Trattamento con farmaci per la colite

Principale Ulcera

La colite è un processo infiammatorio cronico o acuto che colpisce il rivestimento dell'intestino crasso. Si sviluppa a causa di un danno d'organo tossico, infettivo o ischemico. La malattia è caratterizzata da sintomi specifici: dolore nell'intestino, indigestione, gonfiore, disturbo delle feci. La colite è comune tra gli uomini tra i 40 e i 60 anni e le donne tra i 20 e i 60 anni con problemi digestivi.

Cause e classificazione della colite

Gli esperti identificano una serie di fattori provocatori che innescano il processo infiammatorio nell'intestino crasso. Questa parte dell'apparato digerente è progettata per raccogliere ed espellere i detriti alimentari non digeriti attraverso il retto..

Una delle cause più comuni di colite è intossicazione alimentare. Come risultato dell'attivazione della microflora patogena, viene interessato lo strato mucoso della parete intestinale. La colite si sviluppa anche a seguito di un agente infettivo che entra nella mucosa del colon..

Ragioni per lo sviluppo della colite intestinale:

  • mangiare cibo di scarsa qualità;
  • intossicazione alimentare acuta;
  • esposizione a microrganismi patogeni (Escherichia coli, Salmonella, Giardia, ecc.);
  • infezione da parassiti intestinali;
  • assunzione eccessiva di determinati farmaci;
  • avvelenamento chimico;
  • dieta malsana;
  • malattie croniche del tratto gastrointestinale.
Foto: Nicoleta Ionescu / Shutterstock.com

La classificazione della colite intestinale si basa sulle cause dell'insorgenza della malattia. È consuetudine evidenziare:

  • Colite spastica. Uno stile di vita non salutare è un fattore stimolante. Cattive abitudini, predominanza di cibi grassi nella dieta, abuso di alcol, mancanza di attività fisica e scarsa igiene hanno un impatto negativo sulle condizioni e sul funzionamento del tratto digestivo. Tutto ciò porta all'infiammazione della mucosa intestinale..
  • Colite pseudomembranosa o indotta da farmaci. L'eccessiva assunzione di droga diventa il fattore scatenante. Alcuni farmaci hanno un effetto distruttivo sulla mucosa, creando condizioni favorevoli per lo sviluppo e la diffusione della microflora patogena.
  • Colite atrofica Si sviluppa a causa di intossicazione tossica o velenosa del corpo. Differisce nella necrosi della superficie del tessuto dell'organo digestivo.
  • Colite catarrale. È una conseguenza dell'intossicazione alimentare acuta. Il cibo di scarsa qualità provoca infiammazione della mucosa.
  • Colite ulcerosa. Infiammazione del colon con coinvolgimento della mucosa. È caratterizzato dalla formazione di difetti ulcerativi sulla parete intestinale fino alla perforazione. È accompagnato da diarrea e sanguinamento intestinale.
  • Ischemica. Si sviluppa a causa di un flusso sanguigno alterato nei rami dell'aorta addominale. È da lì che il sangue entra nell'intestino crasso..

Colite dell'intestino: sintomi e trattamento negli adulti

Il quadro clinico della colite è individuale, le manifestazioni possono essere pronunciate e lente. Il decorso della malattia dipende in gran parte dalle caratteristiche del sistema immunitario. Fattori importanti sono: l'età del paziente, il grado di danno, la presenza di una storia di comorbilità.

La colite acuta è caratterizzata da un rapido aumento dei sintomi e della loro pronunciata intensità. Con questa forma di malattia, si osservano i seguenti sintomi:

  • Disagio e dolore nell'intestino, peggio dopo aver mangiato, attività fisica, clisteri;
  • Instabilità delle feci. C'è un'alternanza di diarrea e costipazione, ci sono impurità estranee, strisce e sangue nella tabella;
  • Falso impulso a defecare. Con la colite, la loro frequenza è 2-3 volte al giorno..
  • Gonfiore e pesantezza nell'addome;
  • Accumulo eccessivo di gas.

Tali manifestazioni persistono a lungo - 10-25 giorni. Con un inizio prematuro del trattamento o misure terapeutiche selezionate in modo errato, la malattia diventa cronica. In questo caso, le esacerbazioni si verificano 2-3 volte l'anno. I sintomi sono simili al periodo acuto della malattia, ma le manifestazioni sono meno pronunciate. In particolare, il paziente è preoccupato per: perdita di appetito, flatulenza, costipazione, secchezza delle fauci e sete costante, brontolio nello stomaco dopo aver mangiato, dolore addominale, rash cutaneo, debolezza, nausea, mal di testa. Durante un'esacerbazione, i sintomi si intensificano..

Con la colite ulcerosa, si formano difetti nella parete intestinale. Questa forma della malattia è caratterizzata da un decorso più grave e sintomi acuti:

  • costipazione improvvisa;
  • falso impulso a defecare, finendo con scarsa diarrea;
  • debolezza generale;
  • aumento della temperatura corporea;
  • diminuzione dell'appetito;
  • nausea e vomito;
  • presenza di impurità nelle feci.
Foto: VGstockstudio / Shutterstock.com

Succede che con la colite ulcerosa si sviluppano sintomi che non sono direttamente correlati al danno al tratto gastrointestinale. In particolare, disturbi visivi, dolori articolari, eruzioni cutanee, coaguli di sangue.

Nella diagnosi di colite intestinale, al paziente viene mostrata una complessa terapia farmacologica, incluso l'uso di farmaci di varie azioni. I farmaci necessari vengono selezionati in base ai risultati del test, ai sintomi e ai motivi che hanno causato la malattia.

Il trattamento della colite con medicinali comprende l'assunzione dei seguenti tipi di farmaci:

  • antibiotici La loro azione è volta a distruggere agenti patogeni - agenti patogeni;
  • Farmaci antinfiammatori Allevia l'infiammazione della mucosa, a causa della quale sono adatti dolore e gonfiore nell'intestino.
  • Antidolorifici e antispasmodici. Aiuta ad affrontare il dolore e il disagio.
  • Per la normalizzazione delle feci. Elimina diarrea e costipazione;
  • Per ripristinare la microflora intestinale. Probiotici e prebiotici sono presi. Normalizza l'equilibrio di microrganismi patogeni e benefici.
  • Farmaci antielmintici. Sono prescritti per l'eziologia parassitaria della malattia.

Con la colite, i sintomi e il trattamento sono correlati. Ogni tipo di malattia ha il suo trattamento. Per alleviare i sintomi della colite ischemica, vengono prescritti farmaci per normalizzare la viscosità del sangue, enzimi per migliorare la digestione, antispasmodici per alleviare il dolore, fosfolipidi. Nella colite ulcerosa sono indicati farmaci antibatterici e antinfiammatori, farmaci antidiarroici e curativi, immunomodulatori, analgesici. La colite spastica richiede l'assunzione di farmaci antidiarroici, antispasmodici, sedativi, probiotici ed enzimi, farmaci che normalizzano la motilità dell'organo digestivo.

Il trattamento della colite intestinale con medicinali è finalizzato a:

  • sollievo dalla sindrome del dolore;
  • eliminazione dei sintomi di dispepsia;
  • fermare l'emorragia;
  • ripristino dell'integrità della mucosa;
  • normalizzazione delle feci.

Se vengono rilevati sintomi allarmanti, il trattamento negli adulti dovrebbe iniziare il prima possibile per prevenire lo sviluppo di gravi complicanze: perforazione intestinale, peritonite, sanguinamento intestinale, ostruzione.

Terapia antimicrobica e antibatterica

Il trattamento della colite con farmaci antibatterici è prescritto quando la colite è stata causata da agenti infettivi. Sono indispensabili nel trattamento della colite ulcerosa cronica. Gli antibiotici sono inclusi nella terapia complessa e sono spesso combinati con antispasmodici e farmaci antinfiammatori. Se viene fornita un'assunzione a lungo termine, allo stesso tempo vengono prescritti agenti che ripristinano la microflora intestinale. Sono preferiti antibiotici ad ampio spettro e antimicrobici.

Nel trattamento della colite intestinale, vengono utilizzati i seguenti tipi di antibiotici:

  • Furazolidone. Appartiene al gruppo dei nitrofurani. Ha un pronunciato effetto antimicrobico. Il principio attivo del farmaco provoca la morte massiccia di agenti patogeni, a seguito della quale l'effetto tossico viene ridotto e il paziente avverte un sollievo della condizione. Ben tollerato dai pazienti. Raramente provoca effetti collaterali (nausea e vomito, reazioni allergiche).
  • Digit. Un farmaco dal gruppo dei fluorochinoloni. Ha un effetto battericida. Riduce la gravità delle manifestazioni cliniche dopo la prima dose. Adatto per trattamenti a lungo termine (fino a 4 settimane) a causa del lento sviluppo della resistenza batterica.
  • Levomycetin. Possiede proprietà batteriostatiche. Attivo contro i batteri Gram-negativi e Gram-positivi. Non prescritto per le donne durante la gravidanza e l'allattamento.
  • Alpha Normix. Antibiotico del gruppo rifampicina. Causa la morte dei microbi agendo sul loro DNA. Ferma la crescita dei patogeni e ne impedisce la riproduzione. Previene lo sviluppo di complicanze e impedisce il passaggio della malattia a una forma cronica.
NomeDosaggioModalità di applicazioneDurata dell'ammissione
furazolidone2-3 compresse 4 volte al giornoDentro, durante i pasti5-10 giorni
Tsifran1-3 compresse (250 mg) 2 volte al giornoDentro con acqua1-4 settimane
Levomycetin1-2 compresse 1-4 volte al giorno30 minuti prima dei pasti. Quando compaiono nausea e vomito - 60 minuti dopo aver mangiato8-10 giorni
Alpha Normix1-2 compresse o 10-20 ml di sospensione ogni 8-12 oreIndipendentemente dal cibo. Bevi con un bicchiere d'acqua.3-7 giorni

Tra i farmaci di azione antimicrobica nel trattamento dell'infiammazione della mucosa intestinale vengono utilizzati:

  • Sulfamidici. Questo gruppo di farmaci comprende Ftalazol, Sulgin, Ftazin, Mesakol, Sulfasalazine. Allevia rapidamente l'infiammazione. Prescritto principalmente per colite da lieve a moderata.
  • Chinoloni. Hanno un effetto dannoso su salmonella, stafilococco, shigella. Nolitsin, Medocyprin, Sophazin.
  • Nitrofurani. È attivo contro shigella, lamblia, salmonella, clostridi e microrganismi gram-positivi e gram-negativi. Non provoca resistenza. Sopprime la produzione di tossine da parte di batteri patogeni. Questo gruppo comprende: nitrofurantoina, nifuroxazide, enterofuril, nifuratel.

Gli antibiotici di cui sopra, grazie alla loro capacità di distruggere la microflora patogena, hanno un potente effetto antinfiammatorio..

Preparazioni per la normalizzazione delle feci

Uno dei chiari segni di colite è l'instabilità delle feci. La costipazione è sostituita da diarrea e viceversa. Per migliorare il benessere del paziente, è necessario stabilizzare la funzione di defecazione..

La diarrea si verifica quando l'infiammazione colpisce le aree del cieco e del colon ascendente. Quando si prescrivono medicinali, è necessario tenere presente che gli antidiarroici a base di loperamide sono controindicati nella colite ulcerosa, pseudomembranosa e medicinale.

Per sbarazzarsi della diarrea aiuterà:

  • Allilsat. Una preparazione a base di tanalbina e salicilato ha un effetto astringente. Prendi 1 compressa tre volte al giorno.
  • Tansal. Estratto di alcool all'aglio. Elimina la putrefazione e normalizza le feci. Assumere tre volte al giorno prima dei pasti, 10-15 gocce, diluite in 30 ml di latte.
  • Bevisal. Oltre all'azione astringente, ha proprietà antimicrobiche, antinfiammatorie e rilassanti. Prendi 1 compressa 3 volte al giorno.
  • Smecta. Ha un effetto antidiarroico e adsorbente. Rimuove le tossine. Il dosaggio raccomandato è di 6 bustine al giorno.

Quando la colite è accompagnata da costipazione periodica, nominare: gocce Guttalax, Slabikap, Regulax, supposte rettali Bisacodyl, sciroppo con lattulosio, Fortrans o Lassativo Forlax.

Corticosteroidi nel trattamento della colite

I farmaci ormonali steroidei sono usati principalmente per trattare la colite ulcerosa grave. La loro efficacia è dovuta alla loro capacità di bloccare il rilascio di acido arachidonico, che impedisce la formazione di mediatori infiammatori. I corticosteroidi hanno anche un effetto immunomodulatore e riducono il sanguinamento della mucosa intestinale.

Questi farmaci vengono somministrati sia per via orale che endovenosa. Aiutano a ridurre la gravità o eliminare i sintomi della malattia. E anche fornire remissione a lungo termine.

I corticosteroidi vengono utilizzati quando altri farmaci non hanno alleviato le condizioni del paziente. Nella maggior parte dei pazienti, dopo aver usato questi farmaci, si verifica la remissione della malattia..

Corticosteroidi per colite

Nome del farmacoattoModulo per il rilascioDosaggioModalità di applicazioneDurata del trattamento
prednisoloneAntinfiammatorio, immunosoppressivopillole40-60 ml al giornoDentro2-4 settimane
budesonideAntinfiammatorioCapsule, clisteri (2 mg al giorno)3 mg 3 volte al giornoDentro12 mesi
Methotrexateimmunosoppressivapillole5 mg a giorni alterniPer via oralePer mantenere la remissione
infliximabimmunosoppressivaSoluzione per infusione5 mg / kgper via endovenosa8 settimane

Dieta terapeutica per la colite

Per un trattamento efficace della colite con i farmaci, la terapia farmacologica deve essere combinata con l'adesione a una dieta speciale. L'indigestione caratteristica di questa malattia richiede alcune regole per l'assunzione e la preparazione del cibo. Ciò è necessario per ridurre la reazione infiammatoria nell'intestino, nonché per escludere l'irritazione meccanica e chimica del tratto digestivo..

Il compito principale della nutrizione medica è eliminare la fermentazione e la putrefazione nell'intestino e normalizzare la sua funzione. Nella colite acuta, viene mostrata la dieta numero 4, nella colite cronica - tabella 4b. La maggior parte della dieta dovrebbe consistere in carboidrati, al secondo posto - proteine ​​e grassi in quantità dovrebbero essere al terzo posto..

I pasti dovrebbero essere frazionari - 5-6 volte al giorno in piccole porzioni. Ciò riduce lo stress meccanico sugli organi digestivi e faciliterà una migliore digestione e assorbimento del cibo. Cena - 3 ore prima di coricarsi.

È importante che il piatto non sia troppo caldo o freddo. In questa forma, irriteranno la mucosa del tratto digestivo. La preferenza dovrebbe essere data ai piatti bolliti, al forno o al vapore. Si consiglia di mangiare cibi frantumati o frullati. È inoltre necessario ridurre la quantità di fibra vegetale consumata. Il limite è imposto sulla quantità di sale nella dieta. L'ottimale sarebbe di 10 grammi al giorno. Il cibo troppo salato irrita l'intestino. Si consiglia di osservare il regime di consumo - 1,5-2 litri di acqua pulita al giorno.

Dovrebbero essere esclusi cibi fritti e grassi, tutte le spezie, l'alcol in qualsiasi forma, cibi che causano decomposizione e fermentazione nell'intestino, oltre a provocare la formazione di gas e l'intensificazione della peristalsi. Se hai la diarrea, dovresti limitare l'assunzione di grassi vegetali, poiché interferiscono con l'assorbimento dei nutrienti e accelerano i movimenti intestinali.

Elenco degli alimenti vietati per la colite:

  • pesce e brodi ricchi di carne;
  • pesce grasso, carne e pollame;
  • lenticchie, fagioli, fagioli, piselli;
  • conserve alimentari, sottaceti, carni affumicate salate;
  • latte intero e prodotti lattiero-caseari;
  • pane nero e integrale, prodotti da forno;
  • funghi, verdure crude;
  • miele, marmellata, frutta secca;
  • uova fritte o sode;
  • pasta;
  • Fast food;
  • orzo, frumento, orzo orzo perlato;
  • grassi, escluso il burro.
Foto: George Dolgikh / Shutterstock.com

La dieta di un paziente con colite dovrebbe consistere in alimenti che promuovono la normale digestione e riducono i movimenti intestinali. Approvato per l'uso:

  • biscotti, fette biscottate di pane bianco, biscotti;
  • carni magre, pollo senza pelle nel vitello di coniglio;
  • pesce al forno, bollito o al vapore;
  • farina d'avena, riso, porridge di grano saraceno sull'acqua;
  • burro chiarificato e burro;
  • panna acida e ricotta a basso contenuto di grassi;
  • uova alla coque, frittata proteica;
  • formaggi non salati e delicati;
  • aneto, prezzemolo, vanillina, cannella, alloro;
  • marshmallow e marmellata;
  • mele, ribes nero, mele cotogne, banane, pere;
  • cioccolato, tè, caffè, succhi in forma diluita;
  • gelatina, gelatina.
Foto: beats1 / Shutterstock.com

Il rispetto di una dieta normalizza il lavoro non solo dell'intestino crasso, ma anche dell'intero tratto digestivo. Alimenti speciali per garantire l'assorbimento di vitamine e sostanze nutritive. La dieta aiuterà ad eliminare le spiacevoli sensazioni che accompagnano la colite: passerà il dolore addominale, le feci torneranno alla normalità.

Dieta approssimativa per un paziente con colite per 3 giorni

1 giorno2o giorno3 ° giorno
Colazione- porridge di riso con burro; - cotoletta al vapore; - tè verde.- farina d'avena bollita; - carne bollita attorcigliata; - caffè; - biscotti.- frittata da 2 uova; - porridge di riso schiacciato; - decotto di rosa canina; - biscotto.
Pranzo- carne bollita; - gelatina di mele cotogne- Salsa di mele; - fiocchi di latte.- fiocchi di latte; - gelatina.
Pranzo- zuppa con polpette e riso; - casseruola di carne; - fette biscottate di pane bianco; - composta.- purea di zuppa di pollo; - porridge di riso schiacciato; - polpette di carne; - cracker; - gelatina di mele cotogne.- brodo di pollo con riso; - porridge di grano saraceno; - pollo bollito; - composta di mele essiccate.
Spuntino pomeridiano- biscotti; - composta;- gelatina di more; - biscotto.- Mela cotta.
Cena- pesce di mare al vapore; - purè di patate; - Tè nero;- purea di porridge di grano saraceno; - polpette di pesce al vapore; - tè.- merluzzo al vapore; - porridge di semola senza latte; - tè verde.

Medicina tradizionale nel trattamento della colite

Il trattamento della colite intestinale con farmaci a casa può essere integrato dall'uso di erbe. Tale trattamento è rilevante durante il periodo di remissione, quando è necessario prevenire un'esacerbazione della malattia. È consentito l'uso di infusi, decotti, tè medicinali. Va ricordato che è impossibile curare completamente la colite con erbe medicinali. Le ricette di medicina tradizionale aiutano ad alleviare le condizioni del paziente, eliminare il dolore e l'infiammazione.

Molte erbe medicinali hanno proprietà analgesiche, antinfiammatorie e rivitalizzanti. È importante consultare il proprio medico prima di utilizzarlo nelle ricette di medicina tradizionale. Alcune piante medicinali possono avere controindicazioni.

Il trattamento con rimedi popolari prevede l'uso di tasse da erbe medicinali, tinture, prodotti delle api, clisteri con soluzioni medicinali.

NomeattoIngredienti e metodo di preparazioneCome applicare
Clistere con soluzione medicinaleAllevia l'infiammazione, guarisce le ulcere.1 cucchiaio i fiori di camomilla vengono versati con un bicchiere di acqua bollente. Insisti 40 minuti.Stanno filtrando. Usa caldo.
Tintura di propoliGuarisce, allevia l'infiammazione, normalizza la funzione intestinale.Sciogliere 100 g di propoli in 1 litro di alcool. Lasciare in infusione per 4 giorni (agitare ogni giorno).Diluire 25 gocce di tintura in 0,5 cucchiai di acqua. Bere 30 minuti prima dei pasti. Prendi 30 giorni. Ripeti il ​​corso tra 15 giorni.
Infuso di foglie di lamponeElimina il disagio e il dolore intestinale.Foglie di lampone 3 cucchiai versare 0,5 litri di acqua calda e far bollire per 15 minuti a fuoco basso. Insistere 1 ora.½ bicchiere 1 volta al giorno. Bevi a qualsiasi ora del giorno.
Infuso di erbePromuove la guarigione della mucosa nella colite ulcerosa.1 cucchiaino ciascuno. erbe Erba di San Giovanni e camomilla versare 250 ml di acqua bollente. Lasciare per 1 ora. Aggiungi il miele a piacere prima dell'uso.0,5 cucchiai. 2 volte al giorno.
Infuso di erbeAlleviare i sintomi, ridurre l'infiammazione.Mescolare in 2 cucchiai. menta, cumino, finocchio, radice di valeriana. 2 cucchiai versare la miscela con 0,5 litri di acqua bollente. Insistere per 30 minuti.1 bicchiere 2 volte al giorno.

La combinazione di trattamento dell'intestino con medicine e rimedi popolari per un decorso semplice della malattia può facilitare il decorso della malattia e accelerare il recupero.

Colite dell'intestino - sintomi e trattamento

La colite è una malattia acuta o cronica del rivestimento del colon.

Esistono diversi tipi di colite:

  • Infettivo - si verifica a seguito di una violazione della microflora intestinale - è il tipo più comune di colite;
  • Sintomi acuti - pronunciati, oltre alla sconfitta del colon, si sviluppano infiammazioni dell'intestino tenue (enterocolite) e dello stomaco (gastrite);
  • Cronico: si verifica a seguito di colite acuta non trattata con esacerbazioni e remissioni periodiche.
  • Ischemico: appare quando c'è scarsa afflusso di sangue all'intestino;
  • Ulcerativo - infiammazione delle pareti dell'intestino crasso, con formazione di piccole ulcere - si verifica nello 0,08% delle persone.

Le ragioni

Con la colite, il normale funzionamento del colon è disturbato da agenti patogeni (salmonella, stafilococco, streptococco, ecc.). Questi microrganismi causano: ristagno del contenuto intestinale; provocare la comparsa di focolai di infezione nella cistifellea, nel pancreas e in altri organi anatomicamente correlati all'intestino.

La colite può essere causata dai seguenti motivi:

  • Consumo sistematico di cibi indigeribili, piccanti, alcolici.
  • Costipazione cronica che porta ad un accumulo di residui fecali pesanti che non sono completamente eliminati. Per costipazione, i lassativi possono solo peggiorare l'irritazione del colon..
  • Inoltre, la colite può essere causata da una reazione allergica a determinati alimenti, dall'uso di antibiotici, da disturbi neuro-emotivi o dallo stress..

Sintomi

Sintomi della colite acuta:

  • dolore nell'addome inferiore (intorno all'ombelico),
  • gonfiore,
  • diarrea,
  • una miscela di muco (a volte sangue) nelle feci,
  • aumento della temperatura.

Sintomi di colite cronica:

  • malessere generale,
  • scarso appetito,
  • nausea,
  • crampi al dolore addominale con forte bisogno di defecare,
  • diarrea alternata a costipazione.

Trattamento della colite

Il trattamento della colite dovrebbe iniziare identificando la causa della malattia..

Le principali cause della malattia:

  • infezione intestinale (parassiti);
  • malattie infettive degli organi pelvici;
  • dieta impropria (una grande quantità di carboidrati, mancanza di vitamine);
  • altre malattie dell'apparato digerente (gastrite, enterite, colecistite);
  • allergia (droga, cibo, batteri);
  • intossicazione.

L'eliminazione della causa della malattia accelererà significativamente l'ulteriore recupero..

Per indebolire la forte motilità intestinale e ridurre gli spasmi da esso causati, si consiglia di utilizzare antispastici di lieve entità (no-shpa o drotaverina).

La colite produce una maggiore quantità di muco nell'intestino, che si accumula e irrita. Per prevenire l'accumulo di muco e proteggere le pareti intestinali, si consiglia di utilizzare rivestimenti e preparati astringenti (adsorbenti). Tali agenti sono carbonato di calcio, nitrato di bismuto, tanalbin, endodesi, poliphepan.

Medicinali

La terapia della colite è sintomatica e mirata ad eliminare il processo infiammatorio. La selezione dei farmaci viene effettuata tenendo conto delle complicanze, del decorso e della diffusione della malattia.

La colite acuta da lieve a moderata viene trattata con i seguenti farmaci:

  • Aminosalicilati: preparati a base di mesalazina alla dose di 3 g / giorno. In caso di raggiungimento della remissione della malattia, il dosaggio viene gradualmente ridotto..
  • Preparati a base di sulfasalazina: da 6 grammi al giorno con una graduale riduzione del dosaggio.
  • Prednisolone per somministrazione interna da 20 a 60 mg / giorno.

La colite acuta grave viene trattata con:

  • Somministrazione endovenosa o interna di prednisolone.
  • Se il prednisolone è inefficace, vengono utilizzati farmaci a base di azatioprina o ciclosporina.
  • La febbre e i sintomi clinici della sepsi sono alleviati con farmaci antibatterici: ciprofloxacina ogni 8 ore.

Per il trattamento della colite cronica, utilizzare:

  • Uso endovenoso e interno di Prednisolone 60 mg / die.
  • Azatioprina per via endovenosa.
  • La terapia trasfusionale viene utilizzata sullo sfondo del trattamento di base: Reopolyglucin. Nei casi più gravi della malattia, può essere necessario eseguire la procedura di plasmaferesi o emosorbimento.

La terapia di supporto viene eseguita con l'uso di aminosalicilati, sulfasalazina. Solo i citostatici (azatioprina) possono essere utilizzati dopo la ciclosporina..

Con lo sviluppo della resistenza ai farmaci, è necessario un intervento chirurgico.

Fisioterapia per il trattamento della colite

Durante il trattamento della colite, che è accompagnato da una violazione della funzione di evacuazione motoria dell'intestino, si raccomanda di eseguire le seguenti procedure fisioterapiche:

  • Esecuzione di elettroforesi usando farmaci come la drotaverina o la papaverina.
  • Terapia UHF.
  • Esposizione locale alla luce ultravioletta.
  • Applicazione di applicazioni di paraffina all'addome.
  • Sovrapposizione di applicazioni di fango.
  • magnetoterapia.

Si consiglia di eseguire le procedure di fisioterapia specificate al mattino in un ambiente ospedaliero.

A casa, può essere raccomandato un trattamento laser a bassa energia. Una procedura simile viene eseguita da un medico. Il trattamento laser è raccomandato per le malattie croniche. Durante il trattamento della colite spastica, si raccomanda un ciclo di trattamento di 10 giorni.

La fisioterapia è indicata dopo l'eliminazione della fase acuta della malattia. Si raccomanda di eseguire movimenti respiratori e di restauro, nonché di camminare. Si raccomandano anche il massaggio generale e l'automassaggio dell'addome per i pazienti.

Dieta e nutrizione per la colite

acuto

Se hai la colite acuta, si consiglia il digiuno completo per 1-2 giorni, quindi passare gradualmente a una dieta composta da verdure leggermente lavorate o al vapore, riso, farina d'avena, nonché frutta matura, formaggio, carne bollita. Aggiungere gradualmente il pane (ma senza crusca) alla dieta, verdure crude senza bucce.

Il dolore può aumentare con l'assunzione di fibre vegetali grossolane (cavoli, mele con bucce, pane nero), latte intero, panna acida, cibi grassi, vini secchi e champagne.

Evita i cibi con spezie, condimenti, spezie.

La dieta dovrebbe contenere una normale quantità di proteine; i grassi animali dovrebbero essere limitati.

La dieta prevede di risparmiare l'intestino, aumentare le capacità rigenerative della sua mucosa, eliminare la fermentazione e i processi putrefattivi, nonché i disturbi metabolici.

Colite cronica

La malattia cronica dell'intestino crasso (colite) richiede la nomina di una dieta terapeutica speciale, che mira a ripristinare la funzione motoria dell'intestino crasso, aumentare l'attività dei sistemi enzimatici, in particolare con un'attività insufficiente di lattasi, e ridurre i sintomi della dispepsia intestinale (fermentativa o putrefattiva). La nutrizione terapeutica tiene conto della fase della malattia: il corpo malato è in remissione o esacerbazione, la reazione del corpo agli allergeni alimentari.

Nel periodo acuto, quando la disfunzione dell'intestino crasso è accompagnata da grave diarrea e la mucosa intestinale è irritata, viene prescritta una dieta parsimoniosa che riduce il livello di motilità dell'intestino crasso. Nei primi giorni della malattia, viene mostrato un tè caldo forte senza zucchero, poiché migliora i processi di fermentazione, gelatina, prodotti lattiero-caseari fermentati - yogurt, kefir, ricotta. Dal cibo ipercalorico - le fette biscottate sono bianche. Se la diarrea non si ferma, viene mostrata la nomina delle tabelle di trattamento n. 4 be n. 4 c.

Secondo i moderni gastroenterologi, si ritiene che una significativa restrizione dei carboidrati nella dispepsia fermentativa o il rifiuto dei prodotti proteici nella dispepsia putrida non sia giustificata. La gravità dei processi putrefattivi o fermentativi nell'intestino crasso diminuisce se si aderisce alla nutrizione medica secondo le diete n. 4, n. 4 b, n. 4 c. L'unica limitazione dei carboidrati è possibile con grave flatulenza. Se l'attività dell'enzima lattasi è ridotta nell'intestino, tutti i prodotti lattiero-caseari sono esclusi dalla dieta..

Durante il periodo di miglioramento delle condizioni del paziente con colite cronica, può svilupparsi costipazione e quindi al paziente vengono prescritti alimenti ricchi di fibre vegetali. Accelerano il movimento dei contenuti lungo l'intestino e alleviano la costipazione. Può essere zucca, prugne, carote, barbabietole, succhi di frutta freschi, pane integrale con crusca.

Un buon effetto detergente per la costipazione è dato dall'infusione di crusca di frumento o di segale. Per prepararlo, versa un cucchiaio di crusca con acqua bollente e lascia fermentare per mezz'ora. L'acqua viene drenata e la crusca al vapore viene consumata insieme a zuppe, contorni e cereali. La pappa risultante può essere consumata direttamente senza additivi, lavando giù ogni assunzione di crusca con acqua. Si consumano da uno a otto cucchiai di crusca al vapore, se non si sviluppano dolore e diarrea.

Un significativo miglioramento delle condizioni del paziente nella fase di remissione stabile consente di collegare una tabella comune. Allo stesso tempo, dovresti evitare cibi piccanti e salati, carni grasse, carni affumicate, muffin e bevande alcoliche. Se durante il passaggio al tavolo comune si è verificata un'esacerbazione della colite e le condizioni del paziente sono peggiorate, allora ritornano al tavolo n. 4.

Colite

Informazione Generale

La colite è una malattia in cui la mucosa del colon è infiammatoria. L'infiammazione può verificarsi sia in forma acuta che cronica. È provocato da un'infiammazione intestinale cronica e da infezioni causate da virus e batteri. I sintomi della colite a volte complicano l'infiammazione dello stomaco o dell'intestino tenue. In alcuni casi, questa malattia viene scambiata per la sindrome dell'intestino irritabile a causa della somiglianza dei sintomi. Ma con lo sviluppo della sindrome dell'intestino irritabile, non vi è alcuna connessione con il colon..

Cause di colite

La causa più comune di colite è l'uso costante di alimenti difficili da digerire, bevande alcoliche e cibi piccanti. Inoltre, la costipazione cronica porta alla comparsa di colite, a seguito della quale si accumulano residui fecali in una persona. A volte la colite si sviluppa a seguito di una violazione delle regole sanitarie, come un'allergia a un determinato alimento. La colite dell'intestino diventa spesso una reazione allo stress emotivo, alle infezioni intestinali, al loro trattamento improprio.

Colite acuta

La colite acuta si manifesta spesso in combinazione con enterocolite acuta - infiammazione della mucosa dell'intestino tenue. A volte al paziente viene anche diagnosticata una gastroenterocolite - infiammazione dello stomaco.

Gli agenti causali della colite acuta sono la salmonella, la shigella, in casi più rari, altri batteri e virus ne provocano la comparsa. Inoltre, la colite acuta può svilupparsi a seguito di intossicazione alimentare di natura non batterica, errori grossolani costanti nella nutrizione quotidiana.

In misura minore, l'insorgenza di colite acuta è influenzata da infezioni generali, sostanze tossiche e reazioni allergiche. L'infiammazione nel colon si manifesta a seguito dell'esposizione locale a fattori che danneggiano la mucosa intestinale. Queste sostanze si trovano nelle masse che sono contenute nell'intestino o possono entrare lì per via ematogena e influenzano lo stato dell'intestino dopo l'escrezione da parte della mucosa.

Colite cronica

La colite cronica è giustamente considerata uno dei disturbi più comuni del sistema digestivo. Spesso questa malattia può essere combinata con l'infiammazione dell'intestino tenue e dello stomaco..

La colite cronica di origine infettiva è causata da agenti patogeni delle infezioni intestinali, principalmente Shigella e Salmonella. Altri micobatteri, oltre alla flora intestinale opportunistica e saprofitica, possono anche provocare lo sviluppo della malattia. L'infiammazione intestinale può anche essere sostenuta dagli elminti. Molto spesso, alle persone viene diagnosticata una colite cronica, che è di origine non infettiva..

Quindi, la colite alimentare dell'intestino si manifesta a causa della malnutrizione grave e della scarsa nutrizione. La colite concomitante si presenta come accompagnamento di gastrite, pancreatite, enterite cronica. Questa forma della malattia è la conseguenza della costante irritazione della mucosa del colon, provocata da prodotti di digestione incompleta del cibo. Inoltre, la colite concomitante può verificarsi a seguito di disbiosi. La colite tossica è una conseguenza dell'esposizione all'intossicazione chimica. La colite medicinale si verifica a causa dell'uso prolungato e incontrollato di alcuni farmaci - antibiotici, lassativi e altri farmaci.

La colite ischemica è una lesione segmentaria dell'intestino crasso che si verifica a causa di una violazione dell'apporto di sangue all'organo. La colite allergica si verifica spesso nelle persone che soffrono di allergie alimentari, così come in coloro che non possono tollerare determinati prodotti chimici e farmaci, hanno un'alta sensibilità del corpo alla flora batterica dell'intestino.

La colite cronica può essere diagnosticata attraverso una serie di test. Per questo, vengono eseguiti un'irrigoscopia, un esame endoscopico, test di laboratorio..

La colite cronica si presenta in forma progressiva, di norma la prognosi è scarsa. Come complicanze della malattia, necrosi dell'area intestinale e successiva peritonite, si verificano spesso sanguinamenti intestinali.

Colite ulcerosa

La colite ulcerosa è una malattia cronica e spesso recidivante. Molto spesso si manifesta nei giovani, dai 20 ai 40 anni, c'è anche un aumento dei casi di malattia nei pazienti di età superiore ai 55 anni. Con la colite ulcerosa, si osservano una serie di sintomi caratteristici: diarrea, costipazione, dolore all'addome, sanguinamento intestinale. Inoltre, sono presenti febbre e nausea, il peso del paziente diminuisce gradualmente, la persona avverte grave debolezza e affaticamento. I sintomi peggiorano se aumentano la gravità e l'estensione dei cambiamenti infiammatori.

Con grave sconfitta totale del colon, il paziente ha una diarrea abbondante, in cui è presente una quantità significativa di sangue nelle feci. Spesso il sangue fuoriesce in grumi relativamente grandi, prima che compaiano svuotamenti, dolori crampi all'addome. Una persona sviluppa anemia, segni pronunciati di intossicazione. In questo caso, la malattia è irta di complicazioni che rappresentano un pericolo per la vita del paziente. Questa è una perforazione del colon, un megacolon tossico e un sanguinamento grave nell'intestino. Il decorso più sfavorevole della malattia si osserva in pazienti con forma fulminante di colite ulcerosa..

Nel processo di prescrizione di un ciclo di trattamento per la colite ulcerosa, il medico è guidato da una serie di fattori individuali: la localizzazione della patologia, la sua lunghezza, la presenza di complicanze. Prima di tutto, con l'aiuto del trattamento conservativo, viene prevenuto l'attacco della malattia, vengono prevenuti i suoi progressi e le sue ricadute. La colite ulcerosa di natura distale (proctite, proctosigmoidite) è facile, quindi questi disturbi possono essere trattati a casa. Tali malattie sono considerate le forme più comuni di colite cronica. Si presentano principalmente a causa di dissenteria batterica, costipazione cronica, costante irritazione della mucosa rettale dovuta all'uso frequente di supposte, clisteri. Con tali malattie, il dolore si verifica nella regione iliaca a sinistra, così come nell'ano, appare la flatulenza.

Con la colite ulcerosa, si consiglia di mangiare cibi ad alto contenuto calorico, principalmente proteine, nonché cibi contenenti vitamine. Allo stesso tempo, la quantità di grassi animali è limitata e la fibra grossolana di origine vegetale è del tutto esclusa..

Sintomi di colite

Sintomi di colite acuta

Con la colite acuta, una persona, prima di tutto, sente un aumento del dolore, che è tirante o di natura spastica. Oltre al dolore, in questo caso compaiono altri sintomi di colite: il paziente ha un forte brontolio nello stomaco, perde l'appetito, soffre di diarrea persistente, si lamenta di uno stato di malessere generale. Le feci molli con muco, a volte sangue, vengono costantemente escrete. Se la malattia è grave, le feci possono essere acquose e la sua frequenza può arrivare fino a venti volte al giorno. Inoltre, spesso si verifica un doloroso tenesmo, cioè un falso impulso a defecare. La temperatura corporea sale a 38 gradi, a volte aumenta più in alto.

I sintomi della colite, che si verificano in una forma particolarmente grave, completano i segni di intossicazione generale, lingua secca, ricoperta da un rivestimento grigiastro. C'è gonfiore, ma se la diarrea è grave, l'addome può essere attratto. Durante la palpazione, il colon è doloroso e si sente un rombo nelle sue varie parti. Nel processo di ricerca con il metodo della sigmoidoscopia, il medico determina l'iperemia del paziente e l'edema della mucosa nelle parti distali del colon. Il muco, a volte pus, è presente sulle pareti intestinali. È anche possibile la presenza di erosione, emorragia, ulcerazione.

Se la colite acuta è lieve, il miglioramento può verificarsi da solo. Nelle forme gravi della malattia, ha un decorso prolungato. A causa della colite acuta, una persona può successivamente sviluppare una serie di complicazioni: pielite, ascessi epatici, sepsi, peritonite.

Sintomi di colite cronica

Nella colite cronica, il colon nel suo insieme (pancolite) è il più delle volte interessato. I sintomi della colite in questo caso si manifestano con una violazione delle feci (possono verificarsi sia diarrea cronica che costipazione). Inoltre, i pazienti soffrono di dolori addominali, tenesmo doloroso, flatulenza. La colite cronica, in particolare la colite destra, di solito presenta una grave diarrea. Le feci possono verificarsi fino a quindici volte al giorno, mentre una persona sente che l'intestino non è completamente svuotato. Se il processo viene esacerbato, il paziente avverte un falso bisogno di defecare. Sfugge periodicamente a gas, grumi di feci con muco, a volte con sangue. Se una persona ha la colite spastica, le feci sembrano frammentate. Un sintomo simile appare se il colon distale è coinvolto nel processo infiammatorio. Con la colite spastica, i movimenti intestinali si verificano indefinitamente. Inoltre, i pazienti con colite spastica hanno mal di testa, insonnia e affaticamento..

Nella colite cronica, nel processo di esame a raggi X nell'intestino crasso, si osserva un ritardo nella massa di contrasto. La malattia dura a lungo, a volte per molti anni.

Il dolore nella colite cronica è di solito doloroso, sordo. Si presentano nell'addome inferiore e nelle sue parti laterali. A volte l'applicazione del calore può aiutare a ridurre il dolore. Gli attacchi dolorosi sono spesso accompagnati dall'impulso di defecare e gas. Se l'infiammazione si diffonde alla membrana sierosa dell'intestino crasso, il dolore costante può aumentare quando cammina e quando una persona prende una posizione sdraiata, diminuisce. Le sensazioni dolorose di un carattere piagnucoloso che si diffondono in tutto l'addome, a volte compaiono indipendentemente dalla nutrizione, dai movimenti intestinali. Nei pazienti con colite, c'è anche una flatulenza costante, che si verifica a causa di problemi con la digestione del cibo nell'intestino tenue, nonché a causa della disbiosi. Inoltre, i sintomi della colite cronica sono spesso nausea, anoressia, eruttazione, amarezza in bocca e brontolio costante nell'addome. Di conseguenza, una persona ha debolezza, ridotta capacità di lavorare, comparsa di poliipovitaminosi e anemia..

Diagnosi di colite

Per determinare la diagnosi, è necessaria una palpazione superficiale e profonda dell'addome, durante la quale si trovano aree dolorose sulla parete addominale, aree colpite del colon e altri segni della malattia.

Sono anche in corso ricerche corpologiche. Di norma, le feci sono offensive, c'è molto muco, leucociti, fibre non digerite. Nella colite ulcerosa, i globuli rossi sono presenti anche nelle feci..

Inoltre, per i pazienti con sospetta colite cronica sono prescritti irrigoscopia, sigmoidoscopia, sigmoidoscopia, colonscopia. Nel corso di questi studi, è possibile rilevare un processo infiammatorio della mucosa del colon, a volte lesioni purulente, necrotiche-ulcerative.

Nella colite acuta, i test di laboratorio rivelano moderata leucocitosi, condizioni subfebriliche, aumento della VES.

Nel processo di diagnosi, è importante identificare la colite di origine infettiva o parassitaria. È importante differenziare la colite cronica da pancreatite, enterite cronica, gastrite anacida. È importante tenere conto del fatto che queste malattie sono spesso associate a colite cronica. Inoltre, un tumore del colon può "mascherarsi" come colite cronica. Se il medico sospetta questa malattia, al paziente deve essere prescritta un'irroscoposcopia e, in alcuni casi, l'endoscopia con biopsia.

Trattamento della colite

La terapia farmacologica per la colite è prescritta a seconda del tipo di disturbo intestinale che il paziente ha. Quindi, se una persona ha la colite spastica, quindi il trattamento della colite dovrebbe essere effettuato al fine di ridurre l'attività peristaltica. Durante un'esacerbazione della colite, si consiglia di assumere antisettici intestinali. Per indebolire la peristalsi, dovresti assumere lievi antispasmodici.

Sotto la costante supervisione di un medico durante il trattamento in ospedale, è possibile assumere bloccanti adrenergici e farmaci colinergici. Al fine di eliminare l'eccessiva produzione di muco nell'intestino, vengono utilizzati preparati astringenti e di rivestimento, che, inoltre, proteggono l'intestino dagli effetti negativi del muco. Con una concomitante diminuzione dell'acidità del succo gastrico, ai pazienti viene prescritto acido cloridrico o acidina-pepsina durante i pasti.

Nel processo di trattamento della colite, è importante assumere un multivitaminico. Nel caso della colite spastica, il trattamento include lassativi. Inoltre, nel trattamento della colite, viene utilizzato l'uso di clisteri detergenti e medicinali..

Se si verifica una concomitante esacerbazione della gastrite cronica, vengono anche prescritti antibiotici per trattare la colite..

Nel trattamento della colite, è molto importante attenersi a una dieta in cui panini, pesci grassi, carne, uova, latticini, legumi, spezie, caffè e alcool sono esclusi dalla dieta. Tuttavia, è importante che la dieta contenga tutte le sostanze di cui il corpo ha bisogno..

Il trattamento della colite acuta viene effettuato in un ospedale. Se durante l'esame è stata rilevata un'infezione, viene fornito un trattamento antibatterico o antiparassitario. Inoltre, i medici raccomandano di non mangiare affatto per uno o due giorni. Successivamente, dovresti aderire a una dieta appositamente progettata per i pazienti con colite. Inoltre, è raccomandato un corso di fisioterapia..

Come rimedi popolari per il trattamento della colite, puoi usare un'infusione di bucce di anguria, decotti e infusi di erbe di camomilla, centaury, salvia. Consigliato anche clisteri da un decotto di camomilla

Colite intestinale

La colite è un processo infiammatorio che è localizzato nella mucosa dell'intestino crasso.

Questa malattia è più comune nella pratica delle malattie infettive in combinazione con gastrite ed enterite (infiammazione dello stomaco e dell'intestino tenue). Nel profilo terapeutico e chirurgico, la colite si presenta come una malattia indipendente. La colite è comune nei bambini a causa della formazione inadeguata della barriera protettiva della mucosa del colon. Tuttavia, negli adulti, l'incidenza è significativamente più elevata. I numeri più alti sono registrati nella fascia di età 40-60 anni.

Secondo le statistiche, ogni secondo paziente con malattie del tratto gastrointestinale soffre di colite. Dato che il numero di alimenti geneticamente modificati cresce ogni anno, l'incidenza della colite è in aumento. Inoltre, un aumento dell'incidenza della colite è associato all'assunzione frequente e incontrollata di antibiotici nell'uomo, che porta allo sviluppo di disbiosi nel retto. Le persone che non osservano l'igiene personale aumentano il rischio di colite, poiché la malattia può svilupparsi quando un'infezione entra nel retto dall'ambiente.

Cos'è?

La colite è una malattia in cui si verifica un processo infiammatorio nella mucosa del colon.

L'infiammazione può verificarsi sia in forma acuta che cronica. È provocato da un'infiammazione intestinale cronica e da infezioni causate da virus e batteri. I sintomi della colite a volte complicano l'infiammazione dello stomaco o dell'intestino tenue. In alcuni casi, questa malattia viene scambiata per la sindrome dell'intestino irritabile a causa della somiglianza dei sintomi.

Ma con lo sviluppo della sindrome dell'intestino irritabile, non vi è alcuna connessione con il colon..

Classificazione

Esiste un gran numero di varietà di tale malattia, che rappresentano varie forme del suo decorso..

Come qualsiasi altro disturbo, si verifica la colite intestinale:

  • acuto: con questo decorso, i sintomi della malattia sono pronunciati. La malattia si sviluppa molto rapidamente, il che porta a un significativo deterioramento delle condizioni della persona. Tuttavia, va notato che la forma acuta risponde bene alla terapia conservativa;
  • cronico - è caratterizzato da periodi alternati di recidiva e remissione della manifestazione di sintomi caratteristici. Allo stesso tempo, la malattia progredisce piuttosto lentamente e i suoi segni sono spesso sfocati, motivo per cui è piuttosto difficile differenziare la malattia senza diagnostica strumentale. Un altro segno specifico è che il trattamento di questa forma è tanto prolungato quanto il suo corso.

A seconda della prevalenza del processo patologico, tale patologia è suddivisa in:

  • colite diffusa dell'intestino - l'infiammazione colpisce due parti di questo organo contemporaneamente. In questo contesto, esiste un'espressione intensa di sintomi che non possono essere ignorati;
  • colite segmentaria: solo una parte dell'intestino è coinvolta nel processo patologico.

Una delle principali classificazioni della malattia è la sua divisione in base al fattore eziologico:

  • colite meccanica - causata da irritazione della mucosa di natura meccanica;
  • colite allergica: si verifica sullo sfondo dell'intolleranza a un particolare prodotto;
  • tossico. A sua volta, è diviso in endogeno, causato da avvelenamento da tossine prodotte dal corpo in qualsiasi malattia ed esogeno - caratterizzato da intossicazione con sostanze chimiche;
  • medicinale: si forma a causa della non conformità con il corso del trattamento con farmaci. Questo gruppo include anche la colite membranosa, che si forma sullo sfondo di un sovradosaggio di antibiotici;
  • colite infettiva - causata da infezioni intestinali;
  • alimentare - derivante da una dieta impropria;
  • congenita;
  • colite atonica - si sviluppa sullo sfondo dei processi di invecchiamento nel corpo ed è caratteristica solo per gli anziani;
  • difterite difterite - causata da una malattia come la dissenteria, meno spesso l'avvelenamento da arsenico diventa la fonte di questa forma;
  • scienze politiche - i motivi della formazione di infiammazione nell'intestino non sono chiari.

Spesso, diversi fattori predisponenti portano allo sviluppo della malattia - in questi casi parlano di colite combinata.

A seconda dei cambiamenti che si verificano nella mucosa nel corso di tale malattia, la colite intestinale è:

  • ulcerativo: oltre all'infiammazione, si osserva ulcerazione e gonfiore dello strato mucoso di questo organo;
  • spastico - caratterizzato da una diminuzione della peristalsi;
  • catarrale: è la forma iniziale del decorso del processo infiammatorio;
  • atrofico: in base al nome porta all'atrofia dell'intero organo o parte di esso, ad esempio colite sinistra;
  • erosivo - l'erosione si verifica sul guscio, ma i cambiamenti sono insignificanti;
  • emorragico: c'è una presenza di focolai di emorragia.

Inoltre, si distingue un gruppo di colite non specifica, che include:

  • colite ulcerosa non specifica;
  • colite granulomatosa;
  • colite ischemica.

Cause dell'evento

La causa esatta dello sviluppo della colite intestinale non è stata completamente stabilita, tuttavia, i medici identificano una serie di fattori che contribuiscono all'infiammazione della mucosa dell'intestino crasso:

  1. Un effetto collaterale dell'assunzione di farmaci: alcuni farmaci, in particolare antibiotici, lassativi, antinfiammatori non steroidei, se usati in modo improprio o con una maggiore sensibilità individuale alla composizione, causano un aumento della motilità intestinale, diarrea persistente o sindrome dell'intestino irritabile, contro la quale si sviluppa la colite.
  2. Intossicazione alimentare - quando si mangiano alimenti di scarsa qualità, non freschi o inizialmente infetti, i batteri in essi contenuti iniziano a moltiplicarsi attivamente nell'intestino crasso, rilasciando una grande quantità di tossine. Le sostanze tossiche irritano le pareti dell'intestino crasso, provocando lo sviluppo del processo infiammatorio e la comparsa di sintomi caratteristici.
  3. Nutrizione sbilanciata inadeguata - quando una persona abusa di pasti monotoni irregolari fritti, grassi, affumicati, speziati, irregolari, il tratto digestivo nel suo insieme viene interrotto, il che porta allo sviluppo graduale di costipazione, disbiosi e colite.
  4. Malattie croniche del tratto gastrointestinale - processi infiammatori dello stomaco, della cistifellea, del duodeno, del pancreas portano alla rottura del processo di digestione, allo sviluppo della diarrea, a uno squilibrio dei batteri benefici e patogeni nell'intestino e, di conseguenza, all'infiammazione della mucosa dell'intestino crasso.
  5. Avvelenamento tossico - sono di natura esogena ed endogena. Con avvelenamento esogeno del corpo e danni all'intestino crasso si verificano sotto l'influenza di arsenico, sali di mercurio, con endogeni - con sali di urato sullo sfondo della progressione della gotta.
  6. Fattore meccanico: la colite si sviluppa spesso nelle persone che abusano di clisteri, supposte rettali.

Sintomi di colite

La colite dell'intestino negli adulti presenta molti sintomi molto caratteristici:

  • Disagio e dolore nell'addome inferiore. Questo tipo di manifestazione è accompagnata da colite intestinale nel 90% dei casi. L'esacerbazione del dolore si nota dopo procedure terapeutiche, alimentazione ed esposizione a fattori meccanici (tremore durante il trasporto, la corsa, la deambulazione, ecc.).
  • Costipazione o diarrea, a volte alternata;
  • Molti pazienti avvertono anche flatulenza, pesantezza all'addome, gonfiore.
  • Tenesmo è un falso impulso a defecare, accompagnando il dolore. In questo caso, la sedia potrebbe essere assente..
  • Rilevazione di feci di liquido, muco, strisce di sangue, nei casi più gravi - pus.
  • Debolezza del corpo associata a un assorbimento alterato di varie sostanze o all'attività di microrganismi patogeni.

I sintomi della malattia si intensificano durante le esacerbazioni e praticamente scompaiono durante la remissione.

I sentimenti dolorosi con la colite sono doloranti o opachi. Di tanto in tanto, il paziente si lamenta di scoppiare il dolore. In alcuni pazienti, il dolore può essere sordo, costante e "diffuso" in tutto l'addome. Quindi si intensifica, diventa crampi ed è localizzato nella cavità addominale inferiore: a sinistra o sopra il pube. L'attacco può essere accompagnato dalla comparsa di un bisogno di defecare o gas.

L'infiammazione della mucosa del colon può colpire entrambe le singole parti dell'intestino crasso e diffondersi in tutte le sue parti. L'estensione della lesione può variare dall'infiammazione lieve, che causa piccoli crampi al dolore e ribollimento addominale, a pronunciati cambiamenti ulcerativi. La colite può essere complicata dall'infiammazione dell'intestino tenue o dello stomaco.

Segni di colite acuta

Con un decorso acuto della malattia negli adulti, si notano i seguenti sintomi:

  • dolore eccessivo nell'addome inferiore, a volte il dolore può essere localizzato nella zona epigastrica;
  • si possono osservare flatulenza e formazione attiva di gas;
  • al momento della pulizia dell'intestino, il paziente può avere un notevole disagio e l'impulso di andare in bagno stesso può essere molto doloroso;
  • tracce di sangue possono essere viste nelle feci;
  • spesso il paziente ha la diarrea;
  • le condizioni generali del paziente sono caratterizzate da un aumento della fatica, il peso corporeo può iniziare a diminuire;
  • in alcuni casi c'è una mancanza di appetito, dopo che appare la nausea.

Sintomi di colite cronica

Le manifestazioni della forma cronica della malattia includono:

  • flatulenza;
  • costipazione spastica;
  • falso impulso a defecare, accompagnato da flatulenza;
  • lieve dolore durante lo sforzo fisico, di regola, sono causati da colite ischemica;
  • dolore acuto e crampo, che copre tutto il basso ventre, irradiandosi in alcuni casi all'ipocondrio sinistro;
  • mal di testa e nausea.

Consulta il medico se soffri di diarrea con sangue o muco o se soffri di dolori addominali, specialmente se associato a febbre alta.

Sintomi della colite intestinale nelle donne

Nel corso delle osservazioni cliniche, si è concluso che la colite si sviluppa nelle donne più spesso che nei bambini o negli uomini..

Molto spesso, la causa della colite nelle donne è l'uso di clisteri detergenti per rimuovere le tossine e ridurre il peso. Inoltre, la maggior parte dei prodotti per la perdita di peso che sono così popolari tra le donne influenzano negativamente il lavoro dell'intestino e le sue condizioni e possono persino causare colite..

Le donne possono manifestare i seguenti sintomi di colite:

  • violazione delle condizioni generali (debolezza, diminuzione dell'appetito, riduzione delle prestazioni, ecc.);
  • dolore addominale;
  • pesantezza nell'addome;
  • gonfiore;
  • diarrea;
  • tenesmo;
  • aumento della temperatura e altro.

La gravità dei suddetti sintomi dipende dalla causa, dal decorso e dalla posizione della colite..

Sintomi di colite negli uomini

Il sesso maschile è meno soggetto alla colite rispetto alla femmina. L'infiammazione del colon è più comune tra gli uomini di mezza età.

La malattia nel sesso più forte si manifesta con gli stessi sintomi delle donne, vale a dire:

  • aumento della produzione di gas nell'intestino;
  • dolore addominale di diversa natura;
  • nausea;
  • a volte vomito;
  • instabilità delle feci;
  • la comparsa di sangue, pus o muco nelle feci;
  • dolorosa falsa tentazione di svuotare le viscere e gli altri.

L'intensità delle manifestazioni cliniche della colite dipende direttamente dall'eziologia, dal decorso, dal tipo di colite, nonché dalle caratteristiche individuali del paziente.

Sintomi della colite ulcerosa

Ogni malattia in ciascun caso clinico procede in modo diverso, tutti i segni sono molto individuali e dipendono dal grado di danno intestinale, dall'età della persona, dalle malattie concomitanti. Con la colite ulcerosa dell'intestino, i sintomi possono anche essere luminosi o lievi..

In alcuni pazienti, la colite non si manifesta per molto tempo, solo a volte un'esacerbazione può manifestarsi con sangue latente o sangue evidente nelle feci, mentre una persona può associare un sintomo simile a una manifestazione di emorroidi e ritardi con la visita di un medico e l'esecuzione di un esame approfondito.

In altre situazioni con colite ulcerosa, il paziente viene urgentemente ricoverato in ospedale con sintomi di incontinenza fecale, diarrea con sangue, febbre, debolezza generale, dolore e tachicardia:

  • Incontinenza fecale, specialmente frequente bisogno di defecare, lieve diarrea nel 60% dei pazienti, fino a 20 volte al giorno
  • Muco, pus, sangue nelle feci. Il sangue può variare da insignificante, trovato solo sulla carta igienica, a feci sanguinanti
  • Il 20% ha costipazione, indicando infiammazione del sigmoide o del retto
  • Anche il falso impulso a defecare è caratteristico, mentre spesso si verifica solo la secrezione di muco, pus e sangue
  • Gonfiore, segni di intossicazione generale, se l'infiammazione è grave o un'ampia area di danno, quindi tachicardia, disidratazione, febbre alta, vomito, perdita di appetito.
  • Ogni 10 pazienti possono sviluppare sintomi non correlati al tratto gastrointestinale: formazione di trombi, disturbi visivi, lesioni articolari, reazioni cutanee sotto forma di eruzione cutanea o su mucose, disfunzione del fegato e della cistifellea. Queste manifestazioni possono precedere le manifestazioni della colite intestinale e non possono essere associate a danni intestinali.

complicazioni

Le complicazioni, di regola, si verificano se non è stato eseguito alcun trattamento e la malattia è stata lasciata andare da sola o è stata eseguita in modo errato. Sono possibili le seguenti complicazioni:

  • intossicazione;
  • disidratazione;
  • lo sviluppo di anemia, perdita di sangue;
  • tumori;
  • emicrania, vertigini;
  • disbiosi;
  • blocco intestinale;
  • perforazione della parete intestinale, che può portare a peritonite.

Le complicazioni elencate sono facili da evitare se si reagisce a sintomi spiacevoli in tempo, consultare un medico ed eseguire misure diagnostiche. Dopo che il medico ha determinato la causa esatta della formazione di colite, verrà prescritto un trattamento competente, che darà risultati appropriati. È molto importante attenersi a una dieta in modo che il risultato della terapia terapeutica sia il più efficace possibile. Con il giusto approccio, le previsioni sono per lo più favorevoli.

Diagnostica

La colite viene rilevata mediante studi di laboratorio e strumentali. La colite viene diagnosticata utilizzando i seguenti test:

  • Esame del sangue clinico generale. Lo studio mostrerà un aumento dei livelli di VES ed eritrociti, che indica un'infiammazione attiva nel corpo..
  • Coprogramma - uno studio delle feci. Nel materiale biologico di una persona con colite, si troveranno striature di sangue, un gran numero di leucociti.
  • Ricerca batteriologica. Il test prevede la semina della microflora dalle feci del paziente per rilevare l'agente causale della malattia.
  • Reazione di polimerasi. Lo studio aiuterà a identificare la presenza di elminti o particelle virali nel contenuto intestinale.
  • Esame sierologico in caso di sospetta origine autoimmune della malattia. La tecnica ha lo scopo di rilevare gli anticorpi nel sangue del paziente contro le membrane dei globuli speciali: i neutrofili.
  • Determinazione delle proteine ​​fecali. Lo studio è stato condotto per identificare la malattia di Crohn, la cui malattia associata è la colite ulcerosa.

Tuttavia, la maggior parte dei test di laboratorio non sono specifici, quindi possono indicare altre condizioni con sintomi simili..

Per confermare la diagnosi, è necessario condurre i seguenti studi strumentali:

  • Irroscopia a contrasto. Lo studio prevede il riempimento dell'intestino crasso del paziente con un mezzo di contrasto chiaramente visibile ai raggi X. Secondo il quadro ottenuto, sarà possibile giudicare la presenza di fenomeni erosivi, stenosi, neoplasie maligne, che sono complicanze della colite.
  • Fibroilecolonoscopy. Durante lo studio, gli intestini del paziente vengono esaminati usando un endoscopio, che ha una fotocamera speciale e un dispositivo per la raccolta di materiale biologico. Durante il test, i medici saranno in grado di determinare con precisione la localizzazione del processo infiammatorio, vedere in quale fase si trova.
  • Ultrasuoni. L'esame ecografico mostra chiaramente i processi patologici che portano a un cambiamento nel lume intestinale.
  • Biopsia. Dopo lo studio, i medici ricevono un piccolo frammento della parete intestinale. Una biopsia è necessaria a causa del fatto che i sintomi della colite sono molto simili alle manifestazioni di tumori maligni. L'esame istologico del materiale ottenuto consente di differenziare questa malattia.

Come trattare la colite intestinale?

Il trattamento per la colite dipende interamente dalla determinazione di una diagnosi accurata. Le procedure terapeutiche negli adulti dipendono dallo sviluppo del processo infiammatorio e dalla presenza di malattie concomitanti degli organi digestivi. In ogni caso, è prima necessario eliminare la causa della malattia e solo dopo ripristinare le funzioni degli organi interni e rafforzare la salute. Il trattamento dipende non solo da ciò che ha causato la colite, ma anche dallo stadio della malattia..

Per trattare l'infezione, è necessario sottoporsi a terapia antibiotica. Solo dopo che il paziente è stato testato per determinare i patogeni, vengono prescritti farmaci, tenendo conto di una possibile reazione allergica a determinati componenti dei farmaci. Gli antibiotici sono di solito prescritti per mantenere e ripristinare la microflora intestinale.

Quando si tratta di avvelenamento tossico, è necessario eseguire un trattamento con farmaci che eliminano la disbiosi intestinale. Tale medicinale è in grado di estinguere l'effetto delle tossine. È importante ricordare che il trattamento deve essere completo. Oltre ai farmaci per ripristinare il lavoro del tratto gastrointestinale, è necessario utilizzare antidolorifici, farmaci antidiarroici e antinfiammatori.

La colite ulcerosa deve essere trattata tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente. Se un fattore ereditario ha influenzato lo sviluppo della malattia, è necessario eseguire una terapia sintomatica.

Trattamento farmacologico

Il trattamento medico della colite intestinale ha lo scopo di eliminare l'infiammazione e le manifestazioni comuni di infezione. Nei casi più gravi sono anche necessari sollievo dal dolore e terapia dei fluidi..

  1. Antibiotici e antimicrobici. Nominato se viene identificata un'eziologia infettiva della malattia. Sono prescritti i farmaci Enterofuril, Alfa Normix (Rifaximin), Tsifran. Il corso del trattamento è breve, 3-5 giorni rigorosamente secondo le indicazioni e sotto la supervisione del medico curante.
  2. Rimozione della sindrome del dolore. Una sindrome del dolore pronunciata viene rimossa con farmaci antispasmodici, come No-shpa, Papaverina. Nei casi più gravi, i farmaci anticolinergici vengono aggiunti agli antispastici.
  3. Elmintiasi. Se la causa della colite intestinale è l'elmintiasi (danno parassitario all'intestino), vengono prescritti farmaci antielmintici specializzati (i nomi specifici dipendono dal tipo di elminto e dal grado di danno).
  4. Eliminazione dei disturbi delle feci. La costipazione e la diarrea possono essere eliminate in diversi modi. Per fermare la diarrea, si consigliano gli astringenti (corteccia di quercia, sale nitrato di bismuto, tanalbin, argilla bianca, ecc.), Viene eseguito un clistere detergente per eliminare la costipazione.
  5. Normalizzazione della microflora. La peristalsi normale e stabile è impossibile senza microflora benefica. A causa di diarrea o costipazione, la microflora muore. Se sono state eseguite misure di pulizia, i batteri vengono lavati via, a seguito dei quali può iniziare una costipazione prolungata. Vengono prescritti speciali preparati probiotici, come Linex, enzimi (se la malattia procede sullo sfondo della loro mancanza), enterosorbenti (polisorb, carbone attivo, Polyphepan, Enterosgel, Filtrum, ecc.).
  6. Trattamento delle complicanze associate. Con la colite intestinale, si formano spesso proctite o proctosigmoidite. Per eliminare queste conseguenze della colite, viene eseguita una terapia locale specifica utilizzando supposte (vengono iniettati farmaci a base di belladonna, anestesia per via rettale, vengono introdotti gli astringenti), nonché clisteri (fitoterapici con calendula, camomilla o tannino, preparazioni protorgoliche).

In questo caso, la colite ulcerosa dell'intestino è più difficile da trattare. È necessaria una terapia più intensiva, il che significa più lungo e più costoso. I farmaci per il trattamento di questo tipo di patologia non sono solo costosi, ma hanno anche molti effetti collaterali, quindi sono usati rigorosamente come prescritto da uno specialista..

Sono prodotti sotto forma di supposte rettali, clisteri, in forma di compresse (Salofalk, Pentasa, Mezavant, Mesakol). In alcuni casi, ricorrono all'uso di farmaci per terapia biologica, come Humir (Adalimumab), Remicade (Infliximab). Nei casi più gravi, è accettabile l'uso di medicinali corticosteroidi (prednisolone, metilprednisolone, idrocortisone). I farmaci sono disponibili sotto forma di contagocce rettali, supposte, compresse. Se la causa della malattia è una malattia autoimmune o una reazione allergica, vengono prescritti immunosoppressori (ciclosporina, azatioprina, metotrexato). Inoltre, per la colite cronica, si raccomanda il trattamento termale..

Dieta per la colite

Il rispetto di una dieta per qualsiasi malattia gastrointestinale è parte integrante del trattamento. E la colite intestinale non fa eccezione..

La regola più importante della nutrizione medica è l'esclusione delle sostanze irritanti meccaniche, cioè delle fibre grossolane, vale a dire che non è possibile mangiare frutta a guscio, semi, verdure crude, crusca, legumi e anche escludere dalla dieta tutte le sostanze chimiche irritanti: cibi salati, piccanti, acidi, in salamoia, affumicati.

Pasti 4-5 volte al giorno, è consentito cuocere a vapore tutto, cucinare verdure, è preferibile mangiare cibi grattugiati, dovresti abbandonare completamente il latte, il cavolo in qualsiasi forma. Monitora la normale assunzione giornaliera di liquidi.

Fondi popolari

Nelle prime fasi dell'infiammazione intestinale, puoi facilmente fare a meno dei prodotti farmaceutici. Le medicine tradizionali aiuteranno a far fronte alla malattia sul nascere. Se hai motivo di stare attento a questo disturbo, scrivi alcune delle ricette di tua nonna per te:

  1. Miele con acqua. Un semplice rimedio casalingo che si è dimostrato altamente efficace contro la colite intestinale. Inizia a bere sistematicamente miele e acqua mezz'ora prima di un pasto e in pochi giorni l'infiammazione scomparirà. Dopo alcuni giorni, i sintomi della malattia scompariranno completamente..
  2. Microclysters. Usando una piccola siringa o una semplice siringa medica, iniettare 55-65 ml di olivello spinoso o olio di rosa canina attraverso l'ano. Assicurarsi che il medicinale non fuoriesca. Sdraiati sul lato sinistro e cerca di dormire fino al mattino. Durante la notte, l'esacerbazione della colite intestinale si attenuerà notevolmente.
  3. Mumijo. Metti 1 grammo di questo prodotto in un piccolo contenitore di metallo (ad esempio una caffettiera) e aggiungi 250 ml di acqua. Bere 40-45 ml della soluzione risultante una volta al giorno. Per aumentare l'efficacia del trattamento della colite intestinale, utilizzare supposte rettali con mumiyo. La dose massima giornaliera di questo agente è di 0,2 grammi. Ricorda questo per non danneggiare l'intestino..
  4. Propoli. Le proprietà antibatteriche di questo rimedio lasciano indietro molti farmaci per la colite. Se non sai come trattare l'intestino e non sei nemmeno completamente sicuro che sia necessario, inizia a prendere la tintura di propoli al 20% sulla vodka ogni giorno, 80-90 gocce al giorno. Tale prevenzione normalizza lo stato del tratto gastrointestinale e non danneggia..
  5. Infusi di erbe. Un decotto di iperico aiuterà a curare la colite intestinale nel giro di pochi giorni. Mescola 10 grammi di foglie secche e 50 ml di vodka, dividi il totale in tre porzioni uguali e bevi durante il giorno. Esegui i passaggi descritti ogni giorno e dopo 2 settimane, l'infiammazione dell'intestino si ritirerà.

Prevenzione

Il complesso di misure preventive per prevenire la comparsa di una tale malattia comprende le seguenti regole:

  • rifiuto completo di cattive abitudini;
  • aderenza alle raccomandazioni dietetiche;
  • trattamento tempestivo di costipazione e quei disturbi che possono portare alla colite intestinale;
  • limitazione dallo stress emotivo e fisico;
  • prendendo i farmaci solo come prescritto dal medico curante e con stretta aderenza al dosaggio. Ciò contribuirà principalmente ad evitare la comparsa di colite membranosa;
  • rispetto delle norme di sicurezza quando si lavora con sostanze tossiche e veleni;
  • visita medica regolare.

La prognosi della colite intestinale con diagnosi precoce e terapia complessa è favorevole, il che implica un recupero completo o il raggiungimento di una remissione stabile.

previsione

La forma semplice della malattia ha una buona prognosi: nella maggior parte dei casi la malattia è facilmente curabile e scompare senza lasciare traccia. Ciò che è importante è come viene trattata la colite. L'uso di rimedi popolari senza andare dal medico può offuscare il quadro clinico e rendere difficile la diagnosi di colite grave.

La presenza di complicanze (sanguinamento, sepsi, peritonite) è un cattivo segno prognostico. Ognuno di essi può portare alla morte senza un trattamento adeguato, motivo per cui è così importante iniziare il trattamento in tempo..

Articoli Su Epatite