevuti.

Quali antibiotici sono usati per la colecistite

I gruppi di base di farmaci più efficaci nel trattamento della colecistite sono i farmaci del seguente elenco:

  • fluorochinoloni ("Ciprofloxacin");
  • tetracicline ("Doxiciclina"). Le tetracicline sono batteriostatici, ma sono caratterizzate da un gran numero di effetti collaterali e sono in grado di influenzare la sintesi proteica nel corpo umano, quindi il loro uso è limitato.
  • derivati ​​del nitroimidazolo ("ornidazolo", "metronidazolo");
  • beta-lattamici (cefalosporine e penicilline protette da inibitori). Le penicilline hanno un effetto battericida a causa della loro proprietà di inibire la crescita dei batteri sopprimendo la formazione della loro parete cellulare. Sono utilizzati nel trattamento delle infezioni che penetrano nelle cellule del corpo umano, concentrandosi sulla resistenza di questo tipo di batteri al gruppo di penicilline. Questo gruppo di farmaci presenta due svantaggi significativi: possono causare allergie e vengono rapidamente eliminati dal corpo. Le cefalosporine arrivano da diverse generazioni. Questi farmaci possono sopprimere le infezioni resistenti alle penicilline. Ma gli antibiotici in questo gruppo hanno una struttura simile e possono provocare allergie. Le cefalosporine di 3 generazioni sono in grado di curare gravi malattie infettive che non sono sensibili agli effetti delle cefalosporine e delle penicilline delle generazioni precedenti;
  • macrolidi ("Eritromicina", "Claritromicina"). I macrolidi hanno un effetto batteriostatico; differiscono dalle preparazioni dei gruppi beta-lattamici nella loro capacità di agire su batteri che non hanno una parete cellulare. Sono in grado di entrare nelle cellule del corpo umano e inibire la sintesi proteica dei microbi, bloccando la capacità di riprodursi. I macrolidi vengono utilizzati anche durante la gravidanza, l'allattamento, sono ammessi per i bambini e quelli con allergie, possono essere utilizzati in corsi di 3 giorni senza ricorrere a trattamenti a lungo termine;
  • gli aminoglicosidi sono tossici, quindi il loro uso è giustificato solo con una massiccia diffusione dell'infezione, con peritonite e sepsi. Il trattamento con antibiotici di questo gruppo è possibile solo nelle ultime fasi della colecistite acuta. È vietato l'uso di droghe di questo gruppo durante il periodo di gestazione;
  • lincosammine (clindamicina).

Il "metronidazolo" per la colecistite viene usato in combinazione con altri antibiotici. Tale farmaco non viene utilizzato da solo..

I farmaci del gruppo nitroimidazolo sono prescritti per le infezioni miste, il loro uso insieme al principale antibiotico ("fluorochinolone", "cefalosporina" e altri) può espandere notevolmente l'area di effetto del farmaco.

Nelle infezioni enterococciche gravi, di solito viene prescritta una combinazione di "Ampicillin" protetta dagli inibitori con l'antibiotico aminoglicosidico "Gentamicin". L '"ampicillina" è controindicata nei pazienti con malattie linfoproliferative, mononucleosi, gravi disturbi disfunzionali del fegato e dei reni, intolleranza al beta-lattame.

Il farmaco "Amoxicillin" è anche usato in una versione protetta da inibitori (Amoxicillin + acido clavulanico)

Gli antibiotici antifungini e la levomicetina non sono praticamente utilizzati ora a causa della bassa efficienza e di un gran numero di complicanze.

Nel trattamento della colecistite, gli antibiotici di vari gruppi vengono utilizzati per ridurre il rischio che gli organismi patogeni sviluppino resistenza agli antibiotici. La scelta di uno o l'altro farmaco per il trattamento della colecistite dipende dalla formula chimica, dall'origine e dalla sostanza di base attiva..

Analoghi di "Amoxicillin" per il trattamento di adulti e bambini

Nella colecistite acuta grave con un'alta percentuale del rischio di sepsi, vengono utilizzati i carbapenemi - "Ertapenem". Un'infiammazione moderata suggerisce l'uso di altri antibiotici beta-lattamici: penicilline protette dagli inibitori, aminopenicilline.

La "ciprofloxacina" è prescritta per i pazienti che non tollerano gli antibiotici beta-lattamici.

Dei farmaci cefalosporinici vengono utilizzati:

"Ceftriaxone" non è raccomandato per l'uso, in quanto può portare a ristagno della bile e provocare la formazione di calcoli nella cistifellea.

Preparativi per il periodo acuto della malattia

Il processo acuto di solito è causato da un'infezione che si unisce sullo sfondo di una violazione del normale deflusso della bile.

Con la malattia del calcoli biliari, quando l'ostruzione è provocata da un blocco del calcolo del dotto, la terapia della colecistite viene eseguita con l'uso di farmaci coleretici (quando le analisi indicano la possibilità che una pietra esca da sola).

Il trattamento dell'infiammazione deve essere effettuato anche se la formazione viene rilasciata con successo e il processo di deflusso biliare si stabilizza, poiché durante questo periodo la microflora patogena può unirsi in ogni caso.

Nel decorso acuto della malattia, gli antibiotici sono necessari per prevenire lo sviluppo di un processo purulento. Altrimenti, ci sarà bisogno di resezione o colecistectomia nella fase del processo catarro, purulento o cancrenoso, che deriverà dallo stadio di esacerbazione.

È indispensabile trattare la colecistite con antibiotici, poiché è presente un'infezione batterica anche quando è stato identificato un processo asettico. È solo che il suo attaccamento alla malattia si verifica in seguito, quando si verifica un danno alla mucosa dell'organo, causato da un aumento del livello di lisolecitina. Questi tipi di farmaci sono spesso usati:

  • "Ampiox", "Gentamicin" e cefalosporine, poiché hanno un ampio spettro di azione, possono essere usati "Furazolidone", che è noto come mezzo di vasta azione antimicrobica;
  • le eritromicine, che possono accumularsi nella secrezione biliare, cioè vanno direttamente a destinazione ("Spiramicina", "Azitromicina", "Roxitromicina");
  • i farmaci tetraciclina e penicillina si accumulano anche nella bile e vengono utilizzati per motivi di opportunità: sono efficaci contro le infezioni più comuni con colecistite: enterococchi, streptococchi, Escherichia coli;
  • "Amoxicillin" è combinato con acido clavulanico - questa combinazione è presente in "Augmentin", "Amoxiclav", "Flemoklav".

L'opzione migliore per la colangite e altre complicanze associate è l'uso di farmaci multicomponenti, che contengono vari farmaci antibatterici.

Terapia del decorso cronico della malattia

Nella colecistite cronica, gli antibiotici non vengono utilizzati durante la remissione. La terapia antibiotica viene utilizzata con aderenza esatta al dosaggio e alla durata del trattamento, tenendo conto del meccanismo d'azione e della gravità della condizione.

Regole generali per l'uso di antibiotici nel trattamento della colecistite

Quando si prescrivono antibiotici, è necessario considerare alcuni punti:

  • per bambini e adulti, è richiesto l'uso di diversi farmaci;
  • in caso di esacerbazione grave, vengono utilizzati farmaci che hanno 2 forme di rilascio: in primo luogo, viene prescritta una terapia massiccia mediante infusione intramuscolare (endovenosa), quindi vengono utilizzate le compresse;
  • l'uso di antibiotici è prescritto in combinazione con vitamine e "Bactisubtil";
  • "Furazolidone" non è mai prescritto in presenza di una storia di patologie renali;
  • l'uso di antibiotici con un ampio spettro di effetti non produce effetti se non vengono utilizzati altri metodi di terapia complessa;
  • i farmaci della vecchia generazione hanno una sfera d'influenza delineata con precisione (la "levomicetina" viene usata quando un'esacerbazione è provocata da febbre tifoide, salmonellosi, dissenteria, "gentamicina" - in presenza di enterococchi);
  • l'auto-prescrizione di un farmaco e la sua assunzione incontrollata possono portare a effetti collaterali indesiderati, conseguenze irreversibili.

Video collegati:

Quali antibiotici sono prescritti per la colecistite

Gli antibiotici per la colecistite sono una parte importante della complessa terapia dell'infiammazione della colecisti. La colecistite sintomatica si manifesta con dolore addominale, nausea, vomito, febbre.

Per fermare l'infezione, vengono prescritti farmaci antibatterici. Oltre al trattamento antibiotico e alla terapia sintomatica (ad esempio i farmaci che espellono la bile), si raccomanda di seguire una dieta liquida a basso contenuto di grassi.

In questo articolo esamineremo i sintomi e il trattamento e gli antibiotici durante la colecistite.

Gli antibiotici sono una parte importante della terapia della colecistite

Diagnosi differenziale

La colecistite è spesso una conseguenza della malattia avanzata del calcoli biliari (GSD) e richiede una terapia antibiotica per prevenire complicanze del tratto biliare.

Quindi, nel 20% dei pazienti con colica biliare che trascurano il trattamento, si sviluppa una forma acuta di malattia infiammatoria.

Se la forma acuta non viene trattata, la colecistite diventa gradualmente cronica ed è complicata dall'infiammazione degli organi vicini: colangite, pancreatite, colangioepatite e altri..

Più del 90% dei casi di colecistite sono dovuti a blocchi di calcoli biliari.

Per confermare la diagnosi, vengono utilizzati gli ultrasuoni (ultrasuoni) degli organi addominali, inoltre possono essere prescritti test di laboratorio.

  • contraccezione orale;
  • gravidanza;
  • predisposizione genetica;
  • obesità;
  • diabete e altri disturbi metabolici;
  • malattia del fegato.

Senza la mancanza di un trattamento tempestivo della colecistite, diventa cronico. Il trattamento della colecistite è sempre complesso e dipende dalla gravità della condizione e dalla presenza di complicanze.

Molto spesso, il trattamento viene eseguito ambulatorialmente a casa, ma in alcuni casi può essere necessario un ricovero in ospedale e persino un trattamento chirurgico. Gli antibiotici sono usati per combattere direttamente l'infezione.

Solo un medico può scegliere un farmaco efficace in base al quadro clinico e ai dati di laboratorio.

È possibile fare a meno degli antibiotici durante la colecistite?

Il medico può prescrivere antibiotici per combattere la colecistite

La colecistite si verifica quando la parete della cistifellea viene infettata. Ecco perché gli antibiotici sono prescritti per combattere le infezioni negli adulti e nei bambini. Nonostante il fatto che gli antibiotici per l'infiammazione della cistifellea da soli non siano in grado di curare la colecistite, è impossibile farne completamente a meno..

Nessun metodo popolare sarà in grado di sopprimere il focus dell'infezione nella cistifellea, il massimo è stimolare il deflusso della bile, ma non curare l'infezione. Inoltre, senza antibiotici, c'è il rischio che l'infezione si diffonda agli organi vicini: entrerà nei dotti biliari, nel fegato, nel pancreas.

È possibile iniziare l'infiammazione al punto che i medici devono rimuovere la cistifellea.

La terapia antibiotica è prescritta nel periodo di esacerbazione della malattia del calcoli biliari, trattamento delle forme calcacee, acute e croniche di colecistite. I farmaci ad ampio spettro sono usati per sopprimere il più possibile l'infezione e prevenire complicazioni.

Controindicazioni per la terapia antibiotica

Tutte le controindicazioni all'uso di antibiotici durante la colecistite e con la malattia del calcoli biliari sono relative, il che significa che in caso di controindicazioni nel paziente, il medico deve scegliere l'opzione di trattamento alternativa più appropriata.

La revisione degli appuntamenti è richiesta nei seguenti casi:

  • una storia di allergia agli antibiotici di qualsiasi gruppo;
  • Mononucleosi infettiva;
  • gravidanza in tutte le fasi;
  • periodo di lattazione;
  • una storia di una reazione allergica a qualsiasi farmaco;
  • grave stato scompensato del paziente.

Il miglior farmaco antibatterico per la colecistite

Non esiste una pillola "magica" per la colecistite

Molti sono preoccupati per quali antibiotici sono i migliori da scegliere. Non esiste una pillola "magica" per il trattamento della colecistite.

Ogni farmaco ha il suo spettro d'azione, le caratteristiche del suo uso, quindi il medico dovrebbe selezionare un antibiotico per il trattamento basato sui sintomi e sull'esame.

Esistono protocolli standard per il trattamento della colecistite, che guidano la scelta dei farmaci. Puoi saperne di più su questo sotto nell'articolo..

L'infiammazione della colecisti è una malattia grave e l'autotrattamento della colecistite non è solo inaccettabile, ma anche pericoloso.

Per chiarire la diagnosi, selezionare un regime terapeutico, possono essere prescritti ulteriori studi: ultrasuoni, esame colturale dei campioni (chiamato anche coltura), esame del sangue generale, biochimico.

Il trattamento della colecistite è sempre complesso, ma senza la terapia antibiotica, il recupero non arriverà.

Trattamento antibatterico standard mondiale

Molto spesso, la colecistite è causata da E. coli e dal battero patogeno B. fragilis, nonché da alcuni tipi di Klebsiella, enterococchi, pseudomonas.

Date le caratteristiche del decorso di queste infezioni, vengono prescritti quei gruppi di antibiotici che hanno il massimo effetto antimicrobico..

Ecco come sono stati sviluppati regimi di trattamento standard per la colecistite acuta e per l'esacerbazione della colecistite cronica..

Gli antibiotici più raccomandati sono:

  • piperacillina + tazobactam (Aurotaz, Zopercin, Revotaz, Tazar, Tazpen);
  • ampicillina + sulbactam (Ampisid, Sulbatsin, Unazin);
  • amoxicillina + acido clavulanico (Amoxiclav, Augmentin, Flemoklav);
  • meropenem (Alvopenem, Aris, Demopenem, Europenem, Mipenam, Merogram, Meronem, Ronem, Expenem);
  • Imapenem + Cilastine (Prepenem).

Un altro regime di trattamento efficace prevede la combinazione di cefalosporine di terza generazione con metronidazolo (trichopolum), che può migliorare l'effetto del trattamento. Le cefalosporine più comunemente usate sono:

Ceftriaxone è spesso prescritto per colecistite

  • cefotaxime (Cefantral, Loraxim);
  • ceftriaxone (Auroxon, Belcef, Loraxon, Cefogram);
  • ceftazidime (Aurocef, Orzid, Fortum, Ceftadim);
  • cefoperazone + sulbactam (Macrocef, Sulperazon, Sulcef);
  • cefixime (Loprax, Sortsef, Suprax, Cefix).

Gli antibiotici elencati e i nomi commerciali con cui sono prodotti non sono i soli. In alcuni casi, il medico può prescrivere altri schemi, guidati dai risultati del test.

I farmaci di seconda scelta sono gentamicina, cloramfenicolo, tetracicline, eritromicina e alcuni altri tipi di antibiotici.

In alcuni casi, quando, oltre alla colecistite, i dotti biliari (colangite) sono infiammati o ci sono altre complicazioni, è possibile utilizzare contemporaneamente diversi farmaci antibatterici. Ad esempio, combinazioni di penicilline con fluorochinoloni - il più delle volte ampicillina con ciprofloxacina. O ampicillina con ossacillina (Ampiox).

I dosaggi dei farmaci dipendono dalla gravità dell'infezione, vengono selezionati individualmente. Nei casi più gravi, si raccomandano iniezioni di farmaci antibatterici, in casi più leggeri si possono assumere forme orali.

Trattamento per colecistite durante la gravidanza e l'allattamento

Per il trattamento della colecistite nelle donne in gravidanza, vengono utilizzati quei gruppi di antibiotici che possono essere utilizzati durante la gravidanza. Questi includono alcune penicilline, cefalosporine e in alcuni casi vengono utilizzati macrolidi.

I più comunemente usati sono ampicillina + sulbactam (Ampisid, Sulbatsin, Unazin), ceftriaxone (Auroxon, Belcef, Loraxon, Cefogram), azitromicina (Sumamed, Hemomycin).

Gli antibiotici elencati sono relativamente sicuri per il feto e possono essere utilizzati durante la gravidanza se i benefici attesi superano il possibile danno derivante dall'assunzione di essi.

Ma l'allattamento al seno per la durata del trattamento dovrà essere interrotto in modo che il bambino non riceva una parte dell'antibiotico con il latte. È molto difficile prevederne le conseguenze, quindi vale la pena interrompere l'allattamento mentre la madre sta assumendo farmaci antibatterici.

In nessun caso dovresti auto-medicare, prendendo qualsiasi farmaco senza consultare un medico. Alcuni antibiotici possono causare danni irreparabili al feto, pertanto solo un medico può prescrivere un trattamento durante la gravidanza e l'allattamento..

Caratteristiche di ammissione e complicanze della terapia antibiotica

Durante il trattamento, l'alcool deve essere completamente abbandonato, aderendo a una dieta per la colecistite: esclusione di cibi grassi, consumo eccessivo di zucchero, legumi, frutta e bacche acide, cibo in scatola, carni affumicate, cibi piccanti, caffè forte.

È importante aderire pienamente al regime di trattamento, non modificare il dosaggio, non perdere un appuntamento, non interrompere il corso, anche se si verifica un recupero completo..

Altrimenti, può svilupparsi la resistenza dell'infezione a un antibiotico, una rapida ricaduta della malattia. Come qualsiasi altro farmaco, gli antibiotici hanno una serie di effetti collaterali..

Maggiori dettagli sui possibili effetti collaterali sono descritti nelle istruzioni per il farmaco..

Nelle recensioni degli utenti, puoi trovare una varietà di effetti collaterali, ma il più delle volte si verifica:

  • disbiosi, che porta alla rottura del tratto digestivo;
  • carenza di vitamina K, che può causare sangue dal naso;
  • candidosi della cavità orale e altre mucose (ad esempio mughetto);
  • reazioni allergiche, se esiste una sensibilità individuale ai componenti del farmaco (questi segni non possono essere ignorati).

Per prevenire effetti collaterali, è necessario seguire rigorosamente le istruzioni e le raccomandazioni del proprio medico. Dopo un uso prolungato, si consiglia di bere un ciclo di probiotici per ripristinare la microflora intestinale sana.

video

Colecistite, cause dell'apparenza, sue forme, sintomi, metodi di diagnosi e trattamento.

Le informazioni sono state di aiuto? Raccontaci di noi, forse hanno bisogno anche di aiuto.

Articoli Su Epatite