Cosa fare se un bambino ha scolorito le feci?

Principale Appendicite

Le feci scolorite possono essere un sintomo di un disturbo funzionale o di una malattia del pancreas, del fegato o del tratto biliare. Se le feci scolorite sono il risultato di un disturbo funzionale in un bambino, ciò non rappresenta alcun pericolo e non richiede un trattamento speciale. In una tale situazione, il bambino non ha bisogno di assistenza medica e il colore delle feci tornerà alla normalità da solo dopo 1-2 giorni. Se le feci scolorite sono un sintomo di malattia epatica, pancreas o dotti biliari, ciò richiede cure mediche urgenti..

Considera come distinguere tra le condizioni in cui le feci scolorite sono un segnale per vedere un medico, dai normali disturbi funzionali che scompaiono da soli. Per fare ciò, i genitori dovrebbero prestare attenzione a una serie di fattori correlati e valutarli in combinazione..

In primo luogo, quando compaiono feci scolorite, è necessario ricordare cosa ha mangiato il bambino negli ultimi 2 o 3 giorni. Se il bambino mangiava grandi quantità di cibi grassi, come burro, panna acida o strutto, molto probabilmente erano la ragione della comparsa di feci scolorite. Di solito i cibi grassi provocano lo scarico delle feci, colorati in un colore giallo chiaro con un odore sgradevole. In questo caso, se il bambino si sente bene, non c'è motivo di preoccuparsi. È semplicemente necessario non dare al bambino cibi grassi per i prossimi 2-3 giorni e monitorare le sue condizioni. Il colore delle feci di solito si normalizza da solo entro 1 o 2 giorni. Se, dopo questo periodo, le feci sono ancora scolorite, dovresti consultare un medico.

Se un bambino, dopo aver mangiato anche una piccola quantità di cibi grassi, sviluppa feci scolorite e maleodoranti, questo è un segnale della presenza di una malattia del pancreas. In tale situazione, è necessario consultare un medico per l'esame e il trattamento..

In generale, se un bambino ha scolorito le feci per la prima volta, le sue condizioni generali e il colore delle feci dovrebbero essere osservati nei prossimi giorni. Di solito entro 1 o 2 giorni, il colore delle feci ritorna normale se il suo cambiamento è stato causato da disturbi funzionali, come il consumo di grandi quantità di grasso. Se le feci scolorite sono un sintomo della malattia, allora persiste per un periodo più lungo - almeno 4 - 5 giorni.

Se un bambino ha scolorito le feci, ma non ha mangiato nulla di grasso nei due giorni precedenti, i genitori dovrebbero ricordare quali farmaci stavano assumendo. Il fatto è che l'aspetto delle feci scolorite (bianco o giallo chiaro) può essere attivato assumendo i seguenti farmaci:
1. Antibiotici (ad es. Augmentin, Tetracycline, Doxiciclina, ecc.);
2. Farmaci antifungini (Griseofulvin);
3. Farmaci antinfiammatori non steroidei - FANS (Ibuprofene, Nimesulide, Diclofenac, ecc.);
4.Preparazioni per il trattamento dell'epilessia (Acediprol, Valproato di sodio, Acido valproico, Depakine, Dipromal, Konvulex, Konvulsofin, Leptilan, Everiden, Enkorat);
5. Aspirina e preparati a base di acido acetilsalicilico (Acilpirina, Laspal, Atsbirin, ecc.);
6. Grandi dosi di paracetamolo (acetaminofene);
7. Metotrexato.

Quando compaiono feci scolorite dopo aver iniziato a usare qualsiasi farmaco, è necessario interrompere urgentemente l'assunzione del farmaco e consultare un medico il prima possibile. In questo caso, lo scolorimento fecale è dovuto all'effetto negativo dei farmaci sul fegato del bambino..

Quando compaiono feci scolorite, non causate dall'uso di cibi grassi o dall'assunzione di farmaci, devono essere valutate le condizioni generali del bambino. Quando le feci bianche sono causate da un disturbo funzionale (ad esempio, cistifellea piegata), il bambino non avverte alcun disagio. In questo caso, non è necessario intraprendere alcuna azione, basta guardare il bambino per diversi giorni..

Se le feci scolorite sono un segno di patologia, allora il bambino ha anche altri sintomi caratteristici di una particolare malattia. Pertanto, è necessario identificare la presenza dei seguenti sintomi nel bambino (oltre alle feci scolorite):

  • Temperatura;
  • Mal di stomaco;
  • Ingiallimento della pelle e sclera degli occhi;
  • Oscuramento delle urine;
  • Perdita di appetito;
  • Perdita di peso;
  • Gonfiore grave.

Nel caso in cui le feci scolorite siano combinate con uno dei sintomi di cui sopra, è necessario chiamare urgentemente un'ambulanza, poiché il bambino può avere epatite acuta, pancreatite o blocco del tratto biliare.

Autore: Nasedkina A.K. Specialista in ricerca biomedica.

Acidi grassi nelle feci in un bambino di età inferiore a un anno: i motivi dell'aspetto

L'analisi delle feci è uno dei test di laboratorio più comunemente prescritti nei neonati. Aiuta a diagnosticare malattie gastrointestinali, infettive, parassiti, disturbi digestivi e di assorbimento degli alimenti. L'analisi determina anche la presenza di grasso fecale. Cosa può indicare una maggiore quantità di acidi grassi nelle feci in un bambino??

Vasino

Tipi di grassi fecali

Importante! Determinare la concentrazione di grasso nelle feci è il metodo più importante per rilevare i disturbi digestivi. La digestione impropria del grasso è nella maggior parte dei casi il primo segnale di tali disturbi. Successivamente, l'assorbimento di proteine ​​e carboidrati peggiora.

Il sistema digestivo umano è adattato per digerire e assimilare i nutrienti. Proteine, carboidrati e grassi vengono digeriti utilizzando gli enzimi appropriati nel pancreas. La scomposizione del grasso è anche supportata dalla bile prodotta dal fegato..

La lipasi pancreatica è un enzima responsabile della decomposizione del grasso. La mancanza di esso e la bile portano al fatto che i grassi non si scompongono in componenti assorbibili, ma vengono semplicemente espulsi dal corpo. In questa situazione, nei bambini possono comparire feci grasse..

Un'altra causa dei grassi fecali può essere il malassorbimento dei nutrienti, compresi i grassi, nell'intestino tenue. I grassi non assorbiti vengono escreti nelle feci.

Esistono diversi tipi di grassi fecali:

  1. Acidi grassi e saponi (composti insolubili di acidi grassi con calcio, magnesio) - indicano una mancanza di lipasi pancreatica;
  2. I grassi neutri sono un segno di disbiosi.
  3. La presenza simultanea di grassi, acidi e saponi neutri indica problemi nell'intestino, in cui vi è una violazione dell'assorbimento.

Tipi di grassi fecali

Cause di grasso neutro nel coprogramma

Quando si esegue un'analisi delle feci per un coprogramma, viene eseguito uno studio quantitativo e qualitativo dei suoi parametri.

In un'analisi qualitativa del grasso fecale, il numero di globuli di grasso nelle feci viene contato usando un microscopio. Vengono misurati due tipi di queste palline: grassi neutri e acidi grassi..

Risultati normali:

  • meno di 60 palline di grasso neutro;
  • meno di 100 - per acidi grassi.

L'analisi quantitativa determina il numero di grassi in grammi in 24 ore. Le norme per un bambino sono meno di 1 anno / 24 ore:

  • nei bambini in trattamento con HB, il grasso dovrebbe essere compreso tra il 30 e il 50% del campione;
  • nei bambini di età inferiore a un anno con alimentazione artificiale - dal 10 al 40% del campione (piccolo volume di feci).

Importante! La presenza di grasso neutro nelle feci di un bambino non può essere vista solo al microscopio. In un bambino, la cacca grassa ha segni esterni definibili. Hanno una struttura appiccicosa simile all'argilla e un odore aspro-speziato..

Analisi delle feci per coprogramma

Esistono vari motivi per cui gli acidi grassi sono presenti nelle feci di un bambino:

  1. Indigestione: nessuna trasformazione dei grassi nell'intestino. Si verifica a causa della mancanza di acidi biliari ed enzimi pancreatici;
  2. Scarso assorbimento di grassi nell'intestino;
  3. Assunzione eccessiva di grassi. In un bambino, può essere se il latte materno è molto grasso..

Il grasso neutro nelle feci nei neonati può apparire sullo sfondo di molte patologie:

  1. Malattie del pancreas;
  2. Patologie epatiche come epatite, emocromatosi (violazione dei processi metabolici associati al metabolismo del ferro);
  3. Malattie della cistifellea e dei dotti;
  4. Morbo di Crohn (infiammazione cronica del tratto intestinale);
  5. Diverticolosi - un processo patologico accompagnato dalla comparsa di sporgenze (diverticoli) nella parete intestinale;
  6. Enterite;
  7. Intolleranza al lattosio;
  8. Celiachia (una malattia immunitaria associata alla mancanza di enzimi che scindono il glutine);
  9. Disbatteriosi, che può essere causata dal trattamento antibiotico;
  10. La presenza di parassiti nel corpo.

Importante! Il bambino potrebbe non avere gli enzimi necessari per il normale funzionamento del sistema digestivo a causa della sua immaturità. Di solito, i problemi scompaiono per la maggior parte dei bambini quando raggiungono i 4 mesi..

Sintomi di processi patologici

La prima manifestazione di patologia è la defecazione più frequente. Uno sgabello oleoso appare in un bambino, può avere una consistenza pastosa e quando le feci vengono sciacquate nel gabinetto, rimangono macchie di grasso. Le feci possono rimanere del colore normale o diventare di colore più chiaro, con una tinta grigia.

Sintomi che possono significare che si stanno sviluppando processi patologici:

  • il bambino tossisce spesso senza catarro;
  • gonfiore e coliche intestinali;

Colica intestinale in un bambino

  • il bambino smette di ingrassare;
  • le mucose si seccano (il bambino può piangere senza lacrime);
  • il bambino è letargico e apatico;
  • possono verificarsi nausea e vomito.

Tipi di steatorrea e pericolo di patologia

La condizione patologica in cui si osservano le feci grasse in un neonato si chiama steatorrea. A seconda dei motivi che lo causano, si distinguono i seguenti tipi:

  1. Intestinale. Quando i lipidi non vengono assorbiti nel tratto intestinale, ma vengono escreti nelle feci;
  2. Pancreatica. Si verifica a causa di disturbi nel pancreas. Si osserva con una diminuzione della sintesi della lipasi - un enzima responsabile della scomposizione dei grassi;
  3. Alimentare. La base di questo tipo di patologia è la malnutrizione. Il cibo contiene una quantità significativa di grasso che non è completamente assorbito.

Se non esiste un trattamento per la steatorrea o si interrompe troppo rapidamente, le condizioni patologiche possono causare gravi complicazioni:

  1. Il deterioramento dell'assorbimento dei nutrienti contribuisce allo sviluppo di ipotiroidismo (produzione insufficiente di ormoni da parte della ghiandola tiroidea), carenza di vitamina, carenza di proteine ​​e tessuto adiposo;
  2. La violazione del bilancio idrico salino porta a una continua sensazione di sete, edema, disidratazione e convulsioni;
  3. Con lo sviluppo della steatorrea, una quantità significativa di calcio viene escreta dal corpo con le feci, che porta all'ipocalcemia;
  4. Sullo sfondo della disfunzione del pancreas, è possibile lo sviluppo di pancreatite e diabete mellito;
  5. Il lavoro di tutti gli organi e sistemi interni è interrotto. Il bambino non solo smette di ingrassare, ma può addirittura perderlo. A causa di un funzionamento improprio degli organi, può apparire uno stato di affaticamento, apatia, disagio psicoemotivo;

Letargia e apatia in un bambino

  1. Possibile diminuzione della vista, deterioramento della coagulazione del sangue.

Misure preventive

Il Dr. Komarovsky consiglia ai genitori dei bambini di non farsi prendere dal panico quando si trovano acidi grassi o grassi neutri nelle feci. Se non ci sono altri sintomi gravi dello sviluppo di patologie, come un odore putrido di feci, pianto frequente del bambino, eruzioni cutanee, ecc., Non causato da motivi visibili e il bambino si sente bene e aumenta di peso, molto probabilmente questo è causato da carenza di enzimi, che è spesso il caso dei bambini con un apparato digerente emergente.

Per ottenere i risultati dei test più affidabili, è necessario alla vigilia della consegna in tre giorni:

  • non usare supposte rettali;
  • non usare lassativi;
  • le madri che allattano rinunciano a cibi grassi, cioccolato, noci, agrumi.

Importante! Nei neonati, le feci non vengono raccolte dal pannolino a causa della sua elevata capacità di assorbimento. Per questo, viene utilizzata una superficie pulita, a prova di umidità, ad esempio tela cerata.

In caso di allattamento al seno, la madre deve seguire una dieta. È necessario che il suo latte non contenga una quantità eccessiva di grasso che il corpo del suo bambino non è in grado di assorbire. Sono esclusi cibi grassi, fritti, affumicati, dolci.

Se un bambino di età superiore a un anno ha grasso nelle feci, è necessario rivedere la sua dieta e la dieta:

  • dai da mangiare al tuo bambino più spesso e in piccole porzioni;
  • per escludere un effetto dannoso sul pancreas, sui reni, sul fegato, non è consigliabile salare eccessivamente i piatti, dare ai bambini prodotti contenenti additivi artificiali;
  • aumentare la quantità di frutta e verdura.

Bambino che mangia frutta

Molto spesso, una semplice limitazione dell'assunzione di grassi da parte di una madre che allatta consente di eliminare il loro eccesso nelle feci del bambino. Tuttavia, quando non è possibile trattare la steatorrea con il solo cambiamento dietetico, è consigliabile consultare uno specialista. Il tipo di trattamento dipenderà dalla natura del problema identificato..

Esaminando il pannolino. Di cosa parlerà la sedia del bambino??

Sgabello neonato. Costipazione nei neonati. Il colore e la consistenza delle feci in un bambino.

Con la nascita di un bambino, la madre ha molte paure associate alla salute del bambino e alla cura corretta per lui. Queste paure sono facili da dissipare.

I giovani genitori guardano il contenuto del pannolino con interesse e trepidazione. Suona familiare? La sedia provoca spesso ansia nella madre ed è davvero in grado di raccontare la salute e la cattiva salute del bambino - devi solo essere in grado di "leggere tra le righe", cioè capire i segni del corpo.

Qual è la normale feci appena nata

Mentre il bambino vive e si sviluppa nel grembo materno, il meconio si accumula nel suo intestino. È una massa omogenea catramosa di oliva scura, di colore quasi nero, quasi inodore. È costituito da cellule ispessite della mucosa intestinale, liquido amniotico ingerito dal bambino, ecc. Normalmente, il meconio inizia a essere rilasciato dall'intestino delle briciole dopo la nascita e quindi viene anche chiamato feci originali (a volte il meconio viene escreto in utero: con un corso sfavorevole di travaglio o alla fine della gravidanza, carenza di ossigeno il feto è la causa del movimento prematuro dell'intestino, nel qual caso il meconio entra nel liquido amniotico e lo colora di verde). Le feci del bambino sono di solito rappresentate dal meconio nei primi due o tre giorni, cioè fino al momento in cui una grande quantità di latte arriva alla madre. A volte capita che dopo che è passata la maggior parte del meconio, diciamo, durante il primo giorno, prima che la madre abbia il latte, il bambino potrebbe non avere affatto una sedia. Ciò è dovuto al fatto che il colostro, di cui il bambino si nutre nei primi giorni, viene assorbito dal corpo quasi completamente, in modo che non ci siano tossine rimaste nell'intestino - quindi, semplicemente non c'è niente da rilasciare all'esterno.

Dopo che la madre ha stabilito l'allattamento attivo, le feci del bambino diventano gradualmente mature, di norma, passando attraverso una fase di transizione. Uno sgabello di transizione è chiamato sgabello che combina le caratteristiche delle feci originali e degli sgabelli maturi, ha una consistenza pastosa, un colore giallo-verde e un odore aspro. Le feci mature si distinguono per un colore giallo puro, una consistenza omogenea molliccia (spesso paragonata alla sottile panna acida) e l'odore del latte acido. La sua frequenza è più alta, più giovane è il bambino: nelle prime settimane dopo la nascita, lo svuotamento intestinale può avvenire quasi dopo ogni poppata, cioè raggiungere e talvolta 10 volte al giorno.

A poco a poco, le feci diventano meno frequenti fino a circa una volta al giorno, tuttavia, c'è una rara variante della norma, quando il latte materno è così completamente assorbito dal corpo del bambino che quasi nessun residuo non digerito si accumula nel suo intestino. In questo caso, i movimenti intestinali possono verificarsi una volta ogni pochi giorni, a volte anche una volta alla settimana. Ciò è dovuto al fatto che solo un riempimento sufficiente dell'intestino crasso con rifiuti (detriti alimentari non digeriti) è un segnale per le contrazioni delle pareti intestinali, che porta allo svuotamento. Ecco perché gli intestini devono prima "accumulare" i residui per poi buttarli fuori. Di norma, una tale caratteristica dell'assimilazione del latte materno diventa evidente nei bambini non prima. Facciamo una prenotazione: la frequenza delle feci 1 volta in diversi giorni può essere considerata la norma solo se vengono soddisfatte tre condizioni: con un'alimentazione completamente naturale (cioè, il bambino non riceve nulla tranne il latte materno), età almeno 1,5 mesi e l'assenza di segni di cattiva salute - dolore e gonfiore all'addome, disagio e difficoltà a svuotare l'intestino - cioè, quando il bambino mangia bene, aumenta di peso correttamente e non lo disturba.

Le feci che allattano al seno o allattate con latte artificiale possono non essere diverse dalle normali feci per l'allattamento al seno mature o possono avere un odore più "maturo", putrido, una consistenza più spessa e un colore più scuro e brunastro. Lo svuotamento intestinale con alimentazione mista o artificiale dovrebbe avvenire almeno 1 volta al giorno, tutto il resto è considerato costipazione.

Ora che abbiamo familiarizzato con il corso "ideale" del processo, è necessario conoscere le possibili deviazioni da tale.

Verdi nelle feci

Accade spesso che il tipo di feci "corretto" non si instauri da molto tempo e che le feci, anche sullo sfondo della lattazione attiva nella madre, mantengano a lungo le caratteristiche transitorie, cioè abbiano una chiara tonalità verdastra, a volte si trova anche del muco. Ci sono diverse ragioni per questo..

  • Malnutrizione (chiamata feci "affamate"). Ciò è spesso dovuto alla mancanza di latte nella madre. Capezzoli piatti e invertiti, il seno stretto, specialmente dopo la prima nascita, può anche rendere difficile per il bambino "estrarre" il latte dal seno..
  • La prevalenza di frutta e verdura nella dieta di una donna che allatta rispetto ad altri alimenti.

Infiammazione della mucosa intestinale in un bambino. Un motivo molto comune per questo è l'ipossia fetale (carenza di ossigeno) trasferita durante la gravidanza e / o il parto. Questa condizione patologica colpisce molti tessuti del corpo, compresa la mucosa intestinale, che quindi richiede molto tempo per riprendersi. Inoltre, l'infiammazione della mucosa intestinale può essere causata dall'influenza di sostanze sintetiche: aromi, coloranti e conservanti e qualsiasi composto artificiale presente nella dieta della madre, penetrando nel latte materno e influenzando direttamente la mucosa intestinale, vale a dire l'uso della madre di prodotti contenenti sintetici additivi: salsicce, affumicati, tutti i tipi di conserve alimentari, succhi industriali, latticini con frutta e altri ripieni aromatici. Infine, una causa molto comune di infiammazione intestinale è una violazione della normale microflora intestinale - in altre parole, disbiosi intestinale (o disbiosi), quando ci sono pochi rappresentanti della normale microflora, ma i cosiddetti microbi opportunistici si moltiplicano, cioè patogeni che, in condizioni avverse, possono causare infiammazione nell'intestino. In questo caso, la mucosa soffre a causa dell'influenza di microrganismi condizionatamente patogeni e prodotti della loro attività vitale. Il rischio di sviluppare disbiosi aumenta significativamente se alla madre e / o al bambino sono stati prescritti farmaci antibatterici.

Cosa fare? In presenza di vegetazione nelle feci, la malnutrizione del bambino deve essere esclusa per prima. Naturalmente, oltre ai disturbi delle feci, si noteranno anche altri sintomi: il bambino può mostrare malcontento al seno se il latte viene scarsamente rilasciato dal capezzolo, non si addormenta dopo l'alimentazione e / o non sostiene mai più di ore tra le poppate, ha un ridotto aumento di peso e crescita. Con una grave malnutrizione, il bambino può avere una diminuzione della quantità di minzione (normalmente è almeno al giorno), l'urina può essere più concentrata (normalmente è quasi incolore e ha solo un leggero odore). Successivamente, dovresti agire in base alla situazione: in caso di lattazione insufficiente, passa all'alimentazione "su richiesta" o "al primo grido", applica più spesso il bambino al seno, consentigli di rimanere al seno quanto vuole, dai entrambi i seni ad una poppata, assicurati di nutrire durante l'allattamento durante la notte, assumere farmaci che stimolano l'allattamento. Se la causa della malnutrizione risiede nella forma errata dei capezzoli, può valere la pena utilizzare speciali coperture per capezzoli durante l'alimentazione. In ogni caso, se si sospetta una nutrizione insufficiente delle briciole, è meglio contattare un pediatra e un consulente per l'allattamento.

Successivamente, dovresti controllare attentamente la dieta di tua madre. Tutti i prodotti contenenti additivi sintetici sono soggetti a un'esclusione incondizionata. Non bisogna dimenticare che spesso i preparati di vitamine sintetiche assunti dalla madre (anche per le donne in gravidanza e in allattamento) possono anche diventare la causa dell'infiammazione intestinale nei bambini, quindi è necessario escluderne l'assunzione. Dovresti anche fare attenzione che la quantità di frutta e verdura nella dieta non prevale su altri alimenti (questi "doni della terra" contengono una grande quantità di acidi, un eccesso dei quali nel latte materno può causare infiammazione della mucosa nell'intestino del bambino).

Ora che abbiamo creato tutti i possibili prerequisiti per una corretta alimentazione delle briciole, vale la pena essere guidati dal suo benessere. Se il bambino sta guadagnando buona altezza e peso, non è preoccupato per il dolore addominale e le reazioni allergiche, è generalmente sano e allegro, è interessato al mondo intorno a lui in base alla sua età, quindi l'unico sintomo - il colore verde delle feci - può essere ignorato: molto probabilmente, lui rifletterà le conseguenze dell'ipossia o della presenza di disbiosi intestinale in un bambino. Nel corpo umano, specialmente i nati di recente, tutto procede secondo le proprie leggi e ad una velocità individuale. La colonizzazione dell'intestino con i microbi "giusti" è un processo di più di un giorno o anche di una settimana, quindi, anche in bambini perfettamente sani, le feci di transizione possono persistere fino a un mese o anche di più. Se ciò non impedisce al bambino di svilupparsi normalmente, non è possibile interferire con questo processo. Tuttavia, nessun farmaco è stato creato per la disbiosi meglio del latte materno. L'unica cosa che non interferisce con i segni prolungati di disbiosi è quella di donare il latte materno per la semina per assicurarsi che non contenga microbi patogeni (se presenti, viene determinata la loro sensibilità ai farmaci antibatterici, quindi la madre viene trattata con gli antibiotici più efficaci in questo caso - l'allattamento al seno di solito viene interrotto per questo periodo).

Se il bambino non si sente bene (ad esempio, è tormentato dalla colica intestinale o si notano reazioni allergiche cutanee o se sta guadagnando peso e altezza insufficienti), allora alcuni test dovrebbero essere superati - un coprogramma e un'analisi delle feci per la flora (o, come si suol dire, per la disbiosi). Il coprogramma mostrerà come procedono i processi di digestione nell'intestino e può confermare la presenza di infiammazione della mucosa (un aumento del numero di leucociti nelle feci, una reazione acutamente acida, la presenza di sangue occulto lo indicherà). Nell'analisi della flora, l'attenzione principale dovrebbe essere prestata alla presenza e / o al numero di microrganismi patogeni - quelli che normalmente non dovrebbero essere trovati nell'intestino o il cui numero non dovrebbe superare determinati limiti. Il numero di microbi "amici" potrebbe non essere affatto indicativo se le feci vengono analizzate dopo due ore dalla raccolta. Poiché questo è esattamente ciò che accade nella stragrande maggioranza dei casi, il numero di microbi normali in questa analisi può essere ignorato. Il rilevamento di microbi patogeni (patogeni) (a condizione che il latte materno sia stato analizzato e la madre, se necessario, trattata) è la ragione per prescrivere farmaci speciali per il bambino. Di norma, il trattamento viene eseguito con i fagi - virus speciali che distruggono un certo tipo di microbi patogeni e non influenzano la flora nel suo insieme. In alcuni casi, possono essere prescritti farmaci antibatterici, tenendo conto della sensibilità dei batteri patogeni nei loro confronti. Trattamento completo con farmaci che aiutano a ripristinare la normale microflora.

Grumi bianchi nelle feci del bambino

A volte nelle feci del bambino, puoi vedere grumi bianchi, come se qualcuno avesse mescolato grande ricotta lì. Se questo sintomo si nota sullo sfondo del normale sviluppo fisico del bambino (ingrassare bene e crescere), allora è la prova di un eccesso di cibo: più nutrienti vengono forniti al corpo di quanti ne abbia bisogno per soddisfare i bisogni reali (quando il seno viene offerto non solo per soddisfare la fame, ma anche qualsiasi comodità). Non c'è assolutamente nulla di sbagliato in questo, poiché il corpo del bambino è perfettamente adattato a un tale "busto": elimina semplicemente l'eccesso sotto forma di grumi bianchi non digeriti. Al giorno d'oggi, quando il corso è impostato sull'alimentazione "al primo grido", la maggior parte dei bambini sani almeno di tanto in tanto ha una tale caratteristica delle feci. Se questo sintomo è accompagnato da una mancanza di peso o altezza, soprattutto se questo ritardo è aggravato, molto probabilmente, c'è un'insufficienza enzimatica delle ghiandole digestive, che non consente la corretta digestione dei nutrienti in arrivo. In questo caso, un pediatra o un gastroenterologo possono prescrivere una terapia sostitutiva enzimatica..

Carenza di lattasi

Molto spesso, i genitori possono trovarsi di fronte al fatto che le feci del bambino sono sottili, acquose, a volte schiumose, hanno un odore più aspro e, in alcuni casi, un colore cambiato: senape o verdastro. Su un pannolino di cotone, tali feci lasciano intorno una zona di irrigazione. Spesso, le feci vengono scaricate in piccole porzioni, anche quando passa il gas. La reazione acida delle feci provoca spesso un'eruzione da pannolino persistente. Tale quadro si osserva quando la digestione del lattosio - zucchero del latte è compromessa, quando per qualche ragione la quantità di lattosio che entra nell'intestino con il latte materno supera la quantità di enzima lattasi necessaria per la sua digestione, che può essere sia con un eccesso di lattosio nel latte (predisposizione ereditaria della madre), un eccesso di latte fresco e latticini nella sua dieta) o con una ridotta produzione di lattasi da parte delle ghiandole digestive delle briciole. I carboidrati non digeriti "tirano" grandi quantità di acqua nel lume intestinale, motivo per cui le feci sono sottili, acquose in natura.

Spesso la carenza di lattasi è accompagnata da disbiosi intestinale: la reazione acida del contenuto intestinale interferisce con la colonizzazione dell'intestino con la flora corretta e la mancanza della quantità richiesta di microrganismi benefici, a sua volta, riduce la capacità di digerire i carboidrati. Se ciò non interferisce con lo sviluppo del bambino (come abbiamo già detto, i suoi segni sono un normale aumento di altezza e peso, l'assenza di coliche intestinali e un'eruzione da pannolino persistente), questa condizione può essere completamente lasciata senza trattamento. Nella stragrande maggioranza dei casi, la carenza di lattasi è un problema transitorio e scompare senza lasciare traccia con l'età (di circa un mese, l'attività delle ghiandole digestive aumenta così tanto che il corpo del bambino può facilmente far fronte non solo ai prodotti a base di latte fermentato, ma anche al latte fresco). I disturbi gravi e per tutta la vita nella produzione di lattasi sono quasi sempre determinati geneticamente: dovrei pensare a questa variante di una malattia ereditaria se i parenti più vicini della famiglia soffrono di carenza di lattasi in età adulta. Per confermare la diagnosi, oltre a uno studio coprologico, vengono analizzate le feci per i carboidrati. Con la carenza di lattasi confermata, la madre dovrebbe prima di tutto adeguare la sua dieta: escludere il latte fresco, se questo passaggio è inefficace, ridurre significativamente la quantità di prodotti lattiero-caseari fermentati (l'eccezione è il formaggio, che è praticamente assente zucchero del latte). Se tutte queste misure non hanno esito positivo, il medico può prescrivere una terapia sostitutiva con lattasi..

Costipazione nei neonati

La costipazione è considerata l'assenza di feci indipendenti per più di un giorno (ovviamente, tranne per i casi di completa assimilazione del latte), così come i casi in cui lo svuotamento dell'intestino è difficile e accompagnato da un notevole disagio.

Durante l'allattamento al seno, la costipazione è piuttosto rara e ci sono due ragioni principali per loro: malnutrizione della madre e disturbi della motilità intestinale, incluso lo spasmo dello sfintere anale.

La malnutrizione della madre è espressa da una tendenza a cibi ricchi di proteine ​​e carboidrati facilmente digeribili, una mancanza di fibre alimentari, quindi, quando si manifesta costipazione in un bambino, la madre dovrebbe prima di tutto normalizzare la sua alimentazione: dare la preferenza ai cereali (soprattutto grano saraceno, riso integrale, farina d'avena), grano intero pane, includere verdure bollite nella dieta. Alcuni prodotti (pesche, albicocche, prugne secche, albicocche secche, fichi, barbabietole bollite, kefir fresco) hanno pronunciate proprietà lassative. In molti casi, ti permetteranno di normalizzare non solo le tue feci, ma anche le feci del bambino..

Se tali misure non portano a nulla, molto probabilmente, c'è una violazione della motilità intestinale (ipotensione o, al contrario, spasmo) e / o spasmo dello sfintere dell'ano. Con uno spasmo dello sfintere, anche il passaggio dei gas dall'intestino è difficile, quindi la costipazione è spesso accompagnata da una grave colica intestinale. Sfortunatamente, è quasi impossibile affrontare queste condizioni con i metodi domestici, poiché sono associati a una violazione della regolazione nervosa del tono muscolare regolare e sono le conseguenze di una lesione alla nascita o di un decorso sfavorevole della gravidanza. Se sono accompagnati da altri sintomi che ti fanno rivolgere a un neurologo (eccitabilità o, al contrario, letargia delle briciole, disturbi del sonno, dipendenza meteorologica, disturbi del tono muscolare, ecc.), Allora il trattamento prescritto per loro per il disturbo del sistema nervoso centrale spesso aiuta a migliorare la situazione. con costipazione.Se, in assenza di uno sgabello, il bambino è preoccupato per il dolore e / o il gonfiore nell'addome, puoi provare a mettere un tubo del gas, che stimolerà delicatamente l'ano. Con l'alimentazione artificiale, la costipazione, purtroppo, è molto più comune, poiché la digestione delle formule del latte è una grande difficoltà per il sistema digestivo del bambino. In molti casi, la situazione può essere normalizzata sostituendo metà della dieta quotidiana del bambino con una miscela di latte fermentato (è possibile introdurre gradualmente miscele acide dopo 3 settimane di vita). Dopo mesi di vita, puoi introdurre un decotto e una purea di prugne nella dieta del bambino, che nella maggior parte dei casi aiutano a far fronte alla costipazione..

Se queste misure non aiutano a normalizzare la situazione (sia con l'alimentazione naturale che artificiale), il pediatra può prescrivere alcuni farmaci: candele con glicerina (nei primi 6 mesi di vita, una singola dose è ¼-½ candele), duphalac, microclysters "Mikrolax".

Ecco i principali "segreti" che il pannolino del tuo bambino può nascondere. Abbiamo cercato di insegnarti a riconoscere alcuni segnali del corpo del bambino, ma vogliamo ricordarti ancora una volta: qualsiasi diagnosi, e ancora di più, la nomina del trattamento deve essere effettuata solo da un medico.

Per domande mediche, assicurati di consultare un medico in anticipo

steatorrea

Steatorrea significa una malattia in cui le feci del paziente contengono componenti grassi.

Le feci sono spesso liquide, ma alcuni pazienti lamentano costipazione.

In tutti i casi, le feci grasse lasciano un segno oleoso, ben visibile e scarsamente arrossato sulla superficie della toilette..

Divisione della steatorrea in diverse forme:

  • forma alimentare o alimentare della malattia. Più grasso entra nel corpo del paziente insieme al cibo di quello che può elaborare;
  • intestinale. I grassi non vengono assorbiti dall'intestino tenue e vengono escreti nelle feci;
  • la forma pancreatica è caratterizzata da uno scarso lavoro del pancreas, a causa della scarsa produzione di lipasi (un enzima progettato per abbattere i grassi).

Per il tipo di feci, la steatorrea è divisa in 3 tipi:

  1. Le feci contengono grassi neutri;
  2. Le feci contengono saponi e acidi grassi;
  3. Le feci includono grassi, acidi e saponi.

La malattia viene discussa quando il volume giornaliero di grasso escreto con le feci supera i 5 grammi..

Caratteristiche della malattia nei bambini

La malattia dei giovani pazienti è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • esternamente, le feci hanno una lucentezza oleosa e oleosa;
  • Le macchie oleose rimangono quando vengono scaricate nella toilette.

La steatorrea nei bambini è causata da una cattiva funzionalità epatica a causa di disturbi genetici (che possono essere strutturali e metabolici). Qualsiasi malattia del tratto gastrointestinale ha un forte impatto sullo sviluppo e sull'ulteriore crescita del neonato..

La mancanza di enzimi è la principale causa di feci oleose nei neonati. I segni di steatorrea nei neonati con una terapia adeguata possono essere levigati fino a quando non scompaiono completamente.

Tutti gli enzimi coinvolti nel metabolismo farmacologico del neonato raggiungono il volume richiesto solo entro i 3 mesi di età. Nei giovani pazienti particolarmente debilitati, il metabolismo viene ripristinato entro i 4 mesi di età.

Le ragioni

Ci possono essere diversi motivi per causare feci oleose:

  • con steatorrea alimentare - eccesso di grasso negli alimenti consumati dal paziente;
  • violazione del pancreas (forma acuta o cronica di pancreatite, dotto di Wirsung ristretto, tumori della ghiandola, ecc.);
  • malattia del fegato (epatite acuta o cronica, infiammazione del fegato negli alcolisti, cirrosi, colangite, morbo di Wilson, neoplasie, cisti, ecc.);
  • disfunzione dei dotti biliari e della vescica stessa (incluso il danno d'organo da parte dei parassiti);
  • malattie intestinali (Whipple, Crohn, enterite, ecc.);
  • violazione dell'attività delle ghiandole endocrine (morbo di Addison, ipertiroidismo e alcuni altri);
  • difetti dello sviluppo ereditari e congeniti.

Gli effetti collaterali di alcuni farmaci (lassativi e farmaci prescritti per il trattamento dell'obesità) possono causare steatorrea.

Sintomi

I primi sintomi sono frequenti impulsi a defecare. Le feci oleose lasciano macchie difficili da lavare sulla superficie della toilette con una lucentezza oleosa. Il colore delle feci può essere chiaro, grigiastro o non cambiare la tonalità naturale..

Sintomi che indicano lo sviluppo della steatorrea:

  • vertigini;
  • brontolio accompagnato da gonfiore nella parte superiore dell'addome;
  • mucose secche (naso, cavità orale);
  • letargia e riduzione delle prestazioni;
  • tosse secca;
  • dolore alle articolazioni e alla colonna vertebrale;
  • frequenti movimenti intestinali.

I pazienti con diagnosi di steatorrea si esauriscono rapidamente, causando perdita di peso. Sulla pelle appare un eritema polimorfico, le labbra sono pallide e ci sono crepe negli angoli della bocca. Nella cavità orale sono pronunciati segni di stomatite. Si osserva spesso allentamento e sanguinamento delle gengive, papille atrofizzate sono visibili sulla lingua dai colori vivaci.

Diagnostica

Alla palpazione, il medico può notare brontolio e trasfusione del contenuto intestinale sul lato sinistro o nel sito del cieco. La rettoscopia rivela atrofia della mucosa e il gonfiore è chiaramente visibile ai raggi X. Fare una biopsia conferma solo la diagnosi: atrofia delle mucose, accorciamento dei villi, non ci sono peli terminali e l'epitelio colonnare ha un'altezza inferiore alla sua norma.

Inizialmente, il medico conduce una conversazione dettagliata con il paziente al fine di raccogliere e analizzare la storia medica. Successivamente, il paziente viene esaminato.

Prima della prescrizione dei farmaci, le feci vengono esaminate in diversi modi:

  1. valutazione macroscopica;
  2. analisi microscopica.

In quest'ultima opzione, le feci vengono controllate per i seguenti componenti:

Risultati dell'esame più accurati possono essere raggiunti con la tecnologia del radioisotopo, la diagnostica ecografica, la colonscopia e altri metodi di ricerca strumentale.

La steatorrea porta allo sviluppo delle seguenti malattie: ipolipemia, ipoproteinemia, leucopenia, ipocromromia, ipocolesterolemia. Può causare anemia, ipocalcemia e iponatriemia.

Trattamento

La chiave per il trattamento della steatorrea è quella di alleviare il malessere del paziente che ha causato le feci oleose. Se si tratta di pancreatite, quindi - prendendo enzimi per una migliore digestione dell'assunzione di cibo. La dieta viene selezionata individualmente dal medico curante e mira a ripristinare le feci normali del paziente. Raccomandazioni generali: evitare cibi grassi e piccanti, riducendo al minimo le bevande alcoliche.

A un paziente con steatorrea vengono prescritti farmaci con un'alta concentrazione di lipasi. Tutti i preparati sono ricoperti da uno speciale rivestimento che impedisce l'assorbimento di sostanze attive nello stomaco. I principali medicinali indicati per il trattamento della steatorrea sono:

Gli antiacidi sono necessari per neutralizzare l'acido gastrico, aumentano l'efficacia terapeutica degli enzimi.

Inoltre, ai pazienti vengono spesso prescritti cortisone, acido cloridrico e ormone adrenocorticotropo. Oltre alle forniture mediche, il paziente deve seguire una dieta e assumere un complesso vitaminico.

Dieta

Lo scopo di introdurre restrizioni alimentari per i pazienti con steatorrea è un atteggiamento parsimonioso nei confronti del sistema biliare e una diminuzione della secrezione biliare. Una dieta povera di grassi è indicata per tutte le forme di steatorrea: epatica, intestinale e pancreatica. Il volume giornaliero di grassi consumati - non più di 50-65 grammi.

Si raccomandano i seguenti alimenti:

  • Burro "Contadino";
  • carne magra;
  • pesce magro;
  • prodotti a base di latte.

La durata della dieta nei pazienti con steatorrea continua fino a quando i suoi sintomi scompaiono completamente..

I carboidrati facilmente digeribili vengono introdotti nella dieta quotidiana in proporzioni di 1: 4, concentrazioni più elevate possono provocare il ristagno della bile e una violazione della sua composizione chimica.

Più il paziente consuma vitamine, maggiore è la remissione. A volte i multivitaminici sono prescritti da un medico in particolare.

previsione

Se la steatorrea non viene trattata o il paziente ha smesso di assumere farmaci in anticipo, sorgono i seguenti tipi di complicanze:

  • l'intestino è scarsamente assorbito dai nutrienti che entrano nel corpo;
  • ipovitaminosi e carenza di proteine;
  • profondo esaurimento del corpo sullo sfondo di una rapida perdita di peso;
  • sete costante;
  • rigonfiamento;
  • disidratazione generale;
  • la comparsa di convulsioni.

Le gravi conseguenze della steatorrea non trattata sono disturbi nel funzionamento di organi e sistemi corporei. Nel corso del tempo, il paziente può sviluppare problemi psicologici - difficoltà a comunicare con l'ambiente circostante, i colleghi e le persone non familiari.

Le complicazioni possono essere evitate contattando tempestivamente un istituto medico e rispettando tutti gli appuntamenti del medico curante.

Prevenzione

In termini di quantità di sforzo, la prevenzione di qualsiasi disturbo non può essere paragonata alla lotta che accompagna una persona già malata. Le seguenti misure sono un'ottima prevenzione della steatorrea:

  • vita senza alcool;
  • cibo in cui è bilanciato il rapporto tra proteine, carboidrati e grassi;
  • rifiuto del cibo fritto o che richiede molte spezie per prepararlo;
  • pasti frazionari.

La prevenzione secondaria si riferisce alle procedure che vengono eseguite quando viene rilevata una malattia. Questa è una terapia tempestiva, una dieta nutriente con grassi limitati.

Come risparmiamo su integratori e vitamine: vitamine, probiotici, farina senza glutine, ecc. E ordiniamo su iHerb (sconto di $ 5 tramite link). Consegna a Mosca in sole 1-2 settimane. Molte volte più economico rispetto all'acquisto in un negozio russo, e alcuni prodotti, in linea di principio, non possono essere trovati in Russia.

Cosa fare con la diarrea grassa in un bambino

La diarrea è spesso il caso di indigestione nei bambini del primo anno di vita, soprattutto in estate, ma le feci molli non sono una malattia separata, è un sintomo di varie malattie o disturbi. Potresti pensare che la diarrea scompaia da sola nei neonati e non accadrà nulla, ma ogni anno circa cinque milioni di bambini muoiono per malattie accompagnate da feci molli..

Per determinare che un bambino ha la diarrea o solo feci molli, è necessario osservarlo; con la diarrea, il bambino avrà la diarrea liquida e incontrollabile e il desiderio di svuotare l'intestino il prima possibile. Non sempre, dal numero di movimenti intestinali in un bambino, si può parlare di diarrea, poiché i bambini allattati al seno hanno un atto di defecazione fino a sei volte al giorno e artificialmente fino a quattro. Le feci normali in un bambino durante l'allattamento assumeranno la forma di una consistenza omogenea e pastosa, molto spesso di colore giallastro, e quando si nutrono di miscele sarà scura e più densa. Dopo l'introduzione di alimenti complementari, le feci del bambino diventano meno frequenti e, di regola, diventano più o meno modellate..

Cause che portano alla diarrea

Attualmente, la causa più comune di feci molli, specialmente nei neonati, sono le malattie virali - adenovirus, rotavirus. Il virus può causare malattie, sia in estate che in inverno, spesso tali focolai si verificano in un ospedale o in una squadra di bambini. I parassiti sono anche una delle cause dell'indigestione, in particolare lamblia, cryptosporidium, microsporidia e altri. Dall'assunzione di farmaci, un bambino può sviluppare disbiosi, che si manifesta spesso con la diarrea. Con carenza di lattasi nei neonati, dopo aver bevuto il latte, la condizione peggiora, compaiono dolori alla pancia, c'è un brontolio e si verifica la diarrea. Se il bambino ha una carenza di zucchero, allora c'è un disturbo digestivo dopo aver mangiato cibi con zucchero aggiunto. I bambini hanno dermatite enteropatica, che inizia a manifestarsi dopo l'interruzione dell'allattamento al seno, il bambino inizia a perdere peso, i capelli diventano fragili e cadono, le feci sono generalmente liquide e oleose, scarsamente lavate, gli stessi sintomi si verificano quando c'è una mancanza di zinco nel corpo. Se il bambino ha più di un anno, può sviluppare una sindrome dell'intestino irritabile, che influenza anche il lavoro del tratto digestivo. La diarrea può essere uno dei segni di colite ulcerosa, morbo di Crohn, danno cronico al fegato.

Feci grasse

È una feci che lascia macchie di grasso e lucenti su pannolini, vestiti e non si elimina facilmente dal water. Le feci grasse si verificano anche con diarrea e costipazione e derivano da un assorbimento improprio dei grassi. La carenza di lipasi congenita, che nei neonati è di solito temporanea a causa di un pancreas immaturo, porta a una digestione compromessa nell'intestino. Di solito, tale carenza si verifica nei bambini prematuri o in caso di sviluppo intrauterino improprio, nonché nei neonati che mangiano miscele artificiali. Anche nella digestione dei grassi, la bile svolge un ruolo importante e, quindi, con le malattie del tratto biliare o del fegato, le feci nei bambini del primo anno di vita diventano lucenti e talvolta leggere.

Durante l'esame, il pediatra esclude, per cominciare, una digestione impropria dei grassi e prescrive un esame scatologico di feci, ultrasuoni del fegato e del pancreas, un esame del sangue biochimico, un esame immunologico. I bambini con un decorso grave della malattia vengono sottoposti a osservazione in un ospedale, lì fanno tutte le manipolazioni necessarie e selezionano la dieta e le medicine appropriate, che includono gli enzimi e gli acidi biliari necessari, prescrivendoli, il pediatra tiene conto di tutte le indicazioni e controindicazioni per curare il bambino.

Celiachia

Tale malattia si manifesta con indigestione a causa di un assorbimento improprio di grassi e carboidrati nell'intestino tenue, la celiachia si sviluppa con intolleranza alle proteine ​​di grano, segale e avena, quindi le prime manifestazioni iniziano dopo l'introduzione dei cereali nella dieta del bambino.

La malattia si manifesta di solito all'età di due o tre anni, i bambini sviluppano debolezza, letargia, sono irritabili, piagnistei, l'appetito scompare, la pelle diventa pallida, si sviluppano debolezza muscolare, anemia, esaurimento.

I pazienti si sviluppano male fisicamente, restano indietro nella crescita, osteoporosi, rachitismo appaiono, le unghie assumono la forma di occhiali da vista. I denti si scuriscono, appare la carie, l'addome diventa grande, poiché il liquido in eccesso appare negli anelli intestinali dilatati, la cosiddetta pseudoascite e si nota una maggiore formazione di gas. Le feci diventano sgabelli leggeri, lucenti, frequenti e contengono una grande quantità di grasso neutro. Come risultato di questa malattia, nei bambini del primo anno di vita può verificarsi carenza di multivitaminici, ipoproteinemia, edema, il contenuto di minerali essenziali nel corpo diminuisce.

Diagnosi e trattamento della celiachia

Con la celiachia, vengono isolati diversi anticorpi specifici, rilevati mediante studi diagnostici clinici. Valore diagnostico dei marker sierologici:

  • gli anticorpi alfa-gliadina della classe lgG sono aspecifici, ma altamente sensibili fino al 95%, e gli anticorpi lgA hanno una bassa sensibilità di circa il 40%;
  • lo studio deve essere effettuato solo con nuovi test con caratteristiche migliorate per la rilevazione di anticorpi;
  • gli anticorpi anti-TcTG delle classi lgA e lgG sono altamente sensibili, ma non sono specifici;
  • gli anticorpi anti-reticulina si verificano nel 40% dei pazienti;
  • i titoli di tutti gli autoanticorpi sono ridotti con una dieta priva di glutine.

Il trattamento inizia con una dieta a base di agliadina, che consiste nell'eliminazione dalla dieta di alimenti contenenti segale, avena e farina di frumento, nonché nella riduzione della quantità di grassi e amido. Per il trattamento, le vitamine sono prescritte in grandi dosi, enzimi per migliorare il funzionamento del pancreas, preparazioni di ferro e calcio, steroidi anabolizzanti, enterosorbenti, nonché massaggi terapeutici e ginnastica. La mancata osservanza di una dieta priva di glutine in futuro può sviluppare patologie oncologiche, pertanto sono necessarie una diagnosi precoce e un trattamento adeguato.

Diarrea acuta

Di solito si verifica nei bambini a causa del mancato rispetto delle norme di igiene personale, leccare le mani sporche, giocare con gli animali, bere acqua non pura. La causa è più spesso virus o batteri che portano all'indigestione, di solito scompare entro pochi giorni da sola, ma potrebbero esserci complicazioni. Il periodo di incubazione per l'infezione acuta dura da due ore a 10 giorni, la prima manifestazione è febbre, diarrea e dolore addominale. Ci possono essere coliche intestinali, coaguli di sangue o muco nelle feci, a volte vengono aggiunti nausea e vomito, che senza trattamento porta alla disidratazione, nei casi più gravi le meningi e i polmoni sono danneggiati, a volte la funzione delle articolazioni è compromessa, le eruzioni cutanee compaiono sulla pelle. Se il vomito frequente si unisce, è necessario consultare un medico, poiché nei bambini del primo anno di vita, durante la disidratazione, si sviluppa rapidamente uno stato di shock, è necessario iniziare a reintegrare il liquido perso il più presto possibile, cioè è necessario bere soluzioni saline, mentre il bambino dovrebbe urinare abbastanza. A casa, puoi dare degli adsorbenti che rimuovono le tossine dal corpo, il cibo dovrebbe essere delicato e ben digerito dall'intestino (zuppe, patate al forno, riso).

Prima di chiamare un medico

Prima dell'arrivo del medico, è necessario lasciare un contenuto del vaso o del pannolino in modo che il medico possa stabilire rapidamente la diagnosi corretta. Dopo ogni atto di defecazione, è indispensabile lavare il bambino per evitare irritazioni della pelle, preferibilmente dopo averlo lavato, lubrificarlo con crema per bambini. A casa, i medicinali per la diarrea possono essere utilizzati solo dopo la prescrizione di un medico, poiché è possibile danneggiare ancora di più, a temperature elevate vengono somministrati farmaci antipiretici, la cui dose dipende dall'età del bambino. Devi pensare a ciò che potrebbe causare disagio nella pancia, forse da qualche tipo di cibo o nuova alimentazione, se questa è una violazione di una manifestazione allergica, quindi dopo aver annullato un determinato prodotto, tutto si riprenderà da solo entro due o tre giorni. Quando la diarrea si verifica con un naso freddo o che cola, è necessario prima sbarazzarsi della malattia.

Con vomito e diarrea si sviluppa la disidratazione, il cui grado può essere determinato a casa dalle condizioni del bambino, dalla secchezza delle mucose e della pelle e dalla quantità di minzione. Il fluido perso deve essere compensato con soluzioni saline e, se la condizione peggiora, è necessario il ricovero in ospedale.

Errori nel cibo

Spesso, il disturbo delle feci si verifica a causa di un'alimentazione scorretta, soprattutto in tenera età, quando si mangiano vari dolci, succhi di frutta in scatola, cibi fritti e un consumo eccessivo di frutta e verdura. Il disturbo intestinale può anche svilupparsi da alimenti incompatibili o da una quantità eccessiva di cibo consumato, soprattutto dopo le vacanze..

Con viaggi frequenti, trasferimenti, indigestione può verificarsi a causa di cambiamenti climatici, acqua, cibo, la cosiddetta diarrea dei viaggiatori. Nei bambini del primo anno di vita, può essere accompagnato da dolore addominale, vomito, un leggero aumento della temperatura, tutto ciò passa dopo adattamento a nuove condizioni di vita, enzimi, farmaci per la normalizzazione delle feci, farmaci antipiretici e agenti che normalizzano la motilità intestinale possono essere usati per domarlo.

I bambini spesso soffrono di un disturbo alimentare (dispepsia), si verifica quando il volume e la composizione del cibo per il primo anno di vita non corrispondono, cioè il bambino si nutre eccessivamente, a seguito del quale compaiono diarrea, rigurgito e persino vomito. Per eliminare tali manifestazioni, è necessario ripristinare il regime giornaliero e la nutrizione corretti, ridurre la quantità di cibo consumato o sostituirlo con alimenti più digeribili..

Carenza di lattasi

Si verifica con una mancanza o assenza di un enzima (la lattasi scompone gli zuccheri del latte) nell'intestino e vi è una carenza congenita di lattasi, cioè viene ereditata e acquisita, dopo varie malattie infettive o manifestazioni allergiche, a causa dell'uso di droghe (antibiotici, agenti ormonali).

Un altro tipo è la carenza temporanea di lattasi, che si sviluppa a causa dell'immaturità intestinale e scompare nel tempo. Appare la diarrea schiumosa con un odore aspro, gonfiore, brontolio, coliche, rigurgito frequente e vomito, a seguito della quale il peso corporeo diminuisce, la diagnosi viene fatta quando viene trovata una grande quantità di carboidrati nelle feci. È necessario sostituire i latticini o, insieme all'uso del latte, somministrare enzimi speciali con lattosio, che contribuiscono alla digestione e all'assorbimento del lattosio nel latte. Dopo l'inizio di tale trattamento, tutti i sintomi scompaiono gradualmente e il peso corporeo inizia ad aumentare. Per i bambini nel primo anno di vita con l'alimentazione artificiale, ci sono speciali miscele senza lattasi, ma nel primo anno di vita con l'alimentazione naturale, non è necessario trasferire a tali miscele, è sufficiente somministrare enzimi insieme all'alimentazione.

Prevenzione dei disturbi intestinali

La nutrizione dei bambini dovrebbe essere corretta ed equilibrata, è necessario utilizzare solo prodotti freschi e provati, frutta e verdura devono essere lavati accuratamente prima dell'uso. È indispensabile lavarsi le mani prima di ogni poppata, monitorare la pulizia dei giocattoli, in particolare quelli che il bambino prende in bocca, se c'è un'allergia, è necessario assicurarsi che l'allergene non entri nel corpo.

Le medicine possono essere somministrate a casa solo come prescritto da un medico, la cui dose dovrebbe corrispondere all'età, poiché la disbiosi può svilupparsi a causa di un sovradosaggio. Il passaggio da malattie acute a malattie croniche non dovrebbe essere consentito e, se ciò non potesse essere evitato, le esacerbazioni dovrebbero essere trattate in tempo.

Articoli Su Epatite