Diagnostichiamo l'epatite in anticipo decodificando i marker

Principale Gastrite

L'epatite è un disturbo caratterizzato da un danno al tessuto funzionale del fegato. Il virus entra nel corpo attraverso il sangue. Raggiunto l'organo parenchimale, provoca lo sviluppo di un processo acuto. Il paziente è pericoloso per gli altri anche prima dell'inizio dei sintomi clinici iniziali. Il picco di infettività cade nelle ultime tre settimane del periodo di incubazione e nei primi 14 giorni del periodo infiammatorio. Un esame del sangue per i marcatori di epatite B e C è il metodo diagnostico più affidabile. Attraverso di esso, viene determinato il fattore che ha provocato un deterioramento del benessere. L'epatite B può svilupparsi in uno dei seguenti scenari:

  • Artralgico: il paziente avverte malessere generale, dolori articolari. Le grandi articolazioni ossee non aumentano, la loro struttura non soffre e la pelle non cambia colore. Nessun aumento di temperatura osservato.
  • Allergico: c'è un'eruzione cutanea, prurito e ipertermia. Dopo l'inizio del periodo itterico nel quadro clinico, c'è un oscuramento delle urine, ingiallimento della sclera, scolorimento delle feci.
  • Dispettico: l'appetito peggiora, si verificano problemi con il sistema digestivo.
  • Astenovegetativo: debolezza in tutto il corpo, affaticamento cronico, avversione al fumo.

L'epatite B è di due tipi, tra cui colestatico e fulminante. In quest'ultimo caso, il corpo del paziente viene colpito dalla velocità della luce. Ciò è dovuto al fatto che gli anticorpi protettivi infettano non solo i virus, ma anche gli epatociti. Questo tipo non si verifica nei pazienti con deficienze immunitarie. Inoltre non può essere trovato nelle persone che usano droghe..

L'epatite C ha sei genotipi, nessuno dei quali ha un vaccino. Solo il 20% dei pazienti ha una possibilità di recupero completo. I primi sintomi si verificano più spesso 3 mesi dopo l'infezione. Il quadro clinico mostra cattiva salute, affaticamento e apatia. Questi segni sono tipici di molte malattie..

L'epatite cronica C è spesso accompagnata da manifestazioni extraepatiche. Tra questi vi sono porfiria cutanea tardiva, crioglobulinemia mista, glomerulonefrite mesangiocapillare, lichen planus. Per evitare la comparsa di gravi complicanze, il paziente deve seguire le raccomandazioni del medico..

Il trattamento non può essere effettuato senza conoscere la causa esatta del disturbo. Il principale metodo di esame diagnostico per l'epatite virale C è la determinazione degli anticorpi prodotti nel corpo dopo la penetrazione dell'agente patogeno. Nella fase iniziale, non sono specifici. Pertanto, nel primo mese dopo l'infezione, è piuttosto difficile identificare la patologia. Con la forma cancellata di epatite virale, compaiono i sintomi quando si verifica la cirrosi epatica.

Diagnosi di epatite virale

Mi imbatto spesso in un corso asintomatico di epatite virale e, dopo tutto, il successo del trattamento dipende dalla rilevazione tempestiva della malattia. Sì, i test di laboratorio spesso costano molto alla fine, ma credetemi, è più economico che cercare di fermare le complicazioni nelle fasi terminali..

Quando si contatta un medico (dopo aver raccolto i reclami, l'anamnesi), verrà richiesto di sottoporsi ad alcuni esami minimi (analisi generali e biochimiche di sangue, urina, feci + ultrasuoni degli organi addominali). Di solito, per risparmiare tempo, che può avere un significato clinico, viene prescritta contemporaneamente la determinazione dei marker per l'epatite.

Per valutare l'epatite cronica, è indispensabile che io conosca l'eziologia (tipo di agente patogeno) e l'attività del processo patologico. I marker identificati aiutano anche a stabilire la fase di sviluppo della malattia (replicazione / integrazione), che sta alla base delle indicazioni per la prescrizione di farmaci con attività antivirale..

In senso tradizionale, i principali test sierologici per l'epatite sono effettuati con i seguenti metodi:

  • microscopia elettronica immunitaria (IEM) - rilevazione di virioni nelle feci;
  • test immunoenzimatico (ELISA) - determinazione delle immunoglobuline (anticorpi, Ig) al virus;
  • reazione a catena della polimerasi (PCR) - rilevazione di RNA o DNA dell'agente patogeno (il materiale genetico effettivo);

Come comportarsi se un parente stretto ha l'epatite B B

I parenti di qualcuno con epatite B cronica sono particolarmente a rischio. Per proteggersi, è necessario tenere conto delle peculiarità della diffusione dell'infezione.

La cosa più importante è evitare il contatto con i fluidi corporei del paziente che contengono il virus: il sangue. saliva, urina, liquido vaginale, sperma

Se vengono a contatto con la pelle danneggiata o le mucose, può verificarsi un'infezione..

Misure di prevenzione dell'epatite B (B) per i familiari del paziente o del portatore

  • Vaccinarsi contro l'epatite B. La vaccinazione è il principale mezzo per prevenire l'epatite B..
  • Elimina la condivisione di oggetti su cui è possibile conservare le particelle di sangue del paziente. Questi includono oggetti che possono danneggiare la pelle: prodotti per manicure, rasoio, epilatore, spazzolino da denti, salvietta.
  • Elimina la condivisione della siringa.
  • Evita il sesso non protetto con qualcuno che è malato. Usa i preservativi.
  • Escludere il contatto con il sangue del paziente. Se necessario, cura la sua ferita, indossa guanti di gomma.

Non è possibile contrarre l'epatite B agitando le mani, abbracciando o utilizzando stoviglie. La malattia non viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria quando si parla, si tossisce o si starnutisce.

Caso clinico

Nella mia pratica, c'era un caso clinico del genere. Un paziente di 48 anni lamentava pesantezza nell'ipocondrio destro, affaticamento rapido e vomito. Il deterioramento dello stato attuale è associato all'incidente di bere eccessivo durante le vacanze.
All'esame: vene del ragno (teleangectasie) nell'addome, ingrossamento del fegato alla palpazione. Laboratorio: aumento dell'attività degli enzimi epatici (ALT, AST, ALP). Era finalizzato a determinare i marcatori dell'epatite virale, secondo i risultati di cui sono stati rilevati RNA a HCV, IgM + IgG a HCV.

Sulla base di tutti i dati, è stata fatta la diagnosi "Epatite virale cronica C, stadio di esacerbazione". È stata prescritta un'infusione di soluzioni di disintossicazione, dopo di che il paziente è stato dimesso con miglioramento. Corso raccomandato di terapia antivirale, che ha rifiutato.

Cosa devi sapere sul corso e sulle conseguenze

Con l'epatite C, la forma acuta è estremamente rara, in generale (fino al 70% dei casi) il decorso della malattia diventa immediatamente cronico. I sintomi includono:

  • maggiore debolezza e affaticamento;
  • un sentimento di pesantezza nell'ipocondrio a destra;
  • un aumento della temperatura corporea;
  • giallo della pelle e delle mucose;
  • nausea;
  • appetito ridotto.

Questo tipo di epatite virale è caratterizzata da una predominanza di forme lievi e anicteriche. In alcuni casi, le manifestazioni della malattia sono molto scarse (asintomatiche nel 50-75% dei casi).

Le conseguenze dell'epatite C sono:

  • insufficienza epatica;
  • sviluppo della cirrosi epatica con alterazioni irreversibili (in ogni quinto paziente);
  • ipertensione portale grave;
  • trasformazione cancerosa in carcinoma epatocellulare.

Le attuali opzioni terapeutiche non sempre forniscono modi per sbarazzarsi del virus. L'aggiunta di complicanze lascia sperare solo per un trapianto di fegato da donatore.

Marcatori enterali

Voglio sottolineare che i marker rilevabili svolgono un ruolo cruciale nella diagnosi, ma una valutazione completa dei dati è importante. Pertanto, dovresti essere il più franco possibile con il tuo medico..

Il gruppo di epatite virale enterale (cioè con la via fecale-orale) comprende i tipi A ("malattia di Botkin") ed E. Sono abbastanza difficili da perdere, poiché la malattia, in un caso tipico, è acuta, terminando con il recupero. Inoltre, molti dei miei pazienti non sapevano nemmeno di essere malati con loro (spesso durante l'infanzia) quando improvvisamente troviamo anticorpi nel sangue.

All'epatite A

In caso di infezione da un virus di tipo A, non insisto in tutti i casi su scrupolose diagnosi di laboratorio. E questo è abbastanza ragionevole se prendiamo in considerazione le peculiarità del suo corso. Allo stesso tempo, i marker di epatite compaiono e scompaiono in sequenza, tuttavia alcuni anticorpi rimangono nel paziente per molti anni (incluso per tutta la vita).

Questi includono i seguenti indicatori:

  • IgM anti-hav;
  • IgG anti-hav;
  • analisi delle feci nei bambini (IEM);
  • RNA HAV;

Concentrazione condizionale sufficiente di immunoglobuline che forniscono protezione contro la malattia (dopo un caso o una vaccinazione) - 22-30 UI / L.

Per l'epatite E

La conferma dell'epatite E si basa più spesso sulla storia e sull'esclusione dei marker di altri tipi di virus.

Tuttavia, potrebbero essere necessari i seguenti indicatori per indagare sulle epidemie o chiarire le caratteristiche:

  • IgM anti-hev;
  • immunoglobuline totali IgM + IgG;
  • RNA HEV;

Nella pratica pediatrica, IEM è ancora usato per trovare unità virali nelle feci, ma il test non è particolarmente informativo.

Come prepararsi allo studio

Come sottoporsi al test per l'epatite, il medico ti dirà in dettaglio. La preparazione gioca un ruolo importante nell'ottenere i risultati giusti. Un adulto e un bambino - ogni paziente deve passarlo. Il prelievo di sangue viene eseguito a stomaco vuoto. Il fatto è che dopo aver mangiato, il contenuto di alcune sostanze nel sangue cambia e, dopo averlo assimilato, si trasforma anche lo sfondo ormonale.

Ultimo pasto entro e non oltre otto ore prima del prelievo di sangue diretto. La sera prima, si consiglia di limitarsi a un pasto leggero. Il consumo di zucchero non è raccomandato poiché potrebbe influire sul risultato finale.

Le azioni preparatorie consistono nelle seguenti attività:

  1. 24 prima dell'analisi, non è necessario bere bevande alcoliche, caffè, acqua gassata.
  2. Il giorno dello studio, non è possibile sottoporsi ad altre procedure mediche: risonanza magnetica, ultrasuoni, TC.
  3. Prima di donare il sangue, devi calmarti, cercare di non essere nervoso.
  4. Escludere l'attività fisica al giorno.

Il costo dell'analisi dipende dal laboratorio scelto. Puoi ottenere risultati in breve tempo - in pochi giorni. Puoi seguirli da soli o stampare dal tuo account personale (molti laboratori forniscono ai loro clienti in forma elettronica).

Processo di campionamento del sangue


Il sangue viene prelevato da una vena. Il medico stringe il laccio emostatico sull'arto del paziente, il che limita il flusso di fluido biologico. Questo rende le vene più visibili. Il sito di puntura viene pulito con alcool, dopo di che viene eseguita una recinzione. Al termine della procedura, l'area della pelle viene nuovamente trattata con una soluzione disinfettante..

Marcatori parenterali

Una minaccia più grave è rappresentata dai virus di tipo B, C e D, trasmessi attraverso fluidi biologici (sangue, sperma, perdite vaginali + infezione dalla madre del bambino durante il parto devono essere considerati separatamente). Test serologici dettagliati sono estremamente importanti in questo caso..

Per l'epatite B e D

Il marcatore più importante dell'infezione è considerato l'antigene del virus (Ag), di cui, a proposito, ce ne sono diversi tipi. Possono essere rilevati a partire da 2 (5) settimane dal momento dell'infezione. Ma in caso di decorso acuto, è possibile la loro assenza temporanea ("finestre"). Quindi gli anticorpi (Ig) diventano l'indicatore principale..

Perché ho incluso l'epatite D in questa sezione? Tutto è estremamente semplice - è determinato solo nelle persone infette dal tipo B..

Pertanto, i seguenti marcatori di epatite virale sono importanti:

  1. Per il tipo B:
  • antigeni - HBsAg, HBeAg, HBcAg:
  • anticorpi: da IgM a HBcAg, da IgG a HBeAg, da IgG a HBsAg (anti-HBe, anti-HBc);
  • DNA - DNA HBV;
  1. Per tipo D:
  • IgM a HDV;
  • IgG a HDV;
  • HDV RNA;

È impossibile escludere il decorso "latente" dell'infezione da HBV. In questo caso, dovresti cercare il DNA mediante PCR negli epatociti (dopo la biopsia).

All'epatite C

Considero gli anticorpi anti-virus (anti-HCV) un marker di routine di infezione di tipo C. Ma spesso non vengono rilevati, quindi si consiglia di utilizzare i servizi dei laboratori con i più recenti sistemi di test ("SMARTube", 4a generazione con proteine ​​C, NS3, NS4, NS5).

Sono determinati i seguenti indicatori:

  1. IgM + IgG a HCV;
  2. IgM + IgG a HCV, HCV RNA, determinazione separata degli anticorpi verso le proteine;

Non dimenticare che il virus di tipo C è estremamente pericoloso dal passaggio dell'infiammazione alla cirrosi / cancro. A volte è necessario cercare ulteriormente le mutazioni nel suo genoma da PCP utilizzando reagenti speciali: RFLP, SSCP, LiPA.

L'analisi può essere sbagliata??

È importante ricordare che l'epatite C non viene diagnosticata sulla base di un singolo risultato positivo. In caso di rilevamento accidentale di uno qualsiasi dei marker, le analisi vengono ripetute. Un sondaggio triplo con risultati comparabili può essere considerato positivo.

I risultati possono essere inaffidabili nei seguenti casi:

  • errori di ricerca o inesattezza del metodo stesso (ad esempio, la PCR è un'analisi ipersensibile e più spesso di altri studi "pecca" con risultati falsi positivi);
  • la vaccinazione effettuata il giorno prima;
  • con malattie autoimmuni o tubercolosi, sclerosi multipla, sclerodermia;
  • neoplasie;
  • ipertermia dovuta a influenza o altra infezione.

I medici non sono sorpresi dai risultati inaffidabili della determinazione dei marcatori nelle donne in gravidanza e nei pazienti con II gruppo sanguigno.

Tabella con risultati di decodifica

Per facilitarti il ​​ricordo, ho progettato la decodifica dei marcatori nella forma della seguente tabella:

Tipo di virusTipo di indicatoredecodifica
EIgM anti-havindicatore della fase acuta dell'infiammazione, aumenta dai primi giorni, circolando nel sangue fino a 5-6 mesi
IgG anti-hav;i cosiddetti anticorpi "anamnestici" che indicano il recupero o la malattia, creano un'immunità permanente
analisi delle feci nei bambini (IEM)per valutare l'infettività
RNA HAVimportante per determinare il genotipo dell'agente patogeno (indagine epidemiologica sugli scoppi, decorso atipico, identificazione della fonte di infezione)
IgM anti-hevqui e in futuro - indicatore di fase acuta, indica l'insorgenza della malattia in forma attiva
immunoglobuline totali IgM + IgGidentificazione dei pazienti durante il periodo di recupero
RNA HEVin questo caso, è più istruttivo studiare non il sangue, ma una possibile fonte di infezione, ad esempio le acque reflue. Ci sono spesso casi in cui questo marker non viene semplicemente rilevato nei pazienti con IgM anti-hev positivi
NELHBsAg, HBeAg, HBcAgHBsAg è un marker base di infezione, che può essere determinato anche nel periodo di incubazione e fino a 5-6 mesi;

HBeAg - riflette la fase della viremia (circolazione dei patogeni nel sangue) e la replicazione (riproduzione attiva);

HBcAg (antigene core, "cor") - rilevato solo nelle cellule del fegato dopo istologia delle biopsie;

anti-HBeriflette un rallentamento della replicazione del virus, ma parla indirettamente della cronizzazione del processo
anti-HBstrovato nel caso di rimozione dell'agente infettivo dal corpo (recupero completo) e / o dopo la somministrazione del vaccino
anti-HBc (totale)aiutare a trovare un'infezione "nascosta" e / o precedente
IgM anti-HBcmarcatore di esacerbazione
D (solo se coinfettato con epatite B)IgM a HDV e HDV RNArilevato nel periodo itterico
IgG a HDVcrescere dopo 1-2 mesi dall'esordio dell'ittero, ma gradualmente scompare completamente
A PARTIRE DALIgM + IgG a HCVper diagnosi
IgM + IgG a HCV, HCV RNA, determinazione separata degli anticorpi verso le proteinenella fase acuta dell'infiammazione, monitoraggio e previsione
IgM + IgG a HCVscreening per donne in gravidanza, donatrici di sangue e persone a rischio aumentato

Se hai notato che i risultati del test hanno mostrato la presenza simultanea di tali coppie - da HBsAg + Ig G a HBsAg, da HBeAg + Ig G a HBeAg - lo studio è stato condotto in modo errato. Non possono coesistere insieme.

Che cos'è HBsAg


Questo marcatore è il principale nella diagnosi di epatite. È una forma superficiale di proteine ​​dell'involucro virale. L'analisi consente di identificare le persone infette nella fase preclinica, poiché HBsAg inizia a registrarsi nel sangue un mese e mezzo dopo l'infezione del corpo.
Con la rapida scomparsa dell'antigene, parallelamente all'insorgenza dei sintomi della malattia, si dovrebbe sospettare il suo corso fulminante. L'indicatore di recupero è l'assenza di HBsAg nel sangue del paziente. Se, a sei mesi dall'esordio della malattia, gli antigeni persistono, è consuetudine parlare della cronicità del processo infettivo e infiammatorio nel fegato..

Un antigene di superficie è un polipeptide in cui è presente il determinante α. Nella maggior parte dei casi, il sistema immunitario produce anticorpi contro di esso, poiché è caratteristico di tutti i patogeni. Oltre ad α, la composizione può includere anche i determinanti w, d o y. Garantiscono la mutazione del virus, in modo da evitare l'attacco del sistema immunitario. Tale variabilità dell'agente patogeno porta al fatto che in alcuni casi non è possibile rilevarlo utilizzando sistemi di test standard..

Date le molte varietà sierologiche di virus, il rischio di infezione da un agente patogeno con un genotipo leggermente diverso è ancora presente.

Tabella dei marcatori dell'epatite virale

Una delle caratteristiche dell'epatite virale è la loro tendenza al decorso cronico. La massa di persone che sono state ammalate di una forma asintomatica (cancellata) non guarisce e non si libera del patogeno. Inoltre, con un indebolimento della salute, i virus calmati possono aggravare il processo. Queste persone sono fonti di infezione per gli altri. Ecco perché è così importante identificare i marcatori dell'epatite il più rapidamente possibile. Grazie ai risultati dell'esame, il medico è in grado di diagnosticare e prescrivere un trattamento; risolvere il problema del necessario isolamento; stabilire persone che hanno comunicato con il paziente per l'esame di laboratorio.

Panoramica sull'epatite

Il termine "epatite" può essere descritto come collettivo. La malattia, che è di natura infettiva, è causata da virus di vario tipo che vengono trasmessi all'uomo in modi come:

  • fecale-orale (epatite virale acuta A, HEV);
  • parenterale (HBV e HCV);
  • verticale (dalla madre al suo feto - HBV e HCV);
  • transplacentare (HBV e HCV).

L'epatite B è una delle forme parenterali che provoca conseguenze negative per il fegato (cirrosi, cancro). In assenza di un trattamento tempestivo, la malattia diventa spesso cronica. Il meccanismo di trasmissione dell'infezione comporta il fatto che i fluidi biologici di una persona malata entrano nel sangue di una persona sana. Ciò può accadere durante i rapporti sessuali non protetti, quando si eseguono procedure mediche senza un adeguato regime di disinfezione, usando un ago comune con il paziente quando si iniettano farmaci.

Epatite A - il nome popolare "ittero", "malattia di Botkin" - una malattia intestinale. L'agente patogeno entra nel corpo con prodotti contaminati, attraverso oggetti domestici comuni con il paziente, infettati dalle sue secrezioni. Avendo un periodo di incubazione più breve dell'epatite parenterale (30-45 giorni contro un anno e mezzo), l'HAV offre una reale opportunità per identificare la fonte di infezione, così come i pazienti nella forma iniziale della malattia tra i contatti.

L'epatite C è una malattia causata dal virus HCV. Il percorso di trasmissione è simile all'HBV. Forma aggressiva e difficile da correggere della malattia. Secondo molti esperti, non esiste un trattamento efficace per le forme avanzate..

L'epatite E è il risultato dell'esposizione a HEV. Caratteristica: un alto livello di coinvolgimento renale nel processo. L'infezione viene trasmessa per via fecale-orale. Particolarmente pericoloso per le donne in gravidanza nell'ultimo trimestre. La probabilità di essere curati dal virus è alta, anche spontaneamente.

Tipi di esami del sangue per marcatori

Oltre alle manifestazioni cliniche caratteristiche, le malattie possono essere differenziate utilizzando marcatori di epatite virale. Tra loro:

  • virus o loro particelle;
  • anticorpi prodotti dall'organismo in risposta all'invasione di un virus.

I marcatori di anticorpi possono essere di nuova formazione (IgM) e circolare nel sangue per lungo tempo (IgG). In base al rapporto tra tali partecipanti, essi giudicano l'età del processo, distinguendo tra forme acute e croniche della malattia.

È possibile identificare i marker per l'epatite durante un esame del sangue di laboratorio, che viene effettuato con metodi:

Il saggio immunoenzimatico è una reazione di agglutinazione - la formazione di un complesso antigene-anticorpo, in cui il virus o il suo genoma possono agire da antigene e le immunoglobuline del soggetto possono agire da anticorpo. A seconda dei sistemi di test utilizzati, è possibile rilevare un antigene o anticorpi in una persona. Questo non cambia il significato del test. Per la reazione, viene assunto il siero di una persona malata.

Un esame del sangue per i marcatori dell'epatite virale può anche essere eseguito utilizzando il metodo di reazione a catena della polimerasi. È progettato per rivelare i più piccoli reperti - pezzi di catene di virus. Attraverso la replicazione artificiale, quando elaborato con composti speciali, il numero di repliconi aumenta e può essere contato. Questo metodo è altamente sensibile. Ti consente di identificare la malattia nella prima fase.

È importante saperlo! Un metodo biochimico viene utilizzato anche per la diagnostica, ma durante questo i marcatori di epatite non vengono decifrati. Rileva la patologia nel fegato secondo speciali indicatori.

I test rapidi per la diagnosi di epatite che esistono oggi hanno un'alta percentuale di risultati falsi positivi, quindi i risultati devono essere confermati da analisi più classiche..

marcatori

Decifrare i marcatori dell'epatite virale è una questione di professionisti, ma il paziente può ancora navigare i risultati dello studio. Per fare questo, devi conoscere le seguenti sfumature.

  • Epatite A. Nel corso dell'ELISA vengono determinati gli anticorpi anti-virus, il cui secondo nome, indicato nelle forme dei risultati, è Ig anti-HAV. Al tempo trascorso dalla loro formazione, sono divisi: IgM e IgG.
  • Epatite B. I marcatori dell'epatite B sono molto di più. Ciò è dovuto alle caratteristiche strutturali del virus stesso. Quindi, l'antigene situato sulla superficie cellulare si chiama HBsAg, all'interno del nucleo - HbeAg. C'è anche un antigene di mucca. Gli anticorpi rilevati in ELISA possono essere totali, IgM per ciascuna delle varianti di antigene e IgG. Esiste anche un marcatore come il DNA del virus dell'epatite B. È determinato solo in quei laboratori che dispongono di apparecchiature per la PCR e sono in grado di decifrarle..
  • Epatite C. Gli anticorpi totali nel sangue sono il risultato di un'infezione acuta o cronica. Le immunoglobuline bovine G sono di solito rilevate dall'11a settimana. Tuttavia, dopo il recupero, il loro numero inizia a diminuire. Nella fase iniziale, l'analisi rivelerà anti NS Questa è una forma acuta della malattia. Ed eccoli con i numeri 4 e 5 - caratteristica della patologia che si è sviluppata negli adulti per più di un giorno.
  • Epatite D. L'epatite D può essere diagnosticata rilevando immunoglobuline anti-HDV, nonché HDAg e HDV-RNA (conferma della replicazione virale).
  • Epatite E. Se si esegue il test in tempo, nella forma acuta è possibile trovare HEV - l'agente patogeno diretto. Gli anticorpi delle classi M e G vengono successivamente determinati dall'ELISA.

Decodifica dei risultati nella tabella

IgM anti-HAVEpatite virale acuta A nella fase iniziale della malattia
IgG anti-HAVEpatite virale acuta A dal centro della malattia
IgM anti-HEVEpatite virale acuta E nella fase iniziale della malattia
IgG anti-HEVEpatite virale acuta E da metà malattia
HBsAgLa presenza di un antigene di superficie nel corpo
HBeAgLa presenza di un antigene nucleare nel corpo
HBcAgLa presenza dell'antigene di una mucca nel corpo. Duplica praticamente HBsAg

Per la diagnosi, è molto più importante rilevare la presenza di anticorpi nel sangue. Dopo tutto, è questa decodifica che indica il fatto della malattia.

anti-HBcAnticorpi totali contro l'epatite B (antigene di mucca)
IgM, IgG con il simbolo del tipo di epatiteLa presenza di una malattia. Il rapporto tra immunoglobuline delle classi M e G - conferma della gravità del processo.

La determinazione dei marker di epatite è una domanda risolta dagli scienziati medici relativamente di recente. Il loro rilevamento nel sangue umano, il confronto con la norma, l'analisi del rapporto di vari componenti sullo sfondo degli studi clinici di laboratorio offre al medico l'opportunità di dettagliare la diagnosi e fare una prognosi appropriata. La cosa principale è che la ricerca di assistenza medica non è prolungata. Dopotutto, la malattia epatica cronica è una condizione pericolosa per la vita.

Significato dei marcatori nella diagnosi di epatite virale B

Segni della presenza di malattia

Se la vittima ha un sistema immunitario sufficientemente forte, la forma acuta della malattia termina con il recupero finale della vittima. Tuttavia, quando l'epatite virale è asintomatica, la forma acuta si trasforma in cronica, con questo sviluppo di eventi, la malattia è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • C'è un aumento del fegato.
  • Si sviluppa la sindrome del dolore.
  • La pelle e la sclera degli occhi diventano gialle.
  • Può verificarsi prurito alla pelle.
  • Appare debolezza, si sente nausea, può iniziare eruttazione.

La forma acuta è principalmente caratteristica dei gruppi di patologia A e B, ma se consideriamo l'epatite virale del gruppo C, è caratterizzata da una transizione alla cronaca. Dopo l'infezione, i sintomi caratteristici dell'epatite C compaiono da 2 a 14 settimane. Le vittime hanno un appetito in peggioramento, affaticamento cronico e insonnia, problemi di stomaco e un'eruzione cutanea. Questi sono solo i sintomi iniziali che si verificano durante i primi sette giorni, dopo i quali si sviluppa un periodo itterico, quando i movimenti intestinali si illuminano, si verifica dolore alle articolazioni. Il periodo dura da 3 a 5 settimane.

Le complicanze dell'epatite virale C, oltre alla cirrosi e al cancro, sono lo sviluppo della fibrosi epatica, la sua degenerazione grassa, l'ipertensione portale, le vene varicose, che colpiscono principalmente gli organi interni. Può comparire ascite, in cui l'addome aumenta di volume, encefalopatia epatica e sanguinamento interno, può svilupparsi un'infezione secondaria, di solito è la formazione del virus dell'epatite B.

Diagnostica del sangue

I medici distinguono 2 forme di malattia:

  • acuta - epatite B e A;
  • cronica - epatite C.

Quindi alcune immunoglobuline vengono prodotte per il componente corrispondente del virus. Per diagnosticare la malattia, i medici li usano nelle classi G e M. Se vengono rilevate IgM nel sangue, si verifica un processo acuto nel corpo del paziente. Le immunoglobuline di classe G indicano una malattia precedente. Tali anticorpi sono i criteri principali per l'epatite E e A. Con il loro aiuto, il medico può effettuare una diagnosi accurata. I principali segni della forma acuta dei medici includono:

  • presenza di antigene di superficie HbsAg;
  • proteina HBeAg;
  • immunoglobulina anti-HBc.

Per rilevare l'epatite C, viene presa in considerazione la presenza dei seguenti antigeni:

Per fare una diagnosi accurata, i medici eseguono una diagnosi completa. Per rilevare l'epatite virale B e C, vengono decifrati anticorpi, marker e antigeni. Per diagnosticare la forma acuta, vengono eseguiti i seguenti test di laboratorio:

I test per l'epatite B, C e altri vengono eseguiti in un laboratorio biochimico secondo il rinvio di un medico. Secondo l'esame iniziale, è: quali marcatori vengono utilizzati nella diagnosi. Un esame del sangue generale utilizza un set minimo. La presenza di risultati positivi minaccia di nuovi esami, il cui scopo è di chiarire la diagnosi e la gravità della malattia. L'analisi per i marker di epatite B e C è integrata da un marker associato. Per B - D e per C - G.

Tra i tipi di virus, si distingue l'autoimmune. Con questa forma compaiono problemi al fegato: gli anticorpi che dovrebbero combattere l'epatite iniziano ad attaccare le cellule del fegato. In un quarto dei casi, tale epatite è indistinguibile dal normale fino allo sviluppo della cirrosi. I marcatori ASMA e AMA possono rilevare anticorpi dell'epatite autoimmune, che possono essere utilizzati contemporaneamente.

acuta - epatite B e A; cronica - epatite C.

presenza di antigene di superficie HbsAg; proteina HBeAg; immunoglobulina anti-HBc.

Esame del sangue per marcatori; PCR.

Il fegato è un "campione" in termini di varietà di funzioni che svolge. L'epatite virale, interferendo con il normale funzionamento del fegato, stimola la violazione di quasi tutte le caratteristiche di laboratorio del normale stato del corpo.

Ci sono anche segni che sono direttamente caratteristici dell'epatite virale. Pertanto, la citolisi massiccia degli epatociti porta al rilascio di più enzimi epatici nel sangue..

In realtà, il più importante per valutare l'entità del danno epatico è determinare il livello di concentrazione di alanina aminotransferasi (AlAt) e aspartato aminotransferasi (AsAt).

Tipico nell'epatite virale è un aumento del livello di questi enzimi dieci volte e ALT prevale su ASAT. Il livello di aminotransferasi aumenta anche prima dello sviluppo dei sintomi, pertanto la determinazione del livello di ALT e AST è un metodo diagnostico molto importante per le malattie del fegato.

Dovrebbe anche essere menzionato la violazione del metabolismo della bilirubina. L'ittero è una conseguenza della deposizione di bilirubina libera nelle cellule della pelle, che, oltre allo scolorimento, può anche causare una sensazione di prurito.

Nel caso di un decorso cronico, un importante metodo diagnostico è una biopsia seguita da un'analisi istologica. Questo metodo di ricerca consente di valutare il livello e l'entità dei disturbi delle cellule del fegato.

Sintomi di epatite

Con una forte immunità, la forma acuta della malattia termina con il completo recupero del paziente. Se la malattia procede senza sintomi, la forma acuta può trasformarsi in uno stadio cronico. In questo caso, il paziente presenta i seguenti sintomi:

  • il fegato è ingrandito;
  • sindrome del dolore;
  • ittero;
  • prurito della pelle;
  • debolezza;
  • nausea;
  • eruttazione.

Il grado cronico della malattia porta alla morte graduale del fegato. Gli esperti attribuiscono la cirrosi alle complicanze. I sintomi dell'epatite C sono espressi 2-14 settimane dopo l'infezione:

  • scarso appetito;
  • debolezza;
  • sonno disturbato;
  • pesantezza allo stomaco;
  • eruzione cutanea.

Questi sintomi compaiono entro 1 settimana. Poi arriva il periodo itterico. Le feci acquisiscono una tonalità chiara. Compaiono dolori articolari. Questo periodo dura 3-5 settimane. La decodifica del risultato può mostrare la presenza di un virus inattivo o una forma cronica della malattia. Per una diagnosi accurata, viene eseguito un esame aggiuntivo:

Con l'aiuto della decodifica dell'ultimo esame, il medico determina il livello di enzimi epatici, valuta lo stadio del processo infiammatorio. ALT e AST sono enzimi epatocitari. Quando le cellule sono danneggiate, escono. Con l'aiuto della decodifica dell'analisi del sangue, vengono valutati il ​​livello di attività dell'epatite, lo stadio della malattia e il grado di danno epatico. Se necessario, utilizzare metodi non invasivi per valutare le sue condizioni.

In una biopsia epatica, uno specialista prende il tessuto d'organo con un ago (peso del materiale 0,5 g). Per questo esame, viene utilizzata l'anestesia locale. Il materiale viene esaminato al microscopio. Con l'aiuto di questa analisi, il medico riceve informazioni accurate sul grado di attività dell'epatite B..

il fegato è ingrandito; sindrome del dolore; ittero; prurito della pelle; debolezza; nausea; eruttazione.

scarso appetito; debolezza; sonno disturbato; pesantezza allo stomaco; eruzione cutanea.

Con l'aiuto della decodifica dell'ultimo esame, il medico determina il livello di enzimi epatici, valuta lo stadio del processo infiammatorio. ALT e AST sono enzimi epatocitari. Quando le cellule sono danneggiate, escono. Con l'aiuto della decodifica dell'analisi del sangue, vengono valutati il ​​livello di attività dell'epatite, lo stadio della malattia e il grado di danno epatico. Se necessario, utilizzare metodi non invasivi per valutare le sue condizioni.

Antigeni e anticorpi dell'epatite B

Una diagnosi accurata può essere fatta solo con studi clinici o con l'aiuto di test rapidi. Con l'aiuto della diagnostica, puoi vedere le diverse fasi della malattia: infezione da un virus, recupero o progressione della malattia.

Gli antigeni sono molecole proteiche o particelle di un virus che si presentano durante lo sviluppo di una malattia.

In precedenza, rilevare un'infezione era un grosso problema, ma oggi, grazie a una diagnostica di alta qualità, può essere rilevata nelle prime fasi..

Si possono distinguere i seguenti antigeni dell'epatite virale:

HBsAg è presentato come una molecola proteica virale. Le sue proteine ​​sono necessarie per determinare le cellule del fegato a cui si legheranno. Fondamentalmente, viene alla luce dopo poche settimane. Può essere rilevato da test di laboratorio attraverso test sierologici per marcatori di epatite. Se viene rilevato questo antigene, in questo caso può indicare:

  1. Forma acuta della malattia, che sarà combinata con HBsAg, HBeAg, totale Anti-HBc.
  2. Forma cronica, se combinato con HBeAg positivo, totale anti-HBc.
  3. Infezione non pericolosa, quando si interagisce con il totale Anti-HBc.
  • HBeAg si riferisce a una proteina virale. Se viene rilevato questo marker, il virus è abbastanza attivo. Questo antigene è principalmente infetto dal sangue. Con una diagnosi positiva di questo virus, possiamo dire che è iniziata una fase attiva di esacerbazione dell'epatite o una grande possibilità di infezione.
  • HbcoreAg è una proteina nucleare, può essere diagnosticata durante un esame del fegato, non può essere rilevata dai marker del sangue. Tuttavia, se viene eseguito un esame del sangue, è possibile rilevare anticorpi contro questa proteina. Dopo l'infezione del corpo, inizia a produrre attivamente antigeni, mentre il sistema immunitario secerne anticorpi per combatterli. Antigeni e anticorpi corrispondono pienamente tra loro e la loro presenza nel sangue è determinata da un risultato positivo.

Inoltre, oltre agli antigeni, ci sono anticorpi per l'epatite B, sono i seguenti:

  • Gli anti-HB sono anticorpi contro la proteina superficiale dell'epatite B. Durante il contatto tra il sistema immunitario e la proteina, tutti i tipi di interferenza iniziano sotto forma di anticorpi, che gli rendono difficile la penetrazione nelle cellule del corpo. Grazie agli anticorpi, le cellule immunitarie possono rilevare rapidamente un virus che è entrato nel corpo e distruggerlo rapidamente.
  • l'anti-HBc è rappresentato da anticorpi contro la proteina del virus nucleare. Se nelle analisi viene rilevato un marcatore di questi anticorpi, questo viene decifrato in modo che il corpo abbia l'immunità a questo virus dopo la vaccinazione o l'auto-cura. Se lo si trova durante la ricerca, questo non significa che una persona sia infetta, è solo che il corpo è entrato in contatto con esso e ha sviluppato l'immunità. E l'infezione può essere giudicata solo dopo i risultati di altri marcatori.
  • Anti-HBs IgM, si manifestano principalmente nelle fasi iniziali della malattia. Il rilevamento di una diagnosi positiva può significare la presenza di una forma acuta e attiva della malattia con un trattamento improprio e un'alta probabilità di infezione.
  • anti-HBe, aiuta a prevenire la diffusione della proteina nucleare del virus. Grazie a loro, l'immunità può combattere attivamente il virus, interrompendo la sua diffusione nelle fasi iniziali..

Analisi

Con l'aiuto degli esami del sangue, iniziano le procedure diagnostiche per quasi tutte le malattie. Il processo diagnostico può includere uno o più marker noti. Tipicamente, uno studio standard consiste in un set minimo di indicatori. Se il test è positivo, vengono assegnati ulteriori studi per determinare non solo la presenza, ma anche la forma e lo stadio della malattia.

Una forma speciale di epatite è autoimmune. Durante lo sviluppo della malattia, il corpo umano rilascia speciali anticorpi che attaccano le cellule del fegato sane. La causa di questo processo patologico è attualmente sconosciuta. Inoltre, nel 25% dei casi, l'epatite autoimmune è completamente asintomatica e viene diagnosticata solo dopo l'inizio della cirrosi epatica. ASMA e AMA sono usati come marker per l'epatite autoimmune. Il paziente può avere entrambi i tipi di anticorpi o uno di essi.

Cosa mostra l'analisi

Il metodo PCR aiuterà a chiarire la diagnosi. Viene effettuata un'analisi qualitativa e quantitativa. Con un risultato positivo nel sangue con epatite, si trovano i seguenti:

  • cellule virali (metodo qualitativo);
  • anticorpi prodotti dal sistema immunitario che cercano di neutralizzare il virus (metodo quantitativo).

In uno studio qualitativo, il risultato sarà indicato - negativo o positivo. In un'analisi quantitativa, la risposta è scritta negli indicatori del virus nel corpo in un valore numerico.

Quando si diagnostica un virus e si determina la sua attività, il sangue viene studiato per i seguenti componenti:

  1. Anticorpi contro il marker sopra descritto. Questo tipo di proteina si chiama anti-HBs. Questi sono anticorpi protettivi che, quando si sviluppa il virus, rimangono nel corpo per sempre..
  2. Il marker più antico è una proteina che fa parte dell'involucro virale. Si chiama anche antigene di superficie. Se presente nel sangue, l'HBV sarà positivo.
  3. Il rilascio dell'antigene di superficie in modo quantitativo è indicato da un indice. A seconda del suo numero, il paziente viene identificato come portatore del virus o come paziente con epatite acuta.
  4. Metodo di ricerca del DNA del virus.
  5. Anticorpi che compaiono nel sangue diverse settimane dopo l'infezione, come evidenziato da una reazione a un antigene di superficie.
  6. L'anti-HBe appare dopo che gli anti-HBs scompaiono. Se vengono rilevati, si può affermare con sicurezza che il paziente si sta riprendendo..

L'ultimo metodo diagnostico è il più affidabile e affidabile.

Indicazioni per la ricerca

La ricerca di marker di epatite e l'interpretazione accurata delle analisi consentono non solo di confermare la malattia, ma anche di prevederne il decorso e valutare la forza dell'immunità formata.

La ricerca è assegnata a:

  • rilevazione primaria dei portatori di virus. A tal fine, vengono determinati HBsAg (indicatore della malattia nella fase preclinica) e immunoglobuline di classe M (fase acuta);
  • cercare persone con patologia cronica. L'analisi prevede lo studio delle immunoglobuline G, che indicano una malattia indolente;
  • valutare la forza dell'immunità al fine di selezionare le persone da vaccinare, nonché determinare il livello della risposta formata contro il virus dopo la vaccinazione;
  • controllo sulla dinamica del trattamento, che consente di correggerlo tempestivamente.

I marcatori vengono anche studiati nelle persone a rischio:

  1. bambini nati da madri infette;
  2. Operatori sanitari;
  3. vivere con una persona malata;
  4. persone che hanno bisogno di emodialisi e trasfusioni di sangue frequenti (trasfusioni di sangue);
  5. viaggiatori in paesi ad alto rischio di infezione;
  6. tossicodipendenti e omosessuali;
  7. addetti al collegio;
  8. bisogno di un intervento chirurgico.

L'analisi per l'epatite B comporta la rilevazione obbligatoria dell'antigene HBs. È condotto da tutti, ma a colpo sicuro, lo studio è assegnato alle seguenti categorie di persone:

  • rappresentanti delle professioni mediche che lavorano nella loro specialità;
  • persone con alti tassi di AST e ALT;
  • pazienti chirurgici;
  • donne incinte;
  • potenziali donatori di sangue.

Le informazioni ottenute consentono di scegliere la terapia appropriata che corrisponderà allo stadio e alle condizioni generali del paziente.

Per la decodifica nella maggior parte dei laboratori, è stato introdotto un singolo indicatore R (coefficiente del piano ottico). Per ogni risultato, il significato è diverso:

  • con una reazione negativa, R non raggiunge 0,8;
  • per un risultato dubbio - 0.9-1;
  • per positivo - più di uno.

Metodi, costo

Esistono 4 metodi principali della procedura..

  1. Esame del sangue immunologico. Ti permette di identificare il livello di protezione del corpo.
  2. Analisi qualitativa della PCR.
  3. Saggio immunosorbente collegato. Ricerca di laboratorio per identificare la forma e l'eziologia della malattia.
  4. Lo screening è un esame approfondito del corpo con attrezzature speciali (ultrasuoni, tomografia computerizzata). Più spesso usato durante la gravidanza per identificare segni di patologia nel feto.

Come risultato di analisi specifiche, vengono rilevati antigeni dell'epatite e viene determinato il tipo di virus. Test non specifici rivelano patologie epatiche esistenti, sono determinati dalla presenza di marcatori di anticorpi.

Il costo di un'analisi nelle cliniche private è di circa 500 rubli, tutte e 3 le analisi costeranno circa 1600 rubli. Nelle istituzioni mediche pubbliche, se c'è un rinvio da un medico, la ricerca viene effettuata gratuitamente.

Gruppi di malattie

Prima di considerare come definire l'epatite e passare ai marcatori dell'epatite, parliamo di gruppi di malattie in modo più dettagliato. In precedenza, qualsiasi epatite portava il nome generale della malattia di Botkin a prescindere da quale specifico agente patogeno provoca il problema nel fegato. La medicina moderna distingue le seguenti patologie:

  • L'epatite B di gruppo B è la causa più comune di malattia epatica. Questa epatite virale colpisce 350 milioni di portatori in tutto il mondo. Di queste, circa 250.000 vittime muoiono nel corso dell'anno e il principale pericolo di questo gruppo sta nelle sue conseguenze: è l'epatite B che provoca più spesso lo sviluppo della cirrosi epatica e del carcinoma epatocellulare di questo organo. La mancanza di un trattamento tempestivo porta allo sviluppo dell'epatite cronica. La malattia può procedere senza la manifestazione di segni evidenti ed è spesso rilevata da un esame accidentale. Il virus viene trasmesso attraverso trasfusioni di sangue e iniezioni, allattamento al seno e rapporti non protetti. Solo la vaccinazione può assicurare contro la possibilità di infezione, ma se la malattia ha avuto luogo, il corpo sviluppa una forte immunità, mentre ci sono marcatori di epatite B nel sangue.
  • L'epatite virale C si sviluppa dopo la penetrazione dell'agente infettivo non cellulare HCV nel corpo. È possibile essere infettati da questo virus attraverso microtraumi della superficie della pelle, strati mucosi; la trasmissione avviene attraverso il sangue e i suoi componenti. Molto spesso, le vittime scoprono il problema dopo aver superato gli esami del sangue, sottoposti a esami o agendo come donatori di sangue.
  • Il gruppo dell'epatite E si sviluppa a causa di infezione del fegato da virus HEV. La malattia è pericolosa perché con un decorso molto grave di patologia, l'infezione può colpire i reni. Il metodo di infezione è fecale-orale. Nelle donne in gravidanza nel terzo trimestre, l'infezione con la malattia può causare la morte sia del feto che della madre. In altri casi, la malattia è benigna, spesso la vittima è in grado di guarire spontaneamente - di solito questo accade due o più settimane dopo l'infezione.
  • L'epatite Un gruppo è il più benigno rispetto ad altre patologie. Questa malattia non porta a danni agli organi cronici, il tasso di mortalità per questa malattia non supera lo 0,4%. Se il decorso della patologia non è complicato da nulla, i sintomi scompaiono dopo 14 giorni, la funzionalità del fegato torna alla normalità entro 1,5 mesi. Come il gruppo E, questa patologia viene trasmessa per via fecale-orale.

Analisi e attività diagnostiche correlate

Quando gli antigeni entrano nel corpo umano - il nucleo e la membrana insieme ai componenti dell'epatite A, B o C - inizia la produzione di immunoglobuline. Nella fase iniziale dello sviluppo, inizia la generazione di anticorpi non specifici, dopo di che, a seconda del componente del virus, vengono prodotte alcune immunoglobuline. Per condurre un'analisi qualitativa dei marcatori dell'epatite, gli specialisti distribuiscono le immunoglobuline per classi, riferendole a M e G. Nel caso in cui le IgM vengano rilevate nel sangue, viene fatta una conclusione sul corso dei processi cronici nel corpo. Se le IgG sono disponibili, si può concludere che la malattia è già stata trasferita. Gli esperti si riferiscono ai segni che indicano una forma acuta della malattia:

  • rilevazione dell'antigene HbsAg di superficie;
  • la presenza di proteine ​​HBeAg;
  • la presenza di immunoglobuline anti-HBc.

L'antigene HbsAg è il primo marker di una malattia virale acuta. È presente nel biomateriale quattro o sei settimane dopo che l'infezione è stata eseguita, quando il processo passa allo stadio acuto o preicterico. Tali marcatori possono anche essere rilevati nel caso in cui non vi siano segni che indicano il trasporto di un agente patogeno virale.

L'antigene HBeAg si forma in una fase precoce della patologia e nel periodo preicterico. In presenza di questo marker, possiamo parlare della diffusione di particelle virali in un processo attivo. Durante questo periodo, il sangue della vittima è più contagioso. Se l'antigene HbeAg viene rilevato per 4 o più settimane, si può presumere che la patologia diventerà cronica.

HbcAg è un antigene nucleare presente esclusivamente nelle cellule del fegato durante la biopsia. Non si trova nel plasma sanguigno, il suo siero in forma libera. Questo elemento è un potente immunogeno che attiva la produzione di anticorpi specifici.

Durante l'esame del sangue, gli esperti considerano il rapporto tra antigeni e anticorpi, la quantità di ciascun elemento. Il test per i marcatori di epatite è raccomandato nelle seguenti condizioni:

  • C'è un costante cambiamento di partner sessuali.
  • C'è stato un infortunio alla pelle con oggetti discutibili.
  • Il tono della pelle è cambiato: è diventato giallo, lo stesso vale per la sclera, è apparso il prurito.
  • C'è disagio sotto la costola sul lato destro.
  • La nausea si verifica spesso, i cibi grassi causano disgusto e intolleranza.
  • C'è una perdita di peso corporeo nel processo di disturbi dispeptici.
  • L'urina diventa scura, le feci diventano di colore chiaro.
  • Pianificazione del concepimento.

Per quanto riguarda l'analisi stessa, il sangue per PCR viene prelevato da 8-00 a 11-00, la procedura deve essere eseguita a stomaco vuoto. In questo caso, l'ultimo pasto dovrebbe essere tenuto non oltre dieci ore fa. Cibi fritti e grassi, prodotti piccanti e agrumati, bevande alcoliche, prodotti dolciari possono essere consumati per l'ultima volta non oltre 48 ore prima della ricerca. Se parliamo di fumo, si consiglia di prendere l'ultimo tiro due ore prima di donare il sangue. Il materiale è prelevato da una vena, a volte è necessaria una nuova consegna se lo specialista dubita dell'affidabilità dei risultati dell'esame iniziale. Di norma, i risultati arrivano dopo 48 ore, tuttavia, se l'esame è urgente, come indicato dal marchio cito, il controllo viene eseguito in poche ore.

Marcatori HCV

I marcatori dell'epatite virale C sono anticorpi contro il virus e il suo RNA. Prima di tutto, per confermare la presenza dell'agente patogeno nel corpo, è necessario passare un'analisi per anti-HCV - anticorpi totali contro il virus dell'epatite C. Studi immunologici possono rivelare i marcatori dell'agente patogeno, che sono anticorpi delle classi M e G. Sono prodotti in risposta alla presenza di strutture e particelle proteiche non strutturali di virioni. IgM e G possono essere rilevati durante i primi 14 giorni di malattia e dopo il recupero clinico.

Il rilevamento di immunoglobuline totali può essere un segno del decorso acuto e cronico della malattia. Per determinare il momento più accurato dell'infezione, inoltre, la forma della malattia, è necessario donare il sangue per ciascuno degli anticorpi separatamente. Succede che i test immunologici rivelano immunoglobuline solo pochi mesi dopo la manifestazione del quadro clinico dell'infiammazione del fegato.

Decodifica del risultato dell'analisi immunologica:

  1. L'assenza di anticorpi può indicare che l'epatite C non è stata rilevata nel paziente, il periodo di incubazione della malattia non è ancora finito o stiamo parlando di una variante sieronegativa del patogeno.
  2. Il rilevamento di IgM è un segno di replicazione virale attiva e che l'epatite C sta progredendo ed è in fase acuta.
  3. La presenza di IgG è un indicatore della presenza dell'agente patogeno o del contatto con esso in passato.

Le immunoglobuline sono presenti nel sangue dei convalescenti per un massimo di 10 anni, mentre la loro concentrazione diminuisce gradualmente.

Poiché i test immunologici possono dare un risultato falso negativo o falso positivo, rivelano inoltre tali marcatori di epatite virale C come IgG specifiche agli antigeni del virus core, NS1 NS2, NS3, NS4, NS5. Il risultato del test è considerato positivo se vengono rilevati anticorpi contro 2 o più antigeni di questo gruppo.

Per determinare il genotipo del patogeno e la sua quantità, viene utilizzata una reazione a catena della polimerasi. Questo studio consente di rilevare l'RNA nelle prime fasi della malattia e anche durante il periodo di incubazione, quando i marker sierologici non possono ancora essere rilevati. Una regione stabile del genoma del virus viene utilizzata per la replica. Inoltre, il metodo PCR consente di determinare il numero di copie di RNA virale in un'unità di volume del sangue (copie / ml o copie / cm3). Questo indicatore viene utilizzato per valutare l'efficacia della terapia antivirale. Inoltre, la PCR consente di determinare il serovariante dell'agente patogeno. L'OMS raccomanda tre reazioni PCR per rilevare l'RNA dell'HVC per la conferma definitiva della diagnosi.

L'ipersensibilità della reazione di PCR può causare un risultato falso positivo, pertanto, per effettuare una diagnosi finale, è necessaria un'analisi completa dei parametri ematici, sia sierologici che biochimici, monitorando il cambiamento di questi parametri nelle dinamiche, inoltre, una valutazione morfologica dello stato dell'organo interessato.

L'epatite B appartiene al gruppo di malattie epatiche di origine virale. Ha un decorso grave e gravi complicazioni. Dopo essere entrato nel corpo, l'agente patogeno inizia a moltiplicarsi rapidamente, che è accompagnato dalla distruzione degli epatociti (cellule ghiandolari).

In circa il 10% dei casi, la patologia subisce una cronicità, che è irta di degenerazione cirrotica e malignità dei tessuti. Le difficoltà della diagnosi precoce sono l'assenza di segni clinici all'inizio della malattia. A volte l'epatite è anicterica, che predispone anche alla diagnosi tardiva..

L'infezione si verifica attraverso il sangue, ad esempio negli ospedali, nonché nell'intimità non protetta. Inoltre, il rischio di infezione è presente durante il travaglio in presenza di pelle lesa in un bambino..

Appartiene al gruppo dei virus del DNA. L'agente patogeno ha un tropismo per gli epatociti, tuttavia è possibile danneggiare la milza, i linfonodi e il midollo osseo. A causa della somiglianza dell'agente patogeno con le cellule del corpo, una reazione autoimmune si sviluppa contro i suoi stessi tessuti.

  • Articolo Precedente

    Quali sono i motivi di una lingua bianca in un adulto ed è necessario un trattamento per la formazione di una tale placca

Articoli Su Epatite