Enterite nei cani, sintomi, trattamento.

Principale Appendicite

L'enterite nei cani è un'infiammazione dell'intestino tenue dell'etiologia virale e batterica. L'enterite nei cani è causata da vari virus, tra cui parvovirus, coronavirus, rotavirus e altri, oltre a batteri come salmonella, stafilococco, ecc..

Nonostante il fatto che un cane di qualsiasi età possa avere enterite, è stato osservato che cuccioli e cani anziani, nonché animali con sistema immunitario indebolito, sono i più sensibili a questa malattia..

È molto facile per un cane contrarre un'infezione che causa enterite. Questo può accadere quando il cane raccoglie qualcosa per strada. Un virus o batteri possono entrare nel corpo attraverso il contatto con saliva, vomito o feci contaminati. L'infezione è portata su indumenti e scarpe. Anche gli insetti e gli uccelli possono trasmettere la malattia.

Sintomi di enterite nei cani.

La diarrea è il sintomo più comune di enterite nei cani. L'animale di solito, ma non sempre, ha una temperatura corporea elevata. Le feci del cane sviluppano spesso un odore particolarmente offensivo. Le feci del tuo cane possono avere una sfumatura verdastra o assomigliare a una zuppa di piselli. Se la parete intestinale è danneggiata, il sangue può essere visto nelle feci del cane. Se il sangue proviene dal duodeno, viene digerito e sembra nero, possibilmente gomma. In altri casi, potrebbe essere rosso..

Altri sintomi di enterite nei cani includono:

  • Perdita di appetito
  • Dolore addominale
  • Perdita di peso
  • Stato depresso
  • Nausea e vomito

Poiché i sintomi sopra elencati possono essere osservati anche in altre malattie, è probabile che siano necessari alcuni studi per confermare la diagnosi..

Trattare l'enterite nei cani

Il trattamento per l'enterite nei cani dipende dalla gravità della malattia. Se i sintomi dell'enterite non rappresentano un problema, non può essere necessario alcun trattamento. A volte il cane guarisce dopo pochi anni da solo, i segni della malattia scompaiono da soli.

Tuttavia, se i sintomi della malattia sono allarmanti, dovresti cercare l'aiuto del tuo veterinario. Il trattamento per l'enterite nei cani dipende dall'età del cane, dalle cause sottostanti della malattia e dalla gravità della malattia. Di solito, il trattamento dell'enterite ha lo scopo di eliminare i sintomi della malattia, principalmente diarrea e vomito, e prevenire la disidratazione del corpo del cane..

Durante il trattamento, il cane deve essere isolato da altri animali e bambini che vivono in casa. Questo perché l'enterite è contagiosa e si diffonde rapidamente attraverso il contatto fisico. Questa malattia è estremamente pericolosa per i cuccioli di età inferiore ai 6 mesi..

Enterite da parvovirus nei cani

L'enterite da parvovirus nei cani è una malattia virale altamente contagiosa che può uccidere un cane. Di conseguenza, il cane può avere problemi cardiaci per tutta la vita..

Sintomi di enterite da parvovirus nei cani.

I segni comuni di parvovirus sono vomito grave, perdita di appetito, diarrea maleodorante e disidratazione..

Come prevenire l'infezione.

Puoi proteggere il tuo cane da questa malattia con la vaccinazione. La vaccinazione contro il parvovirus deve essere considerata obbligatoria sia per i cuccioli che per i cani adulti..

Di solito la prima vaccinazione contro il parvovirus viene somministrata a un cucciolo all'età di 6 - 8 settimane e quindi ripetuta una volta al mese fino all'età di 4 - 5 mesi e di nuovo all'età di un anno. I cani adulti che non ricevono una vaccinazione contro il parvovirus durante il cucciolo sono a rischio di contrarre l'enterite da parvovirus in qualsiasi momento. Pertanto, è necessario consultare il proprio veterinario su come vaccinare il cane..

Trattamento

Non esiste una cura oggi che può sbarazzarsi del virus. Il trattamento di supporto per il parvovirus canino mira a controllare i sintomi e aumentare le difese corporee per aiutare a far fronte alla malattia.

Enterite da coronavirus nei cani

Il coronavirus nei cani è un'infezione intestinale che di solito è lieve. Tuttavia, può essere più grave, specialmente nei cuccioli e nei cani adulti che hanno altre infezioni..

L'infezione da coronavirus è facilmente trasmessa attraverso la saliva o le feci contaminate. I sintomi dell'infezione vanno da nessun sintomo a grave diarrea, che può portare a disidratazione. I sintomi di questa malattia in un cane sono anche: depressione dell'animale, perdita di appetito, vomito, diarrea in cui le feci sono giallastre o arancioni. Potrebbe esserci del sangue nelle feci del cane. A differenza del parvovirus con coronavirus, la temperatura corporea dell'animale è generalmente entro limiti normali..

Trattamento

Nel caso del coronavirus, al cane viene somministrato un trattamento di supporto per prevenire disidratazione, vomito e diarrea.

Esiste un vaccino per il coronavirus canino. Tuttavia, questo vaccino non è obbligatorio perché l'infezione di solito non è pericolosa per la vita e risponde bene al trattamento..

Enterite batterica nei cani

L'enterite batterica nei cani è solitamente causata da batteri quali: Shigella, Salmonella, Staphylococcus aureus, Escherichia coli e altri.

Un'infezione che causa enterite può entrare nel tratto gastrointestinale di un cane attraverso il cibo o attraverso il contatto con oggetti contaminati. Un'altra causa comune di infezione è l'alimentazione del cane con carne cruda o scarsamente lavorata. Inoltre, il cane può mangiare cibo avariato, ad esempio arrampicarsi nel cestino o raccogliere qualcosa per strada..

Sintomi

I sintomi dell'enterite batterica nei cani sono simili a quelli dell'enterite virale. In entrambi i casi, il primo segno di malattia è la diarrea. Altri sintomi comuni di enterite batterica nei cani includono:

  • presenza di sangue nelle feci
  • nausea
  • vomito
  • perdita di appetito
  • perdita di peso
  • aumento della temperatura del peso
  • stato depresso
  • irrequietezza

È importante iniziare il trattamento per l'enterite batterica nel cane il prima possibile per evitare conseguenze gravi. Nonostante il fatto che l'enterite batterica nei cani non sia sempre grave, è necessario contattare il veterinario.

Parvovirus, coronavirus e enterite batterica nei cani: sintomi, diagnosi e trattamento

Gli animali domestici sono diventati i migliori amici dell'uomo. L'enterite nei cani è un'infezione virale che provoca infiammazione del tratto gastrointestinale, che colpisce principalmente cani e cuccioli più anziani e non è sempre curabile. Scopri come riconoscere una malattia pericolosa, fornire assistenza in tempo ed evitare la morte.

Cos'è l'enterite nei cani

L'enterite negli animali è una malattia virale in cui si verifica un'infiammazione intestinale, nonché un danno al muscolo cardiaco (miocardite). Tra le varietà della malattia, a seconda delle lesioni, si distinguono i seguenti tipi:

  • Primaria: solo infiammazione del tratto intestinale.
  • Secondario - derivante da complicanze di un'altra infezione.

A seconda dell'agente causale dell'infezione, si distinguono le seguenti varietà:

  • parvovirus;
  • coronavirus;
  • batterico.

parvovirus

Questo tipo di patologia, in particolare l'enterite da parvovirus nei cuccioli, può essere fatale in pochi giorni. Il virus ha segni di avvelenamento degli animali e quindi i proprietari non hanno fretta di chiedere aiuto ai veterinari. L'enterite parvovirus canina è classificata nelle seguenti forme:

  • Intestinale: colpisce la mucosa intestinale.
  • Cardiaco - si sviluppa insufficienza cardiaca.
  • Misto: colpisce l'intestino e il muscolo cardiaco.

Coronavirus

Un'infezione intestinale di questo tipo ha una percentuale minore di decessi, è meno contagiosa ed è più lieve. Il periodo di incubazione per il virus è di circa 5 giorni. Forme di enterite coronavirus:

  • Acuto - caratterizzato dal rapido sviluppo dell'infezione, in cui il cane diventa letargico e debole, c'è il rischio di un'infezione secondaria.
  • Cronico: si manifesta sotto forma di scarso appetito nell'animale, le condizioni dell'amico a quattro zampe migliorano dopo pochi giorni.

batterico

L'enterite batterica è un'infiammazione dell'intestino causata da batteri, manifestata in diarrea, vomito, letargia. Come per la forma virale, è importante iniziare a trattare la malattia in tempo per evitare gravi conseguenze. L'enterite batterica non è sempre grave, ma si consiglia vivamente al proprietario dell'animale di consultare un veterinario.

Cause di enterite nei cani

La principale fonte di diffusione della malattia virale è un cane malato. L'agente causale della malattia può entrare nell'ambiente durante il periodo di incubazione insieme a vomito, saliva o feci. Un cane domestico può catturare il virus mentre cammina, annusando le feci o la saliva di un animale malato all'esterno. Esiste la possibilità di infezione in un ambiente domestico quando un'enterite infettiva viene portata in casa dal proprietario dell'animale con scarpe o vestiti.

Le ragioni per lo sviluppo della patologia sono le seguenti:

  • Mancanza di vaccinazione, a causa della quale l'enterite si sviluppa spesso in un cucciolo.
  • Una dieta squilibrata porta all'irritazione della mucosa intestinale.
  • Cambiamento di dieta.
  • Immunità debole.
  • Malattie infettive.
  • Elminti e altri vari parassiti elmintici che possono provocare un processo infiammatorio.

Sintomi di enterite nei cani

A seconda del tipo e della forma della malattia da enterite, ci sono sintomi caratteristici della malattia. Segni comuni di enterite in un cane:

  • letargia e rifiuto dell'animale dal cibo;
  • diarrea e vomito schiumoso;
  • rifiuto di acqua;
  • la presenza di scarico sanguinante nelle feci con un odore caratteristico.

Con l'enterite da parvovirus, la temperatura dell'animale rientra nell'intervallo normale, ma a causa delle secrezioni costanti e della mancanza di appetito, il corpo è disidratato. L'animale dorme male e con ansia, perde peso e si indebolisce davanti ai nostri occhi. A volte l'animale può avere convulsioni. Al primo sospetto, dovresti consultare immediatamente un medico, poiché questo tipo di infezione è molto rapido e ogni minuto è prezioso.

L'enterite da coronavirus è leggermente più debole. Sono comuni uno stomaco gonfio, vomito e diarrea. La forma acuta del decorso dell'infezione inizia ad apparire il 2-5 ° giorno di infezione. La forma lieve di enterite da coronavirus è quasi invisibile, i sintomi sono simili all'avvelenamento. Se l'animale ha una buona immunità, devi solo garantire il rispetto della dieta e del regime di consumo.

Trattare l'enterite nei cani

Un'infezione virale deve essere trattata in modo complesso, rigorosamente sotto la supervisione di un veterinario. Data la complessità del corso, non dovresti iniziare a trattare l'enterite nei cani a casa, anche se è lieve. Il trattamento dell'infezione inizia con un esame di laboratorio delle feci dell'animale e un esame medico. Il medico deve determinare il tipo e la forma della patologia, prescrivere una serie di misure necessarie e nutrizione dietetica.

Nelle prime fasi del trattamento, viene prescritto un ciclo di antibiotici per prevenire la moltiplicazione dei batteri e alleviare i sintomi di intossicazione. Le soluzioni saline vengono somministrate per ripristinare l'equilibrio idrico-salino del corpo. I dropper aiutano con la disidratazione e il glucosio endovenoso nutre la mucosa intestinale e previene l'esaurimento dell'animale. Gli enterosorbenti assorbono le tossine formate durante il decadimento. Vitamine e immunostimolanti attivano le riserve interne del corpo per combattere i microbi. Il clistere pulisce l'intestino dalle masse putrefattive.

Primo soccorso

Quando vengono rilevati i primi sintomi della malattia, il proprietario dell'animale deve chiamare urgentemente un veterinario, ma prima del suo arrivo, il proprietario può fornire all'animale il primo soccorso. Prima di tutto, è necessario fornire all'animale un completo riposo. Non è necessario forzare l'alimentazione e l'acqua dell'animale. Come aiuto nella pulizia del corpo dalle tossine, puoi dare la vaselina al tuo animale domestico, che ha un effetto benefico sul tratto gastrointestinale..

Come trattare

L'obiettivo principale del trattamento della malattia è sostenere l'intero corpo dell'animale fino a quando l'animale non inizia a combattere il virus della propria immunità. Il primo soccorso ha lo scopo di bloccare la riproduzione dei virus enterici nel corpo. Per questo, vengono introdotti sieri, immunoglobuline, interferoni:

  • Fosprenil;
  • Immunofan;
  • Cycloferon;
  • sieri anti-enterovirali.

Successivamente, è necessario rimuovere il corpo dell'animale dallo stato di disidratazione mediante somministrazione endovenosa di soluzioni di reidratazione fino a quando il cane inizia a bere da solo. Successivamente, più volte al giorno, si consiglia di versare le seguenti soluzioni in bocca a piccole dosi:

  • Soluzione Ringer-Locke;
  • Trisol;
  • miscela di reidratazione.

I seguenti farmaci aiuteranno a rimuovere i prodotti tossici dal corpo dell'animale:

Farmaci antiemetici (Cerucal, Serenia), farmaci emostatici (Vikasol, Etamsilat), farmaci per il cuore (Sulfocamfocaine, Cordiamine, Riboxin), farmaci antibatterici a temperature elevate e sospetta infezione secondaria (Cefazolin per il recupero), i probiotici aiuteranno ad eliminare i sintomi generali della malattia e sostengono il corpo La microflora intestinale (biorotectina, bactoneotim) viene prescritta dopo il ritorno dell'appetito.

Dieta

Oltre al trattamento farmacologico, è necessario monitorare rigorosamente la dieta dell'animale. Il cibo dovrebbe essere dietetico, offerto in piccole porzioni. Durante l'alimentazione, è severamente vietato dare salsicce, spezie, farina e cibi dolci, grassi, ossa. Sono consentiti brodi magri, prodotti lattiero-caseari, dopo una o due settimane puoi iniziare a dare carne bollita, porridge in acqua e verdure bollite. È importante non alimentare forzatamente - solo quando appare l'appetito.

Prognosi per enterite nei cani

Quanto successo avrà il trattamento di un animale domestico dipende dal proprietario stesso. La vita di un amico a quattro zampe dipende direttamente dalla velocità con cui una persona rileva i sintomi della malattia e inizia il trattamento. Se il virus procede ultraveloce, il risultato letale per il cucciolo con il suo contenuto di gruppo è fino al 95%, 50-60% con contenuto individuale. Nella forma acuta della malattia, la mortalità varia dal 25 al 50%. Nel caso di una forma lieve di enterite, la probabilità di guarigione è molto alta, ma richiede le misure necessarie.

La medicina moderna oggi è in grado di curare anche le malattie più pericolose degli animali domestici, inclusa l'enterite. Non dovresti aspettare il momento in cui inizia a complicarsi e le condizioni dell'animale peggioreranno rapidamente. L'unico metodo efficace per prevenire la forma acuta di infezione è la vaccinazione, dopo di che è necessario astenersi dal camminare con il proprio animale domestico e contattare con altri cani per due settimane. Dopo il vaccino, possono essere osservati segni di enterite, ma la patologia procederà in una forma più mite e senza conseguenze.

Enterite: sintomi, cause, tipi e trattamento dell'enterite

Buona giornata, cari lettori!

Nell'articolo di oggi considereremo con te l'enterite da malattia e tutto ciò che è associato ad essa..

Che cos'è l'enterite?

L'enterite è una malattia infiammatoria della mucosa dell'intestino tenue, accompagnata da alterazioni degenerative di questo organo. Il risultato finale dell'enterite è la sclerosi e l'atrofia dell'intestino tenue..

Enterite è anche un nome collettivo per diverse malattie e processi patologici, che differiscono principalmente nella localizzazione della malattia.

Quindi, ad esempio, l'infiammazione del duodeno, che è l'inizio dell'intestino tenue, si chiama duodenite, l'infiammazione del digiuno si chiama digiunite e l'ileo si chiama ileite. Tuttavia, molto spesso l'enterite è combinata con più malattie locali - colite e gastrite, motivo per cui a molti pazienti viene diagnosticata "enterocolite" o "gastroenterocolite".

I principali sintomi di enterite sono dolore e brontolio nell'addome, diarrea, aumento della produzione di gas (flatulenza), nausea.

Le principali cause di enterite sono infezione intestinale, intossicazione alimentare e farmacologica, violazioni dello stato normale, equilibrio della microflora nell'organo (disbiosi).

Sviluppo di enterite

Prima di considerare lo sviluppo dell'enterite, trasformiamoci leggermente in anatomia umana, dopo di che sarà più facile capire cosa, dove e dove.

L'intestino è costituito da 2 parti principali: l'intestino tenue e l'intestino crasso, tra i quali vi è una membrana mucosa che non consente al cibo trasformato di ritornare. Gli intestini seguono immediatamente dopo lo stomaco.

L'intestino inizia con l'intestino tenue, quello grande lo segue.

La funzione dell'intestino è la digestione del cibo che entra nel corpo, tuttavia, nell'intestino tenue, viene eseguito il principale processo di digestione del cibo, che include l'assorbimento e la trasformazione dei nutrienti, che quindi entrano nel flusso sanguigno attraverso le pareti dell'intestino e si diffondono in tutto il corpo, mentre in l'intestino crasso, il cibo viene elaborato completamente, dopo di che lascia il corpo sotto forma di feci.

La microflora intestinale, che comprende anche diverse centinaia di microrganismi (microbi), partecipa anche alla digestione del cibo. Le più grandi popolazioni nella microflora intestinale sono bifidobatteri, lattobacilli, Escherichia coli, batterioidi, vari funghi, protozoi e altri.

Alcuni scienziati affermano che il peso totale dei microrganismi negli esseri umani coinvolti nella digestione del cibo è di circa 1,5 kg!

Oltre ai rappresentanti utili della microflora, i microrganismi opportunistici sono di solito presenti nell'intestino - stafilococchi, streptococchi, enterococchi e altri. Questi batteri, nella normale salute e condizione umana, sono controllati dal sistema immunitario e dalla principale microflora intestinale. Ma, se si verifica un fallimento nel corpo a causa di varie condizioni sfavorevoli, l'infezione opportunistica inizia a moltiplicarsi bruscamente e a sopprimere la microflora benefica, che alla fine porta all'insorgenza del processo infiammatorio.

Molto spesso, il processo patologico colpisce l'intero intestino, causando lo sviluppo di enterocolite o gastroenterocolite (in combinazione con lo stomaco).

Il meccanismo di innesco per un malfunzionamento del tratto gastrointestinale può essere stress, avvelenamento, afflusso di sangue disturbato all'intestino, assunzione di antibiotici o farmaci ormonali, ecc., Che impareremo più in dettaglio nel paragrafo "cause di enterite".

Statistiche di enterite

Un fatto interessante è che l'enterite nei cani e nei gatti si verifica non meno spesso, e in molti casi più spesso dell'enterite nell'uomo, il che indica una diffusione abbastanza ampia di questa malattia.

Inoltre, l'enterite nell'uomo può portare nella maggior parte dei casi solo a disfunzioni della digestione, ma l'enterite nei cani porta alla morte del 5-50% degli animali, la percentuale di morte dei cuccioli è particolarmente alta - fino al 90%.

Enterite - ICD

ICD-10: A02-A09, K50-K55;
ICD-9: 005, 008, 009, 555-558.

Sintomi di enterite

I principali sintomi di enterite:

  • Disagio e dolore nell'addome con enterite sono i sintomi principali di questa malattia. Le sensazioni del dolore di solito aumentano con lo sforzo fisico sul corpo, scuotendolo, guidando nei trasporti, dopo aver mangiato. I dolori sono doloranti, opachi, crampi e talvolta lancinanti..
  • Feci turbate sotto forma di diarrea (da 1 a 20 volte o più al giorno) e costipazione, che possono alternarsi periodicamente;
  • Sensazione di stomaco pieno, pesantezza allo stomaco;
  • Brontolio nello stomaco;
  • Gonfiore (flatulenza);
  • Nausea, a volte con vomito;
  • Aumento e temperatura corporea elevata - 37-39 ° С;
  • Perdita di appetito;
  • Placca sulla lingua;
  • Debolezza generale e malessere.

Ulteriori sintomi di enterite

A seconda del tipo e della forma di enterite, possono comparire i seguenti sintomi:

  • Mal di testa e vertigini;
  • Tachicardia (palpitazioni cardiache);
  • Aumento della sudorazione;
  • Disidratazione del corpo (appare con grave diarrea);
  • Bruciore di stomaco;
  • Rapida perdita di peso - fino a 6 kg;
  • Sindrome da malassorbimento;
  • Sindrome da Maldigestione;
  • Enteropatia essudativa;
  • Tremore agli arti;
  • Dolori articolari.

La gravità dei sintomi dipende in gran parte dallo stato di salute del corpo, dallo stadio e dalla localizzazione della malattia..

Complicazione di enterite

Tra le complicazioni dell'enterite ci sono:

  • Ulcera intestinale;
  • Perforazione della parete intestinale e comparsa di sanguinamento interno;
  • Il passaggio della malattia a una forma cronica, che di conseguenza porta all'atrofia intestinale;
  • Sepsi;
  • Peritonite;
  • Blocco intestinale.

Alcune delle conseguenze di cui sopra dell'enterite possono portare alla morte del paziente.

Ragioni di enterite

Tra le principali cause di enterite ci sono:

- Infezione del corpo con virus (rotavirus, enterovirus, virus influenzale, ecc.), Batteri (stafilococchi, streptococchi, enterococchi, colera vibrio, salmonella, Escherichia coli, Helicobacter pylori), vermi e altri agenti patogeni.

- Violazione dell'equilibrio della microflora nell'intestino - quando, in condizioni sfavorevoli, la quantità di microflora utile nell'intestino diminuisce, il che porta ad una perdita parziale o completa del controllo sui microrganismi opportunistici da parte sua, appare disbiosi.

- Avvelenamento del corpo - cibo (cibo scaduto, funghi non commestibili, cibo esotico), varie sostanze (mercurio, arsenico, fosforo), esposizione alle radiazioni, un eccesso di sali di urato nel corpo, ecc..

- Assunzione incontrollata di farmaci: antibiotici, ormoni, contraccettivi, farmaci antinfiammatori, lassativi, aminoglicosidi, ecc., Che possono distruggere parzialmente o completamente la microflora intestinale benefica, ridurre la sua peristalsi, ridurre la reattività del sistema immunitario.

- Mangiare principalmente fast food (fast food) e altri cibi malsani e malsani.

- Uso abbondante di carni grasse, fritte, speziate, salate, affumicate, sottaceti e fibre vegetali grossolane.

- La presenza di varie malattie e patologie: gastrite, pancreatite, colecistite, colelitiasi (GSD), epatite, sindrome dell'intestino irritabile (IBS), influenza, varie infezioni respiratorie acute, giardiasi, febbre tifoide, malattie autoimmuni, fermentopatie, riduzione dell'immunità dopo malattie infettive.

Altre cause di enterite includono:

  • Caratteristiche genetiche umane (anomalie nello sviluppo degli organi del tratto gastrointestinale);
  • Reazione allergica a vari tipi di alimenti e altri allergeni;
  • Abuso di alcool, fumo;
  • Chirurgia intestinale.

Tipi di enterite

L'enterite è classificata come segue:

Con il flusso:

Enterite acuta - caratterizzata da un inizio acuto con sintomi pronunciati - diarrea, dolore addominale, flatulenza, nausea, vomito. L'edema si sviluppa nell'intestino in questo momento. A volte accompagnato dalla formazione di ulcere ed emorragie. Le cause più comuni sono intossicazione alimentare, alcol.

Enterite cronica - caratterizzata da una diminuzione delle manifestazioni cliniche caratteristiche dello stadio acuto della malattia con esacerbazioni periodiche.

Per localizzazione

  • Duodenite: il processo infiammatorio si sviluppa nel duodeno (la sezione iniziale dell'intestino tenue, immediatamente dopo lo stomaco);
  • Unità oculare: il processo infiammatorio si sviluppa nel digiuno (sezione centrale dell'intestino tenue);
  • Ileite: il processo infiammatorio si sviluppa nell'ileo (l'ultima sezione dell'intestino tenue, seguita dall'intestino crasso).
  • Enterite totale - l'infiammazione colpisce l'intero intestino tenue

Altre informazioni sulla localizzazione:

  • Enterite: il processo infiammatorio si diffonde solo all'interno dell'intestino tenue;
  • Gastroenterite: il processo infiammatorio si diffonde nello stomaco e nell'intestino tenue;
  • Enterocolite - il processo infiammatorio si diffonde a tutto l'intestino - l'intestino tenue e crasso;
  • Gastroenterocolite: il processo infiammatorio si diffonde nello stomaco, nell'intestino tenue e nell'intestino crasso;

Per l'eziologia (causa dell'evento):

  • Enterite infettiva: lo sviluppo della malattia è causato dall'infezione da un'infezione virale, batterica, fungina e di altro tipo;
  • Enterite tossica: lo sviluppo della malattia è causato dall'avvelenamento del corpo con sostanze chimiche, metalli, radiazioni, droghe, cibo;
  • Enterite ischemica - lo sviluppo della malattia è causato da una violazione dell'apporto di sangue all'intestino tenue (con aterosclerosi, ecc.), Incl. a causa di anomalie nello sviluppo di questo organo;
  • Enterite allergica - lo sviluppo della malattia è causato da una reazione allergica del corpo all'ingestione di qualsiasi allergene (cibo e sostanze a cui una persona è allergica).

Diagnosi di enterite

La diagnosi di enterite comprende i seguenti metodi di esame:

  • Esame del paziente;
  • Analisi del sangue generale;
  • Analisi delle feci (coprogramma);
  • Esame batteriologico delle feci;
  • Analisi per la presenza di anticorpi specifici al citoplasma delle cellule dei neutrofili (pANCA);
  • Diagnostica PCR;
  • Esame ecografico (ultrasuoni) del tratto digestivo;
  • Risonanza magnetica (MRI).

Inoltre, è possibile eseguire la biopsia.

Trattamento dell'enterite

Come viene trattata l'enterite? I medici sconsigliano vivamente di trattare l'enterite a casa senza una diagnosi approfondita e determinare la causa, quindi questo è il primo punto importante: contattare un gastroenterologo.

Il trattamento per l'enterite include:

1. Ricovero in ospedale.
2. Dieta.
3. Trattamento medico:
3.1. Sollievo dell'infezione;
3.2. Normalizzazione della microflora intestinale;
3.3. Terapia sintomatica.
4. Trattamento chirurgico.

1. Ricovero in ospedale

Le persone con diagnosi di enterite acuta sono soggette a ricovero in ospedale. In caso di eziologia infettiva della malattia, i pazienti possono essere isolati in una scatola infettiva.

2. Dieta per enterite

  • La nutrizione per l'enterite deve essere delicata, il più possibile tritata e servita solo calda.
  • Metodo di cottura: cottura a vapore, in ebollizione o in umido.
  • Pasti frazionari - 5-6 volte al giorno.

Il sistema di nutrizione terapeutica per l'enterite è stato sviluppato da M.I. Pevzner, e questa dieta è chiamata - dieta numero 4 (nella fase acuta o nella fase di esacerbazione della malattia) e dieta numero 2 (fase di recupero).

Cosa puoi mangiare con l'enterite? farina d'avena, riso, grano saraceno, pane di ieri, zuppe su brodo scremato, solo verdure ed erbe bollite, carni magre e pesce (manzo, pollo, tacchino, scarafaggio, pesce persico, orata, merluzzo, luccio persico, pollock, luccio, nasello), una quantità limitata di prodotti lattiero-caseari fermentati (ricotta o formaggio a basso contenuto di grassi), uova (non più di 2 volte, frittata al vapore o morbida), burro (non più di 30 g al giorno), purè di mele crude, pere, ribes, mirtilli rossi, mirtilli, fragole, tè verde, caffè, cacao in acqua, decotti di rosa canina, frutta secca, mela cotogna.

Si consiglia vivamente di bere molti liquidi - fino a 2 litri al giorno, poiché la frequente diarrea porta il corpo alla sua rapida disidratazione con tutte le conseguenze..

Cosa non si può mangiare con l'enterite? Orzo perlato, miglio, semole d'orzo, pasta, pane fresco, prodotti da forno, brodo di carne e pesce grassi, carni grasse e pesce (maiale, strutto, agnello, coniglio, aringhe, salmone), uova (crude, sode e fritte), legumi (piselli, fagioli, fagioli, soia), verdure fresche, latticini grassi, anguria, melone, prugne, cibo istantaneo, succhi acquistati, caffè forte, cacao con latte grasso, soda, marmellata, miele.

Inoltre, con l'enterite, è necessario astenersi da carni grasse, piccanti, piccanti, fritte, affumicate, sottaceti, cibo in scatola, molto salato.

3. Trattamento farmacologico (farmaci per enterite)

Importante! Prima di usare i farmaci, assicurati di consultare il medico.!

3.1. Sollievo dall'infezione

Una delle principali cause di enterite, che si verifica più spesso, è l'infezione del corpo.

A seconda del tipo di agente causale della malattia, viene prescritto uno o un altro farmaco: antibiotici, terapia antivirale, antielmintici, antimicotici e altri farmaci contro vari parassiti.

Farmaci antibatterici (antibiotici) per l'enterite - vengono utilizzati in caso di infezione del corpo con batteri - stafilococchi, streptococchi, enterococchi, salmonella, Klebsiella, Escherichia coli, ecc..

Gli antibiotici più popolari contro i batteri sono: "Alpha Normix", "Levomycetin", "Neomycin sulfate", "Oletetrin", "Tetracycline", "Phtalazol", "Furazolidone", "Cifran" (ciprofloxacin), "Enterofurilide" (nifuroxazide).

Farmaci antielmintici: vengono usati per distruggere i parassiti, ma la sua scelta dipende già dal tipo di infezione parassitaria e dal grado di danno all'intestino tenue.

I farmaci antielmintici più popolari sono contro i nematodi (Albendazolo, Dietilcarbamazina, Carbendacim, Levamisole, Mebendazolo), contro le cestodosi (Niclosamide), contro i trematodi (Chloxil), i farmaci ad ampio spettro "Praziquantel").

Il trattamento sintomatico è usato contro un'infezione virale, tuttavia alcuni specialisti usano vari farmaci antivirali.

Il trattamento sintomatico di rotavirus, enterovirus e altri tipi di infezione significa di per sé - prevenire la disidratazione del corpo, una dieta delicata, rafforzare il sistema immunitario fortificandolo ed eseguendo procedure fisioterapiche.

3.2. Normalizzazione della microflora intestinale

La salute dell'intestino tenue e dell'intestino nel suo insieme è possibile solo con un normale equilibrio / condizione della microflora benefica. L'assunzione di antibiotici e altri farmaci, infezione, avvelenamento, grave diarrea, un ambiente sfavorevole per il soggiorno di una persona contribuiscono alla morte parziale o completa di microrganismi benefici e allo sviluppo di disbiosi. Questa condizione può ulteriormente peggiorare la salute di un paziente già malato..

Per ripristinare e normalizzare l'equilibrio della microflora nell'intestino, vengono utilizzati prebiotici, probiotici e dieta.

Probiotici - colture vive di microflora intestinale benefica (batteroidi, bifidobatteri, lattobacilli, protozoi e altri): "Bifidumbacterin", "Bifikol", "Lactobacterin", "Linex".

I prebiotici sono additivi alimentari che vengono fermentati dalla microflora intestinale, a causa della quale cresce la sua popolazione: Duphalac, Normaza, Khilak-forte.

3.3. Terapia sintomatica

La terapia sintomatica ha lo scopo di migliorare il decorso della malattia minimizzando o rimuovendo completamente i sintomi della malattia. Questo rende più facile per il corpo accumulare forza e combattere le infezioni, così come la malattia in generale. Pertanto, una persona recupera molte volte più velocemente..

La terapia sintomatica implica l'uso dei seguenti gruppi di farmaci contro l'enterite:

Preparati enzimatici: normalizzano i processi di lavorazione e assimilazione degli alimenti, nonché l'assorbimento di vitamine, macro-microelementi e altre sostanze utili dal cibo da parte dell'intestino: "Mezim-Forte", "Pancreatin", "Festal".

Sorbenti: sopprimono i sintomi dispeptici, manifestati sotto forma di nausea, disagio e dolore nell'addome dovuti all'assorbimento (legame) di tossine e altre sostanze solide nel corpo e alla loro rapida eliminazione da esso: "Carbone attivo", "Atoxil", "Carbone bianco", "Polysorb", "Enterosgel".

Antispasmodici (antispasmodici) - alleviano i crampi e il dolore all'addome: "Duspatalin", "Meteospazmil", "No-shpa", "Papaverin".

Farmaci antidiarroici - usati per eliminare la diarrea: "Imodium", "Mezim Forte", "Smecta", "Enterosorb".

Antistaminici - usati per alleviare le reazioni allergiche sotto forma di forte prurito cutaneo ed eruzione cutanea: Diazolina, Claritina, Suprastin.

I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) sono usati per abbassare la temperatura corporea alta, che non diminuisce per molto tempo: "Afida", "Nimesil", "Paracetamol", "Citramon".

È meglio abbassare la temperatura nei bambini applicando impacchi freddi e umidi costituiti da una soluzione acetica debole sulla fronte, sul collo, sui polsi, sui muscoli dei polpacci e sotto le ascelle.

In presenza di formazioni ulcerative nell'intestino tenue, il medico può prescrivere: "Mezavant", "Pentasa", "Salofalk".

Le forme gravi del processo infiammatorio possono consentire l'uso della terapia ormonale (corticosteroidi) - "Idrocortisone", "Metilprednisolone", "Prednisolone".

In caso di violazioni del metabolismo proteico, può essere prescritta la somministrazione di soluzioni di polipeptidi.

Vitamine e oligoelementi - sono prescritti per rafforzare il sistema immunitario, normalizzare la microflora intestinale e alleviare il decorso della malattia.

Le condizioni del resort del sanatorio, in cui ai pazienti vengono prescritte procedure fisioterapiche, incluso il trattamento con acque minerali, aiuteranno ad accelerare il trattamento dell'enterite cronica..

I sanatori popolari per il trattamento delle malattie del tratto gastrointestinale sono: Essentuki, Zheleznovodsk, Truskavets.

4. Trattamento chirurgico

Il trattamento chirurgico dell'enterite viene effettuato nei seguenti casi:

  • Quando i polipi si formano sulle sue pareti;
  • Quando si formano diverticoli;
  • Se hai ostruzione intestinale.

Trattamento dell'enterite con rimedi popolari

Importante! Prima di utilizzare i rimedi popolari per la colite, assicurati di consultare il tuo medico.!

Camomilla. Aggiungi 3 cucchiai. cucchiai di camomilla in 700 ml di acqua bollente, coprire il prodotto e lasciarlo fermentare per circa un'ora, quindi filtrare e aggiungere 100 g di miele naturale per migliorare il gusto. Devi bere questo rimedio popolare per enterite e altri tipi di malattie gastrointestinali di natura infettiva 3 volte, 30 minuti prima dei pasti. Il corso della terapia dura fino a 45 giorni, quindi fai una pausa di 14 giorni e, se necessario, ripeti il ​​corso.

Iperico. Aggiungi 2 cucchiai. cucchiai di erba di San Giovanni in 500 ml di acqua bollente, coprire il prodotto e lasciarlo fermentare per circa 2 ore, quindi filtrare e bere per 3 dosi, 30 minuti prima dei pasti.

Sagebrush. Aggiungere 1 cucchiaino di assenzio secco in un bicchiere di acqua bollente, coprire il prodotto e lasciarlo fermentare per 10-15 minuti, quindi filtrare. Bere questa infusione di enterite è necessario per 2 cucchiai. cucchiai 3 volte al giorno, 30 minuti prima dei pasti. Puoi aggiungere del miele per migliorare il gusto..

Collezione. Fai una raccolta di parti uguali di camomilla, calendula e achillea, mescola tutto accuratamente e versa 1 cucchiaino della raccolta con un bicchiere di acqua bollente, lascia fermentare il prodotto per un'ora, filtralo e bevi durante il giorno, 3 volte, 30 minuti prima dei pasti.

Collezione antisettica. Raccogli i seguenti doni della natura (10 g ciascuno): camomilla, erba di San Giovanni, menta piperita, liquirizia, radici di burnet, radici di alpinista, semi di cumino, frutti di ontano, frutti di finocchio e frutti di ciliegia di uccello. Mescola tutto accuratamente e 2 cucchiai. aggiungere cucchiai di raccolta a 500 ml di acqua bollente, mettere a fuoco basso l'agente per 3 minuti, quindi rimuovere e mettere da parte per l'infusione per 2 ore Bere l'infuso 100 ml, 4 volte al giorno, 30 minuti prima dei pasti. Puoi aggiungere del miele per migliorare il gusto.

Ontano. 1 cucchiaio. Aggiungi un cucchiaio di coni di ontano in una ciotola e versali con 1 bicchiere d'acqua, quindi metti il ​​prodotto a fuoco basso per 15 minuti.Usa il brodo risultante come infusore per il tè, aggiungendo un po 'di limone, zucchero o miele, 10-15 gocce di valeriana. Devi bere il prodotto 2 volte al giorno, mattina e sera, a stomaco vuoto, per 3-4 mesi.

Prevenzione dell'enterite

La prevenzione dell'enterite comprende:

  • Nutrizione razionale, compreso l'uso di alimenti arricchiti con vitamine e microelementi, nonché altre regole per un'alimentazione sana;
  • L'uso di prodotti non scaduti;
  • Rispetto delle norme di igiene personale;
  • Rifiuto dall'uso incontrollato di droghe, specialmente quelle antibatteriche;
  • Evitare l'ipotermia;
  • Evita lo stress o impara ad affrontare situazioni di vita difficili;
  • Rispettare il regime di lavoro / riposo / sonno, dormire a sufficienza;
  • Prova a muoverti di più;
  • In presenza di varie malattie, non lasciarle al caso, consultare un medico in modo che le malattie non diventino croniche.

Enterite in un cane

Nell'articolo: parlerò di enterite primaria e secondaria, vie di infezione, segni caratteristici e trattamenti per l'enterite nei cani. Scoprirai se i patogeni sono pericolosi per l'uomo e altri animali. Cosa fare e cosa non fare per alleviare il proprio animale domestico.

Il materiale si basa sul lavoro in una clinica veterinaria, sull'esperienza dei miei colleghi e sugli standard di trattamento generalmente accettati. Risposte preparate alle domande più frequenti.

Che cos'è

L'enterite è un'infiammazione dell'intestino. Distingua tra enterite primaria - quando questo sintomo è iniziale e secondario, che si sviluppa in condizioni patologiche di eziologia infettiva e non infettiva. Ho intenzione di parlare solo di malattie infettive.

Gli agenti causali dell'enterite sono virus o batteri. Gli allevatori di cani responsabili hanno a che fare con malattie virali. L'enterite batterica primaria si verifica solo nei vivai con condizioni flagranti non igieniche e nell'alimentazione di alimenti inadatti al cibo. Le infezioni secondarie o secondarie sono microflora che vive costantemente nel corpo. Diventa pericoloso quando il virus indebolisce il sistema immunitario..

Esistono i seguenti tipi di enterite virale nei cani:

  1. Il parvovirus si presenta in forma intestinale, cardiaca e mista. Caratterizzato da alta mortalità.
  2. Il coronavirus è caratterizzato da una forma fulminante, acuta e cronica o lieve. Con un trattamento precoce, la maggior parte dei cuccioli può essere salvata. I cani adulti si ammalano facilmente, asintomatici.
  3. Il rotavirus, si verifica relativamente raramente, i sintomi ripetono la forma intestinale di parvovirosi. Tuttavia, la malattia è più facile, il tasso di sopravvivenza è più alto..

Le ragioni

L'infezione si verifica a causa della mancanza di vaccinazioni. Di solito la cagna viene immunizzata poco prima dell'accoppiamento. Gli anticorpi vengono prodotti e trasmessi al cucciolo attraverso il colostro. Tuttavia, il vitello aumenta di peso e diminuisce la concentrazione di proteine ​​protettive. All'età di otto settimane, il cucciolo diventa vulnerabile alle infezioni virali. La situazione è aggravata dal fatto che l'esaurimento delle globuline protettive coincide con lo stress alimentare provato dal cucciolo quando passa dal latte materno al cibo solido..

Gli animali domestici vengono infettati da enterite da parvovirus e rotavirus mentre si cammina. Il coronavirus è instabile nell'ambiente esterno. Pertanto, i cuccioli vengono infettati da portatori - cani adulti in cui l'infezione procede senza sintomi visibili.

Vie di infezione

Il cane viene infettato dalla via fecale-alimentare. Riceve il parvovirus o il rotavirus attraverso l'alimentazione o attraverso il contatto con il terreno contaminato da feci di animali malati. Il cane continua a perdere parvovirus per due settimane dopo che si riprende mentre cammina. L'agente patogeno viene trasmesso da insetti, roditori e persone su vestiti e suole.

Il coronavirus è instabile nell'ambiente esterno, pertanto è necessario il contatto con un cane adulto per infettare un cucciolo. La maggior parte dei cani porta coronavirus, che non danneggiano i loro proprietari. I sintomi clinici si sviluppano negli adolescenti fino a cinque mesi di età. Quanto dura il periodo di incubazione? A seconda dello stato del sistema immunitario, delle condizioni di detenzione e alimentazione, i segni clinici compaiono 1-7 giorni dopo l'infezione.

Sintomi

Nella forma intestinale di parvovirosi, si osservano i seguenti sintomi:

  • il cucciolo diventa letargico, smette di mangiare;
  • si verifica un vomito schiumoso debilitante, l'animale rifiuta di bere;
  • c'è diarrea acquosa con un odore "enterico" sgradevole;
  • la temperatura aumenta;
  • il sangue appare nelle feci e nel vomito;
  • toccare la pancia è doloroso, il cane geme;
  • gli occhi affondano, si sviluppa la disidratazione;
  • le mucose diventano cianotiche;
  • un calo della temperatura al di sotto del normale è un segnale minaccioso che avverte di avvicinarsi alla morte.
Con enterite da parvovirus in un cane, diarrea sanguinolenta.

Con l'enterite da parvovirus, compaiono sintomi che non sono caratteristici delle infezioni da coronavirus e rotavirus:

  • un'infezione batterica secondaria distrugge la mucosa intestinale;
  • il virus entra nei reni, nei polmoni, nei linfonodi, nel midollo osseo;
  • grave disidratazione;
  • elevata mortalità tra i cuccioli di 2-3 mesi;
  • trattamento a lungo termine con assenza quasi completa di recupero spontaneo;
  • con coronavirus e enterite da rotavirus, il recupero dei cuccioli è possibile il decimo e il settimo giorno in assenza di trattamento.

È impossibile determinare il tipo di enterite in un cane sulla base dei soli segni clinici. Le infezioni sono spesso miste. Pertanto, se trovi uno o più dei suddetti sintomi, affrettati alla clinica.

Trattamento

Ti parlerò del trattamento dell'enterite da parvovirus, come il più difficile e duraturo. Si stanno sviluppando misure terapeutiche nelle seguenti aree:

  1. Medicinali.
  2. Terapia di reidratazione.
  3. Dieta.
  4. Misure di trattamento aggiuntive.

Trattamento farmacologico

Con l'enterite sono necessari i seguenti tipi di medicinali:

  1. Antivirale.
  2. Per smettere di vomitare.
  3. Terapia antibiotica.

Il trattamento antivirale consiste nella somministrazione di anticorpi specifici contro il parvovirus. Raccomando Globcan 5. Oltre alle immunoglobuline contro la parvovirosi, il farmaco contiene proteine ​​protettive che distruggono gli agenti causali delle infezioni da peste, coronavirus e adenovirus. Una diagnosi accurata richiede tempo e i sintomi delle malattie elencate possono essere simili. Pertanto, è necessario eliminare tutti i possibili avversari.

La somministrazione tardiva del farmaco è inefficace. Il virus avrà il tempo di indebolire la mucosa intestinale, viene attaccato da batteri su cui il siero non funzionerà.

Nei giorni seguenti, utilizzare immunomodulatori - Immunofan o quelli prescritti dal veterinario. Acquista Globkan 5 o equivalente. Lascialo riposare nel frigorifero per ogni evenienza. Va bene se non ne hai bisogno.

Ricordo un incidente interessante legato alla produzione di siero iperimmune. Globcan e analoghi sono preparati come segue: gli antigeni dei patogeni canini vengono iniettati nel cavallo, in attesa che il sistema immunitario produca anticorpi, il sangue viene prelevato e si ottiene il siero. Negli anni '90, l'acquisto di un prodotto biologico non è stato facile. La mia compagna di classe di Tuapse ha raccontato come è uscita dalla situazione. Ho iniettato a mio marito, un pensionato militare, un vaccino per cani complesso, ho prelevato 400 ml di sangue e ho ricevuto siero. Il prodotto biologico ha estratto molti cuccioli pesanti dall'aldilà.

Tutti i medicinali non saranno utili se il vomito non viene interrotto. Il cucciolo morirà di fame e sete, perché non sarà in grado di mangiare o bere. Non utilizzare le compresse antiemetiche pubblicizzate. Dopotutto, il cane li vomiterà. Utilizzare solo iniettabili: Cerucal o Metoclopramide. Bere è un buon segnale e aumenta le possibilità di sopravvivenza..

La comparsa di striature di sangue nelle feci significa che i batteri che vivono nell'intestino si nutrono dei tessuti dell'ospite indeboliti dal virus. Pertanto, è impossibile esitare con l'uso di antibiotici o sulfamidici per l'enterite. Gli antisettici non distruggono il virus, ma inibiscono lo sviluppo della microflora patogena. I veterinari preferiscono usare farmaci a lunga durata d'azione.

Terapia di reidratazione

Con vomito e diarrea, il corpo perde molti liquidi e sali. L'equilibrio degli elettroliti è disturbato, il sangue si addensa, gli enzimi vengono inattivati ​​e le tossine si accumulano. Il cane non può bere da solo e l'iniezione forzata di acqua provoca vomito e sofferenza aggiuntiva.

In un ospedale, viene inserito un catetere attraverso il quale vengono costantemente iniettate miscele di reidratazione. Ma i proprietari di cani preferiscono curare il loro animale domestico a casa. La prima scelta è il lattato di Ringer. Il veterinario mette una flebo. In caso di emergenza, puoi aiutare tu stesso il tuo animale domestico. Iniettare elettroliti per via sottocutanea il più spesso possibile. Forme gonfiore che si dissolveranno rapidamente.

Il mio amico veterinario E.M. Lakeev ha lavorato presso la scuola di allevamento di cani di ricerca di servizio di Rostov. Ha detto che l'enterite da parvovirus è apparsa in URSS dopo le Olimpiadi di Mosca del 1980. L'unico trattamento era la terapia di reidratazione combinata con antibiotici.

Dieta

All'inizio della malattia, il cucciolo non mangia nulla. Non forzarlo a nutrirlo. L'apparato digerente non è in grado di digerire il cibo, l'intera mucosa intestinale è esplosa con diarrea sanguinolenta. Dopo che le condizioni del cane migliorano, deve imparare a mangiare di nuovo. All'inizio, dare brodo di pollo o manzo e acqua di riso.

Le funzioni digestive richiederanno molto tempo per riprendersi; non è facile fornire un'alimentazione adeguata con alimenti naturali. Pertanto, suggerisco di utilizzare Hill's i / d o Purina EN alimenti in scatola medicati pronti per cani con disturbi digestivi. All'inizio diluire la massa con acqua secondo le istruzioni sulla confezione.

Si prega di notare che i cibi in scatola aperti devono essere conservati in frigorifero per non più di 36 ore, quindi per la prima volta, ottenere piccoli vasetti. Riscalda il cibo prima di nutrirlo. Dopo il ripristino delle funzioni digestive, è possibile modificare il feed, dopo aver consultato uno specialista.

Misure correttive supplementari

Oltre ai medicinali sopra elencati, i veterinari prescrivono rimedi sintomatici a seconda delle complicazioni in via di sviluppo:

  • disintossicazione - Gemodez, Sirepar, Hydrolysin;
  • emostatico - Vikasol, Etamzilat;
  • cardiaco - Cordiamin, Riboxin;
  • antidolorifici, farmaci antispastici.

Per ripristinare la normale microflora intestinale, il veterinario prescrive probiotici o prebiotici. Se necessario, perforare i preparati vitaminici fortificanti - Catosal o Gamavit.

Non ti consiglio di usare rimedi popolari. Alcuni allevatori di cani affermano che il trattamento con vodka aiuta con l'enterite da parvovirus. Sfortunatamente, ci sono persone con educazione veterinaria tra loro. Se il cane è sopravvissuto dopo tale trattamento, non è stato grazie alla vodka, ma nonostante ciò.

Prevenzione

Per prevenire l'infezione del tuo cane, segui queste linee guida:

  1. Vaccina regolarmente il tuo animale domestico.
  2. Lavati le mani e le scarpe dopo essere stato all'aperto se hai un cucciolo non vaccinato in casa.
  3. Metti in quarantena gli animali appena arrivati ​​per 4 settimane.
  4. Evitare di camminare cuccioli immunocompromessi dopo la vaccinazione.

Domande frequenti

Proverò a dare risposte esaurienti alle domande poste dagli allevatori di cani..

Gli esseri umani o altri animali possono essere infettati??

L'enterite parvovirus canina infetta solo i cani.

Il virus canino non è pericoloso per l'uomo e i gatti.

Tuttavia, il proprietario del cane, così come il gatto che cammina per strada, può trasportare il virus.

Quali vaccini possono essere usati contro l'enterite nei cani

L'uso dei monovaccini è un ricordo del passato. Per proteggere l'animale dalle più pericolose malattie infettive, vengono utilizzati complessi prodotti biologici di produzione russa o straniera. Se hai intenzione di partecipare a spettacoli di esperti e allevamento, usa il vaccino raccomandato dal Kennel Club. In una situazione diversa, scegli tra i farmaci offerti dalla clinica veterinaria.

Vaccino complesso Multican-8.

Qual è lo schema per la vaccinazione contro l'enterite?

Il sistema immunitario del cucciolo è pronto a formare anticorpi a tutti gli effetti entro i tre mesi di età. Tuttavia, la minaccia virale è così grande che l'animale può morire in età precoce. Seguire il programma di vaccinazione descritto nelle istruzioni del produttore.

Se hai acquistato un cucciolo da un vivaio, avrebbe dovuto essere vaccinato a sei settimane di età. Per questo, è stato utilizzato un vaccino bivalente, ad esempio Nobivac Puppy DP, che protegge l'animale da peste e parvovirosi..

Il programma di vaccinazione standard prevede la prima vaccinazione a 8 settimane. La rivaccinazione viene eseguita a 12 settimane. 2 o 3 settimane dopo la seconda vaccinazione, il cane è considerato protetto e può essere camminato senza timore di infezione.

Vaccino Nobivac Puppy DP

La prossima vaccinazione è raccomandata dopo un anno o a 12 mesi di età. Non dimenticare di sverminare prima di ogni vaccinazione. Se hai intenzione di ottenere cuccioli da riproduzione, vaccina la cagna prima dell'accoppiamento. Gli anticorpi sono noiosi non per lei, ma per la futura prole. Il costo dell'immunizzazione con l'inserimento dei dati nel passaporto veterinario è di 1600-1800 r.

Cosa è pericoloso e quali complicazioni possono essere?

L'enterite da parvovirus è pericolosa con le seguenti complicanze, che possono ricordare a se stesse entro un anno dalla guarigione o rimanere a vita:

  • ritardo dello sviluppo;
  • zoppia;
  • infertilità delle femmine;
  • miocardite o insufficienza cardiaca;
  • aderenze intestinali;
  • polipi in bocca;
  • pancreatite;
  • epatite.

Quali cani sono a rischio?

L'enterite si verifica nei cuccioli e negli adolescenti fino a sei mesi. I cani adulti non vaccinati possono ammalarsi, ma possono facilmente ottenerlo. L'enterite da parvovirus colpisce i cani di tutte le razze, tuttavia, la malattia più grave si verifica nei doberman e nei pastori tedeschi. I maschi si ammalano più spesso delle femmine.

I cani di razza hanno un'immunità parziale al virus della parvovirosi e si ammalano in condizioni di mancanza di cibo e condizioni antigieniche.

Cuccioli a rischio.

Qual'è la differenza tra enteritis e plague

Le malattie causate da virus dell'enterite da parvovirus e dalla peste nella fase iniziale non possono essere distinte. Pertanto, al minimo sospetto di infezione, utilizzare globulina o siero iperimmune che contiene anticorpi contro entrambi i contagi. Le differenze nel quadro clinico appaiono nel tempo. La peste è caratterizzata dai seguenti sintomi, che non si verificano con l'enterite da parvovirus:

  • secrezione purulenta da occhi, naso, orecchie;
  • la malattia inizia non con il vomito, ma con la febbre;
  • fenomeni nervosi;
  • le feci sono verdi, con la parvovirosi sono sanguinanti.

Un cane può ammalarsi una seconda volta??

I produttori affermano che la vaccinazione fornisce un anno di protezione contro l'enterite da parvovirus e altri disturbi pericolosi. Pertanto, in teoria, la ricorrenza è possibile. In pratica, ciò non accade, perché nei cani adulti l'enterite da parvovirus è lieve o asintomatica. Il cane si annoierà per 2-3 giorni e tutto sarà finito. Non te ne accorgerai nemmeno.

Quindi, cos'è? Dopo un anno, il cane non può essere vaccinato? Hai ancora bisogno di vaccinare, in base alle seguenti considerazioni:

  • un titolo elevato di anticorpi in un cane adulto non è necessario per lei, ma per i cuccioli futuri;
  • l'assenza di un segno di vaccinazione nel passaporto veterinario chiuderà la strada per la mostra degli esperti, l'animale non può essere portato con te in viaggio nel territorio della Federazione Russa e all'estero.

Conclusione del veterinario

Sulla base di quanto sopra, sono giunto alle seguenti conclusioni:

  1. L'enterite è un'infiammazione dell'intestino. L'enterite più pericolosa per i cani è causata dal parvovirus.
  2. I segni clinici si sviluppano nei cuccioli di meno di cinque mesi.
  3. La malattia è caratterizzata da un'alta mortalità.
  4. Il recupero è possibile con un trattamento tempestivo e complesso con l'uso di antivirali, antisettici, reidratazione, agenti sintomatici e terapia dietetica.
  5. Nei cani adulti, la malattia è asintomatica e termina con il recupero..
  6. Per prevenire l'infezione, vaccinare gli animali in tempo e regolarmente.

Spero che questo articolo ti sia stato utile. Risponderò alle domande nei commenti.

  • Articolo Precedente

    Puntini neri nelle feci (in un adulto o in un bambino): cos'è, perché sono apparsi e vale la pena suonare l'allarme, cosa dice il sintomo e come sbarazzarsi del problema

Articoli Su Epatite