Pancreatite in donne in gravidanza

Principale Appendicite

La pancreatite è un'infiammazione del pancreas che colpisce persone di tutte le età. Durante il periodo di gestazione, viene esercitato un carico aggiuntivo sul corpo della donna, compreso il sistema digestivo. La pancreatite nelle donne in gravidanza è un evento frequente, al fine di evitare possibili complicazioni per la salute della futura madre e bambino, è necessario riconoscere l'infiammazione nel tempo e scegliere un trattamento efficace.

Descrizione della malattia

Il pancreas è un organo vitale, una delle cui funzioni è la produzione di succo pancreatico. Contiene enzimi responsabili della scomposizione di proteine, grassi, carboidrati. Pertanto, senza un'adeguata produzione di succo pancreatico, la normale digestione è impossibile..

Gli enzimi che hanno attraversato la fase di scissione devono entrare nel duodeno. Quando si verifica un'infiammazione, il lavoro degli enzimi inizia prima - prima che entrino nell'intestino, cioè vengono attivati ​​nel pancreas. Il risultato è un danno tissutale, per dirla semplicemente, il pancreas "si digerisce da solo". Questo si chiama pancreatite..

Una delle maggiori complicanze della pancreatite, cioè il processo infiammatorio della ghiandola, è la pancreatonecrosi. Questa patologia si verifica quando, a causa di un forte processo infiammatorio, muore un numero significativo di cellule del pancreas..

Forme

La pancreatite durante la gravidanza può essere di due forme: acuta, cronica. Nel primo caso, la malattia è soggetta a trattamento obbligatorio, nel secondo, tutto dipende dai sintomi presenti, dalle condizioni generali della donna.

acuto

Fortunatamente, la pancreatite acuta viene diagnosticata raramente durante la gravidanza. Di solito, le donne incinte seguono la dieta, non hanno cattive abitudini, quindi la comparsa di nuove malattie dell'apparato digerente associate all'infiammazione a causa di uno stile di vita improprio è praticamente impossibile. L'esacerbazione della forma cronica è più comune. Tuttavia, la pancreatite acuta è ancora rara, ma appare.

La particolarità di questa forma di malattia sta nel suo rapido sviluppo. Il sistema digestivo di una donna, quando trasporta un bambino, è soggetto a un doppio carico, quindi quando si verifica un focus del processo infiammatorio, si sviluppa rapidamente. Il primo segno dell'inizio della pancreatite è un forte dolore addominale (nella parte superiore).

Il pericolo di pancreatite acuta, iniziata durante la gravidanza, risiede nel fatto che i suoi sintomi possono essere confusi erroneamente con la tossicosi. Sono nausea, dolore addominale, avversione al cibo e altri. Le donne in gravidanza possono sentire che ciò che sta accadendo a loro è normale per la loro situazione. Pertanto, è importante conoscere le principali cause e segni dello sviluppo della pancreatite..

cronico

Se a una donna era già stata diagnosticata una pancreatite cronica al momento della gravidanza, il suo compito è prevenire un'esacerbazione. Per fare questo, è sufficiente seguire le raccomandazioni del medico sull'alimentazione, se necessario, bere un ciclo di farmaci.

I sintomi e la necessità di terapia dipendono dalla forma di pancreatite cronica:

  • Dispeptici. Si manifesta in modo simile alla tossicosi. Una donna può provare nausea, a volte problemi con le feci, perdita di appetito.
  • Doloroso. È accompagnato da un forte dolore nell'addome superiore, che appare prima dopo aver mangiato, quindi sono permanenti - un segno dell'inizio dell'esacerbazione della pancreatite cronica.
  • Latente. La forma più pericolosa della malattia, in cui assolutamente tutti i sintomi sono assenti. Appaiono occasionalmente, sfocate. Una donna incinta può facilmente confonderli con segni di tossicosi..

In generale, i sintomi della pancreatite cronica durante la gravidanza non sono pronunciati. Aumenta solo se inizia un'esacerbazione.

Le ragioni

Le cause della pancreatite durante la gravidanza possono essere associate a entrambi i processi patologici del corpo e si verificano per colpa di una donna. I principali sono:

  • colecistite, gastrite, altre malattie dell'apparato digerente;
  • eredità;
  • infezione;
  • disturbi ormonali.

La causa più comune è una dieta povera. Ogni futura mamma riceve consigli sulla scelta di una dieta da un medico. A causa dell'indulgenza nei tuoi desideri di gusto, può svilupparsi una violazione della dieta, l'uso di grassi, fritti, affumicati, salati, infiammazioni dell'apparato digerente.

La causa fisiologica della pancreatite durante la gravidanza è associata alla crescita dell'utero. A causa dell'aumento delle sue dimensioni, il pancreas è sottoposto a pressione costante. Più spesso questo si manifesta in malattie associate a cambiamenti patologici nell'utero.

Segni di gravidanza

I principali sintomi della pancreatite durante la gravidanza non sono molto diversi dai sintomi della malattia in gravidanza.

I principali segni di infiammazione del pancreas sono:

  • Nausea. Se la nausea associata alla tossicosi è persistente, quindi con la pancreatite appare di solito dopo aver mangiato. Quindi vomito spesso.
  • Aumento della temperatura. Di solito è insignificante - fino a 37-37,5 gradi.
  • Dolore di herpes zoster. Si verifica nella parte superiore dell'addome, quindi si diffonde in altre parti.
  • Dispepsia. La diarrea con pancreatite è molle o liquida. Si verifica a causa della presenza di grasso non digerito.
  • Perdita di appetito. A causa della mancanza di desiderio di mangiare, il corpo soffre di una carenza di microelementi utili che entrano con il cibo. Ciò influisce sul deterioramento del benessere generale..

Diagnostica

Per verificare la diagnosi di pancreatite, a una donna viene prescritta una diagnostica aggiuntiva. Dato il pericolo del processo infiammatorio, è urgente. La diagnostica include:

  • emocromo completo: mostra i segni della presenza di un processo infiammatorio;
  • analisi del sangue biochimica;
  • Ultrasuoni al pancreas.

I risultati degli ultrasuoni sono la base per confermare la diagnosi. L'immagine sullo schermo mostra tali sintomi di pancreatite come un aumento delle dimensioni del pancreas, una diminuzione dell'ecogenicità dei tessuti e l'eterogeneità della loro struttura. Di solito, vengono anche prescritti metodi di ricerca radiografica per confermare la pancreatite, ma sono categoricamente controindicati per le donne in gravidanza..

Trattamento

Il trattamento della pancreatite durante la gravidanza dovrebbe essere completo, include necessariamente terapia farmacologica, dieta. Occasionalmente, a fini di prevenzione, può essere integrato con l'uso di rimedi popolari..

Se si sospetta pancreatite acuta in una donna incinta, è necessario un ricovero urgente. Se la diagnosi viene confermata in anticipo, al paziente può essere offerto l'aborto. Se il termine è in ritardo, di solito sorge la domanda di consegna anticipata.

Se l'infiammazione ha appena iniziato a svilupparsi, non ci sono ancora conseguenze gravi e non vi è alcun rischio per la vita della futura madre e del bambino, può essere prescritta una terapia farmacologica. Viene eseguito rigorosamente dopo il ricovero in ospedale, il paziente è sotto costante controllo medico.

La terapia consiste nell'uso di tali gruppi di farmaci:

  • eliminare la sindrome del dolore - Spazmalgon, No-Shpa;
  • per normalizzare le feci, passare i sintomi della dispepsia - Maxilak, Linex;
  • antiacidi: Almagel, Gaviskon;
  • coleretico: allochol;
  • altro antinfiammatorio.

Pancreatite cronica durante la gravidanza

Il sito fornisce informazioni di base a solo scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

La pancreatite cronica è una delle malattie più comuni del sistema digestivo. La pancreatite cronica è caratterizzata da infiammazione dei tessuti del pancreas con conseguenti disturbi digestivi. La pancreatite cronica nelle donne in gravidanza è abbastanza comune, mentre durante la gravidanza è abbastanza difficile stabilire una diagnosi di pancreatite cronica a causa della necessità di distinguere questa malattia da molte altre patologie che si verificano con sintomi simili.

La pancreatite cronica e i disturbi digestivi associati richiedono un trattamento obbligatorio. È particolarmente importante eliminare la pancreatite nelle donne in gravidanza, in cui la disfunzione del pancreas può causare gravi complicazioni durante la gravidanza.

Cos'è la pancreatite cronica?

La pancreatite cronica è una malattia in cui c'è un'infiammazione dei tessuti del pancreas. L'infiammazione prolungata porta a cambiamenti nella struttura dell'organo stesso (germinazione del tessuto connettivo, atrofia delle ghiandole pancreatiche, compressione dei tubuli attraverso i quali viene espulso il succo pancreatico, ecc.). Quindi, prima o poi, la pancreatite cronica porta all'interruzione del processo digestivo e all'insorgenza di sintomi caratteristici della malattia, di cui parleremo di seguito. La pancreatite cronica nelle donne in gravidanza si sviluppa con meccanismi simili e ha conseguenze simili..

Qual è il ruolo del pancreas?

Nelle donne in gravidanza, il pancreas funziona in una modalità avanzata: da un lato, il corpo di una donna incinta deve elaborare grandi quantità di cibo e, dall'altro, sono necessarie grandi quantità di insulina per garantire lo sviluppo del feto.

Quali sono le cause della pancreatite cronica?

La pancreatite cronica può essere causata da una varietà di cause. Il meccanismo principale della pancreatite è la distruzione del pancreas da parte dei suoi stessi enzimi digestivi. Questo fenomeno si osserva, ad esempio, quando i batteri entrano nel pancreas o quando vengono spremuti i dotti pancreatici. Nelle donne in gravidanza, come menzionato sopra, la compressione del pancreas durante lo sviluppo dell'utero è significativa - questo è uno dei motivi per lo sviluppo della pancreatite durante la gravidanza. Un altro motivo è l'indigestione dovuta a una diminuzione del tono dell'intero sistema digestivo durante la gravidanza..

Anche i danni al pancreas da parte dei virus svolgono un ruolo nell'insorgenza della pancreatite..

Alcuni esperti citano un trattamento eccessivo durante la gravidanza come una delle cause della pancreatite. Ad esempio, è stato dimostrato che un uso eccessivo (e talvolta ingiustificato) di preparazioni vitaminiche e minerali complesse può avere un effetto negativo sugli organi del tratto digestivo..

Molto spesso, la pancreatite cronica si presenta come una malattia indipendente. Tuttavia, è anche possibile la transizione della malattia dalla forma acuta a quella cronica..

Sintomi di pancreatite in donne in gravidanza

I sintomi della pancreatite cronica nelle donne in gravidanza possono essere vari disturbi digestivi, dolore addominale, malattie dermatologiche, ecc. In generale, i sintomi della pancreatite dipendono dalla forma della malattia. Dal punto di vista dei sintomi, si distinguono le seguenti forme di pancreatite cronica: dispeptica, dolorosa, asintomatica. Ognuna di queste forme di pancreatite cronica può svilupparsi durante la gravidanza ed è anche possibile una combinazione tra forme dispeptiche e dolorose..

Con la forma dispeptica, i principali sintomi della malattia sono una violazione del processo digestivo: gonfiore (flatulenza), diarrea (feci schiumose, grasse, con particelle di cibo non digerito), nausea, vomito, perdita di appetito, perdita di peso, ecc. la crescita dei batteri intestinali e l'insorgenza di disbiosi. Nel loro insieme, la disbiosi intestinale e i disturbi generali nel processo digestivo sono la causa di allergie alimentari, neurodermite, candidosi vaginale, ipovitaminosi. Tutte queste malattie durante la gravidanza possono causare varie complicazioni..

La forma dolorosa di pancreatite è caratterizzata dalla predominanza della sindrome del dolore. Il dolore con pancreatite è localizzato nell'addome superiore. La pancreatite è caratterizzata dalla comparsa di dolori alla cintura: i dolori del piano superiore dell'addome si diffondono alla schiena e, per così dire, "cingono" il paziente.

La forma asintomatica della pancreatite cronica nelle donne in gravidanza procede praticamente senza sintomi, il che complica notevolmente la diagnosi della malattia e rimanda la visita dal medico.

Caratteristiche della diagnosi di pancreatite cronica durante la gravidanza

Le caratteristiche del corpo di una donna durante la gravidanza, nonché l'effetto dannoso di alcuni metodi diagnostici sullo sviluppo fetale sono le ragioni di alcune delle caratteristiche della diagnosi di pancreatite cronica durante la gravidanza.

La fase iniziale nella diagnosi di pancreatite cronica durante la gravidanza è la raccolta di dati sui sintomi e sulla progressione della malattia. Tuttavia, è impossibile stabilire una diagnosi basata esclusivamente su questi dati. Il fatto è che durante la gravidanza, i sintomi della pancreatite cronica possono essere scambiati per sintomi di altre malattie o disturbi e viceversa. Ad esempio, i sintomi della tossicosi precoce (vomito, nausea, diarrea) possono essere molto simili a quelli della pancreatite. L'inizio di questi sintomi prima della 12a settimana di gravidanza è considerato una manifestazione di tossicosi precoce, dopo la 12a settimana di gravidanza - un sintomo di pancreatite cronica. Inoltre, durante la gravidanza, i sintomi della pancreatite cronica dovrebbero essere distinti dai sintomi di malattie come la sindrome dell'intestino irritabile, la colite ulcerosa, l'epatite, la colecistite cronica, ecc..

Per chiarire la diagnosi di pancreatite cronica, vengono eseguiti ulteriori esami:

  1. Esami del sangue generali e biochimici - possono mostrare una leggera diminuzione del livello di emoglobina (anemia dovuta al ridotto assorbimento di ferro nell'intestino), un aumento dei livelli di ALT e AST durante l'esacerbazione della pancreatite, un leggero aumento della frazione di bilirubina libera, un aumento dell'attività dell'amilasi.
  2. L'analisi delle feci è uno dei metodi principali per diagnosticare la disfunzione del pancreas e la pancreatite cronica. L'analisi delle feci mostra una digestione alterata dei grassi (nelle feci più di 6 g di grassi al giorno), proteine ​​e carboidrati, crescita eccessiva della microflora intestinale.
  3. L'ecografia pancreatica (ultrasuoni) è sicura per il feto e pertanto può essere utilizzata durante la gravidanza. L'ecografia mostra un aumento (o, al contrario, una diminuzione) delle dimensioni normali del pancreas, ispessimento dei tessuti ghiandolari, restringimento del dotto ghiandolare, ecc..
  4. Gli esami radiografici e altri tipi di diagnostica che utilizzano radiazioni ionizzanti (tomografia computerizzata) non devono essere utilizzati durante la gravidanza.

Trattamento per pancreatite cronica durante la gravidanza

Anche il trattamento della pancreatite cronica durante la gravidanza ha le sue caratteristiche. Alcuni farmaci usati per trattare la pancreatite in altre persone sono vietati per l'uso in donne in gravidanza.

Nel trattamento della pancreatite cronica nelle donne in gravidanza, distinguiamo diversi punti principali:

  1. Ridurre la quantità di farmaci consumati è molto importante durante la gravidanza. Una donna in attesa di un bambino dovrebbe discutere con il proprio medico curante l'opportunità di assumere ciascuno dei medicinali prescritti durante la gravidanza e ridurre il più possibile questo elenco..
  2. La correzione della nutrizione implica l'esclusione dalla dieta di una donna incinta di tutti gli alimenti che irritano il pancreas (spezie in eccesso, cibi salati o piccanti, caffè, cioccolato, grandi quantità di frutta e verdura crude, cibi fritti o affumicati, cibi grassi). Devi prendere cibo 5-6 volte al giorno (più spesso meglio è), in piccole porzioni.
  3. Terapia sostitutiva con enzimi digestivi. Per questi scopi, vengono utilizzati preparati di pancreatina (Mezim, Creon, ecc.). Questi farmaci devono essere assunti con l'ultimo pasto con un bicchiere di acqua minerale alcalina..
  4. La riduzione dell'acidità dello stomaco si ottiene attraverso l'uso di antiacidi tampone (Almagel). L'uso di bloccanti della pompa protonica (Omeprazolo) o bloccanti H2 durante la gravidanza è indesiderabile.
  5. Correzione del fegato e delle vie biliari. L'interruzione del fegato e del tratto biliare è osservata in tutti i casi di pancreatite cronica. Allo stesso tempo, si osserva un ristagno biliare nei tessuti del fegato e del tratto biliare. La disfunzione del fegato può avere un effetto molto negativo sullo sviluppo della gravidanza. Per correggere il lavoro del fegato e dei dotti biliari durante la gravidanza, vengono utilizzati farmaci che accelerano l'escrezione della bile. La preferenza è data ai preparati di origine vegetale o animale (Holosas, Urzofalk, Holiver).
  6. La correzione della disbiosi intestinale è strettamente necessaria per il complesso trattamento della pancreatite cronica durante la gravidanza. Per normalizzare la composizione della microflora intestinale, vengono utilizzati farmaci del gruppo probiotico (Linex, Hilak Forte, Bifidumbacterin, Bifikol, ecc.), Nonché farmaci del gruppo prebiotico (Duphalac). Sotto l'azione di questi farmaci, la composizione della microflora intestinale viene gradualmente ripristinata e scompaiono i sintomi dei disturbi digestivi..

Il trattamento sopra descritto, il tipo di farmaci e il dosaggio possono essere stabiliti solo dal medico curante che abbia familiarità con la storia medica della donna incinta. L'automedicazione di qualsiasi tipo durante la gravidanza è estremamente pericolosa e può portare a conseguenze indesiderabili sia per la madre che per il feto..

Bibliografia:

  • Ivashkin V.T. Trattamento della pancreatite cronica // Russian Journal of Gastroenterology, Hepatology, 1996. - T. 4. - P. 10-18.
  • Maev I.V. Pancreatite cronica (algoritmo per diagnosi e tattiche di trattamento). - M., 2006.-- 104 p..

Autore: Pashkov M.K. Coordinatore del progetto di contenuto.

Pancreatite durante la gravidanza

Portare una gravidanza diventa una seria sfida per il corpo femminile. Nei giorni di attesa del bambino, gli organi resistono a un carico maggiore. Principalmente in questo momento, c'è una esacerbazione delle malattie croniche della donna..

Per l'inizio della gravidanza, i sintomi caratteristici sono nausea e vomito, avversione al cibo. Se i sintomi persistono con il corso della gravidanza dopo 12 settimane, una situazione simile dà motivo al medico curante di sospettare che la donna stia sviluppando pancreatite acuta. I metodi diagnostici e terapeutici del paziente sono sostanzialmente diversi dallo schema standard utilizzato al di fuori della gravidanza..

La pancreatite è un'infiammazione del pancreas. La violazione della produzione di enzimi attivi porta allo sviluppo di edema, distruzione del tessuto organico, interruzione del processo di assimilazione e digestione del cibo.

Perché si sviluppa la malattia

Durante la gravidanza, la pancreatite è spesso provocata da un aumento del carico sul corpo della madre sullo sfondo del trasporto di un bambino. Nel corpo, c'è un aumento dei processi metabolici, questo richiede un aumento dell'assunzione di cibo e una maggiore intensità della digestione. Questo metabolismo è direttamente correlato allo sviluppo fetale. Con la diffusione della pancreatite, l'assorbimento del cibo nell'intestino viene interrotto, comportando una violazione della normale microflora intestinale, alterato sviluppo del nascituro.

  1. Una causa comune di pancreatite nelle donne in gravidanza è il trattamento con un gran numero di farmaci e complessi vitaminici che la donna incinta è costretta a prendere. La parte predominante dei farmaci viene elaborata nel fegato e nell'intestino, con un effetto negativo sulle funzioni del tratto digestivo, incluso il pancreas.
  2. Non meno spesso, la pancreatite acuta in una donna in demolizione si sviluppa sullo sfondo della colelitiasi. È indesiderabile fare movimenti improvvisi nei giorni di esacerbazione della malattia, evitando la colica biliare.
  3. Una diminuzione dell'immunità e la presenza nel corpo di un focus di un'infezione batterica o virale cronica possono anche provocare un processo infiammatorio acuto.

Un aumento delle dimensioni dell'utero porta alla compressione dei vasi sanguigni e dei dotti del pancreas, si sviluppa la stagnazione della secrezione pancreatica e l'infiammazione.

Precedenti infezioni virali, traumi al pancreas possono diventare fattori predisponenti per lo sviluppo della pancreatite durante la gravidanza.

Sintomi di pancreatite in donne in gravidanza

Il processo infiammatorio cronico più comune del pancreas nelle donne in gravidanza si manifesta sotto forma di disturbi digestivi. I primi sintomi nella pancreatite cronica sono:

  1. Gonfiore e flatulenza.
  2. Sgabelli multipli liquidi.
  3. Nausea e vomito.
  4. Diminuzione dell'appetito per una completa avversione al cibo.
  5. Perdita di peso.
  6. Disbiosi intestinale.

La forma della malattia si chiama dispeptica.

Oltre al dispeptico, esiste una forma dolorosa della malattia. Con questa forma, il sintomo principale è il dolore alla cintura che si irradia alla schiena o alla scapola destra. Il dolore è acuto e lancinante ed è provocato da una violazione della dieta e dall'uso di cibi grassi o salati.

Il decorso asintomatico della pancreatite potrebbe non manifestarsi clinicamente. La diagnosi di questa malattia è considerata la più difficile..

Metodi diagnostici

La diagnosi di pancreatite cronica in una donna incinta viene effettuata prescrivendo studi di laboratorio e strumentali:

  1. L'esame ecografico degli organi addominali rivela cambiamenti diffusi nel tessuto ghiandolare, gonfiore e segni di un processo infiammatorio.
  2. Un esame del sangue biochimico indica disordini metabolici inerenti alla malattia.
  3. Il coprogramma riflette la digestione e l'assorbimento alterati del cibo nell'intestino tenue.
  4. Nell'analisi delle urine, viene rilevato un cambiamento nella quantità di diastasi e zucchero.

Forme di pancreatite

La pancreatite acuta durante la gravidanza è rara. La forma cronica è suddivisa in primaria e secondaria. La forma primaria della malattia si sviluppa direttamente nei tessuti della ghiandola. Il secondario si verifica sullo sfondo di un processo infiammatorio già esistente nel fegato, nella cistifellea, nello stomaco.

La pancreatite acuta nelle donne in gravidanza è particolarmente pericolosa nella seconda metà: è in questo momento che si verifica il maggior numero di complicanze. Un processo infiammatorio cronico può interessare l'intero organo o essere di natura focale. In quest'ultimo caso, il paziente si lamenta spesso di un forte sentimento di fame e sete..

Possibile manifestazione della malattia sotto forma di aumento della salivazione, nausea e vomito, alternando occorrenza di costipazione e diarrea.

Come trattare la pancreatite durante la gravidanza

Se una donna incinta è malata di pancreatite, il medico curante effettua una diagnosi differenziale di tossicosi e pancreatite e tratta la donna tenendo conto delle informazioni ricevute.

Un esame del sangue biochimico, nonché esami delle feci e delle urine, aiuteranno a riconoscere la pancreatite durante la gravidanza. Durante il periodo di gestazione, le donne sono controindicate nella TC e nei raggi X..

Il trattamento della pancreatite nelle donne in gravidanza è accompagnato da difficoltà, che sono dovute al fatto che la futura mamma non può assumere la maggior parte dei farmaci. Alcuni farmaci possono portare a disturbi dello sviluppo fetale. Pertanto, la nomina dei farmaci viene effettuata solo se la potenziale minaccia della malattia supera il rischio di sviluppare complicanze della gravidanza..

Di norma, il trattamento delle donne in gravidanza viene effettuato secondo il seguente schema approssimativo:

  1. La correzione del menu del paziente diventa parte integrante del processo di trattamento. Gli alimenti piccanti e grassi, così come i dolciumi, i sottaceti, le marinate e il cioccolato sono esclusi dalla dieta. Il cibo può essere consumato solo in forma semi-liquida calda, in frazioni e in piccole quantità.
  2. Per ridurre l'acidità del succo gastrico e ridurre il dolore, vengono utilizzati antiacidi.
  3. Ai fini della terapia sostitutiva, vengono prescritti enzimi pancreatici.
  4. La correzione della disbiosi viene eseguita utilizzando preparati probiotici.

Metodi tradizionali di trattamento con una tale combinazione come pancreatite cronica e gravidanza, gli esperti sconsigliano vivamente di utilizzare. Poiché gli effetti farmacologici anche delle piante medicinali più sicure non sono completamente compresi e possono avere un effetto negativo su un bambino in via di sviluppo. Inoltre, i cambiamenti nello stato immunitario del corpo di una donna incinta possono portare a reazioni allergiche a cibi e componenti farmacologici abituali.

Dieta nel trattamento della pancreatite nelle donne in gravidanza

Nei primi giorni dello sviluppo di un processo acuto, si consiglia al paziente di aderire al digiuno completo. Il rispetto del riposo a letto diventa un prerequisito per la pancreatite. Si consiglia di bere molti liquidi. Utilizzare acqua minerale non gassata, nonché tè debole o brodo di rosa canina.

Il terzo giorno vengono introdotte gradualmente zuppe di verdure liquide. I brodi di carne forti sono vietati. Si aggiungono porridge e purè di patate, verdure in umido o bollite e carni magre e pesce. I piatti sono cotti bolliti o al vapore. Una doppia caldaia sarebbe la soluzione migliore. Non sono ammessi frutta e verdura crude.

Con l'inizio della remissione, puoi tornare alla tua dieta normale. Tuttavia, è necessario escludere piatti eccessivamente grassi e piccanti, nonché carni affumicate e condimenti piccanti. Il menu di una donna incinta contiene molti prodotti proteici: ricotta, carne magra o pesce. La quantità di proteine ​​nel menu per pancreatite è di almeno 120 grammi al giorno. In questo caso, la quantità di grasso dovrà essere limitata a 80 grammi al giorno e i carboidrati a 350 grammi al giorno..

Indicazioni per il trattamento chirurgico

È richiesto un trattamento chirurgico quando si sviluppa un processo purulento nella cavità addominale. Se una donna ha sia la gravidanza che la pancreatite, deve ricorrere al parto precoce. Se la gravidanza è in un breve periodo di sviluppo, viene presa la decisione di interromperla. Per più di 35 settimane, viene eseguito un taglio cesareo. In ogni caso, una decisione viene presa individualmente.

La pancreatite durante la gravidanza rappresenta una minaccia di interruzione o parto prematuro. Pertanto, una donna che soffre di pancreatite cronica deve monitorare attentamente la sua salute e aderire a una dieta e una dieta rigorose..

Trattamento della pancreatite durante la gravidanza

Sintomi

I segni della malattia non possono essere trascurati. Sono abbastanza pronunciati e influenzano fortemente il benessere generale..

Una donna può sperimentare:

  1. Nausea costante che si trasforma in vomito.
  2. Aumento della temperatura corporea fino a 37,5 ° С.
  3. Gravità e disagio nell'ipocondrio sinistro, che si trasforma gradualmente in dolore.
  4. Gonfiore, rimbombi, indigestione.

Questi fattori influenzano negativamente l'appetito. Nelle prime fasi, possono essere scambiati per tossicosi. Di conseguenza, il feto riceve pochi nutrienti, che influiscono sul suo sviluppo. Assicurati di informare il medico su tutte le modifiche. Quindi può agire in tempo e aiutarti..

Le ragioni

La pancreatite durante la gravidanza si sviluppa spesso per la prima volta, ma una malattia esistente può anche ricordare a se stessa..

Ciò è influenzato dai seguenti fattori:

  • dieta impropria, a causa della quale il pancreas è gravemente stressato;
  • fumare e bere alcolici;
  • predisposizione ereditaria;
  • diabete;
  • infezione da virus, batteri;
  • gastrite, colecistite, ulcera.

Durante la gravidanza, il decorso della pancreatite è complicato dal fatto che iniziano a verificarsi cambiamenti ormonali nel corpo della donna e aumenta il carico sugli organi. Il pancreas è compresso dall'utero in crescita e spostato.

Classificazione

Alcuni regimi sono stati sviluppati per il trattamento di donne in gravidanza. Allo stesso tempo, è molto importante determinare tempestivamente la forma della malattia, che può essere:

  1. Acuto. Differisce nei segni pronunciati, richiede cure mediche urgenti. Complicazioni gravi si sviluppano in assenza di terapia.
  2. Cronica. Molto spesso appare come conseguenza di una malattia trasferita, non guarita della forma precedente. Perdite senza sintomi.

Per identificare le patologie, è necessario sottoporsi a un esame completo in fase di pianificazione.

Quando si prevede il corso della futura gravidanza, lo stadio della malattia è di grande importanza:

  1. Iniziale. I periodi acuti della malattia sono annotati non più di una volta all'anno. Il dolore scompare rapidamente dopo l'assunzione di farmaci. I cambiamenti nelle analisi e nei risultati degli ultrasuoni sono assenti o minimi. La gravidanza procederà normalmente, a condizione che vengano seguite la dieta e la correzione dello stile di vita.
  2. Moderare. L'aggravamento si verifica fino a quattro volte l'anno. Nella zona del pancreas si sentono costantemente disagio e dolore. Le funzioni secretorie dell'organo sono compromesse, come evidenziato dai cambiamenti nelle analisi. Le complicazioni sono possibili durante la gravidanza.
  3. Pesante. La donna è costantemente dolorante. L'aumento dei sintomi si verifica 5 volte all'anno o più. Le funzioni dell'organo sono compromesse. Sono presenti gravi disturbi digestivi e segni di diabete. Il normale corso della gravidanza è impossibile.

Solo un medico esperto può determinare la presenza e la gravità della malattia. Considera di prendere una terapia prima della gravidanza.

Diagnostica

Se una donna sospetta pancreatite, sono raccomandati i seguenti studi:

  • analisi degli enzimi pancreatici;
  • Ultrasuoni degli organi addominali;
  • analisi del sangue generale e biochimica;
  • consultazione di un gastroenterologo, terapista, epatologo, chirurgo, oncologo, endocrinologo, cardiologo, urologo.

La pancreatite ha sintomi simili a molte malattie. Il compito del medico è di escludere la possibilità di appendicite, colecistite, pielonefrite, colica epatica, fibrosi cistica, malattie cardiache, cancro, ostruzione intestinale, distacco della placenta.

complicazioni

Grazie al rapido sviluppo della medicina, è stato possibile ridurre significativamente i rischi per la salute della madre e del feto..

Possibili conseguenze della malattia:

  • aborto spontaneo;
  • nascita prematura;
  • Sindrome DIC nel terzo trimestre;
  • infezione dei tessuti infiammati;
  • peritonite enzimatica;
  • la formazione di pseudocisti e sanguinamento erosivo;
  • shock tossico infettivo.

Per la forma cronica, le seguenti complicanze sono caratteristiche:

  • grave tossicosi precoce;
  • sviluppo del processo infiammatorio e distruzione dei tessuti degli organi;
  • la formazione di ascessi, pseudocisti, cisti;
  • cicatrici.

Con un'adeguata terapia, il rischio di queste conseguenze è ridotto al minimo..

Trattamento

Quando sviluppa tattiche di trattamento, il medico tiene conto delle caratteristiche di un particolare paziente. A condizione che la remissione sia stabile e non ci siano complicazioni, si raccomanda quanto segue:

  • osservazione dinamica;
  • controlli regolari con un gastroenterologo;
  • rifiuto dall'alcol;
  • dieta che limita i cibi grassi e fritti.

In alcuni casi, vengono prescritti farmaci, a condizione che siano sicuri per il feto. Lo sviluppo di pancreatite acuta nel primo trimestre è un'indicazione per l'interruzione della gravidanza e dopo 36 settimane - per parto prematuro.

La paziente viene ricoverata in ospedale, dove è sotto la supervisione di un chirurgo. Decide cosa fare e come gestire la gravidanza in futuro. Il suo compito è fermare i sintomi, ripristinare la funzione degli organi, alleviare l'intossicazione e prevenire le complicanze. Il pancreas è completamente a riposo.

La terapia farmacologica include:

  • bloccanti della secrezione gastrica;
  • farmaci antienzima;
  • analgesici;
  • farmaci disintossicanti.

Come profilassi, vengono prescritti antibiotici che sono sicuri per il feto. Nei casi più gravi, diventa necessario reintegrare il volume ematico mancante e correggere il metabolismo dell'acqua-elettrolita. Per questi scopi, vengono utilizzati gli antiaggregati. Il medico fornisce chiare raccomandazioni su cosa bere e mangiare durante la terapia, in modo da non aggravare la condizione.

Come va il lavoro

Con un taglio cesareo, il rischio di infezione nel corpo della madre è molto alto. Si consiglia a un paziente con pancreatite di avere un parto vaginale con sollievo dal dolore. L'operazione viene eseguita solo per indicazioni ostetriche.

In rari casi, la terapia conservativa è inefficace. La distruzione dei tessuti della ghiandola continua attivamente, il processo infiammatorio inizia a colpire gli organi vicini. Per stabilizzare le condizioni del paziente, il drenaggio e le misure di sanificazione, vengono eseguite la resezione pancreatoduodenale.

In una situazione critica, un taglio cesareo viene eseguito nel terzo trimestre. Questo salva la vita del bambino e continua il trattamento della madre senza tener conto della gravidanza.

Per il corpo femminile, la gravidanza è un calvario. Varie malattie durante questo periodo peggiorano significativamente la situazione e minacciano gravi conseguenze. Per eliminare i rischi per il nascituro, è necessario pianificare una gravidanza. In questa fase, è facile identificare la pancreatite e trattarla in tempo. Se ciò non è stato fatto, si consiglia alla madre di monitorare attentamente il suo benessere, fare tutti i test, sottoporsi a esami da specialisti.

È molto importante seguire una dieta e rinunciare a cattive abitudini. Non automedicare. La terapia sarà più efficace sotto la supervisione del personale medico.

Gravidanza e pancreatite

La pancreatite è una malattia polietiologica caratterizzata da cambiamenti infiammatori e distruttivi nel pancreas.

Pancreatite cronica - infiammazione cronica del pancreas.

Distinguere tra pancreatite cronica primaria, in cui il processo infiammatorio sin dall'inizio è localizzato nel pancreas e secondario (concomitante), sviluppandosi gradualmente sullo sfondo di altre malattie del tratto gastrointestinale (ad esempio gastrite cronica, colecistite, enterite) e patogeneticamente associati a loro.

CODICE ICD-10
K85 Pancreatite acuta.
K86 Altre malattie del pancreas.

EPIDEMIOLOGIA

Secondo i dati dell'autopsia, la percentuale di pancreatite varia dallo 0,18 al 6%, tuttavia, nella pratica clinica, la malattia non viene sempre diagnosticata.

La prevalenza di pancreatite acuta tra le donne in gravidanza è 1 su 4000 donne. Durante la gravidanza, la pancreatite acuta può verificarsi in qualsiasi momento, ma più spesso nella seconda metà della gestazione.

L'esacerbazione della pancreatite cronica si verifica in circa 1/3 delle donne in gravidanza e spesso coincide con lo sviluppo di tossicosi precoce.

PREVENZIONE DELLA PANCREATITE ESECUTIVA DURANTE LA GRAVIDANZA

È necessario un trattamento tempestivo delle malattie che causano pancreatite, eliminazione delle intossicazioni croniche (industriale, alcolismo). È importante fornire una dieta equilibrata e una dieta chiara. L'educazione sanitaria è di grande importanza.

Il trattamento termale è indicato nella fase di remissione completa o in assenza di frequenti esacerbazioni. Consiglia resort con acqua minerale potabile e fango curativo.

CLASSIFICAZIONE DELLA PANCREATITE

Distinguere:
· Pancreatite acuta;
· Pancreatite cronica.

In base alle peculiarità del decorso clinico, si distinguono 5 forme della malattia:
· Pancreatite cronica ricorrente, caratterizzata da una pronunciata alternanza di remissioni ed esacerbazioni del processo;
· Forma dolorosa con dolore costante che domina il quadro clinico della malattia;
· Forma pseudotumorale;
Forma latente (indolore).
Forma sclerosante con insorgenza relativamente precoce e segni di insufficienza pancreatica in rapido progresso.

In questa forma, l'ittero subepatico (meccanico) si sviluppa a causa della compressione della porzione del dotto biliare comune che lo attraversa dal tessuto ghiandolare compattato.

Esistono tre fasi della malattia:
· Iniziale;
· Medio pesante;
Grave (cachettico, terminale).

Nell'II e specialmente nell'III stadio della malattia, vi è una violazione delle funzioni esocrine (I-III grado) e spesso endocrine del pancreas.

ETIOLOGIA (CAUSE) DELLA PANCREATITE

L'eziologia della pancreatite cronica primaria è diversa. La pancreatite acuta prolungata può trasformarsi in pancreatite cronica, ma più spesso la pancreatite cronica si forma gradualmente sotto l'influenza di fattori sfavorevoli. Nutrizione non sistematica e irregolare, uso di cibi piccanti e grassi, alcolismo cronico, specialmente in combinazione con una carenza di proteine ​​e vitamine alimentari - fattori che contribuiscono allo sviluppo della pancreatite cronica.

Pancreatite cronica secondaria complica il decorso della colecistite, della malattia del calcoli biliari, delle ulcere penetranti dello stomaco e del duodeno. Lo sfondo della pancreatite cronica sono malattie infettive (parotite, tifo e tifo, epatite virale), elmintiasi, reazioni allergiche, obesità, situazioni stressanti, malattie del fegato e degli organi digestivi, gestosi, intossicazione cronica da piombo, mercurio, fosforo, arsenico.

PATOGENESI

Il meccanismo principale per lo sviluppo di un processo infiammatorio cronico nel pancreas è il ritardo e l'attivazione intraorganica degli enzimi pancreatici, principalmente tripsina e lipasi, che svolgono l'autolisi del parenchima della ghiandola. Allo stesso tempo, si verifica una proliferazione reattiva del tessuto connettivo, che poi si restringe, contribuendo alla formazione di cicatrici e all'indurimento dell'organo..

Predispone a pancreatite cronica spasmo, stenosi infiammatoria o gonfiore dell'ampolla epato-pancreatica, insufficienza dello sfintere di Oddi, che contribuisce all'entrata del contenuto duodenale nel dotto pancreatico.

PATOGENESI DELLE COMPLICANZE DI GESTAZIONE

La gravidanza può iniziare la malattia, specialmente nelle fasi successive. Con la tossicosi precoce nelle donne che soffrono di pancreatite cronica, la sua possibile esacerbazione dovrebbe essere esclusa. Con la gestosi (idropisia, nefropatia), i diuretici tiazidici non vengono utilizzati, poiché contribuiscono allo sviluppo della pancreatite acuta.

IMMAGINE CLINICA (SINTOMI) DELLA PANCREATITE IN DONNE INCINTE

I sintomi della pancreatite cronica sono vari, ma nella maggior parte dei casi si distinguono i seguenti segni:
· Dolore nella regione epigastrica e / o nell'ipocondrio sinistro;
· Sintomi dispeptici;
· Diarrea pancreatogenica;
· Perdita di peso;
Connessione di SD.

Quando il processo è localizzato nella regione della testa del pancreas, il dolore è notato nella regione epigastrica sulla destra. Quando è coinvolto nel processo infiammatorio del corpo del pancreas - nella regione epigastrica a sinistra, con danni alla coda - nell'ipocondrio sinistro. Il dolore si irradia alla schiena e ha un carattere di cintura, che si diffonde dalla regione epigastrica a sinistra lungo il margine costale alla colonna vertebrale. L'irradiazione del dolore è anche possibile nella regione del cuore (con imitazione dell'angina pectoris), nella scapola sinistra, nella spalla sinistra e talvolta a sinistra
regione iliaca. I dolori si distinguono per natura e intensità. Possono essere persistenti (pressanti, doloranti) o apparire un po 'di tempo dopo aver mangiato (come in un'ulcera peptica), specialmente dopo aver mangiato cibi grassi o piccanti, o apparire parossistici. Gli intervalli tra gli attacchi vanno da alcuni giorni a diversi anni. Solo in rari casi, la pancreatite cronica si manifesta con dolore a lungo termine relativamente costante, che può essere dovuto a danni ai tronchi nervosi e ai plessi intorno al pancreas.

Alla palpazione, il dolore si trova nella regione epigastrica e nell'ipocondrio sinistro. La palpazione di un pancreas ingrossato e ispessito nella pancreatite cronica è possibile in casi isolati.

I sintomi dispeptici nella pancreatite cronica spesso disturbano i pazienti. I pazienti lamentano una completa perdita di appetito, avversione ai cibi grassi, tuttavia, se l'apparato isolotto del pancreas è coinvolto nel processo infiammatorio e il diabete sviluppa, al contrario, fame e sete gravi. Sintomi come aumento della salivazione, eruttazione, attacchi di nausea, vomito, flatulenza, brontolio nell'addome, costipazione e diarrea alternate o diarrea "pancreatica" con il rilascio di abbondanti feci molli e fetide con una lucentezza unta.

L'esame scatologico determina l'aumento del contenuto di alimenti non digeriti.

A causa dello sviluppo dell'insufficienza pancreatica esocrina e dei disturbi nei processi di digestione e assorbimento nell'intestino, si sviluppa una perdita di peso, a volte significativa. È facilitato dalla perdita di appetito e dall'aggiunta del diabete mellito. In alcuni casi, la pancreatite cronica, specialmente durante un'esacerbazione, è accompagnata da una condizione subfebrilare.

In altri organi con pancreatite cronica, spesso si riscontrano cambiamenti. Molto spesso, la malattia è accompagnata da epatite reattiva.

Complicanze della pancreatite cronica - ascessi, cisti, pseudocisti o calcificazioni del pancreas, diabete mellito grave, trombosi della vena splenica, sviluppo di stenosi infiammatoria cicatriziale del dotto pancreatico e grande papilla duodenale, ecc. Sullo sfondo della pancreatite a lungo termine del pancreas, è possibile.

Complicanze della gestazione

La gravidanza nel 28% dei casi è complicata da tossicosi precoce (nausea, vomito) e spesso il vomito continua fino alle 16-17 settimane di gravidanza. La pancreatite cronica non influenza in modo significativo il corso della seconda metà della gravidanza e il suo esito..

DIAGNOSI DELLA PANCREATITE DURANTE LA GRAVIDANZA

Tutti gli autori sono unanimi sulla diagnosi tardiva della malattia nelle donne in gravidanza. Ciò è dovuto alla mancanza di chiari criteri diagnostici per l'esacerbazione della pancreatite nelle donne in gravidanza e di precisi metodi di ricerca aggiuntivi che potrebbero essere utilizzati per diagnosticare questa categoria di pazienti. È anche importante che i medici dimentichino spesso la possibilità di sviluppare pancreatite nelle donne in gravidanza. A questo proposito, non vengono prese misure preventive per prevenire una possibile esacerbazione durante la gravidanza.

ANAMNESI

La storia tiene conto delle indicazioni di pancreatite acuta precedente o esacerbazioni ricorrenti di pancreatite cronica.

ESAME FISICO

All'esame, si osserva una colorazione itterica della pelle e della sclera, causata dalla compressione del dotto biliare comune da parte della testa allargata del pancreas. Determinare il dolore alla palpazione nella regione epigastrica nella proiezione del pancreas, la resistenza della parete addominale anteriore nell'addome superiore. Rivela le aree di maggiore sensibilità della pelle (Zakharyina-Geda) nell'area dei segmenti VIII-X a sinistra.

RICERCA DI LABORATORIO

· Esame del sangue clinico.
· Chimica del sangue.

Determina l'attività di amilasi e lipasi nel sangue e nelle urine. Un aumento dell'attività di amilasi e lipasi nella pancreatite acuta si verifica il primo giorno e dura 3–7 giorni. Tuttavia, si deve tenere presente che durante la gravidanza, l'attività degli enzimi può essere aumentata anche in assenza di patologia pancreatica. Nella pancreatite cronica, raramente si osserva un aumento dell'attività enzimatica nel sangue o nelle urine. Spesso, nei pazienti con pancreatite cronica, durante il periodo di esacerbazione della malattia si manifesta moderata anemia ipocromica - un aumento dell'ESR, una leggera leucocitosi neutrofila, disproteinemia dovuta ad un aumento del contenuto di globuline nel siero del sangue, un aumento dell'attività delle aminotransferasi e aldolasi. Quando viene colpito l'apparato isolotto della ghiandola, vengono determinate l'iperglicemia e la glucosuria. Per identificare i gradi lievi di metabolismo dei carboidrati alterato, tutti i pazienti devono condurre un test della glicemia con un carico (singolo o doppio) di glucosio. In violazione della funzione esocrina del pancreas, l'ipoproteinemia viene solitamente determinata, nei casi più gravi, disturbi del metabolismo degli elettroliti, in particolare l'iponatriemia.

Esame coprologico (per valutare la funzione esocrina del pancreas).

RICERCA STRUMENTALE

Ultrasuoni al pancreas
· Nella pancreatite acuta, si manifestano edema pancreatico, accumulo di liquidi, calcoli biliari, espansione del dotto epatico comune a causa del deflusso alterato della bile;
Nella pancreatite cronica vengono valutate le dimensioni del pancreas, l'espansione e l'irregolarità del contorno, le pseudocisti, la presenza di un dotto pancreatico allargato.

È impossibile fare affidamento solo sui dati degli ultrasuoni per la diagnosi di pancreatite, questo può portare a diagnosi eccessive.

Questo studio viene condotto rigorosamente secondo le indicazioni, tenendo conto di tutti gli standard di radioprotezione e protezione del feto. L'esame a raggi X del duodeno in condizioni di ipotensione (duodenografia) rivela deformazioni del contorno interno del suo ciclo e depressioni dalla testa allargata del pancreas. In rari casi, la radiografia determina calcificazioni focali nell'area del pancreas.

DIAGNOSTICA DIFFERENZIALE

La diagnosi di pancreatite acuta nelle donne in gravidanza è difficile. Malattie con cui è necessario effettuare la diagnosi differenziale:
• preeclampsia;
· PONRP;
· Malattia urolitiasi;
Colecistite acuta.

Va ricordato che si osserva un aumento dell'amilasi nel sangue non solo con pancreatite, ma anche con una gravidanza normale, insufficienza renale, parotite, malattie del tratto biliare, perforazione dell'ulcera.

La pancreatite cronica deve essere differenziata principalmente da un tumore al pancreas.

È necessario escludere la diagnosi di colecistite, ulcera gastrica e ulcera duodenale, enterite cronica e altre malattie dell'apparato digerente.

In rari casi, viene rilevata la fibrosi cistica (cistofibrosi del pancreas) - una malattia sistemica congenita caratterizzata da disfunzione delle ghiandole non secretorie esterne con rilascio di una secrezione viscosa. Nel pancreas si osservano atrofia, cisti multiple e fibrosi. Il quadro clinico ricorda la pancreatite cronica, che procede con un'insufficienza pancreatica esocrina pronunciata, una digestione compromessa e un assorbimento a livello intestinale. Tuttavia, a differenza delle solite forme di pancreatite cronica, in questa malattia, il danno al pancreas è combinato con malattie infiammatorie croniche dei polmoni. Con frequenti esacerbazioni di pancreatite cronica, bisogna tenere presente la possibilità di calcoli nel dotto di Wirsung (pancreatolitiasi).

INDICAZIONI PER LA CONSULTAZIONE DI ALTRI SPECIALISTI

Viene mostrata la consultazione di un terapista e un gastroenterologo. Endocrinologo se necessario.

ESEMPIO FORMULANTE UNA DIAGNOSI

Gravidanza 15 settimane Pancreatite cronica ricorrente in remissione. Tossicosi precoce di donne in gravidanza.

PREVENZIONE E PREVISIONE DELLE COMPLICANZE DI GESTIONE

La gravidanza non influisce sul decorso della pancreatite cronica e questa malattia non è una controindicazione per la gravidanza nella maggior parte dei pazienti, così come la pancreatite non viola l'omeostasi della placenta. Allo stesso tempo, le donne che soffrono di pancreatite cronica devono essere registrate in un dispensario; è necessario attuare misure volte a prevenire lo sviluppo di possibili esacerbazioni o complicanze della malattia.

Con una remissione stabile della malattia, in assenza di disfunzioni pronunciate del pancreas e complicazioni come il diabete, è consentita la gravidanza con pancreatite cronica. Dalle prime settimane di gravidanza, le donne con pancreatite cronica sono sotto la supervisione di un ostetrico e un ginecologo, in modo che quando compaiono i primi segni di esacerbazione della malattia, venga eseguito un trattamento adeguato.

TRATTAMENTO DELLE COMPLICANZE DI GESTIONE

Trattamento delle complicanze della gestazione da parte del trimestre

Il trattamento viene effettuato rigorosamente sotto la supervisione di un medico e pancreatite acuta - solo in un ospedale chirurgico.

Trattamento del vomito lieve, moderato e grave nelle donne in gravidanza - vedere il capitolo "Tossicosi delle donne in gravidanza".

Per l'anemia, gli integratori di ferro sono prescritti in combinazione con acido ascorbico e folico.

Il trattamento della pancreatite cronica durante la gravidanza viene effettuato secondo gli stessi principi della pancreatite acuta. La terapia dietetica è il collegamento principale nella terapia complessa per la forma cronica della malattia.

I pasti dovrebbero essere frazionari, 5-6 pasti al giorno, in piccole porzioni. Escludere alcol, marinate, cibi fritti, grassi e piccanti, brodi forti, che hanno un significativo effetto stimolante sul pancreas. La dieta dovrebbe contenere proteine ​​(150 g, di cui 60-70 g di origine animale) contenute in carni magre, pesce, ricotta fresca a basso contenuto di grassi e formaggio. I grassi sono moderatamente limitati a 80-70 g / giorno, principalmente a causa di grassi grossolani di origine animale (maiale, grasso di agnello). Con una significativa steatorrea, il contenuto di grassi è ridotto a 50 grammi, mentre l'assunzione di carboidrati, in particolare mono- e disaccaridi, è ridotta; con lo sviluppo del diabete, lo zucchero è completamente escluso. Il cibo dovrebbe essere caldo, poiché i piatti freddi aumentano la discinesia intestinale, causando lo spasmo dello sfintere di Oddi. Divieto di fumare, bere bevande alcoliche, bevande fredde, torte, pasticcini, brodi di carne o pesce forti.

Nei primi 1-3 giorni di esacerbazione della pancreatite cronica, viene prescritta la fame. Successivamente, si raccomanda una dieta con una significativa limitazione delle calorie, ad eccezione della dieta contenente grassi, sale da cucina e estratti contenenti azoto. La dieta è formata principalmente da alimenti contenenti proteine ​​e carboidrati. Dei medicinali sono indicati farmaci antispasmodici, analgesici e antienzimi..

Con un'esacerbazione della pancreatite cronica, gli agenti antienzima (aprotinina o pantripina ©) vengono iniettati per via endovenosa per inattivare gli enzimi pancreatici. Nella pancreatite cronica con lieve esacerbazione, viene data preferenza ai farmaci di azione metabolica (pentoxyl © all'interno, 0,2-0,4 g per dose o idrossimetiluracile, 1 g 3-4 volte al giorno per 3-4 settimane). Pentoxil e idrossimetiluracile hanno la capacità di inibire l'effetto proteolitico della tripsina sul tessuto pancreatico.

Allo stesso tempo, vengono prescritti agenti lipotropici: metionina. Gli antibiotici sono indicati per esacerbazioni gravi, eziologia batterica del processo infiammatorio o formazione di ascessi del pancreas.

Durante il periodo di remissione della pancreatite cronica, viene prescritta pancreatina (1 g 3 volte al giorno dopo i pasti) o preparazioni contenenti enzimi dello stomaco, pancreas e intestino tenue: colenzima, pancreatina (1-2 compresse 3 volte al giorno dopo i pasti), riboflavina, piridossina, cianocobalamina, acidi nicotinico e ascorbico, retinolo.

Trattamento delle complicanze durante il parto e il periodo postpartum

Prevenzione delle complicanze infettive durante il parto e il periodo postpartum.

VALUTAZIONE DELL'EFFICACIA DEL TRATTAMENTO

È necessario ottenere la remissione della malattia

SCELTA DEL TEMPO E MODALITÀ DELLA CONSEGNA

Con lo sviluppo della pancreatite acuta, l'aborto è indicato per un massimo di 12 settimane. Il parto in gravidanza a tempo pieno o prematuro viene effettuato attraverso il canale del parto vaginale usando un adeguato sollievo dal dolore (anestesia epidurale). La CS viene eseguita in casi eccezionali e secondo indicazioni ostetriche assolute a causa dell'elevato rischio di sviluppare complicanze infettive.

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE

I pazienti con pancreatite cronica sono autorizzati a lavorare, in cui è possibile aderire a una dieta chiara.

Articoli Su Epatite