Come distinguere il vomito dal rigurgito in un bambino dopo l'alimentazione: segni e aiuto per un neonato

Principale Appendicite

Il riflesso del vomito si chiama così perché si manifesta in modo riflessivo, come reazione all'intossicazione. Il vomito allevia le condizioni del bambino con infezione intestinale o avvelenamento. Non è consigliabile sopprimerlo con antiemetici. Tuttavia, se il bambino vomita senza motivo, senza febbre e diarrea, può indicare qualche altra malattia (colite, gastrite, pancreatite). Il riflesso del vomito accompagna anche malattie come la patologia degli organi digestivi, i disturbi neurologici.

Sputare nei bambini è un problema che colpisce molte famiglie. La cosa principale per la mamma è assicurarsi che questo processo non sia associato al vomito.

Come distinguere tra rigurgito e vomito?

È facile confondere vomitare in un neonato per vomito se non si conosce la definizione esatta di questi due riflessi. Il rigurgito per un bambino è un evento comune, ma come capire che un bambino di 5 mesi ha vomitato e non avvelenato? Sarà corretto scoprire i motivi che portano a sputare. Inoltre, dovresti capire il meccanismo di entrambi i riflessi per sapere come differiscono e come reagire con competenza a ciò che sta accadendo..

Cos'è il rigurgito?

Il rigurgito è il lancio involontario di cibo dallo stomaco nell'esofago, quindi nella faringe e nella bocca. È provocato nei neonati da sfinteri digestivi immaturi. Appare 10-15 (a volte 30-40) minuti dopo che il bambino ha bevuto latte o formula. Si riferisce a un processo fisiologico naturale. Il rigurgito si verifica quando l'aria entra con il cibo, eccesso di cibo, forte eccitazione dopo l'alimentazione e talvolta a causa di qualsiasi patologia. Le condizioni del bambino dal rigurgito non peggiorano, il bambino non reagisce in alcun modo ad esso.

Il rigurgito si verifica principalmente nei primi mesi dopo la nascita. Con la crescita del bambino, tutto torna alla normalità

Che cos'è il vomito?

Il vomito è il rilascio di cibo nell'esofago, seguito da una transizione nella faringe e nella bocca, che si verifica a livello di riflesso. Il riflesso è controllato dal centro del vomito del cervello. Causato dalla contrazione del diaframma e dei muscoli addominali. I presagi del vomito sono: pallore del bambino, sensazione di nausea, salivazione profusa, respiro rapido. Il comportamento irrequieto del bambino è caratteristico. La quantità di vomito, di norma, supera la quantità di cibo consumata dal bambino. Ciò è dovuto al fatto che il cibo ingerito esce insieme al succo gastrico.

Qual è la differenza tra vomito e rigurgito?

La domanda è seria, perché il bambino non può lamentarsi della nausea e avvertire sua madre che ora vomiterà. Segni speciali aiutano a distinguerlo dal rigurgito:

  • evidente bisogno di vomitare;
  • ripetizione di impulso;
  • molto vomito;
  • il liquido in uscita diventa giallo, ci sono impurità della bile;
  • un forte salto di temperatura;
  • ansia del bambino prima dell'attacco.
Il vomito nei neonati è accompagnato da ansia, possibilmente febbre

Quando chiamare un medico?

Indipendentemente dal fatto che il vomito si sia aperto in un bambino di 9 mesi o in un bambino di 6 mesi, i genitori sono obbligati a monitorare le sue condizioni. È importante capire per quali motivi è sorto. Vedere un medico è una necessità dettata da segni pericolosi:

  • il liquido esce in una fontana, con brevi interruzioni (da due a tre volte all'ora);
  • il bambino non viene svuotato in grandi quantità (senza diarrea);
  • il bambino è tormentato da dolori e crampi all'addome, piange molto;
  • il malessere sorse dopo un trauma cranico, cadendo da un'altezza;
  • grave disidratazione;
  • un aumento della temperatura, il bambino è costantemente assonnato, un indebolimento generale;
  • macchie di sangue nel vomito, colore scuro.

Cause sicure di vomito

I pediatri dividono le cause del vomito in sicurezza e richiedono cure mediche. I fattori sicuri possono essere eliminati a casa senza ricorrere ad altri trattamenti. Quelli pericolosi richiedono l'osservazione e la consultazione con un medico. Considera innanzitutto i motivi che non comportano rischi per la salute delle briciole.

Il vomito può essere innescato dalla dentizione di un bambino. Questo motivo non rappresenta un pericolo particolare

Abbiamo compilato una tabella con i seguenti motivi e le loro caratteristiche:

Causa di vomitoPerché succedeCome risolvere
Se i denti sono dentati, il vomito si verifica in molti bambini (ti consigliamo di leggere: con quali segni puoi determinare che un bambino sta dentendo?). Il processo non è ciclico. I denti strisciano dolorosamente.
  • Piangendo o urlando per il dolore, il bambino prende molta aria.
  • Tentativo di nutrimento forzato con dolore alle gengive.
  • Massaggia delicatamente le gengive con il dito o il massaggiatore.
  • Applicare massaggiagengive.
  • Unge le gengive gonfie dall'eruzione dei denti con un gel antisettico.
  • Denti feriti: nutrire il bambino a suo piacimento e non con forza.
Il vomito all'età di 3-7-8 mesi è associato all'assunzione di altri alimenti, si chiama funzionale. Si verifica dopo aver mangiato, passa una volta, non è accompagnato da un deterioramento.
  • Sottosviluppo del sistema di fermentazione del bambino, non pronto a prendere un nuovo prodotto.
  • Il corpo non accetta alcun elemento alimentare.
  • Escludere dal prodotto alimentare non accettato.
  • Quando si dà un nuovo alimento complementare, non introdurre il prodotto vomito in esso per diverse settimane.
Vomito di natura psicogena (in un bambino di età superiore ai 3 anni). Associato a un'azione o evento specifico, si ripete quando si verifica quell'evento o azione.
  • Alimentazione forzata.
  • Sollecitazioni positive e negative.
  • Stress emotivo prima di un evento importante.
  • Elimina le situazioni che traumatizzano la psiche del bambino.
  • Vedi uno psicoterapeuta.

Cause pericolose di vomito

Avendo considerato casi sicuri di vomito, non sarà superfluo conoscere le sue cause pericolose causate da disturbi molto più gravi dell'intossicazione alimentare o della dentizione. La pericolosa natura del vomito è rara, ma questo non è un motivo per non conoscerne le cause. Armato di conoscenza, il genitore è pronto a valutare la situazione in tempo e ad aiutare il bambino correttamente. Abbiamo deciso di dare un'occhiata più da vicino a questi motivi e parlarvi di loro..

L'appendicite nei neonati è difficile da notare, poiché il bambino non può lamentarsi del dolore addominale, che nella maggior parte dei casi porta a tristi conseguenze

Appendicite acuta

L'appendicite nei neonati è estremamente rara, poiché i bambini di questa età mangiano latte. A volte una reazione all'appendicite acuta è il vomito, la diarrea, un forte dolore parossistico, letargia e una pancia gonfia vengono aggiunti ad esso. Il bambino è irrequieto, piange a lungo, cerca di tirare le gambe sulla pancia. La palpazione dell'addome è dolorosa. La diagnosi della malattia è difficile, è necessaria una radiografia addominale. Il risultato letale della malattia, sfortunatamente, nei bambini è dell'80%, nei bambini di età inferiore a un anno - 10%.

Corpo estraneo nell'esofago

La probabilità che il bambino, specialmente con la crescita dei denti, ingerisca un piccolo oggetto, c'è sempre, non importa come lo guardi. Entrando nell'esofago, l'oggetto provoca la sua compressione riflessa, si verifica un riflesso del vomito.

Occlusione intestinale

La malattia è classificata come congenita o dovuta a gravi infezioni intestinali. Considera due forme: ostruzione completa e parziale. Visto nei bambini. I sintomi principali: presenza di meconio (feci originali) e bile nel vomito, pancia fortemente distesa. La situazione è pericolosa, il bambino deve essere immediatamente portato in ospedale. L'alimentazione orale viene annullata, il bambino viene alimentato attraverso un contagocce.

L'ostruzione intestinale in un bambino richiede cure mediche immediate

Sfintere cardiaco dilatato dello stomaco

Lo sfintere cardiaco è un'apertura anatomica tra esofago e stomaco. Espanso dalla nascita, provoca il flusso di cibo dallo stomaco all'esofago. Gli schizzi improvvisi di cibo si verificano se il bambino è sdraiato su un lato o sulla schiena, vomita le briciole e poi quando si gira sulla pancia. Se la diagnosi è confermata, il bambino deve essere nutrito in posizione verticale, dando latte o formula in piccole porzioni.

La maggior parte dei bambini con una tale diagnosi lo supera e il lavoro dell'apertura cardiaca è normalizzato. Se il bambino continua a soffrire, sta ingrassando male, dovrebbe essere esaminato da un medico (per maggiori dettagli, vedi l'articolo: cosa fare se il bambino non sta ingrassando bene durante l'allattamento?). I pediatri raccomandano di cambiare la dieta e somministrare al bambino miscele antireflusso. Sono usati come sostituti temporanei nella speranza che la funzione sfintere si riprenda. Farmaci prescritti che riducono il tono dei muscoli dell'esofago e dello stomaco. I casi gravi richiedono l'intervento del chirurgo.

Disordini neurologici

Le violazioni dello sviluppo intrauterino portano ad anomalie nella neurologia. Ipossia (carenza di ossigeno), soffocamento del neonato durante il parto o dopo di loro diventano la causa della malattia. Il riflesso del vomito è costante, accompagnato da tremore del mento, crampi, eccitabilità grave o letargia. Una grande percentuale di problemi si nota in bambini con basso peso alla nascita e neonati prematuri. Sono richiesti un trattamento ospedaliero a lungo termine e una supervisione costante da parte di un neurologo.

Stenosi pilorica

La malattia si riferisce a una patologia congenita e deriva da un passaggio ristretto situato tra il duodeno e lo stomaco. Il cibo non può fluire liberamente dallo stomaco nell'intestino, causando il bavaglio del bambino. Appare nel primo mese di vita di un neonato. Lo scarico è abbondante, si verifica spesso ed è simile per consistenza alla ricotta liquida. Il bambino prova una costante sensazione di fame, quasi non ingrassa, è disidratato. La malattia viene corretta chirurgicamente.

Pylorospasm

C'è un guardiano nel corpo umano, che si trova tra lo stomaco e il duodeno. È un buco, con il restringimento dei muscoli di cui viene diagnosticata la malattia pilorospasmo. Gli esperti tendono ad attribuirlo a un fallimento funzionale. I bambini di età inferiore a 4 mesi soffrono spesso di questo disturbo perché il corpo del neonato contiene una grande quantità di ormone gastrina. L'ormone aumenta il tono dei muscoli piloro, si contraggono costantemente, provocando vomito rapido ma non abbondante. Le convulsioni continue sono controllate passando alla nutrizione antireflusso.

Ferita alla testa

Il bambino può vomitare a causa di un grave trauma cranico o caduta da una posizione elevata. Questo si chiama vomito cerebrale. Si apre anche sullo sfondo di malattie come la meningite, il tumore al cervello, l'encefalite. Il riflesso del vomito non segue l'assunzione della miscela, si verifica all'improvviso. Il bambino diventa pallido, il polso diventa debole, appare sonnolenza. Ovviamente il bambino dovrebbe essere mostrato a uno specialista.

Sintomi associati al vomito

Avendo scoperto che il bisogno di vomito in un bambino di 5-9 mesi è causato non solo dall'avvelenamento, ma anche dalla crescita dei denti e dai lividi alla testa, è ragionevole supporre che ci siano ulteriori sintomi che indicano un'altra malattia. Molto spesso, viene aggiunta la diarrea. Alcuni disturbi triplicano il numero di sintomi aggiungendo febbre alta al riflesso del vomito e alla diarrea (si consiglia di leggere: il bambino ha diarrea e febbre). Scopriamo quali malattie possono causare i sintomi di cui sopra:

  • Diarrea e vomito sono considerati segni di intossicazione alimentare. I neonati sono avvelenati meno spesso dei bambini di un anno che mangiano cibo per adulti. Entrambi i sintomi indicano un'infezione intestinale manifesta. Aggiungiamo ad essa la sindrome dell'intolleranza al latte o un elemento di alimenti complementari. Una possibile causa può essere un processo infiammatorio, la patologia degli organi digestivi e le allergie alimentari sono molto meno comuni. Le alte temperature spesso si uniscono a loro..
  • Il vomito con la febbre agisce in due modi: si è verificata intossicazione generale, il bambino ha vomitato, la temperatura è aumentata. Succede diversamente: la temperatura è aumentata, il bambino vomita (si consiglia di leggere: cosa fare se il bambino vomita senza febbre?). La totalità dei sintomi è caratteristica dell'intossicazione alimentare e durante il periodo in cui iniziano a comparire i primi denti.
  • Se il bambino vomita, ma gli altri due sintomi sono assenti, il motivo è il lavoro instabile del tratto gastrointestinale acerbo. Inoltre, una sindrome simile deriva da patologie del tratto gastrointestinale, carenza di lattasi, allergie alimentari, intolleranza del bambino al latte o alle proteine ​​della mucca. Forse i denti del bambino "vanno". Tale reazione è associata alla banale deglutizione di una grande quantità di liquido da parte del bambino, forse il bambino soffocato o tossito al momento dell'alimentazione o era troppo attivo dopo l'alimentazione.

Tre conseguenze potenzialmente letali del vomito

Nonostante il fatto che il riflesso del vomito sia conferito a una persona dalla natura stessa, le sue manifestazioni frequenti e abbondanti in un bambino piccolo possono portare a tristi conseguenze. Stabilito il motivo per cui sono sorti, è più facile eliminarli. Esistono tre principali sindromi negative:

  1. Disidratazione. L'eccessivo rilascio di sali liquidi e minerali che fuoriescono da un piccolo organismo in una fontana interrompe l'equilibrio sale-acqua. La mancanza di liquido colpisce tutti gli organi delle briciole. Come riconoscere la sindrome di disidratazione? Se il pannolino del bambino non viene bagnato entro 4 ore, se piange senza lacrime, la sua fontanella si "fonde", si verifica una perdita di peso, significa che il bambino è disidratato. Un bisogno urgente di mostrare il tuo tesoro a un medico.
  2. Trattenendo il respiro. Il vomito può ostruire le vie respiratorie del bambino, aumentando il rischio per la vita. I genitori dovrebbero tenere il bambino in posizione verticale durante il vomito. Assicurati che la testa del bambino sia girata da un lato in un sogno.
  3. Perdita di peso. Una forte riduzione del peso, provocata da vomito e diarrea abbondanti e frequenti, è pericolosa per la vita di un neonato. Il rischio di esito negativo raddoppia per il basso peso alla nascita e i bambini prematuri.

Come eliminare tali conseguenze? Saldare il bambino con una soluzione salina di glucosio. Consegnalo al bambino attraverso una siringa, iniettandolo sulla guancia e bevilo da un cucchiaino da tè per un bambino di 11 mesi. Le farmacie offrono diverse soluzioni nutritive: "Hydrovit", "Regidron", "Oralit", "Trigidron". Le soluzioni pronte sono vendute sotto forma di polveri, che vengono diluite in acqua bollita raffreddata.

Vomito in un bambino: le principali cause e cosa fare

Quando un bambino inizia a vomitare, provoca il panico nei genitori. Ma questo sintomo non è sempre irto di pericoli. Questo può accadere a causa di eccesso di cibo. Ma a volte questo è un segnale serio a cui bisogna rispondere. È importante ricordare che il vomito è sempre disidratazione. Se il bambino perde circa il 10% del fluido, può essere fatale. Considera le principali cause che possono portare al vomito.

Cause di vomito nei neonati

  • Grande quantità di cibo.
  • Non conformità alle norme igieniche da parte della mamma.
  • Nutrizione della giovane mamma.
  • Transizione da un tipo di miscela a un altro.
  • Inizio dell'alimentazione complementare.
  • Intossicazione alimentare o infezione.
  • Le cause più gravi includono appendicite e commozione cerebrale..

Se il vomito è accompagnato da letargia e febbre, assicurati di chiamare un'ambulanza!

superalimentazione

Questo è il vomito più innocuo. Si chiama anche rigurgito. Quando il bambino mangia più cibo di quanto il suo corpo possa digerire, sputa semplicemente l'eccesso. Per distinguerlo, traccia come esce il liquido. Quando rigurgita, non sarà espulso con la forza, ma semplicemente uscirà. Per evitare ciò, non puoi dare a tuo figlio una grande quantità di cibo alla volta. Dopo aver mangiato, non deve essere lavato o scosso immediatamente. Deve essere calmo per almeno mezz'ora..

Dieta e igiene della mamma

Quando una madre allatta al seno un bambino, dovrebbe monitorare attentamente la sua igiene il più possibile. Di conseguenza, può svilupparsi una malattia infettiva. Una giovane madre che allatta dovrebbe assolutamente lavarsi il seno sia prima che dopo l'allattamento..

Un punto molto importante durante questo periodo è anche la nutrizione della donna. Dopotutto, la qualità del suo latte dipende direttamente da come mangia la madre. Ciò significa che la salute del bambino dipende dalla sua alimentazione. Affinché la digestione del bambino non sia disturbata e non abbia vomito, la madre non dovrebbe mangiare cibi troppo grassi, salati durante il periodo di alimentazione. E anche speziato. Se il corpo adulto può digerirlo, allora il bambino non è ancora adattato a questo.

Anche se il bambino non ha allergie e digerisce il latte normalmente, la madre deve comunque seguire le regole nutrizionali sviluppate per le donne durante il periodo di alimentazione..

Cambio della miscela

Se il bambino ha meno di un anno, il suo sistema digestivo è ancora molto debole. Pertanto, a causa di un cambiamento nel tipo di miscela, può iniziare a vomitare. Il corpo si abitua semplicemente a un prodotto, ma è ancora difficile abituarsi a un altro. Se noti una tale reazione, non dovresti cambiare spesso la miscela. Altrimenti, può causare conseguenze ancora più gravi. La funzione intestinale può essere interrotta, possono svilupparsi disbiosi e allergie.

Cosa fare in questo caso?

  • Devi scegliere una tale miscela che piacerà al bambino e che normalmente digerirà.
  • Cerca di non cambiare la miscela proprio così. Ci deve essere un motivo per quello. Se il bambino usa e digerisce bene questo tipo di miscela, allora se possibile, non cambiarlo in un altro.
  • Prima di cambiare la miscela, consultare uno specialista.

Adescare

Il vomito può anche iniziare all'inizio dell'introduzione di alimenti complementari. Se questo è un caso unico, allora non c'è nulla di sbagliato. In questo modo, il corpo reagisce al nuovo cibo. Ma se questo è un evento frequente, è necessario seguire le raccomandazioni:

  • Segui le regole di alimentazione del pediatra.
  • I primi prodotti devono essere monocomponenti. Ad esempio, salsa di mele. In questo modo, puoi monitorare esattamente come il corpo delle briciole reagisce a un determinato prodotto..
  • Apri un nuovo contenitore o una lattina di cibo ogni volta che dai da mangiare.
  • Controlla sempre la data di scadenza del cibo.
  • Scegli solo quei prodotti che soddisfano tutti i requisiti e gli standard..
  • Nutri il tuo bambino a poco a poco, anche se può mangiare tutto in una volta.

Avvelenamento

Questa è una ragione molto pericolosa. Se il cibo di bassa qualità è entrato nel corpo, proverà immediatamente a rimuoverlo per prevenire l'assorbimento di varie sostanze nocive.

Come dovrebbero agire i genitori in questo caso?

  • Prima di tutto, devi chiamare un'ambulanza. La cosa principale è che il corpo non perde acqua. Pertanto, prima dell'arrivo del medico, ogni 15 minuti è necessario dare alle briciole un cucchiaio di acqua. Dovrebbe essere bollito. Se il corpo non riesce a mantenerlo, la quantità di acqua non dovrebbe essere aumentata. Ma non puoi nemmeno smettere di darlo. Quando lo stomaco smette di rispondere all'assunzione di acqua vomitando, puoi aumentarne la quantità a 15-20 ml.
  • La diarrea può verificarsi anche con avvelenamento. Puoi dare al bambino Smecta. Per fare questo, il prodotto viene diluito in 50 ml di acqua e somministrato in una bottiglia o per bere le briciole da un cucchiaio. È un buon adsorbente che non farà male. Se non c'è Smecta, puoi dare carbone attivo sciogliendo prima la compressa in acqua. Questo è tutto ciò che può essere fatto prima dell'arrivo del medico..

Infezione intestinale

Il bambino inizia ad avere diarrea, vomito. Questo lascia molto liquido..

Se tuo figlio è molto giovane e non riesci a ubriacarlo, molto probabilmente avrai bisogno di avere IV acqua. Ma questa procedura è prescritta solo da un medico, quindi dovresti cercare immediatamente un aiuto. La perdita di liquidi è un problema molto serio per i bambini. L'infezione è trattata solo in ospedale. I farmaci antibatterici sono usati per il trattamento.

Concussione

La commozione cerebrale può anche essere una seria causa di vomito. Come dovrebbero agire i genitori in questo caso per aiutare il bambino?

Se il bambino cade anche da una piccola altezza, ad esempio da un letto, cambiando tavolo o sedia, chiama immediatamente un'ambulanza. Controlla da vicino il tuo bambino. Potrebbe svenire, piangere forte e la coordinazione potrebbe essere compromessa. Questi sono tutti segni di commozione cerebrale. C'è un'opinione secondo cui cadere dall'altezza della propria crescita e dal basso non rappresenta una minaccia, ma non è così. La cosa principale è che l'aiuto viene fornito il prima possibile e il bambino viene esaminato. Molto probabilmente, saranno prescritti un'ecografia e una radiografia. Il medico vorrà assicurarsi che nessun organo sia danneggiato. Anche se non ci sono sintomi negativi dopo una caduta, dovresti comunque consultare un medico. Dopotutto, possono apparire anche dopo pochi giorni. Devi giocare in modo sicuro per evitare spiacevoli conseguenze.

Il vomito può anche iniziare a causa di varie malattie degli organi interni. Può essere polmonite, ernia, appendicite e altre malattie. Se sospetti, chiama subito un'ambulanza. Dopotutto, il bambino stesso non può dire cosa gli fa esattamente male, quindi deve essere esaminato molto bene.

Appendicite

Può anche indurre il vomito. Inoltre, lo stomaco fa male sul lato destro, la temperatura cambia. Il bambino è debole Se noti questi sintomi, cerca subito aiuto..

I giovani genitori dovrebbero monitorare da vicino la salute del bambino. Dopotutto, sono tutti responsabili per lui..

Vomito senza febbre nei neonati: sintomi e trattamento

I genitori sanno che nei primi anni di vita i bambini spesso vomitano. Questo fenomeno sembra il rilascio di cibo precedentemente mangiato attraverso la bocca. A volte alcuni genitori pensano che vomitare e vomitare siano la stessa cosa. Tuttavia, questa è un'illusione. Durante il rigurgito, il cibo viene escreto attraverso la bocca a causa di un eccesso di cibo. Quando un neonato vomita, è dovuto a crampi nella parte inferiore dello stomaco. Ma ci sono casi in cui si è verificato anche il vomito a causa di un eccesso di cibo..

Se il bambino espelle costantemente masse di cibo dallo stomaco attraverso la bocca, questo è un motivo per diffidare. È del tutto possibile che ciò sia dovuto al tratto gastrointestinale non completamente sviluppato, che non è ancora in grado di svolgere efficacemente le sue funzioni principali. Non dovresti preoccuparti di questo, perché il bambino e il suo corpo impiegano molto tempo per adattarsi a questo mondo..

Ma i bambini crescono abbastanza rapidamente, e quindi molto presto il loro corpo imparerà come elaborare correttamente il cibo. Se, dopo alcune settimane e anche più mesi, il vomito nel bambino non scompare e la frequenza della sua manifestazione rimane allo stesso livello, quindi questo è un motivo per consultare un medico per un consiglio.

Se vedi sempre più svuotamento dello stomaco nel tuo bambino, tieni presente che potrebbe indicare una malattia grave. A causa del frequente vomito, il bambino è disidratato. Allo stesso tempo, c'è una minaccia alla sua vita se il vomito può entrare nel tratto respiratorio. Pertanto, i giovani genitori devono essere particolarmente attenti a come il bambino si comporta nei primi anni della sua vita..

Tipi e motivi

La prima cosa che vorrei dire è che ci sono diversi tipi di vomito che possono verificarsi nei primi anni di vita in un bambino:

  • rigurgito;
  • vomito e diarrea;
  • dopo l'alimentazione;
  • Fontana;
  • Comune.

Vomito in un bambino, che si manifesta sotto forma di eruzione indipendente e crampi allo stomaco, a seguito del quale non solo esce cibo, ma anche altre formazioni - muco, sangue, indicano che il bambino ha una certa malattia. Questa patologia può verificarsi in un piccolo uomo per una serie di motivi. Gli esperti attualmente distinguono diversi principali:

  • uremia;
  • infezione del tratto urinario;
  • trauma addominale;
  • avvelenamento;
  • sepsi;
  • otite media;
  • infezioni del tratto respiratorio;
  • appendicite;
  • blocco intestinale. Questa malattia patologica può essere acquisita o congenita..

Tuttavia, questi non sono tutti i motivi per cui un bambino piccolo può manifestare sintomi di vomito. Osservando le condizioni del bambino, è necessario prestare attenzione alla composizione del vomito. Se i genitori hanno visto in loro non solo latte, ma anche formazioni estranee sotto forma di bile, sangue e muco, questo è un segnale che è necessario consultare immediatamente un medico per un esame. È probabile che si sviluppi una grave malattia nel corpo del bambino, che può essere rilevata solo da un medico esperto..

Vomito comune

Nel caso in cui il vomito si verifichi raramente in un bambino senza febbre e allo stesso tempo la sua composizione sia abbastanza normale, questo fenomeno può essere spiegato solo da un disturbo gastrointestinale.

Se l'escrezione involontaria di cibo attraverso la bocca si verifica molto raramente, molto probabilmente la causa della patologia è l'infezione dei genitali. Se la causa del malessere è l'appendicite, può essere identificata non solo dal vomito, ma anche dal dolore acuto all'addome, a causa del quale il bambino emetterà urla penetranti.

Se la causa del vomito è un'interruzione del tratto gastrointestinale, un sintomo simile della malattia è considerato secondario. Comunque sia, il vomito, che si fa sentire non solo dal rilascio di masse liquide, ma anche da un aumento della temperatura, è una ragione sufficiente per sottoporsi immediatamente a un esame in ospedale o chiamare un'ambulanza a casa.

I giovani genitori possono facilmente confondere il vomito con il rigurgito, quindi dovresti soffermarti su questo in modo più dettagliato. Non dovresti preoccuparti di questo fenomeno, poiché ciò accade spesso in un bambino a causa di un eccesso di cibo o dell'aria che entra nello stomaco, il che non rappresenta una grave minaccia per la salute del bambino. Quando un bambino rigurgita, quando si lascia la bocca si possono trovare solo detriti alimentari. Non c'è nulla di sbagliato in questo, quindi non c'è motivo di pensare alla presenza di una grave patologia..

Vomito dopo l'alimentazione

Le giovani madri che si prendono cura di un bambino per lungo tempo si abituano gradualmente al fatto che dopo la prossima poppata, il bambino inizia a sputare. Ma in alcuni casi, può verificarsi una reazione atipica del corpo del bambino sotto forma di escrezione attiva del cibo attraverso la bocca. Il primo pensiero che una madre può avere è che il bambino è stato avvelenato dal latte. Tuttavia, non lo è. Tutto ciò è una conseguenza dell'aerofagia, cioè quando il bambino ingoia aria mentre succhia il seno. Il vomito nel quadro clinico ricorda il rigurgito, ma qui il processo di escrezione del cibo è più attivo, il che può confondere i giovani genitori.

Questo non è davvero un motivo di panico. È solo che quando il cibo esce dallo stomaco in questo modo attraverso la bocca, indica che il bambino non era correttamente attaccato al seno della madre. In una situazione del genere, è necessario eseguire le seguenti operazioni: rimuovere l'aria rimanente e con esse uscirà il latte che si beve. La maggior parte dei bambini rutta spesso dopo tale vomito..

Puoi prevenire la ricomparsa del vomito dopo l'allattamento se stai attento mentre mangi il tuo bambino. Per fare ciò, deve essere tenuto nella posizione corretta. Quando il bambino finisce di mangiare, dovrebbe essere trattenuto per un po 'con una colonna - questo aiuterà a rimuovere l'aria dallo stomaco che è entrato con il latte. Dopo un po ', puoi sentire il caratteristico suono dell'eruttazione, ma il cibo non uscirà dalla bocca del bambino. Sulla base di questo, possiamo dire che la procedura di alimentazione è stata eseguita correttamente..

Avvelenare un bambino

Il vomito nei neonati può essere causato non solo dalla penetrazione dell'aria nello stomaco insieme al latte, ma anche da un'errata routine quotidiana. Se, dopo un pasto, il bambino inizia immediatamente a giocare o i suoi genitori iniziano a dondolarlo o scuoterlo, allora tutto ciò finirà con la comparsa della sindrome del vomito..

Mettiti nei panni del bambino: anche un adulto può provare sensazioni spiacevoli nell'addome se, dopo un pasto, inizi a scuoterlo o esegui altre azioni simili con lui..

Di conseguenza, ci sarà una situazione favorevole per l'uscita inversa del cibo. Questo può accadere con i bambini piccoli. Inoltre, ciò accade molto più spesso a causa del fatto che il loro corpo non è ancora adattato alle nuove condizioni di vita. Se il bambino inizia a vacillare immediatamente dopo l'alimentazione, ciò influirà sicuramente negativamente sul lavoro del sistema digestivo. Per evitare che ciò accada a tuo figlio, regola di non disturbarlo per mezz'ora dopo aver mangiato..

Vomito alla fontana

Oltre alle conseguenze negative di cui sopra, dopo un pasto, il bambino può talvolta vomitare con una fontana. Questo fenomeno può essere spiegato per vari motivi: eccesso di cibo, presenza di malattie gravi..

Se il bambino viene alimentato solo con latte naturale, sarà molto difficile per i suoi genitori controllare la quantità di cibo che mangiano. Il bambino può allattare per un tempo molto lungo, il che può alla fine provocare un trabocco di stomaco. La fisiologia dei bambini piccoli è tale che il loro stomaco ha un volume molto piccolo e le sue pareti non hanno ancora la capacità di allungarsi. Se mangia più di quanto il suo stomaco possa contenere il cibo, allora la pressione interna in lui aumenterà e poi si diffonderà alla valvola dello stomaco e dell'esofago.

A causa della pressione, le pareti dello stomaco inizieranno a contrarsi e, di conseguenza, il latte in eccesso uscirà sotto forma di vomito. La forza delle secrezioni che usciranno dipenderà dalla quantità di latte consumato e dalla pressione che crea nello stomaco..

Se questo fenomeno è estremamente raro, i genitori non devono preoccuparsi. È un'altra cosa se questo tipo di disturbo si fa sentire costantemente. In questo caso, è necessario prendere misure per controllare l'assunzione di cibo e per farlo è semplice - usando una bottiglia normale. Dopo aver completato la procedura successiva per nutrire il bambino, è necessario tenerlo in posizione verticale per diversi minuti e osservarlo durante questo periodo. Quando il bambino è in posizione orizzontale, il cibo che ha mangiato sotto l'influenza del riflesso del vomito può entrare nel tratto respiratorio, causando asfissia.

Se, osservando il bambino, hai notato che il vomito con una fontana è ancora presente e la ragione del suo aspetto non ha nulla a che fare con l'eccesso di cibo, allora in questo caso dovresti mostrarlo al medico. È possibile che esista una malattia grave di un organo importante..

Vomito e diarrea

Quali azioni dovrebbero intraprendere i genitori se il bambino ha la diarrea sullo sfondo del vomito? La cosa principale è non preoccuparsi di questo, perché questa è una patologia piuttosto lieve che è molto facile da identificare e curare. Se il bambino ha la diarrea, molto probabilmente ciò è dovuto alla penetrazione di batteri, infezioni o virus nel corpo. Di fronte a tale minaccia, il corpo farà tutto il necessario per rimuovere il corpo estraneo. È una conseguenza della lotta del corpo con uno stimolo esterno che sono il vomito e la diarrea. Inoltre, in alcuni neonati, la diarrea può essere il risultato di avvelenamento..

Oltre ai sintomi già indicati, il bambino può avere la febbre. Può anche aiutare a casa senza visitare un medico per identificare la malattia in una fase precoce. Sullo sfondo di diarrea e febbre, il bambino sviluppa spesso uno stato di debolezza, la pelle diventa pallida e le labbra si seccano.

In uno stato in cui il bambino ha vomito con diarrea, la temperatura corporea può salire a 39 gradi. Da ciò possiamo concludere che qui è necessaria assistenza medica qualificata. Molto spesso nei mesi estivi, i batteri entrano nel corpo del bambino, causando avvelenamento. Pertanto, se il bambino ha la febbre sullo sfondo di vomito e diarrea, questo è un motivo serio per mostrarlo al medico.

Trattamento

Se noti il ​​vomito in un bambino, la prima cosa che devi capire è se questo è un processo patologico di escrezione del cibo dallo stomaco o è solo un normale rigurgito. Gli specialisti non hanno metodi di trattamento per il vomito, poiché non è altro che un sintomo di una certa malattia o patologia. Al fine di proteggere il bambino dal vomito in futuro, è necessario stabilire i motivi per cui si verifica questo fenomeno. E dopo che questi motivi sono stati eliminati, la salute del bambino tornerà alla normalità e non avrà più vomito..

Cosa dovrebbero fare i genitori se notano il vomito in un bambino??

Innanzitutto, devi calmarti. Da questo momento in poi, osserva attentamente le condizioni del bambino. Presta attenzione alla composizione dello sgabello e alla forma. Inoltre non ti fa male misurare la temperatura, con la quale puoi anche determinare la salute del bambino. E quando hai tutte queste informazioni, puoi andare dal medico e informarlo delle tue osservazioni alla reception..

  • Dopo ogni scarico involontario di cibo dallo stomaco attraverso la bocca, è sempre necessario pulire la bocca e il naso da detriti alimentari e altre formazioni estranee. Dopodiché, il bambino ha bisogno di ricevere un po 'd'acqua per normalizzare l'equilibrio idrico del corpo..
  • Se c'è il sospetto di avvelenamento, è necessario lavare lo stomaco.
  • In una situazione in cui la causa del vomito era una malattia infettiva virale, al bambino vengono somministrati antibiotici.

Conclusione

Il vomito nei bambini può verificarsi per vari motivi. Nella maggior parte dei casi, risulta un normale rigurgito e non è necessario preoccuparsi di questo se si manifesta senza temperatura. Ma quando, oltre a questo sintomo, compaiono altri segni spiacevoli per il bambino, ad esempio febbre, diarrea, questo indica che il bambino ha una malattia grave. In ogni caso, se i genitori hanno dei dubbi su cosa sta succedendo esattamente al bambino, non rimanere inattivo. Meglio andare direttamente dal medico per una consulenza professionale..

Vomito nei bambini

Il vomito nei neonati è un sintomo non specifico che può indicare alcune malattie nel corpo del bambino o fattori negativi esterni. Se il vomito in un neonato è accompagnato da ulteriori segni del quadro clinico e viene osservato abbastanza spesso, è necessario consultare immediatamente un medico da un pediatra che effettuerà un esame iniziale e prescriverà un esame o fare riferimento a uno specialista medico altamente qualificato. L'automedicazione è inaccettabile.

Eziologia

La sindrome da vomito nei neonati può essere causata da determinati processi patologici o altri fattori fisiologici. Il primo gruppo di ragioni eziologiche dovrebbe includere:

  • intolleranza a determinati farmaci;
  • malattie di natura infettiva;
  • intolleranza a determinati alimenti, specialmente durante l'alimentazione;
  • trauma agli organi addominali;
  • commozione cerebrale;
  • appendicite, che è estremamente rara nei neonati;
  • infezioni batteriche;
  • intolleranza al lattosio;
  • ostruzione intestinale, completa o parziale;
  • aumento della pressione intracranica;
  • patologia del sistema nervoso centrale di natura congenita o acquisita.

La temperatura e il vomito nei bambini, che sono accompagnati da diarrea, nausea, possono indicare tali processi patologici:

  • infezione intestinale;
  • avvelenamento del cibo;
  • mangiare cibi inadatti all'età del bambino;
  • gastrite acuta.

Inoltre, il vomito in un neonato può essere causato dai seguenti fattori fisiologici:

  • routine quotidiana sbagliata;
  • introduzione errata di alimenti complementari;
  • deglutizione dell'aria durante l'alimentazione;
  • quantità in eccesso di latte materno;
  • dentizione;
  • giochi attivi immediatamente dopo l'alimentazione.

Devi anche capire che in alcuni casi non c'è vomito, ma semplicemente rigurgito. Poiché un bambino non può sempre, a causa dell'età, spiegare ciò che lo preoccupa, è importante sapere come distinguere il vomito dal rigurgito di un bambino.

In ogni caso, indipendentemente da quali ulteriori manifestazioni cliniche si verificano insieme al vomito, dovresti chiedere il parere di un pediatra e non auto-medicare o ignorare questo sintomo.

Sintomi

I sintomi generali, in questo caso, sono assenti, poiché questo non è un processo patologico separato, ma una conseguenza di un certo disturbo. Le caratteristiche del quadro clinico dipenderanno dal fattore sottostante.

Puoi distinguere il vomito nei bambini dal rigurgito come segue:

  • se si verifica un attacco di vomito, il bambino diventa pallido, diventa coperto di sudore freddo;
  • ripetizione multipla, caratteristica solo per attacchi di vomito e non per rigurgito;
  • la bile può essere presente nella massa eiaculata, caratteristica solo per il vomito;
  • durante il rigurgito, la massa lacerata non supera i 5 ml, ad eccezione del cibo appena consumato, non ci sono più impurità.

La diarrea e il vomito nei neonati sono spesso una manifestazione di infezione intestinale o intossicazione alimentare, che sarà caratterizzata dal seguente quadro clinico:

  • un forte aumento della temperatura;
  • vomito ripetuto;
  • rifiuto di mangiare, poiché ciò che il bambino mangia immediatamente ritorna sotto forma di vomito;
  • cambiamento nella consistenza e nel colore delle feci - normalmente, le feci di un bambino appena nato sono una massa gialla e molle. In caso di avvelenamento o infezione intestinale, le feci possono essere verdi, contenere impurità di muco, sangue, particelle di cibo non digerito;
  • dolore all'addome, che si manifesta sotto forma di malumore, pianto del bambino, piegando le gambe alla pancia.

In casi più complessi, le seguenti manifestazioni cliniche possono unirsi al quadro clinico sopra descritto:

  • il bambino non ha urinato per più di sei ore;
  • sullo sfondo del vomito ripetuto grave, il bambino può perdere conoscenza;
  • il colore della pelle può cambiare - diventa pallido, rugoso, sarà asciutto al tatto;
  • potrebbe esserci del sangue nelle feci.

La presenza di tali sintomi richiede cure mediche urgenti e immediate, poiché frequenti attacchi di vomito e diarrea possono portare a disidratazione del corpo del bambino, che è estremamente pericoloso per la vita del bambino.

Raramente, ma c'è ancora una manifestazione di nausea e vomito grave nei neonati a causa della forma acuta di gastrite. In questo caso, si verificano i seguenti segni caratteristici:

  • feci instabili - costipazione prolungata, che può essere bruscamente sostituita da attacchi di diarrea;
  • placca bianca sulla lingua e mucosa orale;
  • letargia del bambino, apatia. Inoltre, il bambino diventa lunatico, piangendo costantemente;
  • eruttazione, rigurgito;
  • alitosi;
  • gonfiore, aumento della produzione di gas.

Il vomito grave nei bambini può essere dovuto a un'ostruzione intestinale parziale o completa, che sarà caratterizzata dal seguente quadro clinico:

  • il bambino diventa irrequieto, capriccioso;
  • esternamente, il pallore della pelle e la sudorazione sono chiaramente visibili;
  • assenza di movimenti intestinali per lungo tempo, che comporta gonfiore;
  • forte dolore addominale che può disturbare il bambino ogni 10 minuti;
  • le feci conterranno impurità nel sangue.

La diagnosi di ostruzione intestinale nei neonati è un po 'più difficile che nei bambini più grandi, poiché non tutte le procedure diagnostiche necessarie sono possibili. In ogni caso, con la manifestazione di tali sintomi, è necessario cercare urgentemente un aiuto medico..

Un po 'meno spesso, ma c'è ancora una manifestazione di questo sintomo con lesioni degli organi addominali, che si manifesteranno nei seguenti sintomi:

  • pallore della pelle;
  • vomito doloroso, ripetuto, impurità biliare possono essere presenti nel vomito;
  • ridotta mobilità toracica;
  • tensione dei muscoli della parete addominale;
  • sintomi di irritazione peritoneale.

Inoltre, gli attacchi di nausea e vomito in un neonato possono essere causati dall'introduzione impropria di cibi complementari o dall'eccesso di cibo. Di norma, in questo caso, non esiste alcuna sintomatologia aggiuntiva o è simile all'intossicazione alimentare lieve. Tuttavia, è indispensabile consultare un pediatra (pediatra). È probabile che il vomito in un neonato dopo l'alimentazione sia una reazione allergica a determinati alimenti o componenti chimici..

Diagnostica

Questa manifestazione clinica richiede la consultazione iniziale e l'esame da parte di un pediatra. Inoltre, può essere richiesto un esame da parte di tali specialisti altamente qualificati:

  • chirurgo pediatrico;
  • neurologo;
  • gastroenterologo.

Per identificare il fattore eziologico che ha provocato la manifestazione di questo sintomo, vengono utilizzate le seguenti misure diagnostiche:

  • analisi cliniche generali di urina e sangue;
  • analisi batteriologiche di feci e vomito;
  • studi immunologici;
  • test allergenico;
  • analisi del sangue biochimica dettagliata;
  • Ultrasuoni degli organi interni;
  • Esami radiografici.

Il sondaggio viene eseguito solo nei casi più estremi.

I risultati ottenuti dello studio consentono al medico di determinare il fattore provocatorio degli attacchi di vomito in un bambino e di scegliere le tattiche di trattamento più efficaci.

Trattamento

Il programma terapeutico consisterà in interventi medici finalizzati all'eliminazione della causa principale. Nella maggior parte dei casi, il programma di trattamento includerà adeguamenti dietetici.

I genitori dovrebbero considerare i seguenti fattori:

  • per evitare che il vomito entri nel tratto respiratorio superiore, il bambino deve essere tenuto in posizione verticale il più a lungo possibile;
  • dopo il vomito, il viso del bambino deve essere accuratamente lavato, poiché il succo gastrico può irritare la pelle;
  • assicurarsi che il bambino beva una quantità sufficiente di liquido. Questo è necessario per prevenire la disidratazione;
  • se non vi è alcun deterioramento dell'appetito, è possibile continuare a nutrire il bambino come al solito, ma senza mangiare troppo.

Per quanto riguarda il trattamento farmacologico, può essere prescritto esclusivamente dal medico curante. Se il motivo della manifestazione di un tale sintomo era una reazione allergica a un determinato prodotto, allora è completamente escluso dalla dieta del bambino..

Prevenzione

Per prevenire le malattie che possono provocare questo sintomo, devono essere seguite adeguate misure preventive. Inoltre, è necessario tenere presente quanto segue:

  • tutti gli oggetti che si trovano nell'ambiente del bambino devono essere puliti;
  • il bambino può bere solo acqua purificata o bollita;
  • dieta equilibrata, aderenza al regime giornaliero.

Inoltre, è necessario visitare sistematicamente medici specializzati al fine di prevenire o diagnosticare la malattia in modo tempestivo..

Perché il vomito si verifica nei neonati dopo l'allattamento??

Quando un bambino vomita dopo l'allattamento, i genitori inesperti iniziano a farsi prendere dal panico e chiamano immediatamente un medico. Era necessaria una tale precauzione o era solo un rigurgito regolare, come puoi dirlo? Oggi all'ordine del giorno sono quali sono le cause del vomito patologico nei neonati e quali dovrebbero essere i primi aiuti d'emergenza per il vomito in un bambino?

Perché il vomito si verifica nei neonati??

Il primo mese di vita di un bambino è un periodo sorprendente e difficile per lui, quando si abitua a un nuovo ambiente per lui, quando i suoi organi interni stanno subendo un adattamento finale. Questo periodo è ancora più difficile per i suoi genitori, che percepiscono eventuali problemi minori come problemi gravi. Se il bambino vomita, i genitori pensano che sia gravemente malato..

Il vomito in sé non è una malattia indipendente, ma è un sintomo (e spesso il più importante) in varie malattie. È possibile identificare la causa solo dopo uno studio dettagliato..

Attenzione! I pediatri considerano il vomito singolo senza altri sintomi la norma per tutti i neonati. Viene scambiato per la reazione del corpo del bambino a nuovi alimenti o altri stimoli esterni ed è spesso imprevedibile..

Cause di vomito nei neonati

Se il vomito in un neonato dopo l'alimentazione o in qualsiasi altro momento si verifica frequentemente, in combinazione con altri sintomi allarmanti, la sua salute si deteriora, quindi questa condizione non può più essere considerata innocua. Il vomito ripetuto di disidratazione è particolarmente pericoloso..

Importante! Ci sono molte malattie che causano vomito frequente nei bambini, tutte molto pericolose. Al primo sospetto di qualcosa che non va, è necessario contattare una struttura medica per un aiuto al fine di iniziare il trattamento il più presto possibile.

I motivi più comuni sono:

  • carenza di lattosio;
  • SARS, influenza;
  • polmonite;
  • otite media;
  • vari infortuni;
  • malattia metabolica;
  • avvelenamento del cibo;
  • blocco intestinale;
  • Pressione intracranica;
  • neoplasie;
  • chetoacidosi diabetica;
  • idrocefalo;
  • encefalite;
  • uremia;
  • SDS (sindrome infantile da commozione cerebrale);
  • gastroenterite grave;
  • ernia strangolata;
  • meningite;
  • sepsi;
  • infezioni del tratto respiratorio;
  • infezioni del tratto urinario;
  • concussione;
  • appendicite;
  • enterocolite nektorichesky;
  • intussuscezione;
  • stenosi pilorica.

Vomito o rigurgito: come dirlo?

I problemi, come puoi vedere, sono diversi, ma secondo le statistiche, tutte queste malattie nei primi mesi di vita non sono così comuni. Molto più spesso c'è un leggero vomito nelle briciole dopo l'alimentazione, a causa del fatto che non ha ancora completamente formato la peristalsi dello stomaco. Questa condizione si chiama rigurgito e si verifica in quasi tutti i neonati..

Come distinguere il vomito dal rigurgito in un bambino? Il processo fisiologico differisce dal processo patologico come segue:

  • quando rigurgita, non c'è vomito;
  • la quantità di cibo scartata è molto ridotta;
  • il rigurgito si verifica non più di 3 volte al giorno;
  • la briciola normalmente aumenta di peso;
  • il rigurgito scompare gradualmente senza alcun trattamento.

Attenzione! Determinare il vomito o il rigurgito non è difficile anche per i genitori con esperienza minima. Il rigurgito si verifica immediatamente dopo aver mangiato o entro un'ora. È una volta, produce latte o acqua. Il vomito può essere ripetuto, nel vomito una secrezione giallastra dovuta alla bile.

Vomito patologico nei neonati

Le madri devono stare attente a scoprire in tempo che qualcosa non va nei loro bambini. A causa del fatto che il vomito nei bambini dopo l'allattamento è un evento abbastanza frequente, a volte i genitori non attribuiscono importanza a molti altri fatti inquietanti, vale a dire:

  • il bambino non sta ingrassando bene o il peso si è fermato del tutto;
  • il vomito dura troppo a lungo, a volte fino a tre ore;
  • la nausea del bambino è costante, senza una ragione apparente;
  • quando vomita, il neonato inizia a soffocare, tossire.

Attenzione! Se il vomito scompare con la pelle pallida e la temperatura aumenta, il bambino è letargico, si rifiuta di mangiare - questi sono sintomi molto pericolosi. Un'ambulanza dovrebbe essere chiamata urgentemente!

Considera i principali tipi di vomito patologico nei neonati:

  • La nausea è accompagnata da febbre estremamente alta. I sintomi esistenti indicano lo sviluppo di un'infezione virale, raffreddori, avvelenamento. Il bambino viene colto da vomito improvviso, il suo appetito è perso e si verifica debolezza. Dopo aver valutato le condizioni delle briciole, il medico dirige la terapia per trattare la malattia di base, abbassare la temperatura, ricostituire il fluido in un piccolo corpo e nutrire leggermente.
  • A volte vomito e febbre possono avere origini diverse. Se, ad esempio, al bambino è stato prescritto un antibiotico, il vomito è una reazione allergica a questo farmaco. Il medico curante deve essere informato di ciò al fine di prescrivere un altro rimedio e il farmaco deve essere interrotto prima di visitare il medico..
  • Il vomito può essere combinato con la diarrea. La comparsa di questi sintomi indica avvelenamento, infezione intestinale o virale, introduzione precoce di alimenti complementari. Se sono intensi, dovrebbe essere chiamata un'ambulanza. Un bambino perde liquido molto più velocemente di un adulto, quindi dovrebbe essere protetto dalla disidratazione. Il trattamento si concentra sulla reidratazione. Gli antibiotici sono prescritti in casi gravi, in casi meno gravi - farmaci antimicrobici.
  • In un bambino, il vomito può essere una fontana. La ragione di ciò è l'aerofagia. Questo fenomeno di deglutizione dell'aria e appartiene alle nevrosi. Il rigurgito è considerato un processo normale, ma a volte è un segno di alcuni disturbi associati ad anomalie nella struttura dell'apparato digerente. I genitori dovrebbero essere avvisati di vomitare con una fontana con molto più vomito escreto di quanto abbia mangiato il bambino. Se il bambino è cattivo allo stesso tempo, questo dovrebbe servire come segnale per chiamare un medico.

Cosa fare se il bambino sta vomitando?

Il rigurgito fisiologico è normale, ma può essere prevenuto? Le madri con esperienza raccomandano:

  • Assicurati che il bambino sia calmo prima di allattare. Anche la mamma non dovrebbe essere nervosa, poiché il bambino sente tutto. È bene mettere il bambino sulla pancia o accarezzarlo sulla pancia. Puoi massaggiare l'area dell'ombelico.
  • È necessario assicurarsi che quando si allatta la testa del bambino non venga rigettata, in modo che il suo naso sia pulito, respira liberamente.
  • Facciamo in modo che il bambino prenda correttamente il seno della mamma. Deve afferrarlo insieme all'areola in modo che il suo labbro inferiore sia leggermente contorto.
  • Durante l'alimentazione artificiale, è consigliabile utilizzare bottiglie speciali che hanno la funzione di prevenire la deglutizione dell'aria in eccesso.
  • Dopo l'alimentazione, non è necessario eseguire alcuna azione attiva con il bambino. È importante attaccarlo in questo momento verticalmente al cuore e picchiettare delicatamente sulla schiena..
  • Assicurati che il bambino non mangi troppo, perché il rigurgito si verifica anche per eccesso di cibo elementare.

Il rigurgito si corregge facilmente, ma con il vomito patologico tutto è diverso. Il vomito può durare fino a 1-2 giorni. In questo momento, il bambino è a rischio di disidratazione, quindi è importante assicurarsi che riceva abbastanza liquidi..

Attenzione! Se il bambino in uno stato doloroso non rifiuta di allattare, è necessario continuare a dargli da mangiare come al solito. L'acqua dovrebbe essere somministrata in porzioni molto piccole (un cucchiaio alla volta) in modo che gli attacchi non si ripetano più.

Tutti i metodi domestici per il trattamento del vomito sono adatti solo per quei casi in cui si verifica una volta, non è sistemico. Se la cattiva condizione delle briciole persiste a lungo, non ci sono miglioramenti, quindi è necessario consultare un medico.

Tutti i medicinali esistenti per il trattamento del vomito non sono adatti ai cittadini più piccoli, quindi non possono essere utilizzati da soli. Solo un pediatra dovrebbe valutare le condizioni del bambino e prescrivere determinati farmaci. I genitori possono circondare il proprio bambino con attenzione e amore, e questo è il modo migliore per affrontare situazioni difficili. Non essere nervoso, tutto andrà bene! essere sano!

  • Articolo Precedente

    Magnesia come lassativo per costipazione quanto efficace e come applicare correttamente il rimedio a diversi pazienti

Articoli Su Epatite